Morgoni non ci sta:
«Ci siamo anche noi per il ballottaggio»
Ascoltiamo la città e le misure per la famiglia

ELEZIONI CIVITANOVA - Il candidato sindaco: «Non vorrei fare da terzo incomodo ma queste elezioni comunali possono presentare molte sorprese». La civica che sostiene Mirella Paglialunga ha organizzato un incontro con Letizia Murri e Emilio Perini dove si è parlato anche di assegno universale e politiche ambientali
- caricamento letture
centriamo-commercianti-confronto-candidati-vinicio-morgoni-civitanova-FDM-4-325x216

Vinicio Morgoni

 

«Non vorrei fare da terzo incomodo ma al ballottaggio ci puntiamo anche noi. Queste elezioni comunali possono presentare molte sorprese, proprio come è stato a Porto Recanati lo scorso anno». Sono le parole del candidato sindaco Vinicio Morgoni.

«I voti – dice Morgoni – non sono direttamente proporzionali al numero delle liste. Dichiarare che il ballottaggio si giochi tra Silvia Squadroni, Mirella Paglialunga verso Fabrizio Ciarapica non tiene conto delle altre 7 liste in lizza e cioè le tre nostre, le tre di Paolo Squadroni e quella di Alessandra Contigiani. Le previsione sono sempre fatte per essere disattese e lasciano il tempo che trovano. Inoltre a Civitanova vi è una maggiore complessità in quanto c’è il ballottaggio e le coalizioni potranno rimescolarsi. Ma la vera discriminante sono i contenuti di questa campagna elettorale dove noi possiamo vantare il primato. Progettualità, concretezza e serietà sono testimoniate dalle tante risposte concrete ai problemi dei cittadini, in una campagna elettorale fatta da rancori, polemiche e proclami e non di soluzioni. Dai parcheggi nell’ex zona Inps con sottopassaggio verso il centro, ad una darsena di protezione per il porto, ai prodotti per le mense a km 0, al co-housing per gli anziani, all’assistenza domiciliare e formazione dei caregivers, a sale multimediali per le associazioni recuperando edifici storici, alla separazione tra pista di atletica e stadio, ad un maggiore coinvolgimento dei giovani nelle partecipate, al rilancio della zona industriale con anche un asilo nido e uno sportello postale, ad una public company per ovviare alla Bolkstein e quindi a tutela dei balneari, all’autonomia energetica, al bilancio trasparente e soprattutto all’ascolto dei cittadini. Il nostro programma – conclude – uscito per primo, ce lo hanno copiato tutti. Segno che abbiamo fatto un buon lavoro, studiato la situazione e prodotto buoni progetti».

***

ascoltiamo-la-citta-paglialunga-murri-perini1-325x244

Mirella Paglialunga, Letizia Murri, Emilio Perini

Si è parlato invece di misure a sostegno della famiglia e di politiche ambientali allo chalet Attilio, durante l’incontro della lista civica “Ascoltiamo la città”, a sostegno della candidata di centrosinistra Mirella Paglialunga. Presenti l’avvocato Letizia Murri e l’ingegnere Emilio Perini, entrambi candidati della lista. Murri ha approfondito il tema dell’assegno unico universale entrato a regime dal marzo 2022, con quale è stato sostituito il previgente sistema previdenziale delle detrazioni fiscali e degli assegni familiari, privilegiando un modello di tipo assistenziale, a beneficio di tutti i lavoratori (dipendenti, autonomi, liberi professionisti). «Da questa razionalizzazione della politica fiscale – ha spiegato l’avvocato – trarranno vantaggio mediamente tutte le famiglie ma, principalmente, le famiglie numerose e le famiglie con redditi sotto i 10 mila annui. Andrà valutato nel tempo l’impatto di questo sistema nelle situazioni di disgregazione familiare (separazioni e divorzi)».

ascoltiamo-la-citta-paglialunga-murri-perini-e1653122655289-325x192 Perini ha delineato luci ed ombre del sistema degli ecobonus. «Sicuramente – ha spiegato – hanno sortito l’effetto sperato di ripresa dell’economia e di sviluppo di interventi tesi al miglioramento energetico dell’edilizia privata, ma hanno per contro generato fenomeni di aumento dei prezzi, saturazione delle imprese e problemi tecnico amministrativi per le imprese ed i privati. Oggi si aprono anche nuove sfide nel settore delle energie rinnovabili che, anche a fronte della crisi in Ucraina, stanno diventando un’ emergenza assoluta. In questo molto possono fare le pubbliche amministrazioni, sia realizzando impianti a servizio delle proprie utenze, sia avviando progetti di comunità energetiche». Ha concluso l’incontro la candidata sindaca, sottolineando come «le politiche sociali a beneficio delle famiglie e le politiche ambientali per una migliore qualità della vita, sono tra i capisaldi del ricco programma della coalizione di centrosinistra e liste civiche».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =