Pista da sci in sintetico a Fondescodella:
affidato il progetto preliminare

MACERATA - Primo passo per la realizzazione di un'opera finanziata con i fondi del Pnrr: costo, compresi due campi da padel, due milioni di euro. L'idea è nata da una proposta del consigliere dem Andrea Perticarari e rilanciata dal primo cittadino Sandro Parcaroli. L'assessore Iommi: «Sarà un’opera attrattiva anche sotto il profilo turistico»
- caricamento letture
Iommi_BustoMazzini_FF-8-650x434

L’assessore Silvano Iommi

 

di Luca Patrassi

Primo passo per la pista da sci, con relativo impianto di risalita, in materiale sintetico a Fontescodella. Oggi il dirigente dei Servizi Tecnici del Comune ha firmato e pubblicato all’albo pretorio, la determina di affidamento di un incarico per la progettazione preliminare a una azienda bergamasca, la Neve Plast, leader nel settore e nota anche per aver realizzato la pista sintetica da sci sulla sommità del depuratore di Copenaghen. L’incarico è di 1.800 euro e servirà appunto a far partire l’iter dell’opera che è stata finanziata con i fondi del Pnrr dedicati agli interventi di rigenerazione urbana e di qualità dell’abitare, i Pinqua.

cattura

Una pista da sci sintetica a Copenaghen

«Sarà un’opera attrattiva anche sotto il profilo turistico – rileva l’assessore Iommi -. Il progetto è quello complessivo della riqualificazione urbanistica per il quale abbiamo ottenuto un finanziamento da 15 milioni a valere sui fondi del Pnrr: ci sono opere per la realizzazione di alloggi popolari con l’Erap nell’area ex campi da tennis del Cus, il recupero di una ex fabbrica di bici lungo la ferrovia ed infine due impianti per il padel». Per conoscere i dettagli tecnici, bisognerà attendere la progettazione preliminare e verificare appunto i contenuti: di sicuro sarà un impianto che si propone di essere attrattivo per i più piccoli che si vorranno avvicinare alla pratica dello sci e per i più esperti che avranno la possibilità di allenarsi senza arrivare in montagna.

PD-Perticarari_FF_5-650x434

Andrea Perticarari

L’idea era stata lanciata in Consiglio comunale dal consigliere del Partito democratico Andrea Perticarari ed aveva trovato il sostegno del sindaco Sandro Parcaroli. Il programma sostenuto con i fondi Pnrr è « finalizzato – si legge nell’atto –  a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all’edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l’accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, nonché a migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini, in un’ottica di sostenibilità e densificazione, senza consumo di nuovo suolo e secondo i principi e gli indirizzi adottati dall’Unione europea, secondo il modello urbano della città intelligente, inclusiva e sostenibile».

Il costo stimato per la pista da sci e per la realizzazione di due campi per il padel è di due milioni di euro. La progettazione deve essere definita entro il 2023 mentre la fine lavori è tassativamente entro il 2026.

Riqualificazione urbana da 15 milioni, Iommi gongola: «Macerata sarà green» E ci sono i soldi anche per la pista da sci

«Una pista da sci a Macerata» Perticarari propone il modello Copenaghen

Una pista da sci a Macerata? Parcaroli: «Bella idea per il futuro, ora non è il momento giusto»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =