Manutenzione delle Sae,
ci penserà l’Erap

SISMA - La Giunta regionale ha firmato una convenzione con l'ente. Il presidente, Massimiliano Sport Bianchini: «Sarà un lavoro enorme, ma non ci spaventa»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sae-ussita

Alcune sae a Ussita

 

di Monia Orazi

Gli inquilini delle Sae a breve potranno rivolgersi all’Erap, ente regionale abitazione pubblica, per gli interventi di manutenzione delle casette in cui vivono. Entro tre giorni dalla segnalazione l’ente provvederà a valutare la richiesta ed intervenire dove necessario. Lo stabilisce la convenzione approvata dalla giunta regionale qualche giorno fa, che dovrà essere approvata anche dal consiglio di amministrazione Erap, sul cui tavolo arriverà ad inizio luglio, come annunciato dal presidente Massimiliano Sport Bianchini. All’Erap andranno 188mila euro per le spese di funzionamento della struttura necessaria a gestire le segnalazioni, mentre altri 926mila euro serviranno per coprire gli interventi veri e propri. Hanno aderito alla proposta 33 Comuni, mentre altri 14 gestiranno in proprio interventi e fondi. La convenzione tra Regione ed Erap durerà almeno sino al termine dello stato di emergenza, che per ora durerà sino a fine anno, ma che con ogni probabilità sarà prorogato di vari anni, come già avvenuto in terremoti precedenti. I costi saranno rendicontati nel capitolo speciale di quelli relativi al sisma. All’Erap spetterà la manutenzione delle Sae, delle strutture temporanee ad uso pubblico e delle strutture di delocalizzazione di attività economiche e produttive, inoltre le strutture come moduli temporanei per il mantenimento del tessuto sociale, a servizio di chi vive nelle casette. Per la manutenzione delle casette per il 2019 sono stati stanziati dallo Stato 1 milione e 153 mila euro alle Marche che hanno circa 1900 Sae costate 232 milioni di euro, dislocate in 75 diverse aree, ubicate in 28 diversi comuni, in cui vivono oltre quattromila persone. La Regione giustifica la scelta con la gestione centralizzata delle manutenzioni che assicura economie di scala, affidata ad un soggetto competente in materia che già gestisce il patrimonio immobiliare pubblico, garantendo uniformità di trattamento su tutto il territorio regionale. Spiega Massimiliano Sport Bianchini, presidente Erap Marche: «Sto per portare in consiglio di amministrazione, o il 2 o il 9 luglio prossimo, la delibera regionale che affida all’Erap la manutenzione delle Sae. La faremo, sarà un lavoro enorme, valuteremo le condizioni, serve un ente strutturato ed un lavoro coordinato, ma l’Erap ha ottime competenze ed uffici tecnici di un certo livello. La convenzione con la Regione va bene, ne verificheremo alcuni dettagli. Ritengo fondamentale il rapporto con gli enti locali, per raccordarsi con la struttura tecnica che sarà formata. Con le Sae si alza l’asticella, ma non ci spaventa, abbiamo tecnici validi, che sapranno essere all’altezza».

ussita-panorama-sae

Erap, investiti 21 milioni in case per gli sfollati Nuovi alloggi a Macerata e Civitanova



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X