Smaltimento macerie, Legnini:
«Sbloccati 9 milioni»

LA VISITA - Il commissario straordinario alla ricostruzione ha annunciato di aver firmato l'ordinanza. Presto l'apertura di un presidio permanente dell'Usr nell'alto Nera. Via al concorso per l'assunzione di 197 tecnici
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

legnini-castelsantangelo

Da sinistra l’assessore regionale Sciapichetti, il sindaco Falcucci e il commissario Legnini

 

di Monia Orazi

Iniziata a Castelsantangelo la visita del commissario straordinario alla ricostruzione Giovanni Legnini. Nel comune dell’entroterra si è svolto l’incontro con il sindaco Mauro Falcucci, l’arcivescovo Francesco Massara, il pool di tecnici che si sta occupando della ricostruzione del borgo ed i cittadini, alla presenza dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti. Legnini ha annunciato lo sblocco dei fondi necessari per far ripartire lo smaltimento delle macerie: «Ho firmato ieri sera l’ordinanza che sblocca 9 milioni e 66 mila euro.  La regione Marche che ora potrà riprendere».  Partito anche il concorso per l’assunzione di 197 tecnici che andranno a coprire il fabbisogno dell’ufficio speciale ricostruzione Marche, assunzioni residue previste da una precedente ordinanza. L’ingegnere Cesare Spuri ha annunciato l’apertura di un presidio permanente dell’Usr nell’alto Nera, dove si stanno avviando 40 milioni di euro di lavori di mitigazione del rischio idrogeologico. La visita, iniziata dalle frazioni del paese è proseguita con l’incontro del commissario con autorità e cittadini, nel pomeriggio Legnini sarà a Visso e Falfornace, domani a Muccia, Pieve Torina e Fiastra.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X