Stefano Valenti


Utente dal
2/11/2010


Totale commenti
500

  • Arresto di Maurizio Mosca, Ricotta:
    «Il centrodestra si è dimenticato di lui»

    1 - Ott 29, 2020 - 1:16 Vai al commento »
    Ma a Ricotta cosa importa dei rapporti interni alla coalizione avversaria, per di più con una presa di posizione condita di ammiccamenti?
  • «L’epidemia si diffonde rapidamente
    e la carica virale è molto più forte»

    2 - Ott 27, 2020 - 22:47 Vai al commento »
    @Giancarlo Germani Se non ci arrivi da solo, a capire dove sbagli, è inutile cercare di spiegartelo.
  • «Nostro figlio autistico di 7 anni
    ha il diritto di curarsi:
    nuovo lockdown sarebbe una tragedia»

    3 - Ott 27, 2020 - 21:00 Vai al commento »
    "Un virus con una percentuale così bassa di letalità, e per cui abbiamo anche le cure"!?!?!?
  • Assembramenti all’Helvia Recina,
    Nocelli si scusa per l’attesa

    4 - Ott 27, 2020 - 0:28 Vai al commento »
    Credo che in troppi non abbiano ancora capito i termini della situazione. Sono comportamenti tipici di un popolo con un basso livello d'istruzione e sostanzialmente infantile, che reagisce alle situazioni in termini prevalentemente emotivi.
  • Acquaroli: «Chiusure non condivise,
    ora risarcire gli operatori»

    5 - Ott 26, 2020 - 1:06 Vai al commento »
    Errori in questi cinque mesi ne hanno fatti tutti. Il governo ha sottovalutato gli effetti della riapertura delle scuole in presenza, non ha pianificato il distanziamento sui mezzi di trasporto, ha accantonato il piano Crisanti. L'opposizione tuonava contro le chiusure, ha negato l'emergenza, non ha formulato una sola proposta credibile; il suo biglietto da visita è la catastrofica gestione di entrambe le ondate in Lombardia. Almeno Acquaroli mi sembra abbia evitato polemiche inutili. Se poi la Regione ha idee diverse lo dimostri nella gestione dell'emergenza sanitaria, che è il suo campo.
  • Fiera Covid, sette nodi da sciogliere

    6 - Ott 24, 2020 - 16:16 Vai al commento »
    Sul COVID-capannone il punto è sempre stato che i soldi raccolti potevano essere utilizzati per recuperare le strutture esistenti a un costo minore; in questo modo si sarebbero potuti creare più posti letto in strutture già attrezzate e spesso integrate con gli ospedali. Invece, si è scelto di procacciare affari a un'organizzazione privata e ai suoi sodali per creare una struttura la quale, per funzionare, avrà comunque bisogno di personale pubblico distolto dagli ospedali. A pagare il prezzo di questo spreco saranno soprattutto coloro che avranno bisogno di cure, per il COVID o per altro.
  • Una app tutta maceratese
    promette di ripopolare la città
    «Rivoluzione per piccoli negozi»

    7 - Ott 11, 2020 - 0:16 Vai al commento »
    Ora si spiega l'anomalia costituita dalle lodi sperticate, in campagna elettorale, del candidato a sindaco dell'M5S Roberto Cherubini nei confronti di quello che, invece, sarebbe dovuto essere un suo avversario. Poteva il candidato a sindaco dell'M5S criticare il committente del figlio? E come ci si può aspettare che, da consigliere comunale, gli faccia opposizione? E' un conflitto di interessi grosso come una casa. Conflitto di interessi che Cherubini senior avrebbe dovuto far presente al suo partito per consentirgli di presentare un altro candidato; tanto più che una app del genere non si sviluppa certo in due settimane. Essendo stato taciuto, l'M5S maceratese, se non vuole perdere la faccia, dovrebbe quanto meno reclamare le dimissioni da consigliere comunale del suo candidato a sindaco e, in mancanza, espellerlo a passo di corsa (e, probabilmente, espellerlo a prescindere).
  • «Mascherina obbligatoria h24
    in caso di assembramenti»
    Acquaroli annuncia la nuova ordinanza

    8 - Ott 4, 2020 - 2:04 Vai al commento »
    Pragmatismo e buon senso; cose che, finora, non hanno contraddistinto la sua parte politica nella gestione dell'epidemia. Per il momento, e per quel che vale, è un buon inizio.
  • Pd, Cavallaro analizza la debacle:
    «Noi il partito delle lotte individuali,
    ma no alla rottamazione fine a se stessa»

    9 - Ott 4, 2020 - 2:11 Vai al commento »
    Sagge parole, ma saranno ascoltate in un partito in cui probabilmente la stragrande maggioranza dei quadri non ha neanche la più pallida idea di chi fu Lin Piao?
  • Bianchini: «Pd non più autosufficiente»
    Sciapichetti: «Ora persone nuove,
    Morgoni e Catena hanno diviso»

    10 - Ott 4, 2020 - 2:49 Vai al commento »
    Bianchini dice che la legge elettorale "penalizza i territori del sud delle Marche", ma questo non è vero. Li penalizzavano le leggi elettorali precedenti, e infatti succedeva che in provincia di Macerata fossero eletti meno consiglieri di quelli assegnati, a vantaggio generalmente della provincia di Ancona. La legge attuale corregge questa stortura, anche se ne crea altre, come quella segnalata da lui: Italia Viva con il 3,2 per cento non ottiene seggi, mentre la lista di +Europa e Verdi (RinasciMarche), che pure fa parte della stessa coalizione, con il 2,8 per cento ottiene un seggio. E' una piccola distorsione tecnica che, volendo, si può correggere. Ma che dire, allora, del fatto che la clausola di sbarramento vale solo per le coalizioni? Questa volta RinasciMarche (+Europa e Verdi) ha avuto il 2,8 per cento e un seggio, mentre se anche Dipende da Noi avesse ottenuto il 4,9 per cento non avrebbe comunque eletto consiglieri. Se faccio parte della coalizione vincente basta anche il 2 per cento circa dei voti per entrare in Consiglio; se mi presento da solo, invece, per avere un seggio devo arrivare al 5 per cento. Certo, così s'incentivano i partiti a superare le loro differenze e a formare coalizioni invece di frammentarsi, ma questo non può comportare che allo stesso voto sia dato un peso tanto diverso; questa è una stortura ben maggiore di quella nominata da Bianchini. I problemi della legge elettorale regionale sono due: premio di maggioranza spropositato (anche se stavolta non è stato un problema, visto che Acquaroli ha avuto ben il 49,1 per cento) e mancanza del voto disgiunto, che restringe le scelte per i cittadini. Alla coalizione vincente basta il 34 per cento dei voti per avere la maggioranza assoluta in Consiglio, e le basta il 40 per cento per avere addirittura il 60 per cento dei seggi (63 per cento compreso il Presidente). In questo modo le elezioni diventano un terno al lotto in cui la coalizione vincente può spadroneggiare anche se tutt'altro che maggioritaria. Quanto a Sciapichetti: non conosco i retroscena ma, visto che è stato assessore regionale, la colpa della sconfitta dovrebbe darla innanzitutto alla giunta Ceriscioli di cui ha fatto parte e a sé stesso, invece di prendersela con altri.
  • Cherubini sul report di Legambiente:
    «I dati sull’aria di Macerata sono falsati,
    c’è solo una centralina in campagna»

    11 - Ott 4, 2020 - 4:01 Vai al commento »
    Il rapporto della Legambiente non è accademico; parla solo di "dati ufficiali" ma non specifica la fonte dei dati analizzati, che quindi non possono essere analizzati. Inoltre, non ci sono dettagli sui criteri delle pagelle: perché 5, 8, 9, 7? In queste condizioni i numeri sembrerebbero sparati a caso e, in mancanza di informazioni aggiuntive, il rapporto è, come spesso accade in questi casi (pensiamo alle famigerate indagini sulla "qualità della vita") inattendibile. Il fatto che a Macerata ci sia una sola centralina in una zona relativamente poco trafficata può falsare il giudizio, ma non necessariamente la posizione di Macerata nella graduatoria. Perché? Perché forse a Macerata hanno fatto i furbi, ma che ne sappiamo che non l'abbiano fatto anche negli altri capoluoghi di provincia? Stupisce, però, è che Cherubini sembri ancora in campagna elettorale contro l'amministrazione precedente. Dal 21 settembre c'è un nuovo sindaco e, a parte il fatto che, in futuro, per le lamentele ci si potrà rivolgere a lui, nell'intervista che egli ha rilasciato ((https://www.cronachemaceratesi.it/2020/09/29/parcaroli-primi-passi-da-sindaco-piazza-e-parcheggi-si-cambia-un-polo-formativo-allex-manicomio/1451947/) di idee per ridurre l'inquinamento non c'è proprio traccia. O per questo bastano le fioriere? Anzi: "vedremo di recuperare qualche spazio per i parcheggi, studieremo nuove formule di accesso...penso a soste veloci per Corso Cairoli e Corso Cavour". Quindi: avanti con il traffico privato, altro che mobilità dolce etc. etc. Niente neanche sul consumo di suolo che tanto preoccupava (a ragione) il candidato a sindaco dell'M5S. Su questo Cherubini ha qualcosa da dire oppure non gli è ancora passato il torcicollo che, in campagna elettorale, gli faceva riservare solo critiche al centrosinistra e solo elogi alla destra? Lo stesso vale, spiace dirlo, per Giuseppe Bommarito. Cos'abbia detto la Legambiente sulle centrali a biogas, sulla questione specifica è irrilevante: si chiama argomento ad personam, di per sé non ha alcuna attinenza con la valutazione del rapporto e, incidentalmente, si ritorce contro lo stesso Bommarito (ci si può aspettare un giudizio positivo su un'organizzazione ambientalista di sinistra da un sostenitore organico di una giunta comunale di destra?).
  • Conclusa la verifica dei verbali:
    Carancini avanti a Micucci di 18 voti

    12 - Set 30, 2020 - 23:59 Vai al commento »
    Che strano che in una sezione ci si sia dimenticati di trascrivere le preferenze per Carancini. Capirei se una cosa del genere avesse riguardato l'occasionale preferenza per un candidato di seconda fila di una lista minore, magari in un comune lontano dalla zona di radicamento del candidato. Ma che, in una sezione del comune di Macerata, nessuno, tra i componenti del seggio, si sia accorto che erano saltate 23 preferenze per il candidato di punta di quella città in una delle liste principali mi sembra, nella migliore delle ipotesi, un infortunio grave (spero che il presidente di quella sezione non sia più chiamato a svolgere quell'incarico). Nella peggiore delle ipotesi è una dimenticanza sospetta.
  • «Storico tifoso della Civitanovese
    ma con il cuore a Macerata»
    Il nuovo governatore oltre la politica

    13 - Ott 1, 2020 - 0:09 Vai al commento »
    Che quadretto idilliaco. Un presidente di regione tutto casa, chiesa, stadio. Si è scordato le cene fasciste, però.
  • «Mai viste processioni
    da Comune a Duomo,
    sbagliati i tempi della visita di Salvini»

    14 - Set 27, 2020 - 2:27 Vai al commento »
    Parafrasando Nenni, a fare i clericali trovi sempre uno più clericale di te che ti fa sembrare non abbastanza clericale.
  • Persi 272mila voti in 30 mesi
    Ai 5Stelle l’insuccesso dà alla testa

    15 - Set 27, 2020 - 2:19 Vai al commento »
    Magari i problemi dell'M5S, marchigiano e non solo, fossero solo quelli analizzati da Cambriani. Se fosse così, per risolverli sarebbe bastato fare alleanze e presentare candidati migliori. Il punto è che, con tutti i suoi difetti, l'M5S ha rappresentato una serie di esigenze e di bisogni che gli altri partiti avevano deliberatamente ignorato. La sua estinzione riporterebbe la politica italiana indietro di dieci anni, agli accordi sottobanco tra una vera destra e una finta sinistra che hanno cooperato per distruggere l'economia, la politica e, in definitiva, la società italiana facendo gli interessi di pochi. E' per questo motivo che in molti si aggirano su di esso come avvoltoi contando sulla sua autodistruzione, nella speranza di tornare alla situazione di prima.
  • Giunta Parcaroli, c’è posto per otto
    Nella Lega sicuri Andrea Marchiori
    e Luciani per la presidenza dell’assise

    16 - Set 26, 2020 - 0:00 Vai al commento »
    Le chiavi della città vengono consegnate dalle autorità cittadine a ospiti illustri. Non da un gruppo di commercianti (che rappresentano solo sé stessi) alle autorità cittadine...
  • Cherubini rinnova la stima per Parcaroli:
    «Porterà quell’ascolto assente fino ad oggi»

    17 - Set 25, 2020 - 1:30 Vai al commento »
    Qualche tempo fa avevo detto che, con queste continue dichiarazioni di apprezzamento nei confronti della destra maceratese, Cherubini si caratterizzava non come il candidato dell'M5S, ma come un indipendente di destra. Ammetto di essermi sbagliato: a qualificarlo come "indipendente". Non solo Cherubini parla come un esponente di destra, ma, con queste ripetute strizzatine d'occhio, si rende anche piuttosto ridicolo. E la sua
  • «Micucci pensi alla sconfitta del Pd,
    non ha fatto nulla per Civitanova»

    18 - Set 25, 2020 - 1:45 Vai al commento »
    Micucci è stato rieletto nonostante il cattivo risultato del suo partito. Ciarapica no, quindi un po' di umiltà (e di attenzione alla grammatica) sarebbe appropriata. Per il resto, le altre affermazioni di Ciarapica sono imbarazzanti. Un consigliere regionale rappresenta anche chi non è di Civitanova, e il compito di una giunta regionale non è quello di favorire i comuni politicamente allineati.
  • Riccio: «Una sconfitta che insegna»
    Fiordomo: «Peccato per quei 200,
    volevano votarmi ma si sono sbagliati»

    19 - Set 23, 2020 - 22:06 Vai al commento »
    La legge elettorale regionale è ingiusta, ma perché non permette il voto disgiunto e basta fra il 34 e il 40 per cento dei voti per avere un'ampia maggioranza assoluta. L'ha fatta il centrosinistra a suo uso e consumo, per consentirgli di governare con la maggioranza relativa e tagliare le gambe ad altre liste di sinistra concorrenti. Il meccanismo di cui si lamenta Fiordomo serve, invece a impedire quel che succedeva prima, con le province più piccole che ottenevano meno consiglieri di quelli che corrispondevano alla loro popolazione. Non ci si può lamentare della legge elettorale solo "pro (fior)domo sua".
  • «Miliozzi è lì per un assessorato,
    le letterine le scriva al suo Babbo Natale»

    20 - Set 16, 2020 - 22:44 Vai al commento »
    A giudicare dalla reazione di Cherubini, si direbbe che la lingua batte dove il dente duole.
  • Elly Schlein porta in piazza la sinistra:
    clima, lavoro, povertà e stop all’odio
    «Emigrazione problema enorme»

    21 - Set 14, 2020 - 22:02 Vai al commento »
    Tutte giuste le cose che dice Elly Schlein. Peccato che il centrosinistra, nelle Marche, abbia fatto, e intenda fare, l'esatto contrario. Soldi per il terremoto dirottati verso zone che non erano state colpite, sanità pubblica smantellata a favore di quella privata, una bella indigestione di appalti per nuovi ospedali da costruire mentre si chiudono quelli esistenti, spesso nuovi o seminuovi, con annesse colate di cemento (altro che transizione ecologica!), consulenze e incarichi regalati a compagni di partito. Quando si va a parlare in situazioni che non si conoscono si rischia di rendersi ridicoli. Non credo che la destra farà qualcosa di diverso e probabilmente farà anche peggio; ma troppo spesso il centrosinistra con i suoi comportamenti ha tradito i princìpi che sbandierava, di sinistra ha avuto solo il nome, e per questo motivo esso non è più credibile.
  • Il confronto continua a distanza (Video)
    Cherubini risponde a Ricotta:
    «Nessun inciucio col centrodestra»

    22 - Set 14, 2020 - 22:09 Vai al commento »
    Che Cherubini fosse lontano dal centrosinistra s'era capito. Che lo sia anche dalla destra, mica tanto. Persino quando vuole ribadire la sua equidistanza da ll'uno e dall'altra non riesce a trattenersi dall'elogiare il candidato della destra. Uno strano concetto di equidistanza.
  • A Macerata con la viceministra Ascani
    A Civitanova con Bruno Tabacci
    Mangialardi a raffica sugli avversari

    23 - Set 12, 2020 - 7:46 Vai al commento »
    Delle due l'una. O Mangialardi ha scelto di suicidarsi elettoralmente, puntando sulla presunzione ("siamo eccellenti"), sull'arroganza ("inutile il voto a M5S e a Dipende da Noi") e sull'intimidazione (quando allude al fatto che il governo userebbe due pesi e due misure a seconda che le regioni siano governate dagli amici o dai nemici). Oppure la sintesi giornalistica delle sue parole non è fedele e punta a far apparire il candidato del centrosinistra nella peggior luce possibile.
  • Cherubini porta a Macerata i big 5 stelle:
    arrivano Di Maio, Taverna e Castaldo

    24 - Set 9, 2020 - 21:22 Vai al commento »
    @Piergiovanni Castellucci Mi fa piacere che lei abbia ammesso di essersi sbagliato. Poi, vabbè, è chiaro che la pensiamo diversamente.
    25 - Set 8, 2020 - 23:28 Vai al commento »
    @Piergiovanni Castellucci Non è vero che a Pomigliano d'Arco i percettori del reddito di cittadinanza siano dodicimila. Sono milletrecento, dodicimila sono quelli dell'intera area, che ha 209 mila abitanti. Fonte: Radio 24, niente meno. Bisogna essere un po' tonti per bersi credere che il reddito di cittadinanza vada addirittura al trenta per cento della popolazione di una città, bambini, pensionati e occupati compresi. https://twitter.com/alinomilan/status/1191657862164045825 https://www.valigiablu.it/reddito-cittadinanza-pomigliano-ministero-fact-checking/ https://napoli.fanpage.it/reddito-di-cittadinanza-non-e-vero-che-a-pomigliano-darco-lo-percepiscono-12mila-residenti/
  • E’ morta la professoressa Nardi
    «Sapeva far amare il francese»

    26 - Set 8, 2020 - 0:28 Vai al commento »
    Una triste notizia.
  • Ospedali chiusi e liste d’attesa,
    la Lega chiede “Sanità per tutti”

    27 - Set 6, 2020 - 2:02 Vai al commento »
    @Monica Malizia Giusto per sapere: quale candidato?
    28 - Set 5, 2020 - 22:29 Vai al commento »
    Nelle regioni in cui ha governato la Lega la sanità è stata privatizzata. Nelle Marche promette di fare il contrario, di invertire la rotta rispetto a quanto fatto da Ceriscioli. Al tempo stesso, è d'accordo con il centrosinistra sulla necessità di spendere 230 milioni per realizzare un nuovo ospedale. Dove troverà i soldi?
  • «Parcaroli avanti? Nei suoi sogni»
    Ricotta ribatte con un altro sondaggio:
    «E’ un testa a testa, noi in crescita»

    29 - Set 4, 2020 - 20:34 Vai al commento »
    Sul sito ufficiale www.sondaggipoliticoelettorali.it, salvo errori, non ho trovato sondaggi per le comunali di Macerata, né questo né l'altro commissionato da Parcaroli. Forse sono sondaggi riservati. Chissà quanto saranno costati, questi sondaggi (e chi li avrà pagati)?
  • Sondaggio commissionato da Parcaroli:
    «Siamo 7 punti avanti al centrosinistra»

    30 - Set 5, 2020 - 22:35 Vai al commento »
    @Giuseppe Santoni In realtà, se il campione è rappresentativo (cioè, se il sondaggio è stato condotto professionalmente), un campione di 522 elettori su 42 mila abitanti è molto grande, tanto più se si considera che gli elettori sono ancora di meno. A me colpiscono il 38 per cento di indecisi a tre settimane dalle elezioni e la stabilità delle indicazioni di voto rispetto alla fine di luglio. Credo che questo dimostri che i maceratesi sono perplessi, che ritengono i candidati a sindaco poco convincenti.
    31 - Set 5, 2020 - 17:38 Vai al commento »
    Nel frattempo il sondaggio commissionato da Parcaroli è stato pubblicato sul sito ufficiale www.sondaggipoliticoelettorali.it (quello di Ricotta, salvo errori, no). Considerati i risultati non entusiasmanti della giunta uscente la destra dovrebbe avere la vittoria in tasca; tanto più che, alle europee del 2019, a Macerata la destra aveva ottenuto il 51,4 per cento e alle elezioni del 2018, per la Camera, il 40,0 per cento (ma con l'M5S al 28,5 per cento). Tutto considerato, il 40 per cento del sondaggio non è esaltante.
    32 - Set 4, 2020 - 20:31 Vai al commento »
    Sul sito ufficiale www.sondaggipoliticoelettorali.it, salvo errori, non ho trovato sondaggi per le comunali di Macerata, né questo né l'altro commissionato da Ricotta.
  • Magdi Allam a Macerata
    porta il suo “Stop Islam”
    «E’ incompatibile con il nostro diritto»

    33 - Set 4, 2020 - 16:54 Vai al commento »
    Anche in me l'islam suscita perplessità, ma dalla critica a una religione ad alimentare il pregiudizio verso chi la professa è un attimo. Lo sterminio degli ebrei nacque anche da secoli di propaganda antiebraica che aveva toni simili a quelli di Allam contro l'islam. In quasi tutte le religioni e in quasi tutte le ideologie ci sono valori nobili e importanti, ma c'è anche un potenziale di intolleranza e di fanatismo; compreso il cristianesimo, e il cattolicesimo in particolare. Allam fa, letteralmente, di ogni erba un fascio. Finché certi argomenti restano confinati nell'ambito della discussione accademica è un conto, ma è grave che essi siano adottati da un partito come programma politico. Ciò che di discutibile c'è nell'islam si contrasta con leggi che ostacolano l'intolleranza e la prevaricazione, tutelando i diritti individuali, affermando il valore della laicità dello stato e proteggendo lo spazio pubblico da qualunque religione e ideologia cerchi di impossessarsene per dare sfogo alla smania di potere dei suoi esponenti, non fomentando l'ostilità o il senso di superiorità di una religione verso l'altra. Agli aspetti dell'islam incompatibili con quelli che oggi consideriamo valori irrinunciabili del nostro vivere civile non si devono fare sconti, ma questo vale per tutti. Si puniscono gli atti e i comportamenti concreti, non le intenzioni, vere o presunte tali. Anche il paragone con l'editto di Caracalla è azzardato e strumentale. Ascoltatevi i podcast delle conferenze del professor Barbero e ne capirete il perché. Molti barbari erano romanizzati, volevano esserlo e lo divennero; parecchi di loro furono tra i più strenui difensori dell'Impero Romano: come soldati, come condottieri, come uomini politici. Molti stranieri e figli di stranieri da tempo vivono tra noi e con noi; sempre di più sono nati e cresciuti in Italia, sono andati a scuola qui, parlano italiano, sono parte della società italiana. Vogliono, come la gran parte di noi e la gran parte delle persone al mondo, vivere tranquilli, pienamente liberi di sviluppare al meglio la loro personalità e i loro talenti: lavorare, farsi una famiglia, godere delle opportunità e delle libertà che offre un paese in cui non si è perseguitati (o, meglio, non lo si è più, perché nella storia del nostro paese c'è anche il fascismo) per le proprie opinioni, per la propria fede religiosa o per la propria etnia. E' irrazionale e ingiusto negare loro la cittadinanza sulla base di un pregiudizio, mentre è equo e ragionevole studiare adeguate modalità con cui essi possono diventare cittadini italiani, consapevoli dei princìpi su cui si regge il nostro vivere civile. Dovremmo anzi essere orgogliosi del fatto che persone di origine straniera sentano un legame talmente forte con l'Italia da sentirsi italiani e da voler essere riconosciuti come tali per partecipare dello sviluppo del paese che essi ormai sentono come anche il loro paese, anche la loro casa. Abbiamo dimenticato che anche noi italiani siamo stati vittime di atteggiamenti simili, da emigrati: negli Stati Uniti, in Francia, in Svizzera, in Germania, in Belgio, in Sudamerica, in Australia. Non eravamo ben accolti, siamo stati anche noi bersaglio degli stessi pregiudizi. Venivamo descritti come delinquenti, straccioni, ignoranti, primitivi, violenti; dicevano che non ci saremmo mai integrati, che, in quanto cattolici, la nostra fede religiosa era intollerante e incompatibile con i valori civili del paese in cui andavamo a vivere (questo soprattutto negli Stati Uniti, perché il cattolicesimo dell'epoca, sia chiaro, era così). Oggi, in tutti questi paesi, i discendenti di quegli italiani hanno fatto carriera: nella politica, nella scienza, nella cultura, nell'economia. E' già così anche per molti italiani di origine straniera; innanzitutto nello sport, in cui si diventa famosi da giovani, e lo sarà sempre di più anche in altri ambiti; che fondano aziende, che creano posti di lavoro, che pagano le tasse e i contributi. Che stanno diventando i nostri vicini di casa, i nostri colleghi, forse non i nostri amici ma sempre di più gli amici e i compagni di scuola dei nostri figli, persino i nostri fidanzati, i nostri mariti e le nostre mogli. Cosa vogliamo fare di queste persone?
  • «Meno medici, niente primari
    e nessun macchinario nuovo:
    così si fa morire un ospedale»

    34 - Set 4, 2020 - 17:08 Vai al commento »
    Ci sono le elezioni regionali, è questo il momento di fare le scelte giuste per impedire che questa situazione peggiori.
  • San Giuliano, l’omelia è politica:
    «Caro futuro sindaco,
    sarò un vescovo scomodo» (FOTO)

    35 - Ago 31, 2020 - 23:41 Vai al commento »
    "Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell'occhio tuo c'è la trave? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello." Mt. 7, 1-5.
  • Otto candidati a confronto
    Tutti contro tutti

    36 - Ago 31, 2020 - 18:57 Vai al commento »
    Sulla sanità Acquaroli dice di non voler privatizzare, di essere contrario agli ospedali unici. Ma quella della destra italiana è una storia di stretti legami con il mondo delle cliniche private. Il re delle cliniche laziali Angelucci è senatore di Forza Italia. La Lombardia da sempre governata dalla destra è quella in cui la sanità privata è stata più avvantaggiata. Il berlusconiano Formigoni, Presidente della Regione Lombardia per diciotto anni, è stato condannato proprio per i vantaggi procurati alle cliniche private, dal San Raffaele di Don Verzè, amicone di Berlusconi, alla Maugeri. Maroni e la Iannini (moglie di Vespa e legata a Berlusconi) sono nel Consiglio d'Amministrazione del Gruppo San Donato. Qui nelle Marche, la destra ha sostenuto lo spreco di denaro privato, ma anche pubblico, del capannone Covid di Civitanova e voluto da Ceriscioli a vantaggio dell'Ordine dei Cavalieri di Malta. A Macerata vuole la costruzione del nuovo ospedale. I soldi sono pochi: o li si spende per costruire nuovi ospedali, o li si spende per recuperare quelli esistenti dotandoli di nuove attrezzature e per assumere personale medico e infermieristico, in modo da ridurre le liste d'attesa. Il centrosinistra ha privatizzato oltre la decenza, al punto che esponenti del PD sono diventati consulenti di gruppi sanitari privati. Come si può credere che Acquaroli farà il contrario?
  • Sondaggio Sole 24 ore:
    il centrodestra sfonda il 50%
    Salgono a 16 i punti di vantaggio

    37 - Ago 30, 2020 - 23:47 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini Il totale è maggiore di cento perché non è corretto sommare le percentuali dei vari candidati, gli indecisi e chi dichiara che si asterrà. Indecisi e astensioni sono calcolati in percentuale sul totale degli aventi diritto al voto, mentre le percentuali dei candidati e delle liste sono calcolate sul totale di chi dichiara che andrà a votare ed esprime un'intenzione di voto; quindi, al netto di indecisi e astenuti.
  • Il voto disgiunto di Micarelli
    fa infuriare altre quattro forze politiche

    38 - Ago 29, 2020 - 19:36 Vai al commento »
    Non sono in condizioni di giudicare le intenzioni e la coerenza di Micarelli, ma perché tutto questo strillare da verginelle scandalizzate? Italia Viva è un partito guidato da un leader che della sfacciata e proterva protezione degli interessi dei suoi amici ha fatto una scienza, che anticipava a De Benedetti i provvedimenti del governo per farlo speculare in Borsa, altro che "la politica è una cosa bella e seria". Macerata Bene Comune ha ridotto la sinistra maceratese a comitato elettorale della Monteverde, candidata della sinistra e dell'ultraliberista Bonino a seconda delle occasioni e delle convenienze, e dei suoi sostenitori. Il suo nome lo mette dappertutto, come il prezzemolo, di qualunque cosa si parli. In compenso, tutte le volte che essa dovrebbe esprimere una posizione di sinistra, sta zitta o dice esattamente le stesse cose dei suoi alleati più moderati. Potere al Popolo è tanto rivoluzionaria, fino al velleitarismo, a livello nazionale, quanto bonaria e bucolica a livello locale. Da chi provengono queste lezioni di coerenza e di alta politica? Presentare una lista con l'intenzione di proteggere i legittimi interessi di una categoria sociale è certo discutibile, ma dove sono questi paladini dell'interesse generale? Ci sarà pure un motivo se una porzione rilevante di una categoria professionale non si è rivolta a nessuno degli altri candidati. Quando i partiti sono gruppi chiusi e autoreferenziali chi ne è fuori si sceglie i suoi obiettivi politici: presentare un candidato a sindaco con motivazioni solo tecniche per decidere di incidere in altro modo sulle decisioni politiche è un obiettivo politico come un altro. Se poi l'accusa a Micarelli è quella di puntare solo a farsi eleggere, c'è un modo molto semplice per smontarla: promettere che, se sarà l'unico eletto della sua lista, si dimetterà per far subentrare il più votato tra i candidati al Consiglio.
  • Salvini tra cacciatori e pescatori:
    «Si finisce nei guai per una rete in mare
    più che per 2 etti di hashish»

    39 - Ago 29, 2020 - 15:57 Vai al commento »
    Affidiamo la promozione turistica delle Marche a due autorevoli esponenti della Lega, il senatore Pazzaglini e il pistolero Traini.
  • «D’Alessandro e Monteverde
    Questa sarebbe stata la partita»

    40 - Ago 29, 2020 - 17:22 Vai al commento »
    Boldrini ha una parola buona per (quasi) tutti: per la D'Alessandro (sua ex allieva, sulle sue qualità garantisce lui) e per la Monteverde, per Parcaroli e per Cherubini, per Mandrelli e per Carancini; e anche per Ricotta, in fondo, un'affettuosa carezza, perché "è furbo, ma va bene". "Nihil nisi bonum" per tutti e, se necessario, meglio rimangiarsi le critiche. Una bella leccatina a trecentossessanta gradi, giusto per tenersi buoni tutti, non si sa mai. Il calcione nel sedere è riservato a Ciaffi, ora che, guarda caso, non gioca più un ruolo politico di primo piano, dipinto, a torto e ingiustamente, solo come un meschino gestore di clientele, che sarebbe il suo unico (si fa per dire) merito.
  • Infrastrutture, Ciarapica vs Mangialardi:
    «La sinistra promette e non fa da 25 anni»

    41 - Ago 28, 2020 - 0:07 Vai al commento »
    "Agevolare il collegamento tra mare e montagna"? Perché, la superstrada che porta in un'ora da Civitanova a Foligno cos'è?
  • Micarelli si appella al voto disgiunto
    «Scegliete un altro candidato sindaco
    con preferenza alla nostra lista»

    42 - Ago 28, 2020 - 0:32 Vai al commento »
    Molte cose che dice Micarelli mi lasciano perplesso, ma è paradossale che le parole più ragionevoli siano di un candidato che dice "mi sono candidato a sindaco solo perché altrimenti la lista non si sarebbe potuta presentare per il Consiglio Comunale, ma non sono adatto a fare il sindaco". Come se gli altri candidati lo fossero. Questo è l'Effetto Dunning-Kruger all'opera!
  • Mancini promuove la “sua” sinistra etica
    «Destra razzista pericolo per democrazia,
    dall’altra parte politica dell’abbandono»

    43 - Ago 28, 2020 - 0:19 Vai al commento »
    @Giuseppe Vallesi Che questa destra italiana sia fascista e razzista è un dato di fatto, non un'invenzione. E' infarcita di persone del genere, nelle Marche e fuori dalle Marche, a meno che non vogliamo credere alle fandonie di Acquaroli sulla cena di Acquasanta Terme. Dovrebbe bastare per considerare invotabile questa destra, ma non basta: perché non può essere un alibi; però queste sono le cose che, secondo me, pensa e dice anche Mancini. Si potrà contestare nel merito le sue posizioni, com'è legittimo: non è mica obbligatorio essere di sinistra. Si potrà discutere se quella che ha scelto sia un'opzione efficace, ma Mancini di certo ne è consapevole. @Augusto Andreoli: c'è anche un'altra opzione, in cui qualificarsi come "sinistra etica" significa sostenere di essere una sinistra che non perde di vista i suoi valori in contrapposizione a una sinistra che questo, invece, l'ha fatto, che ha interpretato il governo come cinica gestione del potere.
  • «Punto al ballottaggio,
    se non ce la faremo
    sarà tutto il gruppo a scegliere cosa fare»

    44 - Ago 29, 2020 - 17:00 Vai al commento »
    Cherubini dice diverse cose condivisibili e ragionevoli ma, lui che vuole frenare al consumo di suolo, schiva la domanda sul nuovo ospedale, che comporterebbe non una colata, ma un diluvio di cemento. Alzi la mano chi ha capito se egli è a favore o contro; del resto, l'M5S si è astenuto sulla relativa variante al piano regolatore. Salta all'occhio anche la differenza fra le aspre critiche al centrosinistra e i toni amichevoli nei confronti della destra. Prima non criticava Parcaroli perché non si sapeva il programma; ora il programma si sa, ma per Parcaroli ci sono solo lodi. Certo, la coalizione che sostiene Parcaroli "è lontana" dalle posizioni di Cherubini: ma mica giudica dalle appartenenze, lui! Non è mica come "una certa sinistra radical chic maceratese" (invece i modelli della destra maceratese, com'è noto, sono Churchill, de Gaulle e Eisenhower): è una questione di "educazione". A Cherubini sembra dispiaccia di non poter sostenere Parcaroli e, ogni volta che parla, non fa che confermare quest'impressione. Non è la prima e, come diceva Agatha Christie, "un indizio è un indizio, due indizi fanno una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova". Difficile presentarsi come un'alternativa credibile per gli scontenti di sinistra ma (loro sì!) lontani dalla destra. Gli elettori di sinistra hanno ingoiato tanti rospi, ma questo non significa che siano proprio tonti: visto da sinistra Cherubini sembra più un indipendente di destra che un candidato equidistante. La smania di manifestare il suo apprezzamento per Parcaroli farà sicuramente perdere qualche voto a Cherubini a sinistra; chissà se gliene farà guadagnare abbastanza a destra. Per compensare c'è la strizzatina d'occhio a Mancini, e per cosa? Per le critiche al PD, guarda caso, mentre Mancini non è meno critico nei confronti della destra, che definisce (senza mezzi termini, e a ragione) "razzista". Infine, nelle liste a sostegno della sua candidatura non c'è traccia di veri indipendenti di prestigio ma estranei ai soliti giri. Dove sono gli equivalenti maceratesi dei Giuseppe Conte, dei Sergio Costa, delle personalità che nel 2018 l'M5S candidò per accreditarsi come un partito di governo credibile, che voleva dare spazio a competenze trascurate dalla politica? A me sembrano piuttosto le liste dei compagnucci della parrocchietta.
  • Parcaroli all’attacco con i suoi 31 civici:
    «Siamo la fine del loro potere
    Per questo ci combattono»

    45 - Ago 27, 2020 - 23:58 Vai al commento »
    @Franco Pavoni forse crede di "épater les bourgeois" sparacchiando citazioni estrapolate dal loro contesto. Lo rimando agli articoli e alle interviste che ho linkato, soprattutto a quella del professor Sofri (Gianni, non Adriano). Legga, studi e ascolti. PS Per Coltorti. Io "fascista rosso"? Detto da te, "fascista nero", la cosa importa poco. Io, però, non sono mai andato in giro a sparare a nessuno. A differenza di Traini. Del Traini leghista e candidato leghista.
    46 - Ago 27, 2020 - 23:51 Vai al commento »
    @Renato Coltorti Cos'è che trovi difficile da capire? Che Gandhi, con la destra, soprattutto quella fascioleghista italiana di oggi, non ha niente a che vedere? Che la destra farebbe bene a lasciarlo stare perché i valori di Gandhi sono l'antitesi delle sue posizioni? Non c'è niente di rozzo in questo ragionamento. Certo, se si hanno simpatie fasciste ci si contorce e ci si arrampica sugli specchi, come fai tu (e come fece anche la vedova di Mussolini, che s'inventò di sana pianta un inesistente invito di Mussolini a Gandhi a Villa Torlonia). Si riciccia la banalità di sempre: Mussolini avrebbe fatto anche cose buone (soprattutto in ambito sociale, nientemeno) e questo l'avrebbero riconosciuto anche personaggi insospettabili, tranne la cattiva sinistra italiana. Certo che la citazione della lettera è autentica, caro il mio nostalgico. E chi l'ha mai contestato? Ma la estrapoli dal contesto: non conteneva un giudizio politico e non era il frutto di un'analisi politica, fu scritta quando Gandhi non conosceva la realtà italiana; all'epoca Gandhi aveva ben altro di cui occuparsi. Gandhi non trasse, da quella visita, un'impressione favorevole di Mussolini: ne rimase sconcertato e gli era chiaro che fosse un tiranno (cosa che ai fascistoidi come te non è chiara, o forse sì, ed è per questo che vi piace). Gandhi era già un avversario dichiarato del regime fascista poco tempo dopo. L'errore di Gandhi di dare giudizi su una situazione che non capiva (càpita anche ai grandi); fu quello di fidarsi dei fascisti, della buona fede altrui: la sua filosofia era quella, di cercare sempre il bene negli altri, mentre quella dei fascisti è quella di imporsi con la violenza e con l'assassinio, vantandosene pure. E' sempre stato così e così sarà sempre.
    47 - Ago 26, 2020 - 22:54 Vai al commento »
    @Renato Coltorti il fascistume non lo vede perché, evidentemente, ha gli occhi bendati di nero e ce li ha sempre avuti. Ce li ha talmente bendati di nero che vorrebbe darci a bere che Gandhi fosse un estimatore di Mussolini: cosa ridicola per chiunque abbia un'idea, seppure vaga, delle idee di Gandhi; cioè, ridicola per tutti, tranne che per Renato Coltorti. E non rispondente al vero. Certo, con Traini non può neanche provarci: che Traini sia stato candidato per la Lega è un dato di fatto incontestabile. Gandhi non era affatto un estimatore né di Mussolini, né del fascismo: al contrario. E come avrebbe potuto esserlo? Qualunque cosa si possa pensare di Gandhi, egli era un fautore della non violenza, della democrazia e delle tolleranza: l'esatto opposto del fascismo, che propugnava il razzismo, esaltava la violenza e faceva assassinare i suoi oppositori. La visita di Gandhi a Roma fu un errore, causato dalla sua filosofia e dalla sua scarsa conoscenza delle cose italiane; un errore dal quale il suo amico Rolland cercò di dissuaderlo, rimpiangendo, in seguito, di non essersi imposto. Del resto, anche nel 1931 il fascismo cercò di annettersi Gandhi: il "Giornale d'Italia" s'inventò un'intervista a Gandhi che egli non aveva mai rilasciato. Niente di nuovo sotto il sole. http://www.radioradicale.it/scheda/422590/la-giornata-mondiale-della-nonviolenza-gandhi-mussolini-e-il-vaticano-ricostruzione https://www.sundayguardianlive.com/opinion/mussolini-used-tagore-gandhi https://www.ibtimes.com/mussolini-gandhi-strange-bedfellows-214200 http://www.satyagrahafoundation.org/the-mahatma-il-duce-and-the-crucifix-gandhis-brief-encounter-with-mussolini-and-its-consequences/
    48 - Ago 25, 2020 - 23:41 Vai al commento »
    Citato da un candidato sindaco sostenuto dal più retrogrado fascistume di Macerata e dal partito del pistolero razzista, Gandhi si starà rivoltando nella tomba.
  • «Taglio dei parlamentari? Non così
    Serve una seria riforma istituzionale»

    49 - Ago 26, 2020 - 0:13 Vai al commento »
    @Massimo Bellagamba strilla "GROSSO MODO DE CHE?" e invita (me) a "cambiare fonti di informazione". Io invece lo invito a tornare con i ricordi alla prima elementare, quando ci veniva insegnato a non sommare le mele con le pere, perché nel confronto con gli altri paesi egli si perde per strada una delle camere. Così, si dimentica il Senato francese (348 membri), quello spagnolo (265 membri), il Consiglio Federale tedesco (69 membri, ma va considerato che i membri dei parlamenti regionali sono ben 1739, molti di più dei consiglieri regionali italiani, anche prima dei tagli), la Camera dei Lord britannica (772 membri). Tenuto conto di questo, i paesi di dimensioni paragonabili all'Italia hanno tutti, più o meno, un deputato ogni centomila abitanti e un "senatore" ogni duecentomila abitanti, come l'Italia. I numeri del parlamento italiano vanno bene così. Certo, non hanno un parlamento di nominati, a differenza dell'Italia, perché altrove i partiti funzionano un po' meglio, o anche molto meglio. Un parlamento di persone spregevoli è sempre troppo numeroso; ma resterà un parlamento di nominati, solo che sarà più facile controllarlo, perché di fedeli sciocchi basterà trovarne meno. PS A' Massimo, lasciala perdere la Svezia, non ti conviene citarla: lì c'è un deputato ogni trentamila abitanti, com'è normale in un paese più piccolo.
    50 - Ago 25, 2020 - 14:44 Vai al commento »
    Siamo già grosso modo in linea con gli altri grandi paesi europei come consistenza del parlamento. Piuttosto, a differenza degli altri paesi, abbiamo una democrazia finta in cui i parlamentari vengono nominati dall'alto. Le preferenze sono state abolite e nei partiti non c'è più democrazia interna, quindi i parlamentari sono soprattutto fedelissimi dei capi, ma mediocri e spesso disonesti. Su questo, però, non interviene nessuno. Le riforme costituzionali che sono state proposte sono state tutte peggiorative. Lo è stata la riforma del Titolo V, che ha intaccato l'unità nazionale e ha spezzettato il paese consegnandolo nelle mani delle Regioni, che hanno politici e funzionari persino peggiori di quelli nazionali. Per fortuna, le altre due, quella della destra nel 2005 e quella di Renzi nel 2016, per fortuna furono bocciate dai referendum. Io voterò no.
  • «Hotel House, c’è un’aria nuova
    Controlli e tamponi a chi entra
    E lo spaccio è quasi azzerato»

    51 - Ago 26, 2020 - 21:45 Vai al commento »
    @Piergiovanni Castellucci A me pare che siano stati presi dei provvedimenti che hanno sensibilmente migliorato la situazione; non sono stati presi da chi voleva le ruspe, non sono stati presi da chi andava a fare i comizi a Porto Recanati, non sono stati presi da chi, quand'era ministro dell'Interno, invece di lavorare e di studiare i problemi si occupava soprattutto di fare comizi (folklore? sì, certo, ma non creato da me): sono stati presi da quelli con cui ce l'ha lei e non sono gli abbattimenti che reclama lei. Certo, dal suo punto di vista sarebbe stato meglio che le cose continuassero a peggiorare, così almeno aveva il pretesto per continuare a sostenere le sue soluzioni (abbattere le case, ma quelle degli altri, naturalmente). Porti pazienza e se ne faccia una ragione.
    52 - Ago 26, 2020 - 0:56 Vai al commento »
    A @Piergiovanni Castellucci Ma a lei dispiace che non ci sia voluta la ruspa per migliorare di parecchio il problema dell'Hotel House?
    53 - Ago 25, 2020 - 13:11 Vai al commento »
    @Piergiovanni Castellucci Dopo aver fatto una filippica su cose che non c'entrano niente (cosa c'entra l'omicidio di Pamela Mastropietro con l'Hotel House), ce lo dica lei di chi è il merito. Di Salvini che voleva la ruspa e che, a quanto risulta, da Ministro dell'Interno non ha fatto niente perché era troppo impegnato a farsi i selfie e a scolarsi mojito in giro per l'Italia? Che a Porto Recanati ci è andato solo a farsi propaganda? Salvini è bravo a soffiare sul fuoco. Aveva promesso di rimpatriare centinaia di migliaia di migranti irregolari, ma ne ha rimpatriati meno dei governi precedenti.
    54 - Ago 24, 2020 - 22:07 Vai al commento »
    Allora non c'era bisogno di ruspe, ma di una Prefettura, e quindi di un Ministro dell'Interno, che si occupassero di affrontare un problema invece di andare in giro a soffiare sul fuoco.
  • «Nuovo approccio alla sanità,
    ricostruzione e infrastrutture»
    La ricetta di Acquaroli per le Marche

    55 - Ago 24, 2020 - 21:47 Vai al commento »
    In cosa l'approccio alla sanità della destra dovrebbe essere diverso da quello del centrosinistra? La destra vuole forse ridurre il ruolo dei privati?
  • Acquaroli, il programma in 10 punti
    «Incomprensibile l’attacco sul mio sito
    La presentazione era fissata per domani»

    56 - Ago 23, 2020 - 23:22 Vai al commento »
    Più che un programma è una lista di buoni propositi. Ma che Acquaroli fosse il vuoto lo si sapeva già da prima. Altrimenti non sarebbe il candidato alla Presidenza della Regione. La destra provvederà a riempirlo di contenuti dopo, il programma.
  • Salvini ai tecnici della ricostruzione:
    «Modello Genova e poteri ai sindaci»

    57 - Ago 23, 2020 - 23:28 Vai al commento »
    Poteva proporre il "modello Pazzaglini".
  • Salvini in pista allo Shada (video)
    «Attaccano sempre me
    ma sono l’unico a girare l’Italia»

    58 - Ago 22, 2020 - 20:42 Vai al commento »
    A' Salvini, parlaci del senatore Pazzaglini...
  • Comitato “No fiera Covid”,
    Costamagna: «Siamo pronti a incatenarci»

    59 - Ago 22, 2020 - 20:39 Vai al commento »
    Il Covid capannone è uno spreco di denaro pubblico deciso per avvantaggiare amici e sostenitori. Era giusto prepararsi a una ripresa dell'epidemia, ma c'era un modo più economico, più efficiente e più conforme all'interesse pubblico: investire i soldi per potenziare gli ospedali esistenti, recuperarne le parti inutilizzate e riaprire le strutture che sono state chiuse ma che, spendendo poco, potevano essere rese di nuovo funzionanti. Non si è voluto farlo, perché sia la destra, sia il cosiddetto centrosinistra, se ne fregano dell'interesse pubblico. Ci farebbero crepare tutti pur di fare gli interessi dei loro amici.
  • “Rinasci Marche” parte da Camerino
    «Discontinuità su sanità e terremoto»

    60 - Ago 21, 2020 - 21:35 Vai al commento »
    In bocca al lupo a Ronchetti.
  • Il Popolo della famiglia con Parcaroli
    Doppia candidatura per Deborah Pantana

    61 - Ago 21, 2020 - 23:26 Vai al commento »
    All'epoca dei bistrattati vecchi partiti si riteneva un errore candidarsi contemporaneamente per due cariche diverse; non solo perché si fa la figura degli arrivisti, ma perché è difficile riuscire a farsi dare la preferenza per entrambe. Così si rischia di disperdere il proprio sostegno e di fallire a entrambe le elezioni. Vedremo se la Pantana sfuggirà a questa regola.
  • Cicarè, due liste e tanti quartieri
    «Prendiamo esempio da Parigi
    Non si può pensare solo al centro»

    62 - Ago 21, 2020 - 22:53 Vai al commento »
    Il commento di Marina Santucci (che non ammette l''errore a prescindere) e la risposta di Cicarè fanno venir voglia di votarlo, Cicarè...
    63 - Ago 20, 2020 - 22:13 Vai al commento »
    E così, Cicarè "ha apprezzato la visione anche politica che il vescovo ha della città." Se questo è il candidato che ha mostrato più distacco nei confronti del vescovo, figuriamoci gli altri. A Macerata neanche la "sinistra" è laica. E cosa farsene di una "sinistra" che non è neanche laica?
  • Caos 5stelle, «via Mercorelli e il simbolo»
    Jesi chiede commissariamento dei vertici
    Conte: «Divisi sprecate un’occasione»

    64 - Ago 19, 2020 - 22:41 Vai al commento »
    @Massimo Bini La soglia di sbarramento è del cinque per cento, mi sembra difficile che l'M5S non riesca a superarla.
  • In duecento per l’addio a Edoardo
    La fede, gli amici e l’ultima videochiamata:
    «Se n’è andato un ragazzo splendido»

    65 - Ago 19, 2020 - 2:19 Vai al commento »
    Michele Abiusi è "pastore", non "sacerdote" della Chiesa Avventista. I ministri di culto della chiesa cattolica sono "sacerdoti"; quelli delle chiese protestanti ed evangeliche sono "pastori", non "sacerdoti". Che diamine, studiare un minimo no?
  • Ricotta: «Finalmente il centrodestra
    riconosce la necessità del nuovo ospedale»

    66 - Ago 19, 2020 - 0:59 Vai al commento »
    @Angela Morici Il passato era quello di cure sanitarie migliori, di ricoveri in ospedale che duravano finché non si era guariti, di visite specialistiche ed esami diagnostici fatti in tempi ragionevoli e in strutture pubbliche. Il passato era quello in cui, quando si aveva un problema di salute, ci si doveva preoccupare solo di quello, e non anche di non trovare posto in ospedale o di essere dimessi prima del tempo per essere sbattuti a casa a crepare. Destra e sinistra sono d'accordo sul nuovo ospedale, così come sono state d'accordo su quell'altro spreco indegno del COVID-capannone, perché sono coalizioni al servizio di comitati d'affari (e queste non sono le uniche questioni su cui sono state d'accordo, sia a livello locale sia a livello nazionale); per loro i soldi ci sono sempre, si trovano sempre. Guarda caso, ci sono due importanti esponenti del PD che non hanno mai lavorato in vita loro perché hanno fatto sempre politica, ma che in compenso quando dalla politica non potevano avere più niente si sono sistemati per bene come consulenti di gruppi della sanità privata. La favoletta degli oscurantisti che si oppongono al progresso valla a raccontare a qualcuno che sia abbastanza tonto da crederci.
  • La consultazione su Rousseau
    una Caporetto per i 5stelle marchigiani

    67 - Ago 19, 2020 - 2:13 Vai al commento »
    Pesaro esempio positivo per un potenziale elettore dell'M5S? L'idea di fare da stampella per uno come Ricci, già pasdaran renziano, uno tra gli esponenti più indigesti di quella nomenklatura pesarese già PCI, poi PDS, poi DS e ora PD, che della tradizione comunista ha ereditato solo il peggio, cioè l'arroganza e il cinismo, che da sempre spadroneggia in Regione e che ci ha dato i Ceriscioli e gli Ucchielli è rivoltante non solo per chi vota M5S, ma anche per molti altri, compresi molti elettori di sinistra. In tutto questo non riesco a farmi un'idea precisa della questione. Cambriani sostiene che l'M5S avrebbe potuto fare come in Liguria e che non ha voluto farlo. A quanto capisco, Maggi ci ha provato, senza successo. Colpa della dirigenza dell'M5S marchigiano? Forse: si è opposta ma nessuno (la deputata Terzoni, il senatore Fede, la deputata Emiliozzi, Mercorelli) ha spiegato bene perché. Forse Maggi avrebbe potuto avere successo se, in questi anni, l'M5S regionale avesse pungolato il PD e fosse stato capace di presentarsi come un'alternativa a esso, mentre ha dato l'impressione di esserne la quinta colonna. Il sindaco M5S di Fabriano ebbe parole di fuoco per i suoi compagni di partito in Consiglio Regionale quando la Pergolesi, di fatto, consentì l'approvazione del Piano Sanitario. Sulla legge elettorale, l'M5S nazionale dà battaglia su premi di maggioranza e voto disgiunto; ma abbiamo scoperto che all'M5S marchigiano il premio di maggioranza andava bene e sul voto disgiunto neanche una parola. Così oggi andiamo a votare con una legge elettorale che consegnerebbe alla destra un'ampia maggioranza, perché il premio di maggioranza è rimasto, e che impedisce, a chi non la vuole, un voto tattico contro di essa, come in Emilia-Romagna (PD per la Presidenza della Regione, ma solo per non far vincere la destra e senza premio di maggioranza, e M5S o Dipende da Noi per il Consiglio, per condizionare il PD a non fare le schifezze che ha fatto in questi cinque anni). Chi non vuole la destra, soprattutto questa destra, al governo della Regione, che alternative ha? Mangialardi rappresenta la continuità con Ceriscioli. L'M5S regionale (e non solo regionale) non si capisce bene cosa vuole (per esempio, sulla colata di cemento del nuovo ospedale di Macerata dovrebbe essere contrario, ma l'M5S di Macerata è mezzo favorevole). Ci sarebbe Mancini: ma è un'alternativa destinata a essere minoritaria e marginale.
  • L’ospedale provinciale finisce nel cassetto:
    33 mesi persi solo per la variante
    E la Regione non ha più margini di manovra

    68 - Ago 16, 2020 - 0:43 Vai al commento »
    Sempre per Alessandro Perri. Perché parla di Macerata come di un ospedale di II livello in alternativa a Fermo o a Pesaro? Il Piano Sanitario Regionale di ospedali di II livello ne individua uno solo: quello di Ancona. Non c'è, inoltre, alcuna rivalità tra Macerata e Fermo: entrambi sono individuati come ospedali di I livello. Inoltre, il Piano prevede la realizzazione, nelle Marche, di ben sette nuovi ospedali, una vera scorpacciata di cemento. Ma prevede anche che, "per quanto riguarda la costruzione di nuove strutture ospedaliere è da prevedere, inoltre, la predisposizione di un’accurata analisi costi/benefici, da sottoporre al vaglio della Commissione assembleare competente, sulla costruzione/ammodernamento/manutenzione delle strutture sanitarie regionali prima di avviare l’iter di nuove costruzioni." E questo è uno dei punti: è stata proprio fatta, quest'analisi costi/benefici?
    69 - Ago 15, 2020 - 22:28 Vai al commento »
    @Alessandro Perri: "Abbiate la decenza di informarvi su come deve essere una rete sanitaria prima di parlare." Negli ultimi tre anni ho avuto due parenti deceduti: il primo è stato buttato fuori dall'ospedale in fretta e furia senza essersi pienamente rimesso (ed è morto una settimana dopo), per la seconda, il medico ha dovuto litigare per farla ricoverare; dopo il ricovero, si è accertato che aveva un tumore. Tutte le visite specialistiche e gli esami diagnostici che ho dovuto fare li ho fatti a pagamento: non solo io, ma anche i miei familiari. E, l'ultima volta che ho dovuto portare mia madre al pronto soccorso, ha dovuto fare due ore di attesa. Che dici, posso parlare oppure "non ho abbastanza decenza"? Ci viene sempre detto che non abbiamo abbastanza posti letto negli ospedali o che non ci sono abbastanza soldi per assumere medici e infermieri in numero adeguato, o per acquistare le attrezzature che servono. Però, per costruire un nuovo ospedale, quando quelli che ci sono sono stati chiusi o vengono sottoutilizzati perché i soldi non sono mai abbastanza e bisogna risparmiare, non ci sono problemi a trovare 230 milioni. Quindi, la mia impressione è che, per certuni, i soldi si trovano sempre.
    70 - Ago 15, 2020 - 14:16 Vai al commento »
    @Giovanna Capodarca-Agostinelli I candidati alla Presidenza della Regione, com'è scritto nell'articolo, fanno finta di niente. Circa i candidati a sindaco di Macerata, stupisce che quello dell'M5S sia possibilista; Strada Comune (che comprende anche Potere al Popolo), da me interrogata sull'argomento via Facebook, ha risposto che il nuovo ospedale unico provinciale non è argomento di campagna elettorale (traduzione: non sono contrari neanche loro). In tutta Italia M5S e sinistra si oppongono alla costruzione di nuovi ospedali laddove si potrebbero migliorare gli ospedali esistenti, non ancora fatiscenti, e puntano agli investimenti sulle prestazioni, invece che sulle costruzioni, che costano tanto e vanno a vantaggio di pochi. In tutta Italia, tranne che a Macerata. Queste reticenze su una questione importante, una vera pietra di paragone proprio per quei partiti e movimenti che, a parole, dovrebbero sostenere un modello di sviluppo non basato sulle "grandi opere" inutili (a che serve spendere una gran quantità di soldi per un nuovo grande ospedale, se poi si devono aspettare anni per una normale visita specialistica o per un intervento di routine perché manca il personale?), mi fa pensare che ci sia la paura di opporsi a un progetto caldeggiato dal Partito Unico degli Affari.
    71 - Ago 15, 2020 - 0:46 Vai al commento »
    Un articolo tendenzioso, completamente sbilanciato a favore di un progetto deleterio come quello dell'ospedale unico provinciale. Il fatto che sia Mangialardi, sia Acquaroli facciano gli gnorri o facciano affermazioni contraddittorie non significa affatto che questo sciagurato progetto sia stato accantonato: anzi, è più probabile che entrambi pensino di proseguire ma stiano cercando di lasciarsi le mani libere. Anche nel 2018 tutti e tre i principali candidati alla Camera nel collegio di Macerata, a parole, erano contrari al progetto. Passate le elezioni non hanno più proferito parola e il progetto è andato avanti. Non si vede, inoltre, perché lagnarsi per "l'investimento da 230 milioni andato in fumo". Sono un sacco di soldi che potrebbero essere spesi meglio per potenziare gli ospedali esistenti, aumentare le prestazioni e ridurre le liste d'attesa. Certo, i Gavio, i concessionari autostradali che dovrebbero realizzare il progetto, non ci guadagnerebbero. Ma ci guadagnerebbero i cittadini.
  • Civitanova, a Ferragosto non c’è posto:
    pienone per ristoranti e hotel
    E ora i turisti si fermano di più

    72 - Ago 14, 2020 - 20:23 Vai al commento »
    @Giuseppe Vallesi E per fortuna che al governo non c'è la destra! Il governo i danni li ha contenuti. Qualcuno è seriamente convinto che, se al posto di Conte ci fosse stato Salvini, quel lazzarone che da Ministro dell'Interno passava il tempo a fare comizi in giro per l'Italia, a farsi selfie e a twittare quello che si strafogava, l'emergenza sarebbe stata gestita meglio? Staremmo messi come negli Stati Uniti e in Gran Bretagna (o in Lombardia!). Altro che pienone a Ferragosto!
    73 - Ago 14, 2020 - 16:06 Vai al commento »
    Tutto questo non sarebbe possibile se il governo, malgrado errori, in parte inevitabili considerata la situazione grave e senza precedenti, non avesse agito con decisione. Se oggi in Italia dobbiamo stare in guardia, ma non siamo nella situazione degli Stati Uniti o del Regno Unito, è perché non è stato dato ascolto alla destra e agli industriali che prima non volevano chiudere, poi volevano riaprire tutto in anticipo e che accusavano il governo di tutto e il contrario di tutto: di ascoltare troppo gli scienziati e di non ascoltarli affatto, di indecisione e di autoritarismo, di non dare abbastanza soldi abbastanza in fretta a chi era stato colpito dalla crisi e di darli con troppa facilità. Spero che i cittadini se ne ricorderanno quando si tratterà di andare a votare. La destra che abbiamo è caciarona e inaffidabile.
  • L’esercito dei 553 candidati consiglieri
    In 5 per la corsa a sindaco

    74 - Ago 21, 2020 - 23:17 Vai al commento »
    Uno ogni settantasei abitanti, compresi quelli senza diritto di voto o impossibilitati a votare.
  • Caos 5stelle, Terzoni si difende:
    «Ho sempre fatto il bene delle Marche»

    75 - Ago 10, 2020 - 20:30 Vai al commento »
    Il punto che era stato sollevato nell'articolo di Cambriani non era l'operato della deputata Terzoni, che probabilmente si è impegnata con diligenza, ma le motivazioni politiche con cui ella si è opposta all'alleanza centrosinistra-M5S (beninteso, su un candidato e su un programma innovativi rispetto all'operato della giunta Ceriscioli), che rimangono poco chiare.
  • Regionali, ultimo sondaggio:
    Acquaroli avanti di oltre 7 punti
    Ma gli indecisi superano il 40%

    76 - Ago 10, 2020 - 20:23 Vai al commento »
    Ha ragione David Pela: non è sufficiente sommare i voti di centrosinistra e M5S per concludere che una loro alleanza sarebbe in vantaggio. Però, c'è da chiedersi come starebbero le cose se un'alleanza giallorosa avesse presentato un candidato estraneo alla politica recente come Longhi.
  • Marche Coraggiose si presenta:
    «Saremo il pungolo di Mangialardi»

    77 - Ago 8, 2020 - 0:51 Vai al commento »
    Ma sul Piano Sanitario Regionale come la pensa "Marche Coraggiose"?
  • Tutto il caos a 5 stelle
    nelle chat tra Terzoni e Coltorti

    78 - Ago 6, 2020 - 23:52 Vai al commento »
    Nelle Marche per l'M5S sia l'alleanza con il PD (su un nome e su un programma veramente di rottura con il passato), sia presentarsi da solo ha pro e contro, presenta rischi e opportunità. In questi casi in un partito vero si avvia una discussione politica. I sostenitori di ciascuna delle due opzioni espongono le loro ragioni, chiariscono le loro intenzioni, cosa vogliono e perché, e spiegano le conseguenze delle opzioni che propugnano. A quel punto gli iscritti possono fare una valutazione sulla base di un'analisi politica e sono in grado di decidere. A scegliere non possono essere quattro gatti su una chat Telegram. Senza l'M5S a quest'ora avremmo un governo PD-Berlusconi invece di Conte Presidente del Consiglio (finora uno dei migliori degli ultimi decenni), la mordacchia ai magistrati, leggi che proteggono i criminali (soprattutto se colletti bianchi) e le autostrade ancora in mano ai Benetton. Quindi, è importante che l'M5S ottenga un buon risultato. Ma, al di là dei confini delle Marche, non è chiaro a che serve, in questo momento, un voto all'M5S. Rafforzerebbe Conte o lo indebolirebbe? Aiuta chi vuole continuare con il governo attuale oppure chi vorrebbe tornare all'alleanza con la Lega?
  • I fratelli Centioni contro Ciarapica
    «Dal saluto romano a Forza Italia,
    ha tradito la parola data»

    79 - Ago 7, 2020 - 0:01 Vai al commento »
    Ciarapica accusato di aver tradito i camerati si difende dicendo "ma come, ho pure difeso il mio accusatore quando si fece fotografare con il grembiule fascista!". Senza commenti.
  • Micozzi saluta il Pd e va con Sigona:
    «Una nuova strada da scoprire»

    80 - Ago 1, 2020 - 3:42 Vai al commento »
    Che cosa può esserci di "civico" in una lista fatta di residuati bellici rimasticati, vecchi e nuovi, dei partiti esistenti?
  • Acquaroli: «Le Marche sprofondano,
    nessun aiuto concreto alle imprese»

    81 - Ago 1, 2020 - 2:48 Vai al commento »
    L'ottanta per cento del bilancio della Regione è impegnato dalla sanità; l'andamento dell'economia regionale dipende poco dalle scelte della Regione, anche se i Presidenti di Regione si spacciano pomposamente per "governatori" non siamo né negli Stati Uniti, né in Germania o in Svizzera.
  • «Il fumo diffonde il Coronavirus»,
    Codacons chiede divieto
    nei luoghi pubblici all’aperto

    82 - Ago 1, 2020 - 4:21 Vai al commento »
    "Il 5 dicembre 2017 il Ministero della Salute querelò l'associazione per procurato allarme a seguito della presentazione di un esposto per "omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti" con riferimento a presunte "morti sospette" che sarebbero legate alla somministrazione di vaccini. L’ultimo esposto fa riferimento a un lavoro molto controverso nel quale si parla di “contaminazione da micro e nanoparticelle dei vaccini” distribuiti dal Servizio sanitario nazionale. Nell'esposto si faceva riferimento a pubblicazioni (a firma dei coniugi Antonietta Gatti e Stefano Montanari), già ampiamente screditate in passato, in cui si sosteneva una presunta contaminazione dovuta a nanoparticelle." (Fonte: wikipedia)
  • Cicarè, focus su Sforzacosta

    83 - Ago 1, 2020 - 3:39 Vai al commento »
    A parte che non vedo per quale motivo, se c'è bisogno di una bretella stradakle per decongestionare Sforzacosta, la sua realizzazione debba essere legata a quella dell'ospedale unico provinciale (che, evidentemente, Cicarè appoggia). Leggo che la lista di Cicarè si chiama "Strada Comune-Potere al Popolo". Da quando in qua Potere al Popolo è favorevole a quel tipo di politica sanitaria che si manifesta con la costruzione di nuovi ospedali unici provinciali, invece dello sviluppo della medicina di prossimità e della riqualificazione degli ospedali esistenti? Gli esponenti maceratesi di Potere al Popolo condividono le posizioni di Cicarè? E, se sì, i referenti regionali e nazionali di Potere al Popolo condividono le posizioni dei loro esponenti maceratesi?
  • Il vescovo benedice i 5 candidati
    ma avverte gli elettori:
    «Fate attenzione al contorno»

    84 - Ago 1, 2020 - 3:11 Vai al commento »
    Il problema è che il vescovo è parte di quel contorno cui invita a fare attenzione...
    85 - Lug 30, 2020 - 23:59 Vai al commento »
    Una chiesa partecipa al bene comune educando le coscienze ed esigendo, per prima, di non avere privilegi (cosa che la chiesa cattolica in Italia non fa mai); non incontrando a porte chiuse i candidati a sindaco o distribuendo pagelle (sempre agli altri, mai a sé stessa). Il fatto che nessuno dei candidati abbia rifiutato quest'invito è rivelatore della modesta statura, morale e intellettuale, di tutti loro, nessuno escluso.
  • Ricotta dal vescovo, incontro “top secret”:
    «Opportunità da non strumentalizzare»

    86 - Ago 1, 2020 - 4:15 Vai al commento »
    Già il fatto che un vescovo convochi i candidati a sindaco e che questi si precipitino tutti, senza eccezioni, a obbedire alla convocazione è una doppia sconcezza: sotto il profilo spirituale e sotto quello civile. La segretezza sui contenuti del colloquio è solo la ciliegina sulla torta. Ma per me quest'impudenza non è sorprendente. Ricordo bene quando Ricotta, in gioventù, era il "leaderino" del tracotante gruppetto di giovani comunisti dell'FGCI al Liceo Scientifico di Macerata; per poi passare, subito dopo la maturità, alla DC. Evidentemente, per certe persone l'opportunismo è una seconda natura; ma, nel caso di Ricotta, non lo scopriamo oggi. Ma, se qualcuno aveva ancora dubbi sulla vera natura di questi "colloqui", spero che questo serva a dissiparli. La politica locale non è quasi mai stata un granché ma, dal punto di vista della bassa qualità di tutti i candidati a sindaco, queste elezioni segnano il punto più basso (per il momento, perché non c'è limite al peggio) del lungo processo di putrefazione della politica maceratese (e non solo maceratese).
  • Carancini saluta il Consiglio dopo 20 anni
    «Non ho mai cercato simpatie»
    L’ultimo atto sblocca l’ex Upim

    87 - Ago 1, 2020 - 19:57 Vai al commento »
    I limiti, anche intellettuali, del personaggio emergono quando egli dimostra di non capire che la questione della manifestazione antirazzista era politica, non personale. La scelta del Comune di Macerata, sbandierata dal sindaco, non solo di non aderire, ma di rivendicare con orgoglio questa dissociazione e di ostacolare quella che poi è stata una manifestazione assolutamente pacifica blindando la città come se stesse arrivando un'orda di barbari è stata un atto politico; non è come se il sindaco non fosse andato a un picnic perché aveva i calli ai piedi. La vicenda di Traini ha avuto una risonanza internazionale, è spesso citata sui media come sintomo del razzismo dilagante anche in Italia. Il sindaco non ha capito che il momento di prendere una posizione chiara e inequivoca era quello. Al razzismo non ci si oppone solo con le parole, ma se anche le parole sono ambigue e non corroborate dai comportamenti esse finiscono con il diventare inconsistenti, con l'avallare il razzismo invece di combatterlo.
  • Cicaré a colloquio col vescovo:
    «Posizioni differenti, ma sensibilità comuni»

    88 - Ago 1, 2020 - 2:58 Vai al commento »
    Nel 2018 il programma elettorale di Potere al Popolo prevedeva l'abolizione dei Patti Lateranensi; ma, si sa, nella città in cui persino i partiti laici votarono a favore dell'adozione del titolo di "Civitas Mariae" per Macerata, la laicità si svende facilmente. Il fatto che un candidato a sindaco sedicente di sinistra ritenga normale parlare con il vescovo di questioni come il trasporto pubblico, come se un'autorità religiosa avesse titoli particolari per esprimersi in materia, è già di per sé indicativo dell'inconsistenza e dell'inutilità di questa lista di sinistra. Enrico IV di Francia disse che "Parigi val bene una messa". Poiché Macerata non è Parigi Cicarè è andato a messa per molto meno, e credo (e spero) che non otterrà neanche il poco cui aspira.
  • «Un discount al posto del parco
    Ennesimo massacro del territorio»

    89 - Ago 1, 2020 - 16:03 Vai al commento »
    Con tutti i suoi limiti, in primis del candidato a sindaco, a Macerata (e non solo a Macerata) è l'M5S il portabandiera delle tematiche ambientaliste e di uno sviluppo economico realmente sostenibile, non fondato solo sullo sfruttamento indiscriminato delle risorse. E' un ruolo che, in altri paesi, è svolto dai verdi e dalla sinistra, ma che, a livello locale, la sedicente sinistra si rifiuta di assumersi: per mancanza di idee ma, soprattutto, per l'arrivismo e la mediocrità della sua dirigenza.
  • In Giunta e nel cda Apm con Carancini,
    agli incontri elettorali con Parcaroli:
    la doppia veste degli uomini Udc

    90 - Ago 1, 2020 - 3:48 Vai al commento »
    Il vero scandalo è che le nomine nel consiglio d'amministrazione di una società pubblica vengano utilizzate per procurare posti di sottogoverno ai propri alleati del momento, invece di privilegiare le competenze tecniche e gestionali. Anche se l'UDC fosse ancora alleata del PD, lo scandalo rimarrebbe.
  • Acquaroli querela Zingaretti:
    «Ora basta con le diffamazioni»

    91 - Lug 19, 2020 - 1:56 Vai al commento »
    Insomma, Acquaroli va a cena senza badare a chi lo invita, tanto ci va a parlare di infrastrutture e di ricostruzione. Se io fossi un uomo politico invitato a un evento m'informerei su chi lo organizza e perché; non vorrei rischiare di ritrovarmi, che so, a una cena di mafiosi, o di delinquenti, a mia insaputa. Il partito di Acquaroli ad Acquasanta Terme ha pure una sezione, troppa fatica chiamare per informarsi? La scusa di Acquaroli non tiene. Credo che Acquaroli sapesse benissimo a cosa interveniva e ci sia andato pensando che gli sarebbe stato utile, ma sperava che la cosa sarebbe passata inosservata.
  • «Qualcuno ha scelto di aprire
    una spaccatura nel Pd»
    Morani e Alfieri attaccano Gostoli

    92 - Lug 19, 2020 - 1:37 Vai al commento »
    Sul caso specifico di Catena non saprei che dire. Me lo ricordo renziano, quindi la sua esclusione non mi addolora; ma, forse, le alternative erano anche peggiori. Detto questo: Carancini a parte, su cui ogni commento è superfluo, anche quelle delle altre province sono liste deprimenti. Nomi come quelli di Sturani, Lodolini, Bora, Minardi, D'Erasmo, Cesetti fanno venire la nausea, tanto sanno di muffa.
  • Gli ex M5s e Art 1 insieme
    «Una lista progressista
    per compattare il centrosinistra»

    93 - Lug 19, 2020 - 1:12 Vai al commento »
    Oddio, Busilacchi e Montesi... Nemmeno chi è di sinistra presta più credito a questi figuri che, con i loro maneggi e i loro cinismi, la sinistra l'hanno ridotta a mal partito.
  • Ciarapica, battesimo di Forza Italia:
    «Modello Civitanova
    da esportare in Regione»

    94 - Lug 10, 2020 - 4:33 Vai al commento »
    Forza Italia non è mai stata un partito moderato. Non c'è stata una sola questione su cui essa abbia "moderato" le spinte più estreme della destra italiana. E' stata ed è, al contrario, un partito profondamente eversivo, in particolare del principio di legalità e delle nozioni più elementari di etica pubblica, sotto quest'aspetto persino peggiore di Lega e Fratelli d'Italia. Che poi sia un gran successo aver racimolato centoottanta iscritti a Forza Italia in provincia è ridicolo. Sono meno iscritti di quelli che aveva la DC trent'anni fa, non in tutta la provincia, ma in un singolo comune, e neanche dei più grandi.
  • Caos a cinque stelle,
    Maggi e Pergolesi sbattono la porta:
    «Movimento condannato all’irrilevanza»

    95 - Lug 12, 2020 - 22:58 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini Le sezioni di partito non esistono più e i partiti non svolgono più il compito di formare i militanti alla discussione, all'analisi e all'elaborazione politica, in modo che poi possano emergere dei quadri da candidare alle elezioni. E' un problema di tutti i partiti, non solo dell'M5S.
    96 - Lug 10, 2020 - 4:25 Vai al commento »
    Non mi pare che, in questi cinque anni, in Consiglio Regionale l'M5S abbia brillato per iniziativa. Detto questo, Maggi sul punto specifico ha ragione: l'M5S avrebbe dovuto puntare a un'alleanza con il centrosinistra spingendo su Longhi e su un programma in netta discontinuità con quanto il PD e i suoi alleati hanno fatto in questi cinque anni, ammesso e non concesso che il PD vi fosse stato disposto e ne fosse stato capace, soprattutto su questioni come la sanità, l'ambiente, la ricostruzione dopo il terremoto, il clientelismo. Cosa, peraltro, tutt'altro che scontata: non è riuscita in Liguria, difficile credere che potesse riuscire in una regione come le Marche, che esprimono dei politici, in tutti i partiti, particolarmente mediocri. Ora, per aver disdegnato avventatamente il principe azzurro Longhi, l'M5S rischia di dover ingoiare il rospo Mangialardi e, comunque, di far vincere in carrozza Acquaroli, scialbo e fascistoide. Tuttavia, da persone nella posizione di Maggi o della Pergolesi ci si aspetterebbe che siano capaci di suscitare un dibattito su come l'M5S fa le sue scelte politiche, di fare una battaglia dall'interno. Altrimenti, all'irrilevanza rischiano di consegnarsi anche loro, insieme all'M5S.
  • Matteo Renzi a Recanati
    punta sul “cavallo” Fiordomo
    Acquaroli? «Vergogna per quella cena»

    97 - Lug 4, 2020 - 19:18 Vai al commento »
    I renziani ammucchiati sono una galleria degli orrori.
  • Ospedale unico, i tempi stringono
    Manca ancora la variante

    98 - Lug 1, 2020 - 1:40 Vai al commento »
    Un progetto scellerato, l'ennesimo spreco che non migliorerà la qualità della sanità.
  • Assembramenti per Salvini
    Tanti selfie e nessun candidato sicuro
    «Macerata? Decidiamo entro 7 giorni»

    99 - Giu 28, 2020 - 3:14 Vai al commento »
    Mi fa quasi venire voglia di votare per Mangialardi...
  • Assemblea regionale del Pd:
    Unione Sovietica anni Cinquanta

    100 - Giu 15, 2020 - 0:26 Vai al commento »
    Non so come stavano le cose durante la cosiddetta "prima repubblica" ma, da almeno quindici anni a questa parte, la democrazia interna nei partiti è una barzelletta, e chiunque abbia avuto un minimo di esperienza lo sa bene. Io stesso potrei raccontarne di cotte e di crude: congressi a puntate, oppure convocati di venerdì sera, oppure che non vengono convocati affatto, organi eletti per acclamazione su liste bloccate, regole scandalosamente violate o cambiate in corsa secondo le convenienze del momento. Queste considerazioni valgono per tutti i partiti, di destra e della cosiddetta sinistra ("cosiddetta" perché, mentre i partiti di destra sono effettivamente di destra, quelli di sinistra lo sono solo di nome.) Per come sono adesso, i partiti sono marci, sono comitati d'affari; in essi non c'è posto per una persona mossa principalmente dalla passione per la politica. E, siccome le persone non sono cretine, nessuno vi s'iscrive, se non coloro che ambiscono al potere personale e a farsi i loro interessi privati ma non sono abbastanza seri, preparati e competenti da riuscirci con le proprie forze nel mondo del lavoro e delle professioni.
  • Popsophia divorzia da Civitanova
    Ercoli: «Decisione presa con amarezza,
    qui manca la programmazione»

    101 - Giu 14, 2020 - 23:27 Vai al commento »
    Ma siamo sicuri che, al di là del nome pomposo ("filosofia del contemporaneo", niente meno), questo "festival", la cui direttrice artistica è la figlia del suo ideatore (alla faccia del nepotismo), che sembra spostarsi da una città all'altra in quella che sembra una specie di asta al chi offre di più, sia un evento culturalmente tanto importante? Al di là di questo: un'amministrazione comunale, di destra o di sinistra, non sa far altro che appaltare a un privato, finendo per diventarne ostaggio, anche l'organizzazione di iniziative culturali qualificanti?
  • Erap, investiti 21 milioni
    in case per gli sfollati
    Nuovi alloggi a Macerata e Civitanova

    102 - Giu 12, 2020 - 23:30 Vai al commento »
    Non credevo che il costo medio di un alloggio fosse di 170mila euro a Corridonia e a Castelraimondo, di 160mila euro a Treia, di 150mila euro a Colmurano, di 130mila euro a San Ginesio etc. Credo che questi prezzi non si vedano più da tempo neanche a Civitanova. Non vorrei che il vero affare l'abbiano fatto soprattutto quelle aziende che si sono liberate di immobili che altrimenti non sarebbero mai riuscite a vendere a quei prezzi.
  • Cup ad ostacoli,
    tra protocolli di sicurezza
    e 6mila prenotazioni sospese

    103 - Giu 12, 2020 - 23:15 Vai al commento »
    Forse adesso sarà chiaro per quale motivo utilizzare i fondi delle donazioni per recuperare gli ospedali chiusi e aumentare la capacità disponibile anche per il dopo emergenza, invece di sprecare soldi per realizzare l'ospedale covid alla Fiera di Civitanova...
  • I paesi scomparsi
    dalla cartina di Bell’Italia:
    raffica di proteste

    104 - Giu 5, 2020 - 0:32 Vai al commento »
    Una rivista pubbliche quel che le aggrada e dei suggerimenti che dà risponde ai suoi lettori e solo a loro, non ad altri. Peraltro, alcune delle località menzionate non valgono affatto la pena di essere visitate, comunque non prioritariamente.
  • Ricotta “intervista” Ceriscioli:
    «Le Regioni abbiano più autonomia»

    105 - Mag 23, 2020 - 0:22 Vai al commento »
    Ricotta-Ceriscioli, che coppia...
  • Oltre un milione al mese
    per far funzionare 24 posti letto:
    i costi del Covid center

    106 - Mag 23, 2020 - 0:36 Vai al commento »
    A chi dice che bisogna essere pronti per un eventuale nuova ondata: certo che bisogna essere pronti! Ma la soluzione migliore era destinare le risorse alle strutture già esistenti e inutilizzate, che possono essere usate in qualunque caso, non crearne una nuova, specifica, che serve solo a quello e che si traduce in un'ulteriore sottrazione di risorse alla sanità pubblica nel suo complesso. Che poi è quello che il PD, in altre regioni, ha fatto (come in Toscana) o sostiene che bisognerebbe fare (come in Umbria). Io poi non ho capito: ma perché la Regione deve appaltare una parte della protezione civile all'Ordine di Malta, riesumando una convenzione scaduta da due anni? C'è qualcosa di poco chiaro in tutto questo.
  • Ceriscioli carica un nuovo bazooka:
    «Una manovra da 201 milioni»

    107 - Mag 16, 2020 - 20:00 Vai al commento »
    "Per le scuole paritarie"? Quella sì che è una priorità eh...
  • Primi lavori in spiaggia,
    balneari bocciano le regole Inail
    «Così non riapriamo»

    108 - Mag 16, 2020 - 20:17 Vai al commento »
    @Marco Bravi Capirai, con tutte le tasse che pagano gli stabilimenti balneari, con canoni di concessione che per anni sono stati risibili, sai che perdita...
  • Dentro il Covid center, parla Bertolaso:
    «Potrà trasformarsi in centro specialistico
    Così si pianifica il futuro» (FOTO)

    109 - Mag 3, 2020 - 11:31 Vai al commento »
    Quest'articolo è un marchettone pro Bertolaso. Piccola chicca sull'"Università degli Studi Internazionali" nella quale insegna Bertolaso. Da wikipedia: "Nel 2006 la LUSPIO fu oggetto di inchiesta giornalistica da parte del settimanale televisivo Report in ragione della relativa facilità con cui, a detta degli autori del reportage, si poteva accedere al titolo di laurea anche tramite le convenzioni di università come la LUSPIO con ministeri ed enti pubblici. [...] A seguito dell'indagine l'allora ministro dell'istruzione Fabio Mussi decretò la cessazione delle convenzioni con gli istituti universitari sotto ispezione, che provocò un crollo verticale del numero di studenti iscritti in convenzione all'ateneo..."
  • Fase 2 e Covid Hospital,
    Acquaroli ammonisce Ceriscioli:
    «La crisi non serva per avere visibilità»

    110 - Mag 3, 2020 - 14:40 Vai al commento »
    Sono due mesi che, da Acquaroli, non viene uno straccio di idea. Solo banalità, per di più a scoppio ritardato. E questo sarebbe il candidato della destra alla presidenza della regione? Non hanno proprio di meglio?
  • Ceriscioli accelera la fase 2:
    attività motoria anche fuori comune
    e ok alle seconde case

    111 - Mag 1, 2020 - 2:46 Vai al commento »
    Forse Ceriscioli è ansioso di far riempire il Covid-capannone di Civitanova per dimostrare che è una buona idea...
  • Il duo Bertolaso-Ceriscioli in cantiere
    «Il Covid center sarà un modello
    da replicare in tutta Italia»

    112 - Mag 1, 2020 - 2:58 Vai al commento »
    Infatti c'è la fila per replicarlo, come no. Bertolaso e Ceriscioli mi sembrano il cliché del matto che si crede Napoleone. Ma, purtroppo, parafrasando Shakespeare, c'è del metodo, anche se scellerato e criminale, dietro quest'apparente follia.
  • Aspetta un tampone da oltre un mese,
    al lavoro scopre di avere gli anticorpi
    «Mi dicano cosa devo fare»

    113 - Mag 1, 2020 - 2:54 Vai al commento »
    Beh, ma tanto c'è il Covid Capannone, no? Ci pensano Bertoldo Bertolaso e Mastro Ciliegia Ceriscioli, tranquilli. Che problema c'è? (Io non lo so come mi sentirei se stessi male per un mese, con due bambini che stanno male pure loro; sarebbe un incubo, non oso pensare cosa può aver provatola persona dell'articolo. Ed è da restare senza parole se si pensa che il test sierologico non gliel'ha fatto il sistema sanitario, ma il datore di lavoro!)
  • «Covid Center, zero lungimiranza
    Neanche una pandemia è servita»

    114 - Mag 1, 2020 - 3:00 Vai al commento »
    Le critiche di Ghio sono giuste, ma arrivano un po' a scoppio ritardato, quando è ormai evidente che si tratta di una scelta sbagliata. Un mese e mezzo fa, invece, tutti zitti o quasi.
  • Fase 2 nelle Marche,
    Emiliozzi scrive a Colao
    Coltorti critico sul Covid center

    115 - Apr 23, 2020 - 3:07 Vai al commento »
    Ben lieto del fatto che il senatore Coltorti batta un colpo. Ma gli altri 5 Stelle dove sono? Sono rappresentati in consiglio regionale e nel consiglio comunale di Civitanova, la deputata locale è di Civitanova, e su tutta questa vicenda dopo sei settimane non sanno dire mezza sillaba?
  • Uno spreco 7 milioni
    per sistemare la Fiera,
    Covid center fuori tempo massimo

    116 - Apr 23, 2020 - 2:45 Vai al commento »
    Poi ci chiediamo per quale motivo i tedeschi, gli austriaci, gli olandesi, i finlandesi sono contrari a garantire glki aiuti all'Italia. Perché lo sanno in che mani andrebbero a finire i loro soldi, così come lo sappiamo anche noi; solo che noi abbiamo una colpa aggiuntiva: questa gente la mandiamo a governare, ad amministrare, a decidere per noi. Ci si chiede "in che mani è la sanità marchigiana"? Nelle mani di un branco di persone intellettualmente e moralmente mediocri, che non hanno né capacità, né integrità,né scrupoli.
  • Progetto 100, la replica della Regione:
    «7 milioni di lavori e 4,6 per i macchinari
    Tutte le spese saranno trasparenti»

    117 - Apr 23, 2020 - 2:34 Vai al commento »
    Sciapichetti: come al solito, nel nome un presagio. Dite che bisogna essere pronti a una ripresa del contagio? Sono d'accordo: motivo di più per recuperare gli ospedali che avete chiuso, no? Che poi rimangono e si possono sempre riutilizzare. Invece no: volete mandare i malati in un capannone. Nel frattempo: il personale chi lo pagherà? I donatori? Poi, hai voglia a parlare di 1270 € al mq! La struttura esisteva già, e chiunque abbia studiato un po' di ingegneria o di economia conosce il concetto di "economia di scala": il costo al mq crolla al crescere delle dimensioni, per una struttura di 5500 mq, neanche da tirare su da zero, 1270 € al mq sono un'enormità!
  • Covid center di Civitanova,
    il no di medici e dirigenti sanitari:
    «Manca il personale necessario»

    118 - Apr 23, 2020 - 2:25 Vai al commento »
    @Roberto Concetti Fai tanto il saccente, ma cosa vorrebbero dimostrare i tuoi dati? In Italia le regioni sono venti e le Marche sono al settimo posto per contagi in rapporto alla popolazione, al primo tra le regioni del Centrosud. Nella nostra regione non ci sono grandi città: come in Umbria, in Abruzzo, in Molise, in Basilicata, eppure siamo andati molto peggio di queste regioni. Non vedo proprio di quali risultati dovremmo vantarci. Le Marche sono una piccola Lombardia: ne hanno replicato, su scala minore, l'approccio, la gestione dell'emergenza che ha privilegiato gli interessi privati rispetto a quelli pubblici, gli errori e i fallimenti. Solo che la Lombardia è una regione grande e tutti ne parlano, le Marche sono una regione piccola e periferica e, quindi, le porcate che sono state fatte non le nota nessuno.
  • Maxi Rianimazione a Civitanova,
    D’Ambrosio torna all’attacco di Ceriscioli:
    «Come giustificherà un’opera inutile?»

    119 - Apr 23, 2020 - 2:13 Vai al commento »
    Io e altri l'avevamo detto che era uno spreco perché bisognava recuperare gli ospedali esistenti, com'è stato fatto, per esempio, in Toscana e in Piemonte, invece di costruire una cattedrale nel deserto. Soprattutto in caso di recrudescenza dell'epidemia. Ma, se coloro che dovrebbero dare una rappresentanza politica a queste posizioni, invece, stanno zitti (vedi silenzio assordante di M5S e sinistra in primis!), è tutto inutile. A che serve avere ragione se non si ha il potere?
  • Patassini contro Maccioni:
    «Promiscuità dei percorsi ospedalieri
    ha favorito i contagi»

    120 - Apr 11, 2020 - 17:56 Vai al commento »
    Può darsi che, in questa polemica che ha i toni della rissa da cortile, il deputato Patassini non abbia tutti i torti, ma non risultano allarmi lanciati quando ancora ce ne sarebbe stato il tempo. Né risulta che, in queste settimane, la Lega sia intervenuta facendo qualche critica puntuale alla gestione dell'emergenza da parte della Regione. Il "te l'avevo detto" solo a cose già avvenute fa pensare a un'operazione di sciacallaggio politico, alimenta il sospetto che si stia solo cercando una facile propaganda.
  • Turismo, l’affondo della Lega:
    «Il settore è in ginocchio
    e l’assessore Pieroni latita»

    121 - Apr 11, 2020 - 17:46 Vai al commento »
    La Lega tutte queste misure come propone di finanziarle?
  • Conte: «Lockdown fino al 3 maggio
    Scelta difficile ma necessaria»

    122 - Apr 12, 2020 - 6:00 Vai al commento »
    @Stefano Fontana A parte che quella di Conte è stata una conferenza stampa, Mai sentito quel che dice lei. Se la citazione di Cassese è giusta, o Cassese ha scritto una cosa inesatta, o le cose sono cambiate. Boris Johnson ha fatto un discorso televisivo il 23 marzo. Le risulta che la sera dopo la televisione britannica abbia trasmesso un discorso della stessa durata di un leader dell'opposizione (Starmer doveva ancora essere eletto)?
    123 - Apr 11, 2020 - 17:43 Vai al commento »
    Mirco Foglia si lamenta, allo stesso tempo, del fatto che le misure andavano prese prima (e, con il senno di poi, ha ragione, salvo poi prendersi le lamentele degli stessi che ora vogliono riaprire tutto, costi quel che costi), sia della proroga delle misure restrittive. Quanto alle critiche nei confronti di Salvini e della Meloni, era una conferenza stampa, mica un monologo. Facciano la loro, di conferenza stampa, e rispondano alle critiche. Salvini andava a fare i comizi con l'aereo di stato invece di fare il ministro, l'estate scorsa voleva i pieni poteri, a entrambi sta bene quel che fa Orban, e poi strillano quando il potere non sono loro a usarlo? La Regione Lombardia a guida leghista fa i punti stampa tutti i giorni in cui dice che le ha azzeccate tutte, lì non ci sono neanche i giornalisti per fare le domande.
  • Progetto fiera rallentato dalla burocrazia,
    ma avanzano le donazioni:
    «Finora 8,5 milioni tra contanti e beni»

    124 - Apr 7, 2020 - 21:36 Vai al commento »
    Certo, quando le cose non vanno come si deve è sempre "colpa della burocrazia". Ma per queste cose non c'era il Mago Bertolaso?
  • Ceriscioli fa il punto sull’emergenza:
    «Abbiamo superato il picco,
    ma il progetto Civitanova serve»

    125 - Apr 7, 2020 - 21:26 Vai al commento »
    "Non abbiamo un problema di ospedali" (dice lui); ma, per far fronte all'emergenza, si è lanciato in una nuova struttura, che ancora dovrà entrare in funzione, invece di far riaprire ospedali già pronti all'uso (com'è stato fatto in Toscana) che potevano essere utilizzati anche dopo. Per Ceriscioli l'emergenza è stata un altro pretesto per far mangiare i privati. Lascia senza parole per incompetenza e sfacciataggine. Un presidente della Regione come costui per noi marchigiani è una piaga biblica.
  • «Ospedale unico alla Pieve?
    Tutta la sanità va ridisegnata,
    ma prima pensiamo all’emergenza»

    126 - Apr 5, 2020 - 14:46 Vai al commento »
    La destra non ha mai fatto niente per fermare il piano sanitario regionale e l'ospedale unico provinciale. Per me è tutta scena.
  • Ricotta plaude l’azione della Regione
    e firma petizione per Mario Draghi

    127 - Apr 4, 2020 - 17:37 Vai al commento »
    Abbiamo un problema sanitario grave che porterà problemi economici altrettanto gravi. Di fronte a questa situazione, qual è la risposta dei politici marchigiani? Dal punto di vista sanitario, invece di utilizzare al meglio i pochi soldi che ci sono per fare marcia indietro sullo smantellamento della sanità, riutilizzando strutture sanitarie già pronte all'uso e risparmiando in questo modo soldi che si potrebbero utilizzare per assumere medici e infermieri, per acquistare respiratori, tute e mascherine, insomma, per aumentare in maniera permanente i presidi sanitari, si chiama Bertolaso, si crea un lazzaretto alla Fiera di Civitanova e lo si fa gestire a un'organizzazione cattolica privata. Sul fronte politico si trama per far fuori Conte. Eccoli qua, i nostri politichetti che c'invitano ad avere fiducia nel futuro dopo aver fatto disastri nel passato e aver continuato a farli nel presente.
    128 - Apr 3, 2020 - 23:44 Vai al commento »
    Non bastava il coronavirus, ci mancavano pure le dichiarazioni dell'ex kompagno Ricotta per farci capire che neanche quest'emergenza farà mai cambiare in meglio i pessimi politici che abbiamo: di destra, della cosiddetta "sinistra" e di altro tipo.
  • Nuovo ospedale a Civitanova
    Ci sono già donazioni
    per nove milioni di euro

    129 - Apr 3, 2020 - 0:37 Vai al commento »
    Chi si oppone a questa soluzione non è un chiacchierone, un perditempo, uno che rema contro, ma uno che crede che ci siano soluzioni alternative più efficaci ed efficienti a difesa della salute pubblica e dell'interesse pubblico. Questi toni trionfalistici me li ricordo all'epoca della ricostruzione dell'Aquila. Anche allora chi diceva che il re era nudo veniva tacciato di essere un buono a nulla, ma ora lo sappiamo come sono andate le cose. In Lombardia dicono le stesse cose: sono tre settimane che si strombazza l'ospedale da campo di Bertolaso alla Fiera di Milano, ma nel frattempo l'ospedale realizzato dagli Alpini a Bergamo è già quasi in funzione e avrà molti più posti. Vedremo.
  • Nuovo ospedale di terapia intensiva,
    appello per le donazioni:
    «Serve uno sforzo da parte di tutti»

    130 - Mar 30, 2020 - 23:15 Vai al commento »
    In molti saremmo ben felici di donare se a chiederlo fossero politici capaci e integri, e non gente che ha sperperato denaro dei contribuenti per laute consulenze ad amici (e amiche!) che non erano qualificate per averle.
  • Avvocato maceratese lancia petizione:
    «Draghi commissario per ricostruzione economica»

    131 - Mar 28, 2020 - 23:03 Vai al commento »
    Ma questi grandi uomini perché non si presentano alle elezioni e non verificano quanti italiani sono d'accordo con le loro idee? Purtroppo, il problema è che Conte piace perché, anche se non è Churchill, dà un'idea di serietà, e quindi alcuni si sentono mancare la terra sotto i piedi perché speravano tanto di prenderne il posto e di tornare a comandare loro. Invece i sondaggi per Salvini e Renzi vanno a picco, quindi bisogna affrettarsi...
  • Nuovo decreto, la carica di Giulianelli:
    «Classe di governo incompetente
    Tra due mesi moriranno le aziende»

    132 - Mar 23, 2020 - 16:12 Vai al commento »
    Beh, certo, con Salvini ministro dell'interno, vuoi mettere?, sarebbe stata tutta un'altra cosa. Ma tranquilli, grazie al Partito Unico degli Affari di Fontana e di Ceriscioli per fortuna adesso arrivano i "competenti" alla Bertolaso, quello delle case dell'Aquila che dopo pochi anni già cascavano a pezzi...
  • «Bertolaso scelta giusta»
    Dal centrodestra plausi a Ceriscioli

    133 - Mar 23, 2020 - 0:17 Vai al commento »
    @Luigi Ranaldi C'è l'emergenza coronavirus, ma Ceriscioli continua a cerescioleggiare fino alla fine. Ceriscioli cerca di accattivarsi gli avversari facendo loro capire che con lui si può stare tranquilli: ci sarà da mangiare anche per loro e per i loro amici. E magari, alla fine, una bella équipe di massaggiatrici brasiliane "da vedere le stelle", per festeggiare.
  • Ceriscioli ottiene rinforzi:
    «Nuova struttura di terapia intensiva
    Bertolaso aiuterà le Marche»

    134 - Mar 23, 2020 - 0:12 Vai al commento »
    @Romolo Tambrurrini Sì, proprio lui, "Disguido" Bertolaso. Quello che, dopo quattro mesi di sciame sismico, disse agli aquilani di stare tranquilli, facendoci pure andare la Commissione Grandi Rischi a fare scena (“vengono i luminari, è più un’operazione mediatica, loro diranno: è una situazione normale, non ci sarà mai la scossa che fa male”). E che, dopo il terremoto, promise l'immediata ricostruzione e che, nel 2010, disse che l’emergenza terremoto era finita con 30mila abruzzesi ancora sfollati. Chissà, magari anche stavolta come ricompensa si accontenterà di una massaggiatrice brasiliana...
  • «Hanno fatto ammalare mio padre,
    pessima gestione sanitaria»

    135 - Mar 23, 2020 - 0:27 Vai al commento »
    Passata l'emergenza bisognerà capire come la si è affrontata, con quali mezzi, e quali contromisure sono state predisposte.
  • Candidati ai tempi del coronavirus:
    sui social regna l’incertezza

    136 - Mar 23, 2020 - 0:39 Vai al commento »
    @Giuseppe Bommarito Dice che Ricotta i maceratesi li farà "morire democristiani"? Eppure, negli anni Ottanta io lo ricordo, da studente liceale, agguerrito militante dell'FGCI (la Federazione Giovanile Comunista Italiana); salvo l'immediato salto della quaglia alla DC subito dopo la fine delle superiori. Comunque, già l'idea di qualcuno che voglia essere preavvisato per assistere a una sua diretta Facebook è abbastanza comica. Per il resto, speriamo che l'emergenza che stiamo vivendo spazzi via questa genia di politici (nel senso che i cittadini li prendano a fischi e pernacchie). Anche se temo che le cose andranno come dice @Gianfranco Cerasi.
  • Insulta francesi e tedeschi:
    assessore nella bufera
    «Si dimetta e chieda scusa»

    137 - Mar 13, 2020 - 23:43 Vai al commento »
    E per fortuna che costui è assessore alla cultura! Poi, va bene prendersela con le mancanze dell'Europa, ma anche basta con quest'Italia lagnosa, petulante e piagnona, sempre pronta a recriminare e a prendersela con qualcun altro per quello che non va. Che, spesso, non va per colpa di noi italiani, non per colpa di altri.
  • Sos bretella San Severino-Tolentino
    «Si rischia di perdere il finanziamento
    abbiamo già superato il budget»

    138 - Mar 7, 2020 - 12:56 Vai al commento »
    Considerato che Zura-Puntaroni è consigliere regionale della Lega, possiamo avere un'idea del "buongoverno" che ci attende se la destra dovesse, com'è probabile, vincere le prossime elezioni regionali.
  • L’assessore Bravi scrive a docenti e studenti:
    «La rete sia strumento di costruzione
    Non cadiamo in una solitudine depressa»

    139 - Mar 6, 2020 - 16:50 Vai al commento »
    Credo che a nessuno importi del messaggio dell'assessora regionale Bravi. Ha già parlato il governo; non c'è bisogno che ci si metta ognuno a dire la sua.
  • Gli alleati danno tre nomi al Pd:
    Corradini, Longhi e Oreficini:
    «Scelga tra loro il candidato governatore»

    140 - Mar 6, 2020 - 17:08 Vai al commento »
    Il fatto che i Verdi siano d'accordo sul nome di Mangialardi spiega come mai, mentre in tutta Europa sono sulla cresta dell'onda, in Italia a votarli non ci pensa più nessuno, men che meno chi è d'accordo con l'importanza delle questioni ambientali. Corradini? Un renziano, detto questo detto tutto.
  • Ceriscioli scrive a Conte:
    «Nell’affrontare l’emergenza Coronavirus
    non va dimenticata la ricostruzione»

    141 - Mar 6, 2020 - 16:53 Vai al commento »
    C'è una sola spiegazione alla sequela di scemenze con cui l'attuale giunta regionale, probabilmente la peggiore della storia della regione, sta concludendo il suo mandato, ed è che Ceriscioli, Sciapichetti e compagnia hanno deciso di fare campagna elettorale per la destra.
  • Decreto Coronavirus, Sciapichetti:
    «Il tempo è stato galantuomo
    Ceriscioli aveva ragione sulle scuole»

    142 - Mar 6, 2020 - 3:05 Vai al commento »
    Non è vero quel che dice Sciapichetti. Non è che, se piove, questo significa che facevo bene a uscire con l'ombrello una settimana prima quando c'era un sole che spaccava le pietre. Lo stesso provvedimento può essere giusto o sbagliato a seconda di quando viene adottato o del fatto che, ad adottarlo, sia il governo nazionale o una singola regione. Comunque, ci penseranno gli elettori a far capire a Ceriscioli e a Sciapichetti quanto hanno avuto ragione, su questa come su tante altre questioni. Ammesso e non concesso che siano in grado di capire, perché essere capaci di intrufolarsi negli ambienti giusti per ottenere incarichi significa solo essere abili a farsi i propri interessi, non essere intelligenti.
  • Strada Comune scopre le carte sul bus:
    Alberto Cicarè candidato sindaco

    143 - Mar 6, 2020 - 2:58 Vai al commento »
    Di certo un'opzione più interessante della decrepita sinistra maceratese.
  • Coronavirus, Della Valle:
    «Perché non hanno chiuso le Borse?
    Le aziende hanno perso delle fortune»

    144 - Mar 5, 2020 - 1:11 Vai al commento »
    Chiudere le borse per dieci giorni, invece di ridurre l'instabilità, l'aumenterebbe. Tra l'altro: e se dopo dieci giorni scoprissimo che la situazione è peggiorata che facciamo, chiudiamo le borse a tempo indeterminato?
  • Pd, reazione a Catena:
    Sciapichetti se la prende col sindaco
    «Ma la critica era per la Lega»

    145 - Mar 5, 2020 - 1:17 Vai al commento »
    Dio santo, ma quando arriva il giorno delle elezioni regionali? Ceriscioli, Sciapichetti, Loretta Bravi...non se ne può più di questi mediocri politici dei tredicesima fila. La loro colpa maggiore è di far venire quasi voglia di votare per la destra persino a chi è di sinistra.
  • Pd, Orlando firma l’atto di resa
    Così si protegge l’establishment

    146 - Mar 1, 2020 - 23:39 Vai al commento »
    Forse solo una batosta elettorale farà rinsavire il PD marchigiano (ma non è detto). Peccato che a pagarne il prezzo saremmo tutti noi, perché la giunta di destra che emergerà dalle prossime elezioni sarà come un cadere dalla padella nella brace.
  • Ordinanze Coronavirus, Acquaroli:
    «Marchigiani ostaggio di una disputa insensata»

    147 - Feb 27, 2020 - 23:45 Vai al commento »
    Traduzione del comunicato di Acquaroli. "Un politico serio prenderebbe una posizione, direbbe che avrebbe fatto al posto di Ceriscioli, se ha ragione lui o il governo. Ma io non sono un politico serio: non ho idea di cosa bisognerebbe fare. A me interessa soltanto diventare il successore di Ceriscioli: quindi non posso dire che ha ragione, ma neanche che ha torto sennò rischierei di perdere i voti di chi pensa che Ceriscioli abbia fatto bene. Quindi, faccio un comunicato così almeno mi si nota, ma non dico niente così non mi metto contro nessuno.!
  • Boccia: «Lo Stato si è fatto rispettare,
    spero Ceriscioli firmi l’ordinanza unica»

    148 - Feb 27, 2020 - 23:07 Vai al commento »
    @Franco Diparole Il coordinamento tra stato e regioni c'è, è Ceriscioli che, dall'alto della sua competenza che tutti abbiamo potuto sperimentare in questi anni, preferisce fare di testa sua.
  • Coronavirus, ordinanza sospesa:
    il Tar accoglie la richiesta del governo

    149 - Feb 27, 2020 - 23:55 Vai al commento »
    @ Giuseppe Bommarito E' vero che, in un certo senso, quello di Ceriscioli è il rimbalzo del gatto morto. Un presidente di regione tra i più impopolari d'Italia, che sarà probabilmente ricordato come il peggiore che le Marche abbiano avuto finora (non che ci si ricorderà molto dei presidenti della regione Marche) per i disastri che ha combinato con il terremoto e con la sanità e di cui persino il suo partito sta cercando disperatamente di sbarazzarsi, si sta giocando le sue ultime carte approfittando bassamente di un'emergenza sanitaria. In un paese serio verrebbe preso a pedate (forse non solo metaforicamente) perché ha fatto di testa sua invece di attenersi alle decisioni del governo che si è coordinato con le regioni. Invece, a giudicare dai commenti, c'è fin troppo gente che gli dà ragione, e quindi le sue stupidaggini non gli costeranno troppi consensi, anzi, magari la sua posizione contrattuale si rafforzerà pure.
  • Un braccio di ferro sul Coronavirus
    Linea dura di Ceriscioli col governo
    Sarebbe servita per i terremotati

    150 - Feb 27, 2020 - 23:16 Vai al commento »
    @Isabella Verdolini e Marco Cannoni Il coordinamento tra stato e regioni c'è già, ma se ogni regione pretende di fare di testa sua che vuoi coordinare?
  • Borrelli contro l’ordinanza Ceriscioli:
    «Scelta della Regione, non la condivido»
    Il Governo ha deciso di impugnarla

    151 - Feb 25, 2020 - 23:27 Vai al commento »
    Ennesima conferma che i politici regionali sono peggio di quelli nazionali.
  • Il Consiglio regionale
    sospende gli eventi del 50esimo

    152 - Feb 25, 2020 - 23:18 Vai al commento »
    Non ne vedo il motivo, non ci sarebbero certo state folle plaudenti a celebrare l'evento. Credo che la Regione sia, giustamente, un'istituzione poco apprezzata dai cittadini.
  • «Intrusione Conte lascia perplessi
    Sospendiamo la campagna elettorale,
    la salute va messa al primo posto»

    153 - Feb 24, 2020 - 22:44 Vai al commento »
    Ma di quale campagna elettorale parla Acquaroli, che ancora non sono neanche state presentate le liste?
  • Sindache a confronto a Montefano
    Mancinelli: «La sinistra non sa comunicare
    perché non ha le idee chiare»

    154 - Feb 24, 2020 - 23:09 Vai al commento »
    La contraddizione in termini: una conferenza semiclandestina tra persone che le pensano tutte allo stesso modo e che si danno ragione l'una con l'altra, e che costituiscono un gruppo chiuso, sull'incapacità di comunicare da parte della cosiddetta "sinistra". Che poi, sarà veramente di sinistra?
  • C’era una volta il tavolo,
    centrodestra sull’orlo di una crisi di nervi

    155 - Feb 22, 2020 - 14:04 Vai al commento »
    @Gianfranco Cerasi Quali sarebbero i cosiddetti "moderati" della destra?
  • Esce Monteverde, entra Miliozzi
    Il verdetto delle primarie è “culturale”

    156 - Feb 17, 2020 - 21:19 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini Sono pur sempre elezioni. E, se il loro risultato fosse l'aver ridimensionato la Monteverde, un risultato positivo comunque l'avrebbero sortito.
  • Primarie: Narciso Ricotta stravince
    Secondo Miliozzi, terzo Pantanetti

    157 - Feb 17, 2020 - 2:17 Vai al commento »
    Mi viene in mente quello sketch dei Monty Python in cui una coppia entra in un locale per mangiare e tutto è a base di spam (carne in scatola). Sono tutte varianti della stessa cosa. Ecco, le primarie del PD sono state la scelta tra quattro persone sostanzialmente indistinguibili l'una dall'altra. Tutte e quattro hanno fatto parte dell'amministrazione uscente, sono sostenute da loro esponenti e, comunque, ne hanno avallato tutte le scelte.
  • Stefania Monteverde ha “8 grandi idee”
    «Segneranno lo sviluppo di Macerata
    Spero che molte donne si facciano avanti»

    158 - Feb 12, 2020 - 23:46 Vai al commento »
    Aria fritta.
  • Pantanetti, ricetta per il centro e stoccate:
    «Monteverde non va oltre la cultura
    Ricotta democristiano, io no»

    159 - Gen 29, 2020 - 20:58 Vai al commento »
    A parte l'aria fritta, sul nuovo ospedale Pantanetti la pensa come il resto del cosiddetto centrosinistra oppure no?
  • La gaffe di De Micheli:
    «Nessuno vuole rifarsi casa in montagna»
    La Lega: «Getta fango sui terremotati»

    160 - Gen 19, 2020 - 2:02 Vai al commento »
    La parte sconcertante della dichiarazione della De Micheli non è che abbia detto che Macerata è sulla costa (che poi non è sicuro, la virgola potrebbe voler dire anche "a Macerata o sulla costa"), ma il fatto che abbia detto che la ricostruzione non si fa nelle zone terremotate perché chi ci viveva non vuole rimanerci. E' l'equivalente moderno dell'aneddoto (falso) della regina di Francia Maria-Antonietta sul pane e le brioche.
  • Stefania Monteverde, la “garibaldina”
    «Non ho un partito alle spalle
    ma mi candido per vincere»

    161 - Feb 12, 2020 - 23:44 Vai al commento »
    Un gruooetto di persone che rappresentano solo sé stesse.
  • «Intitoliamo una via a Craxi»,
    il desiderio di Ivo Costamagna

    162 - Gen 19, 2020 - 2:13 Vai al commento »
    @Ivo Costamagna Dice che la maggioranza degli italiani la pensa come lei? Forse; ma forse cambierebbero idea se, al posto delle "interviste" addomesticate di Mara Venier a Stefania Craxi si citassero le sentenze. Che sono piuttosto eloquenti. Perché non di "giustizialismo" si tratta, ma di "giustizia": qualcosa di cui Bettino aveva talmente paura da tenersene ben lontano rimanendosene ben lontano nella Tunisia del suo amico Ben Alì, dittatore e, come lui, corrotto e morto in contumacia. Il senso del ridicolo Costamagna non sa neanche dove sta di casa...
    163 - Gen 17, 2020 - 1:01 Vai al commento »
    Intitolare una via a Craxi sarebbe apologia di reato. A proposito di Bobo Craxi (come se esserne amici fosse un titolo di merito), egli è stato beneficiario di un bel po' dei soldi versati sui conti esteri di Craxi. Dal "Fatto Quotidiano" del 10 gennaio scorso. "Tra gennaio e ottobre del 1991 Craxi, che ha appena imposto alla riottosa DC la legge Mammì per riformare il sistema radiotelevisivo su misura del monopolio privato della Fininvest, riceve sui suoi conti svizzeri 23 miliardi di lire in più tranche da Silvio Berlusconi. I soldi partono dalla All Iberian, capofila della Fininvest offshore. E questa volta non vanno al PSI, ma personalmente al suo segretario. [...] "Il resto – assicura [Tradati] – rimase nella disponibilità di Craxi, a parte alcune spese che Bettino gli aveva commissionato: l’acquisto di “un velivolo Sitation del costo di un milione e mezzo di dollari”, un piccolo “mutuo personale” da Raggio (circa 800 milioni), le parcelle degli avvocati e “bonifici specificatamente ordinati da Craxi in favore di banche elvetiche”: inclusi 80 milioni di lire “in pagamento del canone relativo a un’abitazione affittata dal figlio di Craxi (Bobo, nda) in Costa Azzurra”. A Saint-Tropez, Bobo “aveva affittato una villa nell’ottobre-novembre ’93, per sottrarsi al clima poco favorevole creatosi a Milano”.
  • Italia Viva, appello da tutta la regione
    «Marche 2020: no a un Ceriscioli bis»

    164 - Dic 28, 2019 - 3:09 Vai al commento »
    Italia Viva (un nome, un ossimoro) con questo comunicato fa quasi venire voglia di votarlo, Ceriscioli...
  • La sindaca Mancinelli tra le 50 donne
    al mondo che hanno segnato il 2019

    165 - Dic 28, 2019 - 3:05 Vai al commento »
    Ah beh, se lo dice "la busiarda", com'era affettuosamente soprannominato a Torino questo quotidiano noto per la sua indipendenza di giudizio e per la sua autonomia nei confronti dei suoi proprietari, possiamo proprio stare tranquilli...
  • Macerata 2020: il Pd benedice Ricotta,
    nel centrodestra tutti in ballo
    ma nessuno apre le danze

    166 - Dic 28, 2019 - 3:17 Vai al commento »
    Si profila uno scontro fra autentici titani. Ricotta deve soprattutto temere il fiuto politico del deputato Patassini. Basti pensare al capolavoro delle elezioni comunali di Treia, dov'è riuscito a tirare fuori un candidato a sindaco il cui slogan elettorale sarebbe potuto essere "chi mi conosce mi evita"...
  • Ospedale unico provinciale,
    scelto il progetto: ecco i render

    167 - Dic 25, 2019 - 1:40 Vai al commento »
    L'ospedale dovrebbe costare 230 milioni e farne risparmiare 12 all'anno. In altri termini, ci vorranno almeno vent'anni per recuperare l'investimento. Poi uno legge il nome del gruppo Gavio (quello delle autostrade) e tutto torna. Ma su tutto questo nessun partito ha niente da dire? Lasciamo stare la cosiddetta "sinistra" maceratese, che è più un aggettivo che una parte politica. L'M5S non dice niente? Prima delle elezioni tutti e tre i candidati alla Camera del collegio di Macerata erano contrari all'ospedale unico. Patassini ha cambiato idea?
  • “La sanità che vorrei”,
    focus di Cittadini in cammino

    168 - Dic 15, 2019 - 2:23 Vai al commento »
    Forse sono Corradini e i suoi alati amici a non percepire la sanità marchigiana per quel che è.
  • Caso Liceo da Vinci,
    il prof torna alla carica:
    «E’ l’Anpi ad essere fascista»

    169 - Dic 5, 2019 - 23:31 Vai al commento »
    Scendiamo dalle chiacchiere: il professor Simonetti riferisca cos'ha detto o cosa intendeva dire, così potremo valutare il suo tasso di fascismo. Altrimenti rimaniamo ai tentativi di rivoltare la frittata, del tipo "siccome gli antifascisti non mi hanno fatto parlare, i fascisti sono loro": con pretesti così capziosi secondo Simonetti anche Hitler in persona avrebbe potuto reclamare la parola "altrimenti non ci sarebbe stato contraddittorio"... PS E' abbastanza ridicolo che siano i suoi studenti, per di più del quinto anno, a prenderne le difese. Cosa ci si aspettava, che attaccassero pubblicamente quello che dà loro i voti?
  • Caso liceo Da Vinci:
    il Pd chiede intervento del viceministro
    La Lega difende il prof

    170 - Dic 5, 2019 - 23:34 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini Mi pare che, viste le recenti vicende, l'invito a "preoccuparsi dei terremotati" (e non di altro) andrebbe rivolto soprattutto alla Lega.
  • Farabollini e gli incarichi agli amici treiesi,
    questione di opportunità e trasparenza

    171 - Dic 4, 2019 - 1:26 Vai al commento »
    Silenzio assordante...
  • «Lega: basta “yes man”
    Arrigoni, Patassini e Cesca inadeguati
    a guidare il partito nelle Marche»

    172 - Dic 5, 2019 - 23:21 Vai al commento »
    Certo che se la scelta è fra Patassini ("chi direbbe di no a un posto sicuro in parlamento?") e Pazzaglini (sotto inchiesta), la Lega è messa proprio bene. Citano tanto la "tradizione cristiana"? Imparino a resistere alle tentazioni...
  • «Incontro Anpi, liceo non era sede opportuna
    Che siano le “Sardine” o Casapound,
    legittimo manifestare rispettando la legge»

    173 - Dic 2, 2019 - 22:00 Vai al commento »
    E per quale motivo una scuola non sarebbe il luogo adatto per un'iniziativa sulla Resistenza? Quanto poi al mettere sullo stesso piano l'ANPI da una parte, Forza Nuova e CasaPound dall'altra...
  • Un penalista col “vizio” del rock,
    Vando Scheggia alla guida dell’Accademia:
    «Priorità alla riorganizzazione degli spazi»

    174 - Nov 26, 2019 - 0:23 Vai al commento »
    Ma che c'entra un avvocato penalista come Scheggia con l'Accademia di Belle Arti? Chissà quali erano gli altri nomi della terna proposta dall'Accademia...
  • Crac Banca Marche, Padoan rivela:
    «Nessuno offrì più di 1 euro
    E l’Ue si mise di traverso»

    175 - Nov 26, 2019 - 0:29 Vai al commento »
    Padoan all'epoca del bail in che faceva, dormiva? La direttiva sul bail non fu approvata all'epoca in cui egli era ministro dell'Economia?
  • Le “sardine” sbarcano a Civitanova
    «No all’odio e al razzismo nei social»

    176 - Nov 26, 2019 - 0:21 Vai al commento »
    La bile che la mala destra vomita contro chi osa contestare i suoi idoli (un tempo Mussolini, ieri Berlusconi, oggi Salvini) fa venire voglia non solo di manifestare con le sardine, ma persino di votare PD anche a chi il PD lo critica da sinistra.
  • Primarie, il “ni” di Stefania Monteverde
    «Cultura orgoglio di questa Giunta
    Servono più donne in politica»

    177 - Nov 6, 2019 - 0:16 Vai al commento »
    "Io sono indipendente", ma "noi siamo rappresentati da Macerata Bene Comune", ma alle europee mi sono candidata con i radicali che, con il loro ultraliberismo, con "Macerata Bene Comune" dovrebbero avere ben poco a che vedere. Tante contorsioni e tanta retorica, condita con il solito, interessato richiamo al principio della parità di genere applicato alla politica (traduzione: devo fare carriera politica perché sono una donna), come se le capacità politiche siano equamente distribuite tra uomini e donne e non debbano, invece, essere valutate per le singole persone, uomini o donne che siano. Ridicola, poi, l'affermazione per cui la Monteverde sarebbe "per i palazzi della politica aperti": la cosiddetta sinistra maceratese (di cui la Monteverde è sempre stata parte integrante finché le ha fatto comodo, cioè fino alle europee, quando sia lei sia il suo leader Pizzarotti si sono resi conto che avrebbero avuto qualche chance di farsi eleggere solo alleandosi con i radicali e da un giorno all'altro hanno scaricato i Verdi) è un comitato elettorale degli amici e alle amiche. Perché non è vero che le donne in quanto tali in politica "portano grande sensibilità al dibattito pubblico": possono essere ambiziose, arriviste e opportuniste né più né meno dei loro colleghi uomini; e lo sono. La coerenza, la competenza e il disinteresse personali non c'entrano con i cromosomi X e Y.
  • La Lega: «Ricotta si dimetta,
    difende l’aggressore del carabiniere»
    «Ero avvocato d’ufficio, discorsi aberranti»

    178 - Nov 5, 2019 - 23:53 Vai al commento »
    Quando la Lega era al governo con Berlusconi tutte queste preoccupazioni sulle caratteristiche dei loro alleati, dei clienti dei loro alleati, spesso mafiosi o collusi con i mafiosi, ma anche altro (Taormina difese la Franzoni, assassina del proprio figlioletto, e difensore di mafiosi mentre era addirittura sottosegretario all'Interno!) non c'erano...
    179 - Nov 5, 2019 - 23:47 Vai al commento »
    @Paolo Ponzelli In realtà anche molti di costoro sono "politici di professione". Prendiamo Salvini: cos'altro ha fatto nella vita, se non politica? Purtroppo il livello è quello che è.
  • A Treia botta e risposta nel Pd,
    Medei: «Non siamo noi gli anarchici»

    180 - Mag 22, 2019 - 20:18 Vai al commento »
    Probabilmente nel PD di Treia c'era qualcuno che lavorava per il Re di Prussia. Quando un partito ha una base di iscritti limitata e sfilacciata non è difficile infiltrarlo per addomesticarlo e renderlo complice.
  • Europee, Monteverde candidata
    con Pizzarotti ed Emma Bonino

    181 - Apr 18, 2019 - 23:55 Vai al commento »
    La Monteverde, con una bella (si fa per dire) giravolta opportunistica, passa da SEL a un partito che rappresenta la quintessenza dell'iperliberismo e si mette con quelli che sono stati a favore di tutte le guerre "umanitaria", che vorrebbero la sanità privata, l'abolizione dei contratti di lavoro collettivi (a suo tempo fu una proposta di Della Vedova) e che le persone fossero mandate in pensione dopo morte. Quelli che, in questi anni, hanno sostenuto a spada tratta Renzi con annessi e connessi: riforma costituzionale, Jobs Act, Sblocca Italia, Buona Scuola etc. Poi ci si chiede come mai la sinistra italiana si ridotta all'irrilevanza? La risposta è semplice: perché, in questi anni, ha puntato su persone così, che puntano soprattutto a promuovere sé stesse e che sono disposte, in cambio di una candidatura o di una carica politica, a sostenere tutto e il suo contrario. Oltretutto, per che cosa? Tanto la lista di Pizzarotti (altro voltagabbana) al 4 per cento non ci arriverà mai, e anche se ci arrivasse la Monteverde non sarebbe mai tra gli eletti. Speriamo che queste elezioni facciano definitivamente tabula rasa della dirigenza di questa sinistra fallimentare.
  • Invaso sul Prata, coro di sì:
    «Occorre creare occasioni di sviluppo,
    o avremo solo un bel presepe»

    182 - Apr 14, 2019 - 2:31 Vai al commento »
    Innevamento artificiale? Quando si tratta di sprecare soldi in progetti cervellotici (e inesistenti), senza alcuna analisi, senza alcuna valutazione delle alternative, l'attuale giunta regionale è sempre in prima fila.
  • Quattro donne e un sogno:
    l’arte per ricostruire le comunità

    183 - Apr 12, 2019 - 0:52 Vai al commento »
    Per carità, tutte iniziative positive, ci mancherebbe; ma non possono essere considerate sostitutive di una ricostruzione che non c'è e che non ci sarà. Altrimenti, sarà come pretendere di rimpiazzare il pane con le brioche (vedi Risorgimarche).
  • Gradimento dei governatori,
    Ceriscioli ultimo d’Italia

    184 - Apr 12, 2019 - 1:03 Vai al commento »
    Stupefacente è il 32,5 per cento di giudizi positivi. In effetti è un buon punto di partenza: per peggiorare ancora. Confido che ce la farà.
  • «L’invaso sul monte Prata?
    Incompatibile con il Parco dei Sibillini»

    185 - Apr 12, 2019 - 1:07 Vai al commento »
    Un altro inutile spreco.
  • Regione vs comitati dei terremotati,
    Sciapichetti: «Ora partono le denunce»

    186 - Feb 18, 2019 - 0:53 Vai al commento »
    Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'assessore Sciapichetti che criticare chi comanda non è reato, nel nostro ordinamento il reato di lesa maestà non esiste. Non se le critiche di Pastorella siano tutte giuste (alcune sicuramente lo sono), ma egli ha di certo ragione quando parla di "intimidazione".
  • Nasce “Treia per il cambiamento”
    «Un nuovo metodo di fare politica»

    187 - Feb 18, 2019 - 0:00 Vai al commento »
    Con quale credibilità ci si può presentare in contrapposizione all'amministrazione comunale uscente dopo esserne stati parte integrante per quasi tutta la consiliatura? PS Le chiese non sono "opere pubbliche", ma locali di culto al servizio delle confessioni religiose che li utilizzano, anche se maggioritarie.
  • Pd, Martina a Macerata:
    «La questione africana non si risolve
    con la retorica del “prima gli italiani”»

    188 - Feb 9, 2019 - 0:00 Vai al commento »
    Che dire, il retroscena svelato dall'ineffabile ex deputata Manzi è veramente struggente, saperlo cambia proprio tutto.
  • “Destinazione Stati Uniti d’Europa”,
    Sandro Gozi all’Asilo Ricci

    189 - Feb 9, 2019 - 0:04 Vai al commento »
    Sometimes silence speaks louder than words.
  • Mandato extra per i sindaci del cratere,
    via libera alla richiesta di deroga

    190 - Mar 28, 2019 - 2:54 Vai al commento »
    I politici sono preoccupati soprattutto di fare in modo che a gestire la ricostruzione siano sempre gli stessi. L'M5S sbaglia ad appoggiare questa deroga.
  • «Giuseppe in carcere, Maria in comunità
    e Gesù bambino se ne va per protesta»
    L’omelia del vescovo ribelle

    191 - Dic 26, 2018 - 23:49 Vai al commento »
    @Giorgio Rapanelli A lei basta poco per tacciare qualcuno di protestantesimo. Non è questione di quando si diventa santi. Nel protestantesimo la venerazione dei santi non c'è. Punto e basta. Sul resto preferisco tacere.
  • Sanità, potenziamento di Marche-Nord
    «Un atto scellerato di Ceriscioli»

    192 - Dic 18, 2018 - 1:52 Vai al commento »
    Perché non spostiamo direttamente a Pesaro il capoluogo di regione? Così almeno la casta piddin-pesarese che governa da anni la regione non deve neanche spostarsi per fare le riunioni.
  • Sanità, Pesaro la fa da padrone:
    il pacco di Natale è servito

    193 - Dic 18, 2018 - 2:10 Vai al commento »
    Io dissento del tutto dall'articolo. Ceriscioli è del PD e la sua giunta è sostenuta dal PD e dai suoi alleati. Quindi, per definizione, è democratico, buono e giusto; mentre coloro che gli si oppongono sono fascisti o pseudofascisti, bigotti, ignoranti, zoticoni: in una parola "barbari", come disse Augias, che non hanno la minima idea di cosa sia lo stato di diritto, come sentenziò lo stesso Augias, mica come questi qua, che hanno sempre in mente il mugnaio di Potsdam. Insomma, diciamolo: gli argomenti di Cambriani sono gli argomenti di un populista, come tali da rifiutare per definizione.
  • Auguri in latino dal liceo,
    domenica scuola aperta
    al Leopardi

    194 - Dic 16, 2018 - 1:17 Vai al commento »
    Gli studenti delle superiori chiamati a fare gli auguri alle autorità? Per le autorità una manifestazione in stile sovietico. Per le scuole, pubbliche relazioni.
  • Strada Villa Potenza-Montanello:
    via libera alla terza corsia

    195 - Dic 16, 2018 - 1:29 Vai al commento »
    Ma siamo proprio sicuri che ci sia bisogno di una terza corsia?
  • Ospedale unico, nuova location
    votata tra le polemiche

    196 - Dic 16, 2018 - 1:27 Vai al commento »
    E la sinistra, come al solito, è tale solo di nome.
  • Chiusure punti nascita e ospedale unico,
    Lega e M5S ribaltano il tavolo:
    «Ora la Regione non ha più alibi»

    197 - Nov 6, 2018 - 0:50 Vai al commento »
    Ottimo. Ma a fare discorsi come quelli del deputato Patassini non dovrebbe essere la sinistra? E perché la sinistra, invece di farli, preferisce pronunciarsi come un sol uomo a favore dell'ospedale unico provinciale (ultima Diem25, quella che minaccia sfracelli a livello europeo nel nome di Varoufakis e di De Magistris, ma a livello locale è perfettamente allineata sugli interessi dei privati)?
  • Un new deal politico per Macerata
    nel segno di Varoufakis:
    «Siete avvisati, noi ci saremo»

    198 - Nov 6, 2018 - 0:38 Vai al commento »
    "Parere favorevole all'ospedale unico"? Di una sinistra del genere possiamo anche fare a meno.
  • Prima chiesa riaperta dopo il sisma:
    «Risorse nostre, non potevamo aspettare»

    199 - Set 3, 2018 - 0:32 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini No, non c'è scritto niente del genere nel Concordato. http://www.vatican.va/roman_curia/secretariat_state/archivio/documents/rc_seg-st_19850603_santa-sede-italia_it.html Resta la domanda: per quale motivo dev'essere addirittura il Comune a sborsare cospicui fondi per rendere agibile un luogo di culto? Non ci sono altre priorità? La chiesa cattolica non gode già di sufficienti fondi a vario titolo, e di varie agevolazioni fiscali?
    200 - Set 1, 2018 - 18:15 Vai al commento »
    Non capisco per quale motivo un luogo di culto debba essere ristrutturato con i fondi del Comune.
  • Solidarietà del Pd Camerino a Corradini:
    «Il sit-in una pagliacciata»

    201 - Ago 21, 2018 - 21:47 Vai al commento »
    Il partito dei compagnucci, in cui ci si fa i favori a vicenda.
  • Le Marche al Meeting di Rimini,
    Bravi: «Un’opportunità
    per i giovani»

    202 - Ago 21, 2018 - 22:32 Vai al commento »
    Per dare i soldi a CL i soldi si trovano sempre.
  • Villa a ridosso della fonte storica,
    il Comune: «Pratica regolare»

    203 - Ago 21, 2018 - 21:56 Vai al commento »
    In sintesi: non abbiamo ristrutturato la fonte per colpa del terremoto che ha imposto un cambio di priorità e quindi ci è sembrato giusto intanto lasciar costruire un bel villone intorno.
  • A Fabriano figli, a San Severino figliastri:
    la sanità secondo Ceriscioli

    204 - Ago 21, 2018 - 21:45 Vai al commento »
    Pensano che siamo tutti scemi. E' anche per questo che il PD sta sulle scatole persino a chi è scettico nei confronti dell'attuale governo.
  • Leu sui soldi della Regione a Cl:
    «Non si fa così occupazione»

    205 - Ago 21, 2018 - 22:31 Vai al commento »
    No, non sono soldi sprecati. E' una "marchetta" a favore di CL e, da questo punto di vista, le Marche sono in compagnia, quasi esclusivamente, di regioni governate dal "centrosinistra".
  • Bando periferie, la rabbia di Carancini:
    «Così il governo scippa i Comuni»

    206 - Ago 11, 2018 - 4:04 Vai al commento »
    1) Continuo a non capire cosa c'entri la ristrutturazione di un centro fiere, per di più ubicato al di fuori di un centro abitato e senza alcun rapporto con esso, con la riqualificazione delle periferie degradate. 2) Come fa un Comune a lamentarsi, allo stesso tempo, del fatto che non gli vengano destinati fondi statali (e che, quindi, non sono del Comune, per definizione) e ad accusare il governo di appropriarsi di denari suoi, ma del Comune? 3) Qualcuno, sia esso il Comune o lo stato, ha fatto un'analisi costi benefici per l'intervento sul centro fieristico di Villa Potenza? Dodici milioni per settantamila presenze significa una spesa di centosettanta euro a presenza, che va divisa per il numero di anni in cui l'investimenti genera benefici. Ne vale la pena? E' un investimento giustificato dalle ricadute economiche e sociali? 4) Cosa dobbiamo pensare di un partito i cui esponenti prima votano, per sbaglio, a favore di un determinato provvedimento, e poi strepitano perché il provvedimento è stato approvato, anche grazie a loro?
  • Ortopantomografo a Civitanova,
    climatizzazione a Recanati:
    tour di tagli del nastro negli ospedali

    207 - Ago 11, 2018 - 4:07 Vai al commento »
    Perché spendere per strutture che dovrebbero essere soppiantate dall'ospedale unico provinciale?
  • Nuova villa sotto lo Sferisterio
    «Per l’antica fonte “Pozzo del mercato”
    storia di una distruzione annunciata»

    208 - Ago 12, 2018 - 0:19 Vai al commento »
    Poi menano il torrone con le aperture domenicali gratis dei musei.
  • RisorgiMarche, 315mila euro di costi
    «Erano fondi vincolati:
    la Regione continuerà a sostenerlo»

    209 - Ago 11, 2018 - 3:15 Vai al commento »
    Panem et circenses (più i secondi del primo).
  • La Lega attacca: «Flauto magico,
    un’indegna predica politica»

    210 - Lug 22, 2018 - 22:26 Vai al commento »
    Certe messe in scena di opere musicali o teatrali, più che proporne una lettura insolita, risultano solo irritanti, perché piegano le opere ai personalissimi intenti del regista senza far loro guadagnare alcunché. Detto questo, tenendosi al di fuori da certe polemiche i politici hanno solo da guadagnarci. E' meglio che le scelte artistiche, per quanto opinabili, siano giudicate da un punto di vista strettamente artistico più che politico in senso lato.
  • Il Flauto politico di Vick…
    è magico ma non per tutti

    211 - Lug 22, 2018 - 22:58 Vai al commento »
    Per fortuna da tempo mi risparmio le pagliacciate (con scenografie, peraltro, misere) dello Sferisterio. Per quelle c'è sempre il circo.
  • «Stop al nuovo centro commerciale»,
    raccolte oltre 1.200 firme

    212 - Lug 2, 2018 - 22:29 Vai al commento »
    Un altro esempio di un'amministrazione di centrosinistra che, sulle tematiche sociali ed economiche, fa politiche indistinguibili, e forse persino peggiori, di quelle di destra, cementificando e favorendo la distruzione del tessuto economico, sociale e persino urbano delle nostre città.
  • Pd “Zero tituli”,
    la segreteria regionale al primo che passa?

    213 - Mar 7, 2018 - 23:07 Vai al commento »
    Al posto di un ipotetico segretario regionale del PD io prenderei quest'articolo e lo sottoporrei all'analisi della direzione regionale del partito. Tuttavia non credo che nel PD si avvierà alcuna riflessione sulle cause della sconfitta. I partiti, soprattutto di sinistra, un tempo erano quelli in cui forse si discuteva di politica più degli altri, i più organizzati, i più strutturati. Ora quest'attitudine si è persa. Gramsci teorizzava l'egemonia culturale; i suoi successori invece praticano la subalternità culturale, che consiste nel criticare Berlusconi perché ha creato un partito personale per poi emularlo. Quindi, Cambriani può stare tranquillo: il PD continuerà tranquillamente per la sua strada. Del resto, la sua dirigenza non viene selezionata per meriti politici o culturali, ma solo per capacità di maneggio. Non si può pretendere che chi non ha mai avuto uno straccio di un'idea cominci ad averne una ora.
  • Morgoni, contro-monito al vescovo:
    «Nella Lega simpatizzanti di Traini,
    la Chiesa dovrebbe preoccuparsi»

    214 - Mar 7, 2018 - 23:24 Vai al commento »
    Sarebbe bene che le autorità religiose mantenessero una certa distanza dalle vicende politiche, astenendosi dal dare su di esse giudizi troppo particolareggiati, oltretutto spesso alquanto discutibili. D'altra parte, sarebbe auspicabile che gli uomini politici si astenessero dal dare lezioni di coerenza alle autorità religiose; non perché queste ultime non le meritino, ma perché è proprio il caso di dire che generalmente non è da quel pulpito che possono venire prediche, a chicchessia. Né le une, né gli altri brillano per particolare autorevolezza; perché questa non viene dal ruolo che si ricopre, ma dalla coerenza tra ideali proclamati e comportamenti. Se ne facciano una ragione e si attengano ai loro specifici ambiti di competenza.
  • Apre la nuova sede di Forza Italia,
    Saltamartini: «Tolleranza zero per i reati
    e lotta all’immigrazione clandestina»

    215 - Feb 25, 2018 - 16:45 Vai al commento »
    Tolleranza zero per i reati. Un partito il cui leader è pregiudicato, pagava i mafiosi e aveva come bracci destri persone come Dell'Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa, e Previti, condannato per corrruzione in atti giudiziari, se predica la tolleranza zero per i reati dovrebbe autodistruggersi.
  • Costituzione e Inno d’Italia
    al Monumento dei Caduti
    «per ripartire come comunità» (foto)

    216 - Feb 18, 2018 - 20:06 Vai al commento »
    Tutto questo spiegamento di sindaci, sindacati, partiti e associazioni è riuscito a portare in piazza solo ottocento persone?
  • Il disinteresse reale e il tifo da social
    Elezioni: che fine hanno fatto i partiti?

    217 - Feb 18, 2018 - 20:20 Vai al commento »
    Non c'è da stupirsi dell'apatia elettorale. I partiti, con pochissime eccezioni (M5S, Potere al Popolo, forse Lega ex Nord e FdI) si sono trasformati in comitati elettorali. Hanno fatto di tutto per isolarsi dalla società, per tagliare le radici che li ancoravano a essa, per diventare cordate di persone, spesso senza arte né parte, che non dovessero mai rispondere del loro operato, con metodo democratico, a una base di militanti. Ci sono riusciti. Il modello berlusconiano del partito personale, emanazione di un leader che sceglie a suo arbitrio, inevitabilmente tra i fedelissimi, i suoi proconsoli a tutti i livelli; quel modello che venticinque anni fa veniva dipinto come un'anomalia ha trionfato ed è stato abbracciato anche da coloro che si dicevano suoi oppositori. Non solo il PD, ma anche LeU. Per anni ci è stato detto che questa era la modernità; anzi, la postmodernità. Forse lo è, ma a me sa tanto di Ottocento, quando i candidati venivano scelti da gruppi ristretti di privilegiati.
  • Concussione in consiglio,
    prescrizione per Garufi

    218 - Feb 14, 2018 - 2:03 Vai al commento »
    Ecco a voi gli intellettuali maceratesi.
  • Lasciate in pace Macerata
    Pantanetti: «La città non è più la stessa,
    ne usciremo solo uniti»

    219 - Feb 14, 2018 - 2:11 Vai al commento »
    Per fortuna il PD maceratese ha un segretario cittadino che è in grado di articolare un ragionamento sensato, a differenza degli altri esponenti cittadini del suo stesso partito, a partire dal sindaco. Tuttavia, nonostante i suoi generosi sforzi, il tentativo di Di Pietro di salvare la reputazione del suo partito a Macerata è un compito peggio che impossibile: è una fatica di Ercole destinata al fallimento.
  • Consiglio comunale a scuola sulle foibe,
    un minuto di silenzio per Pamela

    220 - Feb 12, 2018 - 20:19 Vai al commento »
    E' sempre facile, e comodo, deprecare i silenzi e le pavidità del passato.
  • Carancini: «Clima da ultras,
    Macerata mai stata così»

    221 - Feb 11, 2018 - 22:22 Vai al commento »
    Un articolo esilarante. In primo luogo spicca la pervicace pusillanimità del sindaco e degli altri esponenti del PD e della giunta, che non osano proferire una sillaba per non contrariare i loro capi e i loro sodali e perserverano nella convinzione di aver fatto bene a non promuovere una manifestazione antirazzista: anzi, di averla ostacolata, perché le uniche manifestazioni sono quelle che si organizzano tra loro, come un ritrovo tra amici, in cui si è sicuri che non verrà detto niente di imbarazzante. Forse hanno la coscienza sporca per come viene gestita la politica dell'accoglienza? Per loro vale il giudizio di Churchill su Chamberlain all'indomani della Conferenza di Monaco del 1938: "potevate scegliere tra la guerra e il disonore, avete scelto il disonore a avrete la guerra" (sotto forma, si spera, di una salutare batosta alle prossime elezioni, che li spazzi via una volta per tutte e ci liberi dalla loro inettitudine). Ma poi arriva la nuova trovata dell'imbarazzatissimo M5S maceratese: l'"antifascismo silenzioso". Traduzione. Siccome molti nostri elettori sono di sinistra, diciamo che l'antifascismo è "valore fondante" del movimento; ma, siccome ce ne sono altrettanti, di nostri elettori, di destra, facciamo come se non lo fosse, altrimenti ci rimangono male. Infatti i pentastellati, quelli che soffiano sempre sul fuoco della polemica, ora invitano a non "dividersi per scopi elettorali" e a non insistere sulla contrapposizione tra "il noi e il loro": proprio loro, che su questa contrapposizione ci campano, definiscono "divisiva" la manifestazione di ieri. Certo, "divisiva", in un certo senso, lo era: perché mirava a dividere, e non a confondere gesuiticamente, fascismo e antifascismo, razzismo e antirazzismo. I toni dell'M5S non sono dissimili da quelli di Marchiori. Solo che certe cose dette da un berlusconiano suonano quasi apprezzabili (è già tanto sentirgli dire che l'antifascismo e l'antirazzismo sono valori, mentre il fascismo e il razzismo non lo sono, anche se sappiamo che sono solo chiacchiere); dette da un pentastellato suonano un imbarazzato dare un colpo al cerchio e uno alla botte. Non si capisce, però, per quale motivo, secondo Marchiori, i maceratesi avrebbero dovuto "tirare uova" sui manifestanti. Per chi non l'avesse capito, la manifestazione era antirazzista, non antimaceratese.
  • Gus, non chiamatela onlus
    La Finanza contesta maxi evasione

    222 - Feb 13, 2018 - 0:51 Vai al commento »
    CM dovrebbe fare attenzione e saltare meno alle conclusioni.
  • A Macerata la sinistra
    fa il “gioco dell’oca”

    223 - Feb 11, 2018 - 21:58 Vai al commento »
    Un articolo interessante, come sempre quando c'è di mezzo Cambriani. Il fatto che ci fossero molte persone (me compreso) che erano presenti a titolo individuale evidenzia una debolezza, certo; ma la debolezza è quella dei leader che una volta erano di sinistra. Che, alle elezioni, reclamano il voto contro la destra ma al tempo stesso, caso unico al mondo, non soltanto non promuovono una manifestazione antirazzista, ma addirittura vi si oppongono e si vantano di non parteciparvi (il sindaco Carancini nell'intervista al "Fatto Quotidiano" di ieri), in sostanza facendo proprie le parole d'ordine di coloro cui dicono di opporsi. Al tempo stesso, però, è stata anche una forza; perché, piaccia o no, c'è una parte della Macerata (e dell'Italia di sinistra) che non aspetta l'autorizzazione di una leadership opportunista e trafficona per affermare le proprie idee. PS Veramente, a quanto mi risulta il servizio d'ordine della FIOM c'era.
  • Gli interrogativi del vescovo Marconi:
    «E ora? Noi restiamo a raccogliere i cocci»

    224 - Feb 10, 2018 - 23:33 Vai al commento »
    Il vescovo Marconi è riuscito a fare un lungo comunicato in cui la parola "razzismo" non viene mai usata.
  • Corteo rientrato ai Giardini Diaz:
    «Siamo qui soprattutto per Pamela»

    225 - Feb 10, 2018 - 20:25 Vai al commento »
    @Francesco Bartolacci "Un folle malato"? Forse sì. Saranno le indagini a stabilire se era lucido. Una persona imbevuta di razzismo, però; e che ha colpito per questo motivo, non a casaccio. E' per questo che la politica c'entra.
  • Gino Strada: «Chi ha cercato di stoppare
    questa manifestazione è ideologicamente
    corrotto e colluso» (Video)

    226 - Feb 10, 2018 - 19:20 Vai al commento »
    Dice bene Gino Strada: è proprio vero. Le istituzioni maceratesi (tutte, nessuna esclusa), con il loro rifiuto non solo di promuovere una manifestazione di condanna dell'episodio di razzismo che è avvenuto a Macerata, ma anche soltanto di appoggiare una manifestazione promossa da altri, e addirittura di ostacolarla, terrorizzando una città intera e tenendola in ostaggio per un'intera giornata, hanno dimostrato proprio questo: di essere "ideologicamente corrotte e colluse". "Corrotte" perché non colgono la differenza tra il razzismo e l'antirazzismo, tra chi fomenta il razzismo e chi vi si oppone. "Colluse": perché, mettendo sullo stesso piano coloro che fomentano il razzismo e coloro che chi vi si oppongono, finiscono per allearsi con i primi. E' un giudizio lapidario, indiscutibile.
  • Macerata, tavole di legno e chiodi:
    i negozianti blindano le vetrine

    227 - Feb 10, 2018 - 19:08 Vai al commento »
    Mentre andavo alla manifestazione, passando per Corso Cavour, notavo lunghe code ai bar e alle pizzerie, che arrivavano ben fuori dai locali. E, del resto, perché non sarebbe dovuto essere così? C'era tanta gente, molto variegata: giovani, anziani, coppie con bambini piccoli o con il cane. E' stato un razzista a sparacchiare in giro, non chi al razzismo si oppone. Una persona, forse, con problemi psichici ma che, chissà come mai, aveva un'arma in mano. I negozianti che non hanno dato retta ai messaggi terroristici diffusi dalle cosiddette "autorità" hanno fatto buoni affari.
  • Manifestazione antifascista,
    ecco come cambia la viabilità

    228 - Feb 10, 2018 - 12:03 Vai al commento »
    Ma cos'è, la calata degli unni?
  • Rete antifascista di Macerata:
    «La manifestazione è solo l’inizio»

    229 - Feb 9, 2018 - 23:46 Vai al commento »
    Sono arrivate le truppe cammellate, gli antifascisti da salotto.
  • Giuliano Amato a Macerata:
    «Quanto accaduto a Milano è più grave,
    nessuno ha detto di cacciare via i tranvieri»

    230 - Feb 10, 2018 - 1:58 Vai al commento »
    @Tamara Moroni: Amato non ha affatto "difeso gli assassini a seconda della loro nazionalità". Le parole che attribuisci ad Amato sono inventate, Amato non le ha mai dette.
    231 - Feb 9, 2018 - 22:03 Vai al commento »
    I reati vanno puniti, chiunque sia a compierli. La risposta non può essere sparare nel mucchio.
  • Manifestazione in città,
    vescovo sospende messe e catechismo:
    «Macerata sa già di non essere razzista»

    232 - Feb 10, 2018 - 13:26 Vai al commento »
    No, non è in corso un terremoto. La minaccia alla convivenza civile, a Macerata, proviene non dai razzisti, dai fascisti, dagli intolleranti, dai fanatici. Al contrario: la vera minaccia sono coloro che credono nel valore della civiltà, della tolleranza, del rispetto per le persone; e tra costoro ci sono italiani e africani, così come ci sono italiani e africani tra i delinquenti e i fanatici. Da quale parte stanno i cattolici maceratesi?
  • Corteo, sguardi dall’alto

    233 - Feb 10, 2018 - 19:02 Vai al commento »
    Solo che non l'ha fatto. Anzi: ha detto, fino all'ultimo, che sarebbe stato meglio che non si fosse svolto. Ora chiunque potrà dare la sua risposta: che danno ha fatto, a Macerata e alla sua immagine, il corteo antirazzista da cui il sindaco si è dissociato fino all'ultimo, rivendicando anche oggi (intervista al "Fatto Quotidiano" di oggi) che i maceratesi non vi avrebbero partecipato, e che il vescovo ha deplorato?
  • Corteo, reazioni indignate dopo il coro
    “Ma che belle son le foibe da Trieste in giù”

    234 - Feb 13, 2018 - 0:57 Vai al commento »
    @Tamara Moroni Leggo solo ora le tue dotte dissertazioni sulle foibe. Certo che mi dissocio dai cori sulle foibe. Oltretutto, erano talmente diffusi che io ne ho saputo qualcosa solo tornando a casa (e tutti i mezzi d'informazione hanno dovuto ammettere che si è trattato di un episodio isolato). E' singolare che tu, che hai invocato "comprensione" per una serie di attacchi a mano armata, pretenda da me dissociazioni per comportamenti non miei. PS A proposito, come va con le carrozze? Te ne occupi ancora? :D
    235 - Feb 10, 2018 - 20:10 Vai al commento »
    "Parassiti sociali"? Al corteo c'era soprattutto gente qualunque, anche madri e coppie con bambini piccoli. Gente come me, che faccio l'impiegato di banca.
  • Manifestazione antifascista,
    arrivati Sofri, Staino e Kyenge:
    «Tutti devono essere liberi di camminare» (Video)

    236 - Feb 10, 2018 - 19:14 Vai al commento »
    No. Per tutta questa gente nessuno (non solo "un nero") può fare a pezzi una ragazza e nessuno (non "un bianco") può sparare a nessuno (non soltanto "ai neri"), soprattutto se la motivazione è l'odio razziale. Non è difficile da capire.
  • Gino Strada e Sabina Guzzanti:
    «Manifestiamo a Macerata»
    Il corteo farà il giro delle mura

    237 - Feb 10, 2018 - 12:12 Vai al commento »
    @Giorgio Rapanelli "lo smembramento di un corpo da parte di un bianco deriva generalmente dalla mente ed è un fatto psichiatrico, per un africano è un fatto “naturale”, poiché ha sempre risvolti rituali… Il cannibalismo non è legato alla fame, ma ad un rituale tribale." Ah ecco, gli africani ammazzano e smembrano i cadaveri perché è la loro cultura, insomma. Si vede che anche il tranviere di Milano che ha fatto la stessa cosa era africano.
    238 - Feb 10, 2018 - 0:08 Vai al commento »
    Cosa c'entra il fatto che la ragazza sia stata uccisa oppure no? Sono due fatti distinti. Sparare a chi ha un colore della pelle diverso non è un atto di giustizia per un crimine orrendo. Il collegamento esiste solo nella mente di un razzista, che pensa che se un africano uccide, questo avvenga perché è africano e, quindi, tutti gli africani sono colpevoli e devono essere puniti per questo.
    239 - Feb 9, 2018 - 20:23 Vai al commento »
    Sta facendo più danni a Macerata la posizione di coloro che ritengono inutile o sbagliato mostrare pubblicamente che la città si dissocia da un pogrom razzista condotto in solitaria del fatto stesso che esso sia accaduto. Ancora peggio che questi timori e tremori provengano proprio dalle istituzioni, a cominciare dal sindaco, per di più appartenente a un partito del cosiddetto "centrosinistra"; per non parlare di quei partiti, sindacati e movimenti della cosiddetta sinistra, che si riempie la bocca di antifascismo e di antirazzismo solo in maniera strumentale, forse più per tutelare le proprie rendite di posizione che per altri motivi. Macerata, a cominciare dalle sue istituzioni e dai suoi "intellettuali", sta dando una pessima prova. Se si farà una manifestazione antirazzista non lo si dovrà alle istituzioni, alle forze civili, politiche, sociali e religiose cittadine; ma a chi viene da fuori. Secondo me la manifestazione di domani sarà pacifica, come lo fu quella di un anno e mezzo fa a Fermo in occasione di un altro evento simile (un omicidio motivato dall'odio razziale).
  • Civitanova, Liberi e Uguali:
    «E’ un dovere morale
    impedire la deriva fascista»

    240 - Feb 9, 2018 - 20:15 Vai al commento »
    Era ora che, dalla tremebonda "sinistra" maceratese, venissero parole chiare sul da farsi di fronte a quanto avvenuto sabato scorso!
  • Corteo antifascista,
    non c’è nessun divieto
    Raduno ai Giardini Diaz

    241 - Feb 9, 2018 - 20:29 Vai al commento »
    Dunque, Comune, ANPI e ARCI, dopo essersi acquattati per la paura di non scontentare chi si è lasciato sedurre dalla propaganda razzista, la propaganda di chi incita all'odio verso gli stranieri in quanto tali, ed essersi addirittura opposti, incredibilmente (per chi non li conoscesse) a una manifestazione antirazzista, invece di essere loro stessi a promuverne una, ne organizzeranno una per conto loro? A costoro difetta il senso del ridicolo, e forse anche qualcos'altro.
  • Macerata respinge Forza Nuova
    Scontri in piazza della Libertà,
    manifestanti portati in questura

    242 - Feb 9, 2018 - 20:04 Vai al commento »
    Essere antirazzisti non è essere estremisti. In questa vicenda, l'unico estremista è quello che ha sparato, non dimentichiamolo.
  • Lasciate in pace Macerata

    243 - Feb 10, 2018 - 23:43 Vai al commento »
    In questa circostanza Macerata è stata, in realtà, vittima soprattutto della mediocrità, morale e intellettuale, del suo ceto, diciamo così, "dirigente". Né i suoi leader politici, né i suoi "intellettuali" (e sì che in città c'è pure l'università) hanno saputo dire una parola chiara, hanno saputo assolvere un ruolo di guida per la città, dimostrando di saper distinguere ciò che era giusto da ciò che non era giusto dire e fare. Del resto, è la stessa "classe dirigente" che ha lasciato tranquillamente fallire la più importante banca regionale, dopo averla affidata a persone disoneste e incapaci. Con poche eccezioni; come il segretario cittadino del PD Di Pietro che, intervistato dal telegiornale della 7, ha annunciato che non avrebbe abbassato le serrande e avrebbe tenuto aperto, come sempre, il suo negozio. I fatti gli hanno dato ragione: dalla manifestazione non c'era alcunché da temere. Del resto, cosa si doveva temere da una manifestazione antirazzista?
  • Pietro Grasso a Macerata:
    «Perplessità su annullamento
    della manifestazione di sabato»

    244 - Feb 8, 2018 - 22:26 Vai al commento »
    Parole sacrosante quelle di Grasso.
  • Vietate tutte le manifestazioni,
    la Prefettura accoglie
    invito del sindaco

    245 - Feb 8, 2018 - 22:11 Vai al commento »
    Quindi, chi manifesta contro un atto di violenza razzista è sullo stesso piano di chi lo appoggia?
  • Tensione a Macerata, il vescovo:
    «Sabato evitiamo cortei
    per chiuderci nel silenzio della preghiera»

    246 - Feb 8, 2018 - 22:16 Vai al commento »
    Mi sembra una posizione molto opinabile. La riflessione e la preghiera personale non possono sostituire una manifestazione con la quale è la società che si dissocia pubblicamente da un atto di di violenza razzista. Non sono la stessa cosa, non hanno lo stesso valore.
  • Terrore a Macerata, “il vero male
    è il nichilismo che pervade la società”

    247 - Feb 8, 2018 - 22:24 Vai al commento »
    Un fervorino.
  • Il dolore della madre di Traini:
    «Voglio guardarlo negli occhi
    E’ stato sempre un bravissimo figlio»

    248 - Feb 9, 2018 - 22:01 Vai al commento »
    @Gabriele Ferramondo Lo so, la conosco personalmente (anche se poco). Lasciamo perdere va, non scendiamo sul personale.
    249 - Feb 9, 2018 - 20:10 Vai al commento »
    Tamara Moroni: il problema è che, purtroppo, ti sei spiegata benissimo. Non capisci la differenza tra un atto, efferato, di criminalità comune, e un'aggressione motivata dal razzismo. Come si fa a trattare Traini come un bravo ragazzo che manifesta in maniera sbagliata un'indignazione giusta e per il quale bisogna avere comprensione? Ed è veramente grottesco, per di più sul piano personale, un contraddittore rinfacciandogli l'orientamento sessuale della figlia, come se essere lesbiche fosse qualcosa di disdicevole.
    250 - Feb 8, 2018 - 22:30 Vai al commento »
    Quindi, per Tamara Moroni, ci si dovrebbe vergognare se si ha una figlia lesbica ma avere comprensione per un razzista che sparacchia in giro e terrorizza una città? Chapeau.
  • SCONFESSATI

    251 - Gen 29, 2018 - 22:19 Vai al commento »
    Un'analisi impeccabile, cui si potrebbe aggiungere la situazione di LeU, in cui, per salvare entrambe le deputate uscenti marchigiane, entrambe del nord delle Marche, si è scelto di piazzarne una (peraltro, la più attiva e meritevole delle due) nel sud delle Marche. Per cui, se già prima subivamo l'egemonia politica del nord della regione, ora la situazione è ulteriormente peggiorata. Dovrebbe far riflettere il fatto che il modello del partito emanazione del capo che decide tutto da solo senza appello, e al cospetto del quale dirigenti, quadri, iscritti possono solo chinare il capo, con davanti due sole alternative, e cioè subire o andarsene, si è ormai affermato ovunque. Sembra che tutti vi si siano assuefatti, cittadini ed elettori compresi.
  • Elezioni, Ceroni tagliato fuori
    Forza Italia Tolentino:
    «Un fulmine a ciel sereno»

    252 - Gen 28, 2018 - 22:54 Vai al commento »
    Non lo sapevano che in Forza Italia decide tutto il capo?
  • Psi, Verdi e Area civica “Insieme”,
    ecco i candidati alle politiche

    253 - Gen 25, 2018 - 21:45 Vai al commento »
    1) 5,03, non 5,3. 2) In Uniti per le Marche nel 2015 c'erano pure IdV e Scelta Civica, in Insieme quest'anno no. 3) Uniti per le Marche non ha "garantito" alcuna maggioranza a Ceriscioli, che vinse con circa 20 punti percentuali di scarto. Avrebbe vinto anche senza l'appoggio di Uniti per le Marche. Come se, poi, fosse un merito aver sostenuto Ceriscioli...
  • Il “lanciafiamme” di Renzi
    fa risorgere dalle ceneri
    la candidatura di Corradini

    254 - Gen 25, 2018 - 1:33 Vai al commento »
    Appassionante...
  • Centrodestra: Lega asso-pigliatutto?
    Leu candida Bruno Pettinari

    255 - Gen 25, 2018 - 21:40 Vai al commento »
    I candidati di LeU per la quota uninominale contano poco; sono poco più di nomi di bandiera, o meglio di specchietti per le allodole, visto che sono stati calati dall'alto per tirare la volata a coloro che saranno in posizioni eleggibile nelle liste per la quota proporzionale.
  • Mauro Riccioni, candidato alla Camera
    con falce e martello

    256 - Gen 23, 2018 - 0:13 Vai al commento »
    Una candidatura valida sprecata per un partito che non ha chance. Peccato.
  • «Pediatria Macerata, un girone infernale»

    257 - Gen 21, 2018 - 22:04 Vai al commento »
    Tranquilli, quando si saranno spesi un sacco di soldi per il nuovo ospedale unico provinciale andrà tutto meglio...
  • Come cambia il lavoro
    nell’incontro dei “Cittadini in cammino”

    258 - Gen 21, 2018 - 1:26 Vai al commento »
    "Il valore e le enormi potenzialità del provvedimento sull'alternanza scuola-lavoro"? Quello con cui gli adolescenti lavorano gratis per le aziende?
  • Giannini: ok dai circoli Pd di Ascoli,
    Forza Italia indica Ceroni e Baldelli

    259 - Gen 21, 2018 - 1:21 Vai al commento »
    Spero proprio che sia scelta come candidata. Così avrò la possibilità di votarle contro.
  • Corradini candidato dei renziani?
    Ma i dem spingono
    Comi, Manzi e Giannini

    260 - Gen 17, 2018 - 3:04 Vai al commento »
    Lucciarini, quello che, dopo aver preso a cazzotti due persone, resta ben inchiodato alla sua poltrona di sindaco, che critica Comi? Da quale pulpito. Praticamente il bue che dice cornuto all'asino.
  • Verso l’ospedale unico,
    gara per l’indagine geologica

    261 - Gen 11, 2018 - 21:55 Vai al commento »
    Un altro spreco di denaro pubblico per accontentare gli amici.
  • Al voto il 4 marzo,
    partita la corsa al Parlamento
    per i candidati marchigiani

    262 - Gen 1, 2018 - 22:32 Vai al commento »
    I nomi dei candidati PD sono veramente da far venire l'acquolina in bocca. In tutta la regione uno meglio dell'altro, bisogna essere degli scriteriati per non votarli. @Gabriella Pascucci Per questo basta andare sul sito di Openpolis.
  • Riaperta la chiesa dei Sacconi,
    il premier Orban: «Congratulazioni»

    263 - Dic 16, 2017 - 4:12 Vai al commento »
    Orbàn è riformato, cioè protestante. Ho qualche difficoltà a considerarlo un alfiere del cattolicesimo.
  • Luminarie osé, il web non perdona:
    l’amministrazione corre ai ripari

    264 - Dic 16, 2017 - 4:33 Vai al commento »
    "Trippadvisor"? Il consigliere della trippa? Un correttore di bozze costa troppo?
  • Civitanova capitale dell’elettronica:
    i Clock DVA al Cecchetti

    265 - Dic 16, 2017 - 3:55 Vai al commento »
    Complimenti, teatro tutto esaurito, è stato un grande successo. Se qualcuno ha la scaletta del concerto... Ho visto che è stato regstrato, il video sarà reperibile da qualche parte?
  • Nascita di Maometto:
    corteo e festa per i musulmani
    (Foto/Video)

    266 - Dic 4, 2017 - 2:04 Vai al commento »
    Un'associazione musulmana non è "la comunità musulmana".
  • Marcia antifascista, Civitanova blindata
    «No alla propaganda su Mussolini» (FOTO)

    267 - Dic 3, 2017 - 1:19 Vai al commento »
    L'iniziativa di Forza Nuova e dell'Associazione Aries è discutibile. Il Comune avrebbe anche potuto non concedere la Biblioteca Zavatti; anzi, considerato com'è stata presentata l'iniziativa, non avrebbe proprio dovuto concederla. Almeno, però, si è evitato di concederle il patrocinio del Comune. Stupisce l'adesione alla manifestazione antifascista di Corvatta e del PD che, invece, concessero, loro sì, il patrocinio del Comune a una conferenza come quella dell'avvocato Amato che incitava alla discriminazione degli omosessuali.
  • Ospedale unico a Macerata:
    si farà alla Pieve

    268 - Ott 30, 2017 - 0:22 Vai al commento »
    Con tutti gli ospedali già esistenti in provincia, tutti nuovi e ristrutturati di recente, in tutto o in parte, hanno già deciso di buttare decine di milioni per costruirne da zero uno nuovo, facendo da zero tutti i collegamenti?? Un'altra colata di cemento? Ma chi sente il bisogno di un nuovo ospedale che per quando sarà ultimato risulterà obsoleto? Chi ci si arricchirà sopra? Il PD e la destra, apparentemente divisi su tutto, sono entrambi d'accordo su questa scelleratezza. Non ci sono mai soldi per niente: per la scuola, per la sanità, per le pensioni, ma quando si tratta di dilapidarli li si trova sempre. Possibile che non si oda alcuna voce contraria a quest'ennesimo sperpero? Dove sono i partiti a sinistra del PD? Dov'è l'M5S?
  • L’Ave Maria e Giordano Bruno,
    simboli di una città divisa,
    l’eterno dualismo domina la piazza

    269 - Ott 21, 2017 - 17:32 Vai al commento »
    Mi fa piacere che Sauro Micucci abbia chiarito il senso del suo commento precedente. Ovviamente, ognuno è libero di pensarla come vuole. Se Sauro Micucci pensa che sia giusta l'opinione di Kant, ben venga. La libertà di religione e la libertà di coscienza questo significano: che ognuno è libero di professare le proprie convinzioni in materia, senza essere costretto ad abbracciare quelle altrui. Credo, però, che dovremmo concordare su un punto: cattolici e no (come me), fedeli di altre religioni, ateisti o agnostici: non è necessario, anzi, è sbagliato, appropriarsi di spazi pubblici che dovrebbero essere neutri, come una lezione universitaria, per trasformarli in sedi in cui si recitano preghiere o si compiono atti di culto. Nell'Italia di oggi questo può avvenire a opera di una cattolica, in un altro paese e in un'altro momento può avvenire a opera di un protestante, di un musulmano o di un ateista: il principio rimane lo stesso. Queste cose, fatte in quelle sedi, diventano soperchierie nei confronti di chi quella fede religiosa non la condivide. Quello della professoressa Ferranti è stato un vero e proprio abuso della propria posizione di docente di un corso universitario ai danni della libertà di coscienza degli studenti e, in fondo, di tutti i cittadini. Come tale, dovrebbe essere esecrato. Bene ha fatto, quindi, il rettore a chiedere scusa: anzi, avrebbe dovuto sanzionare il comportamento della Ferranti. Così come bene ha fatto il deputato Paglia (Sinistra Italiana) a occuparsi della questione. Anzi, è indice dell'opportunismo e della mancanza di principi dei nostri politici il fatto che, tra i politici locali, nessuno abbia avuto osato dire una sillaba a difesa della laicità dello stato.
    270 - Ott 20, 2017 - 19:29 Vai al commento »
    @Franco Pavoni, Massimo Giorgi Potete ironizzare quanto volete su Sergio Quinzio, ma estrapolare una frase e commentarla senza saperne niente a cosa serve? @Sauro Micucci Confesso che non ho capito nulla di quel che ha scritto. La questione non è tanto difficile. Una preghiera è un atto di devozione e quindi fuori luogo durante una lezione universitaria, in un ufficio pubblico, in una scuola, in un'università, etc. Le cerimonie religiose si svolgono a casa propria o nei luoghi di culto, perché in un paese in cui c'è libertà di religione nessuno dev'essere costretto ad assistere, e tanto meno a partecipare, a una cerimonia religiosa o a un atto di devozione. Questo vale, ovviamente, anche per chi insegna all'università. Oltretutto, la Ferranti non si è limitata a recitare una preghiera durante una lezione universitaria, cosa già inammissibile di per sé: ha anche "invitato" gli studenti a parteciparvi o, quanto meno, ad alzarsi in piedi "per rispetto nei confronti dei credenti", come ella stessa ha dichiarato. E' una fanatica che ha usato la propria posizione di potere all'interno dell'università per forzare gli studenti, quelli che dovranno dare l'esame con lei, ad assistere, e persino a partecipare, a un atto di devozione personale. Tutto questo è inqualificabile, e rimane tale anche se ci sono problemi peggiori e più gravi; vero, Sauro Micucci? Se sono cattolico pratico la mia fede religiosa nei luoghi deputati, e se vado all'università ci vado per studiare o per insegnare, non per cacciare la mia fede religiosa in gola anche a chi non la condivide. Non è difficile da capire e neanche da accettare. Si chiama "libertà di religione", che è garantita meglio se c'è quella che si chiama "separazione tra chiesa e stato".
    271 - Ott 19, 2017 - 22:49 Vai al commento »
    @Massimo Giorgi "Tal Sergio Quinzio"? Sergio Quinzio fu un famoso teologo e bislista italiano, deceduto ormai un po' di anni fa, che scriveva abitualmente sul quotidiano "La Stampa"!
    272 - Ott 19, 2017 - 2:41 Vai al commento »
    Non c'è alcun "dualismo" tra laici e cattolici a Macerata. I cosiddetti "laici" maceratesi sono sempre stati ben accucciati quando si è trattato di farsi i propri interessi. Non dimentichiamo che la scelta di fare di Macerata la "Civitas Mariae" fu approvata anche con il concorso dei partiti cosiddetti laici. Nessuno escluso.
  • Ave Maria a lezione, il vescovo:
    “Grazie a chi ha protestato,
    ci ha ricordato la forza della preghiera”

    273 - Ott 19, 2017 - 2:36 Vai al commento »
    Se quelle del vescovo cattolico sono scuse, figuriamoci cos'avrebbe detto se non si fosse "scusato". Come se recitare una preghiera durante una lezione universitaria fosse una cosa giusta. E poi si dice che dobbiamo proteggerci dall'immigrazione dei musulmani perché altrimenti loro "ci imporrebbero" la loro religione e perché nei paesi islamici non c'è separazione fra stato e religione. PS In molti commenti affiora l'equiparazione tra cristiano e cattolico. Vorrei far presente che i due termini non sono sinonimi, e che non tutti i cristiani (neanche tutti i cattolici, a giudicare dai commenti) pretendono di usare spazi pubblici, che dovrebbero essere neutri nei confronti delle convinzioni religiose delle persone, per occuparli con le loro, di convinzioni religiose.
    274 - Ott 19, 2017 - 2:21 Vai al commento »
    @Aldo Iacobini Già, il liberale Cavour. Dal quale, evidentemente, l'ex liberale Luciano Magnalbò non ha preso ispirazione.
  • Caso Peppina, c’è anche il ddl a firma dem:
    “Studiato per non essere condono illimitato”

    275 - Set 27, 2017 - 22:55 Vai al commento »
    Mi raccomando, non applichiamo mai le regole. Saniamo, saniamo sempre.
  • Sfrattiamo la burocrazia,
    sabato tutti a gridare “Io sono Peppina”

    276 - Set 27, 2017 - 23:06 Vai al commento »
    @Manuela Martinescu Perché hanno figli meno furbi o meno spregiudicati.
  • Comunità a rischio estinzione,
    così il Pd delocalizza la montagna

    277 - Set 12, 2017 - 21:55 Vai al commento »
    E' un po' la stessa idea di ricostruzione, del tutto privatistica, che Berlusconi ha applicato nel caso del terremoto dell'Aquila. Un'altra prova che, ormai, tra il PD e la destra non ci sono vere differenze.
  • Commissioni d’inchiesta, appello del Pd:
    “Il Consiglio sia a porte aperte”

    278 - Set 12, 2017 - 20:24 Vai al commento »
    Richiesta giusta, anche se proviene dal PD. E le altre opposizioni, a cominciare dall'M5S, che ne pensano?
  • Studiosi internazionali a Treia
    per la Sacra Sindone di Torino

    279 - Set 12, 2017 - 20:36 Vai al commento »
    Dal sito dell'Enciclopedia Treccani. "Tra i numerosi studi scientifici compiuti allo scopo di ottenere informazioni sull'origine e sulla vera natura della s. conservata nel Duomo di Torino (formazione dell'immagine, presenza o meno di sangue, ecc.), particolare interesse hanno suscitato quelli relativi alla datazione del drappo, condotti alla fine degli anni Ottanta con il metodo del carbonio radioattivo. L'analisi è stata eseguita nel 1988 in modo indipendente da tre diversi laboratori specializzati (a Zurigo, Oxford e Tucson) su campioni di s. appositamente prelevati. I risultati dei tre laboratori sono stati concordi nel collocare l'origine del telo tra il 1260 e il 1390 (la stessa epoca a cui risalgono le prime prove documentali certe dell'esistenza stessa della s.), sancendo così la non autenticità della reliquia. Tali risultati, in un primo tempo avallati ufficialmente anche dalla Chiesa, sono stati poi messi in discussione da taluni studiosi, in base all'ipotesi che contaminazioni intervenute nel corso dei secoli potrebbero aver artificiosamente arricchito la cellulosa della stoffa nell'isotopo 14C, facendo risultare il telo svariati secoli più recente del vero. Tra le possibili cause all'origine di tali contaminazioni sono stati invocati, in partic., l'incendio avvenuto nel 1532 a Chambéry nella cappella dov'era all'epoca ospitata la s., e l'azione di alcuni microrganismi. Successivamente alla pubblicazione dei risultati dell'analisi al 14C, non sono stati eseguiti ulteriori studi sperimentali che ne abbiano messo in dubbio l'affidabilità." http://www.treccani.it/enciclopedia/sindone/
  • Foto col grembiule del duce:
    “Non posso essere fascista?”
    Bufera sul presidente dei Teatri

    280 - Ago 13, 2017 - 21:36 Vai al commento »
    Il fascismo e l'antifascismo sono una cosa seria, ma qui stiamo parlando di una persona che non ha pubblicato una foto, ma della quale è stata pubblicata una foto privata e che, nella sua dichiarazione, non fa alcuna apologia di fascismo. Una tempesta in un bicchier d'acqua.
  • Petizione per boicottare Miss Italia,
    due parlamentari tra i firmatari
    Ciarapica: “Anche la bellezza è cultura”

    281 - Ago 12, 2017 - 15:49 Vai al commento »
    Postilla. Nell'appello, firmato, fra gli altri, da AGEDO, ARCIGay Agorà, Diritto Forte, Rete Che Gender, Diritto e Rovescio, Donne di Mondo, si afferma che la manifestazione promuove l'omofobia. Tra i firmatari, però, ci sono anche esponenti della passata amministrazione comunale, a cominciare dal sindaco Corvatta, ed esponenti, cittadini e provinciali, dei partiti che la componevano, a cominciare dal PD e dal PRC. Quella stessa amministrazione che, nel 2015, concesse addirittura il patrocinio del Comune di Civitanova alla conferenza dell'avvocato Amato, quello che girava l'Italia per parlare di "teorie del gender" e, già che c'era, contro il riconoscimento delle coppie dello stesso sesso. All'epoca, nessun "boicottaggio"; queste associazioni si limitarono a chiedere (ignorate) che il Comune ritirasse il patrocinio e a esprimere "perplessità" e "preoccupazione". Nessuna accusa di "omofobia" o di "sessismo". https://www.cronachemaceratesi.it/2015/06/17/incontro-sui-gender-polemica-sul-patrocinio-dato-dal-comune/670665/ Come si spiega un atteggiamento, allora, assai più morbido nei confronti del patrocinio del Comune a un'iniziativa assai più grave? Queste stesse associazioni non provano alcun imbarazzo nell'essere accomunate agli esponenti di quella stessa amministrazione comunale che diede il patrocinio all'iniziativa dell'avvocato Amato? Inoltre, con quale coerenza gli esponenti di quella stessa amministrazione, e dei partiti che la componevano, dopo aver patrocinato quell'iniziativa, e non averlo ritirato neanche di fronte alle critiche, firmano un appello che taccia di "sessismo e omofobia" un concorso di bellezza?
    282 - Ago 12, 2017 - 13:48 Vai al commento »
    1) Veramente i parlamentari non sono due, ma tre (c'è anche la Brignone, di Sinistra Italiana - Possibile). 2) Considerato il livello piuttosto mediocre dei parlamentari, il fatto che alcuni appoggino il boicottaggio non è granché indicativo. 3) Fra gli aderenti al boicottaggio c'è tutto il PD locale e la sinistra (politica e culturale) di complemento. 4) "Donna valutata e premiata come oggetto", "percorsi culturali che continuano a propagare un'immagine della donna come corpo vuoto", "educare a gestire i sentimenti e l'affettività": questo come si applicava a Valentina Nappi? Non si applicava perché, all'epoca, a governare c'erano i Corvatta, i Silenzi, le Emili che oggi firmano l'appello? 5) Il PD potrebbe fare opposizione sul fatto che la nuova giunta nomini sodali di partito e loro parenti. Ma, non potendo farlo, perché all'epoca esso faceva le stesse cose, e allo stesso tempo rosicando per aver perso malamente le elezioni, imbastisce una polemica strumentale e ipocrita sul nulla.
  • Nasce il gruppo misto Liberamente,
    gli “scissionisti” della maggioranza:
    “Vigileremo su Ciarapica”

    283 - Ago 12, 2017 - 2:27 Vai al commento »
    Sono passati due mesi dalle elezioni e la maggioranza già perde pezzi. Difficile credere alle motivazioni "ideali" addotte.
  • Ritorno di Miss Italia a Civitanova,
    Martellini a gamba tesa:
    “Boicottiamo il concorso”

    284 - Ago 11, 2017 - 15:38 Vai al commento »
    Capisco che un concorso di bellezza, Miss Italia in particolare, non sia il massimo quanto a iniziativa culturale, e forse neanche a tipo di immagine femminile che promuovono (ma ormai certi concorsi non hanno a oggetto solo le donne). Ma al punto da "boicottarlo"? Per coerenza, allora, si dovrebbe boicottare tutto quel che non ha rilevanza culturale e promuove un'immagine femminile basata solo sulla bellezza. Boicottiamo anche "Che tempo che fa"? La presenza della Lagerback, in quel programma, promuove un'immagine femminile basata principalmente sulla bellezza o sul talento? Oppure certe iniziative acquisiscono un'improvvisa rilevanza culturale se promosse da persone vicine alla propria parte politica? E che forma prenderebbe questo boicottaggio?
  • Maxi tamponamento in superstrada,
    cinque auto coinvolte

    285 - Lug 10, 2017 - 14:43 Vai al commento »
    Alle 21,30 stavo tornando a Civitanova; la coda si estendeva dallo svincolo dell'autostrada allo svincolo di Montecosaro, ma su Isoradio nessuna notizia.
  • L’Appennino dopo la ricostruzione
    protagonista a Symbola

    286 - Lug 6, 2017 - 1:23 Vai al commento »
    Quale ricostruzione?
  • Querelle sul palas, Ciarapica:
    “E’ la casa della Lube,
    difficile far coesistere i calendari”

    287 - Lug 6, 2017 - 1:38 Vai al commento »
    Le strutture sportive pubbliche dovrebbero essere utilizzate per la finalità (pubblica) della promozione dell'attività sportiva di tutti, non per concederle in uso esclusivo o semiesclusivo a società private con il paravento della concessione o della subconcessione. Le società sportive private vogliono impianti che possono utilizzare solo loro? Se li costruiscano: ma a loro spese. Non c'è da farsi illusioni: in materia la destra prosegue lungo il sentiero tracciato dal "centrosinistra" (che, non a caso, sulla questione specifica tace). Sarebbe anche interessante misurare il ritorno per la città della fama sportiva generata dalla squadra di pallavolo. Esso è tale da giustificare la spesa? E' il modo migliore di promuovere turisticamente una città, oppure ce ne sono altri migliori, per esempio la cultura? In quanti vanno a visitare Sochaux, Lens, Arnhem o Alkmaar perché sono città che ospitano squadre di calcio? Che tipo di turismo attira questo tipo di notorietà, quanto valore esso aggiunge all'economia locale?
  • Cartechini presenta la sua squadra:
    Pierantoni vicesindaco,
    fuori Nelia: “Avrei voluto farlo io”

    288 - Lug 6, 2017 - 1:28 Vai al commento »
    Bisognerebbe spiegare alla Calvigioni che il senso del vincolo dei due mandati consecutivi per fare un sindaco è evitare che certe persone facciano i sindaci a vita. Non c'è bisogno di avere perennemente le mani in pasta nelle caiche pubbliche. Dopo aver fatto la sindaca per dieci anni si può anche servire la comunità in altre forme che non siano cariche pubbliche. Sempre che la motivazione che spinge a impegnarsi sia il servizio alla comunità, e non l'appagamento di proprie (smodate) ambizioni personali.
  • Il centrodestra maceratese
    ha preso il via da Civitanova

    289 - Lug 6, 2017 - 1:56 Vai al commento »
    Non c'è un'aria di destra che tira; comunque non da adesso. Credo ci sia, almeno per me, la percezione che fra destra (vera) e sinistra (finta, non mi si venga a dire che il PD è di sinistra, non è neanche un partito di centrosinistra, al massimo di centro) non ci siano reali differenze. Entrambe fanno politiche simili, a livello nazionale (Jobs Act, riduzione dei diritti dei lavoratori, privatizzazione della scuola, della sanità e degli altri servizi pubblici, tagli delle prestazioni sociali a fronte di elargizioni a favore del grande capitale e di bonus per la massa delle persone, ridistribuzione del reddito e della ricchezza a favore delle classi sociali superiori, fastidio per le indagini sulla corruzione, uso a fini sfacciatamente privati delle risorse pubbliche, politica estera da vassallo degli Stati Uniti). Quindi, a che scopo andare a votare, pensano in molti?
  • Manifesti dagli ex compagni:
    “Caro Pd, i cittadini hanno detto basta”

    290 - Lug 6, 2017 - 1:43 Vai al commento »
    La domanda sorge spontanea: quanti sono questi "Uniti per Civitanova", visto che non sono stati neanche in grado di presentare una propria lista? Quanta parte della cittadinanza civitanovese rappresentano? E in nome di quali interessi e di quali valori, reali, non solo nominali?
  • Civitanova al centrodestra,
    da Comi a Silenzi il Pd si lecca le ferite
    Corvatta: “Non ho perso per 5 carovane rom”

    291 - Giu 26, 2017 - 23:37 Vai al commento »
    1) Civitanova Marche io non me la ricordo come una città storicamente di destra. 2) Silenzi si lamenta del 52 per cento di astenuti? Credo che molti siano, come me, persone di sinistra che cinque anni fa avevano votato per Corvatta anche perché non volevano più Silenzi tra i piedi per poi, invece, ritrovarselo vicesindaco. 3) Esilarante l'analisi di Bianchini, secondo il quale uno degli errori del "centrosinistra" sarebbe stato quello di mettere da parte Costamagna. Cari miei, secondo me vivete su un altro pianeta. Il vostro. Ma qualcuno, forse, riuscirà a farvi tornare a terra.
  • Comunali, bassa affluenza nel Maceratese
    Alle 23 ha votato il 59,09%

    292 - Giu 11, 2017 - 23:19 Vai al commento »
    Siete un giornale online, almeno mettete pure i dati del confronto con le comunali precedenti. Nell'era di internet ci arriviamo anche da soli a vedere i dati dell'affluenza.
  • Polemiche per la trasmissione di Rete 4,
    “leghisti fatti passare
    per cittadini comuni”

    293 - Mar 17, 2017 - 3:29 Vai al commento »
    Io non avverto problemi di ordine pubblico né a Civitanova, né altrove in provincia; a parte, probabilmente, la questione dei furti negli appartamenti. La criminalità sicuramente c'è, ma non me sto barricato in casa e non esco di casa guardandomi le spalle. Faccio una vita normale: mai subite aggressioni, neanche da parte dei tanto vituperati stranieri. La minaccia principale che mi viene in mente da parte loro sono i pakistani che giocano a cricket al parco (sarebbe bello che mettessero su una squadra). L'unico caso in cui sono stato aggredito è stato quando un signore mi ha minacciato e insultato perché avevo ripreso una sua amica il cui cane, senza guinzaglio, attaccava ripetutamente il mio anche da grande distanza. La donna era straniera ma il suo amico era italiano, e le forze dell'ordine, chiamate, non sono intervenute. Quindi non mi ritrovo nella descrizione di una città in mano alla criminalità. Trovo, però, abbastanza patetico il fatto che Silenzi se la prenda con la Lega Nord. Il PD dice cose simili: vedi il panegirico del Sen. Morgoni che si precipita a difendere il carabiniere indagato per omicidio colposo a Monte San Giusto, con tutto il rispetto per le forze dell'ordine, sia chiaro, e la sua invocazione di "maniere forti" (che le forze dell'ordine usano, talvolta, anche quando non è necessario, e lo dico per esperienza personale). Il PD parla lo stesso linguaggio della Lega Nord, dice le stesse cose, rincorre le stesse tematiche; solo i toni sono meno tonitruanti. Il che fa pensare che le critiche del PD alla Lega Nord siano dettate più dalla paura della concorrenza che da valori morali (e principi politici) diversi.
  • Estra – Gas Marca,
    accordo da 12 milioni

    294 - Mar 16, 2017 - 3:52 Vai al commento »
    A questo punto mi cercherò un altro fornitore di gas.
  • Intitolazione della sala consiliare,
    “Evitiamo guerre di religione”

    295 - Mar 16, 2017 - 4:19 Vai al commento »
    E' proprio necessario intitolare a qualcuno la sala consiliare?
  • Sparo mortale, Morgoni:
    “E’ stata una tragedia,
    ma siamo col carabiniere”

    296 - Mar 16, 2017 - 4:15 Vai al commento »
    Sarebbe bene che i politici si astenessero dal commentare fatti di cronaca che non li riguardano direttamente e sui quali si deve fare ancora piena luce. Il ladro non era certo un bravo ragazzo, bisognerà vedere se c'è stato eccesso di legittima difesa. La magistratura sta facendo le sue indagini, quando saranno terminate si saprà di chi è giusto prendere le parti. Evidentemente il Sen. Morgoni la pensa diversamente. A me pare che parli come un leghista qualsiasi. Nel qual caso, meglio l'originale della (brutta) copia.
  • Elezioni: mare in tempesta per Forza Italia,
    Morgoni appoggia il Corvatta bis

    297 - Feb 4, 2017 - 0:35 Vai al commento »
    Attendiamo più o meno fiduciosi che ci vengano spiegate le motivazioni politiche e ideali in base alle quali Tizio sceglie di allearsi con Caio invece che con Sempronio.
  • Elezioni a Civitanova, i grillini:
    “Entro gennaio lista e candidato”

    298 - Feb 4, 2017 - 0:33 Vai al commento »
    1) Gennaio è passato e non c'è traccia né del candidato a sindaco, né della lista per il consiglio comunale. 2) Qualcuno spieghi al Sig. Bottiglieri che, sulle persone, si vota sempre, e sottolineo sempre, a scrutinio segreto, e non "per alzata di mano". Questo perché gli elettori devono avere la libertà di votare secondo coscienza e di non essere controllati nell'espressione del voto.
  • Referendum, Morgoni:
    “Dignità e coerenza, grazie Matteo”
    Cacciolari: “Ora uniti sul sisma”

    299 - Dic 5, 2016 - 23:50 Vai al commento »
    Anch'io ringrazio Renzi. Sette mesi fa questa pericolosa e perniciosa riforma costituzionale godeva del consenso del 56-58 per cento degli elettori. Le percentuali del Sì nei sondaggi sono cominciate a scendere da quando Renzi ha cercato di appropriarsi del risultato del referendum trasformandolo in un plebiscito su di sé, l'unica occasione, in tre anni, in cui questo venditore di fumo che aveva promesso di arrivare a Palazzo Chigi solo con le elezioni si è esposto a chiedere il consenso che non gli era mai stato dato, né per andare al governo, né tanto meno per stravolgere la Costituzione a suo vantaggio. E' grazie a Renzi, alla sua arroganza, alla sua superficialità, alla sua incompetenza, che il paese ha scampato il pericolo che egli stesso aveva creato.
  • Anche i maceratesi dicono NO

    300 - Dic 5, 2016 - 1:40 Vai al commento »
    Scusate, ho dimenticato Morgoni. Scommettiamo che da domani assisteremo a tante prese di distanza dal cavallo che ieri sembrava un purosangue e che stasera è azzoppato?
    301 - Dic 5, 2016 - 1:24 Vai al commento »
    Ma che ne pensano le teste d'uovo del PD locale? I Giulio Silenzi, le Irene Manzi, le Alessie Scoccianti? Aspettiamo con trepidazione di leggere le loro acute analisi politiche.
  • Referendum, meno due giorni
    Comi: “Coraggio di modernizzare”
    FI: “Col sì, uno stato centralista”

    302 - Dic 3, 2016 - 21:57 Vai al commento »
    La dichiarazione di Comi è piena di banalità talmente generiche da ricordare i pensierini delle elementari.
  • “Referendum, votare no
    è seppellire la semplificazione
    per almeno venti anni”

    303 - Dic 3, 2016 - 22:10 Vai al commento »
    @Carlo Valentini ha scritto una cosa sbagliata in punto di fatto. Il Senato resta titolare del potere legislativo insieme alla Camera. Non vota più la fiducia, ma resta titolare del potere legislativo. In questo modo potrà mettere una bella zeppa a un eventuale governo non PD nel caso in cui il PD non dovesse vincere le elezioni della Camera, neanche con quella legge elettorale truffa che è l'Italicum.
    304 - Dic 2, 2016 - 20:45 Vai al commento »
    Non capisco per quale motivo "Cronache Maceratesi" pubblichi un intervento a favore del Sì scritto da un qualunque avvocato, per di più pieno di inesattezze anche gravi e che taccia i fautori del No di essere portatori di un'"indifferenziata protesta" (ma non è stato Renzi, negli ultimi giorni, a cavalcare il malcontento degli elettori dicendo che il No è un voto "per la casta"?). Sono sicuro che D'Alema potrebbe rispondere a tono ad Alfonso Valori sui meriti della sua proposta di riforma: in questa sede basterà ricordare che, all'epoca, non c'era alcuna legge elettorale truffa come l'Italicum, che permettesse a un partito con anche solo il 25 o il 30 per cento dei voti di arraffare addirittura il 54 per cento dei seggi alla Camera. Questa riforma non semplifica un bel niente: sostituisce al bicameralismo perfetto un bicameralismo incasinato o confuso, che sarà fonte di innumerevoli conflitti di potere, da risolvere davanti alla Corte Costituzionale. Soprattutto se il diavolo non dovesse fare anche le pentole e il PD dovesse perdere le elezioni anche con l'Italicum: continuando a controllare il Senato (e lo controllerà per un bel pezzo, visto che il PD e i suoi fiancheggiatori governano in 17 regioni su 20 e l'approvazione della nuova legge elettorale per il senato potrebbe essere rinviata sine die), se proprio il PD dovesse perdere le elezioni della Camera nonostante l'Italicum, potrebbe impedire a un suo rivale di governare. Nel 2006 il centrosinistra si oppose alla riforma Berlusconi: all'epoca l'argomento "o questo o niente" non valeva? Almeno Berlusconi manteneva il Senato elettivo e faceva eleggere il presidente del consiglio dai cittadini, non trasformava arbitrariamente una minoranza in maggioranza!
  • Dario Nardella a Civitanova
    per il “Sì” alla riforma

    305 - Nov 26, 2016 - 16:20 Vai al commento »
    Porterà anche gli scontrini delle spese di quando Renzi era sindaco di Firenze, quelli che continua a negare all'opposizione nonostante una formale richiesta di accesso agli atti?
  • Raccolta differenziata, si cambia:
    estensione del microchip e multe

    306 - Apr 9, 2016 - 18:51 Vai al commento »
    Sulla carta mi pare una buona idea, sono curioso di vedere nella pratica cosa succederà ora che anche il quartiere dove abito sarà coinvolto.
  • Verifica di maggioranza,
    Corvatta incontra Mantella

    307 - Mar 23, 2016 - 1:25 Vai al commento »
    Dall'esterno il motivo del contendere è incomprensibile, e gli articoli di "Cronache Maceratesi", che assomiglia sempre più ai giornali cartacei rispetto ai quali inizialmente cDall'esterno il motivo del contendere è incomprensibile, e gli articoli di "Cronache Maceratesi", che assomiglia sempre più ai giornali cartacei rispetto ai quali inizialmente costituiva una novità, di sicuro non aiutano a capirci di più.
  • Carloni: “No al referendum,
    presa in giro da 400 milioni”

    308 - Mar 23, 2016 - 1:28 Vai al commento »
    Un referendum contro l'autosufficienza energetica del paese? I giacimenti di cui si parla coprirebbero circa il 2 per cento del fabbisogno nazionale, ed è i cambio di questo che dovremmo devastare le nostre coste, un bene pubblico, in cambio di una mancetta pari al 10 per cento dei profitti.
  • Fusioni: Fiastra e Acquacanina
    verso l’accorpamento

    309 - Mar 6, 2016 - 21:56 Vai al commento »
    In pratica, quel che era possibile condividere lo era già. Quindi, nessun risparmio aggiuntivo: solo contributi aggiuntivi, peraltro briciole considerando che, negli ultimi cinque anni, ai comuni sono stati tagliati fondi per 17 miliardi, ed eliminazioni di vincoli. Ora: i vincoli di bilancio che sono eliminati erano giusti oppure no? Perché, se lo erano, è sbagliato concedere deroghe in cambio di fusioni: tempo cinque anni e i nuovi comuni fusi si ritroveranno di nuovo carichi di debiti. Se, invece, essi erano ingiusti e sbagliati, perché mantenerli in vigore?
  • Papa Francesco prima di Roma
    ha fatto un salto a Montefano?

    310 - Mar 23, 2016 - 1:43 Vai al commento »
    Guardi, l'edizione della CEI non ce l'ho. Ho una piccola biblioteca su argomenti biblici e teologici che, purtroppo, non ho mai avuto il tempo di leggere approfonditamente. Non credo ci sia bisogno di consigli: i due volumi dell'"Introduzione al Nuovo Testamento" di Bruno Corsani, anche se non recentissimi, credo siano sufficientemente istruttivi. Se Liuti dice che le date che cita le ha trovato nell'edizione della CEI immagino non menta; ma non è questo il punto. Un giornalista non è necessariamente un teologo, e non è necessariamente un esperto di qualunque cosa scriva, anche se ci sono giornalisti che sono diventati esperti in ambiti specifici, dalla mafia alla politica estera. Non saranno gli studi biblici il forte di Liuti, ma le considerazioni in materia religiosa che fa nell'articolo non mi sembrano peregrine, anche se non hanno originato i commenti che sarebbero stati appropriati.
    311 - Mar 8, 2016 - 2:04 Vai al commento »
    @Marco Petracci Non è mica colpa di Liuti se sulla Bibbia della CEI c'è una datazione ritenuta poco credibile dalla maggioranza degli studiosi. La tesi dell'articolo è chiara: l'attuale pontificato (anche se forse più nello stile che nella sostanza, aggiungerei io) sembra essere in sintonia con certe voci fuori dal coro della chiesa cattolica che altri, in passato, hanno cercato di mettere a tacere, e le osservazioni contenute nell'articolo sono tutt'altro che peregrine. Non è l'articolo di uno studioso di teologia, suvvia. E' chiaro che, su queste cose, lei ne saprebbe molto di più. Ma, sui punti sollevati dall'articolo di Liuti, la sua opinione qual è?
    312 - Mar 7, 2016 - 18:23 Vai al commento »
    Sul punto dell'epoca della composizione dei vangeli ha probabilmente ragione @Marco Petracci. La maggior parte degli studiosi del Nuovo Testamento ritiene che il Vangelo secondo Matteo sia stato composto verso la fine del I secolo, probabilmente intorno all'85, comunque fra l'80 e il 100, per una serie di motivi sui quali non è il caso di indugiare. Inoltre, da decenni si ritiene che il vangelo più antico sia quello di Marco. Le edizioni cattoliche della Bibbia di alcuni decenni fa indicavano date molto anteriori. Tuttavia il punto era marginale nell'articolo di Giancarlo Liuti, quindi non mi sembra il caso di puntare il ditino accusatore. Il Sig. Liuti è un commentatore acuto, ma non ha senso pretendere che scriva un articolo da biblista, soprattutto se il succo dell'articolo riguarda altro.
    313 - Mar 6, 2016 - 21:45 Vai al commento »
    A mio parere si sopravvalutano i comportamenti dell'attuale pontefice. Certo, anche per chi non è cattolico è preferibile un papa che parli di più di giustizia sociale e di meno di etica sessuale, e un papa che adotti uno stile di vita meno fastoso e più conforme allo spirito evangelico di uno che si preoccupi dell'eleganza della stola. Tuttavia, un'autentica riforma della chiesa (di tutte le chiese, perché quella cattolica non è l'unica chiesa cristiana), è un'altra cosa. "Ecclesia semper reformanda", diceva Lutero; la tentazione del potere, nella chiesa e della chiesa, è sempre in agguato. Ciò detto, da non cattolico e da conoscitore non profondo di cose bibliche molte cose che scrive Padre Maggi mi sembrano condivisibili. Il che, però, suscita almeno una domanda. Se sono condivisibili, e l'attuale papa sembra un'eccezione perché il suo comportamento sembra metterle nel giusto rilievo, come mai il comportamento dell'attuale papa sembra tanto straordinario? Se esso è l'eccezione benvenuta, come valutiamo il comportamento dei pontefici precedenti, a partire dal lodatissimo, e fresco di canonizzazione, Giovanni Paolo II? Perché, se quella dell'attuale pontefice è solo una differenza di accenti, dov'è la straordinaria novità del suo pontificato? E, se è una differenza sostanziale, dovremmo concluderne che, in precedenza, l'insegnamento (e, soprattutto, il comportamento pratico) della chiesa cattolica hanno quanto meno travisato il messaggio evangelico sotto numerosi, e non secondari, aspetti? A questa domanda ognuno risponda come crede.
  • Ospedale unico, mancano i fondi
    Ipotesi parternship coi privati

    314 - Mar 6, 2016 - 1:50 Vai al commento »
    Ma guarda un po', "non ci sono i soldi". Per le consulenze alla Giannini però i soldi si trovano.
  • Fusione Tolentino-Camporotondo:
    “Accordo e poi referendum
    Così sblocchiamo i fondi”

    315 - Mar 6, 2016 - 22:16 Vai al commento »
    "Forse" cosa? Stiamo parlando di fatti, non di opinioni. Nel 2015, i comuni tedeschi erano 12066, in Italia erano 8094 (fonte Eurostat, http://ec.europa.eu/eurostat/web/nuts/local-administrative-units). Quindi, di cosa stiamo parlando? Ammesso e non concesso che ci siano economie di scala, e che questo sia l'unico elemento da considerare, come se i comuni, e le comunità, fossero reparti aziendali, per quale motivo forzare fusioni che alterano i calcoli di convenienza? L'articolazione di un paese per enti territoriali e per comunità locali non si scassa da un giorno all'altro per il ghiribizzo di qualche politico pseudoefficientista. E i costi di transazione, per i cambiamenti dei codici postali, dei codici fiscali, dei catasti, dei sistemi informatici, delle informazioni sui documenti d'identità, sono stati calcolati? Finirà come il federalismo, che è stato voluto per accontentare la Lega Nord. Ora ci accorgiamo che, oltre a non aver affatto reso le regioni né più efficienti, né meno corrotte, abbiamo un guazzabuglio di leggi regionali in cui districarci.
    316 - Mar 6, 2016 - 1:54 Vai al commento »
    La fonte, ovviamente, è al di sopra di ogni sospetto: il ministero dell'interno dello stesso governo che promuove la rottamazione dei comuni. Le dimensioni medie dei comuni italiani sono le stesse dei comuni britannici e tedeschi, due volte e mezza quelle dei comuni svizzeri, cinque volte quelle dei comuni francesi. Corriamo a dire loro che sono sciocchi inefficienti. Da anni i trasferimenti ai comuni sono stati tagliati per importi pari a molte volte i risparmi che si dovrebbero realizzare con le fusioni dei comuni, e ora il problema sono i comuni piccoli?
    317 - Mar 5, 2016 - 17:39 Vai al commento »
    Suicidio di una comunità.
  • Il sindaco congela Rossi,
    nel limbo il futuro del consigliere

    318 - Mar 6, 2016 - 2:01 Vai al commento »
    Ma è vero, Sig. Rossi, che lei vorrebbe uscire dal gruppo Uniti per Cambiare ma rimanere capogruppo, come si afferma nell'articolo?
  • Rossi esce da Uniti per cambiare

    319 - Mar 5, 2016 - 2:30 Vai al commento »
    Come si fa a rimanere a capo di un gruppo del quale non si vuole più far parte?
  • Problema per l’alta provincia
    col disegno di legge “Lodolini”

    320 - Mar 5, 2016 - 0:18 Vai al commento »
    Quindi, il risparmio sarebbe di ben 400 milioni? Quelli bruciati per l'Air Force One di Renzi? Ottomila comuni in Italia sarebbero troppi? In media, un comune italiano ha settemilacinquecento abitanti. La Francia, che ha la nostra stessa popolazione, ha trentottomila comuni, con una popolazione media di 1600 abitanti; la Svizzera ne ha 2324, con una popolazione media di circa tremila abitanti. La concentrazione dei comuni, con consigli comunali fortemente ridotti nel numero dei loro membri, ed eletti con sistemi ipermaggioritari, significa, soprattutto, concentrazione del potere in poche mani e minor controllo democratico. Questo quanto ci costerà? Penso che il modo migliore per garantire la scomparsa di un piccolo centro, che, come giustamente ricorda Liuti, ha una storia dietro di sé, sia quello di precipitarsi a fondersi con un comune più grande.
  • Musica per la speranza e la pace:
    Ginevra Di Marco torna a San Ginesio

    321 - Gen 30, 2016 - 1:31 Vai al commento »
    E' stato un bellissimo concerto, e le canzoni della Sosa sono state riproposte con arrangiamenti che, pur mantenendo il riferimento alla musica latinoamericana, le hanno arricchite notevolmente. E' sempre un piacere ascoltare dal vivo Ginevra Di Marco, speriamo che l'occasione ricapiti presto.
  • La Bcc di Recanati e Colmurano
    tra le banche con più crediti deteriorati

    322 - Gen 19, 2016 - 19:47 Vai al commento »
    La definizione di "credito deteriorato", data in questi termini, non dice molto. Il fatto che un prestito non sia rimborsato non significa che esso non lo sarà mai. Precisazione: la Cassa Rurale e Artigiana "San Giuseppe" di Camerano non esiste più; dall'ottobre 2014 è stata incorporata dalla Banca di Credito Cooperativo di Filottrano, che ha successivamente cambiato nome in Banca di Filottrano.
  • L’informazione nazionale
    non conosce Banca Marche

    323 - Gen 10, 2016 - 12:11 Vai al commento »
    Condivido in pieno l'articolo di Liuti, e anche la considerazione di Gianni Menghi. Aggiungerei la generale mediocrità della nostra regione, a cominciare dai suoi ceti dirigenti, ben dimostrata dalla vicenda Banca delle Marche, che fa sì di noi si parli poco in assoluto, nel bene come nel male. @Giuliano Nardino Prima dice che gli azionisti erano consapevoli dei rischi connessi, poi parla di bilanci falsi e di latitanta di Consob e Banca d'Italia. Le due affermazioni si contraddicono l'una con l'altra, decida quale delle due è giusta per lei.
  • Classico “intramontabile”
    La benedizione del vescovo
    anche in arabo

    324 - Gen 9, 2016 - 16:53 Vai al commento »
    Per quale motivo un edificio pubblico dovrebbe ricevere una benedizione religiosa, quale che ne sia la formula?
  • Giannini bis, Pasqualetti:
    “Il Pd getta benzina sul fuoco”

    325 - Gen 3, 2016 - 22:38 Vai al commento »
    Era meglio che Pasqualetti stava zitto, di questo passo cominceremo a parlare anche della sua nomina a presidente della FORM, mettendola in discussione.
  • Giannini bis, il Pd si difende:
    “Incarico fiduciario”

    326 - Gen 2, 2016 - 17:26 Vai al commento »
    Peccato che Settimio Novelli non sia vissuto all'epoca dell'Impero Romano, altrimenti avrebbe avuto modo di giustificare, quale "incarico fiduciario", anche la nomina a senatore, da parte dell'imperatore Caligola, del suo cavallo.
    327 - Gen 1, 2016 - 23:52 Vai al commento »
    "Fiduciario" non vuol dire "arbitrario", segretario del PD della provincia di Macerata. Spero di cuore che farete la fine del PSI di Craxi; e, per il bene del paese, spero che quel momento arrivi presto, prestissimo.
  • M5s, la senatrice Fucksia espulsa
    con il 92,6% dei voti sul blog

    328 - Dic 29, 2015 - 19:12 Vai al commento »
    Il ceto politico marchigiano si conferma, anche in quest'occasione, di altissimo profilo.
  • Il cardinale Menichelli su Banca Marche:
    “Dare sollievo a chi ha perso i risparmi”

    329 - Dic 27, 2015 - 1:26 Vai al commento »
    Io parlerei, più che di eccessivo valore attribuito al denaro (un punto sul quale, comunque, si deve concordare con l'arcivescovo di Ancona), di eccessiva protervia di chi detiene il potere e lo esercita senza essere chiamato a rispondere del suo operato. E' solo in questo modo che una condanna morale evita di diventare moralistica e può trasformarsi in un elemento di crescita civile.
  • Sorpresa in Croce verde,
    arriva Della Valle:
    “Il paese prenda esempio da voi”

    330 - Dic 29, 2015 - 23:05 Vai al commento »
    Ma per quale motivo dovrebbe essere un imprenditore privato a tagliare il nastro di un automezzo di un camper sottratto alla mafia? E' stato concesso alla Croce Verde dalle pubbliche autorità. Cosa c'entra Della Valle?
  • Giubileo: Macerata blindata
    Il vescovo Marconi apre la porta santa

    331 - Dic 15, 2015 - 21:29 Vai al commento »
    Cristo è la porta santa e non ve ne sono altre «Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi: è il dono di Dio» (Efesini 2,8) Avvento: ricordo della venuta di Cristo e annuncio del suo ritorno. Perché Gesù è venuto fra gli uomini e le donne, come uno di loro? Tutti i cristiani concordano nel dire che Lui è stata la dimostrazione più grande della misericordia di Dio verso l'umanità. Ma questa misericordia va gestita o annunciata? In questi giorni abbiamo visto aprirsi un altro anno santo, una chiesa che spalanca porte che avrebbero il grande potere di veicolare il perdono di Dio a chi le attraversi. Una chiesa che si sente obbligata a gestire l'amore di Dio, una chiesa che si sente depositaria della grazia divina e stabilisce regole sul come possa essere dispensata. Ma il vangelo non dice così! Anzi, più e più volte ripete che la salvezza è un dono gratuito, dato direttamente da Cristo all'umanità. Nessuno può ergersi come mediatore tra Lui e gli uomini e le donne su questa terra; nessuno, neppure una chiesa, nessuna chiesa, grande o piccola che sia. Cristo è venuto per essere questo immenso dono, che parla di un interessamento diretto di Dio per ogni persona, del Suo farsene carico con un progetto di amore. Un progetto che nulla può fermare, un progetto che, nella Resurrezione di Cristo, abbiamo visto andare persino oltre la morte. Il quotidiano La Stampa di martedì 8 dicembre pubblicava un inserto di molte pagine con tutte le istruzioni per ottenere l'indulgenza. In un articoletto intitolato «1517», ricordava che Lutero si era arrabbiato perché le indulgenze erano vendute per denaro e concludeva che questo oggi è superato. Ci permettiamo di obiettare: non è questione di soldi, ma di fede! La Riforma, rifacendosi al tema della salvezza gratuita di Dio, osò affermare, e lo fa ancora oggi, che la chiesa ha un solo compito: annunciare la misericordia di Dio in Cristo. Annunciare e non gestire, predicare e non mediare, dire che Cristo è la porta santa e non ve ne sono altre e che l'unico pellegrinaggio che ci viene richiesto è quello di andare a Cristo col cuore e con la mente. In una parola fidarsi di Lui ed a Lui affidarsi: questa è la fede, che ci permetterà anche di compiere tante opere buone. Senza temere nulla, perché il Gesù venuto a Natale e risorto a Pasqua è stato il grande dono della misericordia di Dio. http://riforma.it/it/articolo/2015/12/14/cristo-e-la-porta-santa-e-non-ve-ne-sono-altre
  • Fischiato il corteo per Maometto
    Rimosso uno striscione
    I fedeli: “Siamo qui per la pace”

    332 - Dic 15, 2015 - 22:15 Vai al commento »
    Interessante quest'attenzione nei confronti del ruolo delle donne nell'islamismo. In effetti, è una materia di discussione. Ma perché limitare la discussione all'islamismo? Neanche nella chiesa cattolica le donne hanno gli stessi ruoli e le stesse possibilità degli uomini. Nella chiesa ortodossa le donne non possono entrare nell'area della chiesa in cui si celebra la funzione. In quelle chiese protestanti in cui le donne possono accedere agli stessi ruoli degli uomini, si tratta quasi sempre di un'acquisizione recente; e in molte questo ancora non avviene. Nelle sinagoghe ebraiche, almeno quelle di orientamento non riformato, c'è il matroneo. Che facciamo, vietiamo tutte le manifestazioni pubbliche di quelle religioni che non concedono alle donne le stesse possibilità concesse agli uomini? Perché, in tal caso, anche quelle cattoliche sarebbero a rischio.
    333 - Dic 13, 2015 - 22:12 Vai al commento »
    Non vedo quale sia il problema se ci sono manifestazioni pubbliche di religioni diverse da quella cattolica.
  • Il presepe nelle scuole?
    Una mera furbata politica

    334 - Dic 13, 2015 - 2:07 Vai al commento »
    E così, quando nel 1952 si decise di votare l'appellativo di "Civitas Mariae" per Macerata, votarono a favore anche i partiti cosiddetti "laici", socialisti, socialdemocratici, repubblicani e liberali? In tal caso, iniziative come quelle della Pantana, pur ridicole, sono perfettamente in linea con il "genius loci".
  • Maceratesi alla Leopolda,
    incontro con Debora Serracchiani

    335 - Dic 13, 2015 - 1:50 Vai al commento »
    Nomi da ricordare per quando Renzi farà la fine di Craxi.
  • Dissesto Bm, in centinaia verso casa Bianconi
    Il Parlamento pensa a una commissione d’inchiesta

    336 - Dic 13, 2015 - 1:56 Vai al commento »
    Ah, Bianconi abita in un palazzo della Propaganda Fide? Adesso si capisce come c'è arrivato, ai vertici della Banca delle Marche...
  • L’aggressione a Costamagna
    mette il Consiglio ko

    337 - Nov 21, 2015 - 1:48 Vai al commento »
    Ma era proprio necessario, oltre che utile, che il consiglio comunale discutesse degli attacchi terroristici di Parigi?
  • Caso gender alla “Don Bosco”
    Il contrattacco della Lega Nord

    338 - Nov 5, 2015 - 0:32 Vai al commento »
    I dirigenti scolastici non sono tenuti a rispondere a richieste di chiarimento avanzate dalla sezione locale di un partito, e tanto meno a rendere conto ai partiti del loro operato.
  • Apertura della porta santa a Macerata
    Alla Misericordia per il perdono dei peccati

    339 - Nov 5, 2015 - 0:42 Vai al commento »
    Indulgenza plenaria, anche per i defunti? Siamo tornati al Cinquecento?
  • Maceratesi alla ricerca dello Yeti:
    “Abbiamo trovato le tracce”

    340 - Nov 5, 2015 - 0:37 Vai al commento »
    Ma "Cronache Maceratesi" si sente in obbligo di pubblicare qualsiasi scemenza? Due alpinisti affermano di aver visto delle impronte, capirai che novità...
  • Halloween, il vescovo Marconi:
    “Non terrorizzare né banalizzare,
    ma comprendere”

    341 - Nov 1, 2015 - 18:29 Vai al commento »
    Giusto. I veri problemi non sono la corruzione, lo sfruttamento, la disonestà, l'ipocrisia; ma Halloween. Il vescovo di Macerata probabilmente ha visto dei documentari sulle tesi di George Mosse, un importante storico dei totalitarismi, e in particolare di quello tedesco; e, con le tesi di Mosse, Halloween non c'entra niente. Il vero problema di Halloween, per quanto mi riguarda, è che si tratta dell'ennesimo, sciocco esempio di colonizzazione culturale statunitense, nient'altro. E' ridicolo vedere i bambini conciati come in un film di Tim Burton, per di più accompagnati dai genitori, andare in giro a chiedere dolcetti che nessuno compra per quella festa.
  • Laura Day, il monito della Boldrini:
    “La politica senza utopia è malaffare”

    342 - Ott 18, 2015 - 14:52 Vai al commento »
    Invece di fare la sacerdotessa, la Boldrini pensi a fare come si deve la presidentessa della Camera, il cui ruolo è quello di applicare i regolamenti in modo imparziale, e non secondo i desiderata del governo.
  • Il cardinale Menichelli
    al consiglio regionale:
    “Chiamati a servire lo stesso popolo”

    343 - Ott 3, 2015 - 21:17 Vai al commento »
    Consiglieri regionali che sono spesso cattivi esempi di amministrazione e di clientelismo, per darsi un tono cercano l'appoggio della chiesa cattolica. L'Italia era di certo un paese più laico trenta o quarant'anni fa, da questo punto di vista stiamo andando indietro.
  • Provincia, rischio esuberi
    tra i dipendenti
    Ricollocazione in alto mare

    344 - Set 13, 2015 - 23:23 Vai al commento »
    @Lucio Tranzocchi Non c'è mai stato alcun referendum sull'istituzione delle regioni. Veramente, all'epoca dell'istituzione delle regioni il PRI sostenne che le province andassero abolite; ma, evidentemente, gli italiani erano, allora come ora, occupati a votare per qualcun altro (forse anche lei, chissà). (Non che sarebbe necessariamente cambiato qualcosa, probabilmente; il PRI era specialista nel deplorare le politiche dei governi di cui immancabilmente finiva sempre per far parte, a Roma come a Macerata).
  • Macerata sempre più citta d’arte
    +39% di turisti a Ferragosto
    Monteverde: “Nuovi progetti in cantiere”

    345 - Ago 17, 2015 - 21:50 Vai al commento »
    Bastano settecento visitatori per fare di una città di quarantatremila abitanti una città d'arte? Come se a Roma, nel ponte di Ferragosto, i visitatori fossero cinquantamila, a Firenze settemila, a Venezia cinquemila, a Lucca millequattrocento, a Siena mille, a Ferrara duemila, a Urbino duecentocinquanta. A me pare che la strada sia ancora lunga, ma chissà, magari sarà l'inizio di magnifiche sorti e progressive per il turismo maceratese.
  • “Il Pd usato per tornaconti personali”
    L’accusa di 34 democrat

    346 - Ago 5, 2015 - 1:21 Vai al commento »
    Fa un po' ridere sentire gli alti lai di coloro che si sentono traditi perché Ceriscioli non starebbe tenendo fede alle promesse di "rinnovamento". A parte che certe parole sono talmente vaghe che basare una scelta su di esse è da sprovveduti; ma davvero credevate che il PD, questo conglomerato di conventicole personali dentro il quale si trova tutto e il contrario di tutto, questo caravanserraglio di che imbarca chiunque sia interessato alla mera gestione del potere, e che con Renzi sta facendo come e peggio di Berlusconi, potesse interpretare un modo diverso di amministrare la cosa pubblica, nel merito e nel metodo?
  • Letture proibite contro la censura
    Appuntamento con i libri “gender”

    347 - Lug 6, 2015 - 1:05 Vai al commento »
    E' incredibile come basti che un qualsiasi ciarlatano, come l'avvocato Amato, si dia da fare per diffondere sciocchezze (con l'appoggio, giova ricordarlo, della chiesa cattolica, visto che il convegno di Macerata fu organizzato direttamente dalla diocesi, mentre quello di Civitanova Marche fu organizzato comunque da associazioni cattoliche), affinché tante persone ci cascino come allocchi. Prima non va bene che nelle scuole s'insegni la parità di genere, poi non va bene che una libreria si dia da fare per far conoscere questi testi. Per gli ottusi, gli intolleranti e i fanatici nessun divieto è mai sufficiente.
  • Gender, in 700 al convegno
    Femministe e gay in rivolta

    348 - Giu 23, 2015 - 19:31 Vai al commento »
    Tralascio di rispondere a Giorgio Rapanelli: è una persona con evidenti problemi e ridicolizzare le sue argomentazioni sarebbe come sparare sulla Croce Rossa. Ma l'ultimo intervento (perché mi sono stancato) lo dedico a Gualtiero Ceresani, il quale scrive: "i miei figli sanno benissimo che ci sono coppie omosessuali ma che la famiglia comunemente intesa e a cui loro aspirano un giorno ad avere e’ quella composta da padre e madre…endgame". La maggior parte delle persone è eterosessuale e, probabilmente, i suoi figli si scopriranno eterosessuali, quando cresceranno; ma dubito che sarà perché glielo dice lei, o perché saranno stati educati in un certo modo. Scopriranno loro cosa vorranno avere. La società non può imporre le preferenze sessuali, può solo condizionarne le manifestazioni sociali. La società non stabilisce se una persona è eterosessuale oppure no: può soltanto stabilire delle convenzioni, per esempio stabilire che un riconoscimento giuridico vada soltanto alle coppie formate da un uomo e una donna, oppure no, e cose di questo genere. Una società che condanni gli omosessuali farà soltanto vivere male, peraltro ingiustamente, gli omosessuali; ingiustamente perché si tratta di una semplice variante della sessualità umana che non danneggia nessuno. La società che vorrei io è una società in cui ognuno sia libero di vivere secondo il proprio orientamento, nel rispetto di tutti. Chi è eterosessuale sia libero di cercare rapporti e relazioni con persone del sesso opposto, chi è omosessuale sia libero di cercare rapporti sessuali e relazioni con persone del suo stesso sesso, etc., senza condanne arbitrarie dettate da convinzioni religiose (che hanno a che fare con la coscienza dei singoli). La società che vuole il ciarlatano che straparla di "ideologia gender" non è questa: è una società in cui i comportamenti affettivi e sessuali che gli piacciono, in base alla sua personale visione di cosa sia "peccato" e cosa no, siano gli unici accettati, e gli altri si arrangino. Però sarebbe troppo semplice, e probabilmente impopolare, metterla così; quindi, per far passare questa tesi, terrorizza i genitori con la storia, falsa, dell'"ideologia gender". Forse Gualtiero Ceresani la pensa come lui; spero di no, soprattutto per lui, perché è meglio essere persone tolleranti e di mente aperta che dei bigotti ignoranti, ma comunque sono affari suoi. Quel che so è che il Comune non avrebbe mai e poi mai dovuto dare il patrocinio a un'iniziativa con simili contenuti e finalità; concedendolo,il sindaco, la sua giunta e la sua maggioranza, a eccezione del consigliere Rossi, hanno dato una dimostrazione di ipocrisia, di ignoranza e di viltà (non che sia la prima volta). Personalmente me ne ricorderò, per quel che conta, alle prossime elezioni comunali: il corvo Corvatta non avrà più il mio voto, per questo e per altri motivi, altrettanto gravi. Spero che a fare come me saranno in tanti.
    349 - Giu 22, 2015 - 21:39 Vai al commento »
    Credo che Gualtiero Ceresani e Giuseppe Matteucci possano stare tranquilli: ciò che s'intende insegnare nelle scuole è il concetto di parità di genere, che non c'entra niente con l'"ideologia gender" di cui si è parlato nella conferenza. Non c'è alcuna "propaganda omosessuale", alcun tentativo da parte di inesistenti lobby gay di convertire all'omosessualità e cose del genere; a meno che, per "propaganda omosessuale", non s'intenda diffondere l'idea che gli omosessuali sono persone, e cittadini, come gli altri, non dei depravati o dei perversi. Il che è ciò che, razionalmente, si può sostenere: non a caso è il parere ormai prevalente nelle istituzioni come l'OMS o gli ordini degli psicologi. Se non vi va bene neanche questo, avete dei pregiudizi che non si può, e non si deve, chiedere alla scuola di difendere. Io personalmente non sono scandalizzato neanche dagli esempi citati da Antonio Pantò. Il gioco di Trieste mi ricorda tanto quello del dottore: tutti i bambini toccano, sé stessi e gli altri, e non ci sono orge infantili in gioco. Neanche quello di Perugia mi scandalizza, e credo che non scandalizzerebbe neanche i bambini; non mi risulta che quelli che apprendono che esistono anche coppie dello stesso sesso ne rimangano traumatizzati per la vita. Forse, a essere traumatizzati sono certi genitori, che proiettano sui bambini i loro fantasmi. Per il resto, se volete dar retta a un imbonitore come questo avvocato Amato, fate come volete, il problema è principalmente vostro. La cosa grave, lo ribadisco, è il patrocinio del Comune, per di più retto da una coalizione che si dice di centrosinistra, a un'iniziativa oscurantista e vergognosa.
    350 - Giu 21, 2015 - 13:40 Vai al commento »
    E' uno spasso vedere certa gente sbroccare per le fandonie di un bieco propagandista, da quello che, tutto preoccupato, va a chiedere alle Giuseppine (che, probabilmente, sulla questione ne sanno anche meno di lui), a quello che si preoccupa per i vecchietti (come se questi ultimi fossero tutti ottusi, rimbambiti e ignoranti), a quell'altro che ci vede il complotto di Satana. Gli studi di genere, siano essi condivisibili o meno, non si propongono affatto di convertire all'omosessualità, né di iniziare precocemente i bambini a pratiche omosessuali o eterosessuali. Al massimo, esistono programmi, che non hanno niente a che vedere con gli studi di genere, mirati a far capire agli studenti (a TUTTI gli studenti, così come a tutti gli studenti s'insegna, per esempio, che il razzismo non è accettabile) che l'omosessualità non è una perversione e che gli omosessuali non sono esseri subumani su cui concentrare i propri pregiudizi. Nella scuola italiana sono iniziative piuttosto rare, perché c'è sempre qualche bigottone, spesso prontamente supportato dall'organizzazione cattolica di turno, pronto a strillare scandalizzato. Ma, evidentemente, per molti, soprattutto cattolici, che vorrebbero che gli omosessuali si nascondessero sotto una tonaca, e continuassero sì a vivere come vogliono, ma di nascosto e magari con qualche senso di colpa che li spingesse a inginocchiarsi in un confessionale, anche questo poco è, comunque, troppo. Fortunatamente, la società italiana, persino nella sua componente cattolica, è, nonostante tutto, più avanti dei suoi rappresentanti (che, per ignoranza e per opportunismo, patrocinano un'inziativa dalla quale avrebbero dovuto, casomai, prendere le distanze) e della sezione rappresentata in questa discussione.
    351 - Giu 21, 2015 - 0:48 Vai al commento »
    Ah beh, se l'hanno detto le giuseppine, è completamente da escludere che abbiano mentito per far sì che i genitori si oppongano a qualunque tentativo di parlare, nella scuola, di ruoli di genere in maniera difforme da come vorrebbe la chiesa cattolica...
    352 - Giu 20, 2015 - 21:05 Vai al commento »
    Di nuovo complimenti al Comune per il patrocinio a una manifestazione nella quale, stando all'articolo, si è sostenuto che le lobby gay vorrebbero mettere le mani sui bambini. E complimenti al consigliere Rossi, l'unico che, una volta sentito quel che Amato aveva da dire, ha avuto il coraggio di prenderne le distanze; evidentemente, gli altri tre consiglieri presenti hanno ancora le idee confuse. A prima vista verrebbe da pensare che si sia trattato solo di ignoranza, da parte del Comune e dei suoi esponenti, a cominciare dal sindaco. Certo, il livello di cultura dei politici locali non va sopravvalutato; ma credo che si sia trattato di un deliberato tentativo di compiacere la chiesa cattolica.
  • La riconferma di Carancini
    tra consenso, furbizia e fortuna

    353 - Giu 21, 2015 - 13:49 Vai al commento »
    Comunque, tra i fattori che hanno dato un contributo determinante alla vittoria di Carancini, ci si è dimenticati dell'appello dei 38 appartenenti all'intelligencja maceratese. :D
    354 - Giu 20, 2015 - 2:01 Vai al commento »
    Se i volti nuovi sono Alessia Scoccianti, beh... Di giovane hanno soltanto l'età; dei politici navigati, la smania di fare carriera. L'analisi di Giuseppe Bommarito è condivisibile anche sul comportamento della destra maceratese (per la quale, sia chiaro, non provo alcuna simpatia); idem vale per le considerazioni di Giandorico Bonfranceschi sullo stesso argomento. Sul punto specifico, fare politica in maniera appena decente significherebbe avere una minima capacità di analisi in merito a una serie di aspetti: che interessi, se non valori, s'intende rappresentare? In quale modo s'intende raggiungere lo scopo di rappresentarli e di farli prevalere? In nome di quale progetto politico? Se i politici non hanno le capacità, morali, ma anche intellettuali, di pensare in questi termini, la politica si riduce, a destra come a sinistra, a piccolo cabotaggio da parte di comitati elettorali. Questo è esattamente lo scenario politico di Macerata, e non solo di Macerata. Dissento da Giuseppe Bommarito solo sulla valutazione della candidatura di Mandrelli, che, a mio parere, rappresentava, sia per l'uomo e la sua storia, sia per chi lo appoggiava, quanto di più stantio e decrepito esista a Macerata; ma io sono notoriamente incontentabile. Inoltre qui si entra nel merito di valutazioni politiche e ognuno fa le sue. Certo che affondarla con le motivazioni che sono state addotte (il suo personale ateismo e/o anticlericalismo, che peraltro a Macerata è sempre stato privo di conseguenze pratiche di qualsiasi rilievo, o la sua eventuale appartenenza alla Massoneria, che è discutibile solo perché essa è ormai un mero comitato d'affari, per di più occulto, e non per le ragioni teoriche che ne giustificherebbero l'esistenza) ha un che di gretto e di retrivo (stavo per dire ottocentesco, ma sarebbe stato ingiusto considerare l'Ottocento in maniera così limitata).
    355 - Giu 19, 2015 - 22:10 Vai al commento »
    Giusto. Molto meglio non pensare affatto, non esercitare alcuna critica, appiattirsi puramente e semplicemente sulla realtà. Se oggi vince Tizio, dare ragione a Tizio; se domani vince Caio che la pensa in maniera opposta a Tizio, allo stesso modo dare ragione a Caio, senza alcuna riflessione.
    356 - Giu 19, 2015 - 18:57 Vai al commento »
    Un'analisi impeccabile, quella di Giuseppe Bommarito. In un ambiente come il nostro, provinciale, spesso gretto, e in cui le persone sono riluttanti a dire come la pensano perché non si sa mai, potrebbero esserci conseguenze negative, è anche un'analisi coraggiosa. Quanto a Macerata, l'aspettano altri cinque anni di declino. Quando una comunità (in questo caso, una città) non è in grado di mobilitare le sue energie migliori, ammesso e non concesso che ve ne siano perché, nel caso di Macerata, qualche dubbio ormai viene, ma rimane prigioniera delle solite, anguste cricche, preoccupate soprattutto di tutelare i propri limitati, e limitanti, interessi, il futuro non può certo essere roseo.
  • Maturità, problem solving allo Scientifico
    Superato lo scoglio della matematica
    “Ora siamo pronti a tutto”

    357 - Giu 18, 2015 - 21:33 Vai al commento »
    "Benzo", "gomungue", "zono dranguillo", "l'imbordanza dell'esami è reladiva", "stavolta c'hanno acchiappato"...
  • Incontro sui gender
    Polemica sul patrocinio dato dal Comune

    358 - Giu 20, 2015 - 17:10 Vai al commento »
    Libertà di educare, ovviamente, non può significare che i genitori possano pretendere che a scuola s'insegni solo quel che vogliono loro. Altrimenti, per esempio, un genitore razzista, con questo pretesto, potrebbe contestare che a scuola s'insegni a non essere razzisti.
    359 - Giu 19, 2015 - 19:20 Vai al commento »
    Il fatto che il papa dica una cosa non significa che debba necessariamente essere presa per oro colato. Questo continuo riferimento a quel che dice il papa, come se esso fosse la parola definitiva su un argomento, oltre che del tutto irrazionale nel merito, sta diventando anche piuttosto stucchevole. Se al papa non piacciono gli studi di genere sono affari suoi e di chi lo segue. Ci sono stati papi precedenti, come Pio IX, ai quali non piacevano llibertà fondamentali come quelle di stampa, di religione, di pensiero, di associazione politica, e altri che hanno appoggiato il fascismo, come Pio XI; e per questo erano apertamente, e giustamente, criticati. Lo stesso diritto di critica può essere esercitato anche per quel che dice il papa attuale. Il Comune vuole patrocinare un'iniziativa che è volta a contrastare non inesistenti iniziazioni precoci all'omo o eterosessualità, che non si fanno né all'estero né tanto meno, in Italia (e su questo i genitori possono stare tranquilli), ma il principio stesso che la scuola educhi a pensare agli omosessuali come a persone con esattamente gli stessi diritti e doveri degli altri? Lo faccia. Ma, nel momento in cui lo fa, il Comune di Civitanova Marche, e la sua amministrazione, a cominciare dal suo sindaco del PdCI, dalle sue componenti del PD, del PRC e del PSI, manifesta un tacito avallo a queste tesi. Non si patrocinano iniziative che hanno una forte carica ideologica senza avallarne l'ideologia di cui sono portatrici. Il Comune patrocinerebbe un'iniziativa antisemita o razzista, con il pretesto che bisogna promuovere il libero dibattito delle opinioni? Il sindaco ha un bell'arrampicarsi sugli specchi: quel che conta sono i fatti, non le parole. Le parole sul rispetto degli omosessuali sono chiacchiere, il patrocinio a un'iniziativa che questo rispetto non lo dimostra sono fatti.
    360 - Giu 18, 2015 - 23:36 Vai al commento »
    Il Comune non è tenuto a patrocinare alcuna iniziativa, né a patrocinarle tutte. E' ridicolo che il sindaco da una parte dica che l'amministrazione comunale non avalla la discriminazione nei confronti degli omosessuali e, dall'altra, concedendo il patrocinio a un'iniziativa che, al contrario, incita alla discriminazione che il sindaco dichiara di non condividere, avalli, con essa, i suoi contenuti.
    361 - Giu 18, 2015 - 23:29 Vai al commento »
    Quindi, secondo il sindaco, del PdCI, il Comune mica può patrocinare soltanto ciò con cui è d'accordo! Per cui, se domani si presenta, per esempio, un'associazione che organizza un convegno apologetico del fascismo o del razzismo, oppure un convegno nel quale si sostenesse, per esempio, che le donne dovrebbero essere sottomesse agli uomini, il Comune sarebbe disponibilissimo, suppongo, a dargli il patrocinio? Il punto non è quello sollevato da Corvatta, ma se un Comune con un'amministrazione che si dichiara di centrosinistra possa dare il proprio patrocinio a un'iniziativa nella quale si spacciano per propaganda per l'omosessualità, come se un orientamento sessuale si potesse propagandare, delle normali teorie di cui si dibatte fra gli specialisti e in ambito accademico, e si agita lo spauracchio delle oscenità cui sarebbero esposti i bambini per incitare all'ostilità e all'emaginazione degli omosessuali.
  • Manifestazione contro i gender
    Si prepara anche Cingoli

    362 - Giu 16, 2015 - 2:29 Vai al commento »
    Il sindaco di Cingoli, che pure è di destra, lungi dall'appoggiare le isterie di coloro che straparlano, volutamente, di "ideologia gender", ha rilasciato una dichiarazione equilibrata. E' stato più equilibrato lui della giunta di centrosinistra di Civitanova Marche che a una scemenza del genera da addirittura il patrocinio.
  • Incontro sul gender
    Il Comune patrocina l’evento

    363 - Giu 16, 2015 - 2:15 Vai al commento »
    E' stupefacente che un'amministrazione comunale sedicente di centrosinistra dia il patrocinio a una conferenza che dà una visione completamente distorta delle teorie gender e che, agitando questo spauracchio, fomenta l'ostilita nei confronti degli omosessuali. O meglio: sarebbe stupefacente se quella di Civitanova Marche fosse davvero un'amministrazione di centrosinistra. In fondo, c'è già stato il precedente dell'intervento del sindaco alla conferenza su Don Giussani, fondatore di un movimento reazionario come CL, dal quale una sinistra propriamente detta dovrebbe tenersi a debita distanza. Non so da chi sia partita l'idea del patrocinio, ma suggerirei all'amministrazione comunale di ripensarci e di porre riparo con la massima rapidità all'errore commesso.
  • Giù il sipario: il Rebis esce di scena
    Una festa per salutare gli amici

    364 - Giu 11, 2015 - 2:21 Vai al commento »
    Che tristezza...
  • Ceriscioli governatore delle Marche
    Spacca il grande sconfitto

    365 - Giu 2, 2015 - 2:04 Vai al commento »
    Complimenti a Ceriscioli che, grazie a una legge elettorale antidemocratica, con il 41 per cento dei voti si aggiudica il 60 per cento dei seggi. L'originalità dei commenti lascia intravedere la qualità del personaggio, classica espressione della nomenklatura ex/post comunista, ora PD; non a caso viene da Pesaro. Inoltre, per l'ennesima volta il presidente della regione è espressione del nord delle Marche. Per il resto, esaurite le faide interne al PD, un partito nel quale il più pulito c'ha la rogna, a governare le Marche sarà, tra le varie fazioni di destra, quella riconducibile al PD.
  • Regionali,  bassa affluenza alle urne
    Ha votato il 49,78% degli elettori

    366 - Mag 31, 2015 - 17:24 Vai al commento »
    Senza raffronti con i dati delle precedenti elezioni si capisce ben poco.
  • Omofobia, veglia di preghiera
    della chiesa metodista

    367 - Mag 23, 2015 - 20:36 Vai al commento »
    La chiesa metodista non è una chiesa "pseudo-cristiana", non stiamo vicino agli "accoliti di Satana" e tanto meno ci mettiamo "Cristo e San Paolo sotto i piedi" per "tirare il Vangelo a piacimento come la pelle dei cotiledoni". Fra le chiese cristiane esistono, per fortuna, posizioni diverse in merito all'omosessualità, e Giorgio Rapanelli dovrebbe farsene una ragione invece di sbroccare. Se poi non vede che gli omosessuali sono oggetto di vessazioni, discriminazione e, spesso, anche violenze, si può solo rispondere che non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere.
  • Il Grande Oriente lancia da Macerata
    il messaggio di unione e fratellanza

    368 - Mag 10, 2015 - 13:49 Vai al commento »
    Io non provo alcuna simpatia per la Massoneria ma, leggendo i commenti retrogradi di Giuliano Meschini e di Antonio Pantò, mi verrebbe quasi voglia di cambiare idea...
  • Il vescovo incontra i 9 candidati sindaci:
    “Chiedo trasparenza
    come papa Francesco”

    369 - Mag 11, 2015 - 1:15 Vai al commento »
    @Roberto Cardinali Stia tranquillo, scommetto che dal vescovo ci andranno tutti e nove i candidati a sindaco, con una scusa qualsiasi.
    370 - Mag 10, 2015 - 2:37 Vai al commento »
    @Gianfranco Cerasi Alla sua domanda è facile rispondere. Invitando i candidati a sindaco a "presentarsi" in una sede scelta dal vescovo, davanti a un pubblico di cattolici inevitabilmente ligi alle direttive ecclesiastiche, sarà possibile strappare ulteriori impegni e genuflessioni a favore della chiesa cattolica sulle tematiche che le sono care (e, a porte chiuse, anche sugli interessi che le sono cari, sempre per motivi spirituali, ovviamente). E' difficilmente immaginabile, soprattutto in un contesto come quello attuale, che i candidati a sindaco vadano lì per ribadire eventuali punti sui quali dovessero essere in disaccordo con il vescovo e con l'opinione pubblica cattolica. Coloro che si presenteranno faranno a gara per accreditarsi come i più fedeli interpreti del pensiero della chiesa cattolica (e, naturalmente, dell'attuale papa, la cui immeritata popolarità fornisce un alibi buono per chiunque). Le istanze care alla chiesa cattolica, così, diventeranno trasversali, comuni a tutti i candidati e a tutti i partiti, indiscusse e indiscutibili; e, chiunque vincerà, da esse non si potrà prescindere. Dal punto di vista della chiesa cattolica, questo è il vero successo. Non a caso il peso della chiesa cattolica nelle vicende politiche italiane è addirittura aumentato dal 1993 a oggi, con la dissoluzione della DC e il venir meno del suo ruolo egemone nella politica italiana. Perlomeno, prima, a essere clericale era solo la DC (con l'aggiunta dell'MSI-DN), e le istanze laiche trovavano rappresentanza in altri partiti. Con il venir meno della DC non è venuto meno il clericalismo, ma solo il laicismo, che non trova più rappresentanza politica. Se fossi un candidato sindaco di sinistra mi rifiuterei di andare a un incontro simile (alla destra è inutile chiederlo, il laicismo di destra, comunque ultraminoritario, era rappresentato dal vecchio PLI, ma certo non a Macerata); purtroppo, a queste elezioni comunali, candidati sindaci di sinistra non ce ne sono, e quindi mi aspetto di assistere all'ennesimo, spudorato, generale unanimismo filocattolico.
    371 - Mag 9, 2015 - 20:58 Vai al commento »
    E' sorprendente che proprio il vescovo chieda "trasparenza" dopo la vicenda, a dir poco opaca, della consultazione elettorale per la designazione del candidato del centrosinistra a sindaco; una vicenda a proposito della quale le voci di un coinvolgimento diretto della chiesa cattolica maceratese volto a influenzare l'esito di quella consultazione elettorale sono, per usare un eufemismo, alquanto insistenti.
  • Elezioni: più liste e più candidati
    ma con meno posti disponibili

    372 - Mag 9, 2015 - 23:36 Vai al commento »
    Il fatto che ci siano 607 candidati al consiglio comunale un segno di "un risveglio della militanza politica", e non, invece, della sua dissoluzione, e della riduzione dei partiti a comitati elettorali personali? Stupefacente.
  • Senegalese in lista
    per dare la precedenza agli italiani
    “No immigrati, aiutiamoli a casa loro”

    373 - Mag 9, 2015 - 2:56 Vai al commento »
    In base ai suoi stessi criteri i suoi genitori non sarebbe mai potuti immigrare in Italia. Ma, del resto, Diop ci pensa prima di fare le cose, riflette. Del resto, com'è stata selezionata la sua candidatura? Fa l'arbitro di calcio e un suo amico arbitro di calcio gli ha detto "ma perché non ti butti in politica?". Un po' come chiedere "ma perché non andiamo a farci una passeggiata?" E fu così che una persona che, probabilmente, di politica non si è mai occupata, che non l'ha mai seguita e che non ha alcuna esperienza in quest'ambito, si ritrova candidata alle elezioni comunali, con altri 606 cittadini la gran parte dei quali, così come Diop, non considera la politica un'attività nobile, seria, che richiede impegno, competenze e capacità affinché la si faccia bene. I risultati sono evidenti quando si consideri la statura morale e intellettuale della quasi totalità dei nostri amministratori pubblici.
  • L’esercito dei 607 candidati consiglieri

    374 - Mag 2, 2015 - 20:54 Vai al commento »
    Ma perché invertite nome e cognome dei candidati stranieri?
  • Edoardo Mentrasti a Macerata:
    “Siamo ‘altri’ rispetto
    alla politica falsa di Pd e Spacca”

    375 - Apr 25, 2015 - 19:42 Vai al commento »
    Il mio voto di sicuro l'avranno. E, per la prima volta da tanti anni, per le preferenze avrò solo l'imbarazzo della scelta.
  • Ecco la squadra
    di Area Popolare-Marche 2020

    376 - Apr 20, 2015 - 0:28 Vai al commento »
    Un'accozzaglia sintomatica del peggior trasformismo politico, che impera nella nostra regione, così come nel nostro paese.
  • Il potere della Massoneria
    nella Civitas Mariae

    377 - Mag 9, 2015 - 23:09 Vai al commento »
    Macerata "seconda città dello Stato Pontificio dopo Roma"? Quando, in che epoca, in quale periodo?
  • Firmato l’accordo Spacca-Forza Italia
    Patto programmatico in 10 punti

    378 - Apr 20, 2015 - 0:34 Vai al commento »
    Il fatto che un presidente uscente della regione possa tranquillamente allearsi con il partito cui fino a ieri si contrapponeva (o si sarebbe dovuto contrapporre) indica che PD e Forza Italia sono due facce della stessa medaglia. Se si accetta questo si può votare per Ceriscioli, per Spacca o astenersi; altrimenti, bisogna andare a votare e scegliere una delle alternative disponibili.
  • “Vita di Don Giussani”, la biografia
    firmata da Alberto Savorana

    379 - Apr 15, 2015 - 2:44 Vai al commento »
    "Grande educatore"? A giudicare dai frutti, non direi. Comunione e Liberazione si è contraddistinta per le sue posizioni retrive sulle questioni etiche e sociali, per la sua spregiudicatezza nell'ambito economico e finanziario, mentre, nelle questioni politiche, ha appoggiato gli esponenti che univano una notevole spregiudicatezza alla propensione alla corruzione (Andreotti prima, Berlusconi poi). Singolare, poi, la considerazione, al limite della venerazione, di CL per il suo fondatore, i cui testi sembrano formare oggetto di studio più della stessa Bibbia.
  • Magdi Allam alla Filarmonica
    “Il terrorismo si batte con l’orgoglio
    della fede e delle nostre radici”

    380 - Apr 9, 2015 - 0:16 Vai al commento »
    Non credevo che fra le attività del Rotary Club ci fosse invitare esaltati con alle spalle tentativi falliti di fare carriera politica.
  • Fusioni tra comuni, Morgoni:
    “Montelupone verso Potenza Picena
    o Recanati la annetterà”

    381 - Mar 5, 2016 - 0:28 Vai al commento »
    Ma io direi di fare un comune unico per tutta la provincia. Anzi, per tutta la regione. Anzi, per tutta l'Italia!
  • La “moderazione” di Macerata
    è un patrimonio che va difeso

    382 - Mar 15, 2015 - 20:30 Vai al commento »
    Leggo sempre Liuti con interesse, ma che l'aumento della metà dei votanti alle primarie della coalizione imperniata sul PD sia dovuto al "voti di opinione" è una favola. La mancanza di insulti è probabilmente dovuto al fatto che si tratta di fazioni consapevoli che, il giorno dopo le primarie, sarebbero dovute tornare a negoziare per tutelare i propri interessi.
  • Fine mandato, 12mila euro
    per il bilancio sociale di Carancini

    383 - Mar 15, 2015 - 20:44 Vai al commento »
    Si accettano scommesse sull'ambiente cui sarà vicina la società, o il consulente, incaricato di preparare il documento.
  • Civitas Mariae batte “la Macerata bene”
    e incorona l’Impero Romano

    384 - Mar 9, 2015 - 22:56 Vai al commento »
    Non c'è alcun reale scontro politico, ideale prima ancora che ideologico, fra Carancini, Mandrelli e i sostenitori dell'uno o dell'altro. Solo una guerra per bande (anzi, una guerriglia), per bande. Carancini e Mandrelli non sono che i portabandiera degli interessi confliggenti di due diverse cordate.
  • Ballottaggio: risultati in tempo reale
    Ha vinto Romano Carancini

    385 - Mar 8, 2015 - 23:42 Vai al commento »
    Ha vinto Carancini. E quindi?
  • Una serata al cinema:
    sindaco e vescovo insieme per Cristiada

    386 - Mar 8, 2015 - 22:57 Vai al commento »
    Un altro sindaco baciapile.
  • Città senza acqua potabile,
    disagi per le attività e polemiche
    “L’avviso è arrivato tardi”

    387 - Mar 6, 2015 - 21:37 Vai al commento »
    Quante lagne. Il Comune avrebbe dovuto addirittura telefonare a tutti gli esercizi pubblici: ma siamo matti?
  • Sel, Verdi e Rifondazione con Carancini:
    “Lui è il Pd che guarda a sinistra”
    Lattanzi: “Comunisti contro la dittatura”

    388 - Mar 6, 2015 - 1:53 Vai al commento »
    Appoggiare Carancini i partiti della sinistra maceratese si sono praticamente legati una pietra con un cappio al collo. Un suicidio politico, una scelta di subalternità.
  • Investigazione sulla Collegiata
    di San Ginesio

    389 - Feb 28, 2015 - 1:13 Vai al commento »
    Spero che le sciocchezze su Pipino il Breve sepolto a San Ginesio non abbiano niente a che vedere con la sostanza del convegno.
  • Sorpresa nelle cassette postali:
    il giornale del Comune
    a tre giorni dal voto

    390 - Feb 26, 2015 - 2:08 Vai al commento »
    "Una storia italiana". Anzi, una storiaccia maceratese. Vicenda penosa. I soldi per il Cinema Italia non ci sono, ma per far recapitare ai maceratesi la propaganda elettorale del sindaco candidato si trovano. Il che la dice lunga sul senso della cosa pubblica del sindaco uscente.
  • Palestra ai pachistani, Marangoni:
    “Scelta ipocrita del sindaco”

    391 - Feb 26, 2015 - 2:12 Vai al commento »
    Non capita mai che palestre e palasport vengano utilizzati per manifestazioni di altre confessioni religiose, in primis, ma non solo, cattoliche?
  • Una palestra ai pachistani
    per pregare Maometto
    “Nessun legame con l’Isis”

    392 - Feb 25, 2015 - 2:51 Vai al commento »
    L'islamismo può piacere o non piacere, ma i musulmani non "pregano Maometto". Il titolista deve tornare a studiare. Ridicola la richiesta di prendere le distanze dall'ISIS (o, più correttamente, DAESH, come si chiama in arabo). Non esistono le colpe collettive. Se io sono protestante non mi si può richiedere di dissociarmi dal Ku Klux Klan, se sono cattolico non mi si può richiedere di dissociarmi dall'IRA, e a un musulmano o a una comunità musulmana non si può richiedere di smentire una presunzione di appoggio al DAESH solo sulla base della comune fede religiosa. Il sindaco vuole sapere se il gruppo di musulmani che ha chiesto un locale pubblico per una celebrazione religiosa è estremista? Chieda al ministero dell'Inteno tramite il prefetto, invece di esigere insulse dissociazioni che certo non garantirebbero nessuno se quello fosse un gruppo di simpatizzanti. Dubito che l'amministrazione comunale di Monte San Giusto possa contare su qualcuno che conosca l'arabo o l'urdu per farsi riferire i contenuti dei sermoni che dovessero essere predicati in quella circostanza.
  • Cultura al veleno, Uncinetti:
    “Perchè i maceratesi dovrebbero
    pagare un orologio falso?”

    393 - Gen 14, 2015 - 19:13 Vai al commento »
    A chi chiede per quale motivo li enti pubblici dovrebbero finanziare attività culturali: ovunque è molto raro che le attività culturali possano finanziarsi da sole, con i soli proventi derivanti dalla vendita dei biglietti o dei prodotti connessi. Se queste fossero le uniche modalità di finanziamento, dovremmo dire addio alla quasi totalità dei concerti di musica classica e degli spettacoli operistici e teatrali, tanto per fare un esempio. La gran parte dei musei chiuderebbe, la gran parte delle iniziative culturali, di qualunque tipo, sarebbe impossibile da svolgere, a meno di imporre prezzi dei biglietti talmente elevati da rendere possibile l'accesso a queste opportunità solo per una ristrettissima minoranza della popolazione, mentre il resto dovrebbe rinunciare all'arte, alla musica, al teatro, tranne quello di pessima qualità. Il sostegno a queste attività è quasi sempre necessario; può provenire da fondazioni private, quando ce ne sono: ma, anche in questo caso, possono esserci problemi, perché i privati possono avere loto interessi, interessi, per l'appunto, privati, e non si può far dipendere in maniera eccessiva l'attività culturale dalla benevolenza dei privati. Quindi, in parte dev'essere per forza il settore pubblico a farsi carico del sostegno allo spettacolo e alla cultura; perché sono attività di cui beneficia il pubblico, la società nel suo complesso, e non soltanto coloro che ne fruiscono direttamente. Ovviamente, soprattutto in tempi di ristrettezze di bilancio questo non significa che si possa, o si debba, finanziare qualsiasi attività o iniziativa culturale. Le priorità vanno stabilite sulla base della validità delle stesse, del beneficio (in senso lato) per la collettività, della correttezza nella gestione dei fondi erogati. Nel caso del Cinema Italia, stiamo parlando di un'associazione che cura una programmazione di alta qualità, avente ad oggetto film o spettacoli che non passerebbero per il circuito commerciale non perché non siano validi, ma perché non sufficientemente remunerativi, e che garantisce l'apertura di uno spazio pubblico il quale, oltretutto, è rimasto l'unico cinema aperto nella cinta urbana di Macerata, una città che dice di voler puntare sulla cultura come suo aspetto caratterizzante. Quindi, alla luce di queste considerazioni la scelta del Comune di Macerata di non sostenere quest'attività è quanto meno molto opinabile.
  • Pizzichini contro il teatro Rebis:
    “Vendete i biglietti
    e non cullatevi sull’intervento pubblico”

    394 - Gen 15, 2015 - 2:00 Vai al commento »
    Certo, affidarsi agli sponsor. Ormai, ogni volta che si va a un concerto bisogna sorbirsi la lista delle aziende e delle ditte da ringraziare per aver permesso l'attività, come all'opera allo Sferisterio. Proprio l'ideale, non c'è che dire. E se un'attività non attira gli interessi delle aziende che vogliono farsi pubblicità questo significa che non sia meritevole di essere promossa e aiutata dagli enti pubblici?
  • Costamagna torna a chiedere l’Esercito
    Fratelli d’Italia: “Lo appoggiamo”

    395 - Gen 5, 2015 - 2:12 Vai al commento »
    Se Costamagna ha un buon avvocato credo che gli consiglierà di astenersi da querele infondate. Le opinioni che sono state espresse nei commenti sono giudizi politici nei confronti dell'operato di un uomo politico, quindi di un personaggio pubblico e chi li ha espresse si è tenuto ben lontanto da valutazioni di tipo personale. Se tutti i politici che fossero tacciati di non essere credibili dovessero querelare chi li critica dovrebbero spendere talmente tanti soldi per gli avvocati da ridursi in miseria. Quanto al merito della questione, abbiamo già forze dell'ordine, nel complesso, tra le più numerose d'Europa. Né i vigili urbani, né le forze armate sono adatte a gestire problemi di ordine pubblico; l'uso dell'esercito a questo scopo pone anche problemi ai quali un uomo politico sedicente di sinistra dovrebbe essere particolarmente sensibile, visto che di solito sono le dittature che schierano i militari a pattugliare le strade. Da un buon politico ci si aspetterebbero non uscite estemporanee, ma la capacità di capire la natura dei problemi (oppure la criminalità cade dal cielo) e di approntare soluzioni idonee; ma temo che i politici italiani di oggi, in gran parte, non siano scelti sulla base di questi parametri, e i risultati si vedono, da come parlano e da come agiscono.
  • La Lega Nord prende piede a Civitanova
    e critica la solidarietà del sindaco

    396 - Dic 3, 2014 - 3:12 Vai al commento »
    La Lega Nord è stata al governo per otto anni su dieci tra il 2001 e il 2011, con risultati che non sono certo stati esaltanti. Nel frattempo è stata altrettanto corrotta quanto i partiti contro cui tuonava (vedi casi Bossi e Belsito), e ha avallato tutte le leggi volute da Berlusconi per salvare sé stesso e i suoi amici dalle condanne giudiziarie, e ha avallato salvataggi come quello del Comune di Catania, amministrato dal berlusconiano Scapagnini, che è costato ai contribuenti tutti la bellezza di centocinquanta milioni di euro. Salvini, da giovane, faceva parte dei "Comunisti Padani". Nel frattempo, la compagna di Salvini è stata assunta, per chiamata diretta, nello staff di un assessore regionale della Lombardia con una retribuzione di settantamila euro annui lordi. Ma Salvini, come la Polverini prima di lui, è sempre in televisione, e quindi la sua popolarità cresce. Errare è umano ma perseverare è diabolico. Un popolo che continua ad affidarsi agli stessi politici che prosperano sui problemi che essi stessi hanno contribuito a creare continuerà a veder peggiorare le proprie condizioni.
  • Caso Burchio, giunta in pericolo
    Il sindaco: “Col sì al resort siamo
    a rischio di azioni penali”

    397 - Nov 3, 2014 - 20:07 Vai al commento »
    Per quale motivo non mi stupisce che il PD, anche in quest'occasione, sia incapace di prendere una posizione non succube di fronte ai portatori di grandi interessi economici e finanziari?
  • Unioni gay, Marchiori a Sel: “Sopraffina esternazione di propaganda politica”

    398 - Ott 16, 2014 - 18:03 Vai al commento »
    Nessuno ha chiesto al Sig. Marchiori quante volte avesse scritto sull'argomento; eppure, nella sua risposta al mio commento, egli cita un suo precedente intervento. Allo stesso modo in cui, nel comunicato del coordinatore di SEL di Macerata (un tempo i "coordinatori" dei partiti si chiamavano "segretari", ma a quanto pare è un termine caduto in disuso, non che ne guadagni la chiarezza), si parla sì di fecondazione eterologa, ma non con esclusivo riferimento alle coppie dello stesso sesso; perché la fecondazione eterologa si può usare (e, nella maggioranza dei casi, si usa) anche in altri casi. Eppure, il Sig. Marchiori nel suo intervento parla solo di fecondazione eterologa utilizzata dalle coppie dello stesso sesso. Questo si chiama "chiamare coppe e rispondere a denari", ma a quanto pare il Sig. Marchiori non riesce proprio a stare in tema. Non sono un estimatore né dell'attuale papa né tanto meno della chiesa cattolica, ma Forza Italia, con dichiarazioni simili, potrebbe finire "scavalcata a sinistra", vista la piega che sta prendendo il sinodo dei vescovi cattolici attualmente in corso. PS Continuo ad aspettare i commenti di coloro che, nell'articolo sul comunicato del Sig. Verolo, si sono sbracciati per dire che si tratta di questioni poco importanti.
    399 - Ott 15, 2014 - 1:37 Vai al commento »
    Un intervento quanto mai sconclusionato. Il comunicato del Coordinatore Cittadino di SEL non parla affatto di maternità surrogata, che praticamente è l'unico argomento dell'intervento del Sig. Marchiori; il quale, invece, trascura completamente tutti gli altri punti che erano stati sollevati dall'intervento del Sig. Verolo. Di cose da dire ce ne sarebbero. L'opinione di un membro del Comitato di Bioetica non è certo la verità rivelata; ci sono persone che hanno un curriculum altrettanto significativo quanto quello della professoressa Morresi (a proposito: ma che ci fa una professoressa di Chimica Fisica in un comitato di bioetica?) che la pensano diversamente da lei, senza contare il fatto che la composizione del comitato, notevolmente sbilanciato in senso favorevole alle posizioni della chiesa cattolica, è da anni oggetto di polemiche. Purtroppo, se si guarda alla storia d'Italia, è proprio vero che "la destra è contro la civiltà e il diritto": tutte le conquiste civili nel nostro paese, da centocinquant'anni a questa parte, sono state ottenute CONTRO la destra, e l'intervento del Sig. Marchiori lo conferma. Mi aspetto che tutti coloro che hanno commentato l'intervento del Sig. Verolo sostenendo che ci sono cose più importanti di cui occuparsi riservino lo stesso trattamento a quest'intervento dell'esponente di Forza Italia che è, esso sì, un pistolotto propagandistico.
  • Matrimoni gay, Sel:
    “Macerata diventi città dei diritti”

    400 - Ott 12, 2014 - 21:22 Vai al commento »
    Quindi, per affrontare questioni come il testamento biologico, il riconoscimento delle coppie dello stesso sesso, e simili, dobbiamo aspettare l'eliminazione della disoccupazione? Mi viene in mente anche l'Italia degli anni 1970, che era travagliata da una grave crisi economica; eppure furono approvate anche le leggi che legalizzavano divorzio e aborto. Che io ricordi, all'epoca nessuno diceva "sono questioni poco importanti perché c'è la disoccupazione".
  • L’alternativa alle primarie
    si chiama Mandrelli
    Gli alleati suggeriscono il nome al Pd

    401 - Set 28, 2014 - 23:52 Vai al commento »
    Che odore di muffa.
  • “Che tte sa li milanesi!”
    Citanò omaggia San Marone

    402 - Ago 13, 2014 - 20:49 Vai al commento »
    Un'iniziativa sciocca e ridicola.
  • Macerata nella top ten regionale
    delle mete degli italiani

    403 - Ago 9, 2014 - 14:25 Vai al commento »
    Cos'ha la Monteverde da essere soddisfatta?
  • Andrea Corvatta, nel cuore della finanza
    A 26 anni lavora alla Bce

    404 - Giu 2, 2014 - 10:59 Vai al commento »
    Se è nato nel 1988 come ha fatto a laurearsi nel 2007, a diciannove anni? Nell'articolo dev'esserci un errore.
  • Tutti gli eletti nei Consigli comunali

    405 - Mag 27, 2014 - 20:03 Vai al commento »
    I nomi delle liste sono talmente generici da rendere assolutamente impossibile, per chi non conosce le vicende "politiche" dei singoli comuni, capire quali liste siano di sinistra, di destra, di centro o abbiano un'altra collocazione politica. Ma forse l'obiettivo, in molti casi, è proprio questo: evitare qualsiasi rischio di connotarsi politicamente. Meglio riferimenti a concetti generici e nebulso a concetti quali il "futuro", l'"armonia", la "solidarietà" (che è cosa diversa dall'uguaglianza e dalla giustizia), la "partecipazione" (che è cosa diversa dalla democrazia), o avverbi come "insieme" etc. Ho scorso distrattamente, ma il massimo è la lista denominata "Amici in comune": come a dire, vota per i tuoi amici, così sai a chi potrai chiedere un favore. Siamo tornati indietro alla fine dell'Ottocento, all'epoca della politica fatta dai comitati elettorali.
  • Consiglio rovente
    Costamagna perde le staffe

    406 - Mag 21, 2014 - 2:33 Vai al commento »
    "Argomenti ESIZIALI"? Immagino che le parole del sindaco siano state riportate male. "Esiziale" significa "disastroso", non "trascurabile".
  • Il Pd Macerata si prepara per le comunali 2015 e guarda a nuove forze e associazioni

    407 - Mag 7, 2014 - 23:07 Vai al commento »
    Più che nuove forze, vecchie logge...
  • Bilancio Farmacie comunali:
    utile di 22mila euro

    408 - Mag 3, 2014 - 20:44 Vai al commento »
    Certo, 22 mila euro di utile netto su un fatturato di 8,16 mln di euro sono pochini; però i risultati di bilancio non sono l'unico metro di giudizio da applicare per valutare la funzione di farmacie che, in quanto comunali, sono pubbliche, e quindi dovrebbero svolgere anche delle funzioni sociali, perché sono queste ultime che ne giustificano l'esistenza. Da un'amministrazione di centrosinistra ci si aspetterebbe soprattutto questo: la capacità di mettere in risalto anche questi aspetti, e non solo quelli di bilancio. Poi, certo, un'azienda pubblica dev'essere gestita anche secondo criteri di economicità di gestione, ma questi dovrebbero essere un mezzo, non il fine della gestione. Quel che ci si dovrebbe chiedere è proprio questo: una gestione pubblica delle farmacie ha ancora senso? Se sì, le farmacie comunali di Civitanova assolvono una funzione pubblica? Se no, è possibile fare in modo che la assolvano, e come?
  • Rimpasto, Silenzi prende anche il bilancio
    Rosati e Cecchetti entrano in Giunta

    409 - Mag 5, 2014 - 0:48 Vai al commento »
    Bene, ora sappiamo che, per un simpatizzante civitanovese del centrosinistra, è stato del tutto inutile andare a votare alle elezioni per scegliere il candidato sindaco, che era del tutto inutile scegliere Corvatta o Silenzi: tanto, qualunque dei due candidati si votasse, il vero sindaco era comunque Silenzi. Poco male: l'importante è imparare dai propri errori. Vorrà dire che, se si ripeterà la pagliacciata delle primarie, personalmente eviterò di perdere tempo e spenderò quell'euro o due che ho speso l'ultima volta per cause più degne. Del resto, perché dovrebbe interessarmi la scelta del candidato a sindaco di una coalizione che, per quel che conta, non riavrà il mio voto, tanto il suo modo di operare è difficile da distinguere rispetto a quello della precedente giunta di destra?
  • San Giuliano e Costamagna?
    Per favore, lasciamoli perdere

    410 - Apr 6, 2014 - 10:32 Vai al commento »
    Ai nostri politici locali (e localistici) piace montare polemiche sul nulla, facendo affermazioni che si potrebbero tranquillamente evitare (nel caso di Costamagna) oppure ostentando risentimenti che sarebbero ben minori se le condizioni attuali del capoluogo fossero migliori (nel caso di Carancini). Tutto questo serve a cercare di riguadagnare consensi agli occhi delle rispettive cittadinanze di fronte a un operato delle rispettive amministrazioni comunali che credo sia giudicato, in entrambi i casi, non esaltante. Nel caso di Macerata, per l'inerzia e il caos che stanno contraddistinguendo l'operato dell'attuale sindaco e della sua giunta; in quello di Civitanova, perché Corvatta non ha affatto rappresentato il cambiamento che la sua elezione avrebbe dovuto portare e che il suo elettorato, in primis quello di centrosinistra (che, non a caso, lo preferì a Silenzi in occasione delle primarie) gli chiedeva. Tanto è vero che, a giudicare dalle cronache, Corvatta si sta dimostrando un sindaco quanto meno evanescente, a differenza del suo vice Silenzi e del presidente del consiglio comunale Costamagna. Dubito fortemente che chi votò per Corvatta l'abbia fatto per ritrovarsi con un'amministrazione in cui i due personaggi dominanti si sono rivelati proprio Silenzi e Costamagna. Le cose di cui i politici locali dovrebbero parlare, e delle quali dovrebbero essere chiamati a rispondere, sono ben altre; per esempio il fatto che, a quanto pare, le occasioni in cui hanno maggiore visibilità pubblica e in cui si mostrano più soddisfatti siano inaugurazioni di centri commerciali; ma su quelle si tace. A proposito: forse ricordo male, ma mi pare che un tempo i politici intervenissero nella loro veste pubblica soprattutto quando s'inauguravano opere pubbliche, non centri commerciali.
  • Pd Marche in crisi, i “buffi” col partito
    di consiglieri regionali e parlamentari

    411 - Apr 6, 2014 - 9:56 Vai al commento »
    Non c'è da stupirsene, visto che il PD è una congrega di persone unite dallo scopo di conquistare il potere e di gestirlo, senza uno straccio di progetto e di idea unificante.
  • Carancini a Costamagna:
    “Offende la civiltà dei civitanovesi”

    412 - Apr 4, 2014 - 1:39 Vai al commento »
    Sarebbe meglio che il sindaco di Macerata si preoccupasse di cose più serie, invece che delle sciocche battute del presidente del consiglio comunale (ahimé) di Civitanova. Ma, del resto, il livello dei nostri politici, anche a livello locale, ormai questo è.
  • Il Cuore Adriatico esalta Corvatta
    “Ora Civitanova baricentro
    della provincia”

    413 - Apr 3, 2014 - 1:36 Vai al commento »
    A cosa è servito votare per un sindaco di sinistra se il modello di sviluppo che propone, anche a livello cittadino, è quello basato su centri commerciali e cementificazione? Alle prossime comunali l'errore che ho fatto nel 2012 non si ripeterà.
  • Tredici studenti sospesi all’Itc,
    Costamagna riprende Balboni:
    “Deve distinguere i suoi ruoli”

    414 - Apr 3, 2014 - 1:44 Vai al commento »
    A parte che non si vede a che titolo assessori o consiglieri comunali dovrebbero intervenire a favore o contro un provvedimento disciplinare adottato da un preside, visto che la questione non è di loro competenza, vorrei richiamare l'attenzione sulla frase di Costamagna. "Generalizzare tutti gli studenti e dire che i professori resistono agli adolescenti va contro ciò che è lo scopo dell'amministrazione comunale nel ruolo di politiche giovanili." Una frase tanto sgangherata contiene almeno tre gravi errori grammaticali, e spero per Costamagna (e per noi cittadini) che a farli sia stata la giornalista (perché, in quest'ultimo caso, le lezioni di italiano dovrebbe prenderle lei).
  • Dieci anni da sindaco,
    Broccolo fa il bilancio
    e lancia Paolo Giubileo

    415 - Apr 6, 2014 - 3:01 Vai al commento »
    Un sindaco uscente che innalza un peana a un suo parente, sindaco uscente pure lui. Che stile, ragazzi...
  • Issy-les-Moulineaux, gemellata con Macerata, ha di nuovo Santini come sindaco

    416 - Mar 27, 2014 - 21:14 Vai al commento »
    Ma di che partito è questo Santini?
  • Addio a Severino Giorgi

    417 - Mar 31, 2014 - 2:11 Vai al commento »
    Una notizia molto triste per tutti coloro (e sono molti) che lo ricordano come un medico scrupoloso e come una persona stimata e discreta.
  • Applausi per il concerto di Sollima e Andaloro

    418 - Mar 16, 2014 - 0:06 Vai al commento »
    Conosco e apprezzo Sollima come compositore, ma come interprete mi ha lasciato, francamente, alquanto perplesso. Passi per le modalità dell'esecuzione della Sonata n. 3 per Op. 69 di Beethoven, ma la scelta di eseguire il brano di Webern nel mezzo della sonata di Beethhoven è stata veramente sconcertante, e la spiegazione che ne ha dato Sollima per me, che non sono un conoscitore, è stata incomprensibile. Quanto alla seconda parte del concerto, che dire? Cos'avevano di memorabile, tanto per fare un esempio, i brani di Kasputin per meritare l'inserimento nel programma della serata? Sono uscito dal concerto prima del bis, alquanto confuso.
  • “Volevo solo fare Amleto” di Francesca e Stefano Tosoni

    419 - Feb 21, 2014 - 1:31 Vai al commento »
    Sono stato a vederlo stasera: complimenti vivissimi. E' uno spettacolo che merita di essere visto, conosciuto e apprezzato: per la bravura degli attori, e per l'idea alla base dello spettacolo, non nuova (il teatro come metafora della vita) ma sviluppata e reinterpretata con brio e originalità. Una produzione marchigiana che merita di essere conosciuta e apprezzata anche fuori dalla nostre regione.
  • Pd Marche: Lucciarini lancia Ceriscioli per la segreteria

    420 - Feb 19, 2014 - 0:33 Vai al commento »
    Ah beh, con cotanto sostegno alle spalle...
  • Agostinelli (M5S): “Quali meriti ha Lauro Costa?”

    421 - Dic 23, 2013 - 22:46 Vai al commento »
    Pur non essendo un simpatizzante dell'M5S, noto che la deputata Agostinelli è l'unico esponente politico che abbia espresso critiche nei confronti della concessione di un'onorificenza che è, allo stesso tempo, inspiegabile e scandalosa. Tanto più che, se non erro, la proposta di queste nomine parte dal prefetto, cioè da un'autorità che dovrebbe conoscere bene il territorio. Viene da pensare che i meriti siano altri, di altro tipo, e che non abbiano niente a che vedere con ciò che viene dichiarato.
  • BM, Gazzani: “Fondazioni e precari
    sono vittime di scelte scellerate”

    422 - Dic 23, 2013 - 23:19 Vai al commento »
    Il presidente di un ente che figura fra i tre maggiori azionisti della banca che minaccia azioni legali nei confronti della Banca d'Italia è paragonabile a un ladro che minacci di far causa alla polizia per averlo lasciato rubare. I primi soggetti che avrebbero dovuto vigilare sull'operato della Banca delle Marche erano le fondazioni azioniste, perché da loro sono dipese le nomine del Consiglio d'Amministrazione e dei dirigenti della banca. Questo, a maggior ragione considerato che le fondazioni sono enti senza fini di lucro, il perseguimento dei cui scopi, di natura sociale e culturale, dipendeva in maniera determinante dalla buona amministrazione della banca. Come ha notato pierre nel commento n. 6, lascia allibiti il fatto che, di fronte al disastro, da parte dei vertici, nessuno o quasi escluso, non ci sia alcuna assunzione di responsabilità.
  • Lauro Costa nominato cavaliere al merito
    “Per la sua opera a Banca Marche”

    423 - Dic 21, 2013 - 1:12 Vai al commento »
    Se aver sovrinteso al fallimento di fatto di una banca, distruggendo centinaia di posti di lavoro, per non parlare delle perdite patite da migliaia di piccoli azionisti, è un "merito" degno di un'onorificenza, il demerito cos'è? Fatti come questo dimostrano che siamo nelle mani di un'élite che, oltre che incompetente e irresponsabile, è anche priva di qualsiasi senso del decoro. Con tutti i disastri che combinano si  complimentano fra loro e si danno pacche sulle spalle. Tanto a pagarne le conseguenze è sempre qualcun altro, la plebe.
  • Congresso Pd: Mirella Franco stravince
    Renziani ridimensionati dal voto

    424 - Nov 4, 2013 - 1:25 Vai al commento »
    La regola per cui si può votare anche iscrivendosi il giorno stesso delle votazioni sembra fatta apposta per permettere l'arrivo delle truppe cammellate.
  • Il Pd Macerata elegge il nuovo direttivo
    Il grande escluso è Graziano Pambianchi

    425 - Nov 4, 2013 - 1:16 Vai al commento »
    Non mi sembra molto rassicurante che il peso delle varie componenti di un partito all'interno del direttivo comunale, a Macerata come a Recanati o a Tolentino, sia deciso non dagli iscritti, che non hanno potuto scegliere tra liste diverse, ma mediante una spartizione a tavolino. Votare significa scegliere, tra persone diverse e tra linee politiche diverse; non basta votare perché ci sia democrazia e pluralismo, ma quando il pluralismo è negato ab origine è difficile che si possa credere alla sua esistenza. Oltretutto, viene da chiedersi: se le varie componenti del PD, tutto sommato, non la pensano diversamente, quali sono i motivi che ne giustificano l'esistenza? Per la mia esperienza, con il pretesto dell'"unità" si avallano le peggiori sconcezze. L'unità non è "essere tutti d'accordo"; è sottoporre al voto opzioni diverse nell'ambito di regole condivise e osservate da tutti.
  • Mario e Teresa,
    le due facce del nuovo Pd

    426 - Ott 21, 2013 - 1:38 Vai al commento »
    Dall'esterno, non essendo né un iscritto, né un simpatizzante, né un elettore del PD (partito per cui ho votato una sola volta sulle nove in cui ne ho avuto l'opportunità), non capisco per quale motivo la mancata presentazione di un candidato unitario dovrebbe essere un problema. In un partito è bene che gli iscritti abbiano la possibilità di scegliere tra persone diverse.   E' bene anche che le persone diverse incarnino opzioni politiche diverse o, quantomeno, opinioni diverse sulle modalità di organizzazione del partito. Da questo punto di vista, sfido chiunque a enunciare quali siano le differenze eminentemente politiche tra i diversi candidati. Per me, sulla base di quanto affermato dai candidati e dai loro sostenitori, è impossibile capire, per esempio, quale candidato sia più al centro e quale più a sinistra, chi sia favorevole ad alleanze con l'UDC e chi no, chi voglia determinate politiche e chi no.   Le uniche differenze che intavedo sono relative alle cordate di appartenenza (renziani, Area Dem, bersaniani, e così via). E' la politica intesa come competizione tra comitati elettorali così come la si praticava nell'Italia di fine Ottocento.
  • Gaffe mediatica
    dell’assessore Sglavo
    “Benito, ci vorrebbe”

    427 - Ott 19, 2013 - 22:02 Vai al commento »
    Non capisco il senso dell'affermazione della Sglavo secondo cui lei non voterebbe "mai più" la sinistra. Se è un'elettrice del PD forse non si rende conto che a sinistra non ha votato neanche prima (e l'operato della giunta Corvatta, che di sinistra mi pare abbia solo l'etichetta, lo dimostra).
  • Degustazioni a Civitanova con “Pesce d’autunno”

    428 - Ott 18, 2013 - 0:00 Vai al commento »
    Perché, esiste ancora una filiera della pesca? Ma se lo sono scordati tutti che inquiamento e sovrapesca stanno facendo scomparire i pesci dai nostri mari? http://ambientebio.it/rischiamo-un-mare-senza-pesci-mediterraneo-al-colasso/
  • Affaire ville e villini,
    Silenzi: “Chi non lo è si metta in regola”

    429 - Ott 6, 2013 - 8:47 Vai al commento »
    @alby Non mi pare che tra i doveri del sindaco rientri la difesa dei cittadini che non pagano le imposte dovute. E mi riallaccio all'intervento di Silenzi, che "invita (sic) a mettersi in regola chi non lo è". Mi chiedo: ma il Comune non può attivarsi presso il catasto in questo senso? Chi ha una villa o un villino di sicuro non è in fondo alla scala sociale e potrebbe permettersi di pagare più di quanto paga ora. Non dovrebbe essere interesse del Comune che la proprietà immobiliare sia tassata adeguatamente? Chi conosce il territorio meglio del Comune?
  • Crisi di Governo, Irene Manzi:
    “Provo rabbia e frustrazione”

    430 - Set 29, 2013 - 1:03 Vai al commento »
    Certo, al PD dispiace non poter governare con Berlusconi... Pensare che si sono dati così da fare per raggiungere quest'obiettivo. E ora l'amato Silvio li lascia con il cerino in mano. Se avessero votato per Rodotà non si sarebbe arrivati a questo punto.
  • Dossier Banca Marche
    Il j’accuse di Cesarini

    431 - Set 29, 2013 - 1:09 Vai al commento »
    Non ho capito per quale motivo l'entità dei bonus ai dirigenti doveva essere riservata.
  • Che cosa può insegnare
    un viaggio in Germania

    432 - Set 24, 2013 - 1:34 Vai al commento »
    Beh, Wismar è anche la città in cui Herzog ambientò il suo "Nosferatu". La leggo sempre con interesse, e molte cose che dice sono giuste. Però, si sbaglia se pensa che la Germania abbia fatto i conti con il suo passato. Ben pochi criminali nazisti furono processati, anche con la complicità degli alleati, che avevano bisogno della Germania Federale come alleata e insabbiarono subito tutto. Come riparazioni, la Germania ha pagato assai poco. E la rigidità tedesca, che è costata all'Europa due sanguinosissime guerre, continuiamo a sperimentarla anche oggi.
  • Residenza per anziani a Macerata
    L’ad Brizioli: “E’ un servizio che manca”

    433 - Set 25, 2013 - 21:34 Vai al commento »
    "Dateci la possibilità di speculare, guadagnano tanti soldi con un tratto di penna (un cambio di destinazione d'uso), e in cambio vi daremo una residenza per anziani (privata, quindi a pagamento) con un po' di posti di lavoro." Ho capito bene?
  • Costa, Remigio, Concetti
    Ecco i “sogni” allo Sferisterio

    434 - Ago 9, 2013 - 20:27 Vai al commento »
    Ho apprezzato il tentativo di proporre un'opera diversa e nuova rispetto a quanto tradizionalmente si può vedere e ascoltare allo Sferisterio ma, da non esperto, devo dire che "Sogni di una notte di mezza estate" mi ha lasciato perplesso. La messa in scena è stata interessante, la conduzione di Lella Costa briosa, le performance di cantanti e orchestra buone (io sono rimasto personalmente molto colpito dalla Chakar, peccato che sia stata confinata in un ruolo, tutto sommato, marginale); interessante anche il contrasto tra Mendelssohn e Britten. Tuttavia, mi è sembrato che il risultato finale sia stato abbastanza confuso, frutto della commistione fra troppi elementi contrastanti, commistione alla quale ne sono stati sacrificati altri, importanti. Se Titania è rimasta molto sullo sfondo, che fine ha fatto Oberon? E, soprattutto, trovo che il taglio brillante dato alla produzione abbia penalizzato l'aspetto suggestivo, fiabesco dell'opera di Shakespeare. Insomma, resto confuso pensando a una valutazione dell'opera. Spero di farmene un'idea migliore leggendo qualche recensione autorevole. Tuttavia, sono contento che Macerata Opera sia anche un'occasione di sperimentazione. Ce ne vorrebbero di più.
  • Cittadinanza alla Kyenge, De Vivo:
    “Ridicolo, è già tanto che sia ministro”

    435 - Lug 31, 2013 - 1:34 Vai al commento »
    Se è per questo, De Vivo è già tanto che sia consigliere comunale... Ma chi ha avuto la brillante idea di metterlo in lista, uno così?
    436 - Lug 31, 2013 - 1:33 Vai al commento »
    Certo, adesso diamo alla Kyenge pure la colpa del massacro di Kindu...
  • Dossier su Banca Marche
    L’estate milionaria del dg Bianconi

    437 - Lug 23, 2013 - 21:07 Vai al commento »
    Me ne ricordero' quando si trattera' di sottoscrivere il prossimo aumento di capitale.
  • I grillini fuoriusciti: “Il problema del centro storico è la classe politica”

    438 - Giu 29, 2013 - 19:52 Vai al commento »
    Interessantissimo assistere alle diatribe fra i grillini di Macerata su chi sia più puro. *sbadiglio*
  • Occupazione, sanità, infrastrutture
    Il Pd alla (ri)conquista del territorio

    439 - Giu 9, 2013 - 22:19 Vai al commento »
    I burocrati di partito alla Ucchielli, ovviamente, per mantenere la loro posizione devono propagandare il messaggio che va tutto bene; perché ammettere il contrario equivarrebbe a dover ammettere le loro responsabilità e trarne le conseguenze. Cosa che non faranno mai. E qual è il sintomo che va tutto bene? Il possesso delle cariche, ovviamente, come un qualunque PSDI di trenta o quarant'anni fa. E' il criterio di giudizio tipico dei comitati elettorali, non di un partito che si rispetti.
  • Banca Marche, l’assemblea approva il bilancio
    Bocciata l’azione di responsabilità

    440 - Mag 1, 2013 - 22:34 Vai al commento »
    Mia madre è una piccola azionista e non ha ricevuto alcuna convocazione, a differenza degli altri anni. Il rifiuto dell'azione di responsabilità non è certo un buon viatico per l'aumento di capitale, e la manifestazione di un atteggiamento arrogante da parte di chi, in questi anni, ha controllato la banca e scelto i dirigenti, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Se un qualunque dipendente avesse compiuto errori simili gliel'avrebbero fatta pagare cara. Invece, i dirigenti la fanno sempre franca.
  • Viene anche da Pasqualina
    una piccola luce di speranza

    441 - Apr 14, 2013 - 3:54 Vai al commento »
    Mi associo incondizionatamente al commento del Sig. Liuti sulla vicenda dei suicidi di Civitanova.
  • Civitanovese-Isernia,
    trasferta vietata per i tifosi ospiti

    442 - Apr 14, 2013 - 3:52 Vai al commento »
    Forse sarebbe il caso di spiegare all'autore dell'articolo che, in italiano, la parola "ospite" ha un duplice significato: può riguardare sia colui che ospita, sia colui che ha ospitato. Di conseguenza, dal titolo non si capisce se la trasferta è vietata ai tifosi della Civitanovese o a quelli dell'Isernia.
  • Triplice suicidio, tensione ai funerali:
    “E’ un omicidio di stato”

    443 - Apr 7, 2013 - 22:10 Vai al commento »
    @Paoolo Quindi quella della Boldrini è una colpa oggettiva: in quanto eletta da un mese, deve pagare per tutti? E' una posizione alquanto singolare. Come se i politici fossero tutti uguali. E, anche se lo fossero, chi ha votato per loro non è ugualmente corresponsabile?
    444 - Apr 7, 2013 - 0:10 Vai al commento »
    @paoolo La Boldrini non presiede nessun governo, e i politici non sono tutti uguali, non hanno tutti le stesse colpe per la crisi che viviamo. @Filippo Davoli La rabbia degli italiani non la considero qualcosa di sacro, spesso neanche qualcosa di giustificato o di giustificabile; prima ci affidiamo a cialtroni incompetenti e poi ci svegliamo solo quando è troppo tardi.
    445 - Apr 6, 2013 - 19:07 Vai al commento »
    Tutti a dare addosso agli altri, ovviamente; perché è sempre colpa degli altri, dello stato in generale. Chissà quanti dei contestatori pagano le tasse o si sono sforzati, alle elezioni, di votare per politici onesti.
  • Banca Marche, Uilca: “Basta gioco al massacro e ricerca dell’untore”

    446 - Apr 6, 2013 - 19:10 Vai al commento »
    La UILCA-UIL si conferma, anche in questa vicenda, un sindacato che è tale solo di nome, un sindacato giallo.
  • Costamagna: “Se io sono un dinosauro, De Vivo è un parvenu”

    447 - Apr 6, 2013 - 19:44 Vai al commento »
    Colpa di quelli che li hanno votati, Costamagna e De Vivo...
  • Privato: Tutti i guai di Banca Marche
    tra affari, inchieste e perdite di bilancio

    448 - Apr 6, 2013 - 19:25 Vai al commento »
    La Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata promuove un'azione di responsabilità contro gli amministratori da lei stessa nominati. Non avrebeb fatto meglio a nominarne di più capaci?
  • Casa squillo: due dominicane denunciate
    per favoreggiamento della prostituzione

    449 - Mar 13, 2013 - 1:39 Vai al commento »
    Forse volevate dire "dominicane", cioè donne provenienti da Santo Domingo (Repubblica Dominicana). Le domenicane sono le monache domenicane.
  • La Giunta regionale scioglie
    le Comunità Montane

    450 - Mar 7, 2013 - 0:54 Vai al commento »
    Le comunità montane escono dalla porta e rientrano dalla finestra.
  • I sondaggi nazionali?
    Meglio i 2.639 di CM

    451 - Mar 5, 2013 - 21:47 Vai al commento »
    Massimo Giorgi "E complimenti a quello Stefano Valenti che gli regge il moccolo, ma noi della ‘neocasta’ ci siamo abituati (a questi giochetti di sponda) e abbiamo tutti gli anticorpi pronti a combatterli." "Noi stralunati filosofi del diritto e neofiti della politica pensiamo, tanto per dirne una grossa, che secondo la costituzione, il parlamento né elegge né rielegge (né, tantomeno, ‘esprime’) il governo."   Sono abituato ad avere a che fare con ignoranti presuntuosi che pretendono di pontificare su cose che non capiscono e non conoscono; niente dà loro più fastidio che essere riconosciuti per quel che sono. Come vogliamo chiamare la sua teoria secondo la quale il governo Monti è perfettamente in carica in quanto "non sfiduciato"? Una bizzarria? Una grossolana manifestazione di ignoranza? O una semplice stupidaggine? Quando si dice "braccia rubate all'agricoltura".
    452 - Mar 4, 2013 - 18:47 Vai al commento »
    La opinioni di Massimo Giorgi in materia di diritto costituzionale sono tanto fondate quanto era efficace la cura Di Bella per i malati di tumore. Sarà un caso che Grillo sosteneva Di Bella? @Valeri Credo che nessuno abbia votato sulla base dell'apparizione di Prodi che, peraltro, è stato un ottimo presidente del consiglio. Non capisco, inoltre, per quale motivo se Bersani dice di non voler fare un governo con Berlusconi antepone l'interesse del PD a quello del paese e quindi spinge molti elettori grillini a votare per Berlusconi, mentre se Grillo dice di non voler dare la fiducia ad alcun governo non ha alcuna responsabilità. Se fossi un elettore di Berlusconi e votassi per Grillo dovrei volere una legge sul conflitto di interessi, che di Grillo è sempre stata un cavallo di battaglia. Oppure le cose stanno diversamente, considerando che, ultimamente, Grillo di queste cose ha parlato poco, forse proprio per strizzare l'occhio agli elettori berlusconiani e leghisti in uscita dai rispettivi partiti?
    453 - Mar 3, 2013 - 23:12 Vai al commento »
    Non sono un politico, e quindi posso permettermi di dirlo: io nella "gente" non ci credo. Non ci credevo quando votava per Bossi o per Berlusconi, non ci credo quando vota per Grillo, anche quando posso comprenderne le ragioni. Non credo neanche nei leader carismatici che promettono palingenesi, ma sempre a condizione che ci si fidi ciecamente delle loro capacità taumaturgiche; negli imprenditori politici della paura, della rabbia e del risentimento, stati d'animo che cavalcano per costruire le loro fortune, politiche e spesso anche personali. Da trent'anni a questa parte una quota crescente di italiani ha deciso di affidarsi a pifferai magici: negli anni Ottanta Craxi, poi Bossi, Berlusconi, in parte Di Pietro e ora Grillo. Ogni volta è andata sempre peggio. Grillo è un demagogo con venature autoritarie, un apprendista stregone, e molti suoi sostenitori, pur animati dalle migliori intenzioni, sono incapaci di considerare il loro leader in maniera critica, limitandosi spesso a ripeterne ossessivamente le parole d'ordine. Essendo un elettore di sinistra credo che l'unica via d'uscita sia un governo guidato dal centrosinistra che cerchi l'appoggio dei grillini su alcuni punti fondamentali: conflitto d'interessi, legge anticorruzione, abrogazione delle leggi ad personam in materia di giustizia fatte approvare dai sodali di Berlusconi in questi anni, cambiamento della legge elettorale (anche se non condivido la proposta del PD e non ho capito quale sia quella dei grillini). Dopo di che, un anno al massimo, nuove elezioni. Comunque non prevedo niente di buono per la nostra Italia. Ci renderemo conto degli errori che, collettivamente, abbiamo fatto, quando sarà troppo tardi; e, per questi errori, pagheremo caro e pagheremo tutti.
  • Da Londra alla provincia di Macerata
    “Vivere in campagna è tutt’altra cosa”

    454 - Feb 17, 2013 - 22:00 Vai al commento »
    “I love Sarnano” – dice Jack sorridendo – “I’m feel like home”.   Caso mai "I feel like home". Un po' di inglese elementare no eh?
  • Cittaverde: “Il sindaco comunista
    dimentica l’Olocausto”

    455 - Gen 29, 2013 - 0:27 Vai al commento »
    Ma Cittaverde quanti aderenti ha, quante persone rappresenta?
  • Errore culturale e politico
    la via a Giorgio Almirante

    456 - Gen 26, 2013 - 22:53 Vai al commento »
    Per quale motivo si è alzato questo polverone dieci anni dopo? Perché fino all'anno scorso Civitanova ha avuto giunte di destra. Non lo sapeva?
  • Favia lancia il Centro Democratico
    “I voti ad Ingroia sono sprecati”

    457 - Gen 26, 2013 - 23:14 Vai al commento »
    @Luca Non è vero che è necessario raggiungere almeno il 2 per cento per essere rappresentati in parlamento. Il quorum non vale per la prima delle liste di una coalizione che abbia raccolto meno del 2 per cento.
    458 - Gen 25, 2013 - 23:09 Vai al commento »
    Secondo me il 3 per cento nelle Marche, e anche nel resto d'Italia, Centro Democratico se lo sogna. Donadi non lo conosce nessuno, e Favia chi lo conosce lo evita. Poi, @pigi78 scrive: "Porcellum, premi di maggioranza, bonus, recuperi, sbarramenti, tutto architettato dalla partitocrazia per continuare a sopravvivere e fregare i nostri soldi." Il "porcellum" non è stato genericamente "architettato dalla partitocrazia". Questa legge elettorale l'ha ideata Calderoli e l'ha fatta approvare Berlusconi. Il maggioritario ci ha riportato indietro ai comitati elettorali dell'Ottocento. Quel che bisogna pretendere è che i partiti siano democratici al loro interno, cosa che il partito di Di Pietro non era né a livello nazionale, né a livello locale. 
  • Assalto alla Manas
    Arrestati quattro romeni

    459 - Gen 29, 2013 - 0:31 Vai al commento »
    Ma siamo sicuri che la notizia sia vera?
  • Borroni perde il ricorso ed esce dal Consiglio

    460 - Gen 26, 2013 - 23:16 Vai al commento »
    Temo che sia lei a non aver capito il mio intervento. E neanche la legge elettorale. Si eleggono i consiglieri comunali, non gli assessori.
    461 - Gen 25, 2013 - 23:17 Vai al commento »
    La prossima volta, invece di stabilirlo in base alla legge, facciamolo decidere ad areAzione chi dev'essere eletto in consiglio comunale e chi no. Così, in base alla sue impressioni personali.
  • Le primarie si tingono di rosa
    Vincono Irene Manzi e Paola Medori

    462 - Dic 31, 2012 - 12:10 Vai al commento »
    @G.R. Festa La Manzi, assessore comunale, un'"outsider"!?
    463 - Dic 31, 2012 - 1:39 Vai al commento »
    Su 23 candidati marchigiani, solo 3 provenivano dalla provincia di Macerata, ma alle primarie di SEL si votava su schede separate per uomini e donne, quindi i voti locali per le donne si sono concentrati in gran parte sull'unica candidata donna proveniente dal territorio, mentre per gli uomini si sono divisi tra due candidati. Infatti, la somma dei voti ottenuti da Rocchetti e da Stura (474) non è molto diversa dai voti ottenuti dalla sola Medori (427). Quindi, scusate, ma che notizia è che, per le primarie di SEL, in provincia di Macerata, l'unica donna candidata proveniente dalla provincia di Macerata sia la candidata della provincia che ha ricevuto più voti?
  • Livio De Vivo entra in Consiglio:
    “Grazie Civitanova”

    464 - Dic 23, 2012 - 2:25 Vai al commento »
    @anonimo E' vero che De Vivo ha ottenuto 121 preferenze, ma non sono mica poche; è risultato il quarto candidato più votato della sua lista. E non è neanche vero che molti candidati abbiano ottenuto più voti di De Vivo: a parte i tre della sua lista, tra i candidati delle altre liste solo ventiquattro hanno avuto più preferenze di lui. Colpa di chi l'ha messo in lista e di chi l'ha votato. Poi non ci lamentiamo se il livello dei nostri politici è basso: rispecchiano il livello e i valori del loro elettorato.
  • L’onorevole Eraldo Isidori
    e lo sgarbo alla lingua italiana

    465 - Dic 2, 2012 - 6:26 Vai al commento »
    Secondo il sito openparlamento, l'On. Isidori è al 603° posto, su 630 posti, per la produttività. http://parlamento.openpolis.it/parlamentare/eraldo-isidori/547126 Dobbiamo andare orgogliosi anche di questo? Ci sono persone che, oltre ad essere oneste, sono anche colte, preparate, capaci e che sarebbero molto più qualificate dell'On. Isidori per ricoprire quell'incarico. Con tutta la simpatia che posso avere per la vicenda umana dell'On. Isidori, dubito che sia qualificato per quel ruolo. Certo, possiamo prendercela con i partiti, che certo non scelgono il personale politico per capacità; ma, a dirla tutta, nessuno è obbligato ad accettare una candidatura per il parlamento. Possiamo prendercela anche con la legge elettorale. Tuttavia, diciamo la verità: molti cittadini votano le persone in base a considerazioni che prescindono completamente da qualsiasi valutazione di competenze, capacità e cultura.
  • Civitanova si muove
    per sostenere Matteo Renzi

    466 - Nov 12, 2012 - 2:19 Vai al commento »
    @Mario Morgoni scrive: "Se oggi sostengo la proposta di Renzi e’ perché, tanti anni fa, persone che per la politica erano pronte a “spendere tutto ” mi hanno conquistato con il loro esempio e la loro coerenza. Oggi al contrario la politica e’ diventato il terreno malsano di chi vuole ” prendere tutto ” . Io mi sento orfano di quella “antica” politica ed oggi mi impegno per quel cambiamento radicale che e’ indispensabile per restituirle prestigio e dignità." Secondo me Renzi è l'esatta antitesi di quella "antica" politica della quale lei tesse le lodi. E, al di là di questo, credo che quella "antica" politica non si sarebbe genuflessa a Marchionne e ai finanzieri domiciliati nei paradisi fiscali, a differenza di quanto ha fatto Renzi. Credevo che l'esperienza politica attribuisse una particolare capacità di valutare le persone, di separare la propaganda dalla realtà, di capire chi è serio e credibile e chi no; ma sono convinto che quella mia convinzione era sbagliata. Badi bene che lei non abbia a rimangiarsi il sostegno a Renzi allo stesso modo in cui il suo beniamino ha dovuto (fingere di) ritrattare il suo improvvido sostegno a Marchionne. Si lascia ingannare solo chi è disposto a lasciarsi ingannare.
    467 - Nov 11, 2012 - 1:47 Vai al commento »
    Cito dalla dichiarazione di Morgoni: "Pratico la politica ormai da decenni, ma non per questo non mi riconosco nel messaggio del rottamatore. Anzi proprio perchè ho vissuto gli anni in cui fare politica significava coerenza e contenuti, oggi appoggio Renzi. Primo: con quale credibilità Morgoni può sostenere Renzi se, per sua stessa ammissione, Morgoni  "pratica la politica da decenni"? Secondo: Renzi, che ha fatto cambiare le regole del PD per poter partecipare alle primarie, impersonerebbe, con le sue strizzatine d'occhio alla destra e, la politica della "coerenza", e, con le sue prese di posizione quanto mai vaghe, tranne che per l'appoggio a Marchionne, rappresenterebbe la politica dei "contenuti"?
  • Un progetto per la riqualificazione
    dell’ex mattatoio

    468 - Ott 8, 2012 - 20:55 Vai al commento »
    Un progetto di riqualificazione di un immobile e di un'area di grandi dimensioni che prevede l'assegnazione a finalità pubbliche? Credo che questa sia una scelta che distingue nettamente un'amministrazione di sinistra da una di destra.
  • Renzi “rottama” anche a Macerata
    “Cambiamo le facce del PD”

    469 - Set 29, 2012 - 21:24 Vai al commento »
    La cosa più ridicola è che Renzi si presenti come "contrario al consumo di suolo". Ma se è stato lui a promuovere a Firenze il progetto di sventramento per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, con grande soddisfazione delle lobby dei costruttori! E' inutile affidarsi a uomini della provvidenza. Bisogna imporre ai partiti di ridiventare democratici al loro interno, è questo che impedisce il rinnovamento!
  • Primarie Pd: Matteo Renzi arriva a Macerata

    470 - Set 28, 2012 - 20:40 Vai al commento »
    @Giuseppe Bommarito "Comunque, tornando ai giorni nostri, intendevo dire che avrei avuto intenzione di partecipare alle prossime primarie del PD (alle quali possono partecipare tutti, o mi sbaglio?)". Veramente mi pare che ancora non si sia capito se si tratti di primarie del PD o del centrosinistra; e, in ogni caso, suppongo a che a partecipare dovrebbero essere, rispettivamente, gli elettori del PD e quelli del centrosinistra, non proprio "tutti". Mi fa piacere, comunque, che lei si sia ravveduto sulla sua intenzione di sostenere Renzi. Indipendentemente dalle caratteristiche dei suoi sostenitori a Macerata, caratteristiche sulle quali non mi pronuncio, Renzi di sinistra non ha assolutamente nulla, ed è l'ennesimo campione di quella politica fatta di slogan ingannatori che a molti italiani, di destra e di sinistra. sembra piacere troppo. Il risultato è che, com'è stato fatto notare anche in alcuni dei commenti precedenti, finiamo per metterci nelle mani di chiacchieroni e di imbonitori (Bossi, Berlusconi, Di Pietro, Veltroni, Grillo, tanto per fare alcuni esempi) che predicano, a volte, bene, ma razzolano, comunque, malissimo. Dovremmo abituarci a valutare i politici per quel che fanno, e non solo per quel che dicono, per come si presentano e, soprattutto, non per quel che dicono di voler fare.
  • Presunte firme false per presentare le liste
    Arrivano gli avvisi di garanzia

    471 - Set 28, 2012 - 20:44 Vai al commento »
    Dall'articolo non è chiaro se si tratti di semplici irregolarità nella raccolta delle firme, del tipo di quelle descritte da Yuri Paoletti, o di vere e proprie firme false. Nel primo caso, per esempio, rientra l'autenticazione ex post di firme comunque vere; una prassi contraria alla lettera e allo spirito della legge e, in quanto tale, discutibile, ma che sarebbe cosa ben diversa dall'apposizione di firme false, cioè a nome di persone che, in realtà, non hanno mai firmato a sostegno della presentazione di quelle liste. E' un'ipotesi che non c'entra assolutamente niente con il paragone fatto da "Marco Travaglio de MC". (Per intendersi, la presentazione di liste con firme false è avvenuta alle regionali del Piemonte, ma Cota si guarda bene dal dimettersi.)
  • Corvatta: “Chiamerò Gramillano
    per fondare il club dei martiri di Favia”

    472 - Set 29, 2012 - 0:56 Vai al commento »
    Se quel che scrive la persona che si firma david favia è il vero David Favia, è una persona molto addentro ai problemi di Civitanova. Perché alle comunali non si è presentato lui come candidato a sindaco?
  • “Lettera aperta a Pinocchio Corvatta”
    David Favia chiede un confronto pubblico

    473 - Set 28, 2012 - 22:29 Vai al commento »
    Tra i commenti che ho letto, i più vicini a come la penso sono quelli di @Giuseppe Bommarito e di @saben. Si può muovere qualunque critica al sindaco e all'amministrazione comunale, ma il terreno della critica dev'essere politico, non squallidamente personale, del tipo "mi hai fatto delle promesse e le hai violate"? Quali promesse? Promesse di incarichi? Favia poteva ragionevolmente pensare che, con il PD parte della coalizione a sostegno di Corvatta e Silenzi capolista, Silenzi non avrebbe avuto un ruolo? Lo dico da non estimatore di Silenzi (e neanche di Costamagna). Io ricordo critiche personali di Favia e della Giorgi a Silenzi all'epoca in cui si dovevano scegliere il candidato a sindaco e la composizione della coalizione, ma non un sostegno pubblico a Corvatta: gli unici che sostenevano la candidatura di Corvatta erano il PSI (cioè Costamagna) e CLP. Se Favia voleva contrastare un ruolo politico di Silenzi l'IDV avrebbe dovuto fare campagna per Corvatta, cosa che non mi risulta abbia fatto. Peraltro, a compiere questa scelta sarebbe dovuta essere l'IdV di Civitanova, e non il suo segretario regionale o l'assessore regionale. Un partito presente in una città parla con la voce di chi lo rappresenta in quella città, non con quella del suo segretario regionale. Sarei curioso di sapere quanti iscritti ha l'IdV a Civitanova. Particolarmente di cattivo gusto la rivendicazione della proprietà del pacchetto di voti che avrebbero fatto vincere a Corvatta prima le primarie e poi le elezioni. Anch'io sono andato a votare per Corvatta in entrambe le occasioni, e mi aspetto che i partiti che sostengono una coalizione rivendichino la realizzazione di punti programmatici e il rispetto di accordi pubblici, non di patti sottobanco che, secondo me, la maggior parte degli elettori disprezza e detesta, perché è consapevole che questi patti segreti, che hanno sempre ad oggetto incarichi e poltrone, e non riguardano mai l'interesse pubblico, passano sopra la testa degli elettori e costituiscono una perversione della democrazia.
  • Il riordino delle Province
    mette in crisi il “modello Marche”

    474 - Set 15, 2012 - 12:55 Vai al commento »
    @fabio_rossi La Norvegia non fa parte dell'UE, come potrebbe aderire all'euro? Forse lei intendeva Svezia e Danimarca.
  • “Emergenza ambientale”
    I grillini chiedono il trasferimento del centro per la raccolta differenziata

    475 - Set 9, 2012 - 23:03 Vai al commento »
    Prima delle elezioni ho avuto un'accesa discussione con i grillini di Civitanova sul gruppo Facebook Civitanova Speaker's Corner circa il carattere personalistico, verticistico e non democratico dell'M5S. Ciò detto, cosa c'entra questo con il merito della questione sollevata dall'M5S di Civitanova?
  • Appello a Broccolo:
    “Il Pd deve cambiare”

    476 - Mag 28, 2012 - 0:09 Vai al commento »
    Le difficoltà del PD hanno, in buona parte, una motivazione molto semplice: è del tutto incomprensibile che cosa voglia il PD, quali siano i suoi principi fondativi e i suoi valori, quali siano gli interessi che intende difendere e le classi sociali che intende rappresentare, se sia un partito di centro o di sinistra. Queste ambiguità il PD non le ha mai sciolte, a cinque anni dalla sua fondazione. L'appello dei firmatari questi nodi non li affronta. Quando un partito non ha una chiara identità politica non può che ridursi a un comitato elettorale
  • “Città della Pace” trasformata
    in “Città della Massoneria”

    477 - Mag 8, 2012 - 19:36 Vai al commento »
    Tutto questo parlare della Massoneria, come se la presenza massonica avesse trasformato Macerata in quella città di mangiapreti. Se non sbaglio, i due partiti che sono stati più a lungo al potere a Macerata, durante la cosiddetta Prima Repubblica, sono stati la DC e il PRI. Quindi le contrapposizione ideologiche tra chiesa cattolica e massoneria, a Macerata, sono solo apparenti. In realtà credo ci sia una convergenza di fatto sugli affari, l'appartenenza ad un ambiente o all'altro significa soltanto scegliere la cordata di riferimento. Non crederete mica che, in una città come Macerata, la militanza in uno dei due campi esprima delle motivazioni di tipo ideale?
  • Corvatta: “Costamagna è il regista perfetto”
    Favìa: “Ora pensiamo al modello Civitanova”

    478 - Mar 21, 2012 - 18:53 Vai al commento »
    Non conosco personalmente Corvatta ma, alla luce di certe dichiarazioni, spero di non dovermi pentire di aver votato per lui. :D
  • Silenzi, una sconfitta senza ritorno

    479 - Mar 19, 2012 - 19:07 Vai al commento »
    Anche qui due brevi risposte. @andrea Il PD provinciale non avrebbe sostenuto la candidatura di Silenzi? In questi mesi, tra coloro che, nel PD, si sono espressi a favore della candidatura di Silenzi, si contano il segretario del PD della provincia di Macerata Broccolo, il senatore Cavallaro, i consiglieri provinciali del PD eletti a Civitanova (che, se non erro, a suo tempo erano stati tutti e tre sostenitori dell'elezione di Silenzi a segretario del PD di Civitanova) e pure il deputato Agostini, di fuori provincia. Voci critiche, all'infuori dei dissidenti del PD cittadino, non ne ho sentite. Cosa pretendeva, che il resto degli iscritti del PD della provincia cambiasse residenza per votare per Silenzi? @Stefano Ciabattoni Non ho citato Gaspari come esempio di politico di lungo corso, ma come esempio di persona priva di autentiche qualità, tanto politiche quanto amministrative, e brava soltanto e soprattutto a manovrare un apparato di partito. Non è certo l'unico esempio, se vuole posso fargliene altri, come Emidio Mandozzi, già vicepresidente della provincia di Ascoli dal 2004 al 2009, o come diversi esponenti di qualche comune della valle del Tronto tradizionalmente amministrato dalla sinistra (una sinistra che quasi sempre è tale soltanto di nome). Spesso, ma non sempre, questi candidati si schiantano, elettoralmente parlando, ogni qual volta il giochino sfugge loro di mano. E lei, per controbattere la mia affermazione, mi porta un giudizio di Gibellieri, che io ricordo, a suo tempo, come candidato alle politiche per il PSDI, niente meno?
    480 - Mar 19, 2012 - 1:57 Vai al commento »
    Non credo che Silenzi abbia perso soltanto per le polemiche sul vitalizio regionale, che comunque hanno messo in evidenza la lunghezza eccessiva della sua carriera politica e la smodata pretesa di detenere sempre e comunque incarichi politici. Ha perso perché ha ragionato da funzionario di partito e si è rifiutato di capire che i tempi in cui il controllo di un apparato di partito, anche se modesto rispetto a quello del vecchio PCI, erano sufficienti per non tenere conto dell'opinione pubblica, sono finiti. Altrove questo gioco ancora riesce (un nome: Gaspari a San Benedetto del Tronto); ma sono sempre più eccezioni che confermano la regola. Il gioco è riuscito a Silenzi anche in occasione delle provinciali del 2004, quando riuscì ad imporre la sua candidatura, prima ai DS (con qualche tardivo mal di pancia interno dopo l'unanime sigillo alla sua candidatura apposto dal direttivo provinciale di quel partito) e poi alla coalizione. Ma i tempi sono cambiati e, per non essersi voluto ritirare con grazia quando ancora avrebbe potuto, Silenzi ha incassato una sconfitta francamente umiliante. Questo risultato getta, però, ombre pesanti anche sul PD che, soprattutto a livello provinciale, si è completamente appiattito sulla scelta di Silenzi. I vecchi partiti di massa, sia quelli più organizzati come il PCI, sia quelli meno organizzati ma comunque ben radicati nella società come la DC, avevano una capacità di interpretare la società della quale pretendevano il consenso. C'è da chiedersi quali analisi politiche siano state compiute all'interno del PD cittadino e provinciale per indurre tutti i suoi esponenti a non considerare in maniera minimamente critica la pretesa di Silenzi di fiondarsi, per l'ennesima volta, da una carica politica a un'altra.
  • Clamoroso a Civitanova
    Corvatta batte Silenzi

    481 - Mar 20, 2012 - 18:04 Vai al commento »
    @Gian Berdini Io non ho mai detto che i candidati del PD siano "aprioristicamente dei perdenti". Bisogna vedere chi scegliete, come e perché. Per il resto, credo che alla gran parte di coloro che hanno votato per Corvatta non importi assolutamente nulla di Berdini, della Monachesi, di Favia o di Costamagna. Penso che in moltissimi non sappiano neanche chi sono costoro, quanto meno Favia o la Monachesi, e che quelli che lo sanno hanno votato per Corvatta NONOSTANTE fosse appoggiato da Costamagna e da Favia. Le analisi politiche sono qualcosa di diverso dalla conta dei pettegolezzi.
    482 - Mar 19, 2012 - 18:51 Vai al commento »
    Due brevi risposte, anche se avrei gradito che chi ha controbattuto alle mie affermazioni prima si fosse sforzato, se non di capirle, quanto meno di leggerle @andrea Premetto che, non essendo un iscritto e tanto meno un elettore del PD, le diatribe interne al PD m'interessano assai poco (e credo che interessino assai poco anche l'elettorato di centrosinistra nel suo complesso, compresa una quota rilevante di elettori del PD). 1) Se Berdini e la Monachesi non hanno anteposto l'interesse del PD a quello loro personale, di sicuro non è Silenzi che possa dare loro lezioni in materia. 2) Dire che Corvatta "sarà espressione dell'IdV e di Costamagna" significa non aver capito assolutamente niente. Non credo proprio che il grosso di chi ha votato per Corvatta sia un estimatore né dell'uno, né dell'altro; anzi. Tra l'altro, se l'IdV locale fa così schifo al PD, non si capisce come mai il PD abbia insistito tanto per allearcisi in occasione delle regionali del 2010 e delle provinciali del 2011. 3) Anch'io penso che nel PD ci siano fin troppe cariatidi che di carriera politica, buona o cattiva che fosse, ne hanno fatta ben troppa. La lezione che il PD dovrebbe trarre dai risultati di certe elezioni è proprio questa: nell'attuale situazione politica non basta essere bravi a maneggiare un apparato di partito per essere graditi all'elettorato, sia a quello di centrosinistra sia a quello generale, ed è per questo che i candidati del PD sono troppo spesso perdenti quando invece dovrebbero vincere quasi sempre, considerato il divario di consistenza numerica tra il PD e gli altri partiti del centrosinistra. I primi a spingere per selezionare candidati di tipo diverso dovrebbero essere proprio gli iscritti al PD. Io invece li vedo spesso fare quadrato e lamentarsi se il loro punto di vista, del tutto particolare, non è condiviso da chi, non essendo iscritto al PD, la pensa diversamente, com'è logico aspettarsi. (Il problema non riguarda solo il PD, ovviamente). @obiwankenobi Non capisco quest'astio nei confronti di Corvatta. Se è intelligente e sa leggere i numeri, si renderà conto che il voto per lui è stato, in gran parte, un voto d'opinione, e che la vittoria non è stata dovuta alle truppe cammellate di Costamagna o di Favia, che temo siano assai poco consistenti. La vittoria di Silenzi avrebbe significato con quasi assoluta certezza l'ingresso dell'UDC e dell'Ancora nella coalizione di centrosinistra, quella di Corvatta quasi certamente eviterà questa prospettiva. Eppure lei sostiene che una coalizione senza l'UDC e l'Ancora sarebbe meno omogenea di quella con entrambi i partiti. La logica mi sfugge, ma ognuno è libero di credere quel che gli pare. Infine, è indubbio che il centrosinistra senza il PD non vada da nessuna parte, ma è altrettanto vero anche il contrario. Gli "sfasciatori" (Bertinotti nel 1998, Di Pietro nel 2001, Veltroni nel 2008) non sono andati lontano, o sono spariti o sono stati sconfitti. Se qualcuno ha avuto tentazioni di autosufficienza questo è stato il PD ("mai più con questa coalizione") e, su scala minore, Silenzi, che ha creduto di ovviare con il dispotismo e con l'arroganza alla sua incapacità di presentarsi come un candidato autorevole.
    483 - Mar 19, 2012 - 2:07 Vai al commento »
    @andrea E se anche qualcuno festeggiasse fra Tolentino e Urbisaglia? La decisione di Silenzi di puntare, nel 2004, alla presidenza della provincia fu improvvida e sbagliata. Dopo due mandati di Pigliapoco il centrosinistra avrebbe dovuto lasciar crescere una nuova leva di amministratori che, dopo aver amministrato con successo per due mandati i loro comuni, potevano legittimamente sperare di passare a un livello superiore. La loro sarebbe stata un'ambizione legittima, e sarebbe stato anche nell'interesse del centrosinistra provinciale porre le basi di un ricambio. Ponendo la sua candidatura, Silenzi, che la sua carriera politica l'aveva già fatta, e a livelli piuttosto alti (tre mandati da consigliere regionale non sono pochi), ha sicuramente tarpato le aspirazioni di altri ed ha anteposto i suoi interessi personali all'interesse di medio termine del suo stesso partito e dell'intera coalizione. E' stata bruciata una leva di potenziali nuovi amministratori che si sarebbero potuti far conoscere a livello provinciale. Personalmente sono stanco di politici che pretendono sistematicamente di anteporre le loro aspirazioni personali all'interesse del loro partito; ma, se le ambizioni personali sono qualcosa di cui bisogna, in una certa misura, tenere conto, senza scandalizzarsi né atteggiarsi a moralisti, questo deve valere per tutti, e non solo per alcuni a seconda del momento. C'è un momento per la politica attiva, ma c'è anche un momento per uscire di scena e avere altri ruoli, che non contemplino l'esercizio di un incarico elettivo. Molti di noi che ci appassioniamo alla politica non traiamo da questo alcun beneficio personale, eppure ci impegniamo sperando che questo serva a rendere migliore la società in cui viviamo, per noi e per coloro che verranno dopo di noi. Non è troppo chiedere che chi ha avuto molto dalla politica, in termini di soddisfazioni personali, a un certo punto si faccia da parte e assuma invece un ruolo di servizio, sotto forma di contributi all'elaborazione di nuove idee o di aiuto alla formazione di nuove leve, per garantire la continuità e la sopravvivenza di certi ideali, invece di pretendere di recitare sempre il ruolo del primattore. Non si può pretendere che siano sempre gli altri a fare i sacrifici che noi stessi, per primi, non siamo disposti a compiere.
  • Il Pdl presenta la lista
    Continua la guerra tra Favìa e Silenzi

    484 - Mar 17, 2012 - 10:28 Vai al commento »
    Possiamo parlare della pensione di Silenzi, ma allora perché non parlare del passato politico di Favia e degli altri esponenti dell'IdV, se non cittadina, marchigiana e provinciale, a cominciare dalla Giorgi? Ex craxiani, ex fascisti e chi più che più ne metta.
  • Faccia a faccia a quattro
    Il centrosinistra sceglie il candidato sindaco

    485 - Mar 16, 2012 - 22:59 Vai al commento »
    Tutti le candidature hanno pro e contro. Silenzi è un politico logoro, ma di certo capace di non farsi mettere i piedi in testa. Corvatta è popolare (alle regionali dell'anno scorso ha ottenuto quasi 600 preferenze) ed è probabilmente il più innovativo, ma sarebbe un sindaco debole perché dietro non ha un partito forte alle spalle, e si potrebbe discutere di chi lo sostiene. Sfugge il senso della candidatura di Carlocchia, perché SEL è stata defilata e la sua sembra una candidatura quasi studiata per togliere voti a Corvatta a vantaggio di Silenzi. Di Berdini non saprei che dire, ma non vedo che prospettive abbia una candidatura che la consultazione interna al PD ha dimostrato essere, a torto o a ragione, debole. I programmi dei vari candidati sono simili, e questo l'ha già sottolineato l'articolo. Non appaiono cedimenti su questioni che potenzialmente potrebbero dividere, come il cavalcavia o i progetti per la zona Ceccotti. La vera posta in palio, al di là dei giudizi sulla Ceccotti, è strettamente politica (con le inevitabili conseguenze amministrative): riguarda l'alleanza con l'UDC e l'Ancora. Se si vota per Silenzi, si appoggia l'estensione della maggioranza al centro; se si vota per Corvatta, no. Secondo me, questo è l'elemento essenziale che un elettore di centrosinistra dovrà considerare nel fare una scelta.
  • Doria (Udc): “Alle primarie voto Silenzi”

    486 - Mar 9, 2012 - 19:26 Vai al commento »
    A che titolo un esponente dell'UDC partecipa a elezioni interne di uno schieramento del quale il suo partito non fa parte? E a che titolo viene ammesso a votare?
  • Silenzi: “La Civitanova che vorrei”
    Si candida anche Luigi Carlocchia

    487 - Mar 17, 2012 - 10:42 Vai al commento »
    @carlo c. Infatti, con il mio commento intendevo dire proprio quel che ha rilevato lei. Un politico come Silenzi, noto per i suoi modi spicci, quando parla di partecipazione non è credibile.
    488 - Mar 4, 2012 - 0:21 Vai al commento »
    Un politico come Silenzi, noto per i suoi modi dispotici, che parla di "partecipazione". Però quel che dice sulla sostanza, devo ammetterlo, è condivisibile.
  • Civitanova: la “lista Corvatta” si presenta

    489 - Feb 29, 2012 - 0:49 Vai al commento »
    Costamagna, la Democrazia Cristiana, niente meno, i Verdi. Peccato: la candidatura di Corvatta poteva essere un'alternativa, così sa tanto di accozzaglia.
  • Ancora cemento sulla Ceccotti
    Un palazzo da 13 piani e un parcheggio
    Il sì del consiglio davanti a 200 cittadini

    490 - Feb 24, 2012 - 20:33 Vai al commento »
    Pensavo che il commento di Dino Gazzani fosse ironico, ma forse mi sono sbagliato.
  • Ora è ufficiale: il candidato sindaco del Pd
    a Tolentino sarà Francesco Comi

    491 - Feb 15, 2012 - 19:45 Vai al commento »
    Che scelta innovativa! :D
  • Elezioni a Civitanova: intervengono Sel e Piergentili (Idv)

    492 - Feb 15, 2012 - 19:49 Vai al commento »
    Se qualcuno mi traduce le prese di posizione di SEL e dei dipietristi gli offro un caffè. Non si capisce se SEL è pro o contro la candidatura di Silenzi, né per quale motivo ai dipietristi vada bene Comi a Tolentino ma non Silenzi a Civitanova. Mala tempora currunt.
  • Sciapichetti cerca di ricomporre il Pd
    Berdini: “Silenzi si ritiri, non serve un leader maximo”

    493 - Feb 15, 2012 - 19:53 Vai al commento »
    Piccola precisazione: la sconfitta di Silenzi alle provinciali non è stata l'anno scorso, ma tre anni fa.
  • Civitanova, non c’è pace nel Pd
    “In democrazia contano i voti”

    494 - Feb 15, 2012 - 20:03 Vai al commento »
    Dio, che noia. In effetti, nessuno si sarebbe aspettato che quattro membri del direttivo del PD di Civitanova eletti in lista insieme a Silenzi quando, nell'ottobre 2010, si votò per l'elezione del segretario del PD cittadino si sarebbero espressi a favore di Silenzi. Veramente imprevedibile. 
  • Primarie Pd: un plebiscito per Giulio Silenzi

    495 - Feb 14, 2012 - 18:18 Vai al commento »
    @Osvaldo Ciocci Potevano esprimere ciò che pensavano anche alle primarie di coalizione. Quel che serviva era un avallo alla candidatura di Silenzi. Se ci fosse stato un dissenso ampio nel PD, col cavolo che le avrebbe volute, il capo, le primarie... Se quella parte della sinistra che non è favorevole alla candidatura a sindaco di Silenzi non vuole fare il suo gioco, è meglio che alle primarie di coalizione non presenti alcun candidato e non partecipi. Se la sinistra senza silenziatore vuole allearsi con Silenzi, che lo faccia; se non vuole, raggiunga un'intesa su un candidato alternativo, vada direttamente nte alle elezioni comunali e misuri lì la sua forza (o la sua debolezza). L'importante è che ci vengano risparmiate inutili farse che servono solo a camuffare una concezione verticistica e oligarchica della politica (che, sia chiaro, tale rimane anche con l'avallo di una maggioranza gregaria) di "democrazia" e "partecipazione".
    496 - Feb 13, 2012 - 22:41 Vai al commento »
    @Osvaldo Ciocci Perché non ce lo spiega lei perché il PD ha fatto queste, come chiamarle, elezioni interne, visto che la finalità non era quella di scegliere il candidato del PD alle primarie di coalizione? Dovremmo credere che sia stato solo un megasondaggio? Non siamo mica scemi: se non fossero servite a qualcosa, queste primarie interne al PD non sarebbero state fatte, no? Secondo lei, a chi e a che cosa sono servite?
    497 - Feb 13, 2012 - 21:46 Vai al commento »
    @gian berdini Se non erano primarie, ma una consultazione interna, che bisogno c'era di farla? Nessuno: infatti era chiaro fin dall'inizio che queste elezioni interne al PD servivano a Silenzi per dimostrare che nel PD non c'era un'opposizione interna consistente, e quindi a farlo presentare alle primarie di coalizione come unico candidato del PD. Perché tutto si potrà dire di Silenzi, tranne il fatto che non sappia come si controllano, e si usano, gli apparati di partito per sostenere le proprie ambizioni politiche. Ma coloro che, come me, non vedono di buon occhio il profilarsi, da molto tempo annunciato, della candidatura di Silenzi, non si facciano illusioni: a Civitanova non mi risulta che gli altri partiti siano in grado di proporre una candidatura veramente alternativa nel centrosinistra che abbia qualche probabilità di successo, sia per la loro debolezza numerica, sia perché non mi sembra che, a sinistra, ci siano personalità carismatiche in grado di supplire a un'eventuale debolezza degli altri partiti di centrosinistra. Insomma, per farla breve, non mi sembra di intravedere all'orizzonte un Pisapia, un De Magistris o uno Zedda civitanovesi.
    498 - Feb 13, 2012 - 19:25 Vai al commento »
    Complimenti agli iscritti del PD di Civitanova, che hanno dimostrato un autentico spirito unanimistico degno del PCI dei tempi migliori; o, meglio, dei peggiori aspetti del miglior PCI, che almeno una capacità di selezionare e formare un personale politico ce l'aveva. Complimenti (ma questa volta non ironici) anche a quegli esponenti del PD, come Giorgio Berdini e Pierpaolo Rossi, che hanno avuto il coraggio di non intrupparsi. Per quanto mi riguarda le primarie di coalizione Silenzi può anche farsele da sole. E, alle elezioni comunali, spero che si presenterà un candidato di sinistra (non dico "un altro candidato di sinistra" perché NON considero Silenzi un candidato di sinistra). Mi sono turato il naso già alle provinciali del 2009: basta e avanza. Resta il mistero: cosa renda una personalità come Silenzi, che non ha certo idee particolarmente originali (come dimostra il linguaggio da funzionario di partito e da politico di carriera, utile solo per rimpastare la solita aria fritta, che ha usato nel suo trionfalistico comunicato), e che non si è certo distinto da presidente della provincia, così insostituibile.
  • Civitanova: il Pd scarica l’Idv

    499 - Feb 11, 2012 - 15:56 Vai al commento »
    @Osvaldo Ciocci Niente e nessuno mi toglierà dalla testa che, se Silenzi vuole le primarie, è perché, e solo perché, è sicuro di vincerle. E, del resto, come potrebbe perderle? E' il segretario del PD di Civitanova, l'opposizione interna nel PD se ne sta acquattata, gli altri partiti di sinistra sono comunque troppo deboli e in una posizione subalterna, da un punto di vista sia politico, sia numerico, per proporre una candidatura alternativa che abbia una minima chance di successo. Da elettore di sinistra non andrò a votare per le primarie. Fatte in questo modo, con un esito predeterminato, dopo che la possibilità che si tramutassero in un'effettiva occasione di dibattito su scelte alternative è stata stroncata prima ancora che le si indicesse, andare a votare anche per un ipotetico candidato alternativo del centrosinistra non avrebbe altro significato da quello di un indiretto avallo alla candidatura di Silenzi.
  • La provincia sotto il gelo
    Nuova allerta neve fino a lunedì

    500 - Feb 4, 2012 - 14:53 Vai al commento »
    @Sisetto Credo sia il suo nome, non uno pseudonimo. :)
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy