Hr Maceratese, -13 al via
Moriconi: «Servono quattro giocatori»
Il sogno è il ritorno di capitan Romano

PROMOZIONE - Il tecnico in vista del raduno del 6 agosto all'Helvia Recina: «Abbiamo assolutamente bisogno di un centravanti, auspico tre innesti a centrocampo». Insistenti le voci sull'arrivo di Daniele Degano per il reparto offensivo. Ipotesi suggestiva: l'arrivo dell'ex mediano della Rata
- caricamento letture

 

Francesco-Moriconi-allenatore-Helvia-Recina

L’allenatore Francesco Moriconi

 

di Mauro Giustozzi

Countdown per la nuova stagione: meno tredici giorni al raduno della nuova HR Maceratese e l’organico a disposizione di mister Francesco Moriconi non è ancora al completo. Manca un poker di giocatori, tutti over, per completare la lista dei 21/22 atleti che dal 6 agosto inizieranno a sudare allo stadio Helvia Recina dove si svolgerà tutta la prima fase della preparazione pre campionato. «Mi auguro che prima dell’inizio della preparazione possa avere l’intero organico a disposizione  – esordisce l’allenatore dell’HR Maceratese- perché è importante partire da subito con tutti i ragazzi a disposizione, visto che la squadra che si sta allestendo è completamente nuova ed avere sin da subito i giocatori a disposizione, per il mio modo di lavorare, è importantissimo. Lo sa la società, lo sa il direttore sportivo Cappelletti. Per cui faremo di tutto per chiudere il cerchio degli acquisti e partire al completo sin dal 6 agosto». Sono quattro gli elementi che ancora debbono essere inseriti nell’organico della rinata formazione biancorossa: tutti calciatori di esperienza, quasi tutti di categoria superiore e soprattutto giocatori che servono alla fase offensiva della costruenda nuova squadra del presidente Alberto Crocioni.

Carlo-Mongiello

Carlo Mongiello, fiore all’occhiello della campagna acquisti dell’HR Maceratese

«Siamo a caccia di over – dice senza mezzi termini mister Moriconi – e, nello specifico abbiamo bisogno di due centrocampisti, assolutamente di un attaccante centrale e di un jolly di centrocampo capace di fare sia la fascia che all’occorrenza giocare anche in mezzo al campo. Abbiamo bene in mente le caratteristiche che ci servono. Resta il nodo economico che rallenta la chiusura di alcune operazioni intavolate. E’ vero che giocare a Macerata attira molti atleti, ma è altrettanto vero che molti pensano che possano strappare rimborsi spese economici elevati arrivando a giocare nell’HR Maceratese. Non è così perché quello che è accaduto in passato è appunto passato ed ora ci si deve confrontare con una realtà solida a livello dirigenziale ma che giustamente non vuol fare il passo più lungo della gamba. Un altro aspetto che frena il possibile ingaggio di atleti di categoria superiore è il fatto che molti, prima di scendere di categoria, attendono fino all’ultimo la possibilità di giocare in serie D o Eccellenza. Un discorso legittimo da parte loro: noi in questi casi abbiamo pazienza nel seguire alcuni movimenti di mercato ma arriverà presto il momento della scelta e non potremo aspettare all’infinito. Ribadisco, dovendo costruire una formazione completamente nuova vorrei poter avere l’organico al completo da subito. Se così non sarà faremo di necessità virtù e lavorerò con i giocatori che avremo il 6 agosto, in attesa di completare poi l’organico».

Romano_Foto-LB

Capitan Alfredo Romano nella festa per la promozione in Lega Pro

Sul fronte di radio mercato sono diversi i nomi che vengono accostati alla nuova HR Maceratese in questi giorni. Quello più intrigante e suggestivo è senz’altro il nome del centrocampista Alfredo Romano, ex capitano della Rata di qualche stagione fa. Il calciatore ha 37 anni ma è integro fisicamente, visto che ha disputato l’ultima stagione in D nelle file del Forlì. E, soprattutto, potrebbe riannodare il feeling con la tifoseria e la città dove ha lasciato ottimi ricordi sia professionali e umani. Per di più sarebbe un lusso poterlo vedere in un campionato di Promozione dove farebbe certamente la differenza. Questo è il sogno, mentre la realtà indica ancora in Nicola Moretti uno dei due centrocampisti nel mirino del club biancorosso: in questo caso il calciatore preferisce attendere ancora nel caso arrivasse una chiamata da qualche club di serie D e solo in un secondo momento decidere di scendere di categoria.

Daniele-Degano-attaccante

Daniele Degano

Determinante per il gioco che vuole attuare il nuovo allenatore della Rata sarà anche la scelta del centravanti. In questo caso tra i papabili che vengono accostati all’HR Maceratese c’è anche quello di Daniele Degano, attaccante esperto che ha calcato palcoscenici importanti tra i professionisti e che nell’ultima stagione è sceso a disputare proprio il campionato di Promozione nelle fila del Potenza Picena. Nonostante i suoi 36 anni in questa categoria l’ex attaccante tra le altre di Ancona, Civitanovese e Matelica proprio nella scorsa stagione ha toccato quota 100 gol nella sua lunga carriera. Bisognerà vedere se, in questo caso come negli altri, la dirigenza biancorossa riuscirà a trovare un punto di intesa per portare all’Helvia Recina calciatori importanti per la categoria senza dover sfondare un budget ben definito in vista della prossima stagione che non può non vedere la rinata HR Maceratese avere un ruolo di protagonista nel girone B di Promozione.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X