Riunione notturna
tra consiglieri e assessori,
Parcaroli fa il pompiere

MACERATA - Il summit nella sede della Lega. Sul tavolo le frizioni legate ad alcune scelte della maggioranza ritenute, da alcuni esponeti in assise, poco partecipate. Restano malumori tra i partiti su alcuni settori come quello della cultura
- caricamento letture
PoliziaLocale_FF-3-650x434

Sandro Parcaroli

di Luca Patrassi

Consiglieri comunali, segretari di partiti, referenti delle liste civiche, la giunta comunale quasi al completo: ieri sera gli esponenti della maggioranza di centrodestra si sono ritrovati nella sede di via Roma della Lega per stabilire un contatto dopo anni di riunioni a distanza e dopo le polemiche emerse nella scorsa seduta di Consiglio comunale.

In sostanza, diversi consiglieri comunali hanno manifestato pubblicamente dissenso rispetto ad alcune scelte operate dall’amministrazione e delle quali non erano a conoscenza.

Delibere di giunta portate all’esame del Consiglio e non ancora ben definite nei contenuti esecutivi, come i 4 milioni di progetto per la sistemazione dell’Helvia Recina, delibere di giunta delle quali alcuni consiglieri non erano nemmeno a conoscenza come il progetto per una nuova palestra per la scherma a Piediripa. Insomma alta tensione tra diversi esponenti della maggioranza e larga parte dell’amministrazione comunale a guida Parcaroli.

Dunque il sindaco Sandro Parcaroli ieri è corso ai ripari favorendo l’organizzazione di un incontro che ha visto larghissima adesione, mancavano soltanto gli assessori comunali all’Urbanistica Silvano Iommi e alle attività culturali Katiuscia Cassetta. Lunghe ore di discussione che non ha avuto toni accesi, gli amministratori hanno assicurato che cambierà il metodo finora seguito e ci saranno più occasioni di incontro tra maggioranza e giunta per far conoscere i progetti che si andranno a sostenere. Insomma, ampie assicurazioni verbali anche se finora le cose sono andate diversamente, vuoi anche la pandemia che ha impedito incontri in presenza.

L’incontro si è concluso oltre la mezzanotte ed è stato anche costantemente monitorato, non è noto se casualmente, dalle forze dell’ordine, una pattuglia è stata vista transitare diverse volte. In ogni caso toni distesi, anche se restano alcuni malumori interni tra i partiti sulla gestione di alcuni settori e tra questi quello della Cultura. Nel corso dell’incontro non sono stati trattati temi specifici legati a singole opere (ospedale, strade, sottopasso ferroviario, impianti sportivi) ma sullo sfondo restano nodi da sciogliere ad iniziare dalle attività culturali – che per alcuni sono rimaste le stesse del governo del centrosinistra – ai criteri seguiti per chiedere i fondi del Pnrr.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =