La nuova vita biancorossa di Ridolfi:
«Il rilancio della mia carriera
passa dai risultati della squadra»

SOMMA ALGEBRICA - L'ultimo acquisto dell'HR Maceratese, al centro dell'attenzione dei tifosi e degli addetti ai lavori, spiega la scelta di ripartire dalla Promozione. «Voglio ritrovare il naturale rapporto fra il mio calcio, che vive molto di freschezza e spontaneità, ed il mondo dilettantistico nel quale, in passato, sono riuscito ad esprimermi al massimo»
- caricamento letture

 

enrico-maria-scattolini-1-325x346

Enrico Maria Scattolini

 

di Enrico Maria Scattolini

UNA BELLA IMMAGINE (+) rivedere in campo Giacomo Ridolfi di biancorosso vestito.

INTRIGA LA SUA PRESENZA diversa da quella abituale: non in mezzo ai suoi colleghi della fondamentale esperienza pesarese, ma con la maglia dell’HR Maceratese (+).

E’ STATA SCATTATA (+) LA SCORSA SETTIMANA A VILLA SAN FILIPPO, contro la capolista Valdichienti Ponte in Coppa Italia. Saltata l’immediata replica di Montecosaro a causa della tragedia di Corinaldo, l’attesa scivola ora a domenica prossima nel derby con il Chiesanuova.

RIDOLFI SARA’AL CENTRO DI UN’ATTENZIONE animata da sentimenti differenti (+).

CONFIDO IN PREVALENZA D’AMMIRAZIONE (+) per il riconosciuto talento di questo giocatore.

maceratese-vispesaro-11-300x200

La Maceratese esulta dopo la vittoria in casa contro la Vis Pesaro nella finale playoff

FORS’ANCHE DI CURIOSITA’(+) per rivederlo in azione dopo la strepitosa finale playoff /serie D di anni fa all’Helvia Recina, fra l’allora Maceratese di Di Fabio e la Vis all’epoca allenata da Magi. Lui centrocampista ispirato degli ospiti, Melchiorri immenso goleador fra i maceratesi.

MA TEMO PURE DI PERFIDIA (-) con la riproposizione di accadimenti ormai lontani e comunque severamente pagati. Come dimostrato da qualche velenoso post…sceneggiato dell’ultima ora.

PERSONALMENTE DI RIDOLFI mi stimola conoscere la reazione psicologica davanti ad un altro profondo mutamento della sua carriera calcistica, dopo quello collegato ai brutti avvenimenti dei tempi trascorsi (-).

CIOE’ LA CAPACITA’ D’IDENTIFICAZIONE DI UNA PROMESSA DEL CALCIO ITALIANO in un campionato di secondo livello regionale (-). O la resa davanti all’ineluttabile?

GLIEL’HO CHIESTO L’ALTRO IERI, nel corso di un colloquio telefonico cortese (+) nonostante la nettezza delle domande.

ridolfi-1-300x225

Ridolfi con la maglia della Maceratese

QUESTA LA SUA RISPOSTA: «E’ cambiato il mio mondo. Ma è stata una scelta consapevole dopo la chiusura del rapporto con la Vastese per motivi tecnici…»

«NEL SENSO che lei ha avuto altre proposte da società dello stesso livello dopo il “taglio” del contratto dagli abruzzesi?»

«SI’, ma le ho rifiutate».

«COME LE HA RIFIUTATE? Non ha valutato il rischio – poi concretizzatosi – di scendere di categoria?»

«CERTO, ma alla mia età me lo posso permettere. Anche per recuperare completamente le conseguenze di un infortunio gravissimo come la rottura del crociato destro. Che mi ha tenuto fermo per quasi nove mesi».

«HA VOLUTO CAMBIARE ARIA per ricostruirsi?»

«RITROVARE IL NATURALE RAPPORTO fra il mio calcio, che vive molto di freschezza e spontaneità, ed il mondo dilettantistico nel quale, in passato, sono riuscito ad esprimermi al massimo».

«MA I SACRIFICI non la spaventano?»

«Sono convinto di poterli sopportare».

«NON MI DIRA’ che non le mancano gli standard, i ritmi e le abitudini del mondo professionistico, o giù di li come la quarta serie?».

ridolfi-2-300x225

Ridolfi con il vice presidente Giovanni Idone e il presidente Alberto Crocioni

«MI STO ADATTANDO. Per esempio al fatto che io ero abituato ad allenamenti giornalieri, a differenza dei tre settimanali di oggi e di quelli in notturna per permettere la partecipazione di compagni di squadra che lavorano».

«QUAL E’ la sua attuale condizione?».

«Beh, di sicuro non sono al massimo. Ciò nonostante cercherò di non deludere le attese della società e della tifoseria».

«FRASE FATTA, Ridolfi».

«NO, no!!! Il rilancio della mia carriera passerà soprattutto attraverso i risultati della squadra»

PURTROPPO UN TIFOSO SPECIALE non potrà seguire questi ottimi propositi di Ridolfi e la sua amata Rata. Francesco Battista è immaturamente scomparso nei giorni scorsi. Dinamico, estroverso, attaccatissimo ai colori biancorossi. Non sarà mai dimenticato. Le condoglianze della redazione di Cronache Maceratesi e mie personali alla famiglia.

 

Maceratese, dal mercato lo slancio per contrastare il Valdichienti Ponte

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X