Ascensori bloccati, Paglialunga:
«Non è questa la città con l’infanzia»
Tour di Morgoni in via Piane Chienti

CIVITANOVA - La candidata del centrosinistra sottolinea il disservizio legato alla mancata nomina del responsabile alla sicurezza che ha provocato la chiusura degli ascensori dei sottopassi pedonali. Il civico de "La nostra città" visita la periferia ovest
- caricamento letture

 

firma-convenzione-scuole-paglialunga-civitanova-FDM-4-400x267

Mirella Paglialunga, candidata sindaca del centrosinistra

 

Ascensori bloccati da giorni: «non sorprende questa disattenzione dell’amministrazione rispetto alle esigenze quotidiane dei civitanovesi». Mirella Paglialunga commenta così la notizia della mancata nomina del responsabile alla sicurezza che ha provocato la chiusura degli ascensori di via Buozzi e del sottopasso Esso nel quartiere di San Gabriele (leggi l’articolo). La candidata del centrosinistra punta il dito contro la leggerezza amministrativa che avrebbe dovuto prevedere per tempo la sostituzione del nominativo invece di creare un disservizio: «questa situazione è una grave offesa per i diritti delle persone – dice la Paglialunga – in particolare delle fasce più deboli, persone diversamente abili, ma anche  mamme e papà con bambini in carrozzina a cui viene impedito l’accesso a tutti gli spazi cittadini. Vorrei conoscere dal sindaco i motivi della mancata nomina del responsabile della sicurezza. Perché non si è provveduto prima ad incaricare il tecnico di riferimento evitando così grave disagio per le fasce più deboli della cittadinanza? Perché ora non si adotta una procedura di somma urgenza per riattivare immediatamente un servizio essenziale di prestazione per la cittadinanza? Pensando a grandi progetti faraonici, peraltro irrealizzabili si è perso di vista il bene comune. E questo non è un episodio sporadico e banale. La poca attenzione per i bisogni dei cittadini più fragili può essere osservata in tante altre situazioni: accessi e uscite degli alunni delle scuole in mezzo a parcheggi e traffico, uso obbligato di ripide scala (più di 40 scalini senza assistenza e protezione da parte di adulti) per arrivare da mamma e papà che attendono in mezzo alla strada e in mezzo al traffico, scuole ed uffici pubblici dove non sono ancora superate le barriere architettoniche, marciapiedi inesistenti per la precarietà della manutenzione nelle vie limitrofe alle scuole con nonni e bambini costretti a transitare a fare lo slalom in mezzo agli automobilisti. Quanto è lontana “la città amica dei bambini e delle bambine e delle persone fragili” nonostante sporadiche iniziative di festival che vorrebbero, nelle loro intenzioni, raccontare tutt’altro».

vinicio-morgoni

Vinicio Morgoni

Intanto il candidato sindaco Vinicio Morgoni ha fatto tappa all’estremità ovest della città in via Piane Chienti per raccogliere le lamentele dei residenti accompagnato da Natalia Conestà responsabile della lista Incroci che ha fra gli obiettivi primari ricucire le periferie con il centro: tra le problematiche segnalate viabilità e sicurezza. «Percorrendo via Piane di Chienti dallo sbocco della superstrada di Montecosaro, casa per casa sono molti i problemi venuti al pettine ma anche le prospettive di sviluppo agro-turistico per la zona. Una delle problematiche è il traffico di mezzi anche pesanti che vanno alla zona industriale spesso correndo nelle ore di punta in una strada stretta e dissestata che manca di manutenzione da almeno 20 anni – sottolinea la Conestà – inoltre di notte lamentano presenze poco raccomandabili a causa della zona buia e priva di illuminazione. La zona inoltre è maleodorante per via del Cosmari che in quella zona pressa i rifiuti poi portati al consorzio». Il candidato sindaco ha poi visitato alcune attività produttive e allevamenti della zona.  Tra le soluzioni proposte dalla lista la creazione di un’isola ecologica in zona industriale e la differenziazione delle imposte per chi vive alle periferie per Imu e Tari.

Ascensori pedonali inutilizzabili, manca il responsabile alla sicurezza

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =