Sae, scontro Arcale-Regione
«Una conferma dell’inefficienza
della giunta Ceriscioli»

SISMA - Il capogruppo della Lega Sandro Zaffiri sulla richiesta di risarcimento danni da 65 milioni avanzata dal consorzio contro palazzo Raffaello
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

LEGA_NORD_PATASSINI_ZURA_ZAFFIRI-2-650x488

Sandro Zaffiri

 

«Ormai non ci stupiamo più di nulla. La vicenda Arcale conferma l’inefficienza, l’incompetenza e l’approssimazione operativa della giunta che governa le Marche». Sono le parole del capogruppo consiliare della Lega in Regione Sandro Zaffiri sulla vicenda della richiesta di risarcimento avanzata dal consorzio che ha realizzato gran parte delle casette per gli sfollati del sisma proprio alla Regione,  a cui sono stati imputati danni d’immagine, ritardi nella consegna delle aree, fermi di cantiere senza proroghe per 65 milioni di euro. «Da parte dello stesso consorzio – prosegue Zaffiri – apprendiamo che la Regione avrebbe rifiutato un accordo bonario, optando per la strada della contestazione legale. Come se non bastasse ora l’assessore Sciapichetti alza la voce parlando di conti ben più salati da presentare ad Arcale, addebitandogli responsabilità di ogni tipo sul fronte dei ritardi. Ma era necessario arrivare a tutto questo? Fino ad oggi la giunta a cosa ha pensato? Quali controlli ha messo in atto? Il suo unico pensiero, forse, è stato quello di tagliare nastri e diffondere foto d’inaugurazioni». Ma Zaffiri va anche oltre ricordando come ormai da tempo la Lega chieda di avere un elenco dettagliato di tutti i contenziosi che gravano sulla Regione. «Non ci sono mai state risposte esaustive. Adesso, pero’, sappiamo che la vicenda Arcale – conclude il capogruppo della Lega – va a creare una voragine spaventosa, che potrebbe costituire la mazzata finale per le casse regionali. La Regione Marche verso il default. A tutto questo si aggiunge l’elemento più drammatico, vale a dire la situazione di tanti cittadini marchigiani che a distanza di tre anni dal terremoto non hanno avuto ancora alcuna certezza per il loro futuro, sia sul versante delle abitazioni sia per quanto riguarda seri progetti per la ripresa economica. Hanno ascoltato soltanto chiacchiere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X