Troiani: «Disagi a Fontespina? Colpa di Anas»
Micucci: «Esposto al prefetto
per i manifesti a metà di Ciarapica»

CIVITANOVA, DIARIO ELETTORALE - Il vicesindaco: «Comprendiamo le preoccupazioni dei cittadini, abbiamo ripetutamente sollecitato interventi». L'ex consigliere regionale Pd: «Altro comportamento furbesco del sindaco uscente». Domani sera incontro dei dem con Matteo Ricci, sabato con la sottosegretaria Maria Cecilia Guerra e Pietro Marcolini. Focus sulla sanità di Vinicio Morgoni assieme ai Popolari Liberali di Carlo Giovanardi
- caricamento letture

 

incidente-fontespina

Un incidente all’incrocio di Fontespina, verso Porto Potenza

L’assessore alla viabilità e all’urbanistica Fausto Troiani, leader della civica Vince Civitanova a sostegno del sindaco uscente Fabrizio Ciarapica, attraverso una nota «condivide, a nome dell’Amministrazione comunale, le preoccupazioni dei cittadini in merito alle difficoltà riscontrate all’incrocio della Strada Statale 16 presente nei pressi dell’Eurospin a Fontespina, soprattutto in alcuni giorni e orari di punta. Si precisa però, come dimostrato dalla segnaletica verticale già presente, che sia la gestione che la manutenzione di quel tratto di strada è di esclusiva competenza dell’Anas. Pertanto l’Amministrazione comunale, nel comprendere e fare proprie le ragioni dei cittadini, ha ripetutamente sollecitato l’Anas ad intervenire in tempi brevi per migliorare la sicurezza di tale incrocio».

***

manifesti-ciarapica

La foto inviata da Micucci sul manifesto di Ciarapica oscurato a metà

L’ex consigliere regionale Pd Francesco Micucci attacca: «Manifesti oscurati a metà per Ciarapica. La legge sulla par condicio vale solo per i suoi avversari
La città di Ciarapica è la città della scorrettezze, dove viene impunemente elusa la legalità la legge. Con i manifesti elettorali siamo davanti ad un clamoroso comportamento furbesco, sleale e illegittimo: per le norme della par condicio i manifesti elettorali in questi giorni devono essere completamente oscurati, ma questo vale solo per gli avversari di Ciarapica. Per lui vigono invece norme speciali, quella che coprono solo la metà del suo maxi manifesto, così da oscurare solo il volto e lasciare leggibile il nome e lo slogan. Una ‘cortesia’ che la società che gestisce le affissioni gli riserva risparmiando sui teli coprenti e che invece nega ad altri. Ma, siccome la legge è legge e va rispettata, soprattutto da chi ambisce ad indossare la fascia tricolore, questo comportamento sarà oggetto di un esposto al prefetto di Macerata affinché le autorità intervengano tempestivamente a ripristinare la legalità. A Ciarapica non è bastato spendere decine di migliaia di euro per inondare la città delle sue immagini. C’è evidentemente bisogno di ricorrere anche a questi mezzucci, che proprio perché contrari alla legge dicono molto di chi li pratica. Le regole sono uguali per tutti e chi si candida ad amministrare una città dovrebbe preoccuparsi di farle rispettare».

***

Popsophia-Pesaro-Ricci

Matteo Ricci, sindaco di Pesaro

Il sindaco dem di Pesaro, Matteo Ricci, a Civitanova domani per una full immersion con i cittadini e i candidati del Pd in un confronto in cui parlerà di turismo, di cultura, di servizi e innovazione. ‘La buona amministrazione per una città che guarda la futuro’ il tema dell’incontro pubblico organizzato dal Partito Democratico nella sala consiliare del Comune  con inizio alle 21.15. Introdurranno Lidia Iezzi, segretaria cittadina del Pd, e Francesco Micucci, responsabile della campagna elettorale dei dem. “Ricci è un simbolo del buon governo delle città e arriva con la sua Pesaro fresca di nomina di Capitale Italiana della Cultura 2024 – si legge nella nota del Pd –  La sua giornata civitanovese inizierà alle 19, con l’inaugurazione dei locali (piano terra) di via Mameli (sede del Pd) insieme ai candidati e ai componenti il coordinamento del partito. Poi, dalle 20.20 alle 21.20 sarà collegato con Rete 4 per partecipare a un dibattito televisivo e, infine, alle 21.30 sarà nella sala consiliare a confrontarsi e dialogare con i cittadini”.

***

pietro-marcolini

Pietro Marcolini

Altro incontro organizzato dalla coalizione di centrosinistra per sabato 14 maggio alle 15,30. Interverranno nella sala del Consiglio comunale con la candidata sindaca Mirella Paglialunga, Maria Cecilia Guerra, Sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze e Pietro Marcolini, docente del Dipartimento di Economia e Diritto dell’Università di Macerata. “Sarà affrontato il tema dell’utilizzo dei Fondi Europei del Pnrr, che in campo nazionale ammontano a 235 miliardi, con riguardo al rilancio del nostro territorio, purtroppo sempre più in transizione verso quelli in difficoltà di sviluppo – si legge nella nota – Ci sono temi centrali come quelli della mobilità cittadina, delle strutture e dei servizi necessari per un nuovo sviluppo ambientalmente sostenibile, per la cura dell’infanzia, della disabilità, del rapporto con l’adolescenza e non ultimo della valorizzazione del nostro territorio dal Mare al Borgo Storico Medievale che vanno affrontati con una efficace pianificazione complessiva; ed il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza costituisce una occasione fondamentale ed irrepetibile per intervenire nel merito di queste problematiche”.

***

morgoni-vinicio3-325x217

Vinicio Morgoni con Gianfranco Cavalieri

Vinicio Morgoni, candidato sindaco alla guida di una coalizione civica composta da tre liste, nel tardo pomeriggio di ieri, nella sede elettorale in via Maroncelli a Santa Maria Apparente, ha parlato di sanità e assistenza territoriale con il medico ospedaliero Gianfranco Cavalieri, coordinatore politico per il centro Italia del partito Popolari Liberali di Carlo Giovanardi, che sostiene Morgoni a Civitanova.

«A Civitanova ci sono circa 12mila anziani, molti in categoria fragile, problematiche con le malattie oncologiche, servirebbero cure domiciliari, visite giornaliere, il rafforzamento dell’ospedale è uno degli impegni prioritari», ha detto Morgoni.

«La sanità pubblica si è molto spostata verso la privata – ha esordito Cavalieri -mancano investimenti sulla prevenzione. Serve una seria programmazione, organizzazione del territorio, la messa in rete, cooperative e la digitalizzazione .Si dovrebbe dar spazio a “laboratori sul territorio per i progetti”. Il primo problema reale della sanità oggi è, che non ci sono più medici, il numero chiuso alle università di medicina è a un punto di non ritorno, per la sanità. È possibile per i comuni organizzare una assistenza domiciliare, on strutture di supporto. E’ fondamentale la formazione sia per medici che infermieri, dobbiamo lanciare una sfida: dare una risposta alle fragilità delle persone sole».

 

Nuova viabilità a Fontespina, la rotonda non convince

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1