Fratelli d'Italia

Ufficio Europa, è lite
tra Belletti e Squadroni

CIVITANOVA - L'assessore attacca: «Vuole crearne uno? Ma esiste già, non se n'è accorta». La candidata sindaca: «Quello che c'è non ha nulla a che fare con i criteri stabiliti dal Pnrr»
- caricamento letture
Belletti

L’assessore Roberta Belletti

 

Ufficio Europa al centro del dibattito politico: l’assessore civitanovese Roberta Belletti replica a Silvia Squadroni: «Esiste già, non si è accorta», in tempo reale la replica della candidata civica: «Peccato che quell’ufficio non ha nulla a che vedere con i criteri stabiliti dal Pnnr».

La questione prende corpo dopo l’intervento programmatico della candidata della lista “SiamoCivitanova” che sottolinea come obiettivo della lista è quello di creare un ufficio Europa per drenare fondi e investimenti a vantaggio del comune coinvolgendo associazioni e categorie della città.

L’assessore al personale Roberta Belletti incalza: «Più che pensare alla costituzione dell’ufficio Europa, alla candidata Squadroni consiglio di dotarsi di un team per il recupero delle informazioni corrette. Tra un costrutto denigratorio e l’altro rivolto all’attuale giunta, infatti, nel suo ultimo intervento l’avvocata ha inserito per la prima volta una proposta, che è quella di istituire in comune un ufficio Europa; un’idea brillante, se non fosse che già tale ufficio esiste fin dai tempi dell’ex sindaco Corvatta.

Il sindaco Fabrizio Ciarapica, ha assegnato nel 2017 la delega alla progettazione europea per le strategie di sviluppo all’assessorato alla crescita culturale. La Squadroni dovrebbe meglio informarsi su questa, come su altre questioni che con ritmica e ragionata cadenza tira fuori per cercare visibilità. Tra i finanziamenti già richiesti ci sono quelli per la costruzione di nuovo edificio scolastico in via De Pinedo, la nuova palestra accanto all’Eurosuole forum, i lavori di messa in sicurezza ed efficientamento energetico della porzione edificio ex liceo classico, i lavori di riqualificazione urbana con efficientamento energetico e miglioramento sismico di palazzo Ciccolini a Civitanova Alta, via Vetreria, e case popolari, il progetto definitivo della scuola materna IV Marine, il riallineamento delle scogliere, la riqualificazione comparto Trieste e oltre 200 mila euro già ottenuti per la manutenzione stradale da impiegarsi nel 2022».

squadroni-tdic-teatri-civitanova-FDM

Silvia Squadroni

Risponde la Squadroni adducendo che i criteri di quell’ufficio non sono più rispondenti ai parametri richiesti per il piano nazionale di ripresa e resilienza: «Tanto mi sono informata – dice la Squadroni – e mi dolgo per l’assessore e per l’ennesima figuraccia che ha collezionato, da sapere perfettamente che in comune l’ufficio Europa nulla ha a che fare con il team richiesto dal Pnnr. Accedere ad internet e leggere i bandi, partecipare a quelli relativi alle opere pubbliche semplicemente inserendo delle schede ed allegando il bilancio ed il piano delle opere pubbliche che le prevedono è cosa ben diversa dal gestire i fondi del piano o, forse, l’assessore e nessuno dell’attuale amministrazione lo sa? Il Pnrr prevede un pool di persone che collaborino in dettagliate fasi di programmazione, rendicontazione, presentazione e ogni minimo errore anche solo nell’inserimento o nella presentazione dei dati provoca il rigetto della domanda. Molti progetti coinvolgono diversi settori e diverse competenze. Con ogni rispetto per il personale che oggi si dedica ai bandi europei in Comune, è lampante che l’assessore Belletti non sappia di cosa io abbia parlato nel mio articolo o forse, aveva fretta di attaccare me, anziché dedicare tempo ed energia allo studio, alla creazione ed alla programmazione di un  ufficio come  imposto dalla legge. L’assessore a poco più di tre mesi dalla prossima tornata elettorale cerca di dimostrare ciò che è indimostrabile poiché fondi europei e Pnrr per la giunta Ciarapica vengono dopo il collante delle poltrone cui restano pervicacemente attaccati nonostante l’opposizione financo della loro base elettorale. Ma i Civitanovesi non ci cascano più nonostante l’imbarco di naufraghi nella corazzata Ciarapica in sostituzione di un equipaggio trasferitosi altrove o in via di trasferimento su altre e più sicure navi».

 

Squadroni punta ai fondi del Pnrr «Istituirò l’ufficio Europa»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni = 1