«Lungomare sud, no alla cementificazione»
Scatta la raccolta firme

ELEZIONI CIVITANOVA - Iniziativa di CivitaSvolta: «L'unica spiaggia libera dotata di acqua dolce è stata fagocitata da un cantiere che con la scusa di un club di surfisti trasformerà 5000 metri quadri di arenile pubblico in uno stabilimento balneare esclusivo riservato ai propri soci». Il partito di Sgarbi esclude che Costamagna faccia parte della loro alleanza con Ciarapica
- caricamento letture
chalet-lungomare-sud

Il nuovo cantiere sul lungomare sud contestato da CivitaSvolta

«L’unica spiaggia libera del lungomare sud dotata di acqua dolce è stata fagocitata da un cantiere che con la scusa di un club di surfisti trasformerà 5000 metri quadri di arenile pubblico in uno stabilimento balneare esclusivo riservato ai propri soci». La denuncia arriva dall’associazione CivitaSvolta, che ha lanciato una petizione contro il nuovo progetto previsto sul lungomare Piermanni. «Il tutto – aggiunge l’associazione – autorizzato da un Comune con provvedimenti maccheronici, strampalati, irregolari e che permetterebbero la cementificazione del mare in piena violazione degli strumenti urbanistici vigenti».

***

io-apro-rinascimento-costamagna-sgarbi-ciarapica-civitanova-FDM-4-325x216

Ivo Costamagna con Vittorio Sgarbi e Fabrizio Ciarapica domenica al Calamaretto

Intanto il partito Io apro Rinascimento di Vittorio Sgarbi torna sull’incontro di domenica dove è stato presentato il candidato Gianluca Crocetti che correrà nella civica del sindaco uscente Fabrizio Ciarapica, Civitanova Unica. E non lo fa per rinfocolare la polemica con Forza Italia, nata proprio dalle parole del critico d’arte che lo aveva definito un partito dal destino segnato appesantito dalla presenza di troppi colonnelli e generali a cui è seguita la replica del coordinatore locale Paolo Giannoni e del capogruppo Giuseppe Baioni. Io apro Rinascimento punta più sulla presenza di Ivo Costamagna a fianco di Ciarapica e Sgarbi. «Voglio ribadire- dice il segretario Carriera – che è falso e insussistente, ogni presunto coinvolgimento di Ivo Costamagna – che se bene amico di lungo corso del nostro presidente Vittorio Sgarbi – non ha alcun ruolo all’interno di questa alleanza locale e nemmeno del movimento». Risultano comunque in corso contatti tra Ciarapica e Costamagna.

***

Gli ecologisti confederati che sostengono il candidato sindaco Vinicio Morgoni propongono «di realizzare negli spazi di ogni quartiere la piantumazione di dieci/quindici alberi secolari. Avremmo così Civitanova – aggiungono – con 150 nuovi alberi che costituiranno un polmone verde al servizio dell’armonia e vivibilità delle persone nel territorio. Sono piccole cose? Sicuramente, ma tante piccole cose insieme faranno la differenza. Le piccole cose sono sostenibili e possibili economicamente, basta avere la volontà di fare per il bene del futuro della comunità. Con la candidatura di Vinicio Morgoni abbiamo trovato la condivisione di questa realtà condividendo le soluzioni. Per questo siamo nella coalizione, per questo Vinicio Morgoni è il sindaco che vogliamo».

«No ai campi da padel in spiaggia, Civitanova non diventi come Ostia»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =