“Pienone di visitatori,
ma i parcheggi restano chiusi”

MACERATA - Il coordinamento del centro storico torna all'attacco: "Accoglienza turistica? Ancora all’anno zero"
- caricamento letture
L'inaugurazione di palazzo Buonaccorsi

L’inaugurazione di palazzo Buonaccorsi

Il coordinamento centro storico di Macerata interviene dopo il successo delle iniziative turistiche dello scorso week end (leggi l’articolo): 
Domenica scorsa, tra l’inaugurazione del piano nobile con le sale di arte antica di palazzo Buonaccorsi e la visita di stupendi palazzi del centro di Macerata organizzata dal Fai, malgrado il tempo non troppo favorevole, il centro storico si è riempito di tantissime persone, con un consistente afflusso di turisti e di visitatori provenienti anche da fuori provincia. Ma abbiamo assistito alle solite carenze per l’accessibilità e l’accoglienza, il parcheggio silos in via Armaroli e ai giardini Diaz (Park-Sì) chiusi, con relativi ascensori chiusi, gran parte di bar e ristoranti chiusi, con relativi disagi per gli avventori.
Ancora una volta abbiamo verificato come un’offerta culturale di qualità possa essere uno strumento formidabile per rendere attraente il nostro centro storico, ma che purtroppo questa opportunità non trova riscontro in una organizzazione complessiva dell’accoglienza, a partire dall’Amministrazione Comunale che dovrebbe essa lavorare in sinergia con le altre istituzioni, le attività produttive, le realtà associative della città e creare le condizioni per lo sviluppo dell’indotto economico della cultura.
Inaugurazione_Palazzo_Buonaccorsi (7)In questa sfida di rivitalizzare il cuore di Macerata la facilità d’accesso e i servizi offerti hanno un ruolo primario.
Abbiamo più volte proposto:
– Organizzazione coerente, calendarizzazione e comunicazione efficace degli eventi in programma;
– Creazione di una rete efficace tra gli operatori economici (è indispensabile un data base aggiornato, con indirizzario e-mail per la creazione di un’offerta commerciale adeguata).
– Predisposizione di un’accoglienza minima efficace dalla stazione ferroviaria e al terminal degli autobus extraurbani: bagni, telefono, panchine, cartellonistica con informazioni chiare e di buona grafica (tipo “io sono qui”) , collegamenti con il centro, telefono, taxi, bus in transito.
– Pedonalizzazione completa del centro in occasione degli eventi che attraggono molte persone. Accesso consentito per il carico e scarico (con permesso da ritirare alla guardiola di Rampa Zara) e ai residenti, che potranno sostare nelle aree a loro riservate.

– Utilizzo a pieno dei parcheggi struttura (Paladini, Park-si, Garibaldi, Silos) con i relativi ascensori.

Macerata città di turismo evidentemente non è un’illusione, ciò che ancora ci manca sono una mentalità adeguata e dunque una organizzazione efficace dell’accoglienza. Dalla crisi nascono le opportunità, non è questo forse l’espediente giusto per aprirsi a una nuova prospettiva di sviluppo?

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X