Volontariato vietato agli autisti Atac
«Dobbiamo preservare il personale»

CIVITANOVA - Il presidente Belvederesi spiega la decisione: «Abbiamo recepito una prescrizione del medico aziendale. In questo momento facciamo il massimo per tutelare i dipendenti»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
conferenza-bilancio-atac-belvederesi-civitanova-FDM-3-325x217

Massimo Belvederesi

 

di Alessandra Pierini

L’Atac di Civitanova vieta agli autisti attività di volontariato in enti assistenziali e morali dopo l’orario di servizio. La direttiva è giunta al personale del servizio di trasporto pubblico. «La nostra scelta è basata su una prescrizione del medico aziendale – spiega il presidente Massimo Belvederesi – e ci sentiamo di avvallarla per evitare qualsiasi possibilità di contagio. Il servizio è pubblico e non può essere assolutamente interrotto».
Come da indicazioni della Regione, la frequenza delle corse è stata ridotta. «Il personale  – precisa Belvederesi – fa i turni. Tutti sono in servizio». L’Atac ha previsto anche turni a livello di ufficio amministrativo e tecnico per evitare assembramenti negli uffici. «Abbiamo preso il massimo delle precauzioni in tutti i settori. Le farmacie ad esempio lavorano a battenti chiusi, i farmacisti sono all’interno ma lavorano dalla sportello usato di notte. Abbiamo ampliato gli orari di apertura dalle 8 alle 20, ma abbiamo preferito evitare contatti diretti tra il personale e i clienti. Abbiamo fatto tutto ciò che deve fare un’azienda aperta per garantire la massima tutela del personale».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X