La Maceratese sceglie il mister:
Renzo Tasso in pole position

L'ALLENATORE umbro, ex Fabriano Cerreto, è il principale candidato per la panchina biancorossa. La scelta della società entro il fine settimana
- caricamento letture

 

renzo-tasso

Renzo Tasso

 

di Mauro Giustozzi

Renzo Tasso in pole position per la panchina dell’Hr Maceratese. Il tecnico umbro, l’anno scorso al Fabriano Cerreto, appare il principale candidato a guidare la Rata nella prossima stagione. L’unico problema al momento è quello di natura economica tra l’offerta della società biancorossa e la richiesta dell’allenatore. Ma non è l’unico mister sul taccuino del presidente Crocioni, perché continuano a susseguirsi i rumors di radio mercato che indicano anche altre possibili alternative alla guida del club nel prossimo campionato. Il patron ed i suoi collaboratori, che vogliono chiudere in settimana la questione allenatore, sfogliano la rosa che, però, ha iniziato a perdere petali. Ad esempio quelli di due ex tecnici molto amati dalla piazza di Macerata, cioè Guido Di Fabio e Francesco Nocera. Il primo si è accasato sulla panchina del Castelnuovo Vomano neo promosso nell’Eccellenza abruzzese assieme all’inossidabile diesse Claudio Cicchi con cui forma oramai un connubio inseparabile. Mister Nocera, invece, pare attratto dalle sirene abruzzesi del Chieti neo promosso in D dove ritroverebbe il direttore sportivo Trovarello con cui aveva lavorato a Civitanova.

MacerataHR_Civitanovese_FF-18-325x216

Il presidente Alberto Crocioni

Tolti di mezzo due allenatori che pure sarebbero stati molto bene accolti dalla tifoseria biancorossa, la dirigenza dell’Hr Maceratese deve cercare in questa settimana, finalmente, di chiudere i giochi sia per l’assetto societario che quello tecnico. E’ vero che i giochi si devono ancora fare, però ad un mese dal termine della stagione agonistica l’unica notizia uscita dalla società biancorossa è stata la domanda di ripescaggio in Eccellenza. Decisione che, peraltro, sarà presa solo a luglio inoltrato dalla Figc regionale, anche se la concreta possibilità del salto in D del Porto Sant’Elpidio vittorioso in gara uno dei playoff contro il Poggibonsi e il possibile ripescaggio del Castelfidardo potrebbero aprire strade interessanti per la Rata. Serve però fare presto e bene nel disegnare società, allenatore e squadra per il prossimo campionato, evitando di ripetere gli errori fatti in passato proprio legati alla tempistica delle scelte che ha portato poi ad acquistare sul mercato quel che rimaneva e non ciò che si sarebbe voluto. Dunque Renzo Tasso, tecnico umbro, resta la pista più calda per la panchina dell’Hr Maceratese. Tra gli sponsor (in tutti i sensi) ci potrebbe essere quell’Ivano Mattioni della Fertitecnica di Colfiorito, già sostenitore di Crocioni nello scorso torneo e che potrebbe avere un peso maggiore nella prossima stagione.

Janathan-Proculo

Jonathan Proculo

Tra le altre voci circolate da tempo c’è quella che indicherebbe in nell’ex sangiustese Proculo il possibile nuovo direttore sportivo biancorosso, il quale porterebbe con se come allenatore Maurizio Lauro, un passato da calciatore in serie B e negli anni scorsi secondo allenatore alla Sangiustese. Pure il nome di Daniele Gianfelici, con esperienze dirigenziali in Recanatese e Ancona, è stato accostato alla Maceratese. Altra coppia di ex biancorossi avvicinati al nuovo corso della Rata, e cioè Sebastiano Vecchiola in veste di diesse e Vagnoni in panchina. Una suggestione, forse, più che una pista vera e propria. Sta di fatto che il tempo passa e la fumata bianca non arriva. Con Tasso che resta, però, la pista che pare più seguita. Se arrivasse l’allenatore umbro potrebbe anche non esserci al suo fianco un nuovo diesse, con la costruzione della squadra affidata allo stesso ex trainer del Fabriano Cerreto. Tra coloro che hanno dato disponibilità a restare in biancorosso, anche per un impiego part time il prossimo anno, c’è Capparuccia che vuol proseguire a giocare. Tra i calciatori della Rata più ricercati da altri club per il prossimo anno c’è Mongiello nel mirino del Valdichienti mentre Tomba, dopo l’ottimo campionato effettuato, pare intenzionato a riavvicinarsi a casa. Insomma un quadro fluido in casa Hr Maceratese che deve però portare a decisioni concrete a stretto giro di posta. Altrimenti il rischio è di infilarsi nel tunnel dell’indecisione e dei rinvii che ha caratterizzato tutta la scorsa annata. Con i risultati che poi si sono visti.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X