«Una lista a maggioranza femminile,
un valore aggiunto per il centrodestra»
Ciarapica orgoglioso di Civitanova Unica

ELEZIONI CIVITANOVA - Il candidato sindaco ha presentato la "sua" civica con 13 donne su 24 candidati: «Sono rappresentate varie categorie sociali e lavorative, a livello professionale potrà quindi dare un contributo concreto». Forza Italia: «Il 5% del bilancio per la manutenzione delle strade»
- caricamento letture
civitanova-unica1-650x406

La squadra di Civitanova unica

«Sono orgoglioso di questa lista, è un valore aggiunto per il centrodestra, ulteriori competenze che allargano la nostra compagine». Con queste parole il candidato sindaco Fabrizio Ciarapica ha presentato oggi la “sua” civica Civitanova Unica, che si aggiunge alle altre sei della coalizione: Forza Italia, FdI, Lega, Udc, Vince Civitanova e Civitanova Insieme.

civitanova-unica«Siamo una coalizione che ha saputo allagarsi in questi cinque anni, quella che ha il più alto numero di liste e candidati e nella fattispecie Civitanova unica è davvero una realtà unica: infatti è una lista che ha al suo interno una componente femminile maggioritaria, con ben 13 candidate su 24. E questa è anche una risposta alle critiche del centrosinistra, che ci aveva attaccati su questo tema. In questa squadra inoltre sono rappresentate varie categorie sociali e lavorative, a livello professionale potrà quindi dare un contributo concreto. E’ plurale, piena d’entusiasmo e svolgerà un ruolo fondamentale nel centrodestra».

Ecco i 24 candidati di Civitanova Unica, in ordine alfabetico: Sara Iris Agatiello, 69 anni; Elisa Andreani, 35 anni; Federica Bianchini, 38 anni; Paola Campetelli, 55 anni; Anna Campos, 52 anni; Giovanna Capodarda, 71 anni; Ermanno Carassai, 70 anni; Primo Ciccarelli, 72 anni; Andrea Civita, 33 anni; Luca Cognigni, 57 anni; Gianluca Crocetti, 42 anni (esponente di Io apro Rinascimento di Vittorio Sgarbi); Oberdan Dolci, 58 anni; Paolo Eleuteri, 47 anni; Paola Fontana, 52 anni; Ada Gattafoni, 63 anni; Manola Gironacci, 61 anni; Gianmario Guizzi, 32 anni; Antonio Nortesani, 44 anni; Olga Sinenko, 58 anni; Gessica Stizza, 32 anni; Elisa Tidei, 36 anni; Eleonora Torresi, 41 anni; Pierpaolo Turchi, 57 anni; Eugenio Vita, 70 anni.

La stragrande maggioranza dei candidati è alla prima esperienza politica. E chi ha preso la parola durante la presentazione ha rimarcato il fatto di aver scelto di mettersi in gioco per dare un contributo alla città, riconoscendo al sindaco uscente, in questi cinque anni, capacità legate alla concretezza del fare. 

***

coalizione-ciarapica-5-325x216

Paolo Giannoni, coordinatore comunale di Forza Italia

«Non mancheranno a Civitanova i fondi per sistemare strade e marciapiedi con un’attenzione particolare alle più moderne disposizioni in fatto di sicurezza». Questa è una delle promesse alla città da parte di Forza Italia che proprio in vista delle prossime votazioni inserisce la tematica tra i capisaldi del programma elettorale. «Il problema del traffico è sempre più sentito dai cittadini, non solo di Civitanova ma di ogni città in generale – spiegano i rappresentanti locali di Forza Italia – in continuazione aumenta il flusso di veicoli con conseguente danneggiamento del fondo stradale e incremento dei rischi, soprattutto per pedoni e ciclisti ma, ovviamente, per chiunque diriga un mezzo a due o quattro ruote. Civitanova è molto frequentata per la sua vocazione turistica, per la presenza di tante attività di ristorazione e per la sua posizione strategica tra autostrada e superstrada, quindi non possiamo ignorare la problematica». L’obiettivo è riservare il 5% del bilancio del Comune per opere di manutenzione. «Sono interventi che andranno a beneficio di tutti perché tutti vogliamo uscire di casa e sapere di poterci muovere in una città ben tenuta e con i rischi minimizzati».

Forza Italia sta inoltre affrontando anche un’altra battaglia in Parlamento sul tema della sicurezza stradale, della regolamentazione dello strumento dell’autovelox e della trasparenza sui proventi delle multe stradali. «Il vice presidente dei deputati azzurri Simone Baldelli, eletto nelle Marche – proseguono gli esponenti del partito – lavora da anni sul tema degli autovelox selvaggi, ha anche scritto un libro dal titolo “Piovono multe”, dove ha raccolto le battaglie a difesa dei cittadini contro l’atteggiamento vessatorio di molti comuni che utilizzano le multe per fare cassa. Ho chiesto al Governo che regolamenti al più presto l’uso degli autovelox, spesso utilizzati da certe amministrazioni locali più come mezzi di caccia alla sanzione che come strumenti di prevenzione e di sicurezza stradale – interviene il deputato Baldelli – Poiché il codice della strada prevede che il 50% degli introiti delle multe stradali normali e il 100% delle quote comunali di quelle fatte con gli autovelox siano reinvestiti in sicurezza e manutenzione stradale, da anni ci battiamo affinché i comuni rispettino l‘obbligo di consegnare al Governo una relazione telematica annuale dove si possa leggere sia la quantità di sanzioni raccolte, che il modo in cui vengono spesi questi soldi».

FI-DSC_0023-Simone_Baldelli-650x433-325x217

Simone Baldelli

«Un comune su cinque non invia la relazione – prosegue Baldelli – mentre i dati del 2020 degli altri quattro quinti non sono stati consegnati dal Governo al Parlamento. Chi non consegna la relazione oppure la consegna incompleta o falsa dovrebbe subire il sequestro del 90% di tutte le entrate da infrazione del codice della strada. Da quest’anno, grazie ad una norma inserita nel codice della strada ciascun comune avrà l’obbligo di pubblicare i dati in un’apposita sezione del proprio sito». Civitanova è tra i comuni virtuosi che lo scorso anno hanno consegnato la relazione al Governo, inoltre dal 2021 ha sospeso l’uso dell’autovelox. «I civitanovesi sanno che, appena varcati i confini della città, soprattutto in superstrada, è molto facile incappare negli autovelox – concludono i membri di Forza Italia – che a volte non fungono da strumento di prevenzione o di sicurezza. Speriamo che la battaglia di legalità e di trasparenza dell’onorevole Baldelli serva anche a contrastare questo atteggiamento che danneggia l’economia locale con prelievi costanti dalle tasche delle nostre famiglie e dei turisti che vengono a visitarci».

 

Tutti gli uomini di Ciarapica «Centrodestra più forte e unito Rispondiamo coi fatti a gossip e fango»

Ciarapica lancia “Civitanova unica” e tra gli “sponsor” spunta Alfredo Perugini: «Questa amministrazione va rilanciata»

Articoli correlati




 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =