Consiglio comunale aperto?
Non per le nostre telecamere

MACERATA - Rifiutata la diretta streaming richiesta da Cronache Maceratesi per seguire al meglio il caso Ircr. All'ìmprovviso spuntano fuori una convenzione con un'emittente e strani diritti di esclusiva
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
consiglio-diretta-3

Stefania Monteverde, assessore ai servizi sociali e alla comunicazione

 

di Matteo Zallocco

e Alessandra Pierini

Alla faccia della trasparenza e del rigore. Le linee guida dell’Amministrazione comunale tanto decantate nella conferenza di fine anno (leggi l’articolo) e nella proposta del bilancio di previsione (leggi l’articolo), non sempre trovano effettivo riscontro. Ne è un esempio quanto accaduto questa mattina: la nostra redazione si è vista negare l’autorizzazione per la trasmissione in diretta streaming del consiglio comunale aperto sull’Ircr di domani pomeriggio (leggi).
I nostri lettori dopo aver seguito le varie vicende sull’Ircr e in particolare le nostre inchieste sulle strane compravendite tra l’ente e una società privata in seguito alle quali abbiamo documentato un regalo da 11 milioni di euro, non potranno quindi assistere a servizi giornalistici in diretta non certo per nostre mancanze. Seguiremo comunque i lavori con la solita presenza in aula e il successivo resoconto scritto.
Le motivazioni del divieto di portare le nostre telecamere all’interno del Consiglio comunale aperto (tra l’altro è stata la nostra testata a richiederlo ripetutamente) ci sembrano quantomeno contrarie a quei principi che l’Amministrazione dice di prendere come riferimento. Il presidente del Consiglio comunale Romano Mari ci ha spiegato che non era possibile effettuare la diretta streaming perchè proprio da domani partirà una convenzione con un’altra emittente per le trasmissioni delle sedute consiliari. Nessuno era a conoscenza di questa convenzione, né sono rintracciabili atti ufficiali. A questo punto abbiamo chiesto chiarimenti all’assessore Stefania Monteverde che ha la delega alla comunicazione. Quest’ultima ci ha confermato l’esistenza della convenzione proposta dall’Amministrazione dicendo che è stata approvata nella conferenza dei capigruppo. La nostra testata negli ultimi due anni aveva chiesto più volte, anche attraverso la voce dei cittadini e degli stessi consiglieri comunali, l’opportunità dell’ingresso delle telecamere in aula.

ircr-interno1

In merito sono stati pubblicati diversi articoli e la proposta aveva sollevato un coro di voci favorevoli, ma nessuno probabilmente si sarebbe aspettato questo modo di agire. Non è stato infatti pubblicato nessun bando né sono state contattate altre emittenti, ma si è subito provveduto all’assegnazione diretta di un servizio che tra l’altro il Comune non ha ancora reso pubblico. Avremmo seguito (gratuitamente!) il Consiglio comunale aperto sull’Ircr, accollandoci come sempre tutte le spese per proporre un ulteriore servizio ai cittadini. Questa possibilità ci è stata negata perchè, secondo quanto ci è stato detto, è stata data l’esclusiva (pagandola e non facendola pagare) a questa emittente che ha già rapporti con il Comune. Queste situazioni ci sembrano francamente fuori dal mondo e poco rispettose del lavoro che svolgiamo con la massima serietà ogni giorno.
Auspichiamo almeno che quella di domani sia l’occasione per fare chiarezza e applicare la tanto decantata trasparenza su tutte le situazioni legate alla nebulosa vicenda Ircr.

P.S. Solo nel tardo pomeriggio è arrivata una nota attraverso cui il Comune avvisa della diretta dei Consigli comunali a partire da domani. Attendiamo anche la pubblicazione della convenzione e delle relative cifre.

ircr-interno1



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X