Tajani a Civitanova per Ciarapica:
«C’è bisogno di persone affidabili»
Annunciato il prolungamento di via Einaudi

ELEZIONI - Il coordinatore nazionale di Forza Italia allo Shada per la lista degli azzurri e il sindaco uscente, che ha annunciato l'opera viaria: «La Regione definirà il progetto da porre a base di gara per la sua realizzazione, il cui termine viene stimato entro il 31 dicembre 2022»
- caricamento letture
Visita-Tajani-4-650x433

L’incontro di oggi allo Shada

Antonio Tajani in visita a Civitanova per sostenere il candidato sindaco Fabrizio Ciarapica: annunciato anche il prolungamento di via Einaudi. Sono state affrontate molte tematiche sia locali che nazionali durante l’incontro di Forza Italia di stamattina allo Shada di Civitanova. Per l’occasione presenti vari rappresentanti del partito operanti a tutti i livelli amministrativi. Al tavolo dei relatori, introdotti dal coordinatore cittadino Paolo Giannoni, oltre al candidato sindaco Fabrizio Ciarapica, anche il coordinatore provinciale Riccardo Sacchi, il capogruppo in consiglio regionale Jessica Marcozzi, l’assessore regionale all’urbanistica Stefano Aguzzi, il senatore Francesco Battistoni e il coordinatore nazionale Antonio Tajani. Sottolineata in particolare l’importanza «della filiera politica in grado di coordinare le azioni a più livelli amministrativi e la crescita costante dei consensi a Forza Italia, realtà politica fatta di persone concrete, responsabili e competenti che si oppongono alla politica delle urla e degli attacchi personali». Tra la quarantina di persone presenti in platea anche l’imprenditore Germano Ercoli, che già aveva partecipato all’incontro con il senatore Maurizio Gasparri.

Visita-Tajani-5-325x217

Fabrizio Ciarapica con Antonio Tajani

«I nostri ospiti illustri mostrano che Forza Italia è una realtà politica che può godere di una filiera politica capace di portare le istanze locali su altri tavoli – ha esordito Fabrizio Ciarapica – Questo è fondamentale per poter governare bene una città. Grazie a questa filiera Civitanova sta già beneficiando di importanti risorse: infatti proprio questa mattina è stato annunciata dalla Regione un’opera fondamentale, il prolungamento di via Einaudi che ci collegherà direttamente a Porto Sant’Elpidio migliorando consistentemente la nostra viabilità. Fondamentale diventa quindi esserci per i prossimi cinque anni perché non possiamo permetterci di perdere un anno e mezzo con il cambio di amministrazione, bloccando opere basilari per la città. L’alternativa che viene presentata è la stessa che i cittadini hanno mandato a casa cinque anni fa perché aveva lasciato una città insicura, sporca e nel degrado. Nonostante due anni passati in pandemia Civitanova è cresciuta, sono arrivati molti imprenditori a investire in una città che ha aumentato la sua attrattività anche grazie alle iniziative messe in campo legate alla sicurezza e alla legalità. Lo avevamo promesso e l’abbiamo fatto. Inoltre siamo una delle città con più sigilli di garanzia, le famose bandiere che testimoniano attenzione a varie tematiche: la bandiera verde pediatrica che testimonia una città a misura di bambino, la bandiera gialla per i comuni ciclabili, la bandiera lilla legata all’inclusività e anche il mantenimento della bandiera blu. Sono tutti segni di buon governo e per questo desideriamo portare avanti la continuità amministrativa, importante per poter realizzare i progetti nati nei primi cinque anni».

via-einaudi-civitanova

L’incontro di stamattina in Comune con il governatore Francesco Acquaroli

Per quanto riguarda via Einaudi, c’è stata una riunione in presenza di geometri e architetti della Regione Marche e dei Comuni interessati stamattina a Palazzo Sforza: hanno partecipato il presidente della Regione Francesco Acquaroli, il deputato Simone Baldelli, Ciarapica, il sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessio Terenzi e il vicesindaco di Porto Sant’Elpidio Daniele Stacchietti. «Compiuta la scelta del tracciato – ha spiegato Ciarapica – ora la Regione Marche definirà il progetto da porre a base di gara per la realizzazione dell’opera il cui termine viene stimato entro il 31 dicembre 2022».

Visita-Tajani-2-325x217«Ciarapica è il candidato sindaco di Forza Italia che rappresenta il partito nella città più importante, va sostenuto perché ha governato bene e ha fatto diventare Civitanova più pulita e attrattiva – ha aggiunto il coordinatore provinciale Riccardo Sacchi – Lo chiamo il sindaco dei dieci passi perché ogni dieci passi si ferma e parla con un cittadino, significa che è in grado di ascoltare e fornire risposte e questo è importante per chi amministra. Siamo la forza stabilizzatrice del centrodestra e la filiera politica, che speriamo sfoci nel Governo nazionale alle prossime elezioni, permette di dare risposte immediate ai cittadini».

«Per Forza Italia Ciarapica è il punto di riferimento nella regione Marche – dice Jessica Marcozzi – rappresenta il buon governo e la politica del fare. A livello regionale siamo vicini al comune ma lo stesso vale anche al livello nazionale dove le Marche saranno estese a Zona Economica Speciale grazie all’interessamento del senatore Battistoni». «Fabrizio è in grado di intessere ottimi rapporti e dialogare – dice Stefano Aguzzi, assessore regionale all’urbanistica – grazie a lui abbiamo imparato a conoscere questo territorio e vediamo che i cittadini lo interpellano e cercano risposte da lui e sanno di ottenerle». «Sono giorni decisivi per consolidare i numeri raggiunti e per cercare di aumentarli – spiega Francesco Battistoni – Avete fatto un grande lavoro, voglio ringraziare i consiglieri uscenti per la presenza in consiglio, per aver sostenuto l’azione amministrativa di Ciarapica. Stiamo lavorando su molti fronti tra cui il sostegno all’agricoltura, fiore all’occhiello delle Marche. Grande attenzione anche al compartimento pesca dove Forza Italia sta spingendo con dei sostegni concreti per affrontare il caro carburante».

Visita-Tajani-3-325x217

Antonio Tajani

«Sono fiero di essere militante di Forza Italia perché 30 anni fa ho contribuito alla nascita di questo partito e oggi vedo che è fatto di persone concrete e competenti – dice Antonio TajaniLe chiacchiere servono a poco, in un momento di grande difficoltà economica, politica e sanitaria l’Italia ha bisogno di persone affidabili, gli italiani si sono stufati di coloro che strillano. Alla crisi del coronavirus si è aggiunta la guerra con enormi danni per la nostra economia. Giusto difendere la democrazia, il diritto internazionale, l’Ucraina che deve essere un paese indipendente ma anche giusto difendere imprese e famiglie che non possono pagare il prezzo delle sanzioni, chi ha deciso le sanzioni deve assumersene le responsabilità. Sappiamo che la crisi ha messo in ginocchio tante imprese ma gli imprenditori sono quelli che ci mettono la faccia e creano forza lavoro, senza impresa non c’è lavoro e senza lavoro non c’è libertà e dignità. Quindi l’Europa deve tutelare i paesi più colpiti, in particolare Italia, Polonia e Germania, spingeremo affinché si proceda a delle azioni in grado di difendere la nostra economia. Serve un’azione forte in tutti i settori dell’economia reale che è quella che garantisce al paese di andare avanti».

(redazione CM)

 






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =