Lega Civitanova, volano gli stracci
Pollastrelli s’infuria con Cognigni:
«Atteggiamento non più accettabile»

POLITICA - L'assessore non si è presentato in giunta per votare l'area camper fortemente voluta dal suo partito. Il coordinatore comunale: «Sul rispetto non transigo, da mesi va da solo. Ne discuteremo al congresso del 15 novembre». Per le elezioni apre a Squadroni e Gabellieri che invita «a superare i problemi personali con Troiani e Ciarapica». Annunciato il ritorno di Salvini in città
- caricamento letture

 

lega-pollastrelli-shada-civitanova-FDM-4-325x217

Giorgio Pollastrelli, coordinatore della Lega di Civitanova

 

di Laura Boccanera

Non passa in giunta l’istituzione dell’area camper in via Einaudi fortemente voluta dalla Lega, assente proprio l’assessore leghista Giuseppe Cognigni. «Situazione che ha lasciato l’amaro in bocca a tutti, sul rispetto non transigo ed è una situazione che farò presente al congresso previsto per il 15 novembre proprio a Civitanova».

Giorgio Pollastrelli, segretario cittadino non usa giri di parole: con l’assessore Cognigni la Lega è ai ferri corti tanto che proprio la sua assenza, assieme a quella di altri assessori, ha rinviato l’approvazione in giunta dell’area camper. Una delle prime richieste inoltrate al sindaco dal partito e che, nelle intenzioni, doveva essere pronta per aprile, all’avvio della stagione estiva. Ma la discussione è slittata e l’assenza di Cognigni pesa come un macigno. Di fatto l’assessore è ancora iscritto alla Lega, ma da tempo non frequenta più l’attività del suo partito tanto che Pollastrelli biasima il suo atteggiamento senza mezzi termini: «quando si fa parte di una comunità umana – dice Pollastrelli – oltre che di un partito l’atteggiamento di Cognigni non è accettabile. Un’assenza su un argomento fortemente voluto dalla Lega come l’area camper andava approvato senza indugi. Per il rispetto che si deve a chi ha lavorato a quel progetto. Non voler trovare 5 minuti per andarlo a votare è una mancanza di rispetto che lascia l’amaro in bocca a tutti gli iscritti. Una situazione che farò presente al congresso provinciale. Non si può fare un banchetto nell’unico sabato in cui non lo fa la Lega, non si può non votare un progetto portato avanti dal tuo partito, Cognigni manca da mesi dall’attività di partito e questa cosa va chiarita una volta per tutte».

telecamere-sicurezza-cognigni-civitanova-FDM-5-325x217

Giuseppe Cognigni, assessore alla sicurezza

Il congresso sarà dunque una specie di cartina tornasole sullo stato della Lega e su ciò che vorrà fare in vista delle prossime elezioni comunali. E anche su questo Pollastrelli è aperto e possibilista verso tutti i candidati del perimetro del centrodestra, comprese Maika Gabellieri e Silvia Squadroni: «dalla mia ormai lunga esperienza politica ho capito che prima si fa il programma, poi si vede il perimetro della coalizione e poi all’interno di questi si sceglie il migliore. Leggendo le prime intenzioni e temi della campagna elettorale mi pare ci sia grande compattezza, tanto che si potrebbero sostituire i comunicati e quelli della Squadroni e della Gabellieri potrebbero essere gli stessi. Apprezzo Maika e la stimo, così come Silvia e se il programma è comune non vedo preclusioni di sorta. Forse ci sono problemi personali che spero vengano superati da parte della Gabellieri con Ciarapica e della Squadroni con Troiani. Non si può fare politica da soli».

Insomma tanta carne al fuoco, che verrà cotta anche al congresso in programma il 15 novembre al Cosmopolitan. Nel frattempo la prossima settimana è in fase di organizzazione una seconda riunione tra i partiti del centrodestra per stilare un programma comune e a seguire Pollastrelli annuncia il ritorno in città di Matteo Salvini per inaugurare la nuova sede della Lega in viale Vittorio Veneto all’angolo con via Montello. Ancora non c’è una data, ma la presenza del leader della Lega segnerà di sicuro l’avvio ufficiale della campagna elettorale.

E la richiesta dell’area camper arriva anche dall’Udc al momento non rappresentata in consiglio comunale ma partito che fa parte della compagine del centrodestra per le prossime elezioni: «riteniamo che la futura amministrazione debba creare un’ area camper presso gli spazi antistanti al tiro al volo ed anche in zone il più vicino al mare – dice Luciano Brunetti – Crediamo opportuno che la futura amministrazione prenda seriamente in considerazione questa problematica anche perché è possibile risolverla facilmente senza nessun costo per le casse comunali essendo disponibili in regione dei finanziamenti a fondo perduto. I camperisti apportano dei benefici alla città che li ospita in quanto usufruiscono delle attività ristorative e commerciali».

 

Il centrodestra ostenta unità ma non scioglie la riserva su Ciarapica Squadroni: «Contatti anche col Pd»

Area camper nella zona commerciale, arriva l’ok della giunta

La Lega spinge sull’acceleratore: «Rotatoria e area camper entro l’estate»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X