facebook twitter rss

«Mio zio morto per il Coronavirus»,
addio a Nazareno Storani

MACERATA - A darne annuncio è la famiglia, aveva 85 anni e prima di andare in pensione lavorava per la Parima
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
2K Condivisioni

Nazareno Storani

 

Un altro morto a Macerata per il Coronavirus: Nazareno Storani aveva 85 anni e si è spento questa mattina. A darne notizia è la famiglia. Storani il 3 aprile avrebbe compiuto 86 anni, «Il covid-19 non gliel’ha permesso. Neno, come lo chiamavamo tutti, ha reso l’anima a Dio questa mattina – dice Roberto Spaccesi, il nipote –. Quando un dramma del genere ti tocca in prima persona, le reazioni sono molteplici ma in questa situazione generale una su tutte ti destabilizza: l’impotenza. Non abbiamo potuto assisterlo, salutarlo, accompagnarlo nel suo ultimo viaggio, dargli una degna sepoltura, portargli un fiore. Sembra di vivere un incubo dal quale si fa di tutto per svegliarsi. Ma non è così. Per questo il mio appello si unisce a quello di tanti altri: restate a casa e, se dovete uscire, prendete tutte le precauzioni del caso, perché potreste essere causa di un dolore che neanche immaginate, di una sofferenza indicibile e silenziosa che non è umana». Lascia la moglie Delma Spaccesi dopo 58 anni di vita vissuta giorno per giorno e molti tra sorelle e nipoti. «A “Zio Neno” volevano bene tutti. Era una persona buona e pacifica e molto conosciuta per aver consegnato il pane per la Parima per quasi quarant’anni a esercizi commerciali e privati – continua il nipote –. Era generoso e affabile e aveva sempre una parola dolce per tutti.  Mi raccontava spesso della sua giovinezza di soldato e di lavoratore ed io lo ascoltavo tutte le volte con interesse e ammirazione ma il suo esempio più grande, per me, è stata la sua vita. La famiglia e lo spirito di sacrificio erano valori primari e insostituibili, positivi ed educativi che al giorno d’oggi sono molto rari e, certamente, preziosi». Storani è la quarta vittima a Macerata: prima di lui si sono spenti per il Coronavirus l’80enne Franco Coloccini, la 62enne Sandra Rossi, l’80enne Alfonso Carlini.

Articoli correlati




Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X