Ospedali chiusi e liste d’attesa,
la Lega chiede “Sanità per tutti”

MACERATA - Ieri sera l'incontro a cui ha preso parte Luca Coletto, assessore alla Salute dell'Umbria. Parcaroli ha sottolineato l'importanza del nuovo ospedale unico. La candidata consigliere regionale Anna Menghi: «Abbiamo avuto un grande medico come Carlo Urbani che lavorava a Malattie Infettive. Dopo la sua scomparsa per Sars, anziché intitolargli il reparto lo hanno chiuso»
- caricamento letture
menghi_parcaroli_gabellieri

Con le magliette in difesa di Matteo Salvini da sinistra i candidati Anna Menghi, Sandro Parcaroli, Maika Gabellieri e il commissario regionale Riccardo Marchetti

 

L’assessore regionale alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, ha raccontato la sua esperienza di cambiamento ieri durante l’incontro promosso dalla Lega Macerata sul tema “Una sanità per tutti” alla Domus San Giuliano di Macerata.
Sono intervenuti anche Sandro Parcaroli, candidato sindaco a Macerata, e il commissario Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti. A fare gli onori di casa l’avvocato Andrea Marchiori, portavoce della Lega Macerata. Fra i partecipanti diverse figure della sanità del capoluogo.

incontro_coletto-1-325x244

Foto di gruppo con l’assessore regionale dell’Umbria Luca  Coletto

“Parcaroli ha ribadito con forza l’importanza di cambiare la gestione  – si legge in un nota degli organizzatori – fino ad oggi fallimentare della sanità regionale, ponendo l’accento sull’importanza della realizzazione del nuovo ospedale di Macerata.
Particolarmente significativo l’intervento del dottor Giordano Ripa, dirigente medico dell’ospedale di Macerata e candidato alle comunali nelle liste della Lega: «Negli ultimi 5 anni nelle Marche hanno chiuso 13 ospedali con soppressione di circa 800 posti letto ed hanno indebolito le strutture periferiche essenziali per una gestione integrata della sanità che risponda ai bisogni e alle reali necessità dei cittadini».
Il dottor Ripa ha posto l’accento su quelle che a suo modo di vedere sono le tre criticità principali della sanità maceratese: liste di attesa infinite, pronto soccorso del capoluogo sovraffollato per via della carenza di posti letto e mancata attivazione della struttura Obi (Osservazione Breve Intensiva) essenziale per discriminare chi ha reale necessità di ricovero ospedaliero, con conseguente eliminazione dei ricoveri inappropriati.
A proposito di liste di attesa, indicativo l’intervento del dottor Sauro Buongarzone, segretario dell’Ordine dei Medici. Il dottor Buongarzone ha evidenziato con la prenotazione tramite Cup tempi lunghissimi, a volte neanche ipotizzabili, per numerose prestazioni, la maggior parte delle quali molto diffuse e richieste. Inevitabile, nella stragrande maggioranza dei casi, la necessità di doversi spostare in altre strutture sanitarie, spesso lontane chilometri con i comprensibili disagi specialmente per una utenza in età avanzata, o rivolgersi a strutture private talvolta fuori regione.

incontro_coletto-2-325x244

L’intervento di Anna Menghi

Appassionato e competente l’intervento di Anna Menghi, candidata alla Regione Marche nelle liste della Lega:
«In vent’anni di governo di sinistra abbiamo toccato il fondo. Da combattente, in consiglio comunale, siamo riusciti a strappare il corso di Scienze Infermieristiche per Macerata che Ancona non voleva darci, in un’ottica di depauperamento del territorio. Ora ho l’opportunità di portare la battaglia per la sanità maceratese in Regione, e di questo ringrazio la Lega e l’on. Marchetti. Per capire come è stata gestita la sanità a Macerata, porto questo esempio. Abbiamo avuto un grande medico come Carlo Urbani che lavorava a Malattie Infettive. Dopo la sua scomparsa per Sars, anziché intitolargli il reparto lo hanno chiuso. Per l’emergenza Covid, sono stati costretti a riaprirlo e questo la dice lunga sull’incapacità di governo del Partito Democratico. Il Pd ha fatto carne da macello della sanità regionale, arrivando ad eliminare anche qualsiasi criterio di meritocrazia. Da combattente spero di poter dare il mio contributo in una regione davvero liberata dal pessimo governo del centrosinistra».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X