Il miraggio che diventa realtà
Pronto il trasferimento di Oculistica
Gigliucci: “Il 27 marzo inauguriamo”

MACERATA - Il reparto sarà operativo per la fine del mese. Il direttore dell'Area Vasta 3 lo ha annunciato durante l'inaugurazione di un ArcCheck, un ecografo e due mezzi del 118. Per il pronto soccorso i lavori di ampliamento termineranno nel 2016
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Inaugurazione-nuove-ambulanze-hospice-0

Inaugurate  questa mattina due nuove ambulanze, un ecografo e un ArcCheck (clicca sull’immagine per guardare il video)

 

di Claudio Ricci

Il sesto piano dell'ospedale di Macerata dove andrà Oculistica

Il sesto piano dell’ospedale di Macerata dove andrà Oculistica

(foto servizio Guido Picchio)

GUARDA IL VIDEO

Ci siamo. Oculistica prenderà posto al sesto piano. Il miraggio che diventa realtà. Sarà operativo per la fine del mese il reparto all’ ultimo piano dell’ala nuova dell’ospedale. Un’ala lasciata fino ad ora abbandonata (guarda il video). Ad annunciarlo questa mattina il direttore dell’Area Vasta 3, Pierluigi Gigliucci, nel corso della presentazione del nuovo ecografo in dotazione all’unità di terapia del dolore e cure palliative e dell’ArcCheck strumento per radioterapia ad intensità modulata per il centro di radioterapia oncologica. Nel corso della mattinata sono state inaugurate anche di due nuove ambulanze destinate alla Potes di Tolentino a al trasporto d’urgenza nel nosocomio del capoluogo di provincia. «I lavori al sesto piano sono in fase di ultimazione – ha detto Gigliucci – l’inaugurazione dell’unità specialistica è prevista per il 27 marzo e il reparto sarà operativo a partire dal giorno successivo». Gigliucci rassicura anche sui problemi che riguardano pneumologia e che sono stati sollevati dal personale del reparto nei giorni scorsi (leggi l’articolo). «Stiamo analizzando la situazione – dice Gigliucci – cercando di capire come risolvere la carenza di personale e attrezzature. Il 25 mi incontrerò con operatori, medici e il primario del reparto per raccogliere le loro istanze e risolverle nel più breve tempo possibile».

L'ecografo inaugurato all'ospedale di macerata alla presenza del direttore dell'Area Vasta 3 Pierluigi Gigliucci

L’ecografo inaugurato all’ospedale di macerata alla presenza del direttore dell’Area Vasta 3 Pierluigi Gigliucci e dell’equipe di Radioterapia oncologica

Nel frattempo proseguono i lavori di ampliamento del pronto soccorso. La nuova ala di 600 metri quadrati (più altri 300 ricavati dagli spazi dell’attuale Cup) accoglierà 16 nuovi posti letto, la medicina d’urgenza, l’osservazione breve e gli ambulatori. Consegna prevista dei lavori: fine 2016. Nel frattempo i pazienti aspettano. La situazione all’interno del pronto soccorso rimane critica: barelle lasciate in corsia, persone in attesa per ore in ambienti angusti e scarsamente arieggiati, organico apparentemente in deficit rispetto al flusso di utenza giornaliero. E’ di 15 giorni fa l’odissea vissuta e raccontata dal fotoreporter Guido Picchio che si era trovato al pronto soccorso con la madre (leggi l’articolo). Ma anche su questo il direttore di Area Vasta precisa: «La pianta organica del pronto soccorso rientra nei numeri previsti. Quando amplieremo la struttura implementeremo il personale dalle 16 alle 18 unità».

Inaugurazione nuove ambulanze hospice (5)Il nuovo Arccheck, del costo di 41mila euro è già operativo nel reparto di radioterapia. Il macchinario di ultima generazione  è stato messo a disposizione grazie al contributo dell’associazione Amart (associazione Macerata radioterapia) consentirà una migliore analisi locale della malattia grazie ad una simulazione in 4D su un “fantoccio” cilindrico che simula la struttura anatomica umana. L’ecografo del valore di circa 29mila euro invece potrà essere usato sia all’interno dell’ospedale, che in ambito domiciliare ed è stato donato da una coppia di sposi, Alessio Sileoni (figlio del titolare della Lube Cucine) e Chiara Catini, convolati a nozze il 6 settembre. Gli sposi avevano detto ad amici e parenti che i regali in denaro ricevuti sarebbero andati a favore dell’ospedale di Macerata per l’acquisto dell’ecografo. Le due nuove ambulanze attrezzate all’avanguardia (63mila euro il costo di ognuna) sostituiranno due mezzi equivalenti che hanno percorso oltre 350mila chilometri, non più idonei al servizio.

Inaugurazione nuove ambulanze hospice (3)

La direttrice Mazzoccanti con il presidente Ipasvi Sandro Scipioni

 

Inaugurazione nuove ambulanze hospice (9)

L’arccheck nell’unità di radioterapia oncologica

Inaugurazione nuove ambulanze hospice (4)

Alessandra Monteverde, presidente Amart con il direttore Gigliucci

 

 

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X