«Emendamenti sisma, uno scandalo»
Carancini chiede riunione dell’Anci

MACERATA - Il sindaco vuole un summit con l'associazione dei comuni, con i parlamentari marchigiani e del commissario Legnini
- caricamento letture

 

Piscina_Filarmonica_FF-8-650x434

Romano Carancini

 

No agli emendamenti sisma della Commissione Bilancio della Camera il sindaco di Macerata, Romano Carancini, chiede una convocazione urgente del direttivo Anci regionale: «Uno scandalo inaccettabile». Al coro di disapprovazione e indignazione dei sindaci dei territori colpiti dal sisma del 2016, in merito al voto negativo della Commissione Bilancio della Camera sulle misure per le aree colpite dal terremoto, si aggiunge anche Carancini. Il primo cittadino non ci sta e per questo ha chiesto la convocazione urgente del direttivo Anci, di tutti i parlamentari marchigiani e del Commissario alla ricostruzione Giovanni Legnini. «Uno scandalo inaccettabile l’indifferenza dei sazi parlamentari – afferma Carancini – lontani dalle persone e dal dramma di chi vive in 40 metri quadri di container, lontani dalle proprie case da oltre 4 anni». Gli emendamenti bocciati riguardavano la stabilizzazione del personale, la proroga dello stato di emergenza dopo il 31 dicembre 2020, l’aumento degli incentivi per i tecnici che si occupano dei progetti di ricostruzione e la garanzia che il 5% dei fondi per la ricostruzione pubblica fosse destinato al sostegno delle attività produttive dei territori colpiti.

 

Perché questo schiaffo ai terremotati? Quattro anni di impegni disattesi

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X