Massimo Bianconi incontra nelle Marche ambienti dell’imprenditoria anconetana

Sia ieri che la scorsa settimana l'ex dg di Banca Marche visto tra lo jesino e l'anconetano. Fibrillazione e stupore negli ambienti vicini
- caricamento letture
L'ex dg di Banca Marche, Massimo Bianconi

L’ex dg di Banca Marche, Massimo Bianconi

di Marco Ricci

Forse per nostalgia, forse per rivedere qualche amico, non c’è dubbio che le visite di Massimo Bianconi nello jesino e nell’anconetano creino sempre particolari fibrillazioni negli ambienti vicini a Banca Marche e agli imprenditori locali. Ha trovato infatti più di una conferma la notizia che l’ex direttore generale dell’istituto di credito è stato nelle Marche sia ieri che negli ultimi giorni della scorsa settimana, sollevando da una parte stupore e dall’altra domande sul perché Bianconi sia tornato in regione. Una domanda che rimbalza tra gli addetti ai lavori i quali al momento non riescono a darsi una risposta precisa né a formulare ipotesi, seppure il malumore risulti palpabile.

 

jesi

Jesi

Data la notorietà e la pubblicità della vicenda Banca Marche è da una parte ovvio che ogni qual volta Massimo Bianconi venga incontrato – a Roma piuttosto che a Cortina d’Ampezzo, com’è capitato nei giorni vicini al capodanno passato – si sollevi stupore, anche se questa volta lo stupore è accompagnato da qualche perplessità. Bianconi ha infatti avuto incontri nell’ambiente dell’alta imprenditoria anconetana, ambiente che in qualche modo orbita intorno a Banca Marche. Non ci risulta – va detto per chiarezza – che l’ex direttore generale abbia incontrato quegli imprenditori iscritti dalla Procura di Ancona nel registro degli indagati.

Massimo Bianconi, come ex direttore generale di Banca Marche, compare insieme ad altri nel fascicolo aperto dalla magistratura dorica con l’ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata ad appropriazioni indebite, corruzioni tra privati, falsi in bilancio, ostacolo all’attività di vigilanza oltre a una “pluralità indeterminata di reati.”

***

AGGIORNAMENTO – L’intervento del legale di Massimo Bianconi (leggi l’articolo).

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X