Cinque Stelle divisi tra Pd e Squadroni:
«Entro Natale diremo con chi stiamo»

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - Al termine degli incontri (sabato con la candidata civica e ieri con i dem), i pentastellati non hanno ancora fatto sintesi e sciolto le riserve sulle alleanze. «Siamo corteggiati da tutti, ma parliamo di temi, la discriminante è su quello»
- caricamento letture
confronto-candidati-anpi-stefano-mei-civitanova-alta-6-325x217

Stefano Mei consigliere del Movimento 5 stelle

 

di Laura Boccanera

«Siamo corteggiati da tutti, ma entro Natale scioglieremo le riserve». Stefano Mei del Movimento 5 stelle non si sbilancia sulla futura coalizione per le amministrative. Dopo due incontri, con Silvia Squadroni e con il Pd, l’ago della bilancia ancora sembra essere in equilibrio senza propendere da una parte piuttosto che dall’altra. Sabato il Movimento ha incontrato la candidata sindaca di Sìamo Civitanova: per la lista c’erano anche l’avvocato Alberto Feliziani e Stefano Ghio che già aveva espresso il suo appoggio alla Squadroni. «Della Squadroni ci piace l’aspetto civico – sottolinea Mei- abbiamo parlato di temi, diciamo che stiamo continuando a conoscerci, ma ancora non abbiamo fatto una sintesi. Ci sono parecchie cose che ci piacciono e altre che potrebbero creare problemi. Penso alla riorganizzazione delle partecipate, per noi tutto va accorpato insieme, non valutiamo altre posizioni, così come pure la politica sull’urbanistica. Se governeremo per 5 anni non ci sarà alcuna variante urbanistica per i privati, ma solo quelle per interesse pubblico. E poi è chiaro anche che vogliamo capire chi ci sarà con la Squadroni, per noi alcuni gruppi e figure politiche sono motivo per pendere altrove».

E’ di ieri invece l’incontro con il Pd: «anche qui abbiamo affrontato i temi – prosegue Mei – al momento nessun veto o discussione è stata fatta sul candidato sindaco». Il Partito democratico infatti sembra ormai sul punto di annunciare ufficialmente il nome della candidata Mirella Paglialunga, ex dirigente scolastica, scelta fra il mondo civico e che metterebbe d’accordo la coalizione di centrosinistra che è composta da Pd, Futuro in comune, La nuova città, la lista del consigliere Pier Paolo Rossi Civitanova cambia, Dipende da noi di Roberto Mancini. I pentastellati non hanno opposto veto al nome della Paglialunga, ma al momento la discussione sembra ancora incentrata sui temi e sulle strategie politiche: «A noi però non interessano le poltrone, vogliamo garanzie sui temi che ci stanno cari, come reddito di cittadinanza cittadino. Con il Pd c’è anche l’aspetto della politica nazionale e di un progetto condiviso a livello centrale, ma dall’alto non ci sono giunte sollecitazioni o pressioni di alcun tipo. E’ tipico del M5s poter essere liberi di agire a livello locale come meglio si crede. Ancora però non abbiamo sciolto la riserva, ci sono interlocuzioni continue e ci siamo dati 3 o 4 giorni per decidere, credo che entro Natale avremo la decisione così da partire con la campagna elettorale subito dopo».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X