Boiler della sae a rischio, Arcale:
«Vicini ai problemi dei terremotati
ma la riparazione spetta al Comune»

PIEVE TORINA - Il Consorzio interviene dopo la denuncia di una residente: «Questo genere di riparazioni non spetta a noi»
- caricamento letture
sae-boiler-storto

Il boiler che si è piegato

 

Problemi al boiler di una sae a Pieve Torina, il Consorzio Arcale: «sta al Comune farsi carico del danno, la donna che ci vive non deve pagare nulla». Era stata Loredana Dell’Orso a segnalare ieri a Cronache Maceratesi il problema che si è verificato a casa della madre di 82 anni, Rossella Giovannelli, che vive in una casetta in località Piane. Il problema è la staffa del boiler che si trova sopra al tetto della sae, che si è stortata a causa del vento. Non solo questo ma anche il fatto che «il boiler non ha mai funzionato e non sono stati nemmeno consegnati i libretti né di quello né della caldaia» aveva spiegato Dell’Orso. Il Consorzio in merito al problema del boiler a Pieve Torina spiega di comprendere «benissimo le proteste e l’amarezza dei cittadini che risiedono nei moduli abitativi Sae.

consorzio-arcale-2-650x488

La base di Arcale a Pieve Torina (foto di Fabio Falcioni)

La nostra vicinanza ai loro disagi è testimoniata dalle decine di interventi effettuati con sollecitudine ogni qualvolta è stato necessario. Nell’ultimo caso denunciato è doveroso fornire qualche spiegazione. I problemi al boiler e alla staffa di sostegno vengono imputati, come riconoscono le persone danneggiate, alle forte raffiche di vento di queste ore. Si tratta allora di preventivare un intervento di manutenzione straordinaria, poiché quanto è accaduto non è in alcun modo imputabile a difetti di costruzione. La signora che ha lamentato questo problema non deve pagare nulla, a nessun titolo e a nessun soggetto». Il Consorzio continua aggiungendo che in questo caso «È il Comune che deve farsi carico della riparazione poiché il modulo abitativo è una proprietà pubblica e il danno denunciato non è in alcun modo ascrivibile al cattivo comportamento del residente. Per tutto quanto concerne la manutenzione sotto garanzia, Arcale si è sempre fatto carico di intervenire dopo ogni segnalazione delle autorità competenti. Questo va detto per chiarezza di cronaca e per evitare che speculazioni più o meno interessate finiscano per inquinare o distorcere l’informazione, generando un effetto valanga non si sa quanto disinteressato».

 

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X