Aumenti del 7% per la Tari
Scambi di accuse in Consiglio
Ritirata delibera di via Valerio

MACERATA - Il dietrofront motivato con una questione burocratica, l'aggiornamento delle cartografie, ma è evidente lo scontro tra alcuni esponenti della maggioranza e l'assessore. Domani nuova seduta dell'assise
- caricamento letture
ConsiglioComunale_FF-13-650x434

Il Consiglio comunale di questo pomeriggio

di Luca Patrassi (foto Fabio Falcioni)

La giunta comunale ha ritirato per approfondimenti la delibera di variante del Prg per l’area degli ex impianti sportivi di via Valerio del Cus.

Iommi_ConsiglioComunale_FF-14-325x217

L’assessore Silvano Iommi osserva

La decisione è stata ufficializzata oggi in apertura di seduta del Consiglio comunale che appunto avrebbe dovuto discutere la questione. L’assessore comunale all’Urbanistica Silvano Iommi ha motivato la decisione con l’esigenza di aggiornare cartografie e piantine catastali allegate alla delibera ed evitare di ricevere osservazioni viziate da tabelle non aggiornate. Evidente anche che resta alta la tensione tra alcuni esponenti della maggioranza e l’assessore all’Urbanistica Silvano Iommi.

Ricotta_ConsiglioComunale_FF-114-325x217

Narciso Ricotta, capogruppo del Pd

Ora il Comune punterà a formalizzare l’intesa con Unimc, cioè definire il costo per l’acquisizione dell’area di duemila mq mentre i rimanenti 1500 rimarranno a Unimc. Quanto alla viabilità, Iommi aveva già specificato che è previsto uno sbocco da via Valerio sulla rotatoria di Fontescodella e l’iter per la sua realizzazione è diverso da quello della variante, si tratta di una procedura più complessa ad iniziare dalla Vas. La variante dovrà essere approvata dal Consiglio entro giugno, dunque i tempi sono stretti. La seduta si è aperta con l’assessore Riccardo Sacchi al centro di diverse interrogazioni, prima il capogruppo dem Ricotta sullo stadio Helvia Recina, poi quella del capogruppo di Strada Comune Alberto Cicarè sui presunti vantaggi per Macerata del titolo di città europea dello sport.

Caldarelli_ConsiglioComunale_FF-11-325x217

L’intervento dell’assessore Marco Caldarelli

Toni accesi sul piano finanziario Cosmari e sulle tariffe Tari, illustrati rispettivamente dagli assessori Oriana Piccioni e Marco Caldarelli. Caldarelli in particolare ha evidenziato come la paternità delle scelte legate ai costi di gestione e alle tariffe sia del consiglio di amministrazione del Cosmari: « Quadro inaccettabile, aumenti decisi senza toccare palla. Tra le ipotesi di lavoro l’incremento della lotta all’evasione, verifica del margine di risparmio sul porta a porta sempre nell’ottica della conservazione del livello occupazionale magari potenziando lo spazzamento delle strade e la cura del verde pubblico, il digestore, il termovalorizzatore».

L’aumento del 7% delle tariffe Tari deriva dall’aumento dei costi di gestione del Cosmari e il particolare ha scatenato la polemica politica: il centrosinistra attacca ritenendo il Cosmari, con la presidenza Pezzanesi, in mano il centrodestra e viceversa l’attuale maggioranza di centrodestra ricorda come nel 2020, anno di riferimento per l’indicazione dei conti Cosmari, sia stato un anno di governo del centrosinistra. In mezzo i cittadini che si trovano ad affrontare il delicato tema del rincaro delle bollette. Si interroga Alberto Cicarè per Strada Comune: «I Comuni sono stati più virtuosi ed hanno abbassato i costi, non il Cosmari. Le percentuali della raccolta della differenziata sono in crescita ma i costi aumentano».

Piccioni_ConsiglioComunale_FF-112-325x217Roberto Cherubini, capogruppo M5s, rilancia convivendo la preoccupazione espressa da Cicarè, legata appunto al fatto che il cittadino virtuoso si senta penalizzato da un aumento delle tariffe nonostante un incremento della raccolta differenziata dei rifiuti. Narciso Ricotta, capogruppo dem, attacca: «Non c’è una linea di indirizzo, manca sia in Comune che in Provincia, il dramma è che si naviga a vista e si aumentano le tariffe del 7%. Perchè non tamponate gli aumenti con interventi in parte corrente come fatto lo scorso anno. I soldi li avete per le amenità come il capo di gabinetto, usateli per andare incontro ai cittadini».

Castiglioni_ConsiglioComunale_FF-19-325x217

Pierfrancesco Castiglioni, capogruppo di FdI

Pierfrancesco Castiglioni, capogruppo di Fdi: «Direi a Ricotta di ascoltare quello che si dice, abbiamo detto che bisogna stare attenti agli anni che verranno. Ad oggi poco si può fare per la determinazione del tributo: o si carica sul contribuente o si riequilibra con fondi correnti, lo scorso anno è stato fatto ma quest’anno non è possibile e comunque pagherebbe sempre il cittadino, si tolgono fondi da una parte per metterli altrove. Il controllo analogo del Cosmari lo ha il sindaco di Treia, voi del centrosinistra ditelo anche a lui se può fare un controllo adeguato». Claudio Carbonari, capogruppo della Lega: «Penso ad un sistema di incentivi per premiare i cittadini più virtuosi, una concertazioni con gli organismi preposti alla gestione dei rifiuti. Abbassare i costi, ridurre il rifiuto dando un vantaggio alla città». Critici anche gli interventi di Stefania Monteverde, di Macerata Bene Comune, e del dem Andrea Perticarari. David Miliozzi, consigliere comunale di Macerata Insieme: «Si continua a parlare di aria fritta e non di cose concrete come l’aumento delle tariffe». Delibera in votazione ed approvazione: a favore i 19 consiglieri presenti del centrodestra e contrari i 12 del centrosinistra. Il Consiglio comunale proseguirà domani con gli altri punti all’ordine del giorno.

ConsiglioComunale_FF-15-650x434

I banchi della minoranza

ConsiglioComunale_FF-16-650x434

I banchi della maggioranza

ConsiglioComunale_FF-17-650x434

I consiglieri di minoranza David Miliozzi e Ulderico Orazi

Caldarelli_ConsiglioComunale_FF-12-650x434

 






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =