In campo “Civitanova il nostro futuro”:
«La vicenda del progetto porto?
Mostra la debolezza della politica»

DIARIO ELETTORALE - Angelo Broccolo e Siria Carella preparano la lista, ma non hanno ancora scelto il candidato da appoggiare. Intanto intervengono sulla questione che staserà approderà in Consiglio con voto segreto. Natalia Conestà commenta i manifesti elettorali: «Tutti orientati all'io». Dipende da noi organizza un incontro con Franco Arminio, presente anche la candidata del centrosinistra Mirella Paglialunga
- caricamento letture
conferenza-ciclovia-77-angelo-broccolo-civitanova-FDM-325x217

Angelo Broccolo

 

Civitanova il nostro futuro, la lista di Angelo Broccolo e Siria Carella pronta a scendere in campo a sostegno di un candidato sindaco. Il gruppo, molto attivo soprattutto nel quartiere di Fontespina si sta formando in questi giorni e nel frattempo interviene sul voto al progetto Eurobuilding che verrà affrontato stasera in consiglio comunale in presenza ma a porte chiuse e con voto segreto per tutelare i consiglieri che voteranno in maniera contraria tenendoli al riparo dalle richieste di risarcimento danni che già l’imprenditore Umberto Antonelli ha minacciato.

«Una vicenda che mostra la debolezza della politica – sostiene Angelo Broccolo – riteniamo grave che, in un sistema democratico, un privato possa mettere in difficoltà il sistema minacciando di responsabilità diretta un dirigente pubblico che, per esprimere il proprio parere, normato dalle regole dello Stato, venga costretto a trincerarsi dietro un voto consigliare e ancora più grave che un consiglio comunale, democraticamente eletto dai cittadini, si debba nascondere dietro un voto segreto per evitare ritorsioni personali. Ci chiediamo se in un sistema democratico possa ancora esistere il signorotto locale che vuole piegare una città intera alla sua volontà. Auspichiamo che la politica faccia un salto di qualità e che eserciti la capacità di prospettare uno sviluppo che è nelle corde della città». Sulla campagna elettorale inoltre dice:  dovrà essere l’inizio di una nuova era e non si potrà parlare di nuova politica se non sarà l’elettore il protagonista ha bisogno di essere sostenuta nelle prossime cabine elettorali, per dare il via a quel salto di qualità a cui aspirano i nostri quartieri».

E a proposito di campagna elettorale Vinicio Morgoni e l’alleata Natalia Conestà pongono invece l’accento sulla strategia di comunicazione degli avversari nei manifesti comparsi in città di Fabrizio Ciarapica e Silvia Squadroni: «Entrambi sono accomunati da un forte senso dell’io e meno del noi – dice Conestà – con la candidatura di Vinicio Morgoni vogliamo fare della concretezza il nostro fiore all’occhiello, staccandoci dalla solita politica fatta di distinguo, rinvii, di scelte di pochi e non condivise. Per governare la città occorre un noi forte e un vero interesse al bene comune».

Incontri e spunti di riflessione invece nella campagna elettorale di Dipende da noi che ospiterà domenica 6 marzo alle 21 nel bar La Cinciallegra sulla pista ciclabile il poeta e paesologo Franco Arminio. Un incontro dialogo con lo scrittore aperto a tutti. In questa occasione, in anteprima per le Marche, sarà presentato il suo ultimo libro, Studi sull’amore pubblicato da Einaudi. Sarà presente all’incontro Mirella Paglialunga, candidata a sindaca del centrosinistra.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =