Ginecologo e ostetriche
cantano in sala parto
«E’ il nostro inno alla vita»(Video)

MACERATA - Il dottor Stefano Cecchi che ha suonato la chitarra sottolinea: «Un messaggio di speranza, noi ci siamo non solo con l'assistenza ma anche con tutta l'empatia possibile»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Con la speranza di rivedere presto l’arcobaleno nei volti della gente. 🌈 andrà tutto bene 🌈

Pubblicato da Stefano Cecchi su Venerdì 3 aprile 2020

di Alessandra Pierini

Una chitarra, un basso e delle angeliche voci. Così la sala parto si trasforma in un luogo senza tempo dove un bimbo appena nato, tra le braccia della sua mamma, si lascia cullare da una speciale ninna nanna. E’ accaduto nella sala parto del reparto di Ostetricia dell’ospedale di Macerata. Il video del momento, coinvolgente e commovente, è stato immortalato in un video condiviso sui social che sta facendo il giro della provincia. 
L’idea è stata di Mauro Pelagalli, vulcanico primario del reparto che ha voluto dare un segnale di speranza che provenisse direttamente dal punto in cui si manifesta la vita nella sua massima espressione. Sua anche la scelta della canzone “What a wonderful world”.

Il dottor Stefano Cecchi

A raccontare emozionato come è andata è il dottor Stefano Cecchi che nel video imbraccia la sua chitarra, suona e canta per il neonato. «Questa canzone è stata scelta – spiega – perché mette in evidenza la semplicità e la meraviglia del mondo che ci circonda e che in questo momento ci è negato. Abbiamo voluto trasmettere la speranza di rivedere quei volti e quella quotidianità». Al suo fianco al basso Valentina Ragugini e  due ostetriche con una bella voce Fabia Pioli e Anna Bianchini. «Il risultato – racconta Cecchi – è stata questa litania dolce, quasi una ninna nanna che rassicura. Tanto che ne abbiamo visto subito gli effetti. Il piccolino è entrato piagnucolando in braccio alla sua mamma che ha partorito il giorno prima e si è prestata in maniera gioiosa a questa esperienza. Già alle prime note si è calmato in maniera del tutto spontanea». Un momento quasi magico con un obiettivo: «Quello che abbiamo voluto dire – sottolinea il dottor Cecchi – è che noi ci siamo non solo con l’assistenza ma anche con tutta l’empatia possibile».

«E’ un inno alla vita – dichiara il primario del reparto Mauro Pelagalli – Abbiamo voluto testimoniare come nel nostro reparto siamo riusciti a mantenere una situazione di tranquillità, sicurezza e amore, in cui le mamme che partoriscono possono trovare un momento di serenità.  In questo momento lo sforzo compiuto dalla direzione generale e sanitaria ha permesso di avere al tempo stesso una gestione ottimale dell’area critica e delle aree di serenità»

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X