Sisma, Patassini denuncia:
«Il governo ha detto no al rinnovo
della Zona franca urbana»

IL DEPUTATO del Carroccio critica Pd e M5s per la bocciatura di un emendamento: «Un solo commento: vergognatevi»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

PATASSINI-DECRETO-RAZZIA

Il deputato del Carroccio Tullio Patassini

 

«Le bugie del Pd e dei Cinquestelle ai terremotati delle Marche hanno le gambe cortissime: il no all’emendamento Lega per il rinnovo della Zona Franca Urbana arriva mentre è ancora fresco d’inchiostro l’annuncio trionfale dell’assessore Sciapichetti che comunica il misero aiutino elettorale ricevuto dal commissario Legnini. La verità è nei fatti: i terremotati perdono 144 milioni a fronte di una mancetta di 16 ai comuni amici. Un solo commento: vergognatevi». La denuncia è dell’onorevole Tullio Patassini, maceratese, primo firmatario di alcuni emendamenti “sisma” rigettati dal governo.  “Pd e Cinquestelle si mostrano per quello che sono: gente in cerca di poltrone capace di prendere in giro anche cittadini praticamente sul lastrico per terremoto e covid – aggiunge Patassini – Distribuiscono soldi a pioggia per il reddito di cittadinanza, ma, rifiutano di aiutare i terremotati”. La Lega annuncia comunque battaglia. «Patassini e il commissario delle Marche onorevole Marchetti – spiega il partito – cofirmatario delle proposte insieme ai parlamentari del Carroccio delle quattro regioni interessate dal sisma tra cui i marchigiani Paolini e Latini, continueranno a lavorare da subitoe in ogni sede perché il terremoto non sia solo pretesto per passerelle e vuoti proclami».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X