Monia Rossi appoggia Silvia Squadroni:
«E’ la migliore possibilità per cambiare,
Ciarapica non è all’altezza del ruolo»

ELEZIONI - Endorsement della consigliera di maggioranza, che recentemente ha lasciato Vince Civitanova, a favore della candidata sindaca. Si è presentata a un incontro pubblico della coalizione a San Marone e oggi aggiunge: «Non mi candido ma vorrei spendere la mia esperienza per cercare una svolta dopo questi cinque anni, proprio perché quello che ho visto non m'è piaciuto»
- caricamento letture
incontro-silvia-squadroni-monia-rossi

Monia Rossi all’incontro della coalizione di Silvia Squadroni

 

«In Silvia Squadroni vedo la migliore possibilità per un cambiamento». L’endorsement a favore della candidata sindaca di SiAmo Civitanova arriva dall’attuale consigliera di maggioranza Monia Rossi. Dopo la pesante contestazione al sindaco Ciarapica in occasione del voto segreto in Consiglio sul progetto “porto Dubai” e le successive dichiarazioni d’addio a Vince Civitanova, la lista che fu la prima a credere nel 2017 nel primo cittadino uscente e che via via ha perso vari pezzi per strada, ieri sera Rossi si è presentata a un incontro pubblico della coalizione della Squadroni a San Marone, proprio per rimarcare la necessità di un cambiamento rispetto ai cinque anni di questa amministrazione. E per sostenere pubblicamente la candidata sindaca. Tra l’altro, a quanto pare, non sarebbe neanche l’unico esponente dell’attuale maggioranza che starebbe pensando di intraprendere questa via. Secondo alcuni rumors ci sarebbero altri consiglieri di pronti a fare la stessa scelta della Rossi.

«La mia – spiega Rossi a Cronache Maceratesi – è una scelta di coerenza. In Consiglio avevo già dichiarato che non ero più disposta ad appoggiare Ciarapica e quindi di conseguenza ho dovuto fare delle valutazioni. Non posso ricandidarmi per motivi lavorativi, ma vorrei comunque spendere la mia esperienza e le conoscenze acquisite in questi cinque anni per cercare di cambiare le cose, proprio perché quello che ho visto non mi è piaciuto. E in questo contesto vedo in Silvia Squadroni la migliore possibilità di un cambiamento, rispetto a tutte le altre proposte in campo».

monia-rossi

Monia Rossi

«In questi cinque anni – continua l’attuale consigliera – ho visto un sindaco che non è riuscito a coordinare il suo gruppo per prendere decisioni che potessero realmente realizzare i presupposti per cui era nata questa amministrazione. Secondo me Ciarapica, che comunque ringrazio per l’esperienza che ho fatto, e non è capace di essere un leader, quindi non lo ritengo all’altezza di ricoprire un ruolo così importante per la città. Forse è anche per questo che l’amministrazione ha concretizzato ben poco». La goccia che ha fatto traboccare il vaso nei rapporti col sindaco e l’amministrazione? «Direi che sono due le gocce – puntualizza Rossi – innanzitutto il modo di fare di questa amministrazione che ha promesso e incoraggiato imprenditori e privati per poi demandare al Consiglio il “no” sulle proposte avanzate (stesso concetto che aveva già esplicitato dopo il caso del porto Dubai, ndr). Poi, la difficoltà di portare in Consiglio molte proposte, alcune delle quali anche di Vince Civitanova, che potessero migliorare la gestione del governo della città. Spesso non sono neanche state prese in considerazione perché andavano a ledere interessi di partito. Mi sarei aspettata più polso dal sindaco, invece non l’ho visto mai prendere posizione. Per tutto questo ho deciso di non appoggiarlo più, non mi riconosco più in questo modo di fare».

incontro-silvia-squadroni

Silvia Squadroni e Stefano Mei all’incontro di ieri sera

L’incontro di ieri sera della coalizione di Silvia Squadroni si è svolto nella sala conferenze della ClinicaLab. «La location non è stata scelta a caso – spiega la candidata sindaca – la vicinanza con l’area che si vorrebbe cambiare da spazio verde a spazio commerciale (il riferimento è alla variante Critallo, ndr) è servita da spunto per ribadire il principio cardine su cui si incentrerà l’attività amministrativa, qualora andassimo al governo della città. Valorizzazione del verde, tutela del suolo e no a nuove varianti che consentano cambi di destinazione d’uso che non siano a favore della collettività. Ci sono ancora spazi commerciali previsti nel Prg, pertanto non serve modificare la destinazione d’uso di un’area a vocazione verde. A San Marone si sente ancora forte la delusione di aver perso il Parco di Villa Eugenia».

Il programma illustrato ha toccato il metodo ed il progetto politici della Squadroni. «Intercettare le risorse europee, tramite la collaborazione tra gli Uffici Comunali ed i tecnici – prosegue la candidata – favorire la progettazione anche attraverso concorsi di idee; la presenza nelle istituzioni (Regione, Cosmari, Ato) per consentire a Civitanova di esprimere esigenze e problematiche e favorirne la soluzione; formare una nuova classe politica che persegua una visione ampia della città e pensi ad un futuro pluriennale (anziché alla scadenza dei 5 anni di mandato) e che con coraggio e dedizione si dedichi ad opere pubbliche che da troppi anni attanagliano Civitanova e, in particolare, il quartiere di San Marone. La viabilità di San Marone è ferma dagli anni ’50, tra la SS16 e la Provinciale: nulla è mai cambiato». Dai presenti è arrivato un richiamo all’attenzione di tutto il quartiere, comprese le Casermette che «da anni vivono il rimpallarsi di colpe e competenze tra Erap e Comune, che ha determinato la mancanza di manutenzione, lo stato spesso di abbandono e degrado, la mancanza di controlli».

(g. def.)

«Se questa è la politica io mi chiamo fuori Delusa da Ciarapica e da questi 5 anni»

Porto Dubai, (quasi) tutti d’accordo sul no ma si rimanda al voto segreto per paura Monia Rossi accusa il sindaco e si dissocia

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X