Da Civitanova a Bruxelles,
Giannoni, Baioini e Perugini:
«Canale diretto con l’Europa»

FORZA ITALIA - Il coordinatore comunale, il vice coordinatore provinciale e il consigliere raccontano il viaggio formativo
- caricamento letture
Paolo-Giannoni-Giuseppe-Baioni-Corrado-Perugini

Da sinistra: Paolo Giannoni, Giuseppe Baioni e Corrado Perugini

 

Un canale diretto Civitanova – Bruxelles per intercettare e utilizzare al meglio i fondi europei destinati alla ripartenza. E’ la sintesi del viaggio formativo al Parlamento europeo cui hanno partecipato i tre rappresentanti di Forza Italia (Paolo Giannoni, coordinatore di Civitanova, Corrado Perugini, vice coordinatore provinciale e il consigliere comunale Giuseppe Baioni). A organizzare l’iniziativa è stato il loro partito. Ad attenderli hanno trovato Antonio Tajani. «L’incontro, oltre alle finalità esplorative, ha avuto l’obiettivo di intessere preziose reti di collaborazioni con le amministrazioni di altre realtà delle Marche, del Lazio e soprattutto della vicina Umbria, di cui Civitanova rappresenta il naturale sbocco sul litorale dicono i tre esponenti di Forza Italia». Per loro, dicono «è stata una convention importantissima che ci ha lasciato un bagaglio di idee enorme, grazie alla dimensione interregionale e internazionale dei partecipanti e delle segreterie che abbiamo visitato». Oltre ad incontrare la presidente del Parlamento, la maltese Roberta Metsola, la delegazione ha fatto la conoscenza di funzionari italiani che in vari ann i di carriera hanno raggiunto i vertici delle istituzioni, soprattutto nel settore dell’industria e dell’agricoltura.

Foto-21-650x488«Si tratta di un luogo dominato dagli italiani in molti settori cruciali – continuano i membri della delegazione – in Europa abbiamo le porte aperte. Abbiamo poi visitato lo sportello Marche, una realtà appena istituita, sconosciuta ai più, che ha il compito di agevolare le richieste degli imprenditori marchigiani. Inoltre, ci sono degli uffici internazionali con cui è possibile collaborare direttamente, scavalcando Regione e Stato, per creare e realizzare dei progetti ad hoc, possono preparare dei bandi speciali per incontrare le necessità degli enti proponenti». Grazie alla visita al parlamento europeo «Abbiamo creato un saldo legame con gli amministratori di Urbino, del Lazio. Interessanti in maniera particolare le idee scambiate con i sindaci di Foligno e Terni con cui si potrebbe pensare ad una collaborazione continuativa di reciproco supporto. Tutto questo non si può costruire da un ufficetto di periferia creato da una lista civica come dicono mentendo i nostri avversari che ci deridono perché desideriamo aumentare la nostra formazione. Al contrario è importantissimo partecipare a questi eventi. Civitanova sta già intercettando svariate decine di milioni di euro di fondi per la ripartenza, la possibilità di avere un’intera segreteria a nostra disposizione a Bruxelles è qualcosa che ci rende estremamente propositivi e ottimisti».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =