Lucarelli subito al lavoro,
scatta il toto-giunta:
in pole Nalli e Cervelli

CAMERINO - Il nuovo sindaco oggi si è calato nel nuovo ruolo con una serie di incontri, a partire da quello con il commissario prefettizio Paolo De Biagi. Attesa per gli assessori, possibili ruoli per le due donne con alle spalle una esperienza di governo sotto la giunta Pasqui. Altri nomi: Silvia Piscini, Stefano Falcioni, Cesare Pierdominici, Giovanni Fedeli
- caricamento letture
Il-nuovo-sindaco-di-Camerino-Roberto-Lucarelli-insieme-al-Commissario-Prefettizio-Paolo-De-Biagi-e1655229744433-650x425

Roberto Lucarelli con il commissario Paolo De Biagi

 

di Monia Orazi

Primo giorno da sindaco di Camerino per Roberto Lucarelli che questa mattina ha preso possesso del suo ufficio da primo cittadino, dopo la proclamazione avvenuta ieri sera.

Subito al lavoro, dunque, esattamente come ha anticipato nelle prime dichiarazioni dopo l’elezione. Tra gli appuntamenti della mattinata, l’incontro col Commissario prefettizio Paolo De Biagi nei confronti del quale il sindaco Lucarelli ha rivolto un ringraziamento per il lavoro eccezionale portato avanti in questi mesi in una città impegnativa come Camerino che necessita di un’azione amministrativa non ordinaria. Intanto molti si chiedono da chi sarà composta la nuova giunta comunale.

Abbraccio-Lucarelli-Pasqui

Abbraccio tra Lucarelli e Gianluca Pasqui dopo la vittoria

Lucarelli ha già annunciato ieri, a margine della proclamazione degli eletti che i nuovi assessori saranno scelti entro breve, in modo da garantire la massima operatività alla nuova amministrazione comunale. Il totonomi porta ad indicare come criteri di scelta del sindaco le competenze ed anche il numero di voti riportati. Vista l’esperienza come ex assessore ai servizi sociali della giunta Pasqui e l’en plein di voti riportati ci sarà spazio in giunta per Antonella Nalli, stesso discorso per Erika Cervelli che è stata assessore all’ambiente ed alle attività produttive della giunta Pasqui. Un ruolo in giunta potrebbe esserci anche per la giovanissima Silvia Piscini, terza più votata dopo Nalli e Pasqui, che è insegnante e preparatrice atletica, a lei potrebbero andare le deleghe per sport e politiche giovanili. Il “contabile” del gruppo è il consigliere comunale Stefano Falcioni, di professione commercialista che in passato è stato anche revisore dei conti per il Comune, Lucarelli potrebbe sceglierlo come assessore al bilancio, viste le sue competenze. In giunta potrebbero esserci anche Giovanni Fedeli o Cesare Pierdominici, rispettivamente avvocato e notaio. Non può assumere la carica di assessore Gianluca Pasqui, visto il suo ruolo di consigliere regionale e vicepresidente del consiglio regionale, ma ha già annunciato in campagna elettorale di voler fare da collegamento tra Comune e Regione.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X