«Scuole, da Luconi zero empatia
verso insegnanti e studenti
E ora sappiamo che le casse sono a secco»

ELEZIONI TOLENTINO - Mauro Sclavi, candidato del terzo polo, rsiponde alla vicesindaca: «Ammette, finalmente, che la strategia che lei e Pezzanesi hanno messo in atto in questi anni prevede lo stazionamento dei licei per altri minimo cinque anni in capannoni totalmente inadatti. Neanche il minimo accenno ad una soluzione dignitosa di tipo transitorio»
- caricamento letture

 

sclavi-mauro-3-325x217

Mauro Sclavi

 

«La replica di Silvia Luconi sulle scuole trasuda astio da tutti i pori e dimostra zero empatia e solidarietà verso insegnanti e studenti».

Sono le parole di Mauro Sclavi, candidato sindaco di Tolentino Popolare alle prossime elezioni comunali, che affonda: «Ammette, finalmente, che la strategia che lei e Pezzanesi hanno messo in atto in questi anni prevede lo stazionamento dei licei per altri minimo cinque anni in capannoni totalmente inadatti. Neanche il minimo accenno ad una soluzione dignitosa di tipo transitorio, ma non potevamo aspettarci altro considerando che dopo la protesta silenziosa dei giorni scorsi l’unica cosa che hanno saputo dire è: “vi rifaremo l’asfalto intorno ai capannoni” – attacca Mauro Sclavi -. Ci fa sapere, inoltre, che tutti i finanziamenti sono stati dirottati verso la zona est della città ed ora non ci sono più soldi. Ma chi ha fatto queste scelte? Domanda retorica visto che lei stessa è da dieci anni assessore al bilancio. Oggi sappiamo con certezza che le casse comunali languono, anzi sono a secco. Anche grazie alla loro oculata gestione dei finanziamenti generosamente ricevuti dalla struttura commissariale e dalla Protezione civile. Dopo anni di amministrazione siamo felici che dicano la verità ai cittadini, non ce lo aspettavamo sinceramente».

silvia-luconi-e1649153350402-325x206

Silvia Luconi

Il candidato sindaco si rivolge poi, ironicamente, ai diretti interessati che vivono a 360 gradi il mondo della scuola, in particolar modo i licei, la Don Bosco e la Bezzi.

«Cari studenti e cari insegnanti dei licei, per la dottoressa Luconi dovrete rimanere dove siete ora fino al completamento del nuovo campus, che forse vedrà la posa della prima pietra solo nella primavera dell’anno prossimo. Sempre che le procedure per l’espletamento della gara d’appalto vadano spedite. In pratica hanno ignorato completamente le vostre richieste. Nessuno di noi ha mai detto che per l’anno scolastico 2022/2023 sarebbe stato possibile fare un miracolo. Noi abbiamo sempre detto che avremmo fatto di tutto per dare una soluzione transitoria degna in tempi rapidi, fermo restando le disponibilità dell’ente comunale – prosegue Sclavi -. Il plesso Don Bosco ha ampi spazi e un piano attualmente chiuso che può essere un buon compromesso, sicuramente meno gravoso della sede attuale, considerando che il omune spende moltissimo per l’affitto dei locale ex quadrilatero (ad oggi sono stati spesi oltre 1,5 milioni di euro per le locazioni a favore di privati).

Ci stupisce inoltre che solo ora abbiano il coraggio di ammettere che la scuola Don Bosco possa essere adeguata sismicamente (come si evince dalla grafica da lei pubblicata sui social in merito ai costi degli interventi), cosa che si sono sempre ben guardati dallo spiegare ai cittadini. Le nuove strutture, principalmente delocalizzate in periferia, costerebbero circa 14,9 milioni, mentre sistemare l’esistete 15,4 milioni, quindi soltanto un risparmio del 4% che comporterà una perdita di valore culturale, urbanistico e sociale incalcolabile – conclude il candidato sindaco di Tolentino Popolare -. Inoltre, dobbiamo far notare ai cittadini un dettaglio tecnico, come si evince dall’ordinanza del commissario Legnini, le nuove strutture avranno una volumetria inferiore rispetto a quelle esistenti, quindi paragonare i costi della ristrutturazione e della nuova costruzione in termini assoluti non è del tutto corretto».

Trasferimento studenti del Filelfo, Luconi boccia le proposte di D’Este e Sclavi: «Sono irrealizzabili, cercano voti»

«Delocalizzazione della Don Bosco: scelta miope, valutare la ristrutturazione»

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni =