Giochi ancora off limits:
«Convenzione per sanificare
e poi li riapriamo»

CIVITANOVA - Il sindaco Fabrizio Ciarapica: «Vogliamo fare ripartire insieme tutte le aree, speriamo di riuscirci per il prossimo fine settimana»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

4-maggio-altalene-chiuse-325x244

 

Sono tornati i mercati all’aperto, le fiere, le nuotate al mare e la tintarella in spiaggia. Ripartite le attività commerciali, industriali, i servizi, ci si può anche muovere, da oggi, da una regione all’altra senza autocertificazione. Oggi ufficialmente è ripresa la vita pre lockdown. Tranne che per discoteche e giochi per bambini. E se per quanto riguarda le piste da ballo la motivazione è facilmente comprensibile, lo è meno per altalene, scivoli e dondoli. Anche a Civitanova rimangono transennati i giochi presenti nei parchi cittadini, a dispetto di sciami di persone in giro nel week end e al mare senza mascherina. E visto che non è possibile fare nemmeno l’ultimo giorno di scuola all’aperto per rivedere gli amici qualcuno dovrebbe suggerire cosa far fare alla fascia di età compresa fra 0 e 12 anni. Il problema pare sia nella sanificazione dei giochi dopo l’utilizzo, una imposizione che ha fatto temporeggiare le amministrazioni. Ma il sindaco Fabrizio Ciarapica assicura che entro il prossimo fine settimana i giochi riapriranno: «il problema è garantire la sanificazione delle aree – spiega il primo cittadino – ma stiamo mettendo a punto una convenzione con l’associazione Il nodo che già si occupa della pulizia dei cestini delle aree giochi per estendere anche alla sanificazione e pulizia degli impianti in maniera quotidiana. A Civitanova ci sono oltre 20 aree parco fra centro e periferia e per non creare delle disparità abbiamo deciso di riaprirle tutte contemporaneamente. Mi auguro che per il prossimo fine settimana anche questo spazio sia restituito all’infanzia».

(l. b.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X