Silvia Squadroni, una coalizione trasversale
con quattro liste e 85 candidati

ELEZIONI - I nomi di tutti i papabili consiglieri di SiAmo Civitanova, RiformiAmo Civitanova, Fare Civitanova e M5S. La next gen ha pubblicato la risposta della Quadrilatero sulla rotatoria alla fine della superstrada: «Sindaco e vice sbugiardati e i lavori intanto sono fermi». La candidata sindaca ha lanciato l'idea di una cittadella dello sport con annesso parco attrezzato alla Foce del Chienti
- caricamento letture
silvia-squadroni

La candidata sindaca Silvia Squadroni

 

Si parte da SiAmo Civitanova la prima lista che ha dato il la alla sua candidatura, per arrivare ai Cinque Stelle. In mezzo RiformiAmo Civitanova e Fare Civitanova. Sono quattro le liste a sostegno della candidata sindaca Silvia Squadroni, 85 i papabili consiglieri. Una squadra trasversale, con sensibilità di centrodestra, centrosinistra e centro. Nutrita la pattuglia di giovani della next gen nella prima lista, dove è presente anche Andrea Doria, l’esponente di Forza Italia che in polemica col suo partito ha scelto di appoggiare la Squadroni. A guidare i grillini il consigliere uscente Stefano Mei, mentre tra i riformisti ci sono esponenti di Italia Viva e degli ex democristiani e socialisti che dieci anni fa avevano costituito la lista “Uniti per Cambiare” a sostegno di Corvatta e che oggi si ritrovano in questo schieramento con Paola Macerata. Non si è candidato invece Stefano Massimiliano Ghio, che di RiformiAmo Civitanova è uno promotori.

Ecco tutti i candidati delle quattro liste a sostegno di Silvia Squadroni.

SiAmo Civitanova: Emanuela Orlandi; Federico Baioni; Lavinia Bianchi; Ivan Capone; David Cento; Danilo Donati; Andrea Doria; Daniel Gattafoni; Giuseppe Lepretti; Rita Offidani; Alice Pennesi Alice; Stefania Perotti; Agostino Poletti; Riccardo Preterossi; Nicola Ranieri; Rosita Riccobello; Luciano Ripani; Roberto Ripari; Antonella Rossini; Claudio Schiavoni; Alfio Spina; Alessandra Surano; Vittorio Taffoni; Elisa Diomira Todaro.

RiformiAmo Civitanova: Maria Luisa Alimento; Raffaele Antonetti; Fabrizio Carusi; Stefano Clapis; Speranza Di Lorenzo; Moussa Diop; Stefania Eleuteri; Julla Galotti; Asma Gul; Akrma Jiries; Moreno Lapponi; Lorena Macellari; Paola Macerata; Claudia Margiotta; Daniela Mazzaferro; Massimo Moscioni; Roberto Musi; Marco Pagliari; Nicola Pierangeli; Flavio Rogani; Omar Rossi; Klement Velo.

Fare Civitanova: Alessandro Achilli; Gianluca Amico; Marisa Cardarelli; Simone Cascetti; Virgilia D’alessandri; Paolo Fiorello; Giorgio Fioretti; Simonetta Girotti; Leonardo Marinozzi; Fausto Martorello; Matteo Pagliarulo; Cristiano Parrotta; Asja Pilotti; Gabriella Schipani; Angela Serpetta; Novella Squadroni; Angela Vitrani.

Movimento 5 Stelle: Stefano Mei; Fabio Bottiglieri; Fiorello Macellari; Paolo Di Giorgio; Alessandra Giuggioloni; Maria Arco Boiano; Natascia Dernowski; Miranda Minnetti; Marco Fontana; Giuseppe Vallesi; Jacqueline Diaz Mercedes; Debora Sebastiani; Sofia Biancucci; Domenico Magno; Maria Ribichini; Rudy Bisconti; Alessandro Fratini; Domenico Giuseppe Giordano; Sibilla Innammorati; Moira Vesprini; Faustina Boiano; Giovanni Dernowski.

***

rotatoria-superstrada

I lavori fermi della rotatoria alla fine della superstrada

Tornando ai temi della campagna elettorale, proprio i giovani della next gen rendono pubblica la risposta che la Quadrilatero ha dato al candidato consigliere Ripari sulla questione della rotonda alla fine della superstrada. «A seguito della Conferenza di servizi del 10 marzo – ha scritto la Quadrilatero – il Mims proporrà al Cipess l’approvazione del progetto definitivo dell’intervento “Allaccio SS77-SS16 a Civitanova Marche con realizzazione della rotatoria e del sottopasso ferroviario. Formalizzata con delibera Cipess detta approvazione, la scrivente società avvierà la progettazione esecutiva per il successivo appalto dei lavori».

«Sconfessando pubblicamente l’assessore all’Urbanistica ed il sindaco che scrivevano e parlavano di realizzarla provvisoriamente, paventando tempi biblici nella realizzazione del definitivo – attaccano i giovani della next gen – oggi Quadrilatero li smentisce clamorosamente. Le bugie hanno le gambe corte tanto più che i lavori sono fermi perché – collocato in pensione il dirigente preposto – ad oggi nessuno ha la dignità e la capacità di accollarsi la direzione dell’opera, ennesimo fumo negli occhi, realizzata con evidente sperpero di denaro pubblico alla faccia delle emergenze di questi mala tempora e nella consapevolezza che un sindaco diverso da Fabrizio Ciarapica farà aprire la conseguente indagine.  In piena disperazione pre elettorale, le tentano tutte pur di accaparrarsi consensi ma noi non ci caschiamo più e, a quanto pare, neppure pezzi importanti di Vince Civitanova i quali hanno abbandonato la lista con tanto di dichiarazione accusatoria. Civitanova, è ora di svegliarsi per poter risorgere».

IVAN-CAPONE-E-SILVIA-SQUADRONI

Ivan Capone e Silvia Squadroni

Rimanendo in temi di campagna elettorale, la candidata sindaca ha incontrato l’altro giorno le associazioni sportive. «Durante l’incontro – spiega la Squadroni – sono stati toccati i temi fondamentali per lo sviluppo e la collaborazione. I fondi europei consentono di attingere finanziamenti per la creazione di una vera e propria cittadella dello sport, che renderebbe Civitanova protagonista delle attività sportive, con un recupero del decoro urbano ed uno slancio sportivo di livello nazionale. Il progetto è quello di creare una cittadella dello Sport nell’area in cui già sono previste le attività, ma creando spazi ricreativi per la bocciofila, per ospitare gli iscritti, gli ospiti ed i cittadini, anche quale centro di aggregazione; la creazione di un vero e dignitoso circolo tennis, come se ne vedono nelle più grandi città; creare una nuova pista di pattinaggio con annessi gli spogliatoi; creare nuovi campi sportivi, dove i ragazzi e le scuole calcio possano allenarsi, creando idonei spazi per le docce e la palestra ; creare nuovi campi di padel; creare idonee strutture per l’atletica, la boxe e le altre attività che oggi sono sacrificate in luoghi obsoleti e a volte fatiscenti. Il tutto, mediante un decoro urbanistico che renda l’ingresso di Civitanova la meravigliosa cartolina che merita. Da anni l’attuale bocciofila La Pineta attende lavori di manutenzione, che consentano di accogliere le gare nazionali; così come il circolo tennis e le altre attività costrette in luoghi angusti sotto alle gradinate dello stadio; per non parlare delle scuole calcio, che devono ‘suddividerè il campo per consentire ai tantissimi ragazzi di fare gli allenamenti. E per chi ama seguire le partite della nostra squadra, è giusto e sacrosanto diritto avere a disposizione uno stadio adeguato e moderno per organizzare e svolgere le partite di calcio di serie, idoneo anche per ospitare gare sportive di altre specialità, concerti, altri eventi».

Inoltre, «attiguo alla cittadella dello sport, creare un vero e proprio parco attrezzato alla foce del Chienti – aggiunge la Squadroni – con la prosecuzione della pista ciclabile che congiunga i vari quartieri, ma anche località religiose e di culto (un collegamento tra il santuario di Santa Maria Apparente – Annunziata di Montecosaro – Abbazia di San Claudio). Una cittadella dello sport, con attiguo un parco di circa 10 ettari, attrezzato, vigilato e manutenzionato e con possibilità di passeggiare a piedi o con la bicicletta, ammirando il panorama marittimo. Creare finalmente la pista ciclo-pedonale di collegamento con la città di Porto Sant’Elpidio, a sud della ferrovia. A ciò dovrà unirsi la revisione dei bandi per la concessione degli spazi sportivi, che tenga conto del ruolo anche sociale che lo sport svolge nella vita dei ragazzi e di tutti coloro che vi si dedicano, con la verifica della effettiva vita associativa e delle iniziative realizzate. Le stesse convenzioni dovranno consentire alle società sportive di partecipare esse stesse ai bandi per i finanziamenti europei, conciliando l’aspetto pubblico (proprietà delle strutture in capo al comune) con la possibilità per le associazioni di effettuare investimenti».

I candidati di SiAmo Civitanova Ivan Capone e Nicola Ranieri hanno sottolineato l’importanza di avere un reale interesse da parte dell’Amministrazione per lo sport e per i giovani e «l’Amministrazione – aggiungono – deve supportare le associazioni anche nella presentazione dei bandi per il reperimento di fondi europei».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =