A Treia i giochi non sono ancora fatti
Patassini non sarà della partita

Futuro è nel cuore ha già presentato la sua lista. Il centrodestra, diviso in due, sta cercando la quadratura. Attesa per i sostenitori dell'ex presidente della provincia Capponi. L'ex assessore esclude la sua ricandidatura: "Dopo dieci anni mi faccio da parte per il rinnovamento"
- caricamento letture
L'ex assessore Tullio Patassini

L’ex assessore Tullio Patassini

di Alessandra Pierini

A poco più di 24 ore dalla consegna delle liste la situazione politica a Treia è ancora piuttosto indefinita. Poche le certezze: la lista Futuro nel Cuore  che sostiene la candidata Daniela Cammertoni, comandante dei vigili di Civitanova,  la candidatura dell’ex presidente Franco Capponi e l’assenza dell’ex assessore Tullio Patassini.
In amministrazione da 10 anni, Patassini ha deciso di non ricandidarsi per esigenze professionali, ma soprattutto perchè, parole sue, «tutti parlano di cambiamento ma nessuno lascia la poltrona. Dopo 10 anni è ora di dare spazio ad altri e permettere un reale rinnovamento».
Patassini figurava tra i quattro amministratori che con le loro dimissioni hanno dato il via alla crisi di Treia. Con lui l’ex vice sindaco Corrado Speranza e i consiglieri con delega Andrea Mozzoni e Simone Medei. L’ex assessore dichiara di essere ancora segnato dalle sue dimissioni. «Sono orgoglioso per questi 10 anni perchè abbiamo lasciato il segno in tante attività culturali, da Dolores Prato all’attività convegnistica, da Treia Academy all’intervento di Philippe Daverio. Si può sempre fare meglio e la situazione ambientale non può essere un alibi, ma non posso che essere soddisfatto.Tra l’altro il commissario prefettizio ha fatto un bilancio senza chiedere tasse ulteriori ai cittadini. Chi arriverà dopo non troverà buchi. Abbiamo fatto cosa molto sofferta ma alla fine il risultato è stato far risparmiare soldi ai cittadini e far trovare a chi verrà dopo una situazione sana». La non candidatura di Patassini però non vuol dire allontanamento dalla politica: «La politica è passione, per cui non smetterò di fare quello che posso. Quando non si è candidati bisognerebbe impegnarsi il doppio. Se vogliamo cambiare la politica, dobbiamo prima cambiare noi stessi».
A parte Patassini, 
 una parte del centro destra sta lavorando alla stesura di una lista e alla scelta di un candidato sindaco che potrebbe essere scelto tra Corrado Speranza e Andrea Mozzoni. L’altra componente del centro destra che fa riferimento a Sandro Marozzi sta ragionando alla creazione di un movimento civico con i renziani. 
Sarà anche interessante vedere chi si schiererà a fianco di Franco Capponi, ad esempio tra i cuperliani, dopo che Teresa Lambertucci, segretario provinciale del Pd, ha escluso qualsiasi collegamento con l’ex presidente della Provincia. Non si escludono comunque sorprese dell’ultimo momento. Che a Treia non mancano mai.

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X