«Ciarapica bis? Fallirebbe come Piunti
L’uscita della Marcozzi sa di manovra,
in vista di un rimpasto in Regione»

CIVITANOVA - L'intervento della candidata sindaca Silvia Squadroni dopo le parole della capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale sulla ricandidatura del sindaco uscente
- caricamento letture
stagione-teatri-2017_18-pres-silvia-squadroni-civitanova-FDM-5-325x217

Silvia Squadroni, candidata sindaco per “SiAmo Civitanova”

 

«Candidare di nuovo Ciarapica vuol dire ripetere l’esperienza Piunti a San Benedetto del Tronto, ma forse dietro l’endorsement della Marcozzi c’è l’ipotesi di un rimpasto in Regione e la consigliera punta all’assessorato». Silvia Squadroni candidata sindaco a Civitanova con la lista SìAmo Civitanova risponde alla capogruppo di Forza Italia in Regione che qualche giorno fa ha ribadito la candidatura di Fabrizio Ciarapica come candidato sindaco del centrodestra “senza se e senza ma”. La Squadroni però ipotizza che dietro la fuga in avanti non ci sia stato alcun tipo di interlocuzione con gli alleati di Fratelli d’Italia e Lega e fornisce la propria chiave di lettura politica. «Se l’indice di gradimento tra quel che scrivo e dico e quel che scrivono e dicono i miei avversari si determinasse dalle letture su Cronache Maceratesi, avrei staccato di 4 a 1 ogni mio oppositore – puntualizza – Resto però con i piedi per terra disvelando l’ultima improvvida uscita della consigliera regionale Jessica Marcozzi la quale a nome di tutti i vertici Forza Italia ha inteso candidare a futuro sindaco Fabrizio Ciarapica. Naturalmente senza consultare i suoi pari grado in Lega e Fratelli d’Italia i quali saranno alquanto imbarazzati e non replicheranno. La battagliera erinni forzista può dormire sonni tranquilli perché io e la lista che sto costruendo marciamo da soli, ascoltando i civitanovesi di ogni estrazione. Certo è che candidare ancora Ciarapica a Civitanova equivale a ripetere l’esperienza Piunti a San Benedetto del Tronto dove Forza Italia pretese smuovendo i big nazionali la ricandidatura del sindaco uscente dato per vincente e invece ha vinto il civico Spazzafumo, peraltro rifiutato dal centrodestra».

lega-ciarapica-shada-civitanova-FDM-11-325x216

Il sindaco Fabrizio Ciarapica

Secondo la Squadroni la riconferma precipitosa di Ciarapica sarebbe dovuto ad ambizioni interne alla Regione ipotizzando un rimpasto di giunta dopo l’approvazione del bilancio e muovendo quindi equilibri e interessi. «Se dopo l’approvazione del bilancio la giunta regionale andrà verso il rimpasto come si vocifera, Ciarapica avrebbe speranze, in forza di dinamiche interne, di occupare uno scranno in Regione. Il che lo renderebbe incompatibile alla carica di sindaco (se fosse eletto). La scaltrissima Jessica Marcozzi lo sa benissimo, ma visto che ha puntato anch’essa l’assessorato regionale (che precluderebbe la Regione a Ciarapica) è riuscita a convincere il sindaco ad accettare il premio di consolazione della riconferma con la malcelata promessa aggiuntiva d’una futura candidatura alle politiche 2023. Dinanzi a tali prospettive di bassa lega politica io e la mia lista ce ne freghiamo e guardiamo avanti, occupandoci dei reali problemi quotidiani dei civitanovesi, di destra, centro e sinistra. Costruiremo un programma per la città e per i cittadini che non avrà bisogno di patenti partitiche». Una frase che potrebbe aprire anche ad alleanze clamorose, come lascia intendere la candidata sindaca, non escludendo di poter essere anche la punta di una coalizione più spostata a sinistra e infatti conclude dicendo: «Se lungo il cammino qualcuno, dallo strizzare l’occhiolino ed incontrarmi segretamente passerà a richieste formali e pubbliche le valuteremo con estrema attenzione senza pregiudiziali ideologiche perché l’obbiettivo preliminare é uno solo: voltare pagina restituendo il futuro di Civitanova a tutti i civitanovesi».

 

«Forza Italia al fianco di Ciarapica senza se e senza ma» Marcozzi smentisce i dubbi

Forza Italia verso le elezioni 2022, nessun accenno al Ciarapica bis «Individueremo i migliori»

 

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X