Parcheggi nell’area ex Anconetani,
Ciarapica: «Noi andiamo avanti
Sinistra sempre più avulsa dalla realtà»

CIVITANOVA - Il sindaco uscente e candidato del centrodestra replica a Mirella Paglialunga: «Criticare provvedimenti che ci chiedono tutti, come la realizzazione di questi 120 posti auto che vanno a servizio del commercio del centro, dei balneari e degli stessi residenti, è quanto di più assurdo si possa ascoltare»
- caricamento letture
area-ex-cantieri-anconetani

L’area ex cantiere Anconetani

«I civitanovesi non rimarranno di certo stupiti nel leggere l’ennesimo “no” di un candidato di sinistra volto a far naufragare progetti strategici per lo sviluppo di Civitanova, specialmente se di fondamentale importanza come quelli legati allo sblocco della viabilità. L’ex dirigente scolastica Mirella Paglialunga, a nome di tutta la coalizione che la sosterrà alle prossime elezioni, questa volta si scaglia contro i nuovi 120 parcheggi che questa Amministrazione realizzerà nell’area ex Anconetani, spazio solo di recente acquisito a patrimonio pubblico dopo un lungo iter giudiziario e sul quale ci siamo immediatamente mossi per un suo recupero integrale, come era giusto fare». Il sindaco uscente e candidato del centrodestra Fabrizio Ciarapica, replica così alle dichiarazioni di Mirella Paglialunga.

Ciarapica

Il sindaco Fabrizio Ciarapica

«Siamo abituati ad una sinistra che lavora unita solo quando c’è da essere contro e che quando è al potere si dà come priorità quella di cancellare le opere impostate e finanziate da chi l’ha preceduta. Dopo due anni di pandemia, di crisi economica dovuta a chiusure forzate, dopo la Bolkestein che obbliga a rimettere a gara le concessioni con la conseguenza di pesanti perdite per chi ci ha investito, dopo l’aumento smisurato delle bollette che stanno costringendo molte attività alla chiusura, cosa ci consiglia la Paglialunga? Di non fare nulla, perché le elezioni sono prossime e ogni deliberazione ha il sapore di propaganda elettorale – aggiunge Ciarapica -. Voglio dire solo una cosa ai civitanovesi: la mia Giunta non seguirà la strada indicata da una sinistra con tante idee astratte, ma poco senso pratico e i cui esponenti, ogni giorno che passa, dimostrano sempre più di essere avulsi dalla realtà. Continueremo a lavorare fino all’ultimo giorno utile per garantire il massimo impegno nel chiudere progetti importantissimi per la città e in questi pochi mesi che ci separano dalle urne non incroceremo di certo le braccia come usa fare la sinistra per pensare a programmazioni che poi si perdono nel nulla di fatto».

Il sindaco spiega poi il progetto: «Il recupero dell’area scoperta ex Anconetani, di mq. 2.943,00, è inserita in un piano strategico di cui abbiamo parlato anche venerdì scorso in sala Consiglio, durante il convegno organizzato dall’assessore regionale Stefano Aguzzi con i tecnici che si occupano di Rigenerazione urbana. E progetti di Rigenerazione urbana, in questi cinque anni, sono stati pianificati da questa Amministrazione che ne ha parlato nel corso dei tanti incontri con i residenti e con le categorie che operano in città. A differenza di chi mi ha preceduto, e insieme agli assessori, ho ascoltato tante persone prima di mettere in campo soluzioni che stiamo sviluppando con le Università di Camerino e Milano per il porto e per il centro. Altri interventi sono stati portati avanti e sviluppati per le periferie. Criticare provvedimenti che ci chiedono tutti, come la realizzazione di nuovi parcheggi che vanno a servizio del commercio del centro, dei balneari e degli stessi residenti, tanto più in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo è quanto di più assurdo si possa ascoltare. Lasciamo pure che la sinistra e il Pd, dietro cui ci sono sempre le stesse persone che hanno già amministrato la città portandola allo stallo, raccolgano ancora una volta firme per bloccare le opere che noi riteniamo urgenti e che la città aspetta da anni. Noi intanto proseguiremo a riqualificare un’altra area a ridosso del centro e della spiaggia, dove fino a qualche settimana fa era impossibile intervenire perché vogliamo che i nostri operatori possano affrontare con nuovi servizi e nel miglior modo possibile la bella stagione che è alle porte e che tutti aspettiamo come momento di rinascita. La progettazione di una superficie asfaltata e di una nuova condotta fognaria miglioreranno la zona sul piano della sicurezza e del decoro urbano, e il nuovo parcheggio pubblico consentirà di dare una prima risposta ad un problema reale e molto sentito dalla cittadinanza, quale quello della carenza di parcheggi – conclude Ciarapica – Ci attendiamo ricadute positive sul piano del traffico urbano rispondendo ai bisogni della comunità per finalità di pubblico interesse».

«Parcheggi in zona porto, il Comune ha una fretta “elettorale” Le scelte necessitano programmazione»

Parcheggi nell’area portuale «Un visione politica misera»

Parcheggi, una boccata d’ossigeno dall’ex cantiere Anconetani: in arrivo 120 posti auto

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X