Sauro Benedetti (saben)


Utente dal
7/11/2011


Totale commenti
500

  • “Fregatura Giovani”
    Pioggia di critiche su Facebook
    “Valutiamo la richiesta di risarcimento”

    1 - Feb 24, 2015 - 15:52 Vai al commento »
    Capisco il livorino di alcuni che impedisce di dire la fatidica frase: "via tutti !" o in alternativa "tutti uguali ! " e capisco pure quelli che proprio odiano i "Komunisti della CGIL" e tuttavia bisogna ammettere: brava CGIL di Macerata !
  • Guado sul Fiastra,
    imprenditore lo realizza a sue spese
    e lo mette a disposizione

    2 - Feb 15, 2015 - 14:53 Vai al commento »
    15.000 € per realizzare il guado. Buono a sapersi. Ora mi domando: quanto sarebbe costato se "appaltato" da un' Ente pubblico ? Ricordiamoci di queste cifre e vediamo se saranno necessari "adeguamenti remunerativi" durante l'espletamento di eventuali lavori in appalto. Chi vivrà vedrà.
  • Spese pazze in Regione atto secondo
    Comi: “La procura faccia presto”
    Pistarelli: “Voglio essere sentito subito”

    3 - Feb 14, 2015 - 14:53 Vai al commento »
    Condivido l'intervento di Bommarito Aggiungo che ho la vaga sensazione che trattasi di abbondante foraggiamento per la "moda antikasta" così tanto "popolare" e anche per le numerose e redditizie "letture" della notiziona ( ovviamente non mi riferisco solo a CM ma tutta l'informazione). Trovo che non sia un caso che l'intervento di Bommarito (di solito i suoi commenti sono sempre pieni zeppi di pollicioni verdi), questa volta ha perfino ricevuto alcuni pollicioni rossi e per di più in maggioranza sui verdoni: evidentemente non è considerato troppo "allineato" all'aria che tira.
  • Incasso del derby,
    botta e risposta Patitucci-Tardella

    4 - Gen 27, 2015 - 9:00 Vai al commento »
    Ma insomma, alla fine dei conti, li pistacoppi hanno incassato quanto dovuto o no ? L'assegno era coperto o no ?
  • Maxi evasione sul falso made in Italy:
    giro d’affari per 20 milioni di euro

    5 - Gen 26, 2015 - 14:26 Vai al commento »
    Forse C'è un errore: in totale sono stati denunciati 6 "imprenditori" . Che c'entrano 3 "imprenditori" italiani e per giunta maceratesi ? Secondo me sono tutti e 6 cinesi.
  • “Senza lavoro insegno in Medio Oriente
    al confine con la minaccia dell’Isis”
    La storia di Gloria Alpini

    6 - Gen 20, 2015 - 14:16 Vai al commento »
    Ehhhhh.... ma questa la sa lunga eh... ;))))
  • Luconi “La minoranza paladina dell’equità
    con gli scheletri nell’armadio”

    7 - Gen 20, 2015 - 18:44 Vai al commento »
    Quindi è questo il motivo per cui uno dei primi provvedimenti presi è stato quello di portare l'IRPEF al massimo ? Ma se l'IRPEF comunale ha portato 225.000 eurozzi di incasso in più ogni anno, pagato il "costo" di 70.000 dei danni provocati da "quelli che c'erano prima" che ci fa con il "resto" l'assessora?
  • PalaCivitanova, è qui la festa
    Il sindaco veste biancorosso

    8 - Gen 19, 2015 - 10:27 Vai al commento »
    @gabri ora ne sorge una a me: che c'entra con l'argomento Palapesciaroli?
    9 - Gen 19, 2015 - 10:25 Vai al commento »
    @ Gabri mi scuso peril ritardo e gliela tolgo: no
    10 - Gen 18, 2015 - 11:33 Vai al commento »
    @cerasi, posto che si tratti di sole dieci giornate per " i cittadini", qualora in quelle dieci giornate ci uscissero 5- 6 concerti seri ( di più personalmente non me ne potrei permettere) io mi accontenterei : per uno che non segue il volley ( e penso siamo in tantissimi), sarebbe un passo avanti per non dover andare quanto meno ad Ancona ...
    11 - Gen 18, 2015 - 10:34 Vai al commento »
    Leggendo i commenti relativi al Palas di Civitanova ( da ora in poi "Palapesciaroli" ;) ) su questo ed il precedente articolo, ci si può fare una vasta cultura sulle varie tipologie di rosicamento. C'è il rosicamento pistacoppese e che è mosso evidentemente da antichi quanto anacronistici campanilismi, nonché dalla consapevolezza di perdere pure quel poco/nulla di "centralità" che "maceratagranne " supponeva di possedere. C'è il rosicamente sportivo ( si fa per dire) che disquisisce dottamente di colori biancorossi e rossoblù. C'è il rosicamento politico classico dettato dall'essere collocati nella "parte opposta" del dante causa. C'è il rosicamento dovuto ad una atavica antipatia personale ( chissà per quali innominabili motivi) nei confronti del protagonista assoluto di questa vicenda del Palapesciaroli ed è chiaramente "trasversale". Infine, non meno rilevante, c'è il rosicamento politico delle correnti "antisilenziane" del piddì. Personalmente sono un grosso rosicone che ha fatto parte di quest'ultima categoria e per giunta ( in senso peggiorativo se non si fosse capito) pure de tulinti'. Sono dunque uno degli innumerevoli rosiconi che è giunto a questa conclusione da condividere: suvvia, si può tranquillamente continuare a rosicare anzi, si può pure aumentare la dose e tuttavia si può contemporaneamente mantenere l'onestà intellettuale di ammettere che il Palapesciaroli è una bellissima opera pubblica; una delle poche opere pubbliche di un certo rilievo realizzate negli ultimi 20 anni in provincia di Macerata e che questa opera pubblica sarà ( me lo auguro) utile a tutti i cittadini della provincia e non solo alla Lube Treia dell' "amico" Capponi. Poi, sul fatto che i seggiolini siano fatti a misura di terga dei poppanti oppure sugli spifferi d'aria perché le guarnizioni non tengono, in buona sostanza sulla effettiva funzionalità della struttura direi di aspettare ancora un po'... Saluti a tutti.
  • Fiaccolata per la sicurezza
    Botta e risposta sui numeri

    12 - Gen 16, 2015 - 17:56 Vai al commento »
    Bah... le fotografie ( almeno quelle pubblicate) sono abbastanza eloquenti. Ai voglia a da i numeri per il lotto.
  • San Severino sfiora i 13mila abitanti,
    128 non vivono più con mamma e papà

    13 - Gen 14, 2015 - 19:05 Vai al commento »
    Me cojoni che notizia
  • Voce alla città:
    “I regali di Pezzanesi?
    Cenere e carbone”

    14 - Gen 14, 2015 - 19:25 Vai al commento »
    @ Passoni, che la giunta Ruffini non sia stata un gran che non vi sono dubbi, d'altro canto non a caso quella maggioranza ha perso le elezioni. Però... disastrosa mi pare leggermente esagerato - ma dai tifosi e dai difensori d'ufficio è comprensibile un linguaggio "colorito" - tuttavia, dovrebbe dire quali sono stati i " meravigliosi" provvedimenti amministrativi di Peppe invece( visto che oramai è un paio di annetti che regna a Tolentino) . A parte che Ruggeri ha sollevato il problema degli aumenti tariffari e i centri commerciali non c'entrano una beneamata mazza ( ma il "benaltrismo" quando non si sa cosa rispondere fa sempre comodo, no ?), debbo sottolineare che lo stesso Ruggeri ha dimenticato la "perla" dei provvedimenti di Peppe: ovvero, l'aumento dell'aliquota IRPEF comunale con il conseguente "spillamento" ulteriore di circa 225.000 eurozzi all'anno ai cittadini di Tolentino . Le ricordo che questa "perla" di provvedimento a favore della collettività fu presa sull'onda dello slogan "quelli che c'erano prima hanno lasciato un bilancio disastrato", salvo poi ammutolirsi quando la Ragioneria dello Stato certificò invece l'assoluta correttezza e "plausibilità" dei bilanci della giunta Ruffini. Ecco, si chieda e chieda al suo Giuseppe che cosa ne ha fatto e cosa ne fa dei 225.000 € che ogni anno incassa in più "prelevandoli" dalle tasche dei cittadini tolentinati . Chieda, chieda e poi ci faccia sapere magari insieme a qualche altra sparata sul centro commerciale "l' Oasi". A proposito, Lei non sarà per caso il misterioso "imprenditore" benefattore della città che vuol fare il suo nuovo supermercato al posto dell'Asilo Green ? ;)))
  • Regole più stringenti per l’accesso alle case popolari degli extracomunitari

    15 - Gen 13, 2015 - 15:08 Vai al commento »
    Me cojoni...Tulintì come Voghera
  • “Regionarie” M5Stelle:
    il civitanovese Fabio Bottiglieri
    è il più votato in provincia

    16 - Gen 13, 2015 - 15:02 Vai al commento »
    Diverte osservare come se la suonano e se la cantano da soli gli ortotteri nostrali, manine verdi o rosse comprese.
  • Ubriaca suona il campanello
    del Commissariato

    17 - Gen 10, 2015 - 17:07 Vai al commento »
    Elamadonna! Perfino Ukraina questa... Non c'è più religione.
  • Quadrilatero verso il traguardo
    Il 16 gennaio il ministro Lupi inaugura
    il tratto Serravalle-Colfiorito

    18 - Gen 10, 2015 - 15:01 Vai al commento »
    Non male l'idea. Strada Statale nonché superstrada "Mario Baldassarri". Più ci penso e più mi pare un'ottima idea.
  • Area vasta 3, dipendenti
    nel mirino della guardia di finanza

    19 - Dic 31, 2014 - 9:10 Vai al commento »
    Spero che ai lettori di CM non sfugga una cosa interessantissima: le indagini hanno preso il via dalla denuncia presentata dall' ALBO degli infermieri per morosità di alcuni di essi. Cioè l'ALB degli infermieri non ha incassato i suoi soldini e per questo denuncia gli infermieri, non perché fanno 600 ore di assenza dal posto di lavoro. Chiaro no ?
  • Asilo Green, il comitato: “In 7 mesi il sindaco ha partorito un progettino”

    20 - Dic 31, 2014 - 16:58 Vai al commento »
    Le difficoltà dei posti disponibili negli asili -nido ( praticamente in tutti i comuni) non sono riferibili agli "spazi fisici". Sono dovute all'incremento dei costi e di conseguenza delle tariffe. Infatti , una norma ( che ritengo giusta per la sicurezza dei piccoli) stabilisce un rapporto preciso e invalicabile tra n° dei bambini e n° delle insegnanti. Di conseguenza, incrementare di 30 posti perché c'è più spazio "fisico" significa assumere almeno altre 4-5 insegnanti ( lavorano a turni per garantire la continuità della vigilanza/insegnamento) ovvero, incrementare i costi del personale del comune per almeno 200/230.000 € all'anno; per non parlare delle altre spese ( ausiliari, pulizie, mensa, distribuzione pasti spese fisse per ulteriori spazi ecc. ecc.). A chi sarebbero caricati questi costi? In sostanza voglio dire che un progetto che dice di "incrementare" i posti per i bambini se non è supportato da precisi impegni "strutturali" di spesa è una pura buffonata buona per i boccaloni. Infine, che sia da apprezzare una Amministrazione solo perché "ci ha messo la faccia" mi pare francamente una boutade; dal momento che il "progetto" è stato da essa ideato e dal momento che è stato "contestato" da ben 4.000 cittadini, il minimo che potesse fare è proprio quello di "giustificarlo" ( per latro "furbescamente" il 29 dicembre alle 18,30 in un luogo assolutamente "lontano" dalla zona interessata - l'Assemblea poteva essere tenuta proprio all'interno dell'asilo ad esempio, anche in più sessioni se fosse stato necessario) . Cosa che puntualmente non è riuscita a fare. Buon Anno a tutti.
  • Marangoni chiede 800mila euro
    per gli ospedali di Cingoli e Recanati

    21 - Dic 29, 2014 - 10:16 Vai al commento »
    Ho la fedina penale immacolata, penso di non aver mai fatto male ad una mosca e propongo di stanziare : 500.000€ per la lungodegenza di Tolentino, 2.000.000 di € per l'ospedale di Macerata e già che ci siamo pure 800.000€ per Camerino e 1.000.000 per Civitanova. Mi pare di aver "coperto bene" il territorio. Se ho lascitao fuori qualcosa c'è il mio sito Web con l'apposito link "suggerimenti dei cittadini". Ovviamente, vi informo che mi candido alle prossime elezioni regionali. Il partito non sarà rilevante ma possibilmente "vincente" ; per il resto, basta che accolga le mie proposte nel suo programma.
  • Tassa sulla prostitute contro i tagli
    “Introito di 60-70 milioni”

    22 - Dic 29, 2014 - 17:32 Vai al commento »
    Mi domando: come fa il Consigliere regionale a "stimare" gli incassi ? Conosce bene le tariffe?
  • Cosmari, convergenza
    su Ciurlanti presidente
    I nomi dei prossimi consiglieri

    23 - Dic 27, 2014 - 9:28 Vai al commento »
    La possibilità per il COSMARI di operare fuori dalla provincia di Macerata potrebbe non significare esclusivamente che si possa raccogliere e smaltire " monnezza" da tutta Italia ma partecipare a gare di appalto per gestione di altri "cicli dei rifiuti solidi urbani" ovvero, raccolta e smaltimento in impianti del luogo dove si potrebbe andare a gestire. D'altro canto il COSMARI possiede una invidiabile competenza specifica oltre che una gestione economica che consente di mantenere le tariffe tra le più basse d' Italia. O no ?
  • Cosmari, Sparvoli si è dimesso
    “Abbattuto dal fuoco amico”
    Ciurlanti verso la presidenza

    24 - Dic 25, 2014 - 16:29 Vai al commento »
    Evidentemente non basta aver dimostrato una buone capacità di condurre il COSMARI per di più "a gratis". Gli "appetiti" e le "vendette" continuano inesorabilmente ad avere la meglio. Dunque il risultato non può che essere questo. Secondo me, non aver aver riconfermato Sparvoli stata una cazzata sesquipedale.
  • Il nuovo Palas è pronto
    “Un’opera straordinaria”

    25 - Dic 22, 2014 - 15:05 Vai al commento »
    Una struttura come questa se venisse usata solo per la pallavolo la ritengo eccessiva. Però potrà tornare utile anche per eventi, concerti, spettacoli di grande richiamo ecc.Non solo Lube Treia...a me pare una bella cosa per una città come Civitanova e non solo. Diciamo che in provincia di Macerata mancava una struttura così ( se utilizzata al massimo delle potenzialità).
  • Oltre 200 dipendenti
    “occupano” la Provincia
    contro la riforma Delrio

    26 - Dic 22, 2014 - 15:38 Vai al commento »
    PS a mio avviso si dovrebbe procedere in questo modo: lo stesso presidente della Provincia, dopo aver verificato attentamente i potenziali esuberi in rapporto alle "funzioni restanti" e la distribuzione delle risorse e di una parte del personale agli Enti Locali che si faranno carico di una parte delle funzioni delle ex Province, assume l'iniziativa di convocare tutte le ALTRE Amministrazioni potenzialmente interessate con le quali pianificare l'assegnazione di personale che risultasse effettivamente utile al loro miglior e più efficace funzionamento. Il tutto senza perdere ulteriore tempo in chiacchiere e lamentele; anche perché, vista l'ineluttabilità dell'entrata in vigore della riforma, piaccia o non piaccia, rischiano di risultare del tutto inutili oltre che controproducenti.
    27 - Dic 22, 2014 - 15:27 Vai al commento »
    Manca personale di supporto nei Tribunali e questo è "concausa" delle lungaggini della Giustizia Civile, del Lavoro e Penale. Dunque, molti funzionari ( anche altamente scolarizzati) potrebbero essere "riqualificati" e ricollocati nei Tribunali ad esempio. Parecchie funzioni amministrative della Questura potrebbero essere sottratte ai poliziotti che a loro vota potrebbero essere "riassegnati" alle funzioni di prevenzione, indagine e repressione. Stessa cosa per il personale amministrativo delle carceri. Dunque, non solo Comuni e Regioni ( o almeno solo limitatamente alle funzioni che a questi Enti saranno trasferite) ma anche una attenta valutazione dei bisogni di altre Amministrazioni Pubbliche. Io penso che il vero impegno starà proprio nella capacità di destinare l'eventuale personale in esubero delle Province nei posti dove effettivamente potrebbe servire e determinare un miglioramento effettivo dei servizi ai cittadini. E su questo aspetto trovo essenziale un impegno costruttivo sia del Personale della provincia che delle Organizzazioni Sindacali che lo rappresenta.
  • Brini sostiene Pantana e attacca:
    “Rispediti al mittente 3,5 milioni
    per le case popolari”

    28 - Dic 19, 2014 - 17:53 Vai al commento »
    non tanto sommessamente osservo: mi pare proprio un eccellente "endorsement" per la Pantana quello di Brini Ottavio AncheTrombetta "lu barbiere" de Tulintì non cojona eh...
  • Unioni montane,
    Feliciotti rieletto presidente
    Chiappa verso la riconferma

    29 - Dic 19, 2014 - 16:39 Vai al commento »
    "L'unione montana ?" Che caxxo è se non l'accorpamento delle ex Comunità montane ? E che cambia rispetto a prima se Feliciotti presiede l'Unione invece della Comunità ???????
  • Città Creative, Macerata
    si candida all’Unesco

    30 - Dic 17, 2014 - 12:06 Vai al commento »
    E perché no direttamente alla guida dell'ONU ?
  • Escursione sulle Alpi in jeans e pullover,
    maceratese rischia l’assideramento

    31 - Dic 14, 2014 - 9:53 Vai al commento »
    Geniale!!!
  • Camera di commercio, la scure di Renzi
    Tagliati Sferisterio e Musicultura

    32 - Dic 14, 2014 - 10:05 Vai al commento »
    Ma se le funzioni delle CCIAA passassero a quel che resta delle province visto che non sanno più che c... fare?
  • Nuova caserma per i vigili,
    Voce: “Spesi 40mila euro”
    Gabrielli: “Polemica grottesca”

    33 - Dic 7, 2014 - 12:25 Vai al commento »
    Trovo le osservazioni di Voce abbastanza condivisibili. E trovo pure ovvio che un movimento fuori dal Consiglio faccia una opposizione "popolare":oggi tutto quello che si spende per cose che "non vanno in tasca ai cittadini" e' criticabile e rende molto simpatici. E' quello che deve fare un movimento che deve ricostruire la sua base elettorale ( erosa probabilmente ANCHE dai grilli nostrali) per "rientrare" in Consiglio comunale. Trovo invece grave che l'opposizione "istituzionale" non abbia nulla da dire sulla tassazione irpef a Tolentino, sulla gestione e sui programmi della Assm ecc. ecc. Certo sono cose poco popolari e non vanno di moda come gli scontrini della casta, gli immigrati che rubano il lavoro e le case ed altre amenità simili, tuttavia ritengo quei temi basilari peril "domani" della città.
  • Provincia a secco
    ma consiglieri e assessori continuano
    a prendere le indennità

    34 - Dic 4, 2014 - 18:19 Vai al commento »
    Io consiglierei il Presidente e la Giunta di fare un popolarissimo provvedimento che azzeri ogni compenso. In questo modo, non solo diverrebbero più "popolari" ma indurrebbero ad uno sforzo maggiore ( mentale eh...) le forze politiche ad occuparsi dei problemi reali della gente invece che di compensi e scontrini della Kasta. Certo, risulterà un tantino più difficile ma può darsi che imbocchino la strada giusta.
  • Anziani aggrediti in centro,
    lei colpita con uno schiaffo,
    il marito buttato a terra

    35 - Dic 2, 2014 - 9:26 Vai al commento »
    Non ce la dicono tutta:o e' straniero ( e ci scommetto macedone, kossovaro o siriano) o e' uno zingaro. Questa storiella dell'italiano "però" malato psichico andatela a raccontare a qualcun altro.
  • Il sosia di Alberto Sordi “Vigile Urbano”
    per la nuova sede della polizia locale

    36 - Dic 1, 2014 - 13:19 Vai al commento »
    Caio peppe pezza ha capito come si "governa" il popolo: panem et circenses
  • Indagine interna per Civitanova danza
    Mariotti: “Danno erariale”

    37 - Nov 29, 2014 - 9:55 Vai al commento »
    Se i politici si impicciano della gestione invadono campi a loro inibiti per legge. La politica si deve limitare a dare indirizzi amministrativi; spetta alla struttura burocratica ( con i suoi responsabili di solito ben remunerati - vedi pure il Segretario comunale), portare avanti tali scelte. La Legge 267/2000 ha risolto il problema dei rispettivi campi di azione tra politica e burocrazia, definendo con precisione il rapporto che deve esserci tra di essi. Detto ciò , se la Giunta ha "dimenticato" di deliberare in proposito è chiaro che la responsabilità e' politica. Se invece la delibera c'è e la pratica non e' andata avanti allora la responsabilità e' del Dirigente di settore e dunque ga bene Mariotti ad accertare la responsabilità:e' ina delle funzioni principali che deve svolgere.
    38 - Nov 28, 2014 - 22:10 Vai al commento »
    Le "domande" di ammissione a contributi, specialmente dopo anni che vengono effettuate do routine vengono presentate dagli Uffici preposti e non dagli assessori
  • Barista trovato morto in casa,
    aveva 49 anni

    39 - Nov 28, 2014 - 14:59 Vai al commento »
    Sono veramente dispiaciuto e rivolgo le più sentite condoglianze ai genitori e al fratello. Proprio in questi giorni l'ho incrociato diverse volte all'Ospedale di Macerata (dove ho mia madre ricoverata) e l'avevo visto molto sofferente. R.I.P.
  • Trenta minuti d’attesa
    al passaggio a livello
    Automobilisti inferociti a Collevario

    40 - Nov 30, 2014 - 0:53 Vai al commento »
    Ho solo fatto notare che così come e' non serve praticamente a nulla se non a drenare una montagna di soldi pagati dalla comunità marchigiana. Ho anche detto che sono 20 anni e passa che si parla di elettrificazione e si va avanti a convegni. Dunque si decida: ristrutturare la linea o chiuderla.Subito; senza aspettare il prossimo convegno sul "ruolo" della Civitanova-Albacina. Personalmente sono per la sua ristrutturazione ma siccome non ho nessuna fiducia circa la possibilità.di trovare milioni di investimento necessari, salvo smentite (concrete) improbabili meglio chiudere e con quei soldi farci cose piú utili e produttive.
    41 - Nov 28, 2014 - 14:48 Vai al commento »
    In teoria @Iesari concordo con Lei.E' una vita (ho una certa età- sig) che "sostengo" il trasporto pubblico locale e il "potenziamento " della ferrovia. Tuttavia, "in pratica" rimango della mia idea e non Le sembri paradossale : la ferrovia va chiusa al più presto e non per gli automobilisti che fanno la fila ai passaggi a livello ma per il "costo" che paga la collettività in rapporto ai benefici che determina. Parlando spesso con alcuni "esperti" mi è stato detto (da sempre) che per rendere la ferrovia un utile, efficace, nonché efficiente mezzo di trasporto pubblico ( la famosa "araba fenice" Metropolitana di Superfice) bisognerebbe investirci qualcosa come qualche decina di milioni di €. Ciò per conseguire il raddoppio della linea e la sua elettrificazione in modo tale da consentire alle carrozze elettrificate "passaggi "almeno ogni 15/20 minuti in ogni fermata, garantendo in ogni caso le coincidenze con i treni nazionali a Civitanova e a Fabriano; il tutto con forti automazioni ( grossi investimenti) per abbattere il costo di gestione quanto meno a lungo termine. Tutto ciò comporta alcuni "lavoretti" tipo abbattimento o allargamento delle gallerie; espropri dei terreni per fare kilometri di nuovi terrapieni che "reggano" adeguatamente; smantellamento della vecchia ferrovia perché lo "scartamento", assai vecchiotto, non sarebbe adeguato ad una linea elettrificata veloce, ecc. ecc.). Questo è quello che ho sentito ripetermi da chi "conosce" la materia, sconsigliandomi vivamente di "apprendere" queste cose, direi comunque elementari, dai numerosi convegni fatti sull'argomento negli ultimi 20/30 anni ( e quanti se ne faranno ancora ? ). Lei pensa realisticamente che ci possa essere qualcuno che consideri "seriamente" (pubblico o privato a questo punto non avrebbe rilevanza secondo me) una operazione di questo genere ? Le decisioni ( qualsiasi decisione) al riguardo non vengono prese, si fanno due o tre convegni all'anno per far fare la passerelle al Presidente della provincia di turno e/o al Presidente della CCIAA e intanto la Regione e i cittadini marchigiani OGNI ANNO pagano una montagna di soldi per mantenere un carrozzone perfettamente inutile per non dire dannoso ( le motrici sono pure inquinanti con i loro motori a gasolio vecchi di 60 anni ). A che scopo ?
    42 - Nov 27, 2014 - 16:22 Vai al commento »
    La chiusura di questa ridicola linea ferroviaria ( ridicola per la sua effettiva utilità) no eh...? Se non erro a suo tempo venne sbaraccata dalle FS ( insieme a tante altre linee regionali) per ragioni di non economicità . Bene, mi pare pure che la regione Marche scelse "politicamente" ( ogni Sindaco voleva la sua stazione...un po' come l'ospedaletto cardiochirurgico sotto casa) di !assumere la gestione di questa ferrovia ( vero ferrovecchio) invece di chiuderla. Il costo dovrebbe essere di svariati milioni di eurozzi all'anno ( naturalmente pagati dalla collettività marchigiana e non dai "potentati locali" che hanno voluto il "salvataggio". Mi domando: con i milioni di eurozzi che OGNI ANNO la Regione deve sborsare per garantire praticamente l'inutile più assoluto, non sarebbe stato più conveniente ( e non lo è anche oggi ?) mettere qualche autobus in più per gli studenti e magari rifare qualche strada per farlo circolare un po' meglio e addirittura generare qualche avanzo utile per tutto il sistema regionale dei trasporti pubblici ( magari abbassando un po' le tariffe in vigore) ?? Qualcuno ( magari esperto ) è in grado di rispondere ? Una bella iniziativa turistica al posto della ferrovia ? Tipo: pista ciclabile e/o pedonabile che va dalla costa alle colline ? Con tanto di servizi che potrebbero sorgere sul percorso ( aree di ristoro, affitto di bici, ecc. ecc. - al Nord lo hanno già fatto) ? No eh ?
  • Il tempo è denaro anche per vestirsi
    306 dipendenti Asur in Tribunale
    Chiesti arretrati per 500mila euro

    43 - Nov 24, 2014 - 19:09 Vai al commento »
    Trovo il titolo fuorviante e non so se "volutamente " sommario. Al di la della giustezza o meno delle rivendicazioni, francamente non comprendo tutto questo astio e livore nei confronti di una categoria di lavoratori tra i più "sfruttati" tra quelli del Pubblico Impiego . Bisognerebbe imparare ad approfondire le questioni e a non fare di ogni erba un fascio. MI pare si possa dire che se si parla di "vestizione" non si tratta certamente di dipendenti che stanno dietro lo sportello o dei dirigenti che si sono "assegnati" 40.000 € di premi ( oltre tutto la denuncia di questo accaduto è venuta proprio dai Sindacati, altrimenti tutto sarebbe stato fatto alla "chetichella" ) . Si tratta probabilmente di operatori sanitari che svolgono il loro lavoro in turni avvicendati a ciclo continuo ( sabato e domenica, nonché Natale, Capodanno, Pasqua, 1° maggio, Ferragosto inclusi ) 24 ore per 7 giorni alla settimana. A queste persone che svolgono un lavoro indispensabile, è richiesto un impegno fisico e psichico sempre crescente a causa di una pessima organizzazione della Sanità ( dunque, "gli organizzatori") e anche a causa del blocco parziale delle assunzioni ( per risparmiare) che oramai è in essere da diversi anni. Impegno che proprio per il delicato lavoro che svolgono non fanno mai mancare. La stragrande maggioranza di questi operatori lavorano di brutto ( altro che "caccià la breccia jo Chienti") proprio per sopperire ai gravissimi vuoti di organico ed essendo pure quelli che si trovano di fronte agli utenti, ai pazienti e ai parenti dei pazienti, sono anche quelli che si prendono gli insulti peggiori. Certo le pecore nere sono ovunque ma non mi pare giusto generalizzare accusando una intera categoria. Un infermiere laureato prende circa 1600/1700 € al mese. Un OSS che toglie e pulisce pure la "cacca" ai nostri parenti ricoverati prende intorno ai 1300/1400€ . Non mi pare proprio un "bagonghi".
  • Sette case visitate dai ladri:
    falliscono 5 colpi, 2 a segno

    44 - Nov 20, 2014 - 10:12 Vai al commento »
    Vogliamo dire che le norme di legge vengono varate dal Parlamento e la Magistratura, nonché le forze dell'ordine si limitano ad applicarle. Vogliamo dire che la politica in questi ultimi anni ha complicato le procedure penali per facilitare la sua impunità, lasciando ampie possibilità di farla franca anche alla criminalità comune? Vogliamo dire che l'accorciamento della prescrizione e' una vergogna nazionale ed internazionale, ad esempio?
  • La Croce Rossa salva i sette afghani
    da un’altra notte al freddo
    tra l’indifferenza della Civitas Mariae

    45 - Nov 15, 2014 - 11:07 Vai al commento »
    Ma sono regolari o clandestini ?
  • Troppi rifiuti organici al Cosmari
    Ordinanza d’urgenza di Pettinari

    46 - Nov 15, 2014 - 9:18 Vai al commento »
    Digestori ? Ma scherziamo? C'è una guerra mondiale in atto contro i "digestori" (boooni, non sto parlando della porcata ragionale del biogas che è servito ad arricchire qualche affarista e forse qualche politico eh...). Immaginate se il Cosmari dice: "facciamo un digestore municipale a Macerata, Civitanova, Recanati, Tolentino, Corridonia, Potenza Picena, S, Severino" per esempio... Cosa accadrebbe ? Quante liste locali "dei cittadini" produrrebbe ? Ci sarebbe spazio per una discussione e una decisione ponderata ? Non bastano per desistere da certe idee, le "sollevazioni" e i possibili "moti popolari" minacciati, nonché le liste Civiche pronte alle elezioni, alla sola idea di fare un digestore provinciale ( visto che Moalmoe ha lo stesso numero di abitanti della provincia di Macerata) proprio nell'apposito sito pensato per trattare i rifiuti, cioè il COSMARI ?
  • La mappa dei Pink Floyd
    porta nel Maceratese
    Tracce a San Ginesio e Potenza Picena

    47 - Nov 13, 2014 - 9:46 Vai al commento »
    Aahaha...Non diciamo caxxate: è una cartina delle Marche c'è pure Fermo ad esempio, con un antichissimo liceo musicale mi pare; A Tulintì c'è l'antichissimo "coro di san Nicola" Castelfidardo le fisarmoniche Osimo i "senza testa" ( un po' mattacchioni come i Pink Floyd...) Ancona lo "stocco con le patate" che piaceva tanto al compianto Wright ( ci pensava Cowan a mandarglielo ogni tanto sotto vuoto )
  • Solazzi lancia il “Partito delle Marche”:
    “E’ la naturale evoluzione del progetto”

    48 - Nov 12, 2014 - 18:11 Vai al commento »
    Un buon esempio di "riciclo" . Senza discariche di appoggio; mi pare molto efficace.
  • Va a fare la spesa al Cuore Adriatico,
    gli svuotano il furgone

    49 - Nov 12, 2014 - 18:14 Vai al commento »
    Eh...ma la sorveglianza privata è destinata essenzialmente all'antitaccheggio. O no ?
  • Caso Fiungo, verità in soffitta da 42 anni
    Quando Camerino fu al centro
    della strategia della tensione

    50 - Nov 11, 2014 - 11:39 Vai al commento »
    Certo che sulla veridicità delle "indagini" del SID di Miceli c'era da scommetterci fin da subito eh...
  • Rottura con la maggioranza,
    Forza Italia abbraccia Spacca

    51 - Nov 11, 2014 - 11:45 Vai al commento »
    pronto il salto della quaglia ?
  • Dà un passaggio a una ragazza,
    pestato e rapinato

    52 - Nov 8, 2014 - 17:22 Vai al commento »
    Secondo me erano albanesi klandestini e non ce lo vogliono dire....
  • Nel camper marijuana e anfetamine,
    fidanzati spacciatori finiscono in manette

    53 - Nov 7, 2014 - 13:43 Vai al commento »
    E poteva essere che ALMENO uno dei due spacciatori non fosse STRANIERO ?
  • Gian Mario Maulo
    e la sua Città dell’uomo
    Una breve “Primavera politica”

    54 - Nov 2, 2014 - 12:46 Vai al commento »
    Bel "pezzo" Verdenelli. senza scivolate. Complimenti
  • Tolentino ha il suo ministro degli Esteri
    Il sindaco: “Auguri al concittadino Gentiloni”

    55 - Nov 1, 2014 - 10:18 Vai al commento »
    A parte la faccenna de gentiloni...mi rivolgo ad alcuni commentatoti pistacoppi: la sapete la storiella de lu ca' de Tulintì e li ca de macerata ?
  • Rocco Siffredi accende il Mia
    Inaugurazione sold out

    56 - Ott 27, 2014 - 13:54 Vai al commento »
    Qual'è stato il fixing della coca alla chiusura delle contrattazioni ?
  • Pompieropoli in piazza della Libertà
    Consegnati 400 attestati ai bambini

    57 - Ott 16, 2014 - 10:44 Vai al commento »
    Hahaha lu "scinnucu" è come lu pummidoru. Non se stracca mai ;)
  • Solo due consiglieri
    all’incontro con il Gus, Bernabucci:
    “Non siamo uno strumento politico”

    58 - Ott 10, 2014 - 15:02 Vai al commento »
    Si ma...come mai i consiglieri comunali invitati ( dopo le barricadere "interrogazioni) non si sono presentati alla riunione ? Come mai 'sta roba non se la chiede nessuno ( per la verità neanche CM) ? Suvvia...in politica tutto fa brodo, lo sappiamo tutti. Perfino un po' de casino sul GUS e sugli immancabili immigrati "che se magnano tutto". Io dico che gli immigrati ( possibilmente scuri di pelle)se non ci fossero bisognerebbe inventarli... per acchiappà un po' de voti. ;)
  • Pantana: “Basta con il business
    del rifugiato politico”

    59 - Ott 8, 2014 - 11:03 Vai al commento »
    Il quarto "ditino rosso" l'ho messo io...mi sembravano un po' striminziti i 3
    60 - Ott 7, 2014 - 9:03 Vai al commento »
    E la pecora cammina: daje Pantà che qualche altro voto oggi l'hai rimediato !
  • Elezioni regionali, Comi:
    “Le regole del gioco non si modificano a cinque mesi dal voto”

    61 - Ott 7, 2014 - 9:21 Vai al commento »
    Se a tutti questi Enti venissero semplicemente sottratte le funzioni di "stazioni appaltanti" si autoestinguerebbero ( per mancanza di "materia prima") da soli nel giro di un paio di anni. Si lasci agli Enti la sola capacità di programmazione nelle rispettive competenze ( che in ogni caso dovrebbero essere riviste e accorpate) e si costituisca una unica autorità regionale per gli appalti (piccoli e grandi) sul tipo di quella nazionale presieduta da Cantone, al fine di gestire la procedura di appalto, nonché esercitare una rigorosa vigilanza . A mio avviso i vari funzionari degli Enti e gli amministratori eletti e/o nominati dovrebbero essere totalmente esclusi dalla gestione di danaro pubblico.
  • Cosmari alla Fondazione Bandini
    “Lavoriamo con un revolver
    puntato alla nuca”

    62 - Ott 6, 2014 - 11:50 Vai al commento »
    Miei commenti su CM... ;)
    63 - Ott 4, 2014 - 10:00 Vai al commento »
    Pochi ma buoni: dai commenti si evince che lo sparuto gruppo degli accaniti arrampicatori degli specchi, sono sempre più accaniti. ;)
  • Mediazione linguistica trasloca
    a Macerata
    Lacchè: “E’ il momento di accentrare”

    64 - Set 17, 2014 - 18:39 Vai al commento »
    "Justozzu" ( alias Mauro Giustozzi), in primo piano in una delle foto, non è del "corpo docenti"
  • I test dello Spallanzani: niente Ebola,
    la donna nigeriana ha la malaria

    65 - Set 10, 2014 - 19:59 Vai al commento »
    (OMS) L'80% dei casi di malaria " esportata" dai focolai di origine è dovuto a viaggiatori (quasi tutti bianchissimi) occidentali che NON FANNO LA PROFILASSI prevista prima di andare in certi posti dove NOTORIAMENTE esiste ancora il pericolo di malaria, oppure che non seguono le più elementari regole igieniche ( per esempio non bere acqua di rubinetto - sistematicamente sconsigliato - oppure non frequentare "donnine" più o meno disponibili, quelli si nerissime ed "esotiche" quanto basta). Dunque, possiamo dire tutto ma il nostro beneamato e utilissimo caso di malaria (con protagonista una nerissima extracomunitaria di ordinanza) non è meno "pericolosa" del bianchissimo uomo di affari che per non far sapere niente ( magari dovrebbe dare troppe spiegazioni "scomode" a qualcuno) quando torna nella sua linda casetta occidentale invece di stare in quarantena o farsi seguire da centri specializzati si va a curare dall'amico medico mentre continua a frequentare tranquillamente amici e parenti. Viva l'italianissima ipocrisia.
  • Derubato il fotoreporter Guido Picchio:
    spariti macchina fotografica e chiavi

    66 - Set 9, 2014 - 18:25 Vai al commento »
    A me a Matera qualche anno fa; praticamente tutto: borsa con due macchine e 4 obiettivi più filtri, telecomando, caricatori, batterie varie, disco rigido, ecc. Immagino che Picchio avrà altrettanta attrezzatura per lavorare e anche se non sono un professionista, da appassionato di fotografia capisco che c'è sempre " la preferita" ( quella con tante storie ) e rompe tantissimo i maroni ( ma tanto tanto tanto)... Ti auguro sinceramente di ritrovare tutto.
  • Escursione sul monte Bove,
    guida alpina multata

    67 - Set 7, 2014 - 13:01 Vai al commento »
    Caruso fa l'intervento per esplicitare la sua versione e poi ne fa un altro ( perché il Parco probabilmente non interverrà di nuovo, dice) per fare "il punto" della situazione. Praticamente se la suona e se la canta. Certamente in modo obiettivo per non dire "oggettivo". No ?
  • Banca Marche, l’attacco della Cgil
    “al sistema di potere maceratese
    Incollati alle poltrone, nonostante tutto ”

    68 - Set 5, 2014 - 10:28 Vai al commento »
    Qualcuno ha parlato di "concussioni" ( confermi @Vaccai ?). Se sono vere si denunciano all'Autorità Giudiziaria altrimenti si è complici. Oppure se non sono vere si prenda atto che si parla a "vanvera" e lo si ammetta.
  • Trasparenza, Pezzanesi:
    “Quanto costa Comi alla collettività?”

    69 - Ago 26, 2014 - 22:36 Vai al commento »
    Costa come Massi Pezzané. Cambia argomento sennò te impantani...Anche perché ha pure rinunciato al compenso per la carica di Segretario regionale ( basta chiedere...)
  • Concorso per 13 dirigenti, Diomedi:
    “Pertoldi difende il 50%
    dei raccomandati”

    70 - Ago 16, 2014 - 11:45 Vai al commento »
    @Francesco Zirilli, parla di "concorso addomesticato". Un fatto gravissimo: ha fatto la denuncia alla magistratura ?
  • Ping pong sul Green, Pezzanesi:
    “Non conoscete ancora il nostro progetto”

    71 - Ago 9, 2014 - 11:37 Vai al commento »
    Per ora caro pezzanesi la cosa concreta su cui discutere è la delibera assunta dalla sua Amministrazione. Forse era il caso di "illustrare" il progetto ( o l'idea di massima, almeno) PRIMA di assumere una Delibera. O no ?
  • Asilo Green, il comitato: “E’ il sindaco che evita il confronto”

    72 - Ago 8, 2014 - 15:08 Vai al commento »
    Se gli fate portare una claque che gli assicuri una "maggioranza" di "bravo, bene, bis!" state certi che Pezzanesi sarebbe pronto e disponibile a fare un contraddittorio. ;)
  • Nuova dirigenza alla casa di riposo “Mattei”, il presidente è Fabiola Santini

    73 - Ago 10, 2014 - 10:17 Vai al commento »
    Finalmente hanno mandato a casa Calisti !
  • Asilo Green all’Indignato Speciale, Pezzanesi: “Dov’è il democratico contraddittorio?”

    74 - Ago 6, 2014 - 15:04 Vai al commento »
    Capisco il fastidio di Pezzanesi, a cui piace tantissimo essere "amato" e "vezzeggiato" dal popolo, nel vedersi sbattere in prima serata da una televisione per di più "amica" ( figuriamoci se fosse stata RAI 3 - quella dei comunisti); tuttavia c è da domandarsi come faccia il Sindaco a non rendersi conto delle boiate che sta sostenendo. Come fa a pensare che gli oltre 3000 firmatari della petizione "contro" il progetto dell'Amministrazione possono essere trattati come bambini a cui si può raccontare di tutto ? L'edificio è del 1978; bene; con quale faccia tosta (direi quasi "chiappiforme") il Sindaco può chiamare "sprechi" gli interventi che presumibilmente sono stati necessari per rendere l'edificio sempre sicuro seguendo anche l'evoluzione della norma "antisismica" ( compreso l'ultimo intervento di consolidamento)? Il Sindaco Pezzanesi che a quel tempo già faceva opposizione nelle fila delle giovanili del grande partito scudocrociato e che successivamente per 20 anni è stato seduto nei banchi dell'opposizione (anche se si autospaccia per "nuovo"), può spiegare come avrebbe reagito se le Amministrazioni degli anni ' 80 e le successive non avessero "speso" quanto necessario per mettere in sicurezza le strutture scolastiche ? Ma di che sta parlando il Sindaco? Ma che cavolo di argomenti usa ? Secondo il nostro Sindaco gli interventi per la manutenzione e la messa a norma degli edifici pubblici, con particolare riguardo alle scuole è "spreco di denaro "? Oppure: ogni volta che tali edifici abbisognano di manutenzione bisogna farli nuovi ( anche senza "imprenditore di appoggio"). A proposito qual' è il prossimo edificio pubblico da "abbattere e ricostruire" un po' più in la ? Sarebbe questo il "pensiero" di Pezzanesi al riguardo ? Dalle parti nostre se dice " me cojoni" che genio di amministratore ! La domanda è: esiste una urgenza o un motivo particolare he impone di abbattere l' Asilo Green e farne uno nuovo RISPETTO AD ALTRE SCUOLE COMUNALI ? Risponda Sindaco. Potrebbe spiegare il Sindaco o il Vice Sindaco (Assessore competente inspiegabilmente - oppure no - silente) per quale motivo un imprenditore privato dovrebbe imbarcarsi in un affare di qualche milione di € se il solo scopo è quello di costruirsi un "capannoncino" di circa 2000 mq con relativo "parcheggino" per trasferirci una attività commerciale già in essere a pochi metri di distanza ? E per quale motivo un imprenditore privato, in cambio di "una parte" del parco ( "solo una parte" ha tenuto a precisare Pezzanesi) e la superfice dell'asilo abbattuto dovrebbe costruire un nuovo Asilo ( ovviamente modernissimo), attrezzare un parco di un ettaro e perfino darci i soldi per il "ponte dell'Addolorata" ? Anzi, per farla breve: visto che già esiste un "progettino di massima", potrebbe il Sindaco ( o il Vice Sindaco assessore competente - silente) dirci il nome del "benemerito" così potremmo proporlo per la cittadinanza onoraria? Oppure, se non vuole darci il nome, potrebbe spiegarci Sindaco come mai questo mecenate della città di Tolentino si impegnerebbe in modo così massiccio ? Che gli abbiamo fatto per amarci così tanto ?
  • Eventi più attrattivi nelle Marche:
    Popsophia al top

    75 - Ago 10, 2014 - 10:21 Vai al commento »
    La manina rossa va bene ...ma ho fatto delle domande; qualcuno è in grado di rispondere ?
    76 - Ago 8, 2014 - 15:01 Vai al commento »
    Non sono un esperto di statistica però mi pare che quando si fanno i sondaggi, prima di pubblicarli bisognerebbe esplicitare il metodo e le modalità....anche per rendere comparabili e "valutabili" a chiunque ( anche quelli ignoranti come me) i dati messi a disposizione. Mi permetto di osservare che anche la Redazione dovrebbe fare un lavoro preventivo in questa direzione prima di rendere pubbliche certe informazioni. Nella tabella "attrattività" si fa riferimento ad una base di "soggetti che conoscono l'evento ma non vi hanno mai preso parte". Viene spontaneo domandarsi: quali soggetti e quanti ? Su "quante" interviste svolte? con quali criteri sono stati scelti? Sono state poste domande specifiche facendo scegliere su un elenco predisposto ( da chi eventualmente ?) oppure no? Non sarebbe la stessa cosa, mi pare. Nella tabella della "notorietà" dell'evento si fa riferimento ad una base di "692 casi". Anche qui: perché 692 ? Da dove salta fuori sto numeretto? "Relativamente" a che cosa deve essere comparato ?
  • Le telecamere dell’Indignato speciale
    si accendono sul Green

    77 - Ago 6, 2014 - 18:21 Vai al commento »
    Ammesso che abbattere una struttura scolastica sia meglio che ristrutturarla (mi pare talmente ovvio...), può essere spiegato il motivo per cui non si costruisce ex novo l'asilo infantile "il Cucciolo " che è ben più "anziano" del Green ? Non ci sperate: nessuno dell'Amministrazione ( e non solo) ne spiegherà il motivo.
  • Siti oscurati in Provincia, Palombini:
    “Azione preventiva,
    Internet solo per lavorare”

    78 - Ago 4, 2014 - 15:33 Vai al commento »
    Censura ? Anche se sta antipatico il Presidente, non diciamo fesserie per favore: se i dipendenti della Provincia come tutti i dipendenti pubblici volessero criticare le loro Amministrazioni potrebbero farlo in assoluta liberà dalla propria abitazione. Ne hanno tutto il tempo: mi pare che con esclusione del Martedì e del Giovedì ( giorni di rientro pomeridiano per completare l'orario di lavoro), gli altri giorni alle 14,30-15 sono a casa fino al mattino dopo. Si può e si dovrebbe contare sulla correttezza e la lealtà del dipendente pubblico; tuttavia non bisogna dimenticare lo scarso senso di responsabilità di una parte di suddetti lavoratori( non bisogna fare di un'erba un fascio ma siamo in Italia eh...). Dunque, mi pare giusto che le se/sette ore passate in ufficio non vengano occupate ( in parte e non da tutti, sia ben chiaro ) per "vagare" nella "rete".
  • La Camera di commercio
    rinnova le cariche
    Francesco Fucili è il vicepresidente

    79 - Lug 30, 2014 - 16:00 Vai al commento »
    Era un bel pezzo che la CNA girava intorno all' "osso". Francamente non capisco l'attinenza tra un presidente di provenienza artigianato con l'EXIT che è una Azienda speciale che dovrebbe organizzare le manifestazioni fieristiche all'estero e promuovere la produzione italiana ( maceratese in questo caso). Boh.. faremo stand per promuovere il riparatore auto, il carrozziere, l'idraulico, il terzista che fa un lavoro monofase e così via cantando...
  • Vendita farmacia, Pezzanesi: “Un buon servizio per città e bilancio”

    80 - Lug 29, 2014 - 14:11 Vai al commento »
    Aspettiamo la seconda parte dell'intervista: quella relativa all' "ampliamento dell'offerta eccellente" ai nostri cittadini. Di cosa si tratta ? Si può sapere ? Oppure non ha idea di cosa sta parlando ? Inoltre, il Sindaco potrebbe finalmente svelarci gli "strascichi" lasciati dalla precedente Amministrazione dato che è quasi tre anni che dice sempre le stesse cose ?
  • Protesta per l’Università,
    Silenzi: “Centrodestra,
    una truppa senza popolo”

    81 - Lug 29, 2014 - 14:24 Vai al commento »
    Sicuramente non posso essere annoverabile tra i "silenziani" e tuttavia non posso non constatare che Silenzi ha evidenziato "politicamente" la ridicola manifestazione " politica" di chi pretende di fare opposizione. D'altro canto, di politica si tratta. Può non stare simpatico anche a molti civitanovesi del suo partito ma quello che ha sottolineato mi pare inoppugnabile e rispondere con il "benaltrismo" da parte di chi lo osteggia non sembra una grande trovata.
  • Biogas, Arpam: “Emissioni sopra i limiti
    nelle centrali di Corridonia e Loro Piceno”
    Il Senato ha cancellato la Via Postuma

    82 - Lug 26, 2014 - 9:30 Vai al commento »
    Quindi, vista la "mal parata", non bisognava abrogarla la V.I.A. postuma ?
  • L’asilo Green arriva in Consiglio
    M5S e Pd all’attacco

    83 - Lug 24, 2014 - 17:12 Vai al commento »
    Eh eh eh... a Mercorelli interessa sapere se "ci sono state trattative"preesistenti" e lo chiede all'attuale Amministrazione: tanto per dargli un bel salvagente visto che non sanno come uscirne: cosa c'è di meglio che "rispondere" ad una interrogazione per sapere se "sapevano qualcosa" invece che dover giustificare una delibera ? Infatti, Mercorelli sa perfettamente che non ci sono mai state trattative prima di quelle portate avanti da Sindaco e probabilmente dal Vice Sindaco in quanto assessore all'urbanistica. La domanda è: come mai Mercorelli si presta a questo giochino salva-Pezzanesi ?
  • Farmacia di via Boldrini, il Pd:
    “E’ stata svenduta dal Comune
    per fare cassa”

    84 - Lug 24, 2014 - 10:42 Vai al commento »
    Qualcuno delle "manine rosse" potrebbe SPIEGARE PERCHE' la farmacia comunale è stata venduta ?
    85 - Lug 24, 2014 - 10:41 Vai al commento »
    Fantastiche le due manine rosse ( precise come un orologio) sui commenti "non favorevoli" alla vendita. Saranno per caso del duo Pezzanesi/Della Ceca ?
    86 - Lug 23, 2014 - 15:09 Vai al commento »
    Non vedo proprio il motivo della decisione di vendere quand'anche pensassi che ne possa esistere uno che la giustifichi . In ogni caso non è stato preventivamente dichiarato e sufficientemente motivato e dibattuto pubblicamente. E' sbagliato il periodo: vendere qualcosa che appartiene alla collettività, proprio ora ora che in generale i valori dei beni sono inferiori a quanto realmente valgono a causa della crisi, è pura follia. Infatti, bisogna tenere conto che la "stima" corretta del suo valore in condizioni "normali" è di 1.700.000 € (stima acquisita come base di partenza per la vendita) mentre pare sia stata venduta a 1.200.000 €. E non si vengano a fare esempi con le "partecipazioni statali" in aziende pubbliche ( tipo Finmaccanica, Poste, FS ecc.ecc.). Li si tratta di processi di privatizzazione necessari in quanto dichiaratamente destinati ad abbattere il debito pubblico ( poi, che si faccia o meno è un altro paio di maniche) , mentre nel caso della farmacia comunale si tratta di far cassa per " fare opere pubbliche" Direi proprio un bell'affare per la città di Tolentino. E' inaccettabile la "motivazione" (almeno quella "ufficiale"): Il Sindaco ha dichiarato che con l'incasso, appunto, si "faranno opere pubbliche" . Francamente pare troppo generica questa affermazione per giustificare la "svendita" della farmacia. Quali sarebbero le opere pubbliche in programma con il milione e duecentomila ? Sarà il caso di dirlo esplicitamente alla città ? Tipo: con 500.000 ci faccio questo entro il...; con 300.000 ci faccio quest'altro entro il...e con il resto ci faccio ancora quest'altro entro il...ecc. ecc.. Insomma: dichiarare "quali", "come" e "quando". Semplice no ? Invece le "opere" sono solo in testa all'Amministrazione, posto che qualche idea "utile" al bene comune la possieda. Se non è stata una scelta "ideologica" ( vendere comunque tutto quello che è di "proprietà pubblica") un motivo potrebbe essere le difficoltà gestionali... Ma se l'ASSM a suo tempo pare abbia "ingaggiato" un consulente esterno da 100.000 eurozzi all'anno, non poteva fargli sviluppare un piano di gestione più efficiente ed efficace invece di un piano di dismissioni ? Per fare questo serviva un consulente da 100.000 eurozzi all'anno ? Non potevano essere attuati tentativi di correzione di eventuali problemi organizzativi e gestionali e solo dopo averne esaminato i risultati (ove negativi) provvedere alla dismissione ? E' stato fatto tutto questo dalla nuova Amministrazione ? E se è stato fatto, si possono avere notizie in merito ? D'altro canto, come si spiega che l'attività di gestione di una farmacia è universalmente riconosciuta come molto remunerativa ( ovviamente in rapporto al volume di affari)? La farmacia comunale, una volta corrette le eventuali disfunzioni gestionali non poteva essere fonte di guadagno per l'ASSM e in definitiva per tutta la collettività ? Non poteva divenire ad esempio il soggetto ASP (azienda servizi alla persona) a cui affidare ulteriori compiti socio-assistenziali (magari in modo sperimentale e successivamente in convenzione con il SSN) per i tantissimi anziani e non solo ? Insomma, io penso che la scelta di vendere o non vendere avrebbe meritato un attento ed approfondito confronto preventivo con la città. Non ci voleva molto ad organizzarlo: Tolentino non è una metropoli ma un paesotto che conta poco più di 20.000 "anime". Ora attendiamo con ansia i prossimi "dibattiti preventivi" organizzati dall'Amministrazione circa il destino di altri servizi gestiti dall'ASSM.
  • Camera di Commercio, eletta la giunta
    Entrano Ferracuti e Ghio, fuori Orazi

    87 - Lug 25, 2014 - 10:07 Vai al commento »
    Ma che ci fa un Dirigente sindacale nel C.d.A ? A che serve ? Viene da pensare che si tratta del "riconoscimento" ricevuto per l'appoggio garantito a Bianchi Spero soltanto che sia stata una iniziativa della sola CISL NON CONCORDATA con gli altri Sindacati CGIL e UIL, dal momento che la CISL da sempre ha una innata predilezione per far parte dei Consigli di Amministrazione ( oltre tutto in chiaro conflitto di interessi).
  • Centro commerciale a posto del Green
    Raccolte 2.800 firme contro il progetto

    88 - Lug 11, 2014 - 11:17 Vai al commento »
    Le dimissioni neanche a pensarci però penso che sarà un po' difficile che il progetto vada avanti... Poi mi chiedo: perché Pezzanesi che è molto sensibile alla sua popolarità e gli piace molto essere benvoluto da tutti, si è immolato in questa faccenda palesemente contraria al buon senso e sicuramente impopolare, mentre il Vice-Sindaco, nonché Assessore competente non ha mai speso una pubblica parola ? Fino ad ora se ne è stato acquattato zitto...zitto... Bah...
  • Gus, 20 anni di trasparenza
    e risultati concreti

    89 - Lug 9, 2014 - 15:04 Vai al commento »
    La questione è molto semplice e spiega, a mio avviso, perché desta tanti dubbi e sospetti a Macerata: Non essendo riconducibile a nessuna "parrocchia" (nel senso letterale del termine) o a nessuna "compagnia delle opere" che cavolo di ONLUS ( o ex ONLUS) può essere il GUS ? C'è da fidarsi ? E' più che legittimo pensare che invece possa essere una emanazione dell'ARCI e dunque una torbida manovra della "sinistra" per accaparrarsi i voti degli "amici extracomunitari" ( quando potranno votare), caro Bernabucci. "paolostaisereno" ( come si dice oggi) e pubblica bilanci, fatture, scontrini . Dove sono ?
  • Scatta foto al mercato, picchiato:
    “Hai ripreso mia moglie”

    90 - Lug 8, 2014 - 19:13 Vai al commento »
    ERRATA CORRIGE Commento n.126 Ovviamente volevo scrivere "anche io NON sono un violento" anziché "anche io sono un violento"
    91 - Lug 8, 2014 - 18:59 Vai al commento »
    @ Furio e Basta Mi incaxxerei certamente se vedessi qualcuno che fotografa "a sua insaputa" mia moglie, mia figlia, mia madre ecc. ecc. Ciò non vuol dire affatto "menare le mani" ( neanche io sono un violento anzi, aborro qualsiasi forma di violenza - perfino quella verbale) Mi incaxxerei non tanto per il PERCHE' fotografa ( potrebbero essere "bei soggetti" fotografici loro malgrado) ma per un altro motivo : che ci fa con le fotografie ? Poi una secondo motivo non necessariamente in ordine cronologico: se gli piace tanto il "soggetto", visto che parliamo di persone a lui sconosciute ( l'ipotetico fotografo(, perché non ha chiesto educatamente se poteva farle qualche foto ? Per quanto possa essere pacifico e mite sono QUASI certo che ti incaxxeresti alla stessa maniera e, aggiungo, si incaxxerebbero di brutto il 90% dei commentatori di questo 3D ( per non dire il 100%
    92 - Lug 8, 2014 - 16:54 Vai al commento »
    "Ma scusate, nessuno di NOI italiani è intervenuto?" ( dunque bisognava che "noi italiani " dovessimo menare le mani no ?) Tanto per NON DIMENTICARE l' incipit del primo intervento a commento della notizia. Per sapere di chi è basta ritornare all'inizio. Passo e chiudo.
    93 - Lug 8, 2014 - 16:45 Vai al commento »
    Giusto @ furio e basta. Mi scuso con @ pantos Addio.
    94 - Lug 8, 2014 - 11:45 Vai al commento »
    @ pantos Se non ci siamo pazienza; sapremo farcene tutti una ragione. Ne sono certo. Ne approfitto per ribadire che "incaxxarsi" se ci si accorge che un tizio fotografa in "direzione" della donna ( madre, moglie, sorella, amica del cuore ecc.ec..) che ci è accanto non c'entri un tubo con l'etnia. D'altro canto la scelta di commentare "controcorrente" nella certezza matematica di "beccarmi" tante manine rosse, qualche "amico degli extracomunitari" e pure qualche simpatico epiteto non poteva non essere motivata da autentica convinzione della necessità di provare ad "osservare" la vicenda da un altro punto di vista. E la mia "osservazione", a parte le considerazioni sul razzismo ( delle quali sono più che convinto) mi porta a questo: possiamo rigirare la frittata come meglio crediamo; la legge, la vittima "medico maceratese", il "branco straniero" molto cattivo, un po' di sano razzismo da poter finalmente "esibire" in modo "giustificato", ecc.; va pure bene che il tutto possa anche servire al solo scopo di corroborare con qualche argomento semplici e banali pregiudizi, ma la vicenda a mio avviso attiene esclusivamente al buon senso, al rispetto e all'educazione. In una circostanza come quella descritta dall'articolista, incaxxarsi lo trovo "abbastanza" prevedibile (provare a mettersi nei panni del "soggetto" che si vede puntato un obiettivo fotografico e di chi gli è vicino no eh?), senza per questo che possa essere minimamente giustificata la reazione violenta da parte di chicchessia ( e nemmeno il furto; certamente !). Quello che invece non trovo logico o di buon senso se si preferisce è mettersi a fotografare "verso" la donna degli altri rischiano di essere "pizzicati". Conta poco che il "soggetto" non fosse la donna ma semplicemente il "panorama circostante" quando la direzione dell'obiettivo è inequivocabilmente quella. Chi "subisce" l'atto non sta nella mente di chi lo svolge. Bisogna tenerne conto senza se e senza ma. Un aspetto della vicenda questo, molto trascurato dalla discussione e perfino dall'articolista. Sarà che sono un fotoamatore da moltissimi anni (lo ero anche quando non c'era la legge sulla privacy ), però dal mio punto di vista invece è una questione rilevante: continuo a considerarla una superficialità imperdonabile ( mancanza di attenzione) o peggio ancora una sciocca provocazione che avrebbe avuto gli stessi effetti negativi ed inaccettabili se "il branco" fosse stato di pelle bianca/bianchissima.
    95 - Lug 7, 2014 - 20:59 Vai al commento »
    @ Furio e basta E che doveva "raccontare" il medico picchiato dai "miei amici extracomunitari" ? Che fotografava qualche "interessante" (fotograficamente parlando eh...) soggetto femminile che passeggiava al mercato? A lei un dubbio non le è sorto ? Oppure solo perché a testimoniare il fatto sia stato un medico "bianco" e per di più "maceratese" dovrebbe essere considerato oro colato " a prescindere"? Io ho cercato semplicemente di "capire" cosa potrebbe essere accaduto e cosa potrebbe accadere a tutti ( anche in assenza dei miei "amici extracomunitari", per essere chiaro) nelle medesime circostanze. Semplicemente un altro punto di vista che in ogni caso non giustifica la reazione violenta (sempre inaccettabile per me). Certamente posso sbagliarmi ma è certo che nel "leggere" l'accaduto, a differenza di moltissimi commentatori, non ho indossato occhiali di nessun tipo . Altro che razzista.
    96 - Lug 7, 2014 - 10:16 Vai al commento »
    A @Paoolo , che distribuisce bacchettate a destra e a manca, nonché deliziose lezioni di "torto" e ragione", do soddisfazione alla sua curiosità: personalmente non ero presente; però ho ricavato informazioni da signori di purissima razza ariana ( tra i quali anche commercianti con bancarella nei pressi) di carnagione bianchissima e pieni di efelidi che invece stando li, della vicenda e si sono fatti un'idea "leggermente" diversa. Diciamo che mi fido di quello che mi hanno raccontato molto più di quello che leggo in questi commenti. Ok? Ai voglia a menar il can per l'aia nascondendosi pure dietro un certo perbenismo peloso: l'ipocrisia ed il razzismo innato del popolo italico ( la differenza di razza è un fatto puramente incidentale in questo caso; il razzismo innato italiota è rivolto verso chiunque venga considerato "diverso", "inferiore", "debole" "poveraccio" , ecc. ecc.) regnano sovrani nei cento e passa commenti di questo 3D. Per quanto mi riguarda, nello specifico ribadisco: INSISTERE con una macchina fotografica (o cellulare) intorno ad un soggetto specifico, è una imprudenza nel migliore dei casi, o una sciocca provocazione nel peggiore. Infatti, se un bianco di purissima razza ariana avesse insistentemente puntato l'obiettivo sulla vostra bianchissima donna, rigorosamente senza Burka (moglie, fidanzata, sorella, madre, amica del cuore ecc.) e ve ne foste accorti, nella stragrande maggioranza dei casi (visti i vendicativi sentimenti di molti commentatori) la reazione sarebbe stata la medesima, compreso il "furto" del cellulare o della macchina fotografica per "prelevare" la scheda e con essa "riappropriarsi" delle foto della propria donna, soprattutto se spalleggiati da un gruppetto di "amici". N' evvero ? Certo, manca la "controprova" ma chissà che CM non sia costretta ( dovere di cronaca) a pubblicare prima o poi qualcosa che ci faccia riflettere sulla stupidità piuttosto che sulla differenza raziale ? Per quanto mi riguarda, niente giustifica la violenza e su questo non credo debba essere aggiunto altro. Anche per questo però, non si può non evidenziare il livello che può essere raggiunto dalla stupidità umana, appunto. Questo episodio, quand'anche per molti sia diventato occasione da non perdere per dare la stura ai più beceri sentimenti (razzismo, rancori anche personali, violenza verbale finalmente in libera uscita grazie alla "rete") altrimenti "contenuti" nel perbenismo di facciata, richiama in tutta evidenza semplici questioni di buon senso, educazione e rispetto. Altro che legge sulla privacy o sulla "pubblicabilità" delle foto.
    97 - Lug 6, 2014 - 11:50 Vai al commento »
    In ogni caso vorrei vedere la reazione "civilissima" di taluni energumeni commentatori nel caso in cui un "medico" puntasse insistentemente ( e chiaramente) il suo telefonino in direzione della propria donna ( moglie, sorella, madre, amica del cuore ecc.). Io non so se il medico/fotografo avesse fatto "vedere" le foto scattate per rassicurare i "marocchini". Però mi pare piuttosto semplice mostrare foto fatte "un po' prima" o un "po' dopo", evidenziando il medesimo "ambiente" ma evitando accuratamente di mostrare foto "eventualmente" incriminate. Si può essere liberi di pensarlo oppure dato che è un "bianco" e per di più "medico" bisogna fidarsi ciecamente ? Insisto: il buon senso e la buona educazione, prima ancora della legge, dovrebbero indurre ad evitare certe situazioni. Il medico/ fotografo per me ha semplicemente sbagliato, esattamente come i "cinque marocchini" con la loro reazione violenta: il fotografo si è comportato superficialmente ( speriamo non lo sia sul piano professionale); ha corso un rischio e lo avrebbe corso anche se nelle medesime circostanze avesse avuto a che fare con la "donna" di uno degli energumeni ( almeno a parole) che partecipa a questa discussione. Al fine di interloquire basandoci esclusivamente sui contenuti, è necessario riferirsi al mestiere che ha fatto (o fa) l'interlocutore, a prescindere se scriva rigorosamente coperto dietro uno pseudonimo oppure no? Si pensa che questo accorgimento dialettico rafforzi la proprie opinione e/o indebolisca automaticamente quella dell' altro? Oppure si pensa di azzittire chi la pensa diversamente? Bah...
    98 - Lug 4, 2014 - 12:47 Vai al commento »
    Un vero e proprio sfogatoio per il più becero e per il più ipocrita dei sentimenti: rispettivamente il razzismo e il patriottismo. " I nostri" che non sono intervenuti a difendere il compatriota mentre "loro" uniti, lo picchiavano . A quando "bisognerebbe organizzare una bella ronda ai mercati per tutelare la libertà di fotografia e fargliela vedere quanto siamo tosti noi italiani"; ovviamente una ronda composta da purissimi "nostri" . Ma se il medico/fotografo fosse stato picchiato da quattro o cinque bulletti nostrani, decisamente "non loro"? E se un "italianissimo compatriota" avesse fotografato "esplicitamente" una nostra consorte, sorella, madre o amica del cuore ? Ci saremmo soffermati a disquisire se è una "panoramica" oppure no ? La legge non vieta di fotografare in luogo pubblico è vero; vieta la pubblicazione (a qualsiasi livello) in assenza di consenso. Il fatto è che nessuno è in grado di prevedere se "quella" foto verrà poi pubblicata in rete o "condivisa" con altri - mi pare chiaro. Dunque, io se notassi un signore che punta ( e fotografa) mia figlia minorenne ad esempio, mi incaxxerei come una iena (come tutti, immagino) anche se stessi al mercato, proprio perché non posso conoscere l'uso che ne farebbe "dopo". Mi pare logico. Il fatto è che in certe situazioni bisogna semplicemente usare il buon senso e la buona educazione. Altro discorso la "reazione": la violenza da CHIUNQUE commessa va condannata sempre e comunque. E non c'entra una beneamata mazza il "noi" e il "loro" salvo che per "noi " si intenda persone civili ( italiani e stranieri) e il "loro" persone incivili ( italiani e stranieri). Una considerazione che va al di la della legge sulla privacy ma è riferita proprio al buon senso: chi fa fotografia (oggi tutti fotografano e le immagini corrono sul web) NON NECESSARIAMENTE PROFESSIONALE sa esattamente la differenza che passa tra fotografare qualcuno di preciso, pur in un luogo affollato e limitarsi invece a fare semplicemente una "panoramica". A proposito: qualcuno dei commentatori "nostri patrioti" era presente ed ha verificato che il "nostro" CERTAMENTE non stava puntando il suo cellulare con una certa insistenza su una persona in particolare e invece stava facendo una innocua "panoramica" ?
  • La figlia di Sarchiè a ‘Chi l’ha visto?’:
    “E’ un incubo, chi sa parli”

    99 - Lug 3, 2014 - 16:59 Vai al commento »
    Ma Sellano non è a cavallo tra la 77 e la Valnerina ? Se è quella la località, sono stati fatti accertamenti circa un possibile incidente ( la strada e tortuosa e ci sono molte scarpate lungo la strada....)
  • Presidenza Camera di commercio,
    poker di Giuliano Bianchi

    100 - Lug 2, 2014 - 14:45 Vai al commento »
    Io aspetterei per la Presidenza EXIT. Non sarei così sicuro che va alla CNA o ad altra organizzazione dell'Artigianato. Potrò sbagliarmi ma....
    101 - Lug 2, 2014 - 11:38 Vai al commento »
    Bianchi avrebbe fatto meglio a non candidarsi ma...Chissà, forse le alternative offerte non erano poi così convintamente "nuove". D'altro canto la Confindustria candidando il suo Presidente regionale invece che qualche giovane imprenditore magari con qualche idea innovativa, ha preferito rimanere nel "solco" che caratterizza la sua partecipazione ai C.d.A della CCIAA di Macerata fin dalla notte dei tempi. Tutti gli altri allineati e coperti in attesa di ricevere i dovuti "riconoscimenti". Niente di nuovo.
  • “Macerata a piedi si può”
    Pedoni e bici scendono in piazza
    ma le auto continuano a parcheggiare

    102 - Lug 2, 2014 - 11:56 Vai al commento »
    Fantastici i pistacoppi lettori/commentatori di CM impegnati a smascherare i "sinistri": Me li vedo sotto il loggiato far capolino dietro una colonna, con il bavero dell'impermeabile tirato su, il cappello a larga tesa ben calzato e gli occhiali da sole scurissimi per non farsi riconoscere, "contare" quanti vecchietti di Villa Cozza un po' frikkettoni guidati dal "soccorso rosso" della Monteverde sono venuti in piazza con la carrozzina (portando i nipoti) e/o la bici elettrica !!!
  • Pos obbligatorio sopra i 30 euro
    Confartigianato: “Sistema in difficoltà”

    103 - Lug 2, 2014 - 12:20 Vai al commento »
    Insisto : se il "posse" fosse il primo passo per rendere obbligatoria la moneta elettronica ( i vecchietti impareranno dai nipotini, su...), sarebbe una roba utile per abbattere l'evasione fiscale. Che poi in fondo c'entra pure con l'economia: recuperare anche solo una ventina di miliardi sui 120 di evasione annua, già permetterebbe di investire per il lavoro. No eh ?
    104 - Lug 1, 2014 - 14:28 Vai al commento »
    Il Pos non farà certamente ripartire l'economia ma potrebbe "aiutare" ad evadere un po' di meno: e già sarebbe qualcosa.
  • Giudice di Pace, Pettinari a Ghio:
    “Non possiamo sfrattare la scuola”

    105 - Giu 28, 2014 - 15:25 Vai al commento »
    Tutto si può fare ma... Gli accorpamenti e la redistribuzione anche logistica delle strutture scolastiche, delle classi, e del numero di studenti per classe sono materie che si discutono sviluppano nel corso di un vero e proprio "piano scuola" sulla base delle esigenze formative e non sulla spinta di una esigenza particolaristica. L'Ordine degli avvocati / e gli stessi avvocati) non si addentri in questa discussione al solo scopo di "trovare" una sede gradita. Tutto qui.
    106 - Giu 26, 2014 - 21:33 Vai al commento »
    A questo punto, vista la sequela di interventi, inviterei l'Ordine degli Avvocati a fare proposte per un piano scolastico, a partire dalla "conta" delle iscrizioni e del numero delle classi per ogni istituto, per passare ad una formulazione complessiva che "liberi" i locali in un posto ritenuto "utile" ai cittadini (agli avvocato no eh...mancherebbe altro). Anzi, in attesa che le province vengano effettivamente soppresse, si potrebbe pensare ad un commissariamento dell'Assessorato competente da parte di un rappresentante l'Ordine degli Avvocati
  • Camera di Commercio, fumata nera
    Ma Bianchi ha i numeri
    per il quarto mandato

    107 - Giu 26, 2014 - 12:13 Vai al commento »
    Non meravigli che le associazioni artigiane si apparentino anche se, sulla carta, "ideologicamente" distanti: quel poco che c'è da dividersi in termini di "contributi" alle attività delle varie associazioni, è scrupolosamente garantito dal C.d.A. Al Segretario della CISL Ferracuti che di fatto "rivendica" l'apertura del C.D.A. alla presenza del Sindacato, sconsiglio vivamente di perseguire questa strada: il Sindacato, alle attuali condizioni di funzionamento delle CCIAA sarebbe comunque minoranza nel C.d.A. e non conterebbe nulla; non apporterebbe nulla di utile ai lavoratori dipendenti e lo farebbe diventare comunque corresponsabile di qualsiasi decisione intrapresa dall'Ente. E la Confindustria che sembra scesa da Marte ha sempre fatto parte integrante del CdA, contribuendo a decidere all' "unanimità" ( come viene giustamente ricordato) praticamente su tutto, rivendicando per se la "poltrona" all'EXIT. Si è mai assistito ad un dibattito di pubblico interesse che ponesse in evidenza ipotetiche divergenze di linea tra CCIAA (Presidenza e CdA) e Confindustria ? E come mai questa "distinzione" viene fuori in modo così netto solo ora che c'è da eleggere il Presidente ? Certo, non dipende da Macerata, tuttavia, a mio avviso, è un dato di fatto che le CCIAA così come concepite, sono di fatto superate; vanno chiuse passando le funzioni più utili ad altri Enti, dismettendo totalmente le funzioni superflue come ad esempio il passaggio di contributi a vario titolo (iniziative "politiche", convegni, seminari di studio, pubblicazioni ed altre amenità simili) alle associazioni artigiane, commerciali ecc. ecc. risparmiando tra l'altro un bel po' di soldi pubblici.
  • Bianchi: “Ottavi candidato
    di chi vuole chiudere
    le Camere di Commercio”

    108 - Giu 26, 2014 - 16:12 Vai al commento »
    Non sfugga con altre amenità @Alexis: se vuole "sveli" chi è e che fa visto che si ingegna a mostrare che conosce quello degli altri interlocutori. Altrimenti cambi argomento. Anche io l'ho invitata a "leggere" i contenuti di quelli con i quali interloquisce, dato che sembra piuttosto distratto da "chi" e "cosa fa" chi scrive e pare pure molto concentrato su ciò che scrive Lei.
    109 - Giu 26, 2014 - 11:34 Vai al commento »
    @Alexis, dal momento che La vedo così informato sul lavoro degli altri potrebbe informarci sul suo nome e cognome, nonché sul cosa ha fatto ( o cosa fa) Lei di mestiere ? Sa, visto che va sul personale, potrebbe essere utile anche a me o a chi interloquisce con Lei per "centrare" meglio gli argomenti. Scherzo eh...continui pure a nascondersi dietro il suo altisonante pseudonimo e produrre i suoi cari "ulteriori" commenti.
    110 - Giu 25, 2014 - 16:05 Vai al commento »
    @Alexis, La ringrazio per aver ripetuto e confermato, anche se involontariamente ( giacché non era nelle Sue intenzioni, penso si possa tranquillamente dire), quello che sostanzialmente ho detto. Certo la sua inesauribile e brillante vena polemica probabilmente l'ha indotta a non "leggere" bene il contenuto del mio post e a soffermarsi sul nome di chi lo aveva scritto e sulla forma; altrimenti sarebbe stato sufficiente dire "concordo sostanzialmente con quanto detto da saben" e, se proprio voleva/doveva differenziarsi, aggiungere "discordo però con la forma" . La prossima volta le suggerisco di badare un po' più alla sostanza e meno alla forma se vuole risparmiare tempo. D'altro canto è pacifico che ognuno si esprime (scrive) come meglio può. Nel caso invece che uno si esprima talmente male da non farsi proprio capire, allora basterebbe chiedere educatamente una "traduzione semplificata" di quello che "avrebbe voluto" dire.
    111 - Giu 24, 2014 - 14:15 Vai al commento »
    Parlando di "rinnovamento e "largo ai giovani" non credo che Ottavio Bianchi ( stimabile e capace imprenditore - ma ce ne sono altrettanti e pure più giovani) rappresenti la soluzione. Siamo sempre nel quadro delle "rappresentanze" tradizionali presenti da anni nelle Camere di Commercio (tutte). Dott. Bianchi, prenda atto che oramai si pone in modo ineludibile la questione del ruolo delle CCIAA e del loro eventuale superamento (o chiusura se preferisce): limitarsi a denunciare il "pericolo di chiusura" non porterà sicuramente alcun beneficio al loro eventuale mantenimento . Non solo, inevitabilmente, considerazioni come quelle che ha fatto nel corso della conferenza stampa non potranno che produrre crasse battute su "poltrone" e "sederi incollati" nonché sberleffi di varia natura anche se di dubbio gusto. Si provi ad affrontare la questione per il verso giusto senza limitarsi a difendere lo "status quo". Mi domando se tutta la parte burocratica ( tenuta degli Albi, Iscrizioni e cancellazioni ecc.) non possa essere trasferita alla provincia ed il personale ricollocato in altre strutture pubbliche in difficoltà (per inciso: Provincia intesa come Ente strumentale territoriale, visto che politicamente e amministrativamente sembra superata) o addirittura ai Comuni . Quanto invece alle attività "promozionali", tenendo conto che sono molti gli enti ad occuparsi della promozione e delle esportazioni ( ad esempio l' ICE e le stesse Regioni ), invece di frazionare risorse (poche) e competenze ( certamente ve ne sono) in una miriade di Enti sottodimensionati e spesso per questo inefficaci, potrebbe essere opportuno costituire una unica Agenzia regionale superando pure quel carrozzone veramente inutile che è l'Unioncamere Regionale - tutte le Unioncamere regionali visto che oramai le banche dati sono ampiamente diffuse in molti Enti ( a partire dalle stesse regioni) e per le funzioni di "coordinamento" non sono necessari enti appositi
  • Asilo Green, Romagnoli:
    “2000 mq commerciali
    al posto del giardino”

    112 - Giu 26, 2014 - 16:39 Vai al commento »
    Già. Le domande di Carla Mosca meriterebbero qualche risposta anche da parte dell'opposizione ( che iniziative sono state assunte in proposito ?) dopo che il Sindaco ha da la sua.
    113 - Giu 23, 2014 - 14:26 Vai al commento »
    No, no Kormoran, quella è la scuola materna Rodari. L'asilo infantile Green è quello puntato dalla freccia ( grigio chiaro)
  • Momo Mosca ripropone il Grande Centro
    “E’ l’unico modo
    per liberare Macerata dal Pd”

    114 - Giu 26, 2014 - 16:33 Vai al commento »
    No @ Peppe Bommarito. Non penso affatto di essermi spinto troppo oltre. Proprio perché nutro profonda stima oltre che per la tua persona anche per la tua intelligenza, passami il termine, "politica" (pur non condivido molte tue posizioni); conoscendo e riconoscendo la tua indubbia popolarità e di conseguenza "quanto" possano pesare le tue prese di posizione su questo portale e non solo (e tu ne sei perfettamente consapevole), rimango MOLTO convinto che il tuo pur laconico commento sia stato un chiaro "viatico" pubblico e se vogliamo formale ( certamente non indirizzato al solo promotore del "progetto") all'operazione politica "Mosca". Questo non vuol dire affatto che tu ci partecipi e io infatti non l' ho affermato. Ma come ben sai a volte la politica intraprende vie contorte per giungere al suo scopo. Non c'è nulla di strano eh, mancherebbe altro. Ho solo evidenziato il fatto ed espresso la mia perplessità.
    115 - Giu 26, 2014 - 12:23 Vai al commento »
    La nostalgia per le gattopardesche "tattiche" politiche è dura a morire eh... Mi meraviglio ( ma non tanto) che Peppe Bommarito già si spenda per una ipotesi come questa. Bah...
  • Nuova Pet e Pronto Soccorso
    L’ospedale si rinnova

    116 - Giu 20, 2014 - 19:48 Vai al commento »
    E le liste di attesa ???
  • “E’ gradito? No!”, il coro che scaccia
    il sindaco da piazza della Libertà

    117 - Giu 20, 2014 - 10:43 Vai al commento »
    Non mi stava simpatico Carancini; però commercianti del centro e i loro 50 posti macchina e "la piazza è mia e me la gestisco io" me lo stanno facendo diventà simpatico....
  • Centro commerciale
    al posto dell’asilo Green
    Petizione per stoppare l’operazione

    118 - Giu 21, 2014 - 12:41 Vai al commento »
    A me pare una buona idea.... Cerchiamo di essere obiettivi: mi pare uno spreco di spazio ingiustificato destinare tutta quella superfice al solo scopo di farci crescere un po' di piante e tanta erbaccia Oltre tutto, lasciare in quelle condizioni pietose lo spazio del "Green" vuol dire mantenere le condizioni ideali per insetti, zanzare, scorpioni ecc. in pieno centro abitato, con grande fastidio per gli abitanti del luogo. Meglio, molto meglio un bel parcheggio asfaltato ( elimina anche gli insetti fastidiosi) magari a servizio di un "centrino commerciale ( piccolo eh..). L'asilo lo rifarà il "privato" un po' più in la...
  • Ultimo saluto a Marco Cioci
    Donazioni a Medici Senza Frontiere

    119 - Mag 30, 2014 - 19:44 Vai al commento »
    R.I.P. Marco
  • Muore a 33 anni per un malore
    a distanza di due mesi dal padre

    120 - Mag 29, 2014 - 14:54 Vai al commento »
    Terrificante tragedia. Ivana Properzi siamo tutti vicini a te.
  • Rompe il braccialetto elettronico e fugge

    121 - Mag 28, 2014 - 15:22 Vai al commento »
    Ma che cavolo di braccialetto elettronico aveva addosso ? Dovrebbe essere a prova di rottura ( a parte i rischi di tagliarsi una gamba, neanche la sega elettrica dovrebbe "romperlo"), altrimenti sarebbe troppo facile. Ho il sospetto che sia l'ennesimo appalto truccato...
  • Shada is Beautiful
    Brooke madrina dell’inaugurazione
    Ascani: “Una stagione da Sferisterio”

    122 - Mag 29, 2014 - 15:00 Vai al commento »
    Mancano Edoardo Vianello e Wilma Goich
  • Parte subito la festa di Fiordomo
    Recanati non va al ballottaggio

    123 - Mag 28, 2014 - 10:42 Vai al commento »
    Condivido le considerazioni di @ Ermini Ottone e aggiungo che sono sempre fantastiche le "motivazioni" di chi perde (chiunque perda) Un vero spasso. Oltre alla solita "rosicatura" dei tifosi ( di tipo calcistico) da bar dello sport, le motivazioni più in voga sono: "non siamo stati capiti"; " le opere pubbliche e l'asfalto (nel caso degli Enti Locali) come voto di scambio" Oppure, l'ultima moda, evidenziare in modo spregiativo l'eventuale "anzianità" dell'elettorato del vincitore. Come a dire: se si eliminassero i pensionati e gli anziani il Tal dei Tali non avrebbe mai vinto.
  • Europee: i risultati nei comuni
    A Macerata balzo di 20 punti del Pd

    124 - Mag 27, 2014 - 11:14 Vai al commento »
    Sig. @ lino ammetto che la raffinata ( fantastica) quanto spericolata spiegazione del significato di razzismo che Lei attribuisce al suo essere razzista mi ha convinto e seguendo il suo preziosissimo consiglio finale, ho riflettuto con la "mia" testa e sono giunto a questa conclusione: "al di la di superiorità ed inferiorità EVENTUALI" ( ma solo eventuali eh...), Lei è un razzista niente affatto rozzo, ignorante e fascista, ma nella sua "essenza identitaria", è un razzista di grande cultura democratica, civica e umana, nonché dotato di una innata classe e signorilità. Oltre tutto lo rivendica con ostentato orgoglio motivandolo inoppugnabilmente e le va giustamente riconosciuto.
  • Cresce la cassa integrazione a Macerata

    125 - Mag 26, 2014 - 12:01 Vai al commento »
    A un mio amico che stava in cassa integrazione e non riceveva l'assegno da mesi invece hanno consigliato di cercarsi un lavoro dato che era una "cassa" chiaramente senza prospettive di ripresa lavorativa. Il mio amico ha accettato il consiglio ed ora lavora con un contratto a tempo determinato di 3 anni, mentre la cassa avrebbe durato solo un anno. Il mio amico ha apprezzato il buon consiglio.
    126 - Mag 25, 2014 - 17:05 Vai al commento »
    Detta fra noi... è l'INPS che eroga la Cassa Integrazione e siccome l'INPS pare non abbia i "picci" ( si parla di milioni di eurozzi) l'erogazione ritarda. Se il sindacato avesse il conio potrebbe stampare i "picci" invece di starsi a rigirare i pollici. Taddei su, battete i pugni sul tavolo; buttatevi per terra e sporcatevi tutti; mandate un po' di insulti ...basta che fate qualcosa...
  • Tasse, protesta del Pd: “Massacro della giunta Pezzanesi su famiglie e imprese”

    127 - Mag 24, 2014 - 17:15 Vai al commento »
    E chissene.... Però è tanto simpatico e saluta tutti...
  • Taglio del nastro
    per la Rsa Santo Stefano di Montecosaro

    128 - Mag 21, 2014 - 10:12 Vai al commento »
    Praticamente il Gruppo S. Stefano, in molti servizi riabilitativi e socio-assistenziali/sanitari si sta gradualmente sostituendo al servizio sanitario regionale. Caro Spacca, si potrebbero avere informazioni puntuali sulla quantità e sull'ammontare della spesa sanitaria "convenzionata" dalla Regione Marche con il Gruppo S.Stefafano ? No perché la sensazione è che si tratti di diversi milioni di € di soldi pubblici. Forse sarà il caso di verificare se questi soldi sono ben spesi e se per caso potrebbero essere spesi in modo più efficace. O no ?
  • Fiaccole per la figlia dell’ex suora
    I genitori affidatari: “La nostra bimba
    ha aperto le mentalità”

    129 - Mag 18, 2014 - 15:23 Vai al commento »
    La questione da porre in evidenza non è l'affido o l'adozione. Tutti sanno che le due cose sono completamente diverse. Secondo me la domanda da porsi è: il Tribunale dei minori e tutta la "filiera" della giustizia italiana ( Cassazione compresa) con la decisione presa, ha tutelato al meglio gli interessi ( e gli affetti) della bambina oppure ha tutelato gli interessi dei grandicelli e magari pure un tantino "potenti" ? Quando parlo di "potenti" ovviamente non mi riferisco alla "povera sorella" ma a tutto quello che le sta dietro. Infatti, faccio un po' di sanissima ( in questo caso) dietrologia e mi prendo la licenza di pensare che la "povera sorella", dopo aver ripudiato il frutto del peccato, ha "ripensato" con qualche "aiutino" dato che con i suoi improbabili mezzi economici ( oppure è una "sorella" ereditiera) non avrebbe mai potuto remunerare una squadra di valenti azzeccagarbugli fino alla in Cassazione ( chiedete ad un qualsiasi legale quanto costa sostenere cause su cause, proporre appelli su appelli e patrocinare il tutto fino in Cassazione). Amen.
  • Lucrezia Ercoli ‘Marchigiana dell’anno’
    “Grazie a Tolentino
    che ha accolto Popsophia”

    130 - Mag 20, 2014 - 18:16 Vai al commento »
    Ercoli.... Ma Ercoli chi ?
  • Daniel Taddei è il nuovo segretario
    della Cgil Macerata

    131 - Apr 29, 2014 - 9:23 Vai al commento »
      Bravo Daniel; sono certo che saprai  svolgere al meglio delle tue possibilità il gravoso incarico. Come vedi, per certi versi il buon giorno si vede dal mattino e anche se gli immancabili e brillanti "autori" di battutine sciocche e cretinate varie non mancheranno, ti faccio un grande  "in  bocca al lupo" .
  • Mario Capozucca, matricola 162350
    Storia di un civitanovese
    sopravvisuto ai lager nazisti

    132 - Apr 26, 2014 - 13:50 Vai al commento »
    Daje Mariuccio. Quante chiacchierate piacevolissime alla Camera del Lavoro di Civitanova !
  • Figlia dell’ex suora, il comitato:
    “Rammarico per l’operato del tribunale”

    133 - Apr 19, 2014 - 10:54 Vai al commento »
    Secondo me la madre naturale della bambina è stata molto "aiutata" a ripensarci. La "politica" e la potenza economica ( basta pensare alla costosissima causa) ha fatto il resto per superare lo scoglio dei 73 giorni trascorsi ( ben oltre il limite previsto per il "ripensamento") . A mio avviso, una scelta fatta totalmente negli interessi di altri soggetti ma certamente NON NEGLI INTERESSI della bambina. Mi pare del tutto evidente.   Inoltre,  risulta assai incomprensibile  la scelta operata dal Tribunale dei Minori che appunto, dovrebbe preoccuparsi esclusivamente della tutela del minore. A prescindere da come la si possa pensare nel merito, nell'ambito di una decisione discutibile ma pur sempre emessa da un Tribunale della Repubblica ( Cassazione) e dunque da rispettare,  la domanda da porsi ( tutti) è:  il Tribunale dei Minori ha fatto quanto era nelle sue possibilità affinché il doloroso passaggio avvenisse nel modo meno traumatico possibile nell'esclusivo interesse del minore ?
  • La figlia dell’ex suora resta con la madre
    I genitori: “Un cambiamento scioccante”

    134 - Apr 18, 2014 - 18:04 Vai al commento »
    Ripeto, personalmente non ho nulla contro i "comitati". Ho espresso ( e confermo) perplessità in questo caso ( e simili) dove un Tribunale della Repubblica si dovrebbe comportare non a "furor di popolo" ( anche se apparentemente giuste le ragioni) ma secondo Legge, pur supportato da adeguati pareri di esperti Nel merito: ribadisco che non credo affatto ad un "ripensamento" spontaneo della suora/madre. Penso che in realtà sia stata molto, molto "assistita" ( anche le ingenti spese legali che una povera suora avrebbe dovuto sostenere me lo fa pensare)  da un bel pezzo di apparato dell'Istituzione Religiosa a cui fa riferimento e non solo. La mia impressione è che semplicemente bisognava "rimettere le cose a posto" anche se passati ben 73 giorni. Come ? La suora viene  laicizzata, così può fare la madre e restare al contempo nell'ambito dell'Istituzione religiosa pur se con altri ruoli. Si dimostra che certe problematiche si sanno gestire in perfetta  coerenza con i dettami e le prescrizioni previste e lo scandalo viene "riassorbito" positivamente. Tutto a posto e niente in ordine.   E la bambina ?
    135 - Apr 17, 2014 - 11:43 Vai al commento »
    Il ragionamento di @Elisabetta Serrani non fa una piega sul piano formale e sui comitati ( tutti i comitati c.d. "spontanei") ho molte perplessità. Tuttavia, al di la della forma rimane il problema in tutta la sua evidente gravità: il Tribunale dei Minori dovrebbe tutelare l'interesse del minore o sbaglio? Se non mi sbaglio mi pare più che lecito domandarsi se effettivamente  alle condizioni date, il Tribunale abbia tutelato al meglio l'interesse della minore oppure abbia tutelato al meglio l'interesse "politico" non tanto della madre naturale ma di chi ci sta dietro.  E non facciamo finta di non sapere di cosa si tratta. Ma a parte quest'ultimo "dettaglio" che rappresenta una mia personalissima ( dunque, confutabilissima) opinione, concordo pienamente con le considerazioni di @Peppe Bommarito. 
  • Terremoto su Banca Marche:
    tra i 27 indagati gli ex vertici
    e noti imprenditori

    136 - Apr 10, 2014 - 11:58 Vai al commento »
    Non penso proprio che l'inchiesta si esaurisca in "questo poco". Se andrà avanti anche i Sindaci Revisori ( che cavolo "revisionavano" ?) dovranno rispondere di qualche "disattenzione". Ma non solo loro.  Forza Magistratura !!!
  • Spese pazze in Provincia
    Comprati iPhone e iPad
    per il settore Urbanistica

    137 - Apr 13, 2014 - 9:57 Vai al commento »
    Caro sconosciuto Lib Lab io sono mooolto rilassato; pensa, lo sono  talmente che sono addirittura in pensione. In ogni caso grazie del consiglio. Mi pare che tu invece abbia qualche problema "irrisolto"...
    138 - Apr 12, 2014 - 19:49 Vai al commento »
    Bravo Lib Lab; devo ammettere che anche tu non cojoni quanto a "politicamente corretto". Scuserai la mia "tardaggine" ma non ho capito "fologovernativo" però .  Mi sono riletto il commento e francamente mi pare difficile desumere la mia eventuale "filogovernatività" salvo che...il mio commento non c'entra un tubo con il tuo argomentare e, dato che pare mi conosca personalmente ti riferisci al mio  eventuale "appartenere politico".   Dunque, non importa il merito della discussione per confrontarsi  ma importa con  "chi" ci si confronta . E  questa è la linea del politicamente corretto con la quale "compari" il contenuto del mio commento? Magnifica lezione di stile. C'è tutto da imparare da te.   A proposito, potresti dire come ti chiami ? Non che mi interessi più di tanto ma se dovesse  ricapitare mi adeguerei al tuo "stile" e mi regolerei di conseguenza. Saludos.
    139 - Apr 12, 2014 - 16:39 Vai al commento »
    Ci sarebbe da scindere due questioni: serve la tecnologia di una "tavoletta" per una gestione più snella  della Pubblica Amministrazione ? Secondo me si, sarebbe utile. Serve il cellulare per le "comunicazioni" nella  Pubblica Amministrazione ? Secondo me si, sarebbe utile ( e da un pezzo che si usano).   Dunque, a mio avviso la "stranezza" non sta in questi aspetti ma in altro.   Esistono in commercio apparecchiature simili altrettanto "funzionali" e meno costose, visto che "APPLE" i suoi prodotti molto "griffati" oltre che ottimi ( per inciso, onde evitare che si scatenino i tifosi della casa di Cupertino, sono un estimatore della "roba" APPLE; ) sono certamente tra i più costosi ? Pur non essendo un esperto direi certamente si ( basta dare un'occhiata anche distratta sulla "rete").   Allora la prima domanda che andrebbe posta è: perché si spende oltre duemila € + IVA per acquistare apparecchiature che potrebbero costare 600/700 e svolgere altrettanto bene le funzioni richieste ( nel caso di specie ce ne uscirebbero ben tre per ogni "articolo") ?   Seconda domanda:  sono state acquistate a prezzo "di listino" ( e nel caso, dove), oppure si è ricercato ( magari attraverso  la miriade di "negozi virtuali" che si trovano  proprio in "rete") il prezzo più vantaggioso ?   terza domanda: Chi e per quale motivo  ha autorizzato questo tipo di acquisto ?
  • Anche i cinesi sbarcano a Tolentino
    Il gruppo Jiuha acquisisce l’85%
    della Conceria del Chienti

    140 - Apr 5, 2014 - 10:05 Vai al commento »
    I cinesi hanno i "piccioli" da investire  e far fruttare anche sul lavoro e la produzione. Noi no.  Semplice no ?  Sul perché si potrebbero scrivere fiumi di inchiostro.   Ora, di fronte alla possibilità concreta di fallimento della Conceria del Chienti meglio, molto meglio questo tentativo.  Chissà che non funzioni e la produzione riprenda a pieno regime nel giro di qualche anno ? Ricordo che la Conceria ( ci ho lavorato per 12 anni), fine anni 70' occupava  quasi 200 dipendenti diretti e aveva un indotto ( piccoli appalti di fasi lavorative "asciutte") che interessava   un altro centinaio di persone.   L'auspicio è che questa soluzione rappresenti una autentica prospettiva occupazionale. Tutta un'altra cosa dal caso FRAU che è stata venduta al gruppo americano:  già esiste una differenza sul fatto che gli americani non hanno garantito  5 anni di ordini lavorativi (o ameno non è stato detto pubblicamente ) come hanno fatto i cinesi.  Poi, c'è da dire che l'impiantistica di una conceria ha ben altre dimensioni e costi rispetto alle attrezzature del "laboratorio artigiano FRAU" . Nel caso conceria "spostare" o "portare via" è possibile se si abbandona il sito produttivo e se ne fa un altro completamente nuovo a costi molto alti rispetto al volume di fatturato  (oggi le concerie italiane stanno chiudendo quasi tutte). Per le lavorazioni FRAU le cose potrebbero essere più semplici: in due/tre anni si formano bravi "artigiani" e si apprendono metodi di lavoro necessari ad impiantare altrove il sito produttivo. Non vuol dire che avverrà  di certo ma sicuramente è possibile farlo più facilmente dato che il marchio FRAU è il vero valore dell'operazione.
  • La Camera approva la riforma Delrio:
    Province abolite per legge

    141 - Apr 4, 2014 - 10:36 Vai al commento »
    Così com'è questa riforma  non rappresenta un gran che in termini di risultati concreti; tuttavia mi rendo conto che ci vuole un po' di tempo per fare riforme profonde ed incisive e le resistenze, visibili e invisibili, sono gigantesche ( in tutti i campi). Se è il vero che il risparmio non deriverà  dalle prebende ( oramai scarse) che percepiscono gli Amministratori eletti, però è già tanto che quanto meno verranno eliminati "posti" dai quali la politica gestisce direttamente denari e poteri. Il mio auspicio ( e speranza) è che questa "mini-riforma" rappresenti soltanto il primo passo verso una semplificazione più drastica delle strutture territoriali amministrative che sono tutte, più o meno,  centri di costo incontrollabili ( non sempre ma spessissimo usati male)  che si aggiungono inesorabilmente a tutti gli altri centri di costo che alimentano  la politica non solo dei partiti (  CCIAA, Regioni, moltissimi  Enti inutili  ecc. ecc.)  e spesso terreno di scorribande  della politica e dei poteri locali.  Fiumi di denaro pubblico che solo in parte vanno a beneficio della collettività. A mio avviso il passaggio successivo ( urgente ) dovrebbe essere quello della "obbligatorietà" ( mentre oggi è un invito "incentivato")  dell'accorpamento dei comuni più piccoli e alla costituzione di amministrazioni "neutrali" territoriali ( sul modello dei Dipartimenti francesi che di fatto gestiscono tutto il personale dipendente locale e con esso tutte le attività gestionali e burocratiche").  Le province e almeno 5-6.000 comuni dovrebbero essere completamente superate come "Enti Autonomi elettivi" .  Il personale dipendente dovrebbe essere riutilizzato/ricollocato ( anche mobilità territoriale se serve) per gestire in modo razionale ed efficace i settori delle attività pubbliche "intercomunali/territoriali". Le Assemblee elettive locali rimarrebbero in essere ( solo dopo accorpamenti e semplificazioni territoriali-chi è in ritardo dovrà essere commissariato)  per occuparsi esclusivamente degli "indirizzi" politico-amministrativi e la programmazione pluriennale dei servizi mentre la  gestione di quest'ultimi, nonché la disponibilità di budget finanziari, dovrebbero essere completamente sottratti  al controllo diretto della politica. Poi  ( o prima di tutto ?), occorre rivedere urgentemente il ruolo delle Regioni a partire da una precisa ridefinizione dei ruoli e dei poteri ( a mio avviso da ridurre sensibilmente sul piano della gestione diretta di budget finanziari) tra Stato centrale e Regioni stesse, superando definitivamente la "legislazione concorrente" che ha determinato disastri, sovrapposizioni, confusioni inimmaginabili e conflitti di attribuzione che si protraggono per decenni. Ammetto che quando la riforma delle Regioni fu varata la sostenni con convinzione ed oggi mi pare di poter dire che fu un errore. Insomma, fare chiarezza. O si fa veramente uno stato federale ( che personalmente non condivido affatto) o si ricentralizzano alcune funzioni ( sanità ad esempio ma è solo un esempio); le cose a "mezza metà" tanto per accontentare  un po' tutti  non possono funzionare e spessissimo nascondono spazi discrezionali incontrollati nei quali prebende e  "piaceri all'amico" ( per non parlare di tangenti) la fanno da padroni, e non mi riferisco solo ai politici. 
  • Archiviata la querela
    di Alfio Caccamo
    contro Cronache Maceratesi

    142 - Apr 2, 2014 - 10:00 Vai al commento »
    Il Tribunale ha potuto/dovuto  garantire  la libertà di inchiesta e di informazione, di fronte  alla  dimostrata la veridicità dell'inchiesta stessa. Data la potenza economica ( e il potere), nonché la schiera di avvocati azzeccagarbugli ( mi scuso con la categoria ma l'epiteto è riferito a "certi tipi" di avvocati)  superpagati di cui certamente dispone il personaggio se soltanto vi fosse stata una  minima  inesattezza il giudice non l'avrebbe potuta far passare inosservata. A maggior ragione dunque, tanti complimenti a  Peppe Bommarito per l'ottimo e documentato lavoro e a Coronache Maceratesi che lo ha ospitato.
  • Savi: “A Macerata il Pd è l’esatto contrario di un grande partito”

    143 - Mar 26, 2014 - 12:36 Vai al commento »
    Diciamo pure "dei partiti", senza "sinistra", Peppe.  E dai, fallo uno sforzo! Anche perché "la sinistra" è , o almeno dovrebbe essere tutta un'altra roba, come ben sai.
  • Moschini omaggia Tolentino
    e fa rivivere il Politeama

    144 - Mar 21, 2014 - 13:59 Vai al commento »
    Se va in porto mi pare una buona operazione. Una buona iniziativa dell'Amministrazione. Ora manca la seconda parte che spero arrivi presto: le scelte ( da discutere con le associazioni e gli operatori della cultura della città) in merito a "cosa" farci e "come" gestire al meglio la struttura.  E' ben gradito il "ritorno" in città di una parte degli introiti che incasserà Moschini  dalla vendita delle sue quote FRAU. E comunque gli va dato atto della disponibilità.
  • “Meglio le zanzare che i pesticidi”, petizione contro le disinfestazioni chimiche

    145 - Mar 20, 2014 - 12:32 Vai al commento »
    A me sembra che il Comitato ponga un problema serio ed in modo costruttivo: evitiamo di fare tifo politico o di qualsiasi altro genere e cerchiamo di ragionarci sopra.   Neanche a me piacciono le zanzare ma...se esistono altri sistemi, vogliamo parlarne ?
  • L’università torna a Civitanova
    In arrivo i master di Unicam

    146 - Mar 18, 2014 - 16:28 Vai al commento »
    A Citanò neanche se annunciano "u pilu pe tutti" andrebbe bene.
  • Addio a Carlo Cioci,
    sindacalista Cgil

    147 - Mar 15, 2014 - 13:40 Vai al commento »
    Ciao Carlo, ci mancherai tanto
  • Il dubbio amletico di Spacca:
    rotta su Ancona o Bruxelles?

    148 - Mar 18, 2014 - 17:56 Vai al commento »
    Suggerisco di non candidarsi a nulla: ha fatto abbondantemente il suo tempo. Oltre tutto, mi pare non sia più iscritto al piddì, con quale lista vorrebbe candidarsi ? 
  • “Silenzi fa la danza della pioggia pur di affermare che al Cosmari siamo asini”

    149 - Mar 12, 2014 - 13:05 Vai al commento »
    Ma va ?  il Presidente del Cosmari non prende una centesimo di compenso ? Peccato, viene meno un argomento fondamentale.  
  • Ncd si prepara alle elezioni
    “Basta con i candidati imposti dall’alto”

    150 - Feb 23, 2014 - 10:11 Vai al commento »
    Daje che le elezioni si avvicinano e finalmente mannamo a casa sti "magnabambini" sovietici che imperversano a macerata da vent'anni.
  • Silenzi: “Morgoni, senatore per cavillo”
    E’ battaglia nel Pd

    151 - Feb 21, 2014 - 15:07 Vai al commento »
    Sicuramente Silenzi ha ragione a rivendicare la vittoria in molte elezioni  ( anche qualche sconfitta, sia in competizioni elettorali che in competizioni interne di partito  per la verità) però non può dire di NON ESERE MAI STATO NOMINATO: sbaglio  se dico che è  stato "eletto" consigliere regionale ma "nominato" Assessore regionale  durante la Giunta D'Ambrosio?  Ed oggi, sbaglio se dico che è stato "eletto" consigliere comunale ma "nominato"   Vice Sindaco, nonché Assessore del Comune di Civitanova ? 
  • Poltrona Frau, il Pd incontra le Rsu e chiede chiarezza

    152 - Feb 14, 2014 - 14:57 Vai al commento »
    Mi pare il minimo avere  informazioni certe e vedere un interessamento meno sguaiato da parte delle Istituzioni locali ( a partire dal Comune) per monitorare gli sviluppi della situazione.  Tra dipendenti diretti e indotto, la FRAU interessa parecchie centinaia di famiglie e buona parte dell'economia del territorio  e  cittadini di Tolentino hanno il diritto di sapere cosa sta accadendo  e cosa accadrà quanto meno nel breve-medio periodo.
  • Poltrona Frau agli americani, i sindacati:
    “Scelta inaspettata,
    incontreremo i vertici”

    153 - Feb 8, 2014 - 10:39 Vai al commento »
    Per colpa dei sindacati......Eccome no. Invece gli elettori italioti che votano ripetutamente governi locali e nacionali incapaci non hanno nessuna colpa no ?    
  • Nazareno Gabrielli cede il 28%
    a un gruppo libanese

    154 - Feb 8, 2014 - 10:30 Vai al commento »
    Eh si, un'altra magnifica operazione INDUSTRIALE.  Già pregusto i risultati occupazionali fin dai prossimi mesi. Un'altro pezzo di strada sulla via dell' "internazionalizzazione" direbbe il nostro Pezzanesi. Tolentino: l'Eldorado delle acquisizioni INDUSTRIALI e delle INTERNAZIONALIZZAZIONI. Aspettiamo con impazienza i CINESI
  • Poltrona Frau, Moschini rassicura:
    “Lavoreremo di più”

    155 - Feb 7, 2014 - 11:16 Vai al commento »
    Non si affanni a spiegare troppo: siamo tutti tranquilli Presiedente; specialmente dopo che Lei ha rassicurato  e chiarito  ulteriormente che NON si tratta di una operazione finanziaria ma una operazione industriale.  Tra l'altro, dopo le autorevoli parole del locale Presidente di Confindustria, anche l'altro capitano di industria "de noantri"  Guzzini, ha decantato la genialità dell'operazione e le relative OPPORTUNITA' che ne  deriveranno ( non ha detto per CHI ma non fa niente).  Chissà che  Guzzini Cav. Rodolfo non abbia in mente di seguire l'esempio della FRAU... In tal caso immagino la felicità del Sindaco di Recanati Fiordomo e dei suoi cittadini per l' eventuale "internazionalizzazione" della Guzzini.     Le menti più sopraffine lo avevano pure  intuito che era una OPERAZIONE INDUSTRIALE E NON FINANZIARIA  ma il fatto che Lei lo confermi di persona fa RILASSARE COMPLETAMENTE anche quelli un po' più duri di comprendonio, come  me ad esempio, che invece "non avevano intuito". Bene, ora potremo  dormire  sonni tranquilli insieme, ne sono certo, ai dipendenti FRAU e alle loro famiglie.   Dormiremo  tranquilli come angioletti  anche perché  sappiamo che insieme a Lei,  questa brillante operazione INDUSTRIALE  e NON FINANZIARIA  è stata condotta  da un  grande  capitano d'industria  ( al confronto del quale caro Presidente, Lei sembra un lavorante a domicilio)  che risponde niente po po di meno al nome di  "ciuffetto ribelle Ferrari" alias Montezemolo :  infatti, siamo sicuri che  l' obiettivo  di costruire il "polo del lusso Made in Italy" ( come più  volte rivendicato con orgoglio),  attraverso i meravigliosi interventi INDUSTRIALI  del FONDO CHARME andrà conseguito al meglio e presto.    Da buoni e furbi italiani  abbiamo pure intuito COME tutto ciò avverrà;   non occorre spiattellare in pubblico tante spiegazioni tipo piano industriale, garanzie produttive ed occupazionali ed altre noiosissime menate simili, stile  anni '70.  Robaccia vecchia anzi, vecchissima e assolutamente  NO GLOBAL.   Meglio essere un po' criptici... non si sa mai...il nemico potrebbe ascoltare.   Dunque, a noi lettori di  C. M. e ai cittadini della laboriosa Tolentino e della provincia di Macerata,   basta un cenno, una strizzata d'occhio o un colpetto di gomito, così come avete fatto voi, per farci capire AL VOLO cosa sta realmente succedendo .      Oggi con l'ulteriore precisazione del Presidente, l'illuminazione è stata totale:   abbiamo capito che l'ingegnosa etrategia INDUSTRIALE di "ciuffetto" consiste  nel far cacciare soldi per gli investimenti agli allocchi di Haworth ( che per inciso ne hanno in abbondanza e una buona parte di questi andranno nelle tasche dei volenterosi soci di CHARME che provvederanno a REinvestirli in altre brillanti operazioni industriali ) e far costruire a loro il POLO DEL LUSSO MONDIALE   NEGLI U.S.A.   Si illuderanno che noi ITALIANI abbiamo mollato l'osso ( poracci);  invece, quando meno se l'aspetteranno e saranno completamente rilassati a bearsi delle loro americanate....ZACCHETE !!!  Arriveranno "ciuffetto" e il Presidente" e  si riprenderanno a quattro soldi la FRAU per riportarla trionfalmente in Italia. In tutto questo, l'unico rischio che potremmo correre è che insieme alla FRAU americana dovremo portarci dietro in Italia pure qualche decina di dipendenti dell'azienda e le loro famiglie perché altrimenti rischierebbero di rimanere senza lavoro. Fa niente, noi siamo generosi con gli immigrati: così avremmo realizzato anche il sogno del nostro amatissimo e già  "storico" Sindaco Pezzanesi di "internazionalizzare" la FRAU e con essa anche il paesello di Tolentino. Due piccioni con una fava... Ne vedremo delle belle !!!   
  • Luca Fioretti: “Pd inesistente
    nella vicenda biogas”
    E dice basta al modello Marche

    156 - Feb 7, 2014 - 11:49 Vai al commento »
    Francamente nel piddì non mi pare si stia sbavando per il 3° mandato a Spacca. Semmai si sta sgomitando per sostituirsi ad esso ( il che sarà un bene comunque per le marche e per il piddì). Non vorrei che si costruissero "problematiche" poco plausibili al solo scopo di non parlare d'altro ( contenuti programmatici precisi ad esempio...).
  • Evasi 258 milioni di euro in un anno
    Scoperta truffa sulle Rca,
    migliaia le vittime

    157 - Feb 7, 2014 - 13:39 Vai al commento »
    Un notaio che ha evaso ? Mavalà mavalà mavalà...
  • La Compagnia della Rancia
    ha scelto Senigallia

    158 - Feb 7, 2014 - 14:45 Vai al commento »
    Correggo: "Eh ma noi c'avemo Ercoli Prof. Evio Hermas"   Confermo: Vuoi mettere ?
    159 - Feb 7, 2014 - 14:32 Vai al commento »
    Pezzanesi non perde occasione eh... Fra poco gli sfilano via pure le mutande.  Eh ma noi c'avemo Ercoli prof. Helmas. Vuoi mettere ?
  • L’americana Poltrona Frau vola in borsa
    Le reazioni dopo la vendita

    160 - Feb 6, 2014 - 19:15 Vai al commento »
    Dall'Associazione industriali sento solo balbettii e farfugliamenti vari. Ma questi non dovrebbero rappresentare anche il "valore sociale" dell'impresa ? E non hanno niente da dire verso i cosiddetti imprenditori "top" che invece di reinvestire incassano le grasse plusvalenze e vendono la loro mercanzia in America ? O anche in questo caso c'entra la crisi cattivona ( ovvero: piove governo ladro ! )? 
    161 - Feb 6, 2014 - 15:12 Vai al commento »
      Si sta parlando di un pezzo fondamentale dell’economia maceratese e non ce la si può cavare con gli “speriamo che…”  oppure "  l'auspicio  è che..."  ecc. ecc.     Il dato di fatto CONCRETO e CERTO è che assistiamo ad un disimpegno ben remunerato di imprenditori italiani ( l'ennesimo) mentre da  ieri ( ? ) la POLTRONA FRAU è a tutti gli effetti una azienda americana anche se conserva il nome italiano.  Con tutto quello che ne consegue in termini di facoltà da parte dei proprietari di spostare la produzione ove riterranno conveniente, come e quando vorranno.     Anche se nei prossimi mesi tutto filerà liscio come l’olio ( è parte integrante della strategia della comunicazione "state tutti buoni e tranquilli" che accompagna queste operazioni) anzi, a fine anno verranno decantati i risultati dell’aumento di fatturato e di redditività proprio grazie all'operazione di vendita (vogliamo scommettere ?), rimane il fatto che quanto prima ci sarebbe da chiarire:    E’ stato presentato alle istituzioni e ai Sindacati un piano industriale da parte della Haworth ? Sono state fornite garanzie in merito ad investimenti ed al mantenimento dei livelli occupazionali nel sito produttivo di Tolentino da parte della Haworth o della Charme?   E’ stato richiesto un impegno al gruppo Charme e a Moschini circa la  possibilità di reinvestire  nel territorio almeno  parte  delle grasse plusvalenze che hanno  incassato dalla vendita della FRAU ?      Infine: quali sono le iniziative ( se ce ne sono) delle Istituzioni locali ( Comune, Provincia e Regione) e del Governo nazionale in merito a questa vicenda ? Qualcuno si sta interessando di monitorare la situazione e magari  chiedere qualche spiegazione direttamente al  " capitano di impresa"   Montezemolo  ?      
    162 - Feb 6, 2014 - 0:14 Vai al commento »
    Pezzanesi ma che stai a di ? Lascia perde! ma di  quale internazionalizzazione si parla ? Semmai trattasi di nazionalizzazione americana. Pezzanesi, hai letto che la Haworth che  ha comprato l 'azienda non ha alcuna intenzione di trasferirsi in Italia. Inoltre,  i soldi dell'acquisto vanno nelle tasche dei soci di Charme e in quelle di Moschini e non in investimenti produttivi a Tolentino. A meno che tu abbia notizie che ne CM, ne altri possiedono... 
  • Poltrona Frau venduta
    ad una società americana

    163 - Feb 5, 2014 - 15:00 Vai al commento »
    Iesari condivido l'analisi però mi sorge un dubbio: anche la Crysler è un impresa industriale ( non diciamo famiglia) e abbiamo visto dove è andata a finire la FIAT. Il fatto è che gli americani possono contare su vere e proprie strategie di politica industriale portate avanti dallo Stato e ne sfruttano tutte le potenzialità,  a partire dai finanziamenti pubblici investiti in "produzione e lavoro" ( sempre abbondantemente  disponibili a costo di indebitarsi ulteriormente) . Esattamente quello che manca all'Italia da almeno un trentennio.  Se ci fossero state ( ovviamente, serie) oggi non avremmo i Montezemolo ( e "soci" di charme) che speculano sulla rivalutazione e la vendita di imprese produttive sane. 
    164 - Feb 5, 2014 - 13:54 Vai al commento »
    Moschini e Montezemolo: per favore, almeno risparmiateci le vostre balle sesquipedali e la conseguente portata per il c..o:  avete venduto la FRAU ad un gruppo americano per incassare un bel gruzzolo di milioncini. Tutto qui. Quale fine farà l' industria FRAU e i suoi oltre 500 addetti a Tolentino ( indotto compreso)  sono certo che ve ne può fregare di meno.   Ma il polo mondiale del "lusso" Made in Italy non doveva essere proprio il fondo Charme ? Per me siete semplicemente dei bugiardi.
  • Nuovo crollo a Porto Potenza
    Lo chalet “La Rosa dei Venti”
    ingoiato dal mare

    165 - Feb 5, 2014 - 14:50 Vai al commento »
    E ti pareva che no ci scappasse la solita propaganda politica pro o contro qualcuno. Un ragionamento sulla "erosione" delle coste da parte dell'uomo invece che sull'"erosione" da parte del mare no eh ? Ancora non è evidente a tutti che la natura  prima o poi si "riprende" quello che le è stato sottratto ( a partire dalle coste e dai fiumi) ?  Quali altre prove servono ? Ancora non si capisce la situazione ( o si fa finta di non capire che è peggio) e si preferisce sollazzarsi con  "se c'era una amministrazione di C.destra invece che di C.sinistra", o viceversa,  il mare sarebbe stato buono a cuccia ( magari con l'aiutino delle pietruzze "frangiflutti) ?    Si insiste con questa magnifica lungimiranza politica ?  
  • “Ceriscioli incompatibile per la segreteria regionale”

    166 - Gen 31, 2014 - 13:54 Vai al commento »
    Personalmente penso che il Sindaco di Pesaro potrebbe e dovrebbe candidarsi ma bisognerebbe chiedere alla Commissione nazionale di garanzia sul caso Bari. Che c'entra Renzi ? Ma che siamo fissati ?
  • I numeri della Cgil: 38 mila iscritti,
    24 mila sono pensionati

    167 - Gen 23, 2014 - 12:57 Vai al commento »
    La CGIL come altri sindacati e tantissime altre organizzazioni di rappresentanza e servizi  sono associazioni private alle quali si è liberi di aderire o meno. Dunque, apprezzo la scelta di divulgare informazioni in  merito alle attività svolte  , al n° degli  iscritti e alla loro composizione, al bilancio complessivo,  al numero dei dipendenti e collaboratori nonché  il loro trattamento economico e previdenziale. Anche se non vi è obbligo  a farlo, mi piacerebbe che tale operazione informativa ,  venga fatta anche da altre importantissime organizzazioni sindacali operanti in provincia di Macerata come ad esempio CISL, UIL, UGL, Confindustria, Confartigianato, CNA, CASA, Confcommercio, Confesercenti e chiunque altro voglia farlo VOLONTARIAMENTE. E visto che ci siamo, mi piacerebbe che facessero altrettanto i partiti, i movimenti politici e le varie liste civiche. Ripeto, non è obbligatorio farlo; tuttavia, dal momento che la CGIL lo ha fatto, io aspetto tutti gli altri.  
  • Pierluigi Gigliucci
    nuovo direttore Area Vasta 3

    168 - Gen 20, 2014 - 19:04 Vai al commento »
    Confermato il gioco delle tre carte: "girano" sempre gli stessi.  Come mai ?  
  • Irene Manzi: “Faccio il tifo per Moretti,
    ma Matteo Colaninno non può aiutarci”

    169 - Gen 15, 2014 - 19:01 Vai al commento »
    Una volta tanto si riesce ad ammettere  le caxxate madornali che si fanno e si ha il coraggio di tornare indietro. Sono contento. Talvolta le "telefonate" dei politici non servono ( non dovrebbero servire mai per le cose giuste da farsi).  Penso che merito va soprattutto alla mobilitazione via web e tramite le riviste di motociclismo di migliaia di motociclisti  di tutta Italia, non solo guzzisti ovviamente.
  • Due maceratesi ai vertici della sanità
    Ciccarelli promosso al Servizio Salute
    Genga nuovo direttore Asur Marche

    170 - Gen 14, 2014 - 13:55 Vai al commento »
        Mi domando: quali competenze "manageriali" possono aver acquisito taluni dirigenti "medici" messi a gestirei 4 miliardi di €, dopo essersi laureati in medicina ed essere diventati "primari" nelle loro rispettive discipline ?
    171 - Gen 14, 2014 - 13:51 Vai al commento »
    @ Cerasi, l'ubriacatura collettiva del tiro a piccione alla casta politica ( molto popolare e "facile"), benché pure necessaria, ha offuscato un po' la mente al "popolino" facendogli perdere di vista alcuni ALTRI centri di potere colossali: ovvero, i Dirigenti ed i sub-dirigenti che per anni stanno li ad amministrare/gestire quotidianamente miliardi di € . Proviamo  a valutare quanto vale oggi sul "mercato del potere" un Ciccarelli o un Carelli....   E' vero che alla fine sono i politici a metterceli ma ho la vaga sensazione che molte volte sono gli stessi Dirigenti  a "indurre" i politici a fare le scelte, tanto è il potere che hanno accumulato ( potere sotto ogni punto di vista).   Cosa fare ? Per quanto mi riguarda fare un repulisti generale di tutti i massimi dirigenti della sanità che da anni ( scambiandosi il posto come il gioco delle tre carte) di fatto gestiscono oltre l'80% del Bilancio regionale). Poi farei un bella selezione pubblica internazionale cercando di pescare persone competenti e soprattutto prive di "legami" storici con Dirigenti e politici di lunga data della Sanità marchigiana. Con una precisa regoletta: i medici facciano i medici  e al massimo dirigano progetti e dipartimenti clinici.
    172 - Gen 14, 2014 - 10:26 Vai al commento »
    La solita "promozione" all'italiana: l'unico modo per liberarsi di Dirigenti e del loro staff  amministrativo dopo che hanno raggiunto un potere smisurato e magari sempre più incontrollabile. Penso che la "promozione" di Ciccarelli al Servizio Salute abbia queste caratteristiche ma ho dubbi che possa essere efficace  dal momento che chi conta realmente nella Sanità "aziendalizzata" insieme  al Direttore generale dell'ASUR è la potentissima quanto "anonima"  figura  del Dirigente Amministrativo che "manipola" direttamente con le sue mani ben oltre 4 miliardi all'anno o gran parte di essi. Sono queste le figure ALTRETTANTO  POTENTI.  Ad esempio, basta limitarsi a "lavorare" su semplici "ristorni" ( sono tutte operazioni tecniche) di piccoli avanzi di spesa che possono verificarsi nelle numerosissime nicchie dei  famosi BUDGET assegnati ai centri di spesa ed ecco che si possono creare preziosissimi  TESORETTI  per diverse decine di migliaia di €.  Anzi, diciamo pure che possono essere assegnati  appositamente più fondi ad un determinato "centro di spesa" proprio nella consapevolezza che non potrà essere speso ( si dispone dell'andamento della spesa effettiva attraverso puntualissimi  "report ")   e quindi PRODURRE in modo paradossalmente trasparente un "tesoretto" .  Basta mettere insieme tante piccole ed "insignificanti" operazioni come questa e... VOILA' il TESORETTO E' SERVITO. TESORETTo che di fatto, ove appositamente creato, potrebbe rimanere a DISPOSIOZIONE della Direzione Generale e potrebbe essere distribuito, del tutto "legittimamente", come caramelle agli amici più fedeli e soprattutto senza tante possibilità di controllo sostanziale ( i controlli "formali" risulteranno sempre ineccepibili - è questa l'abilità più apprezzata dei Dirigenti Amministrativi).     Di solito queste figure ( Dirigenti Amministrativi) sono uomini di assoluta fiducia dei Direttori Generali ( Ciccarelli ad esempio ha voluto al suo fianco all' ASUR un  Dirigente Amministrativo di fede assoluta proveniente dall' Azienda di Macerata)  e  "lavorano"  lontano dai riflettori proprio perché hanno il compito delicatissimo di "gestire" concretamente l' enorme flusso di denaro sia in entrata che in uscita.   Quindi, grandi titoli e riflettori accesi per i Direttori Generali e invece nessun nome è mai alla ribalta per le Direzioni Amministrative, tra le quali la più potente di tutte come quella  dell' ASUR . Niente; silenzio assoluto. Come Mai  ?   Come mai nessuno  si prende la briga di approfondire il ruolo dei Dirigenti Amministrativi e se, nel caso specifico,  con Ciccarelli  verrà cambiato anche il suo "staff" amministrativo o se invece rimarrà al suo posto  per "aiutare" nuovo Direttore Genga nella sua difficile impresa ? Infatti, sarebbe interessante sapere se Ciccarelli nel frattempo "promosso" a massimo dirigente della sanità regionale, potrà ancora contare sul fatto che i suoi uomini di fiducia dell'area amministrativa dell'ASUR sono rimasti o rimarranno ai loro posti: in tal caso, quello che è stato un formidabile gruppo di potere diventerebbe ancora più potente.  La domanda è: che fine farà ad esempio il Dirigente amministrativo ASUR  Carelli ? Rimane al suo posto a " coadiuvare"  Genga a garantire una certa "continuità " gestionale ?    Altro che Assessori e Presidenti delle Regioni.        
  • Marangoni dopo la Sglavo: magari tornasse Mussolini!

    173 - Gen 12, 2014 - 20:38 Vai al commento »
    Sarà perché gli immigrati russi sono "amici" del compagno Putin a sua volta amico del venditore di tappeti di Arcore nonché attuale capo del partito di Marangoni ?
  • Esplode la crisi alla Cesare Paciotti
    Chiesto il concordato preventivo

    174 - Gen 11, 2014 - 0:10 Vai al commento »
    Ma questi sono imprenditori ?
  • Pd, Comi candidato
    alla segreteria regionale

    175 - Gen 11, 2014 - 15:14 Vai al commento »
      Caro Gianberdini penso che hai sbagliato bersaglio: io non aspetto di essere rottamato. Ho già fatto da solo. Tuttavia mi riservo il diritto di poter dire la mia anche se non piace. Ah... grazie per il vecchio. Però dai, a 60 anni potresti "rifilarmi un "maturo" o "molto maturo"...mi paiono un tantino più adeguati ( sotto ogni punto di vista) . O no ?  Ma so sempre 4 a cliccare "rosso" ? Su fate qualche telefonata...anche per cambiare numeri.
    176 - Gen 11, 2014 - 0:25 Vai al commento »
      @ Gianberdini, certo, se mi aspetto di "conquistare" consensi a Comi con i "cliccatori" di CM starei fresco; inoltre, i tempi cambiano: hai visto mai che invece lo abbia fatto di proposito il mio intervento  da buon "neo-rottamatore" ?
    177 - Gen 11, 2014 - 0:21 Vai al commento »
      Dopo aver riletto il mio "prolisso" commento ( visto mai fosse sfuggito qualcosa ?) osservo: dove avrei scritto che Comi è nuovo e...( per Peppe) dove avrei vantato suoi particolari meriti legislativi ? Quanto alle parentele "filiari" : in Italia è pieno di "figli e nipoti" e non soltanto in politica ( purtroppo). Non mi pare debba essere di per se una nota di demerito ( fino a prova contraria)    
    178 - Gen 11, 2014 - 0:13 Vai al commento »
    accidenti che vespaio !!!  E io che pensavo di "interloquire" con Peppe Bommarito. So prolisso ? Basta limitarsi a passare oltre ( i miei commenti). O no ?
    179 - Gen 10, 2014 - 12:05 Vai al commento »
    Interessante la "provocazione" di Bommarito : "perché non Morgoni segretario regionale in qualità di renziano della prima ora " ?   Non mi sfugge che sei un profondo conoscitore della politica e ANCHE della "sinistra locale". Più la rileggo e più la trovo veramente fantastica Peppe !!!    Allora, voglio stare al "gioco" di Peppe facendo finta che sia una vera domanda  e non una provocazione e mi domando e domando: per quale motivo vi sarebbero "differenze",  a parte i ruoli ovviamente diversi, tra il "nuovo Renzi" e il "vecchio Comi"  e coerenza invece tra il "nuovo Renzi" e il "vecchio Morgoni"  e di conseguenza tutta la giaculatoria francamente un po' stantia su quelli della prima e della seconda ora? Renzi e Comi hanno la stessa età,  ambedue hanno iniziato a fere politica nel PD da oltre una decina di anni,  ambedue provengono da esperienze amministrative locali (Renzi Presidente della provincia di Firenze poi Sindaco di Firenze; Comi consigliere comunale/assessore e poi Consigliere regionale); ambedue si sono mossi all'interno del PD ANCHE attraverso le cosiddette "correnti" ( oppure si pensa che Renzi non abbia organizzato  " sue correnti" in quel di Firenze ?); ambedue, benché giovani, provengono dai partiti storici che hanno fondato il PD ( Renzi dai Popolari/Margherita; Comi dal PDS/DS ); infine, ambedue, a loro modo sono stati artefici di battaglie di rinnovamento contro gli "apparati" locali che li hanno preceduti .  Dunque, non comprendo proprio certi distinguo tra nuovo e vecchio ( sia in termini politici che di "pratiche correntizie" ): semplicemente sono ambedue nuovi ( nel senso di nuova generazione politica del PD)  e al contempo "vecchi" della politica.  Concordo con chi va un po' oltre questa sterile distinzione ( vecchio e nuovo) e si spinge ad "aspettare"  una valutazione sui contenuti reali di cambiamento ( stesso ragionamento fatto per la Lambertucci, pure Lei non esattamente digiuna di politica ed amministrazione ). Infine, francamente un minimo di competenza ed esperienza per chi si affaccia ( "nuovo") nella politica ai massimi livelli di responsabilità  mi pare un requisito non di secondaria importanza, vista l'ignoranza ( nel senso di non "conoscere" ) che regna sovrana.  Ci dovrà pur essere una via di mezzo ragionevole tra una classe politica  irrimediabilmente "corrotta" da lunghissimi decenni di pratica politica e potere  di governo che va certamente cambiata e una nuova classe politica che si accinge a sostituire la vecchia senza per questo essere priva di un minimo di esperienza e competenza politica ? Oppure veramente si pensa che il primo CITTADINO che arriva, quand'anche espresso da un movimento "forconista", con un paio di "affanculo" e un "tutti a casa"  è in grado di cambiare realmente le cose ? Ecco perché per quanto mi riguarda  penso che i Renzi, i Comi, i Lambertucci/Antinori ( benché non condivida del tutto quello che esprimono)  vadano prima messi concretamente alla prova e poi eventualmente SFANCULATI ( che va tanto di moda e oggi fa tanto cittadini assolutamente "vergini" ).   Per quanto mi riguarda se Comi diventasse Segretario regionale del PD gli chiederei prioritariamente di non fare l'equilibrista per galleggiare fra le "correnti" e di essere un vero elemento di rottura a partire dalla nettezza delle posizioni e delle proposte: in primo luogo che abbiano il requisito di essere chiare,  nette e collocate all'interno di un preciso "progetto politico" ( poi ognuno decide se condividere e sostenere oppure no).   Esattamente l'auspicio/richiesta che ho rivolto alla pur non "nuovissima" Teresa Lambertucci: e mi pare che fin dai primi passi Lambertucci si muova in questa direzione . Non vedo perché non possa farlo anche Comi. Io eventualmente lo aspetto al varco.  
  • “La Primo Moretti non si tocca”
    La solidarietà dei guzzisti corre sul web

    180 - Gen 10, 2014 - 10:45 Vai al commento »
    Il management ( Piaggio)  dimostra proprio di essere ignorante. Sarà bravo a fare i numeri ( ma ne dubito visto l'andazzo delle vendite dei marchi che controlla) ma è assolutamente inadatto a maneggiare marchi ( e storie) prestigiosi come Guzzi, Gilera e la stessa Paggio.  Questi dimostrano semplicemente di essere markettari delle stock options e confermano  inesorabilmente il loro ruolo strategico  nella rovina totale del settore manufatturiero: insomma dove arrivano loro ( i geni delle stock option) in poco tempo lasciano macerie e desolazione e se ne vanno con le tasche piene. Bastaaaa!!!  La Guzzi è in affanno e che si inventano ?   Il ritiro della licenza alla concessionaria Primo Moretti ( un pezzo di storia della Guzzi esattamente come Mandello sul Lario). Cioè, vista la incapacità progettuale dimostrata in questi anni, la scarsa innovazione di prodotto, invece di puntare sul marchio,  sul rafforzamento e la valorizzazione in una preciso mercato di nicchia ( richiamo del marchio, storia, luoghi, rituali celebrativi ecc.) che fanno ? Inducono alla chiusura  quello che dovrebbe essere uno dei capisaldi su cui fondare una strategia commerciale che sopperisca alla impossibilità di competere con i numeri produttivi.   Mi domando: chi è quell'ignorante che ha immaginato questa brillante operazione di "marketing" ?  Cosa ne ricava  la Guzzi da questa geniale idea ?
  • Cittadinanza, la replica di Marangoni:
    “Morgoni è un finto democratico”

    181 - Gen 7, 2014 - 10:04 Vai al commento »
    Ecco, per raccattare altri "mi piace" a Marangoni gli mancava di evocare i Forconi.  Fantastico Marangoni !
  • Insulti su Facebook a Kyenge e Boldrini:
    “Marangoni incapace di affrontare i problemi”

    182 - Gen 8, 2014 - 17:03 Vai al commento »
    Come volevasi dimostrare: l'importante è che si parli di me ( ha pensato Marangoni). Operazione perfettamente riuscita.  Meglio una battuta squallida pur di stare un po' a galla che sprofondare inesorabilmente nell'anonimato più squallido
  • Primo Moretti perde
    il marchio Moto Guzzi

    183 - Gen 6, 2014 - 10:21 Vai al commento »
    Sono motociclista da oltre 40 anni e anche se non ho mai posseduto Guzzi  (ho preferito altri "generi" ) ho sempre ammirato lo stile e la grandissima personalità delle moto della casa. Per qualsiasi motociclista che ama veramente il motociclismo,  GUZZI  è "la motocicletta"   e  la "Primo Moretti" è il luogo dove si può vedere, ammirare, toccare e se possibile acquistare "la motocicletta". Sono veramente dispiaciuto per la chiusura del negozio. Francamente è incomprensibile anzi, cervellotica questa scelta della Piaggio: da cosa è dettata ? La concessionaria non fa numeri ? Quand'anche fosse vero, e allora ? Questi della Piaggio sono un branco di pazzi furiosi ed incompetenti per giunta. Ma la Storia ed il valore di un marchio e di un luogo quasi sacro per il motociclismo "guzzista" e non solo non valgono niente ? Ma è concepibile che questi marckettari nostrani delle stock options possano essere messi a capo di veri e propri pezzi di storia ?  Non hanno nulla da imparare da marchi RINATI e rilanciati alla grande come Triunph ad esempio che hanno puntato tutto sul nome prima ancora che sui contenuti ? Andatevene a fare danni nelle vostre case per favore. Ignoranti!  Se avessero avuto un briciolo di sale in zucca alla  Piaggio,  avrebbero dovuto far diventare la prima concessionaria Guzzi di Primo Moretti il secondo luogo di culto del marchio dopo Mandello; con tanto di eventi per i "guzzisti" di tutto il mondo.  Altro che "ritirare la licenza" . Manager Piaggio = cialtroni. Andatevene via.
  • Enzo Marangoni manda a quel paese
    Cécile Kyenge e Laura Boldrini

    184 - Gen 5, 2014 - 11:36 Vai al commento »
    Marangoni, al pari di tantissimi altri politici, francamente non ha più tanti argomenti per poter parlare con la così detta ggggente senza rischiare di essere sonoramente fischiato e sbeffeggiato o forse anche peggio (bisogna dargli atto che probabilmente se ne sta rendendo conto). Dunque la butta in battute "popolari" ( diciamo modaiole de sti tempi) nella speranza guadagnare qualche "mi piace", rimanere ancora a galla per un po', far circolare COMUNQUE il suo nome e tirarsi su il morale da sotto i tacchi. Marangoni, dopo lo stato confusionale che si è auto-procurato con le numerose giravolte politiche di questi ultimi anni, diciamo che sta "lavorando" per fare chiarezza in promo luogo con se stesso e tentare di rimettersi in sintonia ALMENO con qualche elettore e vedere l'effetto che fa circa le possibilità in casa F.I. ( o altre liste similari) di poter ottenere un posto "sicuro" alle prossime elezioni regionali.  Stamane, sarà lieto di vedere che la sua battutina da strategia della comunicazione, nel bene o nel male ha suscitato un discreto  interesse su C.M. ( su facebocche invece ? Chissà...):  sono quasi certo che stamattina è un  Marangoni gongolante ... " ca**o, oggi si parla di me in rete e sulla stampa".   Mi viene da dire PORACCIO . Leggendo alcuni commenti, noto che a parte la comune esecrazione  d'ordinanza ( come si dice ? "politicamente corretta") per la volgarità del messaggio, in taluni casi si apprezza invece ( e si rivendica orgogliosamente) il lungimirante contenuto dello stesso; in particolare coloro che lamentano una presunta "rapina" di posti di lavoro da parte dei famelici immigrati.  Bene, consiglierei a costoro di riprendersi giustamente il "lavoro" che è stato loro sottratto e, ove disoccupati, andare a raccogliere arance, clementine, pomodori ed altri ortaggi a piacere alla paga di 3/4  € all'ora ( quando va bene), al lordo della "tangente/ pagamento delle spese" da dare al caporale che ogni mattina alle 4 lo raccoglierà con il suo "pulmino" per portarlo al posto di lavoro. Mandiamo a casa gli immigrati, affanculo la ministra e via, tutti a lavorare.  In bocca al lupo. 
  • Crescono gli affitti a Macerata

    185 - Gen 3, 2014 - 12:27 Vai al commento »
    E' la cosiddetta  legge di mercato: aumenta la richiesta di affitti ( meno soldi per comperare); aumenta il prezzo di affitto. Semplice no? Certo, se ci fosse una seria politica della casa ( di proprietà o in affitto) pubblica ( con investimenti pubblici consistenti), anche il mercato si darebbe una "calmata".
  • Unicam a Civitanova, c’è la trattativa
    Silenzi: “Da Unimc uno sfregio alla città”

    186 - Gen 5, 2014 - 19:01 Vai al commento »
    Evidentemente è concentrato nelle sue di pratiche solitarie, Sig. Biondi.  Ne prendo atto. Continui pure in tutta tranquillità a fare orecchie da mercante... Intanto, a proposito di ciurlamento nel manico ancora aspetto una risposta precisa alle mie obiezioni di merito. Stia tranquillo, non si agiti troppo; è solo un modo di dire e so perfettamente che non arriveranno mai.   La lascio con l'imput della canzone di Bertoli che Lei in modo così lungimirante ha evocato ( non capendone una mazza del suo significato complessivo, se mi permette): " e adesso che farò non so che dire, e ho freddo come quando stavo solo  ho sempre scritto i versi con la penna, ho sempre odiato i porci ed i ruffiani, e quelli che rubavano  un salario i falsi che si fanno una carriera, con certe prestazioni fuori orario...". Le consiglio di leggersela tutta invece di estrapolare una frase per puro comodo. Auguri di buona prosecuzione.
    187 - Gen 5, 2014 - 12:57 Vai al commento »
    Sig. Biondi, dovrebbe imparare a documentare le sue critiche e rispondere con precisione a precise domande invece che  avventurarsi su terreni che francamente sembrano troppo ostici per Lei. Lei, in tutta evidenza, fa finta di non capire. Infatti, io ho parlato di dati sulla base dell'articolo redatto da C.M. ( che ci ospita) e non di generiche proteste o eventuali generici peana apparsi sulla stampa la scorsa estate. Quando commenta si fa interprete di qualcosa o qualcuno oppure esprime una sua personale considerazione sull'argomento ? Altro che "maanche"; pur avendo voluto ostentare  il suo informarsi sulla "patria" del sottoscritto ( io non ho scritto da nessuna parte di essere di Tolentino) Le posso dire, da "tolentinate" di  lasciar perdere i luoghi comuni perché a mio avviso sono argomenti piuttosto debolucci oltre che risibili e un tantino stucchevoli. Converrà che di tutto questo gran confrontarsi rimane il fatto inoppugnabile è che Lei continua a non rispondere a domande NON RETORICHE che ho posto e che con l'occasione  ripropongo:  è vero o non è vero che l'Amministrazione di Civitanova ha speso "solo" 50.000 € per la stagione estiva ? E' vero o non è vero che il "panettone" è stato rimosso e lo spazio che occupava  è oggi  fruibile in sicurezza da parte tutti? Ci provi; si documenti e ci provi. Poi vediamo chi ciurla nel manico. In merito alle proteste registrate dalla stampa, le ho lette ( mentre "fruivo" dei vosrtri bellissimi Lidi) e Le chiedo: per caso la stampa ha intervistato TUTTI i commercianti di Civitanova e ne ha tratto precise percentuali, oppure si è limitata a registrare ALCUNI  pareri e le proteste dei soliti noti, magari irrimediabilmente "orfani" dei passati splendori (esattamente come lei mi pare di aver capito)?   Voglio dire, le risultanze degli articoli di stampa che lei richiama come fossero  Vangeli sono effettivamente rappresentative delle intere categorie interessate? Eventualmente lo può dimostrare ?   
    188 - Gen 4, 2014 - 16:46 Vai al commento »
    Prendo atto che il mio commento non è stato troppo gradito ( anzi, per niente); oltre alla replica assai documentata del Sig. Biondi ho potuto constatare l'evidente squilibrio tra i "mi ipiace e i "non mi piace".  Pazienza, me ne faccio una ragione, anche perché sono quasi certo che i "lettori/ cliccatori" del trhead  sono mediamente gli stessi che hanno già espresso la loro opinione sulla vicenda ( basta fare due conti). In ogni caso, non era e non è mia intenzione addentrarmi in cose che non conosco. Da non residente a Civitanova ma da ex pendolare per lavoro e da odierno "fruitore" del suo litorale ( ( oltre che per aver un legame affettivo forte per la città), mi sono limitato a fare delle considerazioni sulla base esclusiva degli elementi contenuti nell'articolo di CM e sui primi commenti che ho letto. Tanto per chiarire le motivazioni delle mie considerazioni ( per chi interessa, ovviamente), a titolo di esempio dico semplicemente che nelle dichiarazioni di Silenzi non viene neanche sfiorata la parola "bonifica" ( salvo precisazioni successive) e dunque non posso dire che ha affermato una cosa non corrispondente al vero. la questione è: è vero o non è vero che la "collinetta" è stata rimossa e lo spazio è stato restituito alla collettività in modo del tutto fruibile e sicuro ( questa è l'affermazione che ho letto nell'articolo) ?  Così come all'affermazione che sono stati spesi "solo" 50.000 € a carico della pubblica Amministrazione e il restante a carico di sponsor privati, non si smentisce con un "non è vero" con tanto di prove documentali a sostegno ( ad esempio il rendiconto delle spese pubbliche in PDF ed eventuali dichiarazioni di sponsor che non hanno più intenzione di contribuire)  ma si preferisce "virare" sulla presunta aleatorietà delle entrate da parte dei privati. E così,  sulla presunta insoddisfazione  dei commercianti,  si preferisce "affermare con assoluta certezza" che "era meglio prima" piuttosto che portare dati e/o testimonianze concrete da parte di associazioni rappresentative di commercianti, e così via elencando...        Da qui la mia constatazione, che ribadisco per intero, del fatto che noi italiani siamo affezionati al "benaltrismo" e ci resta difficilissimo stare sul pezzo delle questioni che si pongono, specialmente se siamo impegnati in  qualche modo in politica: sia nel ruolo di giocatori/protagonisti, sia nel ruolo di semplici tifosi.    Infine, proprio da parte di "giocatori e/o tifosi" della politica  trovo francamente risibile lo "scandalizzarsi" per il fatto che un Amministratore vanti ( spesso millantando, su questo concordo) il suo operato: non ho mai visto fare il contrario e lo trovo del tutto "in linea", per quanto non corretto,  con quanto fatto nel passato dalle precedenti Amministrazioni e con quanto stanno facendo anche oggi TUTTE le amministrazioni ( di tutte le città, province,  regioni, e Governi nazionali ). Saluto e ribadisco pure i miei migliori auguri di Buon 2014 a  "tifosi" e "giocatori".    
    189 - Gen 3, 2014 - 13:09 Vai al commento »
    Non sono de citanò ( ma ci ho lavorato per un buon periodo e amo questa città) però  seguo con interesse la discussione: dal mio punto di vista mi pare evidente che molti commenti negativi sono firmati ( nickname o non nickneme ) da "addetti ai lavori" che talvolta evitano accuratamente di rivelarsi come tali ( si deduce dalla cadenza puntuale e dai soliti contenuti dei loro commenti ) e talvolta con la pretesa di rappresentare l'opinione pubblica, mi pare. Ovviamente ciò è anche possibile, tuttavia sembrerebbe doveroso aspettare riscontri un tantino più plausibili ( tipo elezioni ad esempio), altrimenti  diventa pura propaganda politica. Ora, posso anche capire che uno come Silenzi susciti sentimenti ( politici) "forti" e contrastanti, fuori e dentro la sua "parte politica"; d'altro canto è innegabile che sia ( nel bene e nel male) un personaggio politico di un certo spessore. Tuttavia   mi pare innegabile che sui temi da lui esposti non vi siano state smentite clamorose: sono fatti inoppugnabili oppure no ?  E' vero  o non è vero che il famoso "panettone" ( che anche io ho avuto modo di "ammirare  " a suo tempo) è stato eliminato ? E' vero o non è vero che la stagione estiva è costata "solo" 50.000  € ? E' vero o non è vero che le attività ludiche e culturali hanno prodotto risultati soddisfacenti sul piano delle presenze estive ( Civitanova vive o non vive ANCHE di turismo estivo ?) . A me pare questi i temi su cui eventualmente criticare l'intervento di Silenzi. E francamente non vedo neanche cosa ci sia di strano che un Amministratore descriva, tramite conferenza stampa, ciò che è stato fatto e l'eventuale giudizio che ne da: lo fanno tutte le Amministrazioni mi pare . Su altri temi sollevati mi pare conveniente sollecitare CM ad aprire appostiti capitoli: in quel caso diventerebbero i luoghi adatti per discuterne con lo stesso Silenzi qualora decidesse di dare spiegazioni. Altrimenti mi pare proprio il classico "benaltrismo" all'italiana  che ci è tanto caro. Auguri a tutti i "pesciaroli" da parte de un "pecorà".
  • Pd, Antinori chiude a Morgoni:
    “Non sono in cerca di posti, maggioranza organizzata in modo militare”

    190 - Dic 29, 2013 - 13:05 Vai al commento »
    Un congresso non servirebbe farlo se non fosse l'occasione per un confronto tra le idee e le persone che le sostengono. Possiamo chiamarle come ci pare ( "spartizione" ) ma resta il fatto che le cariche sono il risultato logico e perfino ovvio di un Cogresso. per l'appunto,  cosa ci sarebbe di tanto strano dal momento che un Congresso serve ANCHE a questo ?   Dunque, stabilito e chiarito chi ha vinto e chi ha perso anche attraverso il posizionamento delle cosiddette "cariche", concordo sul fatto che DOPO debba essere fatto ogni sforzo, a partire da chi ha vinto,  per ricercare una sintesi il più possibile unitaria, pur sapendo che talune  differenze permarrebbero ( i motivi del Congresso). Sotto questo punto di vista a me pare che nella sostanza Teresa Lambertucci abbia per prima dato un forte segnale di discontinuità rispetto al passato anche recente. L'apertura alla minoranza di partecipare alla segreteria e addirittura il ruolo di Vice Segretario affidato al suo competitore ( dunque alla gestione politica quotidiana del partito), è la risposta precisa e concreta ad una esigenza obiettiva di cambiamento e pure ad una richiesta perpretata  dalla minoranza per quattro anni consecutivi nel precedente periodo congressuale. Il problema non è  quello di misurare preventivamente la sincerità dell'offerta;  la proposta è stata fatta e reiterata con chiarezza e per la prima volta nelle sedi opportune ( Assemblea provinciale - anche io ne faccio parte) e Antinori l'ha rifiutata rilanciando con altra proposta che la  maggioranza aveva ritenuto di non fare ( con quale speranza concreta di vederla  accolta ?). Questi sono i fatti inoppugnabili.  La politica è fatta di atti concreti e di treni che passano; tutto il resto mi pare francamente fuffa tatticistica rigorosamente derivante da logiche piuttosto vecchiotte. Ed è un vero peccato che Antinori non abbia colto l'occasione per liberarsene.    
    191 - Dic 28, 2013 - 15:17 Vai al commento »
    Cara redazione di CM, i commenti n. 9 e n. 10 del sottoscritto vanno in ordine invertito. Grazie.
    192 - Dic 28, 2013 - 11:58 Vai al commento »
    Ho questo maledetto vizio di scrivere un po' di getto e rileggere solo DOPO aver fatto "invio": qualcosa si può correggere ma non tutto. Mi scuso per gli errori.
    193 - Dic 28, 2013 - 14:49 Vai al commento »
    Caro Peppe, innanzi tutto  ti ringrazio  per le considerazioni che esprimi sempre benaccette e stimolanti, ovviamente anche quando non condivise o non indirizzate a me personalmente. Poi, colgo l'occasione per augurai un Buon 2014 a  te, alla redazione di C.M. e a tutti i lettori e commentatori del giornale.    Purtroppo ( per me)  non sono nato ieri e mi rendo conto perfettamente della  situazione "capi bastone" nel PD. Mi piace però farti notare che la situazione del PD è mediamente tipica di una qualsiasi organizzazione partitica ( di quelle poche c he sono rimaste) o di massa dove, condivise nel bene o nel male le regole dello stare insieme, si confrontano liberamente opinioni, idee, aggregazioni e pure posizioni di potere. Mi permetto di dire che al solo avvicinarsi delle opportunità concrete di potere pubblico, in TUTTE le formazioni politiche, NESSUNA ESCLUSA, si "vivacizzano" le differenze di opinione ...chissà perché... Trovo quindi assolutamente "pelose", per non dire strumentali le critiche al funzionamento del PD provenienti da chi ha militato o milita o simpatizza per altre forze politiche, qualunque esse siano, ci tengo a sottolinearlo.    Insomma, tornando al PD, i congressi, i confronti anche feroci, i "capi bastone", le aggregazioni, i posizionamenti dei rispettivi eserciti  , le correnti di pensiero,  alla fin fine sono l'anima di un partito, nel bene e nel male .  Il problema non sta tanto nel denunciare scandalizzati o meravigliati tali situazioni ( è necessario pure questo, certamente), quanto nel contenerle e convogliarle nell'ambito di una giusta ed UTILE  dialettica. Utile a chi ? Ecco la seconda questione di fondo: utile al bene comune ( locuzione abusata di questi tempi - ognuno  la vede a modo suo in merito al "bene comune"); diciamo allora quanto meno utile a portare avanti le idee  e i principi del partito nel quale si milita.  Dicevo sono l'anima di un partito nel bene e nel male. Cosa assolutamente impossibile in partiti dove il fondatore e il padrone sono generalmente la stessa persona e dove la questione dei "capi bastone" esiste solo in funzione della "vicinanza" o "lontananza" al pensiero o alla adulazione del capo. Tra quest'ultimi e il PD personalmente scelgo di gran lunga la "capobastoneria" del Piddì: quanto meno  posso sempre "sognare" di cambiare la situazione ( o di provarci- cosa questa impossibile in altre situazioni) e di mandare affanculo ( si può dire, oggi va molto di moda e fa tanto "telematico") il mio "capo-bastone" senza per questo essere mandato affanculo fuori dal partito. Ecco, pur non negando che anche personalmente " appartengo" ad una corrente, nell'ultimo congresso ho sostenuto Teresa Lambertucci e lo avrei fatto anche se la "mia corrente" avesse deciso diversamente, perché conoscendola un po', ho visto in Lei non  il "nuovismo" a tutti i costi spesso totalmente vuoto di contenuti e di ideali, ma la giusta dose di indipendenza,  competenza e discreta  ( e utile) esperienza politica e amministrativa, nonché una buona dose di grinta ed una qualità di genere che di per sé l'ho sempre  considerato un valore aggiunto. Ci credo, e ci ho creduto pure quando ha fatto la proposta ad Antinori ( altro giovane che conosco di eccellenti qualità personali e politiche). Penso anche io sia stata una proposta autenticamente unitaria anzi, per la precisione un invito a non rimanere nelle "reciproche sponde congressuali" e fare qualcosa di autenticamente rivoluzionario: approfittare della situazione per tentare di "fregare" o iniziare a "fregare" i famosissimi "capi bastone" che tanto si sono impegnati nel posizionare i propri "giovani" nello scacchiere del PD. Bene, penso che Lambertucci intenda percorrere questa strada e Antinori ha sbagliato a non sfidarla su questo terreno sganciandosi da vecchie logiche correntizie;  da qui deriva la mia profonda delusione nei suoi confronti. Certo, se Teresa Lambertucci fosse sostenuta  e coadiuvata proprio da Antinori ( e forse molti altri giovani oggi ancora un po' nell'ombra) il percorso potrebbe essere meno accidentato di quello che prevedibilmente sarà e il risultato più conseguibile di quello che si potrebbe auspicare nelle condizioni date.     
    194 - Dic 27, 2013 - 11:33 Vai al commento »
    Non posso che ripetere la domanda fatta ad Antinori in un mio precedente commento, rimasta rigorosamente inevasa: ma se non è rilevante il ruolo in Segreteria provinciale ( nel caso specifico quello di Vice Segretario), come mai nel precedente periodo congressuale ( gli ultimi 4 anni)  i "capi bastone" ( perché è innegabile che se vi sono capi bastone in maggioranza ve ne sono pure nella minoranza) della tua corrente ogni giorno chiedevano a Broccolo di allargare la Segreteria a loro rappresentanti ? Anche allora il Segretario e la maggioranza veniva accusata di "sordità" politica. O no ?  Oggi che il congresso ha eletto un nuovo Segretario e la sua maggioranza ancorché  "sorda"  apre decisamente a quanto richiesto per 4 anni consecutivi dalla medesima minoranza ( Broccolo veniva bersagliato di critiche ogni giorno e l'altro pure), come mai diventa imprescindibile la carica della Presidenza dell'Assemblea dato che nel precedente periodo congressuale non vi passava neanche per l'anticamera del cervello farne un punto di rivendicazione al posto dell'ingresso  in Segretaria ?   Ho il vago sospetto che il concetto di unità dei capi bastone della minoranza sia molto personale: Se si vince è garantito il fatto che abbia vinto l'unità; se si perde ha vinto il "sistema correntizio" degli altri capi bastone. Poi arriva una proposta NON PREVISTA e realmente unitaria da parte di Teresa Lambertucci ovvero, stare in segreteria come Vice Segretario insieme ad ulteriori componenti della minoranza e gestire quotidianamente il partito in modo unitario insieme al nuovo Segretario, e salta tutto lo schemino già predisposto e ricalcante  la "tiritera" del precedente congresso. Certo, a questo punto bisognava introdurre una "variante" per motivare il solito disimpegno: et voilà che arriva la genialata della Presidenza dell'Assemblea. Per favore Mario lascia perdere l'argomento dei "capi -bastone": ti è stata offerta la possibilità concreta di farli fuori tutti ( i tuoi e quelli della maggioranza) e tu l'hai rifiutata. Il dato di fatto è questo.   
  • Morgoni: “Basta correnti
    e capobastoni nel Pd”
    E lancia il suo appello ad Antinori

    195 - Dic 23, 2013 - 17:12 Vai al commento »
    Non per fare l'avvocato difensore di Morgoni ma la sua affermazione più rilevante  è: "quella di cui sto parlando è una proposta vera che creerebbe scompiglio non solo nelle fila di chi lo ha sostenuto ( Antinori) ma anche tra quelli che hanno appoggiato Teresa Lambertucci".  
  • Germano Ercoli tra impresa e politica
    “I forconi hanno ragione”

    196 - Dic 22, 2013 - 16:14 Vai al commento »
    I forconi hanno ragione (de sti tempi fa prendere molti applausi e tanti "mi piace"). Dunque pure Ercoli ha ragione (ci mancherebbe, è un "imprenditore" e gli imprenditori hanno sempre ragione e sono invidiati). Infatti, insieme a questa classe politica, dovrebbero andarsene definitivamente a casa pure la "classe elettorale" che per 20 e passa anni l'ha ripetutamente e convintamente votata. O no ?  Altro che invidia.
    197 - Dic 21, 2013 - 19:14 Vai al commento »
    E poteva esse che non fosse "solidale" con il movimento dei forconi !
  • Giovanni Montaccini
    è il nuovo segretario generale
    del Comune di Macerata

    198 - Dic 21, 2013 - 19:11 Vai al commento »
    E' un eccellente dirigente della Pubblica Amministrazione, molto preparato. In bocca al Lupo Dott. Montaccini
  • Forza Italia chiede un assessore al sindaco

    199 - Dic 21, 2013 - 14:58 Vai al commento »
    Peppe dagli n'assessore  sennò non sono "adeguatamente rappresentati
  • Teresa Lambertucci:
    “Voglio Antinori come vicesegretario”

    200 - Dic 23, 2013 - 16:57 Vai al commento »
    A parte che non mi pare proprio di aver parlato di "catene".  Allora diciamo che Antinori ha ascoltato e seguito il "consiglio" di Pinco Pallino se per te è meglio.  Per tutto il resto confermo quanto sopra detto. E aggiungo: sul fatto che la Vice Segreteria  e se vogliamo pure la Segreteria non esistano nello Statuto non ci piove. Allora mi chiedo come mai nello scorso periodo congressuale per quattro anni la minoranza di allora ( che è la medesima di oggi) un giorno si e l'altro pure si sgolava a chiedere posti in Segreteria (accanto al "solitario" Broccolo) per garantire una "vera unità" ? Ti ricordi ( se non ricordi chiedi conferma a Pinco Pallino) ? Come mai i Pinco Pallino negli anni scorsi non chiesero la Presidenza per riunire l'Assemblea più di due  volte all'anno e così "elaborare" la linea del partito che era guidato da  Broccolo  e Areadem ?  Lo Statuto era diverso ?  Hai visto mai che se i Pinco Pallino l'avessero chiesta ( la Presidenza) gliela avrebbero data anche per non sentire più la tiritera quotidiana della "segreteria unitaria" ?   Una ultima cosa : più che attardavve a parlà dei "retroscena" ( che non frega una mazza a nessuno) me sa che è meglio che vualtri Pinco Pallino ve spiccete a capì che la Segretaria provinciale è Teresa Lambertucci e che soprattutto è stata eletta con le primarie. O almeno che lo faccia Mariuccio Antinori.    Auguri Gianberdì
    201 - Dic 21, 2013 - 17:48 Vai al commento »
      Ho partecipato all'assemblea provinciale nella quale Lambertucci ha proposto esplicitamente ad Antinori di entrare in Segreteria insieme ad altri rappresentanti della sua area ed assumere il ruolo di Vice Segretario allo scopo di avviare un reale processo unitario  unitamente ad un rinnovamento dei vertici del Partito ( non solo i giovani dell'area "renziana" ma lo stesso Antinori e molti altri delegati giovani della sua area rappresentano un segno sostanziale di rinnovamento). Francamente non capisco il rifiuto e la controproposta di assumere la Presidenza del Partito ovvero: si rinuncia ad entrare in Segreteria e praticare OGNI GIORNO una gestione unitaria oltre che una vera azione di rinnovamento e si preferisce acquisire una una posizione del tutto  simbolica come quella della Presidenza dell'Assemblea dei delegati  che non si riunisce più di 4-5 volte all'anno. Dispiace che Mario Antinori non abbia avuto la forza di "sganciarsi"  dalle posizioni di Silenzi ( intervenuto per sostenere e rivendicare la "presidenza" ) e cogliere la opportunità offerta da Lambertucci di iniziare quanto meno a dare un taglio con il passato. Mi auguro che Antinori e i molti giovani della sua area rivedano la loro posizione e si assumano maggiori responsabilità rispetto alla necessità di procedere rapidamente ad una svolta politica che metta fine a lunghe quanto inutili ( e dannose) battaglie correntizie. Bene ha fatto Teresa Lambertucci a  reiterare l'invito ad accettare la proposta e a ritenerla valida anche per il futuro prossimo. L'importante che tutto non si trasformi in una tiritera che rischia di trasformarsi nel solito tormentone che dura all'infinito: praticamente fino al prossimo congresso. Meglio procedere rapidamente nel lavoro di ricollocazione del PD nelle "problematiche" reali che affliggono il Paese ed il nostro territorio.  
    202 - Dic 21, 2013 - 17:26 Vai al commento »
    @Leopolda Macerata   Che senso ha il tuo commento ? Pensi realmente che se la maggioranza degli iscritti non si fossero convinti che si trattava della migliore soluzione, i "purissimi  renziani della prima ora" avrebbero vinto il Congresso di Macerata ? Su, non scherziamo.   
  • Anche Giuliano Bianchi
    tra i cavalieri al merito
    Ma non si presenta in prefettura

    203 - Dic 21, 2013 - 14:12 Vai al commento »
    Massimo Giorgi ha  riportato con precisione come si arriva alla proposta  di nomina a Cavaliere   o alla attribuzione di ad altre onorificenze a "cittadini emeriti". Francamente questo tentativo da parte del Prefetto di "svignarsela" sminuendo il ruolo delle Prefetture a mere passacarte lo trovo sgradevole. Le "istanze presentate da terzi" vengono inviate in Prefettura. Poi, c'è un apposito ufficio che se ne occupa ed ha il compito di approfondire ed accertare lo stato delle cose. Finita l'istruttoria, il Prefetto FIRMA e se positiva, l'Ufficio della Presidenza della Repubblica nel 999% dei casi si attiene alle risultanze delle Prefetture ( salvo le nomine decise direttamente dal PdR - e sono poche ogni anno) e concede l'onorificenza. Dunque, è la Prefettura che SOSTANZIALMENTE decide se un tizio "merita" di ricevere una onorificenza oppure no. Ciò  vuol dire che il Prefetto di Macerata ( e gli uffici della Prefettura ) hanno nei fatti deciso che Costa e Bianchi meritassero il titolo di Cavalieri. Si aggiunga che la stessa segnalazione "pervenuta da terzi" ( CHI ?) e la fase di istruttoria che ne è scaturita si sono svolte nel pieno delle vicende Banca Marche ( non si può dire che non si avessero elementi "pubblici" per  "approfondire e vederci chiaro" )   e per taluni personaggi, non si tratta di un "piccolo periodo" della loro attività ma di un lunghissimo periodo di impegno proprio nelle massime responsabilità della Banca che oggi sta rischiando di colare a picco. Dunque, il Prefetto avrebbe avuto tutte le ragioni per assumere un atteggiamento prudente e di buon senso: quanto meno "sospendere" la procedura e riprenderla nel 2014 ( sperando che nel frattempo alcune posizioni si chiarissero meglio) se proprio non "poteva dire di no" a certe "segnalazioni".   C'è poco da girarci intorno Eccellenza: Lei ha fatto una "eccellente" caz**ta facendo fare una figura barbina perfino alla Presidenza della Repubblica.  Buone Feste a tutti 
  • Cosmari, arriva il nuovo Cda
    Sparvoli confermato presidente

    204 - Dic 17, 2013 - 10:17 Vai al commento »
      Ci sarebbe anche da ricordare che il C.d.A e il presidente ( e Vice Presidente), da qualche tempo  non percepiscono più emolumenti. 
    205 - Dic 17, 2013 - 10:14 Vai al commento »
    I componenti dell'Assemblea del COSMARI sono i Sindaci dei 57 comuni ( è noto da decenni che le cose stanno così); queste sono le regole di funzionamento Consorzio. I Sindaci non sono stati "nominati" ma votati dai rispettivi cittadini. Poiché i Sindaci ( o i loro delegati)  hanno eletto il C.d.A e all'unanimità il Presidente, sarà facile individuare a ciascun cittadino il comportamento del proprio Sindaco e, se non gradito, chiedere di renderne conto ai propri cittadini. Semplice no ?  
  • Ex carceri, il Comune replica al Pd: “Critiche strumentali”

    206 - Dic 16, 2013 - 15:11 Vai al commento »
    Dopo 6 anni ( nel frattempo spesi 70.000 € ) il comune incomincerà  a "guadagnarci" qualcosa: mi pare un eccellente investimento do danaro pubblico sotto questo punto di vista.  Bravi, è così che si fa girare l'economia. Altro che critiche, bisogna elogiarli pubblicamente !! Ora chiedo un piccolo sforzo: il comune faccia una bella ricerca sugli immobili di sua proprietà e li offra, previa ristrutturazione sulla base delle indicazioni dei richiedenti, ad altri operatori economici ( ristoratori, negozianti, baristi ecc. ecc. ) in modo tale che ALTRI cittadini possano usufruire di questo meraviglioso e funzionale servizio all'economia locale ( investimenti strutturali pari a zero). Un suggerimento: le ristrutturazioni però, invece di farle pagare ai cittadini le paghi il Sindaco Pezzanesi o i suoi Assessori più agiati.  
  • Unicam: inaugurato
    il campus all’americana

    207 - Dic 14, 2013 - 11:51 Vai al commento »
      Ancora non ho capito come c...o fanno due università pubbliche (che si "dividono" quanto, 25-30.000 iscritti ?) a coesistere a distanza di 38 Km l'una dall'altra in un territorio di 320.000 abitanti, in una regione di 1.450.000 abitanti dove operano 4 università ( di cui due, appunto in provincia di Macerata).   Sarò un coccio ma ancora non l'ho capito e mi domando: ma perché non si fa un unico Ateneo ? C'è qualcuno  che ha qualche proposta nel cassetto in questo senso anche se non è popolare ed "elettorale" ?   Se ( e dico "se" ) si fondessero in un unico ateneo e centralizzassero ad esempio tutti i servizi di supporto, evitassero "corsi doppione" e dipartimenti ( nonché capi-dipartimenti) doppioni  e magari avviassero corsi innovativi con maggiori risorse a disposizione; se i "campus" che fanno tanto americani ( ma che americani non siamo) diventassero realmente luoghi di incubazione e ricerca scientifica o comunque luoghi di studio a carattere specialistico concentrandoci tutte  ( o quasi) le poche risorse oggi disponibili ,  non si otterrebbe un notevole risparmio di risorse pubbliche ma soprattutto una maggiore  efficacia e qualità dell'offerta formativa ?  
  • Locali ex carceri in affitto, l’opposizione insorge

    208 - Dic 16, 2013 - 16:28 Vai al commento »
    Ehhh...Tomsbirulino...si sa, Voi sete sempre li meglio e li primi. Bravi
  • Adesso sono tutti con Renzi

    209 - Dic 10, 2013 - 16:17 Vai al commento »
    Renzi è diventato Segretario di un partito che non è un blocco unico idolatrante il capo. Di questo bisogna prenderne  atto.  Il Piddì, capi-bastone o non capi-bastone, resta il "solo" partito di massa del panorama politico italiano che oltre i capi-bastone  fonda la sua esistenza, piaccia o non piaccia, su decine di miglia di iscritti distribuiti nel territorio  ai quali corrispondono quasi altrettanti  volontari e attivisti (a-gratis)  e su milioni di elettori  tra i più iper - autocritici. Poi, sui capi-bastone si prega di non fare le verginelle: è una pratica molto italiana ed esistono pure nell'associazione delle Dame di Carità.  O si mette a posto "questo" partito o per il Centro-sinistra son c...zi amari. Quindi, Renzi e tutti quelli che si vogliono impegnare in politica per cambiare in meglio il piddì ma anche il Paese, svolgano bene e in fretta il loro ruolo e vediamo cosa accade.... Certo è che proprio per la natura quanto meno vivacemente "dialettica" della base del piddì e per il fatto stesso che i militanti e gli elettori mediamente  non sono idolatri,  Renzi non sarà lasciato a briglie sciolte ( come un "capo") se dovesse  scegliere di percorrere strade sbagliate da un punto di vista della "collocazione politica".   In tal caso, non saranno certo i D'Alema e i Bersani (oramai stracotti) a richiamarlo efficacemente all'ordine.    Infine: il cambiamento  di opinione che c'è stato a favore di Renzi, non è stato certamente indotto dai capi-bastone anzi, magari le volontà e i desideri di taluni personaggi erano ben diverse ma stavolta è stata la base del piddì che ha deciso a "prescindere" da loro. Questo proprio perché nell'elettorato del Centro-sinistra gli idoli da adorare di solito non albergano. Inoltre, ho l'impressione  che i capi-bastone anche se ci provassero, non avrebbero più niente da "capeggiare" neanche tra gli iscritti, figuriamoci tra gli elettori.   
  • “Nessun danno pubblico”: il M5S salva la sua consigliera

    210 - Dic 6, 2013 - 12:10 Vai al commento »
    Proprio per queste ragioni Cerasi chi ci dice che tanto rumore per nulla non lo abbia fatto proprio la Emiliozzi & co. ( anonimo compreso) ? Un po' di pubblicità gratuita non fa male a nessuno. D'altro canto la tecnica è conosciuta e sperimentata (attraversamento dello Stretto di Messina ad esempio): "ufficialmente" si insultano con i mezzi di comunicazione perché controllati dalla KASTA, però... si crea l'evento, si sta un po' sulla cronaca ( è cronaca no ?)e si coglie l'occasione per far vedere quanto si è bravi e "diversi" ; addirittura "utilizzando" a gratis gli stessi mezzi che si criticano ferocemente. Fantastico no ?
  • Massi: “A Tolentino non si paga l’Imu”

    211 - Dic 4, 2013 - 15:12 Vai al commento »
    Tutti quelli che non possiedono casa come me dell' IMU interessa poco. IRPEF Comunale portata al massimo come primo regalo appena insediata la nuova  Amministrazione (2012)  per un totale di circa 525.000 € in più "prelevati"  dalle tasche  tutti i cittadini ( prelievo che si ripeterà pure quest'anno) ?????
  • Slitta la nomina del CdA del Cosmari
    Civitanova vuole il sindaco o un assessore

    212 - Dic 3, 2013 - 12:20 Vai al commento »
    Le aziende  pubbliche sono "dirette" da Direttori o A.D.  e non dai Presidenti o dai C.d.A. Il problema è: come vengono selezionati i dirigenti ?
  • Qualità della vita, Macerata
    sorpassa tante province del Nord

    213 - Dic 4, 2013 - 20:59 Vai al commento »
    Sig,. "Toccheville"  (mi consenta, è più plausibilmente maceratese),   Come spesso Le accade, anche in questo caso ha fatto un esercizio di scrittura badando principalmente allo  stile,  piacevole, a mio avviso, perdendo però di vista il succo della questione che mi permetto di riproporre  in modo (spero) più diretto e chiaro: assunto  che  non glie ne fotta  nulla o un tubo dei  rosicamenti   "politici" (scusi anche me per il francesismo) non sembra anche a Lei che quando i dati sono negativi, per taluni commentatori sono da prendere come oro colato per farci su tutti i ragionamenti " conseguenti", mentre quando i dati sono positivi escono fuori un mucchio di "si però" ?   Così, da semplice osservatore che non glie ne fotte nulla.
    214 - Dic 4, 2013 - 15:31 Vai al commento »
    Si parla della "provincia" di Macerata e non di Macerata città e quindi "meriti" e "demeriti" vanno equamente ripartiti in tutto il territorio.     Dopo aver letto le innumerevoli critiche che mettono in dubbio la validità dello studio, in quanto evidentemente non "funzionali" alla polemica politica ( eppure sono stati utilizzati gli stessi indicatori anche quando il risultato in altre occasioni ci portava "indietro"), viene da domandarsi cosa si sarebbe detto nel caso si fosse registrato un peggioramento della classifica: in tal caso i dati sarebbero stati incontrovertibili ?
  • Riprende corpo l’ipotesi del ponte
    allo svincolo Tolentino Sud

    215 - Nov 30, 2013 - 19:56 Vai al commento »
    Il Ponte Tolentino Sud non è esattamente al servizio della città ma prioritariamente a servizio della viabilità  San Severino-Valle del Chienti. E' un progetto vecchissimo ( almeno 20 anni,  se non di più - praticamente da quando la Superstrada è arrivata da quelle parti)  e tanto per essere più precisi è certamente più vecchio del Progetto "San Claudio" e della "Pieve". Informarsi con l'ANAS per credere. Semmai il problema è sempre quello: ogni un certo numero di anni si riprende in mano per farci un po' di salamelecchi sopra ( ciascuno deve far vedere che "ci ha provato"), per poi essere regolarmente accantonato. E così da decenni in decenni sta diventando una vera e propria chimera ( come tante altre, sia ben inteso ). Intanto nuantri de Tulintì stimo a spettà lu ponte della Flaminia (per sostituire la viabilità ora concentrata   sul medioevale Ponte del Diavolo, ridotto veramente male ) che Peppe ( lu scinnicu nou) c'ha prumisso puntualmente durante la campagna elettorale. Alla domanda che qualche giornalista glie fece : con quali soldi  ( visto che sono "disponibili" solo 400.000 € e ce ne vogliono almeno altri 2 milioni) ?  "Vuantri non ve preoccupete, lo so io do li piglio li sordi", rispose spiritosamente e prontamente lu scinnicu.  Amen 
  • A cena con Cronache Maceratesi

    216 - Dic 6, 2013 - 12:00 Vai al commento »
    Se mi passa l'influenza ci sarò
  • Caso Don Bosco, Pezzanesi:
    “Noi sempre attenti alla scuola”

    217 - Nov 28, 2013 - 0:34 Vai al commento »
      Ma chi lo ha detto che la preside Carradori ha sbagliato ? <per alcuni forse ma non per tutti: per  me assolutamente no: ha difeso la scuola e ha respinto le sciocche strumentalizzazioni  dell'Amministrazione su una fesseria priva di significato concreto. L'ipocrisia e la pelosaggine regna sovrana: esattamente quella della "Famiglia Day" di giorno e delle olgettine minorenni di sera o, se si preferisce "Ruby nipote di Mubarack".  Uguale spiccicata. 
  • Voce alla città: “Tares, che salasso!”

    218 - Nov 28, 2013 - 1:33 Vai al commento »
    Non solo aumenti anche del 120% che si aggiungono agli aumenti IRPEF ( portata al massimo) e IMU del 2012 .... in moltissimi casi gli importi indicati nell'allegato mod. F 24 semplificato (prestampato e allegato all'avviso di pagamento TARES ) sono SUPERIORI a quello indicato nell'Avviso stesso ( personalmente ne ho visti diversi perfino nella mia cerchia familiare) . E che risponde l'Amministrazione a chi chiede a quale importo fare riferimento ? Indovinate;. dice che bisogna pagare quello riportato nel mod. F24 ( che è superiore)...ma va ? Però l' Amministrazione rassicura:  DOPO, a gennaio, il contribuente riceverà indietro quanto eventualmente non dovuto.    FANTASTICI  st'ammnistratori de Tulintì dell'era pezzanesiana ! Non è finita: visti i casini che hanno combinato con i conti e i tempi strettissimi tra invio degli avvisi (stanno arrivando in  questi giorni) e scadenza del pagamento 29 novembre ( da folli), l'Amministrazione ha accolto la richiesta di proroga formulata da M5S facendo slittare la scadenza al 16 dicembre. Con un piccolo problema però: per risparmiare un po' di soldini da utilizzare per le feste estive di quartiere, suppongo ( prebende redditizie per il consenso)  NON VERRA' INVIATO alcun avviso personale contenente la nuova scadenza ai contribuenti; evidentemente secondo l'Amministrazione basterebbe il passa parola. nell'indifferenza di tutta l'opposizione, pare. Intanto parecchia gente ( soprattutto anziani) non informata della nuova scadenza, continua ad arrabattarsi per pagare " entro il 29 novembre", come da avviso ricevuto a casa.   TARTASSAMENTI GENIALI !!!!
  • “Vaccaj: tanto tempo, troppi tecnici e nessun risultato”

    219 - Nov 27, 2013 - 17:35 Vai al commento »
    Ma se è il "patto di stabilità" ad impedire il completamento dei lavori, allora non è vero che non ci sono i soldi. Fino a ieri ci siamo sorbiti la motivazione che erano finiti i soldi ovvero, spesi per altre cose ( naturalmente da chi c'era prima).   Quindi possiamo dire che hanno raccontato una frottola ; una delle tante  ??   
  • Il Pd chiede le dimissioni di Della Ceca: “Sembra un film con Cetto La Qualunque”

    220 - Nov 22, 2013 - 11:27 Vai al commento »
    Fantastica la distribuzione dei "pollici verdi e pollici rossi" (daje  Remo...fa cliccà all'amici ;) ). Di questi tempi appena un uomo politico ( di tutti i colori eh) si soffia il naso , giù botte da orbi ( ovviamente simboliche), insulti, sberleffi, sputazzi e amenità simili. Una vera gara a chi assomiglia di più a  Grillo ;)   Evidentemente, proprio in questi ultimi giorni il clima sta cambiando. Chissà, forse perché ci apprestiamo a pagare il "conguaglio" TARES 2013.  Insomma ,  finalmente vedo più voglia di ragionare e più tolleranza, soprattutto verso i ggggiovani che si sono affacciati ora alla politica.   Infatti, il "riccioluto" Vice Sindaco di Tolentino nonché Assessore all'Urbanistica e gggiovane politico dell'era pezzanesiana si becca tantissima comprensione fino alla domanda "caduta dalle nuvole"  tipo... "Che 'è di male ? D'altro canto è un libero professionista,  che altro dovrebbe fare se non "pubblicizzare" il suo lavoro ?". A scanso di equivoci, proprio a sostegno di una "nuova tolleranza" verso il politico, qualcuno più sopra ricordava giustamente il comportamento schizzofrenico del piddì: si attacca il povero e riccioluto Assessore/Architetto che si limita a procurarsi lavoro ma si "salva" la Cancellieri. Come mai ? Come la spieghi? Io la spiegherei così: oltre che per inconfessabili intrallazzi, anche per il fatto che ancora circolano liberamente i soliti comunistacci dalla doppia morale, aggiungo io: vecchissima cianfrusaglia della politica ma sempre riciclabile all'occorrenza a quanto pare.  Infatti il PD, invece di arrampicarsi sugli specchi o farsi ricattare da Napolitano e Letta come ha fatto, avrebbe dovuto difendere la Cancellieri con un semplice:  "che c'è di male essere amici di famiglia Ligresti? Mica vuol dire che ci sia stato scambio di intrallazzi a danno di altri ".  Ecco, pochi anni fa a chi chiedeva conto di taluni comportamenti, diciamo "disinvolti di politici e potenti, era facile beccarsi  un  "embé ? " che francamente lo consideravo  volgarotto e provocatorio.  Meglio, molto meglio il raffinato  "che c'è di male ?": è più elegante e invita a "tollerare" perché   moooolto politicamente corretto. Ma perché arrabattarsi tanto con le unghie sugli specchi ? Mi pare oggettivamente molto più moderno lo strumento politico "faccia di bronzo" che a molti fa inc...re , però ad altrettanti piace tantissimo ( fa tanto "non ipocrita") che la vecchia cianfrusaglia  " doppia morale"  degli ultimi catto-comunisti  che ancora si aggirano per l' Italia.                
    221 - Nov 20, 2013 - 14:35 Vai al commento »
      @Accattoli quel "comunque" spero non significhi attenuare la gravità della cosa. Semmai  la aggrava ulteriormente;  se non altro per il fatto che "questi" si sono presentati come GGGIOVANI, NUOVI e DIVERSI da quelli che c'erano prima.
  • Fausto Pezzanesi accetta le deleghe:
    “Servizi sociali determinanti
    in questo momento critico”

    222 - Nov 14, 2013 - 19:14 Vai al commento »
    Secondo il "nuovo che avanza" ( distinguendosi dal passato) un Assessore, oltre a godere della fiducia del Sindaco che lo nomina  dovrebbe in primo luogo rispondere ai requisiti di competenza, capacità  e anche esperienza politica, mettiamoci ( non mi riferisco al caso in questione dato che non lo conosco) e non esclusivamente all'essere primo in graduatoria dei non eletti ( o il primo dei trombati, dipende dai punti di vista).  Rispondere  "è gossip" è una fregnaccia (una delle tante che sono state dette) Tutt'al più, visto che gli Assessori sono "nominati" e non eletti, avrebbe potuto rispondere che oltre ad essere il primo dei non eletti è anche il "migliore" possibile.
  • “I figli di” e i favori
    di Casale a Bianconi

    223 - Nov 13, 2013 - 20:52 Vai al commento »
    Non sono un lettore del fatto Quotidiano, però mi viene da pensare che Feltri si riferisse alla carta stampata e non ai giornali on-line. Sbaglio ?
  • Fondazione Carima,
    don Gianluca Merlini nel CdA

    224 - Nov 13, 2013 - 20:57 Vai al commento »
    Non farebbe meglio ad occuparsi di "amministrare" la salvezza delle anime ?
  • Acqua nel nuovo polo scolastico
    Due mesi per la messa in sicurezza

    225 - Nov 13, 2013 - 12:02 Vai al commento »
    C'è da rimanere sconcertati: ma non è stato "consegnato" nuovo di zecca pochi giorni or sono tra peana di ammirazione ?
  • L’affondo di Gazzani:
    “Fondazione Carima
    vittima del sistema Banca Marche”

    226 - Nov 11, 2013 - 16:19 Vai al commento »
    Francamente ci si aspetterebbe una maggiore assunzione di responsabilità da parte di Gazzani: anche ammettendo  che QUANDO E' VENUTO A CONOSENZA DELLA SITUAZIONE abbia fatto tutto quanto fosse nelle sue possibilità, c'è sempre da considerare la sua ( e quella degli altri membri della Fondazione) incapacità di esercitare un controllo autonomo e indipendente da quanto riferito dai consiglieri del CdA della Banca (per altro nominati proprio dalla Fondazione).  Troppe volte e talvolta a sproposito Gazzani  richiama il "rapporto fiduciario" e la separazione dei ruoli.   Il rapporto fiduciario si realizza non soltanto rispettando formalmente i ruoli e le singole sfere di autonomia ma anche VERIFICANDO di persona se tale rapporto meriti essere mantenuto e/o consolidato. Sono convinto che nella sua azienda Gazzani si comporti esattamente in questo modo e  a maggior ragione avrebbe dovuto farlo come capo di una Fondazione. Infine, la "separazione dei ruoli" non vuol dire deresponsabilizzazione e omissione di controllo.      Come Presidente di una delle  Fondazioni  azioniste di riferimento della Banca,  avrebbe dovuto dotarsi degli strumenti necessari a verificare  PERSONALMENTE il buon andamento della gestione bancaria. Anche se la Sua presidenza è iniziata dopo l'assunzione di Bianconi è passato troppo tempo senza che si accorgesse cosa stava accadendo. Il solo fatto che dal 2008 è scoppiata una crisi mondiale di proporzioni pari a quella del '29 che ha messo in difficoltà gravissime TUTTE le banche del mondo, grandi e piccole, avrebbe dovuto mettere sul chi vive Gazzani .   Solo per questa evidente incapacità di ACCERTARE DA SE dovrebbe dimettersi senza tanti giri di parole.  Oltre tutto, in relazione agli affidamenti "facili " disposti da Bianconi e dal gruppo dirigente di BdM, vista la "stazza" ( nazionale e locale) dei soggetti beneficiari, pare del tutto evidente che Bianconi abbia agito con tutte le "coperture politiche" del caso e su precise sollecitazioni. Coperture e sollecitazioni provenienti con ogni probabilità anche da parte delle singole Fondazioni  anche per il tramite dei loro rappresentanti in CdA . E' veramente  difficile credere che tali coperture e sollecitazioni non siano pervenute copiose ANCHE dalla Fondazione di Macerata. 
  • Medicinali contraffatti
    provenienti dalla Cina
    Maxi sequestro a Civitanova

    227 - Nov 10, 2013 - 17:17 Vai al commento »
    I viaggi in Cina non c' entrano  una mazza. Dopodiché  c'è da dire che il problema Cina ( se è un problema) nasce dalla necessità degli USA ( di cui la Cina "sostiene" il 35% del debito), di "ricompensarla"  facendola entrare nel W.T.O. a condizioni ( per l'esportazione dei suoi prodotti) del tutto inaccettabili:  prima fra tutte l' evidente dumping sociale, poi una politica dei dazi tutta rivolta a facilitare esportazione di merce cinese a basso valore aggiunto soprattutto in Paesi "poveri" dell'Occidente (  Italia, Spagna, Grecia ecc. ) e garantire esportazioni in Cina di prodotti ad alto  valore aggiunto Americani ( informatica ed elettronica ad alta tecnologia ad esempio) e tedeschi ( automobili,  meccanica  e impiantistica industriale).   Un esempio di come vanno queste cose e CHI paga il conto cinese per favorire americani e tedeschi?  Eccolo: poco tempo fa i tedeschi hanno preteso ed ottenuto che ai pannelli solari di importazione  cinese in U.E. ( di cui la Germania detiene il primato produttivo e tecnologico in Occidente), venissero imposti dazi tali da "pareggiare" di fatto il prezzo medio di mercato del prodotto tedesco; e quale è stato lo "scambio"  che ha "preteso" la Cina ( ed ottenuto)  ? Semplice: l'aumento dei dazi cinesi sul vino.  Sapete qual è il Paese  il primo produttore al mondo di vino ?    Tornando all'argomento: il transito di certa merce contraffatta proveniente dalla Cina passa "ufficialmente" in prevalenza dall'Olanda, Paese notoriamente molto "libertario" nella logistica e nel commercio che di fatto ne costituiscono il fattore  principale del P.I.L.,  e solo dopo, "rientra" nel canale U.E. per la sua distribuzione. Poi, la merce contraffatta  cinese passa "ufficiosamente" ANCHE dai porti italiani ( Napoli  in primis ), ma in questo caso, come al solito è un problema di "mancati controlli"  spesso garantiti dalla camorra e/o  da una diffusissima pratica corruttiva che investe praticamente tutta la filiera PREVENTIVA E REPRESSIVA dello Stato in quel settore.      
  • 57enne senza casa
    Il Comune: “Devono provvedere i figli”

    228 - Nov 10, 2013 - 17:08 Vai al commento »
    Ma un comune ( non solo quello di Macerata, ovviamente)  può e deve intervenire nei casi di improvvisa ed imprevista difficoltà. Se le dichiarazioni del comune rispondono al vero, sembra che la Signora sia stata "assistita" in varie forme fin dal 2008 (5 anni). Semmai c'è da porsi la domanda di quanto, come e con quali risorse un comune debba intervenire A PRESCINDERE dalle effettive possibilità dei familiari sulla singola persona, o se invece dirottare le proprie risorse a sostegno di persone in difficoltà e CERTAMENTE sole.     Ora, nel caso specifico,  bisognerebbe  accertare se effettivamente i figli, anche tutti insieme, NON siano in grado di aiutare la madre in difficoltà.  Mi pare assai poco plausibile.  
  • Jacqueline Cesaretti e Francesco Comi,
    consiglieri con redditi al top

    229 - Dic 1, 2013 - 12:13 Vai al commento »
    L'opposizione è più "ricca" della maggioranza....poracci !
  • Fiordomo: “Dottore solo per una svista dell’Università”

    230 - Nov 7, 2013 - 16:46 Vai al commento »
    Chiunque sia il "gruppo FIT" in Consiglio comunale è certo che sta facendo una opposizione di grande spessore. E soprattutto utile alla città di Recanati. Pazzesco!!! 
  • Un sorriso oltre le sbarre
    del carcere di Herat

    231 - Nov 6, 2013 - 18:10 Vai al commento »
    Bella foto Picchio.  Non se mi fosse stato possibile,  ma avrei sfocato un po' di più  lo sfondo per "isolare" meglio la bambina e la sua condizione di solitudine, pur lasciando comunque riconoscibile il contesto.
  • Fit: “Fiordomo si qualifica dottore senza esserlo”

    232 - Nov 7, 2013 - 17:20 Vai al commento »
    Questi fanno opposizione di altissimo livello. Una vera fortuna per i cittadini recanatesi. Beati loro.
  • Congresso Pd, Lambertucci avanti
    Domani i risultati ufficiali

    233 - Nov 6, 2013 - 18:18 Vai al commento »
    Visto l'eccellente e sagace paragone mi "adeguo". Se i liquami sono visibili possono essere bonificati prima o poi, ma se rimangono ben coperti nella fogna se ne sentirà sempre il pessimo odore ( il cosiddetto fetore ) senza poterlo eliminare (o bonificare). O no ?
    234 - Nov 6, 2013 - 15:14 Vai al commento »
    Per carità... il piddì...i "capi bastone"..."i signori  delle tessere"... i "sempre quelli"  ecc. ecc.   E' tutto uno schifo in parecchi posti (insisto però nel non generalizzare).        Però...   Se non ci fosse il piddì  che fa discutere alla luce del sole (chissà, forse suo malgrado) di come e quanto "funziona male" esso stesso, di quali ALTRI partiti  e/o movimenti/forze politiche/associazioni varie si potrebbe discutere  pubblicamente di come  NON DOVREBBERO ESSERE  ?  
    235 - Nov 6, 2013 - 11:44 Vai al commento »
    @cerasi l'idea non sarebbe da scartare anche se non la farei così semplice, come fosse un uovo di Colombo:  cosa rispondere all' obiezione che l'iscritto ha il diritto di partecipare a TUTTE le fasi della vita del partito" altrimenti si ritroverebbe a "contribuire" con idee, proposte, militanza volontaria ecc. e poi non contare niente nelle decisioni, anche se per un certo periodo di tempo ( ma in quel periodo potrebbero essere prese decisioni  importantissime) ?  Non è facile individuare ( prima che praticare/sperimentare)  la giusta soluzione anche se , concordo, qualcosa deve essere fatto per evitare questo scempio, fermo restando che non è una situazione generalizzata a quel che mi risulta ( ma si sa che fanno notizia  i "casi" particolari , ove accertati,  e non la "normalità").  Personalmente mi sono fatto qualche idea che, ove ci sarà occasione ed interesse autentico a discutere e a confrontarsi, mi riprometto di esprimere.   C'è anche da dire però che SE si fa votare solo quelli iscritti  almeno 6-12 mesi prima il congresso ( cioè  si stabilisce un termine minimo come sostieni tu) scoppia il "dibattito" criticissimo sulla "chiusura degli APPARATI del PD verso il "nuovo che avanza",  lasciando che siano sempre i "soliti" a determinare le sorti del partito. Viceversa, SE il PD "allenta" le regole ( ci si può iscrivere fino ad un minuto prima del voto) per "allargare" la partecipazione al "nuovo che avanza"  allora scoppia il "dibattito" o gli "sbeffeggiamenti" del tesseramento gonfiato. Fenomeno che non nego ma che ripeto, non può essere generalizzato, se non altro per rispetto delle decine ( migliaia a livello nazionale) di militanti di base, tutti rigorosamente volontari che partecipano attivamente e spessissimo con sacrificio personale di tempo e di soldi, alla vita del PD    Voglio dire, sarà pure una sequela di errori da parte di "ingenui innovatori" e comportamenti imperdonabili da parte dei soliti "capibastone" e dei tanti "galli nel pollaio"; però  converrai  sul fatto che tutto sommato quando si discute pubblicamente di "COME funziona o non funziona un partito si PUO' PARLARE e SPARLARE SOLO DEL PD, sia da parte  di quelli che sono fuori, sia da parte degli stessi che vi appartengono,  evidentemente. Secondo me è già qualcosa per chiunque sia interessato alla discussione (ovviamente critica) su COME E COSA dovrebbe essere un partito al  di là dello schieramento politico, nonché come si dovrebbe "formare, costituire ed essere esercitata" la rappresentanza politica, visto che  degli "altri" non si sa assolutamente nulla. Silenzio tombale. 
    236 - Nov 5, 2013 - 19:18 Vai al commento »
    Caro Mario Antinori, non ti pare una spiegazione un po' di comodo "giustificare" eventuali tesseramenti anomali , solo dove c'erano due candidati (almeno) a competere per le segreterie  di circolo e guarda caso citi Civitanova dove tu hai largamente vinto ?   Chissà come avresti "trattato" l'argomento se fossi stato in vantaggio tu ?   Se la pratica dei "tesserati alla bisogna" è quanto meno disdicevole ( penso che su questo concordiamo), mi pare si dovrebbe dire che lo è sempre in ogni caso. Sia  quando devono votare per la Segreteria provinciale, sia per votare ai segretari di circolo. O no ?    Allora, la prima cosa non è polemizzare su quanti "anomali tesserati" hanno votato e per chi.  La prima cosa è dire basta con queste pratiche ( rivolgendosi indistintamente  a tutti ) e lavorare da subito ad un sistema di voto ( nel partito)  che in futuro  non permetta più queste pratiche francamente inaccettabili.  Altrimenti viene da pensare che come al solito quando si perde si butta in cagnara o si grida all'imbroglio. Ma solo se si perde eh... 
  • Recanati per Antinori,
    Tolentino per Lambertucci
    Testa a testa al congresso Pd

    237 - Nov 5, 2013 - 14:54 Vai al commento »
    Sembrerebbe che i congressi di ieri ( su tutti Camerino, Appignano poi altri di piccoli circoli) avrebbero determinato un deciso vantaggio  per Teresa Lambertucci che in ogni caso era già in vantaggio ( anche se di poco)
  • Congresso Pd: Mirella Franco stravince
    Renziani ridimensionati dal voto

    238 - Nov 5, 2013 - 18:57 Vai al commento »
    Aaaaah  Gian Berdini...non avevo letto la parte finale del tuo commento: non che ci sia niente di strano ( o di male) eh ...ma dire che sono un vecchio comunista! Informiamoci tutti prima di parlare che è meglio.  Vecchio ( o quasi) sicuramente ma comunista non mi risulta. Oppure lo sono stato " a mia insaputa" ;)
    239 - Nov 5, 2013 - 18:52 Vai al commento »
    @ gian berdini, guarda non ti piccare (ammazza che "ipersensibilità"); la mia voleva solo essere una considerazione un po' ironica su un commento precedente  che ora non  mi va neanche  di andare a cercare, per quanto abbia realmente  interesse a questa faccenda. Anche "riserva indiana" voleva essere una ironica battuta. Ecco Gian Berdini, forse bisogna che impariamo a prenderci un po' meno sul serio: noto che talvolta ci comportiamo  come se fossimo l'ombelico del mondo e invece probabilmente non frega una mazza a nessuno dei nostri "rituali interni". Il fatto di rimarcare la mia "lunga militanza" ( il che è perfettamente vero) spero mi consenta ugualmente ( o a maggior ragione ?) di parlare di rituali autoreferenziali ( i nostri congressi) che con la pratica democratica hanno ben poco che a vedere; naturalmente non mi riferisco solo a Civitanova.        Prendila come una  personalissima  opinione che proprio in quanto espressa da uno di "lunga militanza" , nonché   partecipe delle vicende congressuali di questi giorni,  testimonia semplicemente  una opinione in merito ( confutabile eh) con una certa ragion veduta.   Suvvia...lungi da me dal mettere "becco" in quel di Civitanova.
    240 - Nov 5, 2013 - 10:39 Vai al commento »
    Direi di lasciar perdere la "federazione provinciale. Sembra proprio che le elezioni a Segretario provinciale non preoccupino più di molto il PD civitanovese dal momento che la Lambertucci "pare" stia vincendo piuttosto nettamente e non con il 50% "più qualche voto".   Questa discussione evidentemente é una faccenda che riguarda la "riserva indiana" civitanovese.   Infatti, che siano state ingaggiate decine di nuove "truppe cammellate" è un dato di fatto incontrovertibile.    Anche facendo una semplice proporzione in base ai consensi ricevuti,  dando pure per scontato che tutte e due le parti lo hanno fatto, a occhio e croce si può dire che ne ha "ingaggiate di più" il gruppo Silenzi;  e dunque, bisogna dargliene atto, ha vinto sia sul vecchio che sul "nuovo".  ;)
  • Congresso Pd, scarsa partecipazione:
    Teresa Lambertucci in vantaggio

    241 - Ott 29, 2013 - 18:46 Vai al commento »
    Effettivamente la partecipazione è scarsa: tutto possono verificarlo e per primo lo comunica il partito senza nascondere i dati. Sottoponendosi di conseguenza a tutte le critiche ( giuste) e le facili ironie.  Invece tutti gli altri partiti?
  • “Vietato dare da bere
    all’alcolista del paese”

    242 - Ott 23, 2013 - 12:02 Vai al commento »
    Era proprio necessaria una Ordinanza come quella emessa ? E se l'alcolista "Mario Rossi" prende l'autobus e se ne va a Visso (Castel Sant'Angelo sul Nera, Pievetorina,  Muccia, Camerino  ecc. ecc) ad acquistare qualche bottiglia di quelle buone per poi si ubriacarsi con alcool rigorosamente "extraussitano" e tuttavia altrettanto  "molesto" per i cittadini del SUO paese,  che fa lo Sceriffo ? Emetterà l'ordinanza alla CONTRAM per vietare al sig. Rossi  di salire sull'autobus per Visso e dintorni ? Gli ritirerà la patente ( se è patentato) ? Gli sequestrerà l' APE ( o l'automobile se la possiede) ?  Farà una ordinanza agli automobilisti con divieto  di accoglierlo per un eventuale passaggio? Solleciterà una Ordinanza Prefettizia  con effetti  anche per i comuni limitrofi ? E' più che naturale domandarsi  se un Sindaco, quand'anche sostenuto dai cittadini suoi tifosi, si possa arrogare il diritto di limitare le libertà personali di un  altro  cittadino anche se individuato come "alcolista" e dunque potenzialmente pericoloso per se e per gli altri . Mi pare più che  legittimo  domandarsi  se una problematica come questa possa essere trattata con una Ordinanza Sindacale (pubblica) "ad personam" e  non debba  invece essere affidata  ad un Tribunale ( o alle forze dell'ordine in caso di necessità urgente) per eventuali provvedimenti restrittivi e/o coercitivi-disintossicanti;  in proposito mi pare utile ricordare che grazie alla famosa Legge Giovanardi le carceri sono piene di soggetti "pericolosi" che fanno uso di droga.   Oppure se, in simili circostanze non sia opportuno  attivare il T.S.O. in collaborazione con la ASL, ricordando che ai fini della tutela della salute pubblica, può essere esteso ( dal Sindaco) anche in ambiti diversi dalle patologie prettamente o unicamente psichiatriche; d'altro canto l'alcolismo ( come la droga) è una dipendenza che spesso sta alla base di patologie psichiatriche e che effettivamente può determinare danni a se stessi e alla comunità dove si vive. Infine: mi permetto di suggerire ai "fan" del Morosi ( ad esempio  @ Federica Micalucci) di darsi una regolata nell'indicare come esempio scelte tipo "Sceriffo Gentilini"  da parte del Sindaco di Ussita: parliamo di un centro che non arriva a 450 anime e che fuori stagione non credo abbia più di un paio di esercizi aperti;  non mi pare proprio che una simile "sceriffata" si possa applicare in una qualsiasi cittadina non dico tanto, ma  che conti da  5/10.000 abitanti in su . E questo a prescindere dalla "qualità" del provvedimento in se.  Per fare un esempio: mi risulta che Morosi oltre ad essere Sindaco di Ussita ( nonché segretario comunale dello stesso comune quando Sindaci erano altri) fa ANCHE il Segretario comunale a Tolentino: ecco, provi a "suggerire" un provvedimento come questo al suo Sindaco  e vediamo se non lo prende a calci nel sedere.     
  • Tolentino piange la scomparsa di Osvaldo Morlupi

    243 - Ott 17, 2013 - 15:35 Vai al commento »
    A me ha insegnato francese alla Dante Alighieri ( scuola media) di Tolentino: una grandissima passione per  ciò che faceva. Ne conservo un bel ricordo. R.I.P. 
  • Le Marche diventano un Cult

    244 - Ott 18, 2013 - 19:02 Vai al commento »
    Bella idea e belle giornaliste  ;) Sono un appassionato di fotografia...se serve una mano, basta fare un cenno ari ;) In bocca al lupo.
  • L’Audi A5 di Bianconi,
    i rifornimenti e i pedaggi
    pagati da Banca Marche

    245 - Nov 19, 2013 - 14:40 Vai al commento »
    La tecnologia tedesca consente cose impensabili
  • In 700 per la presentazione
    della nuova Lube

    246 - Ott 14, 2013 - 14:17 Vai al commento »
    Caro Tacconi, la Provincia deve lavorare per la provincia e non per il "capoluogo" ( almeno non solo). Ci mancherebbe altro che si metta ad "aiutare" Macerata per la questione Lube, Fontescodella e altre amenità varie. E che dovrebbe fare Pettinari ?? Non pensa che ai "provinciali" ( la restante popolazione NON DI MACERATA che rappresenta la stragrande maggioranza della popolazione della provincia), gli possa fregare men che meno degli impianti sportivi del "capoluogo" e del suo eventuale "prestigio" ????? 
  • E’ morto Arduino Illuminati,
    dipendente della Camera di Commercio

    247 - Ott 10, 2013 - 19:49 Vai al commento »
    Una brava persona che ho conosciuto personalmente. Condoglianze alla famiglia.
  • Viaggio nei cantieri Quadrilatero
    “Pronti ad aprire nel 2014”

    248 - Ott 6, 2013 - 18:53 Vai al commento »
    Si  possono conoscere i costi di gestione della ferrovia Civitanova Albacina e valutare il rapporto tra costi e benefici ?  A me risulta che la Regione contribuisca al suo mantenimento in vita per diversi milioni all'anno. Mi pare pure che sulla sua effettiva utilità ( allo stato attuale delle cose)  sia per lo meno dubbia. Potrebbe diventare strategica se si tramutasse in una "metropolitana di superfice" ;  ma per farla diventare tale ( con treni "almeno" ogni 15 minuti) bisogna elettrificare la linea e soprattutto ( mi dicono gli esperti), occorre  avere i doppi binari per consentire  ai treni di transitare in modo frequente in ambo le direzioni  anche contemporaneamente. Si tratta di decine di milioni di investimento. Tecnicamente è realisticamente realizzabile ? Vale la pena ?   L'alternativa è quella di fare come in alcune regioni svizzere: ripristinare e restaurare  vecchie carrozze, magari riesumare qualche locomotiva a vapore e farla diventare una "linea turistica" legata alle visite delle città che tocca ( magari con navette organizzate dagli albergatori locali).  Altri suggeriscono di chiuderla definitivamente e  con pochi investimenti farla diventare un ameno percorso ciclabile mare-colline maceratesi, anche questo ovviamente a scopo turistico.  Boh !    
  • Agenzia delle Entrate, Recanati e Camerino verso la chiusura

    249 - Set 18, 2013 - 11:22 Vai al commento »
    Il fatto è che si invocano i tagli sempre per "gli altri". Un po' come le discariche: si dovrebbero fare sempre "da un'altra parte"
  • Addio a Mario Forti
    Ex direttore dell’Asur 11

    250 - Set 18, 2013 - 10:54 Vai al commento »
    L' ho conosciuto per lavoro: una persona perbene e soprattutto competente.   Sentite condoglianze alla famiglia
  • Sindacato a domicilio all’Hotel House

    251 - Set 14, 2013 - 14:38 Vai al commento »
    Renzo 1953   Infatti presso l'Hotel House  c'è un bel passeggio, anche attrezzato se vogliamo.  
    252 - Set 13, 2013 - 17:11 Vai al commento »
    Penso che i Sindacati svolgendo quel servizio facciano nel contempo anche opera di informazione su diritti e  doveri (giustamente). Molto meglio che i "residenti" vengano abbandonati a se stessi senza alcun punto di riferimento sociale e/o istituzionale. Mi pare una eccellente iniziativa anche se certamente non polare  Penso pure che la "regolarità" dei residenti all'Hotel House  dovrebbe essere un compito delle forze dell'ordine  e non dei Sindacati.
  • Il CdA conferma Giampaoli
    alla direzione del Cosmari

    253 - Set 10, 2013 - 12:37 Vai al commento »
    @sbirulino tom   Può darsi sia una spiegazione che risponde alla domanda: perché il rinnovo di 5 anni a Giampaoli ?  Resta il fatto che ANCHE per la gestione di una "biogas" ci sono fior fiore di specialisti sul mercato.  Dunque, la cosa non mi convince ugualmente.       @Luky   La ringrazio per le dettagliate informazioni. Vedo che conosce il COSMARI e posso assicurarLe che anche io conosco bene "come funziona". Si fidi, anche se è possibile che io abbia una una "lettura diversa" dalla sua di quello che si vede/si conosce.  In pratica però conferma quanto ho già detto e me ne rallegro, ovviamente: Il COSMARI, che diventerà  una SpA "pura" se vorrà conseguire il servizio dall'ATA, da anni ha progressivamente mutato la sua attività originaria, destinata prevalentemente all'accoglimento e all'incenerimento, in una attività di "raccolta (oggi differenziata) e smaltimento in discarica";  fermo restando l'incenerimento anche se in misura sempre più ridotta. Domani ( inteso metaforicamente ),  la SpA ex Cosmari, dovrà gestire "ufficialmente" l'intero ciclo dei rifiuti solidi urbani facendo a meno definitivamente dell'inceneritore di cui dispone . Lo ripeto, non dubito delle competenze dell' Ing. Giampaoli   eventualmente acquisite  nei suoi 18 anni di Direzione. Tuttavia mi domando ( e domando) SE, e sottolineo SE, il CdA non avrebbe fatto meglio a soprassedere   con il rinnovo quinquennale ( magari una proroga di un anno, no? ) del suo massimo Dirigente  e nel frattempo, visto anche l'avvio di una nuova fase e di un nuovo progetto industriale, verificare l'esistenza di un management più specificamente specializzato nella gestione dell'intero ciclo dei rifiuti solidi urbani fortemente indirizzato ( anche sul piano della gestione economico/finanziaria) alla raccolta differenziata, stoccaggio, riciclaggio,  trattamento dei materiali riciclabili, commercializzazione del riciclato, abbancamento del residuo ecc. ecc.     Quanto alla sede "logistica" mi riferisco ovviamente alle funzioni dello spazio fisico di cui dispone il COSMARI, inizialmente "pensato" e progettato in funzione dell'incenerimento ( con tutto quello che ne consegue in termini funzionali ed organizzativi).  Confermo inoltre che, secondo le mie conoscenze, la SINTEGRA è il braccio operativo del COSMARI dedicato interamente alla raccolta differenziata "porta a porta" ( con oltre 120-130 dipendenti) mentre le attività dirette del COSMARI su questo terreno sono PREVALENTEMENTE impiegate negli stoccaggi dei materiali, nella differenziazione ulteriore dell'indifferenziato ( linee di cernita ) nei trasporti  dei materiali pesanti e/o ingombranti e  quelli destinati all'abbancamento e, fino a pochi giorni fa, alle attività di incenerimento ( alimentazione,  conduzione e manutenzione del forno,  ecc. ecc.) .   Infine: ammetto che la metafora del "castello di carte" è una mia personalissima considerazione ( dunque nessuna pretesa di "verità" ma del tutto confutabile) di cui mi assumo la responsabilità. Ci tengo però ad evidenziare che  si fonda sulla osservazione ( anche questa con "modalità " personali, lo ammetto)  del ruolo rivestito dal COSMARI da quando esiste,  nelle vicende politiche che hanno interessato la provincia di Macerata, non solo intesa come territorio ma anche come Ente Istituzionale. E non sono così certo di sbagliarmi ( avrei bisogno di prove contrarie).   Saluti. 
    254 - Set 9, 2013 - 17:35 Vai al commento »
    Sulle capacità e la professionalità dell'Ing. Giampaoli non posso dire niente perché non sono in grado di poter fare apprezzamenti di merito. Tuttavia mi pongo una domanda: dal momento che l'Assemblea dei Sindaci e soprattutto il CdA erano a conoscenza della possibile anzi, della  inevitabile chiusura dell'inceneritore a breve termine, per quale motivo tutta questa fretta nel rinnovare per 5 anni ad un manager che dirige l'impianto dal lontano 1995 ?  Non solo il Cosmari NON SARA' più quello di prima ( Giampaoli a mio avviso è probabilmente il più indicato a gestire e dirigere una attività che si incentra prevalentemente sull' impianto di incenerimento che invece non ci sarà più), ma le attività future saranno incentrate nella "governance" di tutto il processo di raccolta differenziata/ riciclaggio e smaltimento in discarica dei rifiuti. La sede dell''impianto ( "pensata e nata" proprio in funzione dell''incenerimento) in quanto tale diventerà quasi superflua;  potrà essere un garage/deposito per i vari mezzi del COSMARI. Può darsi che Giampaoli grazie all'esperienza acquisita in questi anni possa rivelarsi la scelta migliore; tuttavia, a mio avviso, il CdA avrebbe dovuto prendersi il tempo necessario a verificare l'esistenza e la disponibilità sul mercato di un manager con competenze più specifiche e specialistiche  rispetto alla futura funzione/missione del COSMARI,  specialmente dopo che l'ATA avrà, mi auguro, individuato nel COSMAR il soggetto gestore di tutto ciclo dei rifiuti. A meno che la Direzione della futura Cosmari SpA ( o come vorrà chiamarsi quando gli verrà affidata la gestione del ciclo dei rifiuti   non debba automaticamente coincidere con la gestione del vecchio impianto e della sede "logistica" del COSMARI,  nel frattempo magari trasformato in un sorta di sub-società dedicata alla gestione logistica e dei mezzi;  un po' come funziona oggi la SINTEGRA che, posseduta al 100% dal COSMARI è interamente "dedicata" alla raccolta differenziata  ( con oltre 130 dipendenti, mi pare).  A  proposito: che fine farà la SINTEGRA  che troppo spesso viene dimenticata quando invece è lo strumento principale con il quale si realizza la raccolta differenziata in tutta ( o quasi) la provincia ?     Insomma, in una situazione così complessa e obiettivamente complicata, ho visto troppa fretta e soprattutto una scelta non chiaramente motivata sul piano puramente manageriale. Soprattutto ( trasparenza) per il fatto che stiamo parlando di una Azienda pubblica.  Salvo che il CdA dimostri di aver svolto una ricerca/selezione ben prima di assumere la decisione di rinnovo all'Ing. Giampaoli. Altra cosa invece se la scelta fosse derivata da motivazioni "politiche" o di opportunità:  Giampaoli è stato direttore  dell'impianto per tanti anni sotto diverse  "gestioni e padrinati" politici, dunque probabile indiscutibile depositario di verità "storiche" non sempre limpide e lineari ( oltre tutto assiste e partecipa per Statuto a tutte le riunioni del CdA e  svolge la sua attività di supporto quotidiano a quella del Presidente di turno-giustamente- ). In tal caso la sua rimozione potrebbe far crollare qualche castello di carte.  
  • L’azienda chiude i battenti,
    ma gli operai la fanno risorgere

    255 - Set 7, 2013 - 9:58 Vai al commento »
    Molto bene.  E' la dimostrazione che la forza lavoro, in particolare se qualificata, si può valorizzare e in molti casi "recuperare".  Un esempio per altre situazioni ( un tentativo simile si sta facendo alla Conceria del Chienti di Tolentino) nelle quali si presentano le medesime condizioni. In questi casi è indispensabile anche la collaborazione delle imprese che se pur in difficoltà, non si sottraggano al "ruolo sociale" che dovrebbero rivestire ( non solo il giusto profitto) e  mettano a disposizione gli strumenti e le commesse necessarie a far "ripartire" l'iniziativa.   In questi casi anche i committenti  invece di precipitarsi ad acquistare in Cina, dovrebbero fare uno sforzo e continuare con l'attività che sta ripartendo.  Osservo che purtroppo che le imprese ( e gli imprenditori) non sempre si comportano come la Maccaferri che pur "chiudendo" una ramo di attività non è  "sparita" dalla circolazione come fanno vergognosamente  tante altre, ed ha continuato a mantenere rapporti utili con il territorio e le maestranze. E probabilmente la stessa impresa ha fatto in modo che alla nuova cooperativa iniziassero a pervenire le commesse, almeno per aiutarla a ripartire nella fase iniziale. 
  • Cisl: “No alla residenza per anziani privata a Macerata”

    256 - Set 8, 2013 - 11:03 Vai al commento »
    Non sono un fan del sindacato CISL per il quale mi associo invece alle molte critiche lette nei commenti.   Tuttavia bisogna considerare un aspetto che mi pare sottovalutato o almeno non sufficientemente chiarito neanche dalla stessa CISL nel suo comunicato ( effettivamente molto "sindacalese"): i Posti letto in RSA ( ma anche ospedalieri), ove convenzionati e non soltanto accreditati, sono comunque finanziati  dalla Regione.  E quindi finanziamenti pubblici.    Dunque se, e sottolineo se, come pare, il rischio è che possano essere dirottati finanziamenti pubblici per un certo numero di posti letto " convenzionati " al di fuori della programmazione stabilita ( o in fase di determinazione) è certo che questi verranno sottratti a RSA interamente pubbliche . In proposito occorre ricordare che  le RSA sono parte integrante del sistema sanitario anche se classificate come strutture a basso regime di assistenza sanitaria . Aggiungo che in una fase come quella che stiamo attraversando, ove sono in atto una serie di "riconversioni" di posti letto ospedalieri ( nei piccoli ospedali soprattutto ma non solo) in altre strutture assistenziali ( RSA, Lungodegenze, Riabilitazioni ecc.), si pone il problema di come  "riutilizzare/riconvertire" ( mi si passi il termine non proprio adeguato) pienamente il personale già dipendente delle strutture sanitarie ospedaliere;  a meno che non si pensi di pensionarlo anticipatamente gravando in ogni caso sulle casse pubbliche e "sostituirlo" con nuovo personale ( sarebbe un intervento "occupazionale" probabilmente utile-ove esista disponibilità finanziaria per farlo- ma certamente non razionale sul piano dell'utilizzo delle risorse pubbliche )    Quello che fanno i Sindacati ( credo che tutti e tre i grandi sindacati, CGIL CISL UIL, si stiano muovendo sulla stessa linea) in questo caso mi pare un ragionamento corretto: verificare preventivamente all'interno di un quadro certo della programmazione regionale se vi sia effettivamente l'esigenza di finanziare ad un privato una simile struttura ( convenzionata, suppongo) magari prima che vengano completate le strutture pubbliche ancora in itinere. Verificare in buona sostanza che tutto ciò non rappresenti l'ennesimo "favore" a qualche solito noto.   Nello specifico, pur non essendo di Matelica, mi pare che in qual comune ci fosse una programmazione che prevedesse la riconversione di un certo n° di posti letto ospedalieri per acuti ( oramai di fatto dismessi) in posti letto specialistici RSA ( e conseguente assunzione di nuovo personale oltre all'utilizzo di quello pubblico già in essere). La domanda è: questo processo di riconversione è stato attuato oppure si "salta" direttamente all' "investimento privato" ( qualche "spintarella" interessata in Regione ?) che magari ha avuto l'assicurazione preventiva e a prescindere dalla programmazione di un "convenzione"?  E nel caso che proprio ce ne fosse bisogno ( in rapporto al fabbisogno reale),  perché non affidare al privato la gestione di eventuali posti riconvertiti in RSA all'interno dell'attuale struttura ospedaliera pubblica di Matelica come sembrava dovesse essere fatto qualche tempo fa? Che fine deve fare l'attuale ospedale ?   Quanto al "privato che investe" per l'appunto : non credo vi siano impedimenti per il Santo Stefano ad investire a Matelica o dove meglio crede per costruire una struttura RSA privata accreditata. Accreditata e non "convenzionata" e dunque liberissima di agire sul "mercato sanitario" senza beneficiare dei finanziamenti pubblici ma solo rispettando rigorosamente i criteri dell'accreditamento ( gli standard sanitari richiesti dalla legge ), nonché i criteri di efficacia, efficienza e qualità dell'offerta che gli permettano di competere sul mercato almeno all'interno di quella fascia di cittadini che possono permettersi di pagare la retta per la permanenza ( di solito lungodegenza) nella struttura.   Ci provi il Santo Stefano: i mezzi finanziari ( anche grazie alle numerose e remunerative "convenzioni" pubbliche in atto)  ed il know how ( opera nella sanità con indubbia professionalità da lunghissimo tempo) non gli manca di certo.
  • “Sul ponte del diavolo… tra storia e leggenda” a Tolentino

    257 - Set 8, 2013 - 11:23 Vai al commento »
    Mi scuso per gli errori  di battitura dovuti alla fretta ( maledetta tastiera)
    258 - Set 8, 2013 - 11:22 Vai al commento »
    L'Associazione dovrebbe preoccuparsi seriamente dello stato di conservazione del Ponte del Diavolo:  un monumento storico costruito nel  14° Secolo per farvi transitare cavalli e carri evitando il "guado" ed oggi "frequentata" da centinaia di auto, furgoni, camioncini  ogni giorno nonché dia modernissimi e pesantissimi  autobus di linea della SASP. A proposito, non si potrebbe vietare il passaggio ALMENO a quei mezzi ?   Quanto potrà resistere ancora?   Le future "feste" verranno celebrate nel letto del fiume Chienti  ? 
  • Camerino: prima campanella
    nel nuovo campus

    259 - Set 4, 2013 - 11:42 Vai al commento »
    Che c'entra "Campus" ? E' un plesso scolastico necessario alla zona montana della provincia di Macerata. Non è che chiamandolo pomposamente "campus"  le nostre scuole poi  assomigliano nei contenuti ( e anche nella loro organizzazione logistica e didattica) a quelle americane o inglesi eh. Scendiamo un po' dalla pianta su...  
  • A Tolentino bolletta dell’acqua sempre più cara

    260 - Set 6, 2013 - 13:02 Vai al commento »
    @Pigi78 Come mai Parigi ( Parigi e non Macerata o  Tulintì) dopo 20 anni di gestione privata ha deciso di ritornare alla gestione pubblica ??????? Sono pazzi i francesi o si tratta della loro solita spocchia ? Ma se il prezzo dovrebbe essere stabilito dall'Autority chi dice che sia congruo al punto tale da consentire il giusto profitto e al contempo  i margini per fare gli investimenti necessari ? Le Autostrade non sono proprio un esempio edificante, lascia perdere: le tariffe più alte d' Europa ( Francia, Germania e perfino Svizzera con le sue "vignette" annuali, docet ) e una capacità di investimento irrisoria rispetto ai bisogni effettivi: stiamo facendo ora la terza corsia sul Corridoio Adriatico quando già ci sarebbe bisogno della quarta ( altri 25 anni di attesa  assicurati ) esattamente come l'Autostrada del Sole.  Anche se non mi fido delle capacità di un certo management pubblico ( che però potrebbe essere migliorato), debbo dire che non mi fido affatto del gestore che persegue il profitto ( giustamente dal suo punto di vista- non ho niente contro il "profitto" quando esso è frutto di autentico rischio di impresa) su un bene così basilare per la collettività.  La stessa cosa potrei dire per l'energia e le comunicazioni. Concordo invece sul fatto che lo Stato DEBBA uscire da tutte le altre attività economiche non connesse a servizi strategici per il Paese. E' meglio una buona  gestione pubblica  il cui obiettivo non sia il profitto ma un  servizio efficace ed efficiente( su questo bisogna agire e concentrare tutte le attenzioni).
  • “Centro storico, ce ne andiamo”
    No dei commercianti all’isola pedonale

    261 - Ago 18, 2013 - 12:25 Vai al commento »
    Un vero dramma se  ne vanno i commercianti di C.so Matteotti. Come se ne potrà uscire? Votando Guzzini Sindaco alle prossime elezioni. La città di Maria potrà finalmente rinascere ai suoi splendori e i commercianti del centro storico rimarranno incollati lì. Naturalmente non prima di essersi assicurati la costruzione del fantastico parcheggio di Rampa Zara da parte della nuova Giunta Guzzini.  In bocca al lupo piscacoppi
  • Centro storico, la Giunta ha deciso
    Corso Matteotti chiuso entro fine mese

    262 - Ago 18, 2013 - 12:48 Vai al commento »
    Ci sono più parcheggi a Macerata collegati al centro ( anche meccanicamente) e comunque a non più di 4-500 metri a piedi dal centro, che in tutte le altre città della provincia messe in insieme. Ma di che si parla? Sta storia del referendum mi pare circoli da diversi anni.  Si faccia una volta per tutte. Sarà che è meglio "minacciarlo" il referendum che farlo sul serio con il rischio mooolto concreto che alla maggioranza dei pistacoppi, del centro e dei 30 commercianti che ci stanno,  frega poco o niente ? Daje Pantana, passa ai fatti e raccogli le firme (insieme a Guzzini, possibilmente. Vediamo che succede.  
  • Liquami nel Chienti
    Denunciata azienda

    263 - Ago 9, 2013 - 11:30 Vai al commento »
    La Forestale ha chiarito: non si è rotto un tubo come ha dichiarato il proprietario, ma lo "spargimento deol concime su un terreno NON PREPARATO ( significa probabilmente che non è stato lavorato neanche in superfice) ha determinato lo scivolamento dei liquami ( rimasti in superfice in eccesso) dentro il Chienti. Dunque la responsabilità, se confermato quanto rilevato dalla Forestale, è interamente in capo all'Azienda ( e al suo proprietario) per le modalità ( non corrette) dell'uso del liquame per la concimazione e non per l'impianto a biogas che lo ha prodotto.  Personalmente sono contrario agli impianti a biogas ANCHE perché producono liquami/concimi difficilmente  controllabili nella loro composizione; gli stessi che poi vanno a concimare colture che finiscono sui banchi dei Supermercati. Esattamente come i concimi chimici che verrebbero comunque usati in mancanza del concime pseudo-biologico prodotto da un qualsiasi impianto Biogas.     
  • Aiuti alla locazione per famiglie indigenti
    Macerata spende il triplo di Ancona

    264 - Ago 9, 2013 - 11:02 Vai al commento »
    In ogni caso se sono state "soddisfatte" le richieste pervenute: evidentemente sono state soddisfatte le richieste pervenute anche dalle 250 famiglie "italiane". O no?. Dunque qual è il problema se i fondi per la casa una Pubblica Amministrazione può utilizzarli  solo per la casa e non a piacimento come si usa pensare al "bar dello sport" tra un gol e l'altro?    @Rapanelli, vorresti dire che esiste un "gomblotto" marxista messo in atto dalle forze marxiste di Macerata? Cioè Macerata la città di Maria? Aiuto!!!
  • Lube e Maceratese
    Lasciapassare per l’espatrio

    265 - Ago 9, 2013 - 11:17 Vai al commento »
    Daje  Peppe che la candidatura a Sindaco non te la toglie nessuno ( che tu accetti o meno).
  • Ex discarica, Pezzanesi: “Il Pd mistifica, noi facciamo i fatti”

    266 - Ago 5, 2013 - 20:49 Vai al commento »
    luna maggiore entrata di 525.000 Eurozzi  prelevati dalle tasche dei cittadini dalla sola IRPEF comunale ( portata al massimo appena messo piede in comune) oltre all'entrata IMU per 2.200.000 Eurozzi . Effettivamente questi sono fatti caro Sindaco.
  • Guida in stato di ebbrezza
    e provoca un incidente

    267 - Ago 4, 2013 - 15:37 Vai al commento »
    Essendo un "giovane del posto" nessun nome e nessuna fotografia ( va bene pure quella segnaletica della questura). Suvvia, che informazione è senza foto e nome ?
  • Viaggio nella comunità shaolin
    “Siamo diversi,
    ma aperti a farci conoscere”

    268 - Ago 13, 2013 - 14:40 Vai al commento »
    Gli avvocati non intervengono più. Però iniziano ad apparire "le testimonianze spontanee". @ Fra  Fre  mi auguro che la "persona che conosci personalmente" abbia denunciato il tutto alle autorità competenti e non si sia limitato a lamentarsene con lei.
    269 - Ago 10, 2013 - 16:39 Vai al commento »
    E quale sarebbe il motivo per cui "se ne devono andare" ? Ognuno di noi potrebbe avere un motivo ( dal proprio punto di vista valido) per dire che qualcun altro se ne dovrebbe andare. O no?
  • Marche in vetrina, Pippo Baudo
    cittadino onorario di Castelraimondo

    270 - Lug 24, 2013 - 12:19 Vai al commento »
    iniziativa fantastica!!!
  • Guzzini e Sacchi: “Così la pedonalizzazione di Corso Matteotti non serve a niente”

    271 - Lug 22, 2013 - 9:05 Vai al commento »
    Un po' scontato, però qualche voto si può racimolare... 
  • Pedonalizzazione di Corso Matteotti:
    in vetrina la protesta dei commercianti

    272 - Lug 19, 2013 - 11:30 Vai al commento »
    @davoli, anche Macerata ha un parcheggio interrato a ridosso del centro storico. O no? E il parcheggio Garibaldi ( a costi modesti), anche se non "interrato" non è forse al servizio del centro storico?       Il problema è rappresentato dai 3-400 metri da fare a piedi ?
    273 - Lug 19, 2013 - 10:57 Vai al commento »
    Ancora con questi parcheggi? Non diciamo fesserie cari ( sotto diversi punti di vista) commercianti ! Io non abito a Macerata e ogni qualvolta sono venuto in città per arrivare al centro storico ho trovato parcheggi a buon mercato nel raggio di 500 metri ( cosa non scontata per altre città anche più piccole di Macerata). Semmai il problema è: perché mai dovrei recarmi a fare acquisti in un negozio del centro storico di Macerata? Prezzi? Servizi? Iniziative? Cortesia? Simpatia? Offerte particolari ed introvabili? Qualcuno faceva l'esempio di Ancona ( tra l'altro, due volte almeno Macerata e con parcheggi di prossimità costosissimi):  sarà il caso di andare a vedere come funziona da altre parti invece che piagnucolare? Dove erano i commercianti quando il Centro storico di Macerata veniva svuotato di "abitanti/inquilini" per far posto ai "posti/letto " a 200 Eurozzi cadauno? E dove erano quando l'Università invece di svolgere il suo ruolo ed investire nella didattica e nella ricerca si mise a fare l'immobiliarista ? Infine, anche se un po' OT: nel passaggio Lira/Euro ( 2001/2002) e dunque il famigerato ed arbitrario automatismo   1000 lire/ un Euro, non mi pare di aver visto cartelli di protesta dei commercianti contro il pericolo di riduzione delle vendite che alla lunga sarebbe potuta derivare dalla speculazione sui prezzi ( e relativo immediato arricchimento).
  • Macerata prima in Italia
    per l’integrazione

    274 - Lug 19, 2013 - 12:14 Vai al commento »
    @Nascimbeni In riferimento all'articolo del Prof. Sartori ( del quale in generale condivido buona parte del pensiero) , ci sarebbe da osservare che la "non integrazione" portata ad esempio dall'illustre accademico di Torino suo assiduo lettore, desta non poche perplessità: mi pare ovvio oltre che tendenzialmente naturale che queste persone, dopo essersi "integrate" durante il giorno ( lavoro, ove si lavora)  trascorrano il loro tempo libero ritrovandosi con i propri connazionali. E mi pare scontato ( non ovvio) che in questi locali/ritrovi gli italiani non abbiano alcun interesse ad entrarci: si sentirebbero stranieri esattamente come si sentono quelli che li frequentano in una qualsiasi giornata da "stranieri/integrati".   Mio nonno mi raccontava storie di ritrovi serali ( locali frequentati esclusivamente  da "olivastri mediterranei" suppongo) tra connazionali italiani in Belgio, dopo il lavoro in miniera fianco a fianco con polacchi, greci, spagnoli e perfino francesi , ed un conoscente raccontava come avvenisse  altrettanto in Germania. Alla mia domanda, perché? La risposta era: anche soltanto per ascoltare il suono familiare e rassicurante della propria lingua e prepararsi per un altra dura giornata di lavoro da "integrati" ( "da integrati" lo aggiungo io).   D'altro canto gli italiani a New York con i loro ritrovi serali  si "concentravano" preferibilmente neanche in un locale ma addirittura in un quartiere chiamato ancora oggi "Little Italy" .   E per quale misterioso motivo ? Se ne fottevano dell' integrazione?   Oppure vogliamo sostenere che gli italiani che sono rimasti in U.S.A. pur continuando a frequentare i loro locali "italiani" a Little Italy non sono "integrati" ? 
    275 - Lug 19, 2013 - 11:21 Vai al commento »
    Caro Peppe, condivido QUASI tutto ( sullo "ius" ho qualche idea diversa), seppur modificando il tuo inciso " (cioè, facendo tutto quello che vorremmo fosse fatto, anche a livelli minori, da tutti gli stranieri che vengono in Italia)" così: (cioè facendo tutto quello che fosse fatto dagli italiani e dagli stranieri...ecc. ecc). Infine, leggendo gran parte dei commenti mi viene da osservare: vedere riconosciuto a Macerata un primato di civiltà non mi pare rispondente al sentimento di civiltà di taluni cittadini maceratesi ai quali suggerirei di togliersi gli occhiali con impresse le immagini a colori di Carancini e dell'orda di "komunisti" che governano la città.  Ma spero ( anzi, sono certo) che si tratti di una minoranza.
  • Continuano le polemiche sul metodo Stamina
    Barbara Giuggioloni: “Non negateci la cura”

    276 - Lug 10, 2013 - 14:22 Vai al commento »
    Condivido al 100% le considerazioni di @pischello. Tuttavia, comprendo pienamente le speranze di chi soffre  e le aspettative che in essi può suscitare una cura declamata come efficace pur se non ancora sperimentata.  Ragione per cui credo gli ammalati debbano  essere lasciati liberi di perseguire le vie terapeutiche che intendono percorrere e bene fanno i giudici a consentire questo.  Anzi,  sarebbe opportuno semplificare, evitando inutili conflitti ed umiliazioni per l' ammalato,  attraverso un semplice atto formale dove il paziente,  informato e consapevole in merito alla valutazione della terapia da parte del Ministero della Salute,  si assume la piena responsabilità della scelta che sta compiendo.  Nel frattempo, è' importante invece essere chiari fin da subito sulla effettiva e comprovata efficacia di talune terapie. E su questo fa bene il Ministero della Salute a precisare le reali condizioni della terapia "Stamina". 
  • Dossier su Banca Marche
    L’estate milionaria del dg Bianconi

    277 - Lug 23, 2013 - 16:09 Vai al commento »
    Ognuno  tragga le conclusioni... dopo che Bianconi ha tratto le sue.
  • Recanatese-Samb: maxi rissa in campo
    per un rigore concesso al 97′

    278 - Mag 5, 2013 - 18:13 Vai al commento »
    Mi riferisco al sottotitolo. Ma che significa "Leopardiani retrocessi in eccellenza, Samb promossa: ma con un punto i rossoblù sarebbero comunque saliti in Lega Pro e i giallorossi avrebbero centrato i playout" ?  Si dovrebbe intendere che i "rossoblù" avrebbero dovuto accontentarsi del pareggio e magari buttare fuori il rigore di proposito? E l'altra squadra che ne sarebbe uscita danneggiata da un comportamento scorretto? Sarebbe sport questo?
  • Sacche di sangue, Forza Nuova risponde alla Cgil

    279 - Mag 3, 2013 - 9:34 Vai al commento »
    Eh sì, appendere una sacca di sangue alla porta di una organizzazione sindacale, è " una iniziativa concreta" ben più di quello che si pensa.  Soprattutto per avere un articolo in prima pagina su CM.  
  • Fondazione Carima svaluta
    le azioni di Banca Marche

    280 - Apr 30, 2013 - 8:52 Vai al commento »
    Marcolini rinnovamento?????????????????????? Suvvia, non scherziamo.
  • Svolta epocale per la nostra sanità

    281 - Apr 30, 2013 - 10:22 Vai al commento »
    Sulla carta il modello non è sbagliato: se devo fare un intervento chirurgico  preferisco farlo in un ospedale ben attrezzato ( pronto anche ad affrontare eventuali emergenze) dove trovo medici che hanno esperienza e tecnica adeguata  derivante da una  attività chirurgica molto consistente;  il bisogno di cure ( normali) effettuabili a domicilio dopo una  prima fase di stabilizzazione anche presso strutture a bassa intensità assistenziale, può essere effettivamente garantito da strutture come la Casa della salute. A tal proposito non bisogna inventarsi niente;  ci sono già esperienze avanzate e ben funzionanti anche in Italia ( Emilia Romagna-Lombardia ) dove queste strutture racchiudono in modo perfettamente organizzato e funzionale tutto quello che ci dve essere nella medicina di base: ambulatori dei MMG che garantiscono aperture delle strutture per almeno 12 ore anche nei giorni festivi ( rotazione a turni dei medici di MMG-ne gioverebbe anche la loro professionalità); punto di primo intervento collegato con il 118; astanteria con alcuni posti letto per l'osservazione breve 24-48 ore; ambulatori specialistici e diagnostici ben attrezzati che funzionano a pieno regime almeno 6 giorni alla settimana; posti letto per lungodegenze; posti letto per riabilitazioni; servizi di assistenza e ospedalizzazione domicliare. Andare a vedere le liste di attesa ad esempio e verificare il grado di soddisfazione dei cittadini.  Dunque, basta copiare e fare in fretta. Non bisogna essere geni: occore soltanto che qualcuno "imponga" finalmente a tutti i soggetti interessati di "fare" quello che deve essere fatto.  Chiudre i piccoli ospedali poco sicuri e abbastanza inefficenti e sostituirli con le Case della salute insieme ad una rete veramente efficente ed efficace del 118 e  Medicina d'urgenza è la strada giusta da perseguire.  E' invece  inaccettabile e completamente inefficente oltre che fonte di sprechi,  rimanere in mezzo al guado: ovvero avere ospedaletti che non sono più ospedali perché ogni giorno vengono loro sottratti personale e attrezzature ( oppure quest'ultime rimangono inutilizzate)  e non avere servizi territoriali adeguati in loro sostituzione. Esattamente quello che è accaduto fino ad oggi.  Tutto il personale si deve adeguare a partire dai medici e specialisti ospedalieri che devono smetterla di opporre resistenze a lavorare nel territorio. Così come i MMG devono smetterla di fare gli scrittori di ricette e tornare a fare il medici a partire dal rendere perfettamente fruibile e funzionale la Casa della Salute.   La Regione ha la grave responsabilità di non aver preso a calci in culo i Dirigenti evidentemente  incapaci, preposti alla riorganizzazione. Ha tollerato per troppo tempo che regnasse il caos organizzativo e i tempi di attesa anche per prestazioni non particolarmente complesse diventassero biblici. Il problema dei dirigenti adeguati si pone ineludibilmente: un conto è gestire al meglio una macchina complessa la cui organizzazione è già definita, altro invece è riformare e riorganizzare completamente questa macchina complessa. Non è detto che uno stesso Direttore possa essere in grado di fare l'una e l'altra cosa. E l'attuale Direttore Generale dell'ASUR dovrebbe essere il primo a rendersene conto. Secondo me , ad esempio,  non è credibile che un Direttore generale dell'ASUR già esso medico possa imporre ad altri medici un cambiamento così radicale delle loro abitudini operative e possa incidere seriamente sulle prevedibilissime resistenze delle piccole e grandi baronie costituitesi nel sistema ospedaliero ( che poi sono il motivo principale per cui nel territorio non c'è più niente che funzioni) e anche tra i MMG.   Come si dice..."tra cani...."      
  • Paolo Brosio in preghiera a Belforte

    282 - Apr 17, 2013 - 11:57 Vai al commento »
    Stavolta concordo con @giorgi ( ho capito male o si sarà sbagliato ? ;) )   @ Bommarito, dal momento che si sceglie di trattare pubblicamente un fatto estremamente personale come la conversione religiosa,  facendone un evento per il quale si scomoda il Presidente di un Ente Pubblico ( non importa se  a costo zero), si mette in campo la concreta possibilità di esporsi al libero apprezzamento ( anche la sgradevole ironia, purché non sfoci nella maleducazione) da parte di chi legge, nonché alla possiblità che qualcuno si ponga la legittima domanda di cosa possa entrarci un Ente Pubblico in una vicenda come questa.     
  • Chi vorresti come
    Presidente della Repubblica?

    283 - Apr 13, 2013 - 11:03 Vai al commento »
    Massi è una quindicina d'anni che dichiara finito il modello marche. Sarebbe da consigliare ai suoi elettori di farlo stare zitto. Porta sfiga ( politicamente). Per il Presidente della Repubblica bisogna pensare a criteri che possano garantire l'ottimismo della ricchezza,  la libera circolazione della barzelletta possibilmente sporca, molli qualche pizzicotto sul sedere a qualche Presidente donna di qualche altroa Nazione e faccia dare ogni tanto una sbirciata dal buco della sua serratura.  Altro che garante della Costituzione: potrebbe andare benissimo Berlusconi o, se propprio indigeribile per una parte dei deputati piddini ( per un'altra parte lo sarebbe benissimo), si potrebbe virare  su un suo uomo di fiduaci più "presentabile":  Letta Gianni andrebbero benissimo.   
  • Appello alle nostre istituzioni:
    abbiate pietà!

    284 - Apr 15, 2013 - 16:35 Vai al commento »
      La lunga premessa di Ricci per dire alla fine  “andatevene tutti” mi pare condivisibile e perfettamente in linea con il sentire comune.   Tuttavia, dal momento che si parla implicitamente  di merito, competenza e onestà, nonché capacità di governare la cosa pubblica in nome del bene comune e della intera collettività ( temi sacrosanti che sono in ballo da almeno un decennio però ) e non di pura e semplice questione generazionale, a mio avviso sarebbe da aggiungere una considerazione generale che avrebbe potuto pure essere una premessa nella lunga premessa di Ricci ( sempre secondo la mia opinione, si intende); se non altro per richiamare ad una qualche responsabilità anche il "popolo sovrano" per come fino ad oggi ha esercitato ( o come NON ha esercitato)  il suo esercizio di sovranità e di "controllo" sui centri di potere ( tutti, pubblici e privati) e su come questo potere è stato “speso” proprio per il bene comune e della collettività.   Infatti,  fin quando negli anni scorsi a protestare contro “i poteri” erano le categorie che già stavano peggio, però  ritenute evidentemente più marginali ( gli operai, i pensionati al minimo,  i disoccupati giovani che da anni vivono disoccupazione o  precarietà) al massimo venivano liquidate come i "soliti comunisti",  oppure  trattate, in  sopraffine analisi socio-politiche, come parte degli inevitabili effetti collaterali di un sistema che tutto sommato faceva star bene una ampia  parte della gente. Non tutta ma un ampia parte: quanto meno  dai cosiddetti ceti medi in avanti ( verso l’alto).   E’ quello steso “sistema”  oggi  sotto accusa, divenuto improvvisamente insopportabile perché la crisi non si è fermata alle categorie ritenute più marginali, ma è andata ad  espandere progressivamente i suoi effetti devastanti  pure nella carne viva di categorie sociali che si ritenevano al sicuro.   Il tutto aggravato dal fatto che uno degli effetti di questa crisi è che non ci sono più neanche le briciole che il potere lasciava appositamente cadere durante il suo banchettare, alle quali molti degli attuali neorivoltosi “ceti medi” potevano fino a poco tempo fa “spizzicare”; trentenni e quarantenni compresi.   Niente di più italico.              
  • Dirigenti della Provincia, Pettinari:
    “Ecco come stanno le cose”

    285 - Apr 15, 2013 - 14:59 Vai al commento »
    @ giorgi Le assicuro che anche Lei regala buon umore con i suoi sagaci commenti. Non so se a tutti,  a me certamente.  Si sente forse chiamato in causa per" ... idea che io sia un personaggio che cavalca le mode del momento..."?
    286 - Apr 15, 2013 - 10:51 Vai al commento »
    @giorgi Fermo restando che se non avesse avuto bisogno di spiegazioni avrebbe potuto benissimo risparmiarsi la lettura del "mio commento n.10" dato che si capiva fin dalla prima riga di cosa si trattasse, La ringrazio per i complimenti ed anche per il suo simpatico sarcasmo. Tuttavia segnalo "seriamente" che non bisogna essere scienziati o rovesciatori di frittate ( simpatica pure questa, mi scuserà se la userò in altre garbate polemiche) per sapere certe cose: è sufficiente andarsi ad approfondire il problema chiedendo umilmente ( capisce questa parola?) a chi ne sa più di noi (specificamente più di me) e/o leggersi qualche norma vigente.   Quanto meno Le servirebbe a capire  quali teste tagliare e se da tagliare, invece che limitarsi ad esprimere un pensiero acuto,  lungimirante e sicuramente  molto alla moda come questo: " Per tagliare le teste non c’è problema, lo strumento adatto esiste già. Il problema, con costoro, sarà, eventualmente, quello di trovargli la testa, senza confonderla con altre parti anatomiche"  (commento n.8 ).    @alexis C'è una distanza astronomica (culturale e politica) tra me e Pettinari. Dunque, lungi da me l'intenzione di voler fare il difensore d'ufficio di costui ( anche se non avrei remore a sostenere pubblicamente eventuali sue iniziative che ritenessi ben fatte);  però questa moda di "sparare" a tutto quello che è pubblico (politico e non) a volte a ragione, altre a prescindere come direbbe il filosofo De Curtis, mi sta dando un po' noia. Ammetto pure  che la noia deriva dall'osservare il dilagare di  un certo comodissimo conformismo "grillesco" a cui non ho minimamente intenzione di adeguarmi. Per puro diletto personale allora, vado ad informarmi ( seguendo anche i ripetuti consigli profusi in tal senso dal grillismo militante) allo scopo di verificare se Pettinari in questo caso , ha una  precisa responsabilità in merito alla nefandezza del "dirigente Spuri pagato senza far niente". Si scopre  che certi popolarissimi meccanismi  tanto invocati  ( resezioni di teste ) in linea generale non sono disponibili per i Presidenti di Provincia o Sindaci o Presidenti di Regioni  così come si vorrebbe far credere ( o semplicemente si crede) . Tra l'altro, sono pure certo che se fossero disponibili, molti politici non avrebbero remore ad usarli, se non altro per risalire la china della loro impopolarità ( oggi).  Fare un minimo di chiarezza. Tutto quì; senza nessunissima intenzione polemica.              
    287 - Apr 13, 2013 - 12:04 Vai al commento »
    Nella Pubblica Amministrazione,  a differenza dei settori privati il rapporto di lavoro dei Dirigenti è regolato dal Contratto collettivo nazionale di lavoro. Piaccia o non piaccia ci deve fare i conti sia Pettinari che tutti i geni Presidenti che verranno dopo. Non esiste il licenziamento per "ristrutturazione" e neanche la possibilità dell' l'esodo incentivato come usa fare per esempio una banca (MPS o nel nostro piccolo la BdM ) o una azienda pubblica (come l'Alitalia) quando deve liberarsi di un dirigente scomodo : gli si "imbocca" qualche milione di buona uscita e quello se ne va buono buono e soprattutto zitto zitto ( tanto anche in questo caso pagano cittadini e azionisti).  Nel pubblico questa "rapidità" decisionale costosa ma efficace non esiste.   Non è neanche pensabile si possa risolvere  tutto abolendo le province ( per inciso, sono completamente d'accordo); infatti, con questa situazione si dovrà comunque fare i conti,  salvo nel frattempo non cambi  tutto il quadro legislativo e normativo di riferimento.   Esiste una procedura (lunghetta per la verità) che dichiara formalmente in sorannumero eventuali esuberi.  Una procedura che prevede una sorta di messa "in disponibilità" dei dipendenti che risultassero appunto in sovrannumero (anche Dirigenti) per la durata di un paio di anni. Termine entro il quali l'Ente, in accordo con altri Enti dovrebbe ricollocarli ( nel pubblico)  attraverso lo strumento della cosiddetta mobilità esterna.  Sulla carta, se al termine dei due anni ( nel frattempo in ogni caso pagati per non fare niente) non sono stati ricollocati in altri Enti ( i quali possono rifiutarsi di accoglierli se dimostrassero che non hanno disponibilità di possti in dotazione) , potrebbero essere licenziati. Sulla carta però.  Infatti,  si tratta in ogni caso di procedure che viaggiano sul filo del diritto amministrativo e del lavoro 8 e qiì i legali ne sanno qualcosa mooolto più di me) e come tali soggette ad una miriade di interpretazioni/contestazioni. Come tutte le procedure della pubblica amministrazione anche queste prevedono la possibilità di "impugnative" ( da parte di chi eventualmente si sente leso) e ricorsi  ai TAR fino al Consiglio di Stato ( se serve). Il tutto quasi certamente  della durata ben superiore ai due anni sopra richiamati.  Poiché nel frattempo quelli "messi in esubero" sarebbero fuori ruolo ma comunque sempre dipendenti, ciò comporterebbe l'obbligo della continuità retributiva e contributiva da parte dell'Ente, nonché una montagna di spese per avvocati specialisti in  lunghi e costosissimi contenziosi amministrativi.  Pettinari, queste robe le sa perfettamente e dunque, nel caso specifico dei dirigenti in esubero della Provincia, da vecchio democristiano quale è ha capito che è meglio "non affrontare"  il problema   prendendo la pentola dalla parte sbagliata, prefereendo ( saggiamente aggiungo io) "sfruttare"  i Dirigenti fuori ruolo facendo loro fare qualcosa di utile ( dal suo punto di vista ha spiegato cosa).  Magari risparmiando pure su qualche progettista e/o direttore di lavori pubblici che avrebbe dovuto ingaggiare esternamente. 
  • “Cresce la disoccupazione e manca manodopera qualificata”

    288 - Apr 10, 2013 - 15:43 Vai al commento »
    Vista la "previsione" a media-lunga scadenza dei pensionamenti di "figure strategiche" mi pare proprio che la formazione con modalità "on the job" sia quella possibile e più efficace. Dunque, bisogna esplicitare esattamente il progetto: per caso si richiede di inserire nuove figure da affiancare per una formazione "on the job" della durata di qualche anno ? e se è così, il costo ( immagino debba ricevere uno stipendio chi si forma "on the job", oppure no?),  dovrebbe essere sostenuto interamente dai fondi pubblici ? E' questo che sostiene l'Associazione? In tal caso, quanto si dovrebbe spendere? E si dovrebbe spendere solo per il solo settore calzaturiero? E per gli altri settori sono state fatte le medesime "ricerche" sui bisogni formativi? Ci sono anche altre proposte in merito? I lavoratori impegati " on the job" sarebbero assunti al termine del tirocinio/lavoro a spese della collettività ? Si potrebbero avere chiarimenti in merito?
  • Nasce l’Ufficio Europa integrato e distribuito
    “L’unione fa la forza”

    289 - Apr 10, 2013 - 15:53 Vai al commento »
    I comunicati stampa di solito pompano e valorizzano al massimo le cose che si vorrebbero comunicare. Bisognerebbe procurarsi il progetto, studiare i contenuti e poi eventualmente criticare ( o elogiare) l'iniziativa. capisco che la moda è moda ma questo andazzo del criticare aprioristicamente qualsiasi iniziativa prodotta dal pubblico inizia francamente a stancare. 
  • BdM, 527 milioni di perdita
    nel bilancio consolidato

    290 - Apr 5, 2013 - 14:28 Vai al commento »
    Insisto: 1) chi ha autorizzato la buonauscita ricchissima a Bianconi? Ed eventualmente, per quali meriti ? 2) Bianconi ha deciso da solo le aperture di crdito milionarie per grandi operazioni immobiliari ? La Fondazione non c'entra niente????    
  • Dirigenti della Provincia:
    i conti non tornano

    291 - Apr 4, 2013 - 18:29 Vai al commento »
    Sig. @giorgi, fa niente.   Sono io che mi sono spiegato male.
    292 - Apr 4, 2013 - 17:17 Vai al commento »
     Sig. @giorgi, senza alcuna polemica, Lei conferma quanto da me affermato. Preciso che per "aria che tira" ( con le virgolette) intendo essenzialmente l'oggettiva difficoltà, in questa precisa fase storica, di poter esporre  qualche argomento di merito quando il tema è riferito alla Pubblica Amministrazione, facendo a mio avviso, parecchia confusione tra le responsabilità della politica e il funzionamento di un Ente Pubblico ( non mi pare sia il Suo caso) . Per quanto mi riguarda evito accuratamente ( anche se non sempre ci riesco, ovviamente) di fare di ogni erba un fascio e di dare del mangia a uffa a qualsiasi cosa si avvicini alla Pubblica Amministrazione, senza alcuna distinzione di responsabilità, di ruoli e di singoli comportamenti. Voglio dire che che una simile linea di condotta, prima ancora del merito delle cose che si affermano, risulta non essere particolarmente popolare. Per me non è assolutamente un problema  e tuttavia nel mio intervento riportavo la considerazione che lei sottolinea come un semplice dato di fatto, essendo gli argomenti in discussione ben altri come lei giustamente sottolinea.         
    293 - Apr 4, 2013 - 11:51 Vai al commento »
    Condivido il commento di @orville. E' la mobilità: ovvero la possibilità per le Amministrazioni Locali di utilizzare  dirigenti,  pubblici dipendenti, senza dover ricorrere a consulenze esterne ( i famosi dirigenti "esterni" della durata di 5 anni, disolito amici o amici degli amici che molti Sindaci e Presidenti si affrettano ad assumere non appena eletti alle loro cariche).Ora, tenendo conto proprio del fatto che la legge consente di "assumere" dirigenti esterni di fiducia  e moltissimi lo fanno senza farsi troppi scrupoli, in generale ( vale per qualsiasi "colore" di amministrazione politica) mi pare corretta la scelta di avvalersi sempre e comunque ( salvo manifeste incapacità) di Dirigenti già in forza alla Pubblica Amministrazione  senza spendere ulteriori risorse pubbliche.Sotto questo aspetto, potrei sbagliare ma azzardo una spiegazione per il fatto che non sia stato fatto un apposito "decreto" per il ritorno del Dirigente Spuri: trattandosi di semplice "distacco temporaneo" ad altra amministrazione ( comune di Macerata) il Dirigente è stato sempre formalmente in forza alla Provincia e dunque per il suo "ritorno" non dovrebbero essere previsti "decreti di assegnazione". Ritornerebbe semplicemente al suo posto di ruolo che nel frattempo è rimasto scoperto. Esattamente come potrà accadere al Dirigente Giustozzi ad esempio, se e quando deciderà di laciare l'Amministrazione dell'Università  o se l'Amministrazione stessa deciderà di non avvalersi più della sua opera.   Una breve considerazione sul "Dirigente pubblico": a mio avviso, c'è da tenere conto che la funzione dirigente nel pubblico è ben diversa da quella nel settore privato. Fermo restando che non tutti sono bravi e competenti alla stessa maniera, e non tutti lavorano sodo ed in modo responsabile , saper dirigere un settore rilevante della Pubblica Amministrazione significa far girare la macchina "burocratica" al meglio delle sue possibilità, pur nel rigoroso rispetto delle leggi e della miriade di regolamenti su cui si basa il funzionamento della Pubblica Amministrazione. La tanto vituperata burocrazia ( ad esempio i diversi  passaggi di una pratica da un ufficio all'altro ) in teoria  è necessaria per garantire una pluralità di controlli su ogni singolo atto e limitare le possibilità di malversazione dei pubblici funzionari ( In Italia la questione viene superata con la "tecnica dell'associazione a delinquere" tra i vari soggetti interessati-pubblici e privati). Anche negli altri Paesi europei la burocrazia statale è molto rigorosa, pignola e severissima ( specialmente in Francia,  Germania, Olanda e Danimarca). La differenza con la nostra è data essenzialmente dalla sua migliore efficenza ed efficacia ( più semplice soprattutto nelle procedure e dunque anche più trasparente) e anche da una diversa "collaborazione qualitativa" dei cittadini.  Questo però dipende da come sono concepite leggi, regolamenti e procedure alle quali  tutti "dovrebbero" attenersi, i Dirigenti per primi e in definitiva da come i cittadini sono stati 2educati" dalla Pubblica Amministrazione ad essere "civili" e rispettosi delle regole.  Quì casca l'asino: ci sono Dirigenti e Funzionari disonesti che approfittano di leggi, regolamenti, e procedure per "controllare" l'accelerazione o il rallentamento della pratica, spessissimo in combutta con il politici; ci sono invece ( secondo me la stragrande maggioranza ) Dirigenti e funzionari non soltanto onesti e consapevoli della loro funzione pubblica, ma anche competenti e gran lavoratori ( di solito le due categorie di pregi si trovano associate alle stesse persone )dai quali i politici si tengono a distanza di sicurezza.   Sulle retribuzioni dei Dirigenti delle Amministrazioni Locali come Comuni e Province ( altra cosa sono i Dirigenti delle amministrazioni Statali - Ministeri): anche quì facciamo attenzione a paragoni improponibili tra pubblico e privato. Un Dirigente (che per inciso occupa il ruolo dopo una severa e durissima selezione su materie di Diritto Amministrativo)  che percepisce 100.000 e lordi ( tra i 4 e i 5000 €  netti al mese) ha una retribuzione 3-4 volte superiore alle "categorie più basse" della P.A (circa 1150-1300 € netti al mese ). Pur comprendendo  l'"aria" di risentimento sociale verso tutto quello che è pubblico ( a mio avviso però si sbaglia a non fare i dovuti distinguo tra politica e pubblica ammnistrazione),  a me non sembrano distanze inconcepibili vista la differenza di competenze richieste e responsabilità attribuite ( anche sul piano civile e penale) Da quì RIsottolineo il commento di @orville.: "non facciamo di tutta l'erba un fascio"     
  • Privato: Tutti i guai di Banca Marche
    tra affari, inchieste e perdite di bilancio

    294 - Apr 3, 2013 - 11:50 Vai al commento »
    Complimenti alla Perini che si sta facendo le ossa (da giornalista di inchiesta) su un tema di grande rilevanza per il nostro territorio. La BdM ( aggiungerei anche la Fondazione) è uno di quei santuari del potere economico locale che può decidere le sorti dello sviluppo o della depressione dell'intero territorio e proprio per tale motivo dovrebbe essere un esempio di trasaprenza. Esattamente il contrario di quello che è stato fino ad ora.  Inviterei la Perini a "scavare" ulteriormente andando oltre le resonsabilità della Dirigenza  della Banca dal momento che risulta difficile immaginare una situazione che vede da un lato un Direttore "cattivo" e dall'altro una Fondazione vittima del cattivo.   Esempio:  non penso che Bianconi possa aver deciso in totale autonomia  finanziamenti milionari ( con quali garanzie?) a sostegno di operazioni immobiliari spericolate o quanto meno fortemente aleatorie.  C'è qualcuno disposto a credere che in Fondazione non ne sapessero niente?  
  • I commentatori senza nome?
    Beh, buona Pasqua pure a loro!

    295 - Mar 31, 2013 - 17:58 Vai al commento »
    Direi un "fondo" ironico e divertente . Da  eccellente giornalista come sempre. Buona Pasqua a Lei e ai "ragazzi" di CM
  • Gianni, 14 anni, alle prese
    con l’alcol e con le canne

    296 - Mar 26, 2013 - 12:10 Vai al commento »
    Posto che in materia si possono avere diverse opinioni ( proibizionismo o antiproibizionismo in primis) la diffusione sempre più incontrollata di alcool e droga non può non essere considerato un grave problema sociale.  E per questo motivo genitori e scuola per primi ( mettiamoci anche la chiesa va) non possono continuare a mettere la testa sotto la sabbia e far finta di niente. A me pare che il "lavoro" di Peppe Bommarito sia proprio questo: nessuna ipocrisia ( famiglia, chiesa, società, istituzioni-scuola); informazione, informazione e ancora informazione. Cioè imparare a guardare il fenomeno come una cosa che potrebbe essere in casa nostra e non riguardare solo "gli altri". Può darsi che il ragazzo abbia "ingrossato" la faccenda anche per un certo protagonismo. Però  il punto è che l'alcool, la droga e lo sballo per molti ragazzi sono diventate etichette distintive per "partecipare" al gruppo ed essere pienamente "ammessi". Questo, anche se certamente non vale per tutti, è un dato di fatto innegabile e sta diventando un "fenomeno di massa" proprio a partire da quella fascia di età dove veramente non si capisce un c...zo di se stessi e il "gruppo" con i suoi irrefrenabili rituali assai "consumistici" ( il divertimento a tutti i costi "acquistando" lo "sballo": dal motorino all'i phone"  alla musica, dall'alcool alla droga), diventa luogo di identificazione della propria personalità. E quì finisco perché mi si apre una voragine di riflessioni...    
  • Dove va la politica?
    Segue la società civile

    297 - Mar 18, 2013 - 19:34 Vai al commento »
    Ai voglia che ognuno la rigiri come meglio gli fa comodo ( a seconda la categoria di appartenenza), seguire attentamente i rapporti della Guardia di Finanza o meglio ancora parlare direttamente con qualche "operatore" della Guardia di Finanza apre bene gli occhi anche a quelli che si ostinano a tenerli chiusi  ( Grillo compreso). L'analisi di Liuti è semplicemente incontrovertibile. Piaccia o non piaccia.
  • Laura Boldrini conquista l’Italia
    “Sono qui per difendere gli ultimi”

    298 - Mar 17, 2013 - 18:03 Vai al commento »
    Non dispiacerti per noi che ti leggiamo @nico,  piuttosto puoi dispiacerti per te che pensi sia necessario "insistere" con il tuo pensiero:  sarebbe stato sufficiente mettere un foglio bianco con il tuo nick ( cioè senza scriverci altro) e avremmo capito tutti cosa avresti avuto da dire ( parola più parola meno...). Magari la Santanché ci avrebbe rappresentato meglio. 
  • La maceratese Laura Boldrini
    eletta presidente della Camera

    299 - Mar 17, 2013 - 11:50 Vai al commento »
    Da alcuni commenti matura una concezione della società che fino ad oggi mi era sfuggita ( ma non ho la lungimiranza di taluni...e me ne scuso) e che più o meno si può riassumere in: il mondo si divide in due; da una parte chi "riceve li stipendio" e dunque definibile " stipendiato" ( sembra inteso come epiteto per indicare un soggetto nullafacente, magnauffa, parassita che non "crea e produce" niente, ed infine quasi certamente abusatore di diritti e quantità stipendiali immeritati ); dall'altra chi invece "passa lo stpendio a quelli che lo prendono" ( direttamente o indirettamente, questo è del tutto indifferente, purché ci si senta dalla parte di chi "passa lo stipendio").  Ecco, mi sembra di aver capito che secondo questa emergente ed interessante scienza sociale tutto ciò che si muove nel mondo va letto nell'ambito di queste due categorie. E tutte le complessità e le "articolazioni" dell'umana società risulteranno improvvisamente superate.
    300 - Mar 16, 2013 - 17:58 Vai al commento »
    Ma si può giudicare una persona finalmente a prescindere dalla sua collocazione politica ? E' certo che Laura Boldrini si colloca un bel gradino sopra la media dei politici italiani ( non esclusivamente maceratesi-marchigiani). Mi riferisco certamente a quelli della vecchia politica e dal mio punto di vista anche a moltissimi di quella nuova ( di tutti i partiti e moVimenti) che arrivano lì e non sanno neanche da che parte girarsi ( e rischiano di arrivare a fine legislatura senza averci ancora capito una mazza). Infatti, per tanti essere nuovo e non avere alcuna esperienza politica ( che non vuol dire per forza aver rubato) è un requisito che da solo basta ed avanza per fare bene; per me invece, considerando l'estremo  bisogno che c'è oggi in italia di un "bravo e capace governo", quello dell'inesperienza totale non è un requisito ma una vera iattura che si aggiunge ad una situazione disastrosa.  Anche se non è del partito per cui ho votato sono contento e anche onorato che Laura Boldrini, stimata portavoce dell'Alto Commissariato per i rifugiati politici dell'ONU  (e per favore non diciamo cazzate sull'immigrazione ), sia stata eletta Presidente della Camera dei Deputati. Gli faccio i migliori auguri di buon lavoro.  
  • Biogas: l’inchiesta della magistratura
    e l’ipocrisia della classe politica regionale

    301 - Mar 16, 2013 - 18:42 Vai al commento »
    Moby Dick la parola "giustzialista" in questi anni è stata usata come  epiteto atto a disprezzare un rozzo atteggiamento illiberale del cittadino ignorante, legato al "vecchio" e non modernamente "liberal" ( mi scuso per la semplificazione ma lo spazio è quello che è ). Io, che in passato ho anche militato in uno dei partiti storici italiani spazzati via da Mani Pulite, sono diventato un feroce giustizialista nel momento proprio quando mi sono accorto ( colpa mia non averlo visto prima) che quel partito storico, nobile portatore di valori come equità, giustizia sociale e riscatto dei più deboli, fosse stato utilizzato senza alcuno scrupolo da una banda di malfattori per fare unicamente i loro affari. Ecco, contiuo a pensare che chiunque faccia i suoi affari sulle spalle di tutti utilizzando per'altro lo strumento "partito" indicato  dalla Costituzione come il mezzo forndamentale per garantire la partecipazione democratica, si da considerare semplicemente un lestofante.  Io separo la responsabilità individuale da quella di un partito come soggetto collettivo; specialmente se il partito è dotato di organi e procedure democratiche previste da uno Statuto e non è un "partito personale" ( in questo caso semplicemente non è un partito). Chi non ha un comportamento specchiato, senza se e senza ma "deve" essere cacciato dal partito,   se colpevole di reato "deve" andare in galera prima ancora degli altri perché amministra una cosa pubblica. Sono "giustizialista" ? Può darsi: certamente non faccio manfrine "furbette" alla "@giovanicivitanovesi" che vogliono farsi passare per quasi-grillini (" a casa" "siete circondati" e altre scopiazzature del genere)   e che invece stanno facendo la loro brava battaglietta politica  per sostituire Spacca e Co. con Ceroni, Brini, Ciccioli  ecc. ecc . cioè niente a che vedere con tutto quello che si è detto fino ad ora. X @peppe non a caso ho parlato di attacchi alla casta in quanto tale e ho aggiunto che è una pura combinazione che la casta da attaccre sia quella del piddì e non potrebbe essere altrimenti dato che da anni è al potere nelle Marche e a Macerata ( prima DS-Margherita).  Che poi tu ci metta una particolare veemenza ( sempre con un certo stile però) forse per un antico "risentimento da ex " ( motivato pure eh) come tu molto onestamente ammetti, è un dato di fatto che non sminuisce la qualità del tuo impegno e del tuo lavoro "giornalistico".   
    302 - Mar 16, 2013 - 12:54 Vai al commento »
    Il mio primo intervento era chiaramente a 'mo di battuta per evidenziare il puntuale e stringente lavoro politico del mio amico Peppe Bommarito nei confronti della "casta" che solo casualmente corrisponde anche alla casta dei suoi avversari politici.  Aggiungo pure che quelli schierati nella sua medesima parte politica  che si "accodano" quatti quatti  per mere convenienze politiche rischiano di rimanere mooolto male se pensano di ricavarne chiassà quale beneficio "politico"per il loro partito o il loro amico politico.  Pur non frequentandoci da decenni, per quel che ricordo ( e da quello che leggo nei suoi commenti) Peppe non è proprio il tipo da prestarsi ad operazioni di bassa cucina.  Oltre tutto  Bommarito  ha iniziato a picchiare la casta al potere mooolto prima che iniziasse Grillo. Ha iniziato quando non andava ancora troppo di moda e per "colpire" la casta non era sufficiente come oggi urlare un po' di vaffanculo a tutti, sputazzare quà e là contro qualsiasi cosa assomigli anche lontanamente ad una "istituzione" pubblica  per essere accolti trionfalmente nella categoria dei "cittadini stufi della casta" ( gran parte dei quali fino a ieri scommetto ciechi e sordi).    Dunque, rassicuro ( o deludo ) chi pensa che voglia difendere soltanto la mia parte politica ( cioè il piddì del quale sono elettore e sono stato attivista).   Io non giustifico a giorni alterni.  Prima di "sparare" cerco di farmi una opinione possibilmente "ragionata" e poi non giustifico nessuno.  Da sempre seguo una mia personalissima tesi secondo la quale in tutti i casi seri di corruzione e concussione che vedono ufficialmente coinvolti "solo" dirigenti, funzionari o manager di altissimo grado ( cioè quelli vicinissimi  al potere politico) non può esistere che la politica non sia coinvolta o quanto meno debitamente "informata dei fatti". Non ci raccontino balle. Sia nel caso che "ometta" di vigilare, sia nel caso che "faccia finta di non sapere" per accattivarsi le simpatite del potente ed inamovibile Dirigente; sia nel caso ( peggiore) in cui "partecipi" attivamente all' affare;  in  tutti i casi la politica, quand'anche ne esca formalmente pulita sul piano penale risulta essere gravemente responsabile sul piano politico e la conseguenza deve essere inequivocabilmente "sanzionatoria": dimissioni del politico anche lontanamente coinvolto (sempre la più dignitosa soluzione ), fine del suo percorso politico e ritorno per sempre nell'anonimato di "semplice cittadino"; in caso di mancate dimissioni, disconoscimento ed espulsione da parte del suo partito e qualora caparbiamente insista nel continuare magari costituendo un suo partitino elettorale l'auspicio di una sonora bocciatura alle elezioni. Semplice .   Per essere chiari la teoria del "non poteva non sapere" di quella parte di Magistratura  inquirente che indaga seriamente e coraggiosamente sul potere e  sulle mafie ( e da sempre considerata "toghe rosse" - guarda caso ) l'ho sempre sostenuta e condivisa anche quando non andava di moda (se lo facevi eri tacciato di essere un antico giustizialista) e per quanto mi riguarda vale oggi anche per le Marche, così come vale per lo scandalo MPS,  dove sono arciconvinto che uomini politici del PD locale e probabilmente non solo ( certamente anche del PdL visti i rapporti accertati Verdini-Mussari) abbiano beneficiato dei favori di Mussari & Co.; così come sono arciconvinto che Berlusconi "non potesse non sapere" della megatangente passata dalle sue società tramite l'amico Previti all'avvocato Mills per dire falsa testimonianza al processo che lo vedeva imputato di corruzione di magistrati nel caso del "lodo Mondadori" ( e altri casi simili).  Dunque, oggi, leggo con piacere che il "giustizialismo" o il " non garantismo" di cui venivo regolarmente accusato quasi fosse un'infamia è acqua passata. Spero che quest'aria "giustizialista"  permanga acora a lungo: almeno il tempo necessario per "cambiare" tutta la classe dirigente del Paese ( senza distinzioni tra chi ha governato e chi è stato all'opposizione) e mettere in galera una bel numero di politici corrotti e corruttori che ancora circolano liberamente nel Paese.  Sarebbe l'apoteosi del giustizialismo. Intanto non posso non rallegrarmi con me stesso per il fatto che su questi temi sono 40 anni che mantengo sempre la medesima maledettissima posizione e NON l'ho cambiata a seconda le necessità politiche del mio partito di riferimento ( che più o meno tutti abbiamo). Forse qualcuno, anche tra "i cittadini arrabbiati", si deve invece domandare se ha cambiato opinione e metro di misura negli ultimi 40 giorni. Meglio tardi che mai per carità; ma se così fosse avvenuto,  sarà il caso si domandi pure come mai ha aspettato tanto per " arrabbiarsi"?  Chissà. Ecco, sogno che  questa improvvisa inflessibilità e questo improvviso rigore morale dello smemoratissimo popolo italiano, non siano un fuoco fatuo come spesso gli è accaduto nel corso della sua travagliata storia; sogno che diventino invece le fondamenta di super-cemento armato su cui costruire il "nuovo palazzo" degli italiani.  Speriamo. Ma ci credo poco. .    
    303 - Mar 15, 2013 - 20:18 Vai al commento »
    Non te pijà troppo sul serio Pé era un po' di ironia
    304 - Mar 15, 2013 - 19:12 Vai al commento »
    Dajie Pe che stavolta forse qualche piddino ce lo pigliamo con le mani nel sacco.   
  • Bikers multati, il Parco:
    “200 bici alle Lame Rosse sono insostenibili”

    305 - Mar 16, 2013 - 13:10 Vai al commento »
    Bene. Che c'antra il Parco' per quale motivo si è sollevato il polverone sul parco? Si contesti la multa comminta dalla Guardia Forestale se la si ritiene ingiusta. Punto e basta. Che altro c'è da discutere ? Anche io considero ingiusta la multa per divieto di sosta che mi ha comminato il vigile urbano della mia città su regolamentazione della viablità disposta dalla "giunta comunale". E allora che faccio, parto dalla multa sacrosanta che ho preso per "contestare" il sistema dei divieti della mia città ? Suvvia, non siamo ridicoli e finiamola con questa storia della povera ed ingenua associazione che si ritrova con 200 persone ad un appuntamento senza organizzare niente  (solo un innocuo passa parola; sai com'è, in rete funziona così...)   
    306 - Mar 15, 2013 - 18:29 Vai al commento »
    Hai ragione @buhtu sono decisamente troppe . Anche se il pezzo è abbastanza lungo e forse qualcuna ce ne poteva stare senza fare figuracce ;) Spero Cm non segua il tuo suggerimento: chissà quanto dovrei pagare di multe. Visto che ci stò torno all'argomento e mi rivolgo a quelli che ancora sproloquiano su  Parco e i suoi impiegati che farebbero le multe da dietro le scrivanie invece di alzare le chiappe  e andare sul posto a vedere cosa succede ( sti sfadigati):  la multa all'Associazione dei bickeristi l'ha fatta la Guardi Forestale e non il Parco. Sveglia.  
    307 - Mar 15, 2013 - 10:24 Vai al commento »
    Ho seguito la vicenda con estremo interesse dalle colonne di CM essendo un "fruitore" occasionale delle bellezze del Parco ( passeggiate ed escursioni a piedi).  A me pare che tutto questo "astio" nei confronti del Parco, anzi, dei "burocrati" del Parco non sia giustificato e serva essenzialmente a "contestare" il fatto di essere stati "pizzicati" (l'associazione è stata multata ).  Tra l'altro, l'articolo di "replica" del Parco (che attendevo per capire meglio) molto "tranquillo", mi pare estremamente chiaro nell'individuare una "via " di utilizzo del Parco che non si affidi eclusivamente ai "divieti" ( che ci sono e in ogni caso devono essere rispettati) ma faccia leva sulla "collaborazione". E i primi soggetti che "devono" collaborare secondo me sono proprio le "associazioni locali" ( perché di associazione locale operante nel Parco stiamo parlando.) Dunque, nel caso in oggetto, è stata sanzionata una "associazione locale" che ha portato a fare una "innocua passeggiata" alle Lame Rosse circa 200 "bickers": " Se avesse "preavvisato" e "concordato" prima e avesse seguito scrupolosamente le eventuali " prescrizioni", la Guardia Forestale vrebbe multato l'associazione?    Ora, mi rendo conto che mi sto tirando addosso una gragnuola di insulti soprattutto da parte dei più stretti collaboratori dell'Associazione multata,  ma  non è che se l'Italia sta andando a scatafascio ciascuno di noi debba sentire autorizzato a fare un po' come c...zo gli pare eh.  Ci sono delle regole da rispettare: che cosa vogliamo discutere? Si rispettano punto e basta.   Si ritiene che la multa sia ingiusta perché le regole sono state rispettate ? bene, si ricorre al Giudice di Pace. Tutto il resto mi pare una colossale "tirata" a favore di una associazione sportiva privata e  una precisa categoria di "sportivi" la cui caretteristica di utilizzare mezzi a pedale  evidentemente non li rende automaticamente "ecompatibili", specialmente quando si organizzano in 200 per fare una "pedalata insieme" .   Ho l'impressione che dal momento che l'aria che tira è "favorevole",  qualsiasi "sfogo", qualsiasi vecchio "rancorino" o qualsiasi "sassolino" da togliersi dalle scarpe,  possano essere "infilati" dietro un generico attacco al "potere", ai "partiti", alle istituzioni", ai "dipendenti pubblici che stanno li a fare le multe" ai " burocrati" e via con altre amenità simili.  In questo momento va di moda essere contro? Bene, allora se si becca una multa perchè non si rispettano le regole basta  sollevare il "polverone di protesta" contro il "potere burocratico" ed "oppressivo" ed il gioco è fatto.   Mettendo tutto nel calderone del "popolo arrabbiato" che non ne può più si giunge perfino alla conclusione ... "cari  funzionari del parco che non sapete cos’è la crisi e vivete una vita tranquilla(non vi serve a voi andare in montagna per non pensare ai problemi di fine mese e su come arrivarci)la protesta era sul fatto che la multa fatta solo a loro è ingiusta! o ho capito male io????" Insomma, adesso tocca al Parco dei Sibillini. Allora per capire torno all' argomento originario:   a cosa è servito sollevare il polverone contro il Parco da parte di una associazione che mi pare di aver capito opera dentro il parco ( essendo citata come "associazione locale") per una multa comminata  dalla Guardia Forestale ?  Non pare un po' esagerata la reazione dell'associazione? C'è qualche "precedente" non positivo nei rapporti tra "associazione" e Parco e soprattutto tra "associazione" e "regole" del Parco ? Qualche vecchia ruggine non detta? Qualche "permesso non concesso" in passato per le "attività associative"?  Qualche "invito a collaborare" nel ricercare soluzioni "preventive"  compatibili tra le esigenze di tutela del territorio e le esigenze dell'associazione sportiva, puntualmente disatteso ?          
  • Stipendi dei dirigenti della Provincia
    Aumenti fino al 54%

    308 - Mar 20, 2013 - 15:22 Vai al commento »
    Andiamo con ordine: @asia, vedo che mi conosce, mentre io non ho il piacere di conoscrla dato che usa il  nik. Oppure si chiama Asia Argento? I tal caso la conoscerei di nome e di fama e mi meraviglio come mai una della sua posizione sociale possa conoscere un "poraccio" come me.  Se non risponde e non chiarisce quale Asia è pazienza, me ne farò una ragione.  Rispondo ( mi perdoni se lo faccio con qualche domanda) comunque alla sua considerazione circa il fatto che avrei voluto entrare in politica " guarda caso"dopo "non avermi voluto fare i conti intasca": e cosa vorrebbe dimostrerebbe con questa volgaruccia considerazione ?  Che andavo a fare i soldi? Dovrei forse pensare che chiunque voglia entrare in politica candidandosi in una lista della propria città lo fa perché "guarda caso". Varrebbe per tutti il "guarda caso" oppure esclusivamente per alcuni secondo lei ?   Cioè candidarsi in una lista per le elezioni secondo lei è  una cosa così disdicevole  da dover essere indicata al pubblico ludibrio insieme al "guarda caso" di ordinanza ? In particolare, è una aggravante l'essere stati sindacalisti oppure è disdicevole per chiunque?  In ogni caso pericolo scampato: nella mia città la lista nella quale mi sono candidato ha perso ed io fortunatamente per lei non sono stato eletto. Punto e a capo. Ora posso "commentare" su CM da libero cittadino benchè "ex sindacalista" ?      @Alexis quel "sveglia!" finale rappresenta in se un compendio del suo pensiero politico e filosofico. Per chi fosse interessato alla comprensione,basta e avanza.    Infine due parole al vento: sarebbe da stabilire un' IMU molto pesante su ogni sciocchezza che si legge in rete e anche su CM purtroppo. l'Italia risanerebbe rapidamente i suoi conti ed in modo assolutamente equo. Intanto che aspetto un provvedimento come questo, quando "vedo"  i nick di quelli che spesso ( diciamo sempre) a mio avviso scrivono sciocchezze, passo oltre. Facile no? Lo consiglio caldamente, solo per analogia comportamentale, a chi non sopporta ad esempio l'uso di particolari segni di interpunzione e ne rivendica la tassazione. ;)
    309 - Mar 20, 2013 - 11:48 Vai al commento »
    @palmieri, vivo nella Repubblica Italiana e stai certo  che non beneficio di quegli stipendi sopra riportati.  Tuttavia, anche sui temi che "contesto",  prediligo ampiamente il confronto, possibilmente ragionato ed argomentato ( non sempre ci riesco ma questo è un'altro discorso), all'invettiva da "rivoluzionario" .  E tu pensi che chi non ha lo stemmino di cinquestelle "condivida" l'attuale sistema? Non mi conosci, allora posso dirti che personalmente non lo condivido e ho pure qualche idea in testa circa le responsabilità di questa situazione. Mi permetto però una osservazione/domanda che può aiutarti a capire "quanto" sia autenticamente rivoluzionario il "popolo italiano":  ma chi è stato attraverso il libero voto a sostenere per tanti anni i medesimi personaggi alla guida dell'Italia nonostante ci stessero conducendo inesorabilmente verso la merda?  
    310 - Mar 20, 2013 - 11:08 Vai al commento »
    "cara" @asia mi fa piacere conoscere chi concorda con me sul fatto che le province vanno eliminate TUTTE . Ho anche aggiunto che alcune regioni vanno accorpate; concordi anche su questo?  Sui sindacati da eliminare: posto che non ho capito cosa c'entri questo con l'argomento in discussione ( province-dirigenti ecc.ecc.), personalmente non condivido, ma potrei suggerirti una scorciatoia:  perché non "eliminare" anche la Costituzione che prevede un sacco di altre cose "inutili"tipo il parlamento, l'ordinamento giudiziario, l'ordinamento amministrativo, i partiti, le associazioni ( anche i moVimenti a questo punto) e tante altre cosucce fastidiose? Sulla "eliminazione" dei sindacalisti  sarei pure d'accordo se però mi si consentisse ANCHE  la contemporanea "eliminazione" di alcune altre categorie di persone ( non necessariamente professionali, ma visto che ci siamo...) che reputo assolutamente letali per la collettività e mi stanno particolarmente sul naso ( se vuoi sapere "chi" eliminerei,  devi aspettare la prossima puntata dell'argomento "eliminazione").  Ovviamente, almeno per quanto mi riguarda, l' incarico sarebbe da affidare a killer professionisti essendo io incapace di far male ad una mosca, però pagati dalla collettività eh ( non sono ricco purtroppo).    
    311 - Mar 20, 2013 - 10:18 Vai al commento »
    Attenzione @palmieri con i toni troppo "minacciosi" e precocemente trionfalistici... se dai una ripassatina veloce alla storia anche recente dell'Italia noterai almeno due cose: la prima è che gli italiani non hanno mai fatto rivoluzioni di massa ( a noi piace molto "farle fare" alle "avanguardie", è mooolto più comodo ammetterai); al massimo qualche marcetta ( delle avanguardie appunto) di esaltati poi magari trasformatasi in tragedia, più a causa della dabbenaggine di chi li ha seguiti supinamente ( quasi tutti ) che per autentica convinzione di chi ne è stato promotore; la seconda, collegata alla prima, è che in Italia di solito a ritrovarsi improvvisamente "circondati" alla fine sono sempre quelli che all'inizio erano in testa alla "marcetta"  compresi quelli che lo facevano con autentica convinzione e buona fede, e non da parte del "nemico".   E' un po' il destino medio delle avanguardie in Italia: quello di essere prima "spinte" a fare qualcosa per tutti gli altri  ( la cosiddetta rivoluzione) e poi essere prese a calci in culo per prime proprio perché non sono riuscite a fare la rivoluzione.
    312 - Mar 19, 2013 - 23:50 Vai al commento »
    Come al solito la questione delle province diventa per molti uno sfogatoio incongruente da "tifosi" della propria parte politica per cui: se la provincia è amministrata da uno di destra bisogna lottare per mantenerla, viceversa  se è amministrata da uno di sinistra va "abolita". naturalmente stessa logica invertendo semplicemente i fattori sinistra- destra.  La proposta Monti che tanti quì evocano un po' a sproposito, non aboliva un bel niente. Si limitava ad indicare alle Regioni i criteri per un loro accorpamento o "ridelimitazione"( abitanti, superfici ecc. ecc. ). e questo portava nelle marche a 3 province invece di cinque senza alcuna riduzione di spesa sostanziale se non un paio di stipendi di due Presidenti e una quindicina di assessori in totale.  Che c'entra tutto questo con l'abolizione delle province intesa come riforma istituzionale? Se vogliamo una riforma seria, strutturale e definitiva bisogna abolire tutte le province e ridefinire l'amministrazione del territorio ( le competenze che oggi sono a carico delle province) attraverso altri strumenti organizzativi ( il passaggio delle competenze alle regioni, oppure ad associazioni di comuni, oppure ancora a forme dipartimentali di amministrazione decentrata sul modello francese ecc. ecc.) . Per fare tutto questo è necessario un approfondimento serio sulla ripartizione amministrativa del territorio e le relative competenze e una legge costituzionale.  Personalmente sono per l'abolizione delle province ( tutte)  e l'accorpamento di alcune regioni, non prima aver ripensato compiutamente ad una nuova e più efficace ripartizione amministrativa, magari con una forte riduzione di amministratori delegati dalla politica. Il provvedimento Monti era semplicemente un'altro pasticcione all'italiana.
    313 - Mar 19, 2013 - 20:39 Vai al commento »
    Sono stipendi esagerati. Non tanto la retribuzione base che per un dirigente tutto sommato potrebbe essere pure adeguata ( sempre che sia meritata), ma per le varie voci incentivanti che in taluni casi arrivano quasi a raddoppiare lo stipendio base. E questo in un periodo dove tutto il resto dei dipendenti pubblici "normali" hanno la retribuzione "bloccata" al 2008, mentre millioni di persone del settore privato perdono il posto di lavoro e pure il loro eventuale misero stipendio. Tuttavia, occorre  fare chiarezza: le ammnistrazioni locali ( tutte) c'entrano ben poco nelle retribuzioni; esse sono regolate dai contratti nazionali dei Dirigenti e  non posso fare altro che "applicarle" ( al massimo, sulle incentivazioni si può giocare tra una soglia minima o massima tra l'altro molto vicine tra loro). Semmai si pone il problema di "quali criteri" e soprattutto "chi" decide se un Dirigente ha conseguito gli obiettivi al punto tale da meritare il "premio di risultato".   Ecco, su questo le Amministrazioni se non si cagassero sotto ( scusate il linguaggio un po' volgare ma serve a rendere meglio l'idea) dalla paura di mettersi "contro" i Dirigenti, potrebbero effettivamente costituire meccanismi più severi e più stringenti per "valutare" l'operato dei propri dirigenti e comportarsi di conseguenza con i  meccanismi incentivanti legati ai risultati. Ma chi ha il coraggio di mettersi contro una potentissima casta come quella dei Dirigenti che di fatto è quella che realmente oggi "comanda" nella Pubblica Amministrazione ????? Faccio un esempio: se un'amministrazione decidesse di riorganizzarsi e "ridurre o accorpare" le aree di responsabilità e quindi anche i dirigenti ( con un buon risparmio di risorse), nella estensione di un progetto di riorganizzazione dovrebbe affidarsi proprio allo staff dei suoi Dirigenti ( se non vuole spendere soldi per consulenti esterni). Orbene, come è possibile pensare che i Dirigenti possano prevedere una riorganizzazione magari utile all'Ente ma che nel contempo riduce il n° di essi stessi ?????
  • Fumata bianca in piazza San Pietro
    Il nuovo Papa è Jorge Mario Bergoglio

    314 - Mar 14, 2013 - 18:37 Vai al commento »
    Capisco che voci "stonate" in questo coro festoso possano anche risultare fastidiose; però pare proprio che in Argentina  Bergoglilo abbia molte cose da spiegare rispetto ai comportamenti della Chiesa ( come al solito un po' ipocriti nei confronti del potere) durante la dittatura ( e non c'entra niente Wilkipedia). Per il resto...da semplice osservatore "esterno" mi sembra di poter dire che una Chiesa che torna a fare il suo mestiere di "evangelizzazione" è fortemente auspicabile ( molti amici cattolici me lo ripetono da anni) e Francesco  I° sembra un Papa molto adatto alla missione. Vedremo.
  • Banca Marche in rosso
    per circa 500 milioni
    Goffi: “Faremo chiarezza sul passato”

    315 - Mar 9, 2013 - 16:26 Vai al commento »
    'Mo ho capito perché sul libretto di risparmio di mia madre ( anzianissima pensionata ) che da anni ci "depositatava"  la pensione gli interessi erano "0" (  o li vicino).   Ho capito  che la banca "racimolava"una buona parte di liquidità a costo zero ( o quasi) dalle migliaia di "libretti" dei pensionati, per dare prestititi un po' "azzardati" ad una congrega ( non so quanto numerosa) di speculatori immobiliari.  Quindi non è solo un problema degli azionisti che ci hanno rimesso, ma un problema per migliaia di cittadini spesso "indifesi".  O no? veramente un eccellente "servizio" per il territorio ( unito alla NON concessione di crediti alle piccole imprese o alla erogazione di mutui a chi si appresta ad acquistare la prima casa). A proposiito di mutui per la I° casa: mi piacerebbe sapere se anche a certi pesci grossi è stato chiesto un valore "ipotecario minimo del 150%",  e quindi i nei fatti in molti  casi l'impossibilità di accedere almeno il 90% del mutuo necessario ad acquistare la I° casa. E rinunciare all'acquisto della prima casa anche se si dispone di un reddito fisso abbastanza sicuro. fantastica la banca delle Marche ( ma anche le altre banche eh ).  La Perini per "approfondire" dovrebbe indagare sul "profilo" ( non dico debba dire dire i nomi)  del soggetto che in passato ha "beneficiato" di notevoli "elargizioni" e sulla loro effettiva "giustificabilità" .  Limitarsi a pubblicare interviste e veline "ufficiali" della Ditta non fa sapere moltio di più di quello che si sa ( a parte il "raddoppio" dell'esposizione che a questo punto mi resta difficile credere si possa "fermare "  effettivamente a quelle dimensioni).  Se si dovessero accertare responsabilità, i vecchi dirigenti "esodati", restituiranno le loro laute "buonuscite" ? Che dice Goffi in proposito??????
  • Montezemolo inaugura
    il Poltrona Frau Museum
    “Per me Tolentino è come Maranello”

    316 - Mar 7, 2013 - 11:16 Vai al commento »
    @Francucci Intanto dal suo commento desumo che sia un dipendente dell'azienda FRAU e mi fa piacere constatare il suo "orgoglio" di "sentirsi" parte dell'azienda. Guardi, Le assicuro che in quanto cittadino di Tolentino sono altrettanto orgoglioso del fatto che la FRAU sia un fiore all'occhiello della città ( oltre che del mondo della produzione di qualità nazionale). D'altro canto, benchè vi siano altre reltà produttive emergenti molto interessanti, mi rendo conto che al momento è una delle poche realtà produttive più significativa della città e dell'intero territorio circostante ( insime alla Laipe e alla Nuova Simonelli di Belforte ).    La mia preoccupazione nasce propprio dal timore che questa realtà  così importante possa essere messa a rischio da "strategie" sbagliate o comunque "distanti" dalla tradizione produttiva FRAU ( mi si passi questa definizione). Dunque chi si pone domande, dopo essersi confrontato con chi ci ha lavorato e chi ci lavora, non  gioca affatto al massacro. La mia "analisi" si basa proprio su punti di vista un po' diversi dai suoi, che a mio avviso si possono riassumere in :  "la FRAU lavora e produce in un deserto di aziende chiuse" , dunque accontentiamoci.  Mi scusi per  la semplificazione ma serve a chiarire i punti di partenza di "ragionamenti sostanzialmente diversi" (  e non per questo sbagliati, a partire dal suo ).   Ripeto: sono un cittadino di Tolentino e sono il primo ad essere contento del fatto che la FRAU è la FRAU. La mia preoccupazione non deriva  ovviamente dagli "investimenti fatti" dal Fondo Charme (che nessuno nega e io non ho mai negato). La mia preoccupazione deriva dalla "logica stringente"  con la quale il Fondo ( la stessa di tutti i "fondi di investimento") investe e gestisce l'azienda.  Mettiamola così: " investi, guadagna e rientra nel breve-medio periodo" può rappresentare  la "strategia" con la "S" per lo sviluppo e il consolidamento  della posizione ( non ri-posizionamento) di una azienda con le caratteristiche della FRAU?  Con le dovute proporzioni, faccia un parallelo con la Ferrari tanto per stare in tema "Di Montezzemolo": ce la vede la Ferrari che manda a fare qualche "lavorazione marginale" chessò in Corea ( dato che parliamo di alta tecnologia mi tengo "adeguato")?.  Se la Corea è in grado di fare "meglio" il pezzo della Ferrari ( senza badare al prezzo) io ce lo vedo.  Altrimenti no; perché se risparmia 10.000 € per quel particolare pezzo, non è che vende la Ferrari a 195.000€ invece che a 200.000 anzi, se il "brand Ferrari" viene mantenuto alto soprattutto nei contenuti, la stessa auto la vende tranquillamente  a 220.000 senza dover "abbattere i costi di produzione" al punto tale da mettere a rischio  la "qualità"  e la "particolarit à" del prodotto stesso. Con chi deve competere la Ferrari? Mi verrebbe da dire: con chi dovrebbe competere la FRAU ?  Ecco, io non ci credo affatto che la "strategia produttiva" della FRAU si "azzeccata" per la FRAU in quanto tale. Forse lo è per altri scopi ( non illegittimi, sia chiaro) ? E se lo è per altri scopi, quest'ultimi sono gli stessi di chi oggi ci lavora e di quelli che "potrebbero" lavorarci domani e in definitiva della città di Tolentino e del suo territorio?    E' per questo che sono preoccupato ( per il futuro a breve medio termine e non per l'oggi).  Proprio "l'esperienza" Gabrielli, a cui Lei si riferisce,  ha "scottato" in passato i "preoccupati" di oggi per la FRAU, me compreso.  Benché le ragioni che hanno "originato" la fine della Gabrielli siano da ricercare in tutt'altre motivazioni , a mio avviso i "meccanismi" che mettono in pericolo il PRODOTTO e dunque il "brand", sono molto simili : nel caso Gabrielli  la "necessità" dell'abbattimento dei costi era determinata dalla necessità di "rientrare" dell'operazione finanziaria "leveraged buy out" con la americana City bank ; nel caso FRAU "potrebbe" essere la necessità di "garantire" entro tempi troppo stretti il "rientro" dell'investimento e possibilmente un "giusto" guadagno.  Mi scuso per l'estrema semplificazione ma non si può abusare dello spazio.    C'è un elemento che di fatto Lei considera poco significativo e che invece dovrebbe far "drizzare" le orecchie:   non si va in Romania per "lavorazioni marginali"; checché se ne dica i costi non lo giustificherebbero ( alla mano d'opera che costa di meno effettivamente, vanno aggiunti però i costi dei trasporti, della logistica, della formazione ed altro ancora, speciamente in fase di avvio dell'operazione). Ovvero, i costi lo giustificherebbero "se" fossero intesi come "costi inziali" per l'avvio di un "processo di abbattimento strutturale dei costi di produzione" i cui effetti si apprezzerebbero nel "breve-medio termine" .  Lascio a lei immaginare cosa possa significare nello specifico della produzione FRAU porsi come obiettivo strategico l'abbattimento strutturale dei costi di produzione  con particolare riferimento alla mano d'opera .  Attenzione: il che non vuol dire non sia importante " tenere sotto controllo" i costi di produzione.  Ma nel caso FRAU ( per il prodotto che fa ) mandare le "cuciture" in Romania è l'ultima cosa che dovrebbe essere fatta anzi è la cosa che non dovrebbe essere fatta mai.  Ci sono altri fattori che "incidono" sui costi di produzione che se "toccati" non andrebbero a "ledere" la "caratteristica artigianale" della produzione FRAU.    Ribadisco: non voglio avere ragione anzi, desidero ardentemente essere smentito .      
    317 - Mar 6, 2013 - 12:54 Vai al commento »
    Capisco che in tempi di cori e trionfalismi dei "ciuffetti al vento" ogni voce "stonata" può dare fastidio all'orecchio. E tuttavia, "museum o non museum" , non si può ( e non si deve) perdere di vista la situazione della FRAU ( dove ci lavorano mi pare 4-500 persone indotto compreso). Naturalmente non è in discussione la maestria e l'abilità dei lavoratori e dunque dell'azienda in quanto tale,  nel fare eccellenti prodotti. Lo ha sempre fatto ed è per questo che è conosciuta in tutto il mondo. Lo ha sempre fatto ma lo fa  e ancora  e lo farà in futuro ? E' proprio questo il punto interrogativo più preoccupante; dato che la "FRAU" ha potuto contare per anni su una "nicchia" di mecato (italiano e mondiale)  relativamente sicura e stabile anche in momenti di crisi, grazie alla qualità indiscutibile e al "valore aggiunto" del prodotto e alla possibilità di non "DOVER" giocare sul prezzo per essere competitivi su "quel" particolare mercato ( il cosiddetto mercato del lusso).  Facendo le debite proporzioni:  un po' come la Ferrari dell'ammiratissimo "ciuffetto" De Montezzemolo che pur in una crisi economica mondiale senza precedenti continua tranquillamente a "sfornare" e vendere TUTTE (con attese di anni) le su automobili da sogno.   Partiamo da un punto. come mai la FRAU appena giunta nelle mani di "fondo Charme" di "ciuffetto" ha iniziato a peggiorare sensibilmente il prodotto e ha pensato bene di trasferire alcune parti delle fasi lavorative in altro luogo?  La risposta secondo me non è troppo complicata: la FRAU ha rappresentato per "Charme" un ottimo investimento per  guadagnare bene e abbastanza a breve (che è la logica e lo scopo principale dei "gruppi/fondi di investimento"). Questo gruppo di "imprenditori" soci e fondatori di "charme"  hanno "annusato" l'affare di una azienda con un brand ( nel suo mercato di riferimento ancora potrenzielmente "assorbente") assolutamente prestigioso; in buona salute finanziaria; con i conti sostanzialmente a posto e una clientela solida e nel contempo anche in espasione ( appunto, una specie di Ferrari dei mobili di lusso). Ma...con un grande MA: il proprietario ( Moschini) non era più in grado di garantire continuità gestionale e finanziaria ( non è rilevante saperne e discuterne le motivazioni - personalmente ritengo che Moschini abbia fatto quello che "poteva" fare per la FRAU). Ecco dunque gli "imprenditori" di "Charme" in soccorso e niente per niente non si fa (cone è ovvio, ma è bene sempre ricordarlo).  Infatti, il "fondo" di solito si muove con questa logica: investo una cifra e nel giro di pochissimi ( 2-3-4 ? ) anni  i "soci" investitori VOGLIONO il rientro dell'investimento comprensivo del rendimento previsto. Come? Poco importa: loro RIVOGLIONO il  capitale investito  e relativo "profitto"( 15-20% ?) entro un tempo preciso.   Quindi, si mette un "gestore" ( chiamato pomposamente management) che DEVE raggiungere gli obiettivi finanziari entro un certo periodo di tempo : con tutti i mezzi possibili ( e formalmente ineccepibili sul piano gestionale).  Sapendo che l'unica "leva" su cui si può agire è quella della "compressione" del costo di produzione.  Non ce ne sono altre in una azienda produttiva e non finanziaria.  Quindi nel caso specifica FRAU:  standardizzazione della produzione dove prima era soatanzialmente "artigianale" e dunque aumento produttività e abbattimento dei costi di produzione e se non basta si possono "esternalizzare" anche alcune fasi di lavorazione, magari in   Romania,  "esternalizzando" pure un po' di lavoratori. Nel frattempo la "politica commerciale" ( rivoluzionaria e modernissima)  consiste nello sfruttamento massimo del brand ( con qualche ulteriore "sbocco" in altri mercati "iniziando" ad allettarli con un prezzo leggermente inferiore al "solito" e magari prima inaccessibile per "quel" mercato); il tutto da "tirare avanti" fin quanto regge . Cioè  fino a quando la clientela FRAU  non "percepisce" lo scadimento della qualità e inizia " a non comperare" più quello specifico prodotto: né a quel prezzo, né ad un prezzo più  basso. Inizia così  l'uscita graduale della FRAU dal "brabd qualitativo" che l'aveva contrddistinta e  che  giustifica i prezzi  extralusso dei suoi prodotti.  ma il "fondo di investimento"  che dice? L'importante che tutto 'sto processo ( prevedibile e forse "pianificato" ) avvenga  nel tempo che garantisca il rienrto dei capitali investiti insieme alla "dote" del guadagno.  E poi?  Semplice: dopo la "spremuta di limone", si può tranquillamente prevedere l'uscita del "fondo" dalla proprietà FRAU e vedere se  la "scorza" che ci è rimasta si può appioppare  a qualche " avventuriero" che vuol fare il De Montezzemolo. E i lavoratori e relative famiglie che ci campano?  E che problema è.   Questa secondo me è l'operazione  "Charme" in corso: parlare con qualche  "artigiano FRAU" illumina sullo scadimento della qualità del prodotto ( per ora mascherata" dal "marchio" e dal "messaggio" pubblicitario di De Montezzemolo).  Quando potrà andare avanti contando sul fatto che la clientela continuerà ad acquistare un prodotto allo stesso prezzo ma con un "valore aggiunto" decisamente più modesto? Sono il primo ad augurarmi che questa analisi ( pur sommaria) sia clamorosamente sbagliata .  Ma conoscendo persone che ci hanno lavorato e ci lavorano alla FRAU (non solo ottimi "artigiani" della pelle, ma anche  quadri e dirigenti), purtroppo rimango  pessimista.    
    318 - Mar 5, 2013 - 20:04 Vai al commento »
    ammazza come si piccusu @Guizzi. E su non ve pijate troppo sul serio. Lo stesso Peppe Pezzanessi non s'è preso sul serio quando si è vestito da Imperatore Checco Giuseppe. E via...su 
    319 - Mar 4, 2013 - 19:08 Vai al commento »
    Luca Cordero Di Montezzemolo e Peppe Pezzanesi D'Asburgo: tra nobili se la intendono. Sono curioso di sapere cosa si sono detti. Glielo avrà detto il D'asburgo al Di Montezzemolo de "rportà li lavori della Frau dalla rumenia a tulintì"?  Scusate la "cattiveria" ma quanno ce vo' ce vo'.
  • Mobili chiede le dimissioni di Corvatta:
    “Dopo le elezioni non ha più la maggioranza”

    320 - Feb 27, 2013 - 23:42 Vai al commento »
    Ma questo è propro fuori di testa eh. Ma che c'entrano le elzioni nazionali con il Comune? Tra l'altro: si fa "interprete" e "parte2 del risultato di M5S come fosse "roba sua" . Che "fine" uomo politico è Mobili. Una volpe!!!
  • Corvatta: “Hanno vinto
    demagogia e populismo”
    Marinelli: “E’ morto il modello Marche”

    321 - Feb 28, 2013 - 17:12 Vai al commento »
    @aragon, perchè tu invece quanti ne hai intorno che la pensano come te? Io non mi GODO Corvatta per il semplice motivo che è il Sindaco di Civitanova. Però chissà, se ero lì può darsi che "me lo sarei apprezzato".  A prescindere dal mio "pensiero" politico" ( che esplicito senza nascondermi dietro  "la gggente" o nel nome e per conto degli indistinti "cittadini") osservo che dopo una ventina di anni se si cambia non fa male.  E' successo nella mia città che dopo 25 anni "siamo stati cacciati" (e quello che c'è adesso mi pare mooolto peggio del vostro Corvatta) eppure ho "riconosciuto" che un bel ricambio fa bene anche ai "ricambiati". Saluti.
    322 - Feb 27, 2013 - 23:49 Vai al commento »
    @giovani e @ aragon attenti che a forza di "darvi" ragione vi "sbavate" addosso.  
    323 - Feb 27, 2013 - 23:46 Vai al commento »
    marinelli: " è morto il modello marche". Mi pare morto anche il "modello marinelli" . o no?
  • Ci sono anche i voti di Renzi
    nella vittoria di Grillo

    324 - Feb 28, 2013 - 14:22 Vai al commento »
    @bommarito, è vero che sarò pure un "rosicone" piddino, però anche tu sei un po' fissato con 'ste Marche "sovietiche". Diciamocelo su. Non è che la gggente sta incazzata parecchio per il fatto che c'è la crisi e manca il lavoro, per le tasse, e le famiglie perché si vedono ancora in casa i figli quarantenni che non trovano lavoro. Tanto per dirne qualcuna "grossa". No eh?    
    325 - Feb 28, 2013 - 14:14 Vai al commento »
    @Rapanelli e fattela finita con sta fissa delle manine rosse.  Ma che scrivi per le manine?  Perchè se ce le avevi tutte verdi eri contento e felice come 'na pasqua? Ma pensi veramente che conta quel pulsantino "spinto" sempre dagli stessi ( anche più volte - una al giorno però eh) oppure conta e "credi" in quello che vuoi esporre? In ogni caso consolati: le ho contate e al momento che scrivo sono 8 a 8
    326 - Feb 28, 2013 - 14:00 Vai al commento »
    Forse sarà il caso di darsi una regolata coi paroloni ?  Tenendo conto che gli elettori erano 47.000.000 ( e 57 milioni di abitanti), si può affermare che le elezioni  hanno semplicemente decretato la formazione di tre “grosse minoranze”:  Destra (9.900.000), Centrosinistra ( 10.000.000) e Ditta Grillo/Casaleggio (8.700.000), più altri sparsi vari ( Monti però 3.600.000 – una “meno grossa” minoranza). Ecco questo è il quadro: né più e né meno.  Nessuno è stato “spazzato via” anzi, il Venditore di tappeti (rigorosamente taroccati)  di Arcore è  più che mai sano e vegeto rispetto al novembre 2011: diciamo che NON SI E’ ARRESO (risate a non finire,  vero Grillo?).  Ma forse non era neanche l'obiettivo prioritario del Grillo ( quello di tirare troppo la corda sul "venditore" di Arcore); altrimenti come avrebbe fatto a prendere 8.700.000 voti? Da dove ? L’unica rivoluzione “realizzata”  che vedo è un Paese ingovernabile più e peggio di prima. Certamente chi ne pagherà le conseguenze saranno gran parte  degli italiani che stanno “mediamente” peggio, compresa buona parte dell’elettorato “grillesco”. Questo è l’esito delle urne, c’è da prenderne atto ma intanto  prima di festeggiare sarà il caso di “vedere” che succede agli italiani nei prossimi “fulgidi” mesi post- rivoluzionari? Poi se  lo “smacchiatore di giaguari” Bersani,  prende atto del voto ( anche quello grillesco ,ovviamente) e molto banalmente di “conseguenza”  dice:  non c’è una maggioranza che possa governare  ( senza pijassela con “gli altri” o con gli elettori “ingrati” come si vorrebbe far credere)  però bisogna “governare” il Paese ANCHE  “in attesa” di altre elezioni a breve quindi, se tocca  alla mia coalizione fare una proposta  sottoporrò al Parlamento questo breve programma da realizzare nei primi tre  o quattro mesi di governo: Legge sul conflitto di interessi, dimezzamento dei  deputati e Legge elettorale, legge anticorruzione e reintroduzione del falso in bilancio e  qualche provvedimento a sostegno di quelli che stanno messi peggio ( i famosissimi  esodati  ad esempio?);  bene, se Gargamella  dice al “ popolo” ‘sta  roba così “partitica”,   che risponde il Comico di Genova che su quelle parole d’ordine ci ha costruito “la rivoluzione” ? Risponde: “io con un morto non ci parlo” ( risate a crepapelle). Ah ah ah, infatti viene da ridere anche a me. Ridiamo tutti che è meglio va.  La Ditta Grillo/ Casaleggio si guarda bene dall’assumersi una qualsiasi  responsabilità “concreta”,  oggi e non domani . Ovviamente non ci si poteva aspettare altro. Magari  pensa alle prossime  e probabili vicine elezioni  per “radere” al suolo i partiti:  altro travolgente,  faticoso ma divertente “tsunami tour” per dire:  SIETE CIRCINDATI,  ARRENDETEVI! ( e giù risate a non finire) . D’altro canto non vedo proprio cosa altro potrebbe e “saprebbe” fare la Ditta oltre che “arringare” la folla incazzata e ridanciana delle piazze italiane.   Anzi, spingere per una bel “governo” PD meno elle- PD più elle e Monti più C, sarebbe la soluzione ottimale : niente responsabilità, nessuna risposta “concreta” da dare ai “suoi elettori”   e soprattutto nessun rischio di  evidenziare spaccature tra i “deputati” di M5S ( che sono un po’ di destra e un po’ di sinistra, a dispetto di quello che va “urlando”) messi alla prova su possibili provvedimenti che anche lontanamente potrebbero “puzzare” di sinistra . Radere al suolo i parti in realtà è il suo unico e possibile obiettivo ( ed effettivamente ci sta riuscendo-bisogna dargliene atto); sul resto ( governare un Paese di 57 milioni di abitanti con una montagna di problemi economici e sociali e una crisi devastante) non saprebbe neanche da che parte cominciare ( anche adottando il “programma”  che sembra avergli suggerito Joseph Stiglitz) .   Infatti, se nel frattempo insieme ai partiti ( soprattutto PD meno elle poi, semmai il PD più elle ) si “rade” al suolo e si affonda  anche l’Italia che problemi ci sono;   tanto Grillo può sempre “alloggiare” nella sua seconda “casa” in Svizzera o a scelta nella seconda “casa” della moglie in Kenia;  mentre invece Casaleggio se ne andrà indaffarato ( come sempre) negli “States” ad amministrare le sue ricche “company”.
  • Festa a 5 Stelle, preoccupazione Pd
    In Parlamento Manzi e Morgoni

    327 - Feb 26, 2013 - 10:25 Vai al commento »
    Dalle elezioni non è scaturita alcuna maggioranza al Senatao, e probabilmente si ritorna al voto fra qualche mese, magari con la stessa bellissima legge elettorale e magari con qualche "ulteriore manovra/spremitura" degli italiani per "pagare" gli interessi sul debito che nel frattempo torneranno a crescere.     In compenso i  due neoeletti della provincia di Macerata, Manzi e Morgoni "devono" prendere un "albergo a ore" a Roma perché fra quanche giorno ( mese) TORNERANNO A CASA. Queste si che so' soddisfazioni. 
  • Fiera, Formica diffida Corvatta:
    “Violata proprietà privata”

    328 - Feb 25, 2013 - 11:24 Vai al commento »
    'Mo i "cittadini" de citanò si schierano con Formica "CONTRO" il Comune perché  quest'ultimo ha "concesso" i locali ad una iniziativa religiosa??????????? Ma se invece di Corvatta lo avesse fatto un qualsiasi altro "cattolicissimo" sindaco ????????????? Aiuto! il mondo è capovolto. Quante ne fa fa la politica!!!!!
    329 - Feb 24, 2013 - 13:47 Vai al commento »
    Essuvvia!!! E' stata "concessa" a suo tempo Piazza San Giovanni a Roma ( notoriamente patria dei "mangiabambini") per la "faglia day"  
  • Licenziamenti alla Croce Verde
    I volontari: “L’associazione è sana”

    330 - Feb 25, 2013 - 10:15 Vai al commento »
    'Sta guerra delle "manine rosse e verdi ( puntualissime) è un po' sospetta... Infatti, nessuno si "occupa" del problema che si possa tranquillamente licenziare ( in ogni posto di lavoro)  SENZA GIUSTIFICATO MOTIVO (pare) in quanto tale; ogni giorno a decine lo subiscono ( anche a macerata eh). Non è una vergogna che ORA ( dopo l'abrogazione dell'Art. 18) in Italia si possa licenziare per non meglio specificati "motivi economici" ( cioé sempre e comunque) ???? Domando: in questa vicenda deve fare indignare l'ennesimo esempio di come si possa licenziare senza "reali" motivi ( anche da parte di una ONLUS), oppure è una "indignazione" puramente "funzionale" alla Croce Verde ??? Nel primo caso, bisognerebbe dirlo esplicitamente che l'abolizione dell'Art.18 è stata una emerita vaccata contro il "soggetto più debole" nel rapporto di lavoro e va dunque al più presto "ripristinato" e pertanto la "croce Verde, in quanto ONLUS finanziata ANCHE dal pubblico, DOVREBBE DARE L'ESEMPIO ritirando i licenziamenti. Nel secondo caso, si "espliciti" con estrema chiarezza la vera natura della polemica "Croce Verde" ( una "cordata" per una nuova presidenza ecc. ecc. ???) e si lasci perdere la strumentalizzazione dei licenziamenti.    Ad onor del vero c' è anche da dire che tutto 'sto casino sulla "Croce Verde" ( sempre venerata - giustamente- dai "pistacoppesi") è venuto fuori dopo la questione "pompe funebri". O no? Ma prima non succedeva mai niente lì dentro che meritasse di essere "evidenziato"?  Non ci sono stati in passato altri "strani" "non rinnovi " o "non assunzioni" o "assunzioni agevolate" (la domanda è retorica, ci sono stati di sicuro) che meritassero altrettante grida allo scandalo ??   E dove erano "a quei tempi"  le manine verdi e rosse? Non è che siccome non si facevano "ancora" pompe funebri,  non fregasse niente a nessuno di "come " e a "quali costi" venissero svolti i servizi della "Croce Verde???  
  • Caccia a daini e caprioli, il Tar dice no

    331 - Feb 25, 2013 - 11:01 Vai al commento »
    Volevo aggiungere che in "attesa" della "abolizione della caccia ( ma quando mai? i "voti della "federcaccia" e altre associazioni simili fanno comodissimo), si potrebbe intervenire sui "costi" per chi la pratica e renderli "scoraggianti" tipo: licenze di caccia, tasse, qualche nuovo balzello, Iva sui materiali  ecc. ecc.  Per certi aspetti mi pare ( se sbaglio "corrigetemi" ) si possa "intervenire" anche a livello locale, Provinciale o Regionale ( costi della licenza di caccia ???).    
    332 - Feb 25, 2013 - 10:49 Vai al commento »
     Semplicemente "cacciatori" no eh?   Si dice "selecacciatori" : e ' molto più "etica" e  "secondo norma di legge". Cioè: si può pianificare per legge l'uccisione ( selettiva però) di animali selvatici. C'è poco da spiegare "giuridicamente". Alcune "carte" non andavano bene e il TAR ha esaminato le "carte" ( come fa sempre) sentenziando che "non andavano bene" per "selecacciare". Le battaglie della LAC ( che condivido al 100%) sono  contro la caccia  e la nobilissima "selecaccia" in quanto tali e nel "frattempo"  tutte le occasioni sono buone per andare in quella direzione.  Il problema di fondo rimane: la  caccia e la "selecaccia" (quest'ultima affidata a gruppi di eticissimi "selecacciatori" che però hanno fatto il corso eh) dovrebbe semplicemente essere abolita. Senza se e senza ma.  Se, e dico SE, dovessero sopraggiungere problemi di "sovraffollamento" di qualche specie ( magari più dannosa per le colture dell'uomo), allora c'è il Corpo forestale dello stato che potrebbe "selecacciare" ( magari coadiuvato da "sistemi" un tantino meno cruenti ( tipo cattura con narcotici ed "EVENTUALE" successiva soppressione).  Tutto questo costerebbe di più? E bé, se vogliamo essere civili (anche in questo campo) qualche costo bisognerà pure sostenerlo no?  
  • “Noi, licenziati in tronco per motivi personali
    E’ così che opera la Croce Verde?”

    333 - Feb 25, 2013 - 11:17 Vai al commento »
    Evidentemente il precedente mio commento ( di poco fa) è stato  "moderato" dalla Redazione. Allora semplifico ( ma in ogni caso il precedente non era "lungo"):   Come mai 'sto casino sulla Croce Verde viene fuori dopo la "vicenda pompe funebri" ??? Sarà l'occasione della famosa "unica fava per due piccioni? ( il piccione pompe funebri e il piccione "è ora di cambiare dirigenza") che poco c'entra con il problema dei licenziamenti ( che in questo caso sono ad uso e consumo di "altro"). Forse in passato nella Croce Verde non ci sono stati altrettanti casi di strani "non rinnovi di contratti " o "assunzioni" particolarmente "selettive" dei volontari o "cessazioni di rapporti di lavoro" non per pensione ????  La domanda ovviamente è retorica; siccome ci sono stati  (e tanti), come mai non hanno destato scandalo e "indignazione" come questa volta??? 
    334 - Feb 23, 2013 - 15:52 Vai al commento »
    Il licenziamento del lavoratore, se non adeguatamente motivato, in quanto tale dovrebbe rappresentare uno "scandalo". Perchè i lavoratori della Croce Verde, purtroppo per loro, sono incappati nel clima da "caccia alle streghe" contro ogni forma di tutela ( "troppo rigida") contro i licenziamenti ingiustificati che da qualche anno in Italia va tanto di moda. E' il famoso e modernissimo (fa così anglosassone !) licenziamento "per motivi economici" che, dopo l'abolizione dell'altrettanto famoso Art. 18 ( ritenuto "obsoleto", "ideologico", "da anni 70" e dunque "vecchio",  "inutile" e "dannoso" all'economia ), consente di fatto di poter licenziare anche senza "giusta causa". Anche se la Croce Verde non fosse rientrata nel novero delle aziende "ricadenti" nella applicazione dell' ex art. 18, dopo la sua abolizione, "l'aria che tira" sui licenziamenti individuali in TUTTI i posti di lavoro ( anche nelle aziende che NON SONO IN CRISI) è questa: zitto  e lavora, sennò viaaaa ( informarsi per credere).    E questo accade ogni giorno a migliaia di lavoratori; purtroppo non solo a quelli della Croce Verde. A meno che per ragioni tutt'altro che "sociali" e/o  per il solo fatto di essere dipendenti della Croce Verde la questione "debba" essere trattata in modo del tutto diverso. Diciamo "speciale". Per quanto mi riguarda:  la "tutela" contro licenziamenti  "non motivati e giustificati", penso debba essere garantita a tutti i lavoratori; a prescindere se dipendenti da  imprese industriali, artigiane, commerciali, studi professionali, servizi, ONLUS, ecc. ecc.   E dopo averla detta così come me la "sentivo", voglio rassicurare  tutti e soprattutto i più allarmati: non ho mai "mangiato bambini" e giuro che non lo farò mai.  Il fatto è che ogni posto di lavoro perso (ogni giorno, senza conferenze stampa e dunque nell'oblio più assoluto o al massimo in qualche "ufficio vertenze" dei sindacati - senza avvocati ) con il licenziamento per non ben chiariti "motivi economici", o la stessa possibilità che questo possa tranquillamente e "regolarmente" accadere, rappresenta un altrettanto "scandalo" che  dovrebbe fare "indignare" i numerosi "indignati" di questo post.  Specialmente di questi tempi. Altrimenti "indignarsi" a giorni alterni non è tanto credibile 
  • Perché non pensare ad un obbligo di cura per i tossicodipendenti?

    335 - Feb 24, 2013 - 17:01 Vai al commento »
    Peppe, aggiungo che un aspetto "pratico" ( passami il termine) non può essere eluso nel "frattempo": lo Stato non può e non deve lasciare sole le famiglie, i genitori, ma anche gli stessi figli nel momento in cui "entrano" nel problema. Meglio ancora se aggiungesse a questo "dovere" anche l'altro "dovere":  "intensificare" fino allo sfinimento se dovesse servire, una azione di adeguata "educazione civica e culturale" fin dalle scuole elementari. Dovrebbe funzionare come una "goccia cinese" al punto tale che la prima volta che si trovano di fronte a chi gliela offre sono in grado di rispondere " non voglio quella merda, non ne ho bisogno".     
    336 - Feb 24, 2013 - 16:46 Vai al commento »
    Peppe, siccome concordo con quanto sostieni ( anche nel merito di alcune proposte), al 100%, mi piacerebbe capire dove ho affermato che "una cosa dovrebbe escludere l'altra" ( o altre affermazioni con simile significato). Io mi sono limitato alla discussione di "metodo".  Ho solo paventato il pericolo ( perché secondo me di pericolo si tratterebbe) che quando si affronta il problema, "concentrare" il dibattito e l'attenzione solo ( o prevalentemente/insistentemente) sulla questione spaccio/consumo e i suoi luoghi e i suoi rituali,  possa mettere "in secondo piano" aspetti altrettanto fondamentali o, peggio ancora, abbassare l'attenzione dell'opinione pubblica meno accorta o "distratta" ( tra cui molti genitori con il problema in casa-senza saperlo ) sulla reale "dimensione" del problema. Temo che per pura e semplice " comodità" e relativa semplicità di discussione (parlo in termini generali) l'opinione pubblica "preferisca" discutere e prendere coscenza di un solo aspetto ( fondamentalmente quello più visibile e facilmente "indicabile" ANCHE  sotto diversi punti di vista), e perda di vista gli enormi ( direi giganteschi) e ramificati interessi che girano intorno alla droga. Anche nei "santuari" dei salotti della "finanza". Ora, posto che la mia tesi abbia un qualche barlume di credibilità, mi pare possibile che possa arrivare "qualcuno" che decida di "affrontare" il problema della droga " dando in pasto" ( mi autocito: come dicevo nel precedente intervento) una bella "lenzuolata" di "provvedimenti" "severissimi e durissimi" contro lo spaccio/micro-spaccio e il consumo, nonché "qualche ulteriore centro riabilitativo gestito dal "Don" di turno ( più o meno "convenzionato") e relativo finanziamento pubblico,  molto "soddisfacenti"  e "spettacolari"  ma di dubbia efficacia sul piano della  "lotta" alla droga nel suo significato ( e relative implicazioni ) complessivo.  Insomma, tornando al metodo, ogni qualvolta si affronta il "tema" droga, i suoi molteplici aspetti non andrebbero "spacchettati", proprio per  non diffondere ( o avallare ) l'idea che un "aspetto" di questo gravissimo problema sociale, se affrontato in modo approfondito e mettendo in atto tutte le migliori proposte possibili, possa rappresentare  una risposta obiettivamente efficace:  cioè "la soluzione".    
    337 - Feb 24, 2013 - 13:34 Vai al commento »
    Ma il "permissivismo", cioè il " 'fanculo" le regole, tutte  e i "doveri" della convivenza civile, tutti  (le regole che ci sono-di base in un Paese civile dovrebbero bastare ed avanzare senza tirar  fuori un "divieti" ogni cinque minuti),  è il "clima" che si respira nel Paese da anni.   E questo non ha "aiutato" certamente a "discernere" innanzi tutto nella propria coscienza di "cittadino", quello che è giusto e quello che è sbagliato (specialmente tra i giovani).   Secondo me la questione "droga" non "gira" intorno al dibattito "liberalizzare la cannabis" (che a mio avviso, nel merito non c'entra niente con il problema "sociale" della droga).    La questione "gira" intorno alla volontà o meno ( politica, siamo sempre lì purtroppo-e non si tratta di un "rimando" ad altri per "non fare niente") di stroncare in primo luogo il giro miliardario di "ripulitura" ( rendendoli "contanti sonanti") di capitali "grigi".  Per essere ancora più chiari: non mi rferisco soltanto quelli assai scontati ( e comodi da indicare)  della criminalità organizzata ma anche quelli dell'" altra " criminalità organizzata. Più o meno quella molto "irreprensibile" edalla faccia pulita e "rispettabile" ( se non "invidiata" e considerata da "emulare"  da un certo "popolo") che ha "scudato" i 100 miliardi che erano all' "estero" con un "obolo" del 2-4% di "multa". Ecco, se si uscisse da questa pratica immonda forse gli "affari" degli spacciatori (piccoli-medi e grandi) già diminuirebbero  sensibilmente. Non sono uno studioso del settore ma non ci vuole molto a capire che agendo solo ( o prioritariamente) sulla "leva" dell'aumento della "repressione" sul  "terreno dello spaccio minuto" e della "severità del divieto" non si affronti correttamente ( e simultaneamente in tutti i suoi aspetti)  il problema.   Lo si "sposterebbe" nella sua interezza dimensionale in un'area più "clandestina" e ancora più redditizia ( perché più rischiosa).  E ne incrementerebbe il "valore" senza per questo avere garanzie che diminuisca la sua diffusione. Anzi, ci sarebbe da analizzare ANCHE quanto pesa "la sfida al proibito" sul terreno del primo passo verso la "pasticca". Ma questo è un'altro discorso da "specialisti" anche se io ho le mie idee (empiriche, sia chiaro).    Per dirla tutta, ho pure la vaga impressione che "incanalare" la discussione sulla "droga" in questa direzione faccia mooolto comodo ( ovviamente non mi riferisco agli interlocutori di questo post e tanto meno all'ottimo Peppe estensore dell'articolo)    In America il "proibizionismo" ( inteso come strategia repressiva di un fenomeno "ritenuto" criminale  come l'uso dell'alcool) e le sue "retate colossali e spettacolari" che  davano alle fiamme i "palazzi" e i "sottoscala"  dove si consumava l'alcool e si produceva qualche bottiglia di pessimo e velenoso distillato ( mentre nelle confortevoli case dell "middle class" si continuava a bere liberamente dell'ottimo Whisky del kentuky o scozzese), non risolse il problema.  Come è noto la qustione "iniziò " ad essere "risolta" con l'arresto e la distruzione della "cricca" Al Capone; guarda caso attraverso la strada dell'accusa per "evasione fiscale".   Con ciò non voglio dire che non si debba "migliorare" e rendere più efficente il sistema preventivo-repressivo che agisce anche sul terreno dello spaccio/consumo  minuto e capillare del territorio.  Sono convinto che sia indispensabile sul paino della semplice e doverosa repressione di un reato, sia sul piano del "valore sociale " della lotta alla droga e del "recupero" dei soggetti coinvolti, nonché come risposta "visibile" e concreta dello Stato anche a quelle famiglie (lasciate sole) che "domandano aiuto" alle istituzioni. Anche su questo terreno però smettiamola di "raffigurare " o "raffigurarci" l'ambiente" dello spaccio e del consumo di droga come unicamente i luoghi dell'emarginazione sociale ( quelli sono a Napoli-Scampìa e nelle grandi concentrazioni urbane) dell' "elitarismo politico estremista " ( ovviamente di sinistra) o dell'alternativismo giovanile, nonché  di un certo sottoproletario. Fa comodo questa pseudo-descrizione "sociale" ma non è così e lo sanno tutti.  In certe case della "middle class" italiota, grassa e ridanciana, nelle serate di "festa o soiréé"  ma non solo, tra una bottiglia l'altra di champagne o "buon vino",  circolano kili e kili di "ottima e purissima" coca del valore incommensurabilmente più alto del valore di centinaia di migliaia di "pasticche"( sintetiche e ipervelenose) diffuse nelle discoteche del sabato sera o ai "Giardini Diaz". " Certo, il "fenomeno sociale" non fa discure altrettanto.    Voglio dire semplicemente che se ci si concentra esclusivamente e prioritariamente sulla "base della piramide" ( del fenomeno), state certi che prima o poi le "soluzioni" che si rivendicano, in particolare quelle più spettacolare e dunque "visibili" per quella "parte del problema",  saranno tranquillamente date "in pasto" alla "folla che le richiede. Con buona pace di tutto il resto.  (perdonate gli errori di "digitazione", se ci sono)       
    338 - Feb 23, 2013 - 16:14 Vai al commento »
    Peppe, Pur comprendendo il tuo ragionamento mi viene da pensare che a forza di "divieti" e "obblighi" in materie etico-sensibili ( passami il termine) in Italia le libertà individuali ( e i diritti) sono anadate a farsi fottere. Altra cosa invece è l'" obbligo" dello Stato a garantire (sempre) tutti gli strumenti necessari a combattere il sistema che c'è dietro e consentire di "scegliere" liberamente. Da quelli preventivi ( "solerzia costante" delle forze dell'ordine e qualche indagine più approfondita nel riciclo di denaro "nero" di qualsiasi natura, anche le più insospettabili) a quelli riabilitativi ( cambiare la cultura e le funzioni dei "metadonifici" pubblici e pubblici/convenzionati). Chissà se sarà il caso di investire moooolto di più e meglio nella prevenzione dalla droga e dall'alcool ( altra roba spaventosamente sottovalutata).   Ma anche tu avrai "notato" che questo tema non è molto popolare in campagna elettorale,  no?  Pensa ad un candidato che si presenta e nel suo programma dedica ( e discute pure pubblicamente) un capitolo serio e documentato a questa materia. Fantasia allo stato puro. 
  • Ultime battute elettorali a Civitanova
    Pdl: “Serve una deroga alla Bolkenstein”

    339 - Feb 22, 2013 - 10:58 Vai al commento »
    fantastici: "siamo europeisti, ma  le nostre concessioni, chalet e operatori balneari DEVONO ANDARE IN DEROGA rispetto alla direttiva dei servizi della Bolckenstein, porteremo questa battaglia come prioritaria in europa" Non mi pare serva altro per farsi una risata di gusto stamattina.
  • Si scatena la corsa al rimborso Imu
    M5S critica la candidatura dei consiglieri

    340 - Feb 22, 2013 - 10:34 Vai al commento »
    Gli amici di M5S oramai sempre più invasati e con la bava sulla bocca ( i sondaggi esaltano parecchio e in un Paese come il nostro dove si fa politica sui sondaggi del giorno prima, questi contano moltissimo per "dare la carica"), "dimenticano" di evidenziare che i loro candidati al Parlamento sono stati "selezionati" "pescando" in gran parte tra i trombati ( non eletti)  nelle precedenti occasioni di elezioni locali. Questi, quando "arriveranno" in Parlamento invece cosa faranno con il loro "riconosciuto" e "consolidato" bagaglio di esperienze amministrativa e politica  ( mi preparo alla "gragnuola" tipo "non ruberanno ed è già tanto" e amenità simili) ? Daje Guzzini, tanto quelli de M5S non te voteranno ( o si?).  E' facile fare il primo della classe e dire "non terrò i piedi in due staffe" quando si è certi di non poterli mettere neanche in una ( una di una certa importanza, si intende). Suvvia, ce so' rimasti pochi giorni de campagna elettorale.   Sfruttateli un po' meglio che poi  so' c...i amari e si rischia di andare in "depressione". 
  • Banca Marche taglia i premi dei dipendenti
    I sindacati: “Accertare le responsabilità”

    341 - Feb 22, 2013 - 13:58 Vai al commento »
    Ai voglia a cità la "manza".  la questione non cambia: mi sa che il "maneggio" della Fondazione, nonché della banca pistacoppese, è riservato ( da sempre) ai fedelissimi e agli amici "sicuri".  Diciamo così: una specie di riserva indiana ( ricca, mooolto ricca) in un territorio  "circondato dai rossi  che mangiano i bambini".  Così tutto pare più "normale" no? Tipo: vabbè  mangiabambini,  ve famo amministrà il comune  "de Maria" (orrore)  e pure la provincia (se ci arrivate - e comunque mai da soli ma sempre "ben accompagnati") però lo "sministramento" degli sghei rimane esclusivamente a noi.  Vogliamo reclamarla  'st'inchiestina sui maneggi "Fondo/banco - universitari" ( Fondo= fondazione; banco= BdM) ) dei bei tempi passati, cioè  quando Berta filava ??????
    342 - Feb 22, 2013 - 9:52 Vai al commento »
    Anzi, una bella "inchiesta" sulla "fondazione e la banca pistacoppese", magari a partire da certe operazioni immobiliari "dell' Università pistacoppese" dei decenni scorsi no eh?
    343 - Feb 22, 2013 - 9:43 Vai al commento »
    Proprio 'gné se fa eh?  Qualsiasi sia l'argomento di un articolo,  l'importante per alcuni è che si faccia la solita trita e ritrita polemicuccia da campagna elettorale.  Mi pare che l'argomento principale dell'articolo di CM è (sintetitizzato e "spero semplificato"): dal momento che i dipendenti si SONO RIDOTTI (per chi legge in fretta o è un po' "distratto": rileggere bene l'articolo) la retribuzione ( premi, incentivi ecc. ecc.), domandano ( attraverso i propri rappresentanti sindacali) come mai il Direttore appena "dimesso" e responsabile degli "ottimi" risultati conseguiti si è preso per intero la sua lauta liquidazione ( milionaria o lì vicino ) compresi incentivi e premi vari??????? Domanda semplice semplice e qualcuno dovrebbe fornire risposte invece che "divagare". Io la commento così: non sarà che il caro "direttoruccio" che non stava li per grazia divina ma probabilmente "grazie a qualcuno"  ha "restituito qualche piaceruccio" a qualche "pezzo grosso" che ce lo ha messo, tipo concessione di "grossi" finanziamenti con garanzie fasulle,  concessione di "fidi agli amici" nonché figli degli amici degli amici" mentre gli altri  "che si arrangino !".   E alla fine come al solito pagano esclusivamente  quelli che "stanno sotto" (poracci senza santi in paradiso che non hanno aperture di cerdito e CHIUDONO le proprie attività, coppie che NON possono comperare casa perché "il mutuo non è garantito" e dipendenti dell'Istituto che si "tagliano gli stipendi mensili) No ehhh??? E diciamola su, invece di starci sempre a preoccupare della "manza".   Sarà il caso di incominciare a scoperchiare il "santuario" pistacoppese della "Fondazione BdM ? Sarà un tantino più importante delle varie "manze" ????
  • Sfratto esecutivo per il Babaloo
    Gli Ascani lasceranno il locale a fine estate

    344 - Feb 22, 2013 - 10:45 Vai al commento »
    Ma che si discute se devono stare aperte le discoteche o no ? Questi chiudono una attività ( non credo da "poveracci") e lasciano un mare di persone nella m....a (chiedere a chi ci ha lavorato o a chi li ha riforniti). Mi pare questo il problema. O no????
    345 - Feb 20, 2013 - 17:03 Vai al commento »
    Il fatto è che notoriamente i gestori del Babaloo e di altri "divertimentifici" della costa non sono dei poveracci ( buon per loro ). Sono imprenditori e le valutazioni ( fatte su una notizia pubblica, sulla base dei dati messi a disposizione) mi pare si riferiscano agli Ascani in quanto imprenditori e dunque anche con responsabilità "sociali". Non c'entra niente la "frequentazione" o non frequentazione del Babaloo.
  • Nasconde un milione di euro in una vecchia auto: derubato

    346 - Feb 20, 2013 - 16:50 Vai al commento »
    "Ex professionista" "ritiratosi" a 60 anni e con un milioncino in contanti "di risparmi" . Ho detto tutto. Anzi, aggiungo un pensiero cattivo: P.S.Elpidio= tanti appartamenti estivi ( anche "invernali" per altri usi inenarrabili)... Insomma...non mi sento di dire..."poraccio"...
  • Laboratori irregolari e lavoro nero
    La Cgil: “Controllate anche i committenti”

    347 - Feb 20, 2013 - 11:19 Vai al commento »
    Ma ogni occasione è buona per fare un po' di propaganduccia ideologico/religiosa? I cinesi e i mussulmani non si sono inventati niente; semmai, avendo imparato in fretta come funziona l'Italia dei furbastri, si sono rapidamente adeguati all'andazzo: infatti,  la pratica dell'appalto, sub-appalto, sub-sub-appalto ecc. ecc. è in atto da decenni ( oggi si può dire che si è espansa a macchia d'olio) e oltre a far guadagnare le imprese che fanno la commessa iniziale, fa guadagnare parecchi soldoni ad una marea di maneggioni, imbroglioni e nullafacenti; una sorta "brokeraggio" dello sfruttamento del lavoro nero a domicilio e non, che si limita soltanto ad "organizzare e distribuire" pezzi di lavoro sub-appaltato e spesso a non pagare chi ha lavorato. Sono vere e eproprie "tangenti" sul lavoro.  Questi signori " broker" dovrebbero andare tutti in galera per "caporalaggio".   Ecco, forse se gli Ispettori del Lavoro "studiassero" e riuscissero a "tracciare" bene la "catena di Sant'Antonio" del lavoro in appalto e sub-sub-appalto, magari anche nella Pubblica Amministrazione, ne scoprirebbero delle belle.  La prima cosa che scoprirebbero è che "i maneggioni nullafacenti" e i "consulenti professionali" che li aiutano ad "eludere" "regolarmente" le leggi sono tutti italianissimi e con i SUV in garage. 
  • Per chi voterai?

    348 - Feb 22, 2013 - 13:36 Vai al commento »
    Questa idea che Visco ( e pure Bersani va...)  è responsabile "come altri" dell'evasione e della "iniquità" fiscale nella nostra Italietta la dice lunga sull'onestà intellettuale di chi lo pensa ( e lo esplicita). Mi pare non si possa aggiungere altro.
    349 - Feb 22, 2013 - 10:13 Vai al commento »
    concordo @francucci infatti non c'è cosa più iniqua che eliminare ( o comprimere )  la "progressività" dell'IRPEF (non ha caso la proposta proviene in primo luogo da un "superricco"). Cioè: non si pone il problema di come cambiare e rendere equo ( contribuire in modo "proporzionale" alla propria capacità di guadagno) il sistema fiscale per far pagere tutti e di meno, ma "come" ridurre le tasse a quelli che dovrebbero pagare di più o addirittura semplicemente pagare ( dato che ora molti non le pagano affatto o le pagano "in misura ridotta" grazie alla miriade di "leggine" che permettono di "eludere legalmente" il fisco). Il bello ( o il brutto ) è che l'ipotesi di una % ( magari "bassina") di tasse " UGUALE PER TUTTI" è considerata allettante da moltissimi . Compresi, purtroppo, molti di quelli che ci rimetterebbero per primi in termini di equità e "proporzionalità".  Ma quasto è il livello di "approfondimento e consapevolezza civica" dell'italiano medio.  E ciò spiega molte cose sull,' "andazzo", a tutti i livelli, del nostro Paese.
    350 - Feb 21, 2013 - 18:09 Vai al commento »
    Sig. @Seri, non posso che apprezzare la Sua onestà intellettuale e  ringraziarLa per  l'attenzione posta alle mie domande. Da ciò che leggo (non conoscendoLa personalmente), deduco che Lei è un professionista che si occupa in particolare di quella parte del sistema fiscale  che riguarda prevalentemente  i contribuenti con attività economiche autonome. Dunque, non dubito che il Suo articolo parta dalla conoscenza diretta ( e professionale) di un sistema ritenuto "vessatorio" ( per semplificare al massimo). Tuttavia immagino che la Sua competenza possa essere estesa anche all' "insieme" del sistema fiscale italiano.  Allora, se me lo consente, ne approfitto per farLe alcune domande sperando di non recarLe disturbo: 1) secondo la Sua esperienza come mai in Italia c'è il più alto tasso di evasione fiscale d'Europa ( mi pare si possa dire che c'è sempre stato anche quando pressione fiscale, oggi obiettivamente esagerata, era perfettamente in linea con la media europea)?  E come mai secondo Lei il fisco è "costretto" a fare "processi alle intenzioni "  soprattutto ai contribuenti che non pagano le tasse alla fonte come i lavoratori dipendenti e i pensionati ( sia chiaro: volenti o nolenti - e ammetto che se potessero, forse "nolenti")?  2)Lei cosa pensa della "tracciabilità" dei pagamenti mediante l'uso di strumenti elettronici anche per transazioni di modesta entità ( magari solo per un certo periodo - utile a "rimettere un po' in linea la situazione) ?  3) cosa ne pensa delle innumerevoli S.r.L.  o altri tipi di Società (non tutte ovviamente) usate quasi esclusivamente per "intestare" benefit e beni vari ( auto di grossa cilindrata, barche, immobili ecc. ecc.) del suo "socio di maggioranza" nonché "scaricare una serie di "passività" magari di altre attività dello stesso "socio di maggioranza"? Lo ritiene un problema questo? E se lo considera un problema , riterrebbe giusto tassare con una patrimoniale il valore dei beni "intestati" a queste società anche se dovessero risultare formalmente "in perdita" ?  4) Lei riterrebbe utile ripristinare il reato penale del falso in bilancio anche per impedire ( o rendere più difficile con un "deterrente" probabilmente più efficace della situazione attuale) di costituire "provviste in nero" "esentasse"  destinate oltretutto anche a potenziali scopi corruttivi ? 5) a prescindere dall'entità della pressione fiscale ( che in Italia potrebbe e dovrebbe essere in ogni caso ridotta ) e da una netta e necessaria distinzione tra errori formali nelle dichiarazione dei redditi ed  "evasione conclamata e sostanziale",  Lei considera eccessivamente  severo il sistema "repressivo" americano nei confronti di chi è "pescato" a svolgere attività "sconosciute al fisco oppure semplicemente  a non pagare le tasse dovute ( cioè molti anni di carcere senza "benefici" e/o  confisca immediata dei beni) ? Infine, Lei ha scritto un articolo dove si pone delle domande da elettore, oltre che  da professionista del settore. Mi permetto di chiederLe cosa ne pensa delle "promesse " ( e della loro concreta realizzabilità senza conseguenze successive sui contribuenti/cittadini) di mirabolanti "benefici fiscali e restituzioni" da parte delle forze politiche in campo.     
    351 - Feb 20, 2013 - 17:10 Vai al commento »
    Tanto per farsi un'idea più precisa e regolarsi di conseguenza: prima di passare ai "forconisti" potrebbe il Dott. Seri dirci verso chi ha "mal riposto" la Sua fiducia in passato ? Inoltre, può dirci se apprezzerà chi si impegna a non fare più condoni fiscali e a non sostenere la tesi secondo cui "chi evade le tasse ha ragione perché se ne pagano troppe?" 
  • “A.A.A. vendesi centralina rilevazione polveri”

    352 - Feb 20, 2013 - 17:41 Vai al commento »
    Ecco gli amici di M5S dovrebbero fare un giretto nei negozi del centro storico a lasciare qualche volantino sopra i banconi. Lo potrebbero fare. sono tutte proposte assolutamente "innocue" e adatte alle elezioni. Se provassero a dire in aggiunta: chiusura al traffico del centro storico?
  • Professional Day,
    faccia a faccia con la politica
    “Subito la riduzione del costo del lavoro”

    353 - Feb 20, 2013 - 11:50 Vai al commento »
    Non si può abolire "l'Ordine professionale" ? E chi lo dice? Basta modificare le leggi. Certo, se consideriamo che 1/3 dei parlamentari è composto da "Avvocati" è un po' difficile pensare che favoriscano una legge "contro i loro stessi interessi". In Italia già si fa "quello che più conviene" a prescindere dagli Ordini. E' un problema di civiltà e, mi si passi il termine, di "civismo", soprattutto delle classi dirigenti ( tutte, politiche e non) che dovrebbero essere le prime a dare l'esempio del rispetto delle regole.  Gli Ordini moderni effettivamente dovrebbero avere la funzione prioritaria di "tutelare" il cittadino in ordine alla qualità della prestazione professionale ad un prezzo "equo". "Dovrebbero"; invece negli anni sono diventati in primo luogo feroci "difensori" degli interessi degli iscritti.   Tanto vale che diventino semplici "associazioni sindacali di categoria" senza alcun "obbligo di iscrizione" per praticare la professione. Esattamente come in Inghilterra.    
    354 - Feb 20, 2013 - 10:36 Vai al commento »
    E se gli  "Ordini" invece venissero aboliti aprendo le porte delle professioni alle migliaia di giovani laureati/disoccupati ?
  • Raccomandazioni per gli scrutatori
    Una lista conferma la spartizione

    355 - Feb 18, 2013 - 14:55 Vai al commento »
    Tanto per mettere un po' di "pepe" sull'argomento a "aiutare" la cronica "memoria corta" dell'italiota medio:  Per fare gli scrutatori bisogna essere iscritti all'albo appositamente tenuto dagli Uffici Anagrafe di ogni comune. Tutti possono iscriversi purché si sia compiuto il 18° anno di età.  Però.... Fino al 2004 la norma prevedevail sorteggio tra tutti quelli iscritti all'Albo comunale degli scrutatori ( "studiare" come istruiscono gli amici di M5S); poi, "stranamente" nel 2005 la norma fu cambiata ( insieme alla legge elettorale, guarda caso) e fu introdotta la nomina per "chiamata diretta" ( da chi?). Da chi fu cambiata?  Un aiutino: vi ricordate la questione dei  "brogli elettorali" che secondo un venditore di tappeti di Arcore, sarebbe stata alla base di tutte le (poche e non durature) vittorie elettorali del "centro sinistra" a qualsiasi livello ?  Bene, il venditore di tappeti intese scongiurare "quel pericolo" proprio modificando la norma degli scrutatori " sorteggiati" introducendo la "chiamata" e quindi la certezza che "quelli chiamati" non fossero imbroglioni.   Saluti.
  • Maria Paola Merloni: “Monti mi ha dato
    l’entusiasmo di guardare al futuro”

    356 - Feb 16, 2013 - 11:18 Vai al commento »
    Si può non condividere le analisi "politiche" di @pigi ( ogniuno difenda pure il suo "orto"); tuttavia mi pare innegabile che questa legge elettorale non garantirà una stabile ed omogenea maggioranza elettorale ( qualunque essa sia)  e questo determinerà un problema serio per la formazione di un Governo capace di "governare" una situazione sociale ed economica esplosiva. Si pensa forse che ritornare alle elezioni ad ottobre-novembre possa giovare a qualche forza politica  ao qualche "movimento" politico in termini di consenso elettorale, senza che il Paese ed i suoi italioti abitanti non paghino dazio ( pesantemente) per questa eventuale bravata ???? Infatti, a me pare  ci siano due tesi che si confrontano su questo tema: la prima è quella di essere profondamente preoccupati per il fatto che il paese possa essere ingovernabile e pagare una montagna di interessi sul debito pubblico ( piaccia o non piaccia le cose stanno così), con tutte le conseguenze e gli effetti del caso sulla popolazione; la seconda è : muoia Sansone con tutti i Filistei ( Sansone sarebbe la "casta" e i Filistei dovremmo essere noi cittadini del Belpaese); ovvero. radere al suolo, distruggere tutto per ricostruire ( fosse così semplice ricominciare lo avrebbero già fatto in Grecia, Spagna, Portogallo ecc. ecc.)   Ecco, nella prima tesi possiamo annoverare di tutto senza fare troppe distinzioni ( tanto sono tutti uguali); mentre la la seconda tesi ( che per quanto semplice ed immediata non è affatto rassicurante - almeno per me) a me pare sia quella che fa capo a M5S. Allora, si può dire o non si può dire che oltre alla "casta da abbattere e mandare a casa" ( niente di più facile per chiamare a "raccolta"  le masse "incazzate")  che un comico di nome Grillo ( che ha difeso strenuamente questa legge elettorale) e un personaggio ambiguo come Casaleggio "associati" ( titolare di una impresa che "studia" le potenzialità comunicative della "rete"),  FORSE si stanno ritrovando in mano un gioco un tantino più grande di quello che si aspettavano e che FORSE è il caso se ne rendano conto in fretta e si diano una calmata ed inizino a riflettere seriamente su come "governare" economia, lavoro, finanza pubblica,servizi sociali, assistenza,  ecc. ecc. con un programma vero e fattibile da attuare domani e non fra 10 anni ????  E per favore non tirate fuori il "kit del perfetto influencer"; oramai è un po' stantio.   Alla fine a forza di scherzare con il fuoco (ad esempio, chi la spara più grossa per riscuotere un applauso del "pubblico" ) si rischia non di bruciacchiarsi ma prendere completamente fuoco.  A me pare che si sta scherzando con il fuoco e la benzina insieme.
  • Pezzanesi al Pd sul dopo carnevale: “E’ tornata a vivere la piazza”

    357 - Feb 16, 2013 - 10:40 Vai al commento »
    Manca una "questioncina" mooolto "comunale" caro @abitante: come mai oltre all'IMU ( peraltro al massimo per le seconde case e le attività economiche) è stata aumentata l'IRPEF comunale "prelevando" ulteriori 520.000 Eurozzi dalle tasche dei cittadini ? Per fare cosa? Forse le carnevalate in piazza ? Ma non aveva promesso che NON AVREBBE AUMENTATO LE TASSE ???? E come mai sta materia è stata completamente "dimenticata" dall'opposizione (compreso "il serio consigliere di M5S") ???
  • Trattativa Smea-Cosmari
    L’ultimatum dei sindacati

    358 - Feb 15, 2013 - 15:53 Vai al commento »
    Più che l'amministratore delegato della SMEA a me pare si cerchi di stabilire a priori  CHI dovrà dirigere il futuro COSMARI dopo la eventuale  fusione con la SMEA. Se ( e sottolineo SE) questo è un problema,  chi lo dice che dopo l'eventuale unione delle due aziende tutto debba rimanere come prima sul piano gestionale ? Lo stabilisce forse l'attuale "management" gestionale del COSMARI? Non è che su questa storia dei "dirigenti SMEA" ( che va avanti da diversi anni) si sia costruito un "apposito" argomento da dare in pasto all'opinione pubblica e nel contempo sviare l'attenzione da altre problematiche oltre che salvaguardare la posizione di taluni anche all'interno del COSMARI ? Non è che all'interno del COSMARI si consideri come "intrusi" tutti quelli che fino ad oggi ne sono stati estranei? E in tal caso, perché?   Sulle eventuali retribuzioni troppo alte del management SMEA si può discutere ( però dovrebbe  valere per tutti i "management" delle aziende pubbliche e in questo caso  sia di SMEA, sia di COSMARI); però insieme ai compensi, andrebbero prioritariamente esaminate con attenzione le competenze gestionali e professionali di SMEA  e COSMARI a partire dai "dirigenti" fino ai responsabili dei servizi,  con l'unico obiettivo di avere il meglio o,  se ritenute valide, anche  metterle insieme e "sfruttarle" al meglio se questo dovesse portare ad un sensibile incremento di efficenza organizzativa e miglioramento dei servizi e in definitiva ad un risparmio dei costi per i cittadini. A mio avviso  gli spazi di miglioramento  ci sono, oltre allo stesso COSMARI basti pensare alla SINTEGRA (azienda di gestione dei servizi del COSMARI - oltre 100 dipendenti) oppure alla nuova discarica di Cingoli che sarà gestita dal COSMARI per i prossimi anni)  Invece a me pare che in questa vicenda tutto tenda a far emergere un punto fermo: gestione COSMARI il meglio che si possa immaginare;  gestione SMEA il peggio del peggio.  Di conseguenza, dalla fusione SMEA-COSMARI, tutto potrà cambiare ( servizi, modalità gestionali, progetto industriale ecc.ecc.) meno che il "management megliore" che ovviamente è dato per scontato sia  quello del COSMARI. A me pare che questo modo di procedere ( parlo di metodo perché sul merito delle competenze non sono in grado di giudicare) sia del tutto sbagliato.       
  • A proposito delle dimissioni del Papa

    359 - Feb 11, 2013 - 22:35 Vai al commento »
    Un Papa che si dimette è inconsueto. E' pur vero che non c'è abitudine a discutere questo tipo di "dimissioni". Tuttavia, proprio per la straodinarietà dell'evento e per il fatto che la Chiesa  è fortemente presente nella società ( non solo nella comunità dei fedeli),  non si può fare a meno di "commentare" l'accaduto e provare ad interrogarsi sul perché. Io penso che Ratzinger da autentico uomo di fede abbia tentato di "rievangelizzare" la Chiesa cattolica come strada da seguire per uscire dalla crisi che la attanaglia; Ratzinger ha constatato l'estrema solitudine nell'affrontare questa missione, nonchè la conseguente  impossibilità di "riformare" il sistema di potere che governa la Chiesa abbattendo le fortissime resistenze delle gerarchie. Ecco, la solitudine ( morale ed intellettuale) mi pare il tratto più evidentemente leggibile del papato di Ratzinger ( con tutto ciò che ne consegue in termini di significato del termine) . Per me è questa la chiave di lettura delle dimissioni papali.   Fermo restando il fatto che date le difficili circostanze di una Chiesa in crisi, abbia giocato un ruolo anche la consapevolezza di una oggettiva "assenza di energia" fisica ritenuta indispensabile per afforntare durissime battaglie.
  • I Vescovi Brugnaro e Giuliodori:
    La decisione del Papa passerà alla storia

    360 - Feb 12, 2013 - 13:30 Vai al commento »
    Ammetto di non sapere come funzioni una carriera ecclesiastica ma visti i personaggi richiamati in questo articolo di CM, mi viene da pensare che tra tutti,  Mons.  Giuliodori è quello seriamente più preoccupato che posssa interrompersi ( o ritardare) la sua irresistibile ascesa nelle alte gerarchie ecclesiastiche. Le dimissioni di Ratzinger rischiano di "azzerare" le massime cariche della Curia romana ( a quanto pare assai invisa a Benedetto XVI ) e scombussolare le strategie accuratamente pianificate volte a soddisfare le aspirazioni di potere di molti "giovani rampanti" . Chissà che  non rappresenti l'inizio di un profondo cambiamento... 
  • Benedetto XVI lascia il pontificato
    “Lo faccio per il bene della Chiesa”

    361 - Feb 11, 2013 - 16:07 Vai al commento »
    Le dimissioni di un Papa rappresentano un fatto straordinario che qualunque osservatore de fatti politici e sociali anche "non cattolico" non può ignorare. Probabilmente rappresenta un pezzo di storia che stiamo vivendo la cui portata potrà essere apprezzata (nel bene o nel male) in un periodo di tempo medio lungo. Da non religioso non entro nel merito delle scelte di natura (eventuale) pastorale del Papa. Mi limito soltanto a fare alcune "considerazioni politiche" sulla vicenda ( ovviamente moooolto personali). Ho sempre contestato, e contunuerò a farlo, il ruolo di pervicace "invadenza" della Chiesa nelle faccende dello Stato ( essendo un convinto assertore della "laicità" dello Stato per questo talvolta mi trovo in posizioni "anticlericali" molto spinte).  E questo a prescindere dal diritto della Chiesa di poter svolgere la sua funzione  di guida morale per i fedeli che a mio avviso dovrebbe essere prevalentemente indicata con l'esempio ( che non sempre avviene) invece che con le indicazioni più o meno esplicite di voto. Tuttavia  ho sempre pensato che Ratzinger fosse un personaggio molto al di fuori delle  secolari logiche di potere del  Vaticano e dei suoi "ministri" ( I Bertone, i Bagnasco ad esempio e, nel nostro piccolo - ma non tanto - i Giuliodori) .   E questo mi induce a pensare che Ratzinger abbia semplicemente "constatato" la sua impotenza di fronte al " blocco di potere" delle gerarchie ecclesiastiche ferocemente  indisponibili a cambiare profondamente "usi e costumi", guardando soprattutto i grandi cambiamenti che stanno interessando il mondo intero.  Secondo me, Ratzinger da indubbio conoscitore del magistero della fede cattolica ( in questo ragionamento non è importante il merito delle sue posizioni sul significato della fede) ha visto la deriva delle gerarchie e la profonda distanza tra la pratica religiosa e l' Istituzione "Chiesa Cattolica" ( anche molti suoi stretti collaboratori si sono rivelati appartenenti  alla "casta" di potere - in proposito ad esempio, il libro/inchiesta di Nuzzi apre uno squarcio impensabile fino a poco fa).  Ratzinger è prevalentemente uomo di fede ( credo anche profondamente sincero) e  probabilmente ha immaginato la necessità inderogabile  di avviare un processo di "rievangelizzazione" ( mi si passi il termine ) di cui ha urgentemente bisogno la Chiesa cattolica. Ha semplicemente capito che avrebbe lottato contro i mulini a vento. Secondo me  proprio in rapporto al compito così arduo che si è trovato ad affrontare ha preso atto della sua debolezza "fisica" oltre che "politica". Sotto questo aspetto non "leggo" le dimissioni del Papa come una fuga, ma come una scelta volta a favorire una Chiesa capace di leggere tempestivamente i cambiamenti  e cambiare essa stessa. Personalmente auspico che ciò avvenga; perchè volenti o nolenti, la Chiesa continuerà comunque  ad avere un ruolo determinante nella evoluzione ( positiva o negativa sarà da vedere-dipenderà molto dai punti di vista) del quadro politico, sociale e civile del nostro Paese ma non solo.   
  • “Il Comune ha quasi duplicato l’affitto
    Saremo costretti a chiudere”

    362 - Feb 8, 2013 - 12:26 Vai al commento »
    @filosofo ineccepibile. In centro, anche nei pressi dell'università, ci sono moltissimi negozi di proprietà "privata" NON AFFITTATI ( i famosissimi "AFFITTASI"). Se il nuovo prezzo di affitto stabilito dal comune (ente pubblico)  è fuori mercato, lo si dimostri prendendo in affitto (a prezzo inferiore ovviamente-o quanto meno pari a quello che si pagava al locale del comune) uno dei tanti negozi chiusi. Poi, se il comune ha quasi raddoppiato l'affitto con una semplice comunicazione scritta ( come sembra dalle dichiarazioni dei titolari ) ,  senza alcun altro tipo di preavviso ( contatto diretto, colloquio ecc. ecc.) è da considerarsi un comportamento assolutamente scorretto ed inaccettabile da parte di una Pubblica Amministrazione .   
  • I forzanovisti si autocelebrano:
    Macerata “Fiore” all’occhiello delle Marche

    363 - Feb 7, 2013 - 17:03 Vai al commento »
    Ma per carità, Forza Nuova è liberissima di aprire sedi, parlare, dire quello che vuole. Ovviamente gli altri sono liberissimi di dire la loro su Forza Nuova e contestare le loro teorie. O no? Sono fascisti e dire che sono fascisti ( con tutto ciò che ne consegue ) non è altro che constatare la verità (tra l'altro se capita di parlare con qualche loro ragazzotto associato, ti dice di sentirsi orgoglioso di essere fascista anche se sono stati "istruiti" a non sbandierarlo in pubblico per evitare di incorrere in reati penali) .   Dov'è il problema? 
  • Chiude anche il Bar Pierino
    in un centro storico da rivedere

    364 - Feb 7, 2013 - 16:20 Vai al commento »
    Continuo: debbo pensare che i proprietari dei negozi che pur in una congiuntura economica così difficile, preferiscono "non affittare" piuttosto che rinunciare al prezzo che richiedono, non " non vivano" con i proventi degli affitti. Buon per loro, però il "problema" economico e sociale si pone alla collettività.   Pensando a come potrebbe intervenire la Pubblica Amministrazione su questo specifico problema ( non è il solo dei "centri storici" ovviamente) senza "obbligare" nessuno a fare quello che non vuol  fare con la sua proprietà, sarebbe tanto sbagliaito ipotizzare un uso incentivante/disncentivante dell'IMU  ( magari solo per un dato periodo di tempo-2/3 anni) ?  Ad esempio: dopo aver fatto una seria indagine sul mercato dei prezzi (reali)  delle superfici destinate ad attività economiche ( occupate e non occupate) e stabilito un prezzo di affitto al mq "ragionevolmente" equo, prevedere la modulazione dell'IMU in rapporto al prezzo di affitto richiesto e/o applicato (IMU  al minimo se "adeguato" al prezzo equo stabilito,  e IMU al massima  se non "adeguato" ). Oltre tutto gli eventuali maggiori  introiti nelle casse comunali potrebbero essere destinati UNICAMENTE alla riduzione delle aliquote IMU per le attività economiche in essere ( qualora non siano al minimo).     
    365 - Feb 7, 2013 - 15:48 Vai al commento »
    Qualcuno ha provato a chiedere  quale affitto richiedono i proprietari dei locali che hanno il cartello "affitasi"? Fate qualche telefonata. Così, tanto per curiosità. Si dirà: è il libero mercato, e la richiesta di affitto la stabilisce il proprietario del negozio. Bene. Però non lamentiamoci che in tempi di crisi molti decidano di chiudere le attività nel centro storico . Provate a chiedere all'Oviesse perché non rinnova il contratto di affitto in Via Garibaldi.  Non è vero che il negozio Oviesse del centro commerciale Corridomnia ha tolto spazio al negozio di Macerata ( personalmente, da cliente, se chiude Macerata cambierò brand) - semmai era sovradimensionato fin dall'inizio-ma ora potevano essere affittate porzioni minori a prezzi adeguati al momento. E pare non sia stato possibile né l'uno, né l'altro.      Mi domando: se tutti tirano la cinghia come è possibile che solo gli affitti di negozi ( e  abitazioni) si ha la pretesa che rimangano nei fatti di valore immutato? E' meglio tenerli vuoti con il cartello attaccato per un paio di anni ( e forse definitivamente)  oppure affittarli ad un prezzo ragionevolmente "adeguato" ai tempi ? Quante persone  vengono scoraggiate nell'intraprendere una nuova iniziativa, dalla "spesa fissa" affitto -non una lira di meno?    Oltre al fatto che si rinuncia ad aprirne di nuove, se una parte quelli che chiudono le attività nel frattempo, per proseguire, si cercano altri affitti più a buon mercato in altre zone o in altre città, si pensa forse che dopo la crisi ( se mai finirà) "ritorneranno" ad affittare gli attuali locali vuoti del centro storico?   E chissà che l'ottimo Pierino non abbia dovuto affrontare questo problema??????    
    366 - Feb 6, 2013 - 14:14 Vai al commento »
    @nico a proposito di argomenti fumosi, dimenticavo: si è accorto che l'Italia è in recessione da almeno 4 anni, che i consumi sono tornati al 1986, che  ci sono 3milioni e mezzo di disoccupati, oppure  Lei è per caso uno di quelli che "non c'è la crisi" perchè "i ristoranti sono pieni e non si trovano mai i biglietti del teatro" ?
    367 - Feb 6, 2013 - 14:02 Vai al commento »
    Egregio sig. @Nico Io ho posto qualche interrogativo ( se il senso non si è compreso è solo colpa mia). Lei invece è così certo delle motivazioni personali del Sig. Pierino? Quanto all'essere "tuttologo": questo è un luogo di commenti ed opinioni. E per commentare ed esprimere opinioni non bisogna essere specialisti. In tal caso sarei un "tuttologo" esattamente come Lei e come molti altri lettori/commentatori. Si rassegni alla presenza di "tuttologhi" sulle pagine di CM. Lei concepisce la possibilità che vi siano opinioni diverse dalle Sue e che vengano perfino espresse?
    368 - Feb 6, 2013 - 12:24 Vai al commento »
    Non sono di Macerata ma conosco il Bar Pierino come molti maceratesi e non maceratesi, frequentandolo ogni qual volta ne ho avuto la possibilità. Dispiace anche a me che Pierino abbia smesso. A me però non pare che l'attività del Bar ( per quanto probabilmente ridotta anche a causa della crisi)  giustificasse "l'ennesima chiusura nel centro storico".   Invece di fare tante supposizioni un po' di comodo forse ( FORSE ) le motivazioni della chiusura del bar sono altre:  pensione o decisione di riposarsi da parte del gestore? Mancato accordo con i proprietari? Oppure tante altre possibili motivazioni che Pierino non intende "socializzare in pubblico ( giustamente). Intanto se veramente lo stimate, iniziate ad avere un po' di rispetto verso la sua decisione evitando di strumentalizzarla per le solite polemicucce politiche da "pistacoppi". Infatti, se la chiusura della "gestione Pierino" è l'occasione per l'ennesima discussione sul centro storico di Macerata allora c'è poco da aggiungere a quello che si è scritto,  letto e ritrito decine di volte su queste pagine.  Macerata vive esattamente la stessa crisi che vive il resto del Paese dal 2008 ( prime serie avvisaglie). Sono quasi 5 anni di crisi e di declino: meno lavoro + disoccupazione -reddito disponibile + servizi sociali da pagare  = meno consumi e sostanziale stagnazione o regressione dell'economia  e degli "affari". Per "comodità" di  appartenenza o tifoseria politica possiamo continuare a fare finta di niente, ma questa è la dura e principale motivazione che causa la chiusura delle attività in "tutti i centri storici" dell'entroterra e non solo a macerata: i pochi consumi di massa si fanno dove c'è molta scelta a buon prezzo.  E per fare questo, se non c'è il centro commerciale a 5 Km. si va in quello che sta a 50 o 70 Km. Tutto quì.   Intanto la crisi modifica le abitudini dei consumatori e Macerata, quand'anche la crisi finisse, certamente  non tornerà a splendere con il suo centro Storico pieno di negozi con i prezzi di Via dei Condotti. Gli stessi prodotti in aggiunta alla possibilità di comparare  prezzi e modelli centinaia di volte superiore ad un qualsiasi negozio del centro storico, sono disponibili nei numerosi negozi dei "centri commerciali" tanto odiati ( beninteso, non sono un loro sostenitore ). Altro che nuovi e faraonici parcheggi e apertura del centro alla circolazione.  Trovatemi oggi un imprenditore privato disponibile ad investire ( tipo l'ultimo investitore del Park coperto di Macerata) grosse somme per costruire nuovi grandi parcheggi a ridosso dei centri storici. Gli unici centri storici che possono attrarre investimenti e parcheggi sono quelli delle città che storicamente ( avendone la possibilità) sono ad esclusiva vocazione turistica.  Macerata e i nostri Comuni non fanno parte di questa categoria di città.  Allora cari "pistacoppi", invece di continuare questa stanchissima polemica sulle responsabilità politiche nella speranza di cavrne chissà quale beneficio elettorale, sarà il caso di spremere i cervelli per inventarsi altre strade?           
  • Investita da un Suv davanti al cimitero
    Muore un’anziana

    369 - Feb 5, 2013 - 11:48 Vai al commento »
    Come non condividere al 100% il commento della sig.ra Lilly. Se proprio si vuole commentare un fatto tragico come questo sarebbe sufficiente dedicare un pensiero alla povera Signora deceduta e rivolgere una parola di conforto   verso i suoi parenti, nonchè una richiamo severo ( SUV o non SUV in questo caso non ha importanza)  a tenere gli occhi spalancati e la massima attenzione ( niente telefonini ad esempio) quando si viaggia nel centro abitato: basta un istante di distrazione per combinare guai gravissimi. Non mi pare si possa dire altro di serio in questa circostanza.   Ai commentatori che non possono fare a meno di buttarla in politica richiamando l'ennesima "malefatta" della Giunta  comunale ,  mi viene da suggerire questo contributo  alla discussione, spero utile  a "risalire" alle responsabilità per la pessima viabilità maceratese: La colpa è della  "giunta di sinistra" che nel V° sec. D.C. ( all'incirca) decise di "spostare" Macerata dal fondo valle (la attuale Villa Potenza) alle colline sovrastanti per sfuggire all'orda dei barbari. Visto che siamo in tempi di mirabolanti promesse sull'azzeramento delle tasse suggerirei di mettere in circolazione pure questa ( magari in diretta TV su CM) : "prometto che  in un paio di mandati ( dici anni disogna concederli) di "riportare"  Macerata a fondo valle in modo da garantire una viabilità adatta anche ai pattini a rotelle". Ovviamente  non prima di aver indetto un referendum ( democrazia e partecipazione no? ) per far scegliere ai cittadini quale "fondo-valle":  Villa Potenza,  Piediripa o Sforzacosta ?     
  • Monsignor Giuliodori verso Milano
    Omelia contro le unioni gay

    370 - Feb 5, 2013 - 22:48 Vai al commento »
    Dopo la Francia anche la Gran Bretagna è caduta nel baratro della barbarie . è notizia fresca che il governo "conservatore" ( e il Parlamento a larghissima maggioranza) ha appena approvato la legge che ammette le nozze per le coppie Gay.   Perché in Italia no? Forse i francesi e britannici sono un popolo di depravati e invece noi italiani casti e puri?.   Orrorre!!!!!
    371 - Feb 5, 2013 - 17:22 Vai al commento »
    E' no, Sig.ra @paloma. Il Vescovo avrebbe dovuto dire : "la Chiesa è contraria ai matrimoni gay", punto. E fin quì non ci sarebbe stato nulla da ridire. Invece, dopo aver preventivamente paventato  il "baratro" (quale baratro?) non ha potuto fare a meno di aggiungere:  “Un vero cristiano in tempo di elezioni dovrebbe scegliere chi difende i valori della famiglia”.   Molto semplicemente la Chiesa se la DEVE la smettere di impiccirsi di politica e di affogare ogni giorno il messaggio di Cristo nel mare dell'ipocrisia più sfacciata e becera.   E' 2000 anni ( anzi, per l'esattezza da circa 1700- dall'Editto di Teodosio)  che si impiccia di politica e a causa di questo molte volte ha combinato gravi danni all'umanità. Dunque è giunto il momento che la Chiesa si metta a fare il suo mestiere e la smetta di schierarsi politicamente  ad ogni elezione. La smetta di difenedere personaggi politici imbarazzanti, pieni di "divorzi" alle spalle e portatori di modelli di vita distanti anni luce dal Vangelo solo perchè garanti dei suoi interessi economici ed affaristici. Si tratta di una vergognosa forma di voto di scambio, tanto più inconcepibile perchè messa in atto da una Istituzione religiosa, che solo in un Paese come l' Italia può continuare a perpretarsi indisturbata.   La Chiesa e i suoi gerarchi sempre con il "ditino alzato" ad "ammonire" il popolo dei fedeli ma perennemente a braccetto con il potere e i potenti, non si lamenti se poi  suscita diffusi sentimenti "anticlericali" anche tra quelli che non lo sono mai stati.       
    372 - Feb 4, 2013 - 0:28 Vai al commento »
    "siamo vicino al  baratro" dichiara il Monsignore....uno pensa: forse  leverà un grido di dolore  per denunciare la disperata condizione di milioni di giovani coppie "regolari" ( rigorosamente etero) che non possono sposarsi e magari fare figli perché non trovano lavoro; oppure alle decine di padri di famiglia che stanno perdendo il lavoro ed atre cose "leggermente" più importanti per i "fedeli" di questoPaese ( da sempre "tutelato" politicamente dal "vaticano e dalle gerarchie religiose). Invece a cosa si riferisce il "pastore"  con il "baratro"? Che diamine!  Ai matrimoni gay, ovviamente.  E' una questione di "contestualizzazione" (è giustificato fare un po' di campagna elettorale utilizzando i matrimoni gay dopo i "fatti" di Francia) un po' come l'altro "monsignore", Fisichella, quando si riferì alla bestemmia in TV del cavaliere di Arcore ( sai com'è...era una barzelletta).  Altro che articolo "tendenzioso" di Zallocco.  Ipocriti!! 
  • Marcello Veneziani a Civitanova
    “Disgusto per il gesto di Peroni su Almirante”

    373 - Feb 4, 2013 - 0:36 Vai al commento »
    Ma che problema c'è: quando i "camerati" rivinceranno le elezioni non avranno altro da fare che dedicare una Via o una Piazza ad Almirante.   Ora, per qualche tempo se ne può tranquillamente fare a meno.   
  • Silenzi: “Non abbiamo diffamato Popsophia”

    374 - Gen 31, 2013 - 0:28 Vai al commento »
      Il puntuale intervento di Favia spazza via tutti i dubbi che avevo:  Il comune di Civitanova fa bene ad assumere le iniziative che ha preannunciato.      
  • Campetto “Martiri delle Foibe”?
    Il centrosinistra dice no

    375 - Gen 31, 2013 - 1:37 Vai al commento »
    Si potrebbe intitolare la piazzeta  ai "non ancora assunti della nuova gestione della piscina comunale". Magari solo temporaneamente, fino alla soluzione del problema.  Così tanto per ricordare ai consiglieri comunali che a Tolentino c'è qualche problemuccio un tantino più urgente da far discutere in consiglio comunale. Non è che lo scopriamo oggi che i fascisti ( non da soli ovviamente) hanno vinto le elezioni a Tolentino e qualche vecchia conoscenza (non mi riferisco solo all'età)  nostalgica è in consiglio comunale. Attendo con trepidazione uno dei prossimi "provvedimenti" della maggioranza "Pezzanesi": a quando il trasloco da Civitanova a Tolentino di "via G. Almirante? .  
  • Donne e elezioni

    376 - Gen 31, 2013 - 0:59 Vai al commento »
    "l'Assunta lo sapeva?   Che vordì ???????
    377 - Gen 31, 2013 - 0:44 Vai al commento »
    Ogni tanto fa bene ricordare ( molti probabilmmente neanche lo sanno) che le donne in Italia hanno avuto "il permesso" di votare solo dal 1946.  36 anni dopo le americane e 38 dopo le inglesi. La distanza temporale più o meno corrisponde agli anni di "arretratezza" democratica e civile del nostro Paese rispetto alle grandi democrazie occidentali. Ci sarebbe da fare qualche approfondimento sui perché IN ITALIA le donne hanno potuto votare solo dal 1946 ( e anche allora c'era chi si opponeva anche se non esattamente in Italia).   
  • Sanità, sindacati di nuovo all’attacco:
    “La gestione è irresponsabile”

    378 - Gen 31, 2013 - 2:10 Vai al commento »
      Marinelli parla come politico o come medico di base?  Beh,  i medici di base hanno una "autonomia" diciamo di 100-120.000 € all'anno ( chi ha il "pieno" anche di più), pagati dal sistema sanitario nazionale.  O forse ci si riferisce all'autonomia di "prescrivere" i medicinali  "consigliati" dalle case farmaceutiche? Sui medici ospedalieri bisognerebbe fare qualche distinzione: ci sono quelli che stanno in corsia o al pronto Soccorso dalla mattina alla sera, si fanno il mazzo come gli infermieri e gli O.S.S. e nel normale orario di lavoro ci fanno scappare anche il tempo per fare un buon numero di visite senza chiedere un Euro di "progetto aggiuntivo" ( un eufemismo che si usa per chiede più soldi per fare quello che si dovrebbe fare "normalmente"). Ci sono altri, in particolare alcuni  "baroncini" capi-dipartimento che comandano certamente più del Direttore di Area Vasta che invece sono disponibili a far funzionare più tempo i macchinari diagnostici "solo" se ci sono "progetti aggiuntivii" ( insomma altri soldi per fare quello che una buona organizzazione dovrebbe consentire di fare in orario normale). Infine, altri ancora preferiscono "dedicare le loro energie" alla libera professione intramenia ( ovvero: libera professione spesso utilizzando le attrezzature dell'ospedale). Avete presente quando andate a chiedere una visita specialistica o un esame diagnostico che se pagate "si fa in qualche giorno", se non pagate in qualche mese ? Ecco, quella, quasi sempre è l' "intramenia". Sarà il caso che il Direttore Generale dell'ASUR (Ciccarelli) in qualità di "soggetto responsabile della gestione" inizi a mettere le mani in questo marciume ? E' un medico anche lui.  Lo farà mai ?  E se non lo farà lo cacceranno insieme ai suoi "fedelissimi" ?            
  • “Civitanova scippata da Popsophia”
    Silenzi: “Agiremo per vie legali”

    379 - Gen 30, 2013 - 15:26 Vai al commento »
    Cari civitanovesi fate bene a paventare la abrogazione delle feste religiose (Santa Maria Apparente, San Marone Martire ecc. ecc.). Essendo nota la "comunistaggine" dei vostri amministratori, sono convinto che non basta: dovrete lottare con i denti per tenere aperte le parrocchie, ma nessuno potrà evitarvi il peggio: questa eestate i cavalli dei cosacchi si abbevereranno nella fontana della Piazza XX settembre ( fa niente se i cosacchi saranno affittati dal Circo Togni).  Infine una Via ( probabilmente C.so Umberto) sarà intitolata al "grande J. Stalin. Se andrà bene e vinceranno i "riformisti moderati" invece sarà intitolata a Nikita Crusciov . Seguite con attenzione il dibattito "interno". Non è un caso che uno che la sa lunga come Don Masino, sia "fuggito" verso lidi più socialdemocratici dove il PD ha le "palle".  Preparatevi.
  • Enrico Letta “paracadutato” a Macerata
    “Cultura e Università
    al centro del progetto”

    380 - Gen 31, 2013 - 0:56 Vai al commento »
    Parlamo del PdL che è meglio.  Damoglie n' po' de spazio che il poro Berlusconi non riesce a dire una parola agli italiani.
    381 - Gen 29, 2013 - 16:39 Vai al commento »
    Che politica, affari e finanza abbiano coinvolto PdL e PD ( ma anche UDC e alcuni personaggi "nuovi" del centrismo montiano") è fuori dubbio ( checché se ne dica non tutti alla stessa maniera però). Che bisogna "recidere" questi legami è altrettanto fuori dubbio. Come? Ad esempio a partire dalla reintroduzione del reato penale ( magari aggravando le pene) del "falso in bilancio". Magari potrebbe viaggiare qualche "tangente in meno" rispetto ad oggi grazie ai fondi neri che se "scoperti" vengono puniti con una terrificante "sanzione amministrativa". Negli USA si va in galera per una venticinquina di anni ( senza prescrizione). A proposito chi ha abolito il "falso in bilancio"? Poi si potrebbe proseguire con un severo e rigoroso inasprimento della Legge "anticorruzione" approvata all'acqua di rosa dal Parlamento:a proposito, chi ricorda la minaccia di far cadere il governo Monti se si fosse votata la fiducia sul testo originale di quella legge ( niente di straordinario ma certamente molto più severa di quella approvata dopo "numerosi emendamenti migliorativi" dei parlamentari del PdL) ? Solo su questa tipologia di provvedimenti ( a costo zero) andate a leggere i programmi. Alla fine della fiera però, resta il fatto ineludibile che dopo il voto fra due mesi,   SI FARA' comunque un nuovo Governo con una maggioranza parlamentare che sarà decisa dagli elettori ( i famosi numeri che alla fine contano sempre).   Ecco, può sembrare una banalità ma pare ci si dimentichi fin troppo facilmente che "comanda" certamente di più chi ha la maggioranza parlamentare (specialmente con questa legge "porcata" che consente ai partiti di far eleggere "i fedelissimi" che saranno pronti a dire sempre sì come soldatini disciplinati; a proposito chi ha approvato la "legge porcata" nel 2005 con 100 parlamentari di vantaggio?).  Sarà  QUELLO  e non altri immaginari, il Governo che governerà l'Italia nei prossimi anni.  Amen. 
    382 - Gen 29, 2013 - 16:01 Vai al commento »
    @tamara moroni premetto che non ho alcuna intenzione di continuare a polemizzare con Lei. Quello che in proposito avevo da dire l'ho detto e concluderò con questo commento. Rischierei semplicemente di ripetermi.  Il link che ho postato era prioritariamente volto ad evidenziare "la linea di credito" per 200.000 € garantita da Samorì all'amico Emilio Fede ( l'ho pure precisato) a proposito dei conflitti dinteresse;  le altre questioni emerse sono del tutto "incidentali". Per quanto mi riguarda, dal momento che non sono di Macerata e non La conosco, mi sono solo limitato a prenderne atto di qualche informazione pubblica "scartabellando" un po' in rete.  E' Lei che "apre" certi argomenti che inducono ad "approfondire" e  non io. Sul fatto che il suo personale impegno politico per i maceratesi la porti a "saltellare allegramente" da uno schieramento politico all'altro come se niente fosse e un problema suo ( anche se mi pare che non lo viva come tale - in tal caso buon per Lei) . A me non deve spiegare niente, semmai, ove lo ritiene opportuno ai Suoi elettori.   Non do affatto credito al sito "Dagospia" ma nel caso specifico ho verificato che riporta integralmente una inchiesta dell'Espresso che invece, per quanto mi riguarda, è assai credibile.  
    383 - Gen 29, 2013 - 14:32 Vai al commento »
    Conflitto di interessi ? Può darsi anzi, certamente ( e non va bene). Da chi viene però la "predica" ?  Questo è il Sig.  Giampiero Samorì, fondatore del MIR ( Moderati in Rivoluzione) movimento politico di Destra, ultimo partito per il quale Tamara Moroni si è candidata (non lo so se  alla Camera  o al Senato ); il precedente, nel 2010 invece, era  "Sinistra per Macerata" alle ultime elezioni comunali ( 2010)  http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/gli-scheletri-di-gianpiero-samori-il-volto-nuovo-del-centrodestra-un-benefattore-la-sua-47615.htm Notare, tra le altre cose, la "linea di credito bancario" per 200.000 eurozzi  garantita all'amico Emilio Fede, noto "giornalista indipendente" italiano.
    384 - Gen 29, 2013 - 14:07 Vai al commento »
    @Tamara Maroni personalmente non avevo bisogno che ribadisse il suo pensiero in merito alle "distinzioni" che intende fare in materia di  "paracadutati" . Infatti avevo capito benissimo cosa voleva dire. Però se ha voluto farlo a favore di altri lettori/commentatori ha fatto benissimo.  
    385 - Gen 29, 2013 - 11:42 Vai al commento »
    Premesso che se il PD avesse scelto un marchigiano come capolista alla Camera sarebbe stato meglio anche per me, certi commenti di "meraviglia e sdegno" fanno sinceramente sorridere; neanche ridere. Eh si,  perchè la MAGGIOR PARTE dei commentatori delle cose politiche, anche se fanno un po' la parte da "cittadini disillusi ed arrabbiati" da come scrivono si vede lontano un miglio che  invece sono quanto meno ben "schierati" politicamente ( per non dire "animatori" o "attivisti") con uno dei partiti o "coalizioni" in campo. Niente di male eh...solo che sarebbe ora di finirla di "fare a finta di non sapere" solo perché fa comodo al "tifo" che si fa a quello schieramento o a quella forza politica o a quel "movimento" . Non sapere ad esempio, dopo che si è discusso per intere settimane delle primarie alle quali avevano partecipato "solo 4.500 cittadini in provincia", che il PD  aveva  riservato il 10-20% dei posti alle candidature alle scelte della Direzione nazionale  ( mentre, a diffrenza di molti altri partiti, il resto dei candidati sono stati scelti attraverso le primarie,  "poco partecipate" però). E dove sarebbe la sorpresa della candidatura di Letta ? Lasciamo perdere CM che fa il titolo come se "il paracadutato del PD " fosse l'unico, allo scopo di attirare lettori e "commentatori". CM è sul "mercato" dell'informazione ed è perfettamente comprensibile la sua scelta; sono anche certo che nei prossimi giorni riserverà altri titoli simili anche per "altri paracadutati". Dunque CM è un conto  ma certi commenti di " vergini innocenti" proprio non si possono sentire.  C'è perfino chi sostiene che è "più nobile" farsi paracadutare come capo-lista  in TUTTE le regioni per poi optare su una e "lasciare il posto"  generosamente ai "secondi arrivati", piuttosto che essere "paracadutati" IN UNA SOLA regione e farsi eleggere solo lì.  Quando non si ha neanche il senso del ridicolo...  Per gli smemorati: questa è la famosa Legge Calderoli ( con l'aggiunta della genialata del premio di maggioranza al Senato a carattere regionale)  approvata in fretta e furia 6/7 mesi prima le elezioni del 2006 ( a sondaggi in corso...). Indovinate un po' da quale maggioranza parlamentare e perché ? A proposito...cosa ne pensavano a quei tempi , quando tutto anadava bene "Madama Dorè",  gli "indignati cittadini" che oggi affollano di commenti  "sdegnati" CM ( di Grillo ad esempio si sa: a quei tempi vendeva "la palla da lavatrice" per fare il bucato senza sapone) ?  Sul sistema elettorale condivido le considerazioni di @pigi e aggiungo che in Parlamento ci sono almeno due proposte di Legge sul sistema elettorale maggioritario a "doppio turno" alla francese ( regolarmente "scartate" perchè visto come il " fumo negli occhi" dalla maggioranza parlamentare PdL-Lega-UDC ). Il funzionamento è " quasi banale" per quanto semplice: tanti candidati di collegio ( che ci mettono faccia programmi e idee) al primo turno si scontrano per arrivare ai primi due posti, poi al secondo turno per la vittoria di collegio. Semplice, chiaro e lineare. O no?  Dimenticavo...l'unica forza politica che sostiene chiaramente questo sistema è il PD.   
  • Donna Assunta maledice Corvatta

    386 - Gen 27, 2013 - 16:06 Vai al commento »
    C'era pure "Er Pecora" a dare lustro alla sfilata civitanovese !!!!
  • Sondaggio elettorale: spopola il Movimento 5 Stelle

    387 - Gen 30, 2013 - 16:10 Vai al commento »
    @ afrodite 79, dai, non nasconderti, tanto ti hanno smascherato: altro che cittadina/elettrice arrabbiata che si rivolge ad un "Consigliere di opposizione" ( senza le dovute maniere, tra l'altro), sei una "attivista" rosiKona del PD-L.  
    388 - Gen 30, 2013 - 16:01 Vai al commento »
    @ "migliorelli"  hai sentito il bisogno di precisare:  "Vede Benedacci, il fatto che qualcuno ci abbia votato e per questo si aspetti qualcosa in cambio non fa parte del nostro DNA, mi rincresce". Se non scrivi le cose a caso, rivolgendoti direttamente a "Benedacci" ne deduco che lo stesso abbia fatto una qualche affermazione che lasciasse intendere il contrario. O no? Così Benedacci ha chiesto a Benedetti di evidenziarlo.  
    389 - Gen 29, 2013 - 19:40 Vai al commento »
    Caro "Migliorelli" dove avrei scritto che hai fatto accordi o scambi?  Che c'hai la coda di paglia? Se rileggessi meglio scopriresti ben altra critica. Come dite voi?  "Studiate".   
    390 - Gen 29, 2013 - 15:24 Vai al commento »
    @migliorelli capisco il disappunto ma ci andrei piano con certe parole . Tu ora sei un politico Consigliere comunale di Tolentino, non uno qualsiasi.  Pensavi  forse che il marchietto di qualità "M5S" ti mettesse al riparo da critiche?  Forse, dico forse @afrodite79 è proprio una di quelle persone che con la vecchia gestione lavorava in piscina e con quella nuova ancora no. Con l'aria che tira forse, dico forse @afrodite79 è abbastanza incazzata da dover protestare per il "silenzio" che avvolge la vicenda ( responsabile anche la sinistra di opposizione ) ma non pazza al punto da svelare la sua identità e giocarsi definitivamente la eventuale possibilità di ritornare "prima o poi" al lavoro. Magari ti ha pure votato insieme ad altri 1600 cittadini ( a meno che tu li conosca tutti e sei in grado di dire il contrario) aspettandosi un "vero cambiamento" . A partire magari dall'approccio e le risposte alle critiche che inevitabilmente "da politici" si deve imparare a ricevere.   Ci hai pensato ?  
    391 - Gen 29, 2013 - 12:54 Vai al commento »
    Sig. @scarponi apprezzo le Sue precisazioni.  Quando ci si confronta civilmente pur pensandola in modo diametralmente opposto, è sempre un fatto rilevante e positivo. Specialmente in questi tempi.  In merito alle obiezioni che riguardano il PD posso solo dire che alcune le condivido ( il giudizio politico su D'Alema ad esempio - in ogni caso non sarà più in Parlamento-e sulla eccessiva "implementazione" del PD  con personaggi "poco chiari"  del sistema bancario/finanziario) su altre responsabilità invece la penso in modo diverso:  in Parlamento puoi sbraitare quanto vuoi ma  alla fine contano solo i numeri: mi pare un fatto inoppugnabile che PdL(prima FI)-Lega- UDC-FLI(prima AN) raccolgono insieme quasi 2/3 dei parlamentari. E se non vogliono "andare in minoranza" da soli stia pur certo che rimangono lì anche a dispetto dei santi (ma non dei numeri). Sono serviti la "forzatura" del Presidente della Repubblica e l' "aiutino" della U.E. per mandarli a casa nonostante i disastri che stavano combinando. Si figuri se potevano mandarli a casa una opposizione parlamentare con 1/3 dei deputati. Aggiungo: sono tutt'altro che "appiattito" su tutto ciò che è e fa il PD;  dal mio punto di vista faccio quello che posso ( da militante/attivista) per "cambiare" senza "radere al suolo" (come ho già detto non credo affatto a questa "strategia"- sempre che sia in buona fede). Mi chiedo però se, dopo aver consegnato a "Berlusconi e Bossi", ripeto, a Berlusconi e Bossi, le chiavi del Paese per ben 8 anni e 1/2  negli ultimi 10,  non sia giunto il momento di dare al PD la piena responsabilità del governo del Paese.  Metterlo alla prova  con la medesima maggioranza parlamentare di quelli che c'erano prima.  Solo a quelle condizioni è possibile fare una comparazione vera delle "eventuali differenze" tra l'uno e l'altro schieramento.   E' fin troppo facile immaginare le "battutine" da bar dello sport che arriveranno ( non sue, ovviamente) e tuttavia vorrei vedere cosa sarebbe capace di fare il PD su: economia, finanaza pubblica,  lavoro, imprese, equità fiscale, sviuppo sostenibile, sanità, assistenza, scuola/ricerca, cultura/turismo, giustizia, legalità, riforme istituzionali, ecc. ecc.  Insomma, una vera e completa "azione di governo" per affrontare e provare a risolvere i "problemucci" quotidiani che vivono ogni giorno milioni di persone, nonché definire una "direzione di marcia" del Paese . Dopo, in caso negativo, sarei pronto anche io ad un bel "vaffa..."  Ma se la potrà mai permettere l' Italia una "secca" alternanza di governo che preveda pure la possibile "assenza anche solo momentanea" di "uomini pienamente fidati e graditi" all'onnipotente potere che ha sede nell'Oltretevere romano?  Ci spero ma, viste come vanno le cose anche in questo frangente elettorale del 2012/2013, non ci credo.              
    392 - Gen 28, 2013 - 18:51 Vai al commento »
    Simpatico @abitante grazie per il "soldato inconsapevole".   Posso darti dell' "utile idiota" ( anche presuntuosetto) ? Tanto mi rivolgo ad un nick. Poi: questa storiella da cabaret che destra e sinistra hanno avuto le stesse responsabilità e dunque sono uguali, ripetuta fino alla noia a partire dal comico di Genova, assomiglia molto all'altra storiella da cabaret raccontata per anni dal comico di Arcore: l'italia è piena "comunisti". Purtroppo in Italia basta raccontare balle colossali e far ridere con le barzellette per diventare popolari. Anche Grillo e Casaleggio lo hanno capito. Tuttavia, finita la risata, rimangono i problemi di vita quotidiani che dovranno essere "governati e risolti". E lì si vedrà ( come ha già dimostrato il comico di Arcore) che  una balla colossale anche se ripetuta mille volte è sempre una balla colossale. Utile essenzialmente a chi la "immette" sul "mercato dei voti".  Ci si risente dopo le elezioni.     
    393 - Gen 28, 2013 - 11:48 Vai al commento »
    @ afrodite79 Non capisco cosa c'entra Mercorelli ( Consigliere M5S) con la chiusura di una fabbrica. Se puoi spiegarlo è meglio altrimenti parliamo degli altri argomenti. Ovvero, che "il lavoro" o il "non lavoro" ( ma non solo questo: si pensi al fisco, alla sanità, ai servizi sociali, all'assistenza agli anziani e così via) non sono temi prioritari  per M5S è un bel pezzo che cerco di evidenziarlo.   Così come è vero che la sinistra o meglio il centro-sinistra a Tolentino sia piuttosto latitante è altrettanto vero: d'altro canto il "popolo" ha scelto diversamente e quindi è anche giusto che certi problemi vengano affrontati principalmente (non solo) da chi ha vinto le elezioni. Però ha ragione: la sinistra DEVE impegnarsi di più ( nei limiti delle possibilità di chi sta all'opposizione). Il Sindacato invece c'è anche se qualcuno ha detto che " i sindacati dovrebbero essere chiusi" (indovini chi lo ha detto). Solo che il sindacato non è un poliziotto che può entrare o fare "irruzione" a piacimento nelle vicende dei luoghi di lavoro: sono i lavoratori a decidere se e quando il sindacato deve stare nel luogo di lavoro ad occuparsi di quel problema.     
    394 - Gen 28, 2013 - 4:27 Vai al commento »
    Sig. @Scarponi sul "viscidume" sono d'accordo al 100%.  Io personalmente, da "attivista" ( come dice Lei) preferisco provare a contribuire, con altri che la pensano come me, a dare una "ripulita da dentro"  senza distruggere tutto . Chi dice che si può cambiare solo distruggendo tutto dice una balla colossale e dimostra di non avere argomenti o di non capire che nei prossimi mesi ci sono in ballo le sorti del Paese e non una semplice rincorsa ai consensi di una campagna elettorale.   Ecco, forse sbaglio ma io cerco di fare "anche" un ragionamento politico perchè penso inevitabilmente alla composizione del prossimo Parlamento o quello successivo delle elezioni di ottobre/novembre 2013 i quali, volente o nolente, "decideranno" "come governare il Paese" ( e anche me personalmente), magari con la collaborazione fattiva della famosa "Troika".  
    395 - Gen 28, 2013 - 4:05 Vai al commento »
    Sig. @scarponi non ho mai nascosto di essere un "attivista" del PD e allora?  Che fa, "richiamandolo" pensa di "smascherarmi" ?    E' come se io dicessi: Sig. Scarponi da come scrive Lei è un attivista o simpatizzante del M5S e dunque quello che sta affermando assomiglia molto alle solite argomentazioni, secondo me, un po' idiote di Grillo ( mi manca ancora un classico come ..."guarda il dito e non la luna..." oppure un ennesimo link per "informarmi"-ma arrivano puntuali anche quelli). Stia tranquillo io non ho alcuna confusione e per quanto mi riguarda ho le idee molto chiare su quello che "concretamente" potrebbe succedere alle prossime elezioni.  Poi ogniuno da importanza e priorità a quello che meglio crede.   I fatti "non confusi" sui quali mi baso per fare alcune considerazioni sono questi: La Ditta Grillo-Casaleggio ha sempre dichiarato che in Parlamento non si alleerà con nessuno. Dunque le cose allora sono due: M5S pensa di conquistare la maggioranza dei parlamentari ( con il Premio del Senato per avere la maggioranza anche lì) e "governare" il Paese da solo ( e buon per lui, così potrà realizzare tutto il programma); oppure,  se M5S non vince da solo le elezioni, i suoi 100-200 deputati (tra Camera e Senato) si perderanno nei meandri del Parlamento, delle varie Commissioni  e dei regolamenti a fare filmati per you-tube a beneficio dell' "informazione" dei cittadini. Quando inizieranno a  capire dove si trovano e cosa ci stanno a fare ( vista anche l'inesperienza di "tutto" il gruppo parlamentare) saranno passatii 5 anni di legislatura ( sempre che duri 5 anni) senza aver ottenuto un solo disegno di legge auspicato dal blog della Ditta.  Mi permetto: in tal caso, quali benefici concreti riceveranno i cittadini dall'azione parlamentare di M5S ?  I filmati su you-tube saranno certamente interessanti, specialmente come "novità" dei primi tempi ma per cambiare le cose bisogna approvare leggi e le leggi in Parlamento si approvano con maggioranze parlamentari. Nel secondo caso, assumendo il  punto di vista di M5S ( quello che viene propinato ogni giorno in TV da Grillo e dai famosi "influencer" o "attivisti spontanei quanto appassionati" del Web), non posso che ribadire la scarsa probabilità ( salvo che la maggioranza parlamentare non lo voglia) di portare a casa la benchè minima parte delle cose che vengono promesse ogni giorno da Grillo ad una montagna di cittadini "vellicandone" furbescamente la giusta arrabbiatura, al solo scopo di ottenere il maggior numero di consensi possibile (possibilmente a danno del PD, con somma soddisfazione del Nano di Arcore in "forte rimonta").  Se non per "governare" il Paese,  ripeto, per fare che ?  Da cittadino, prima ancora che da "attivista" del PD ( eh si, uno di quelli che ha tenuto i seggi aperti per le primarie)  non vedo per quale motivo non dovrei preoccuparmi del fatto che possa non emergere dal voto una chiara maggioranza politica ( per quanto mi riguarda ammetto di fare tifo per una maggioranza del PD) nonostante il PD abbia tutte le potenzialità ( almeno ad ora ) per costituire una maggioranza stabile ed essere messo alla prova del governo con piena responsabilità ( economia, lavoro, fisco, sanità, diritti civili, ecc. ecc. ). Se non accade, come pare probabile, la colpa non è di Grillo ( non l'ho mai detto). Semmai la colpa ( o la virtù - dipende ovviamente dai punti di vista politici) sarà ancora una volta degli italiani che scelgono da soli come affogare: nell'acqua o nelle sabbie mobili ( con l'aiuto di qualche potentissimo "mini-stato" Oltretevere). Lo hanno fatto per diverse volte nella loro storia recente: per non andare troppo lontano, ci si può riferire a quando il "popolo tutto" andò allegramente con il Duce  a "spezzare le reni alla Grecia" oppure al più recente "andiamo ad abbassare le tasse per tutti e a creare un mione di posti di lavoro" dei noti Berlusconi, Bossi e Tremonti. Beh, conoscendo i polli, si può benissimo pensare che lo possano fare ancora. Questa volta scegliendo però tra Berlusconi e la Ditta Casaleggio-Grillo.   Ovviamente, esiste anche la concreta possibilità (sinceramente ad oggi me lo auguro-domani...chissà) che questa volta il PD, ove non abbia un mandato chiaro e maggioritario, a differenza del novembre 2011, decida di non sostenere alcun governo e neanche un eventuale ennesimo "governo di emergenza" con le maggioranze pasticciate che saranno consentite dalla composizione numerica dei parlamentari ( compresi quelli grilleschi che pur "pensando" di non partecipare al gioco, inevitabilmente contribuiranno a "decidere" quale maggioranza parlamentare governerà).  In tal caso si tornerà alle elezioni ( io dico ad ottobre). Chissà, sentiremo il "Web" dire che  se si torna alle elezioni con il famoso spread alle stelle sarà colpa del PD che con la sua "non maggioranza" decisa dagli italiani non ha doverosamente e responsabilmente sostenuto un'altro "Governo Monti" ?  Altro che  la "Troika" ci troveremo in Italia !!! Ma in fondo in fondo forse questo è quello che taluni personaggi del mondo dello spettacolo vogliono veramente: muoia Sansone con tutti i Filistei!   Il punto è: se ne avvantaggerà veramente il "popolo italiano" ? I giovani disoccupati? gli anziani senza assistenza? Le piccole imprese ? il sistema sanitario?  Ecco, la risposta è semplice per me:  siccome si sta letteralmente giocando sulla "pelle" del Paese ancora nel tunnel della crisi, allora si può rispondere allegramente "forse che si forse che no..."  Infatti, a differenza di Grillo e dei suoi fedelissimi "attivisti" non ho certezze.  E  proprio non me la sento di fare previsioni, quindi, "ai posteri l'ardua sentenza".   Mi scuso per la lunghezza ma stò facendo una "notte di assistenza" e il tempo passa bene scrivendo.  
    396 - Gen 27, 2013 - 16:35 Vai al commento »
    il commento di @volare alto ( che condivido) unito a quello di @pischello  spiegano  tutto quello che c'è da sapere sul "sondaggio" "non sondaggio" di CM. Ciò non toglie che M5S prenderà molti voti e porterà 100-150 deputati in Parlamento ( forse anche di più-200?). Il problemea viene dopo: per fare cosa?  Va bene, le risposte le leggo tutti i giorni sui vari forum del web intasati dai famosi "influencer" grilleschi ma anche da migliaia di persone che ci credono veramente e sono diventati essi stessi "sacerdoti" del VERBO:  porteranno le telecamere dei telefonini in Parlamento per "smascherare", "denunciare" ed "informare" i cittadini. Intanto però quelli che c'erano prima troveranno il numero necessario di parlamentari per continuare indisturbati a governare il Paese. E i cittadini saranno informati quotidianamente su yuou tube, senza dover aspettare gli effetti dei vari provvedimenti di legge. Se invece non ci sarà maggioranza parlamentare prepariamoci alle prossime votazioni di Ottobre, ma non prima di una ulteriore manovra economica (altre tasse e tagli a sanità, pensioni, ecc. ecc.) per "abbassare" lo spread e non pagare interessi troppo alti sul debito. Solo dopo che saremo scesi a livello di Grecia allora FORSE gli italiani capiranno che la politica non è fare tifo ma "governare" seriamente e onestamente UN INTERO PAESE con un programma autenticamente di governo e non con una lista di "desiderata".  Agli italiani Tafazzi fa un baffo.      
  • Un convegno su dinamiche familiari e nuove povertà

    397 - Gen 24, 2013 - 12:17 Vai al commento »
    Non per fare polemica, ma cosa aspettarsi sul piano dell'impegno sociale da un Ordine professionale dal momento che lo scopo della sua esistenza è quello prioritario di tutelare gli interessi degli appartenenti all'Ordine stesso? ( Ovviamente il riferimento è a TUTTI gli Ordini professionali).  Un convegno può "abbellire" l'immagine ma  non cambia la sostanza Gli Ordini Professionali così come sono dovrebbero essere superati.
  • L’azienda chiude, dipendenti a casa
    “Mi sento inutile per la società”

    398 - Gen 23, 2013 - 15:21 Vai al commento »
    Il costo del lavoro non è dato solo dal costo degli stipendi e dei contributi: può sembrare paradossale ma sotto questo punto di vista l'Italia è messa molto meglio rispetto a molti altri paesi europei ( Statistiche della U.E.). Oltre tutto ci sono già gli strumenti per le assunzioni a basso costo: ad esempio oggi si possono assumere "apprendisti" fino a 30 anni di età ( se non sbaglio), di fatto a tempo determinato (tre annii), con retribuzione inferiore ai minimi contrattuali, e con una quota contributiva irrisoria. Per non parlare del "vantaggio" che si ha nell'assumere lavoratori che percepiscono l'indennità di mobilità ( di fatto la "rimanente" indennità andrebbe ad abbattere il costo per l'impresa per un periodo pari a quello della durata dell'indennità stessa). Il fatto è che quando si parla di  "costo del lavoro" si intende il "costo complessivo" della produzione: energia, tassazione, trasporto merci, interessi sull'indebitamento ecc. ecc.   In ogni caso mi pare che la questione principale è che le aziende chiudono perchè sono calati i consumi e le capacità di spesa dei ceti medio bassi. L'esempio dell'artigiano imbianchino ( in questo post) che ha dovuto "chiudere" la sua attività  è molto calzante: probabilmente neanche in "nero" trova qualche famiglia disposta a dare "una rinfrescata" al suo appartamento. Chi ha perso il lavoro o si è visto decurtare la pensione ( il blocco delle rivalutazioni di fatto "riduce" la capacità di spesa del pensionato), non può spendere come prima;  chi ha qualche soldo ( ancora) se lo tiene perché ha molte incertezze per il futuro.  E questa è una spirale da cui non si potrà uscire tanto facilmente ( mi auguro il contrario ma la vedo difficile). Ci vorrebbe un programma pluriennale di rilancio del lavoro per far ripartire intanto l'occupazione, i consumi e l'economia nazionale ( sembra che le esportazioni vadano bene - ma sono una minima parte dell'economia): concentare  e convogliare tutte le risorse disponibili per creare nuove imprese e ridare fiato a quelle che ancora resistono. Ma in questa campagna lettorale non mi pare che i partiti parlino di questo tema e/o abbiano qualche proposta sul tappeto.  Fino ad oggi qualcosa di concreto, criticabile o meno ha poca importanza rispetto al ragionamento, lo ha proposto solo il sindacato.  
  • Pdl, Casoli cede a Ceroni il posto in Senato
    Il coordinatore di nuovo in corsa

    399 - Gen 21, 2013 - 16:03 Vai al commento »
    Fantastico!!!
  • Berlusconi esclude i marchigiani
    Ceroni: “Lascio la politica”

    400 - Gen 21, 2013 - 10:22 Vai al commento »
    Mentre nel PdL, dopo aver più o meno ironizzato sulle modalità delle primarie PD ( anche in passato) si accorgono solo ora che "non c'è trippa per gatti",  ho la vaga sensazione che "@Franco" abbia " intravisto"  prima di altri (diciamo "qualche" giorno prima) la siatuazione e, da politico navigato quale è ( un po' come l'amico "Tonino"), ha gettato lo sguardo ben oltre il 24 febbraio 2013; ha capito che per questa tornata deve pazientare e sottoporsi ad una necessaria "gavetta" nel partito montiano  per essere "prima misurato" e poi eventualmente  proporre la sua candidatura alle prossime elezioni europee. Tutto dipenderà dal "risultato" che insieme ad altri sarà capace di far conseguire ai candidati montiani delle Marche.  Ovvero, quale "pacchetto" di voti riuscirà a spostare dal PdL a Monti-Casini-Fini ecc.  'Sto continuo richiamo al PPE e all'Europa... a me pare che abbia già iniziato a predisporre il percorso e la campagna elettorale per le europee. "Corrigetemi" se sbaglio.  
  • La situazione del lavoro
    in provincia è drammatica

    401 - Gen 20, 2013 - 13:38 Vai al commento »
    Aridaje coi Sindacati. Ma che stanno al governo? Ma non si riesce più a fare le debite distinzioni rispetto alla situazione in cui ci troviamo?  Un'evasione fiscale vergognosa come quella richiamata da @Moby Dick è colpa dei Sindacati ?   Allora di ogni singolo elettore che per anni ha sostenuto ciecamente e ostinatamente certi governanti che a tutto pensavano meno che alle sorti del Paese, cosa si dovrebbe dire ?  
    402 - Gen 19, 2013 - 13:26 Vai al commento »
    In attesa delle "grandi riforme" ( quali, come e quando?) che dovrebbero essere fatte da Parlamento,  fare qualcosa di utile a livello locale non mi pare affatto sbagliato. Altrimenti restano il chiacchiericcio un po' ideologico e pressappochista del web.
  • Reati in diminuzione in provincia
    “Percezione sbagliata dei cittadini”

    403 - Gen 19, 2013 - 13:14 Vai al commento »
    "le eventuali"...non l'eventuali.
    404 - Gen 19, 2013 - 12:23 Vai al commento »
    I dati dei Carabinieri difficilmente possono essere confutati.  Se non ci fidiamo neanche di loro...buonanotte suonatori. Altra cosa è che si potrebbe fare di più e meglio.  Però...c'è un però... Proviamo ad approfondire qualche informazione sul calo degli uomini e dei mezzi (Carabinieri e Polizia) dal 2009 ad oggi ( nessuno ufficialmente le fornirà...ma ufficiosamente...). Proviamo a verificare gli effetti del taglio delle risorse alla sicurezza con particolare riferimento al periodo  2009/ 2011: Quanti uomini sono disponibili per le operazioni di indagine e repressione dei reati? Quanti per il controllo del territorio? Quante auto pattuglie "escono" ogni notte e nei festivi? Quanti mezzi sono effettivamente in efficenza e disponibili? Quante nuove attrezzature sono state fornite?  Quanti fondi per l'eventuali prestazioni straordinarie degli agenti e dei CC sono disponibili ( è difficile immaginare che Agenti e Carabinieri "marchino" sempre il "cartellino" delle 8 ore al giorno)? E così via con altre interessanti questioni da approfondire. Dovremmo baciare il terreno dove camminano i pochi Carabinieri e i pochi Agenti di Polizia che ancora sono adibiti alla prevenzione/repressione dei reati e al controllo del territorio. E per chi crede in Dio, dire una preghiera affinché i mezzi che servono al lavoro di pattugliamento e controllo del territorio abbiano sempre carburante disponibile ( per tutti quelli che servono) e non si rompano mai.   Lo sò che a molti non piacerà queste considerazioni perché ricordano i "bei tempi" dei famosi "tagli lineari". Magari sono gli stessi che "paventano" dati non veritieri dei Carabinieri.     
  • Addio a “Toni” Bellesi,
    uomo schivo e caricaturista garbato

    405 - Gen 18, 2013 - 17:50 Vai al commento »
    Sarebbe bello se la Biennale di Tolentino gli dedicasse una personale.
  • Redditometro: non pagano
    i “finti poveri” ma i “finti ricchi”

    406 - Gen 18, 2013 - 11:35 Vai al commento »
    La domanda delle 100 pistole è:   Cari professionisti ( avvocati, fiscalisti,medici, specialisti, consulenti, commercialisti, architetti, geometri, ingegneri e chi più ne più ne metta ), come mai molti di voi ( diciamo QUASI TUTTI ? ) NON RILASCIA  LA RICEVUTA FISCALE ?????  Incominciate a fare chiarezza a casa vostra (associazioni di categoria ed ordini professionali) prima di avanzare critiche  evidentemente un po' "pelose" sul redditometro. Se si deve giungere a tali sistemi ( grossolani, lo ammetto) di lotta all'evasione ci sarà pure un motivo.  Oppure anche per voi sono sempre e solo "gli altri" e i "più grossi" che non pagano le tasse dovute ?  Io che pago le tasse prima ancora di percepire il reddito, non ho alcun timore del redditometro e non avrò alcun problema a "giustificare" ( ove chiamato a farlo) il mio "tenore di vita". Anzi, aggiungo che sono disposto a sacrificare un po' della mia privacy a favore del fisco se questo contribuirà a debellare la nostra vergogna nazionale: 120 Miliardi di tasse evase all'anno.  Semmai rimane un problema: ma quelli che vengono presi con le mani nel sacco, che fine fanno poi?  A me ( che non posso permettermi di ingaggiare "fiscalisti" per "cavillare" sulle procedure e "difendermi" dal fisco) ad esempio, se non pago fino all'ultima lira una multa o una sanzione, mi "ganasciano" l'utilitaria con cui vado a lavorare ( se ho un lavoro ).  Agli "altri" invece che succede?   Basta con la frode fiscale e l' evasione. E' una vergogna. Negli Stati Uniti ti sequestrano tutto e lo vendono prima ancora che ti rendi conto di quello che sta succedendo, e poi si va in galera con una certa facilità. Ecco sarà il caso di fare fare qualcosa di simile anche in Italia?     
  • Non voto ergo non mi sento rappresentato

    407 - Gen 19, 2013 - 12:53 Vai al commento »
    Sig. Munafò, mi prendo il "banale e scontata" per la mia "ultima" considerazione.  Ciò non toglie che possa corrispondere al vero. D'altro canto Lei non lo nega e in ogni caso è a questa possibilità che facevo riferimento per quanto banale e scontata. Però "mi consenta":  da chi fa politica da diversi anni difficilmente ci si aspetta qualcosa di "non già visto" (ho detto difficile e non impossibile). E dunque qualche innocente sospetto mi pare del tutto legittimo.   Le sembrerà paradossale ma concordo sull'elenco delle "motivazioni " che attribuisce alla democrazia. O meglio, all'espressione democratica del voto dal momento che la "democrazia" è cosa ben più complessa che il solo esercizio del diritto di voto.    Tutte ciò che Lei ha elencato infatti, appartiene allla sfera delle motivazioni, tutte legittime ma non per questo non criticabili,  che spingono  l'elettore ad espimere la sua opinione attraverso il voto e contribuire a determinare l'esito elettorale. Esattamente come la scelta di "non" partecipare al voto.    
    408 - Gen 18, 2013 - 16:22 Vai al commento »
    Quanti potrebbero essere gli elettori che scelgono il voto  oppure anche il non voto, "mossi" prioritariamente da una consapevole ispirazione "etica" (religiosa o laica non importa)?      Secondo me il "non voto" in quanto tale non è un atto politico ( come mi sembra si voglia sostenere) tanto meno ispirato da un atteggiamento "etico";  piuttosto è un atteggiamento sociale, antipolitico per  antonomasia, abbastanza strutturato, più o meno condivisibile. Ovvero è un fenomeno insito nelle democrazie occidentali ( ma non solo in esse):  ritenere che la politica, anche quella materialmente lontana (Roma ad esempio), non abbia ricadute sulla propria esistenza e/o che tutto in politica accada ineluttabilmente. Dal mio punto di vista niente di più sbagliato.     Altra cosa è il "non votare" perché l' "offerta" politica dei partiti e dei loro "politici" la si ritiene inadeguata alle risposte che ciascuno si attende. In questo caso rappresenta una risposta contingente di una parte dell'elettorato ( che magari in passato votava) alla incapacità di "rappresentare" da parte dei partiti.      In ambedue i casi verà sempre salvaguardato il sacrosanto diritto individuale di comportarsi come meglio si crede. Tuttavia, mi pare innegabile che tale scelta individuale contribuisca in ogni caso a detrminare gli esiti elettorali.   A meno che non rappresentino invece l'occasione per "lanciare" l' "altra" soluzione solo apparentemente alternativa: una nuova formazione politica ( partito, movimento o lista civica non fa troppa differenza ).  
  • Macerata: in arrivo un altro inutile Consiglio comunale

    409 - Gen 21, 2013 - 16:13 Vai al commento »
    @Travaglio de macerata Non mi riferivo alle "qualità" dei singoli consiglieri ma alla Istituzione in quanto tale. Il titolo di CM si riferisce al "Consiglio comunale" senza altre precisazioni. E così non va bene. Insisto: anche frequentata da un branco di incapaci una istituzione come il Consiglio comunale ( o provinciale, regionale o il Parlamento)  non è mai inutile quando si riunisce e svolge "il suo mestiere": consentire agli eletti di fare il proprio dovere ( come lo fanno è un'altro discorso).   Altrimenti si potrebbe pensare che dal momento che non ci soddisfano quelli che ci stanno dentro,    le Istituzioni repubblicane siano inutili. 
    410 - Gen 21, 2013 - 14:25 Vai al commento »
    Trovo sinceramente sconcertante il titolo scelto da CM:  "un'altro consiglio comunale inutile" Non essendo virgolettato ne deduco che rappresenti il "pensiero" della redazione. Ed è proprio questo che sconcerta. Mi permetto di osservare che le riunioni di un Consiglio comunale, un Consiglio regionale o un Parlamento non sono mai "inutili".
  • Cannabis ad uso terapeutico
    Il Consiglio regionale dice sì

    411 - Gen 17, 2013 - 0:32 Vai al commento »
    @sem ecco quà: http://alcol.dronet.org/index.html nei link disponibili c'è tutto.  Sivedrà che a differenza della cannabis, l'alcol non ha nessun potere terapeutico anzi, "favorisce notevolmente la dipartita di chi ne fa un uso corrente.  Eh però...chi è che non si fa un bicchierino? 
    412 - Gen 16, 2013 - 16:04 Vai al commento »
    In ogni caso meglio attenersi ai pareri personali e risparmiarsi polemiche di bassa lega politica (  propaganda elettorale ed altre menate simili). Quì si parla di strumenti terapeutici del dolore. Lo scandalo deriverebbe dal fatto che si chiama "cannabis" . E allora i derivati dagli oppiacei come la morfina ( in uso da anni nelle terapie del dolore) ?  Non a caso,  il "relatore di minoranza" ha definito la porposta di legge un "scelta azzeccata".
  • Sanità: 4mila lavoratori in agitazione
    “Smantelliamo il carrozzone Asur”

    413 - Gen 15, 2013 - 1:21 Vai al commento »
    A me pare che è un bel pezzo che denunciano il mal funzionamento della sanità.Da almeno 5-6 anni. Poi se uno per lungo tempo si disinteressa di quello che denunciano ripetutamente i Sindacati sugli organi di informazione ( dove dovrebbero farlo?) e se ne accorge solo oggi non si può dire che "se ne sono accorti solo ora". @stefano bi visto che sei molto informato, potresti illuminre i lettori su come dipendenti ( infermieri ed operatori sanitari, in particolare) e i loro sindacati avrebbero contribuito alla "mala gestione" della sanità?   
  • Marangoni: “Esiste via Stalin, ci può essere anche via Almirante”

    414 - Gen 16, 2013 - 15:41 Vai al commento »
    manca ancora: la categoria di quelli a corto di argomenti che la buttano a coppe.  Ben rappresentata anche in questo 3D (non faccio nomi perché non serve).
    415 - Gen 15, 2013 - 17:39 Vai al commento »
    Dimenticavo: un'altra caratteristica degli italiani è quella importantissima del "benaltrismo" (anche se talvolta non esplicitata con la frase fatidica "il problema è un'altro"). Infatti,agli italiani di memoria cortissima e un po'  pressappochisti il "benaltrismo" torna sempre utile per non parlare dell'oggetto dell'argomento in discussione quando non si hanno "argomenti"consistenti.  Per cui se io affermo che Almirante era un fucilatore dei Partigiani IN ITALIA e intitolargli una via non pare opportuno,  non si confuta dicendo  con un...che so'.... "non è vero perché..." ma si parla di Stalin o delle epurazioni in URSS.  Oppure la perla delle perle:  ma quella era una guerra civile ( e i tedeschi in Italia facevano da arbitri ). Mi dispiace per chi ama la polemica "ideologica" ma non vengo dal PCI e dunque non sono un ex-ex-ex- "comunista"; di conseguenza in questa discussione mi può fregare di meno dell'URSS, di  Stalin e di Togliatti, quindi ve  faccio contenti: oltre al processo di Norimbrga  bisognava fare anche  quello di Roccacannuccia e il "benaltro" processo di...che so'  San Pietroburgo  ?   Se concordiamo su Roccacannuccia io concordo su San Pietroburgo e mi voglio rovinare: aggiungo pure che lo Zar era una brava persona, che Marx e Lenin erano  folli visionari e Stalin e Tito, mi voglio rovinare due volte, erano dei sanguinari. OK ?  Mi rimane solo il dubbio di aver affermato ( a mia insaputa) da qualche parte  che al posto di Via G. Almirante bisognerebbe mettere Via J. Stalin, Via Unione Sovietica, Via P.Togliatti o Via J.Tito .  @cerasi  a proposito di affermazioni che faccio a mia insaputa: ho detto  che gli Ostrogoti non hanno aspirazioni imperiali o di dominio?  Ho solo detto che studiano la storia moderna ( mondiale e ostrogota)  fin dalle elementari ( a differenza di noi) e per ora  si guardano bene dall'intestare una via o una piazza a H. Goering o a qualche altro gerarchetto minore del nazismo.  Poi che lo facciano per mimetizzare agli occhi dell'opinione pubblica mondiale le loro mai sopite aspirazioni imperialiste e/o di dominio della loro razza questo effettivamente non sono in grado di asserirlo. 
    416 - Gen 15, 2013 - 12:46 Vai al commento »
    Le manine rosse sono per "una Norimberga senza condanne a morte" vero? . Allo ra mi correggo...eh...eh...eh...
    417 - Gen 15, 2013 - 11:34 Vai al commento »
    L'altra caratteristica nota in tutto il mondo degli italiani è quella di "leggere" la storia del proprio Paese a seconda di come essa possa far comodo in un dato momento. Eppure è oggettivo il fatto che il Fascismo, seppur inizialmente esaltato dagli italiani ( ma a noi la categoria del "ghe pensi mi" affascina ineluttabilmente), è stato poi combattuto e battuto dagli Alleati e dalla Resistenza.  Da allora in poi in Italia il Fascismo e la sua apologia sono considerati reati penali.  Ci sarà pure un motivo.  Quello che ancora mi chiedo è: come mai in Germania c'è stata una Norimberga per accertare le responsabilità dei capi ( non del Regime nazista dal momento che esso era già stato sconfitto), mentre in Italia neanche una Roccacannuccia qualsiasi? Sarà che anche in questa "strana" circostanza ci sarà stato lo zampino del "misericordioso" Stato del Vaticano ??? Ecco, penso che se in Italia ci fosse stata una "norimberga" ( senza condanne a morte però; anche solo per accertare le responsabilità degli individui) oggi non avremmo tanti dubbi nel mettere un nome invece che un'altro alle vie.  In Germania ad esempio non hanno dubbi in tema di toponomastica:  "Via  R. Heydrich" o "via H. Goering " non esistono. E non esistono neanche altre vie che possano anche lontanamente "ricordare" personaggi che a qualsiasi titolo abbiano " collaborato" o sostenuto il nazismo.   Ma forse i tedeschi hanno finalmente "imparato" a trarre lezioni dallo loro storia.  Mentre noi abbiamo già iniziato a dimenticarcela. 
    418 - Gen 15, 2013 - 1:33 Vai al commento »
    La  proverbiale memoria corta degli italiani che li ha resi famosi ( e inaffidabili) in tutto il mondo:  veramente Almirante "ai bei tempi" condannò alla fucilazione  " i banditi " della Resistenza e chiunque li "proteggesse" .  E molti furono effettivamente fucilati.   In Italia, no in Russia.
  • Caso Rom, Corvatta ha dimostrato di essere un grande sindaco e un uomo coraggioso

    419 - Gen 9, 2013 - 14:13 Vai al commento »
    Attenzione @bommarito, quì la solidarietà umana, la carità cristiana e altre cose simili c'entrano poco o niente.  Non ce provà eh che quì ci sono gli "smascheratori".  Non è che hai intenzione di ospitare in casa un immigrato clandestino bisognoso ( magari a tua "insaputa") e farti un po' di pubblicità aggratis ( magari sul Corrierone)  perché stati pensando di candidarti a Sindaco di Macerata (scusa per il processo alle intenzioni ma aspiro a diventare smascheratore anche io) ?
  • Arriva la roulotte per i rom
    ospitati dal sindaco
    Corvatta: “Rifarei tutto”

    420 - Gen 9, 2013 - 12:09 Vai al commento »
    Eeeh, certo che non riesci "proprio a seguirmi". Lo capisco @giorgio59. Allora "ti seguo" io: se sei così convinto di aver smascherato  impietosamente il "sovietico" Corvatta  come posso non accogliere il tuo invito? Mi fido. Concordo anche sul bunga bunga e aggiungo pure le olgettine: non se lo sarebbe filato nessuno.
    421 - Gen 9, 2013 - 0:15 Vai al commento »
    @giorgio59 Dunque secondo l' "arguta" opposizione popolare de Citanò era tutto pianificato per andare sui giornali e "conquistare" consensi ospitando i "rom" in casa? E  l'avete "smascherato" !!!! Ne sei proprio convinto? Ma allora è proprio vero che non avete altri argomenti politici "contro" il vostro sindaco "comunista". Non resta che confermare quanto detto al commento n°29   con l'aggiunta un  "ha...ha...ha..." ovvero, mi viene un po' da sorridere.
    422 - Gen 8, 2013 - 18:38 Vai al commento »
    C'è prorpio da divertirsi a leggere taluni commenti relativi a questa vicenda ( anche nell' articolo precedente) anzi, invito a farlo a chi non lo ha ancora fatto. Certo che accusare il sindaco Corvatta di farsi propaganda ( ma ci sono le elezioni comunali? oppure è candidato al parlamento? ) ospitando i rom in casa,  vista la "popolarità" di cui godono i rom è proprio da povertà ( ma tanta , tanta povertà) di argomenti. Cioè: il sindaco ospita i rom in casa ( i rom eh) per farsi pubblicita??????  Neanche tra i cattolici che consumano gli inginocchiatoi in chiesa riceverebbe consensi ed approvazione ( infatti non mi pare che le parrocchie abbiano preso una posizione non dico rispetto al Sindaco ma almeno rispetto al gesto di solidarietà in quanto tale).   Maddecheè parlate!!!  Suvvia, siate seri  cari "commentarori" de citanò.  Per farsi pubblicità avrebbe dovuto organizzare un bel Bunga Bunga in casa sua; allora sai i peana , i cori di ammirazione e le lodi sperticate; e sai quanti dei commentatori "scandalizzati" e indignati avrebbero detto... " a casa sua potrà fare quello che gli pare no" ( anzi, "ai bei tempi" lo hanno già detto probabilmente) ? E' si perché da molti  commenti si evince abbastanza chiaramente che la polemica è tutta "politica" ed ha poco a che fare con la decisione privata presa dal Sindaco. Magari i commentatori " indignati" sono gli stessi che non troppo tempo fa facevano finta din "non vedere" le "Olgettine" o facevano finta di non sentire le "bestemmie contestualuzzate" del " cattolico di Arcore . Non c'è più limite alla decenza.  
  • Enrico Letta capolista nelle Marche

    423 - Gen 9, 2013 - 11:05 Vai al commento »
    Mi sono sbagliato: Manconi nel 1996. Però non cambia il resto, in particolare il fatto che bisognava guadagnarsi la "pagnotta" anche se "paracadutato". Tutt'altra roba rispetto al "porcellum". 
    424 - Gen 9, 2013 - 10:35 Vai al commento »
    Dimenticavo: Camilla Fabbri "oltre" ad essere capolista al Senato è una marchigiana "paracadutata" nelle Marche.  Eh... però la provincia di Pesaro è confinante con l'URSS d'Italia ( L'Emilia Romagna). 
    425 - Gen 9, 2013 - 10:25 Vai al commento »
    Nella "foga"  polemica contro il PD, da taluni accompagnata anche da un rivoletto di bava ( che spesso si materializza in alcuni commenti con tanto di manine verdi di "appoggio"), si utilizzano a ripetizione  inesattezze che andrebbero "corrette" e chiarite prima di "riusarle" di nuovo. Primo chiarimento: Manconi fu candidato in Provincia di Macerata ed eletto al Senato nel 1994  e la legislatura durò due anni ( Manconi al Senato, Calzolaio alla Camera se non ricordo male) dato che nel 1996 si votò di nuovo.   La cosa più importante da "ricordare"  però  è che nel 1994   i "padri fondatori della II° Repubblica",  ovvero gli statisti  Bossi, Borghezio, Calderoli, Berlusconi, Dell'Utri, Fini, Gasparri, Casini, Buttiglione e compagnia cantando   ( meglio sempre ricordarlo a molti commentatori un po' rancorosi " di quella parte" ma purtroppo "smemorati") non si erano ancora riuniti nella baita di Ponte di Legno e non avevano ancora partorito quella meraviglia di legge elettorale che tutto il mondo democratico ci invidia: il "porcellum".   Il povero Manconi ( ah se lo avesse saputo!! Probabilmente avrebbe aspettato qualche anno) fu obbligato ( come altri) a guadagnarsi la "pagnotta" con la  sua campagna elettorale correndo come un folle in largo e in lungo per un paio di mesi nel "suo collegio uninominale di Macerata" ( il vecchio e  famigerato "matterellum") prendendosi pure i suoi bravi consensi e vincendo il turno elettorale contro l'avversario di destra ( che non ricordo neanche chi era). Certo che a quei tempi succedevano cose strane in politica eh... pensate, si poteva perfino votare o non votare un candidato  secondo chiarimento ( più breve): "la corrente" del PD a cui si fa riferimento non era di Letta ma di Franceschini. Per la cronaca, visto l'interessamento: è stata sciolta più di un anno fa ed oggi non esiste più. Infine, capisco le motivazioni per le quali fino ad ora si sia potuto parlare di "tutti i mali" del PD:  è l'UNICO PARTITO che ha fatto le primarie pur avendo potuto far partecipare "solo" 4400 elettori in prov. di Macerata e "solo" 1.200.000 elettori a livello nazionale ed inoltre è il partito che ha predisposto per primo le liste ( poteva aspettare l'ultimo giorno utile no?). Ora mi rivolgo ai "tifosi" degli altri partiti: accantonate il vostro livore, coraggio! Ci sono ancora alcuni giorni di tempo per fare le vostre primarie e fare le liste con i "candidati che sceglierete democraticamente nel territorio".  Sono certo che avrete la vostra occasione.   Anzi, sono pure certo che potrete rivendicare e godere anche di eventuali correzioni delle liste ove queste non abbiano "rispettato" il democratico regolamento di cui i vostri partiti si sono dotati.   Un po' come nel caso del terribile PD, dove la direzione nazionale " da regolamento" ha reinserito Morgoni in lista dopo che era "sfuggito inspiegabilmente" al regionale. Intanto anche io da "osservatore esterno" continuo ad aspettare impaziente:   non vedo l'ora di "dibattere" e "commentare" proprio i candidati degli altri 7-8 partiti  (forse di piu?) che parteciperanno alle prossime elezioni.   
  • “Primarie Pd: le logiche di spartizione
    hanno vinto sulla democrazia”

    426 - Gen 7, 2013 - 11:17 Vai al commento »
    Mi ritrovo nel commento di @iesari.  Aggiungo  che "tutti i partecipanti sapevano"  che la Direzione regionale e quella Nazionale avrebbero dovuto obbligatoriamente "combinare" i risultati delle primarie su base provinciale ( scelta politica compiuta per favorire l'espressione territoriale) facendo i conti con alcuni elementi incontrovertibili: 1) la "porcata" Calderoli  ( tutt'ora in vigore) prevede liste su base regionale; 2) l'età minima ( per legge) per i candidabili al senato è di 40 anni; 3) il rispetto della regola della garanzia minima di genere  ( 33-40% minimo per genere); 4) la riserva di almeno il 10% dei posti in lista per le candidature decise dal PD nazionale (sulle quali si può discutere  e dire il peggio che  si vuole;  però era un fatto ampiamente risaputo e mai nascosto dal PD nazionale neanche nei confronti all'opinione pubblica). 5) l'utilizzo del metodo "D'Hont",  già previsto dal regolamento per garantire la proporzionalità della rappresentanza territoriale ( ovviamente ci sono territori più popolosi della provincia di Macerata). Trovo del tutto naturale che il Regolamento possa essere sconosciuto agli elettori visti anche i tempi con i quali si sono "dovute" tenere le primarie, ma trovo del tutto inaccettabile che i "concorrenti" partecipanti alle primarie, giovani e meno giovani, utilizzino la solita ed oramai trita polemica "anti apparato" con tanto di raccolte firme e "comitati" di sostegno per riguadagnare un posto in lista magari dopo non esserci riusciti attraverso il voto delle primarie. 
  • I militanti maceratesi del Pd a Ucchielli:
    “Le regole vanno rispettate”

    427 - Gen 9, 2013 - 13:51 Vai al commento »
    @cerasi se ogni partito iniziasse con il "rimuovere" non dico tanto ma almeno il 40-50% della sua classe politica come ha fatto il PD con le primarie ( mi voglio rovinare: andrebbero bene anche i "giovani galoppini"- almeno sono giovani e forse pure con qualche capacità politica  ) forse le cose potrebbero quanto meno incominciare a cambiare ( poi ogniuno con le sue idee per la sua strada). Sarà perchè mi sono un po' rotto del "tafazzismo" cronico di una certa sinistra ma non è il caso di concentrarci un po' di più verso quelli che non ci pensano neanche lontanamente ad iniziare il ricambio e tanto meno a farlo con un qualsiasi tentativo di partecipazione democratica ( purché "migliore" delle primarie piddine altrimenti avrei sempre qualcosa da ridire)?
    428 - Gen 9, 2013 - 0:02 Vai al commento »
    In rmerito alla "questione Morgoni: mi pare ( se sbaglio "corrigetemi") sia stata risolta  con il suo inserimento nella lista al Senato da parte della Commissione nazionale che ha esaminato la situazione alla luce del regolamento ( e io ne sono felice se non altro per il fatto che Morgoni è uno dei pochi "compagni di sinistra" PCI-PDS-DS ancora rimasti nel PD ). Un po' di fiducia anche nei processi decisionali interni e nelle regole che ci diamo non guasterebbe. E non mi si venga a dire che è avvenuto per "pressioni esterne" o grazie a "comitati promotori" vari eh. 
    429 - Gen 8, 2013 - 23:52 Vai al commento »
    Vero @cerasi. Però non mi pare non ci siano solo Bersani e Letta nel PD. Il PD è un partito plurale checché se ne dica. Sotto parecchi punti di vista.  Per taluni le differenze sono fonte inesauribile di ispirazione per la polemica spesso fine a se stessa ( dentro e fuori il PD); anzi sempre. Per altri invece é fonte di "apprendimento" (nessuna pretesa di perfezione: nel bene e nel male ) da altri e anche di una certa libertà di espressione. Poi a me sinceramente quelli che gridano "via tutti" senza fare distinzioni non mi sono mai piaciuti ( in nessun ambito della vita, non solo in politica) e tanto meno quelli a cui piace "un uomo solo al comando" che decide per tutti compreso chi scrive le regole per tutti gli altri e decide da solo può stare o non può stare in una determinata organizzazione Mille volte meglio i Bersani e i Letta.  A piccole dosi però. ;)  
    430 - Gen 8, 2013 - 1:06 Vai al commento »
    Allra @cerasi, vediamo un po'... se si candidano i vecchi o comunque "i soliti" non c'è rinnovamento; se si candidano i nuovi si sa come vanno queste cose e sono certamente galoppini dei vecchi; se non si fanno le primarie avete paura di farle e ci mettete i soliti ; se si fanno le primarie non vanno bene come sono state fatte e si fa pagare 2 euri; se si fanno per iniziativa "interna è perché c'è da eleggere il solito noto; se si fanno su pressioni esterne non c'è da stare allegri; se si vota il 30 dicembre era meglio non farle; se votano "solo" 4.400 persone è il segnale evidente che non sono apprezzate ; se votano gli iscritti, sono ascritti ( orrore) e quindi "manovrati"; se votano i non iscritti si possono portare a votare "gli amici degli amici"  ho dimenticato qualcosa oppure mi si passa eccetera  eccetera?
    431 - Gen 7, 2013 - 14:22 Vai al commento »
    @cerasi come si fa a fare certe affermazioni spacciandole per verità assodate proprio non lo capisco. Ma qualche dubbio non assale mai? Si può scommettere che tutti i nuovi sono "spesso legati mani e piedi" a qualcosa o che comunque in futuro non saranno indipendenti nel loro agire ?   poi: quand'anche il rinnovamento del PD scaturisse da "pressioni esterne" e non da volontà interna non trovi che sia un elemento di apprezzamento ? Non sarebbe la dimostrazione che il partito non è sordo e "chiuso in se stesso" ? E se non è sordo e chiuso in se stesso, non sono forse gli "attuali membri dell'apparato" che lo dirigono ad aver favorito questa apertura ?  Quanto meno riconoscerai che se c'è qualcuno nel PD che ha fatto "i salti mortali" lo ha fatto per qualcosa di positivo e ha pure vinto. Insito: converrai che perfino i candidati alle parlamentarie di M5S non sono "completamente sconosciuti": quanto meno tra i loro iscritti erano ben conosciuti essendo stati comunque già candidati in altre competizioni politiche ( e trombati). 
    432 - Gen 7, 2013 - 12:14 Vai al commento »
    @cerasi Possiamo rigirarla come vogliamo ma a me pare che lo scopo è solo quello di  polemizzare tanto per polemizzare.  fai pure. Resta il fatto incontrovertibile che il PD quand'anche rinnovasse solo il 20% dei suoi deputati attraverso le primarie ( comunque dall'insieme delle liste scaturite dalle regioni risulta che oltre il 70% dei candidati eleggibili sono "usciti" dalle primarie e di questi oltre il 60%  sono "nuovi"), sarebbe comunque l'unica forza politica che ha sperimentato sul campo un autentico processo di partecipazione e rinnovamento coinvolgendo nell'operazione più di un milione di cittadini ( iscritti o non iscritti sempre cittadini sono). Tante critiche sono anche giustificate e devono servire anche a "migliorare" l'esperienza. Ma un piccolo "sforzo" di obiettività anche solo per superare una certa stitichezza intellettuale proprio non si riesce a farlo eh?  Cioè ammettere ad esempio  che l'esperienza delle primarie portata avanti dal PD pur criticabilr sul piano organizzativo, sarà utile "insegnamento" per tutti e magari utile al rinnovamento della politica proprio no eh? Poi non ho capito: ma è tanto disdicevole essere iscritti al PD ? .  Dunque potrei essere libero di definire gli iscritti a M5S come degli "adepti" apparteneneti ad una setta di imbambolati da un "comico-guru" ?   E per favore, non rispondere che "non sei iscritto" a M5S;  se ti va dammi solo una risposta ad una domanda precisa.  
  • Il Pd fa la lista
    Il renziano Morgoni escluso dal Senato

    433 - Gen 7, 2013 - 0:11 Vai al commento »
    Fausto, io penso che Morgoni abbia tutti gli strumenti, a partire dal ricorso alla commissione nazionale per difendere le sue posizioni. Io sono uno che stima Morgoni esattamente come te (e lu lo sa perché mi conosce) e se il regolamento è stato violato è bene che il PD nazionale ripristini la regolarità.  Quello che non riesco ad accettare è che si continui ad utilizzare vecchissimi strumenti polemici ( il comunicato di protesta, ad esempio) "anche"  per sostenere quello che potrebbe essere giusto sostenere. Quindi, le primarie del PD in quanto tali ovvero il fatto che il partito sia stato l'unico che abbia tentato di mettere in moto un percorso di partecipazione popolare alle decisioni, nella "protesta" che si vuole rendere pubblica ( a che pro?)passa tutto in secondo piano. C'è un regolamento, c'è una commissione nazionale, ci sono gli organi statutari. Si  faccia i passi che si reputano opportuni invece che conferenze stampa o comunicati di protesta e forse nel partito potrebbero esserci altre voci pronte a sostenere alcune tesi.       
    434 - Gen 6, 2013 - 11:40 Vai al commento »
    Non so se molti commentatori fanno finta di non sapere o più semplicemente  "ignorano" come funziona l'attuale legge elettorale. In ambedue i casi, è utile ricordare che il "porcellum" dello statista Calderoli   "approvato" dalla maggioranza parlamentare FI-Lega Nord- AN-UDC ( maggioranza del 2005 anno di approvazione della Legge), prevede il collegio elettorale su "base regionale", cioè il famoso "listone deciso dalle segreterie dei partiti ( con premio di maggioranza per la camera su base nazionale e premio di maggioranza al senato su base regionale - altra geniale invenzione degli statisti del 2005).  Allo scopo di garantire la migliore rappresentanza territoriale possibile, le primarie sono state organizzate su base provinciale. E' del tutto evidente che a livello regionale i risultati di Macerata devono essere combinati  con quelli delle altre province ( anche con molti più elettori di Macerata) tenendo conto inoltre di due fattori: della rappresentanza di genere ( che  trovo sacrosanta) e del fatto che al senato non possono essere candidati i "minori" di 40 anni. Insomma, le primarie del PD non saranno perfette e "non criticabili" ma ora mi chiedo e chiedo: chi altri ha offerto la medesima opportunità di "critica"? E cosa si sarebbe dovuto fare sig,ra @lilly  per "mettere" Morgoni in lista al senato in "posizione" utile ad essere eletto dopo che a Macerata è arrivato 4° ?  Cancellare i primi classificati delle altre province? Oppure sarebbe stato meglio far arrivare 1° Morgoni andando a votare alle primarie e facendo in modo che anche altri lo facessero?   Oppure ancora, non fare le primarie e decidere "a tavolino" che Morgoni  dovesse stare in lista ed altri no ?   
  • Le elezioni del 24 e 25 febbraio
    costeranno ai maceratesi 400 mila euro

    435 - Gen 6, 2013 - 12:04 Vai al commento »
    Allora è meglio non votare:  "facciamoci nominare" direttamente da qualcuno (magari la Merkel ?) un'altro "Monti"così risparmiamo 400.000 euri a Macerata e qualche decina di milioni a livello nazionale. 
  • Cavallaro: “Una sconfitta amara”
    Medori: “Il rinnovamento è donna”

    436 - Gen 5, 2013 - 16:46 Vai al commento »
    Un momento...non è che la piazza come luogo di iniziativa politica è stata scoperta oggi dal M5S eh... Ci saranno pure quelli che stanno al "calduccio" ma ci sono anche quelli (tantissimi) che è da molto più tempo di M5S sono in piazza a lottare. Sui risultati si può discutere ma sul fatto che "l'impegno sul campo" sia  una prerogativa solo  di Grillo e i suoi "ragazzi " ( e meno ragazzi) e una cosa che non sta né in cielo né in terra.  Dico solo: quando M5S entrerà in Parlamento con i suoi 100-150  deputati, come intende "sfruttare" la sua forza per modificare le politiche del "restante" Parlamento? Come pensa di "far passare" i suoi programmi o i suoi "progetti di legge" portando sostanziali ed apprezzabili risultati (ovviamente no a "babbo morto") al popolo che lo ha votato ma anche all'intero Paese ?  Prima che i suoi "giovani e nuovi" deputati riescano a "capire" anche solo dove si trovano ( il Parlamento) quanto tempo dovrà passare?  Chi sarà il candidato premier/portavoce  ( in base alla attuale legge elettorale è obbligatorio indicarlo) ?  E chi lo deciderà?  E chi sarà il responsabile del "gruppo parlamentare alla Camera e al Senato ( per regolamento obbligatori anche quelli)?  E chi lo deciderà? Chi deciderà i deputati che andranno nelle varie Commissioni parlamentari ( se si sta fuori non si conta nulla) dove vengono discusse ed istruite le varie proposte di Legge ? Chi gestirà i soldi spettanti ai "gruppi parlamentari" ( dal momento che Grillo ha precisato che sarà lui a decidere come e chi gestirà quei soldi) che sono "altra cosa" rispetto alle indennità parlamentari spettanti a ciascun deputato ?   Vogliamo continuare? 
    437 - Gen 3, 2013 - 19:40 Vai al commento »
    @axel ammetto senza alcuna remora e ringrazio per la "spinta".  Mi sembra di averlo anche fatto capire chiaramente. Lei ammettrà che non basta per "governare" un intero Paese con i noti problemi che si ritrova e che bisogna passare a ben altro livello di impegno.  
    438 - Gen 3, 2013 - 14:55 Vai al commento »
    Sono sinceramente convinto anche io che i "ragazzi" di M5S ( ne conosco personalmente alcuni ed ho la massima stima personale verso di loro) si riuniscono, discutono ed elaborano buone proposte. Rimane il problema di come "organizzare" questa forza ed energia che parte dal basso, in forma e dimensioni nazionali in modo tale che assuma le caratteristiche ( magari diverse dagli altri) di un movimento/partito in grado di "progettare" e governare un'intera nazione e non soltanto un aspetto o più aspetti separati di una piccola entità locale/regionale.  Da questo punto di vista, le responsabilità di Grillo e Casaleggio sono gravissime: hanno "intuito" i mal di pancia; su questi hanno  alimentato speranze, costruito una base militante ed autenticamente volenterosa ed ora  rischiano di mandare tutto a p.....ne per la loro ottusa dabbenaggine non trovando di meglio che "il non statuto", "il non regolamento", "il fuori dai cojoni chi non ci sta" ed altre amenità simili. Ma una forza politica "nazionale" quand'anche si autodefinisca alternativa al PdL e al PD-L se non è organizzata,  democratica e dotata di proprie regole di funzionamento condivise  non ha niente di innovativo o di "rivoluzionario" e secondo me è destinata a sfasciarsi la testa.  Lasciando però sul campo più macerie di quelle che hanno lasciato gli altri. 
    439 - Gen 3, 2013 - 12:39 Vai al commento »
    Il mio post era solo una risposta forse un po' provocatoria al solito invito dei simpatizzanti/militanti di M5S a "studiare" ed "informarsi".  D'altro canto, quelli che ho elencato sono solo alcuni dei problemi che devono essere "gestiti" ed affrontati da chi si definisce diverso e alternativo e vuole cacciare tutti per governare e cambiare in meglio il Paese (suppongo) al posto di quelli cacciati. Non mi permetto di discutere le qualità personali, umane e civili di chi milita nel M5S. Occorre però che questi bravi cittadini prendano coscienza del fatto che non appartengono più ad una sparuta elite di "avanguardie locali" il cui orizzonte si limita alle interrogazioni circa la prossima centrale a biogas che deve essere aperta o all' abbattimento dei privilegi della classe politica ( sacrosanto obiettivo) o alla abolizione dei finanziamenti ai giornali .  Un movimento inizialmente di rottura con il "sistema" che si pone l'obiettivo di cambiare radicalmente la politica e i politici; un movimento che per "sfondare" e raccogliere consensi attacca tutto e tutti ( molte volte a ragione) e fa di ogni erba un fascio il "suo messaggio politico" più evidente;  un movimento che è diventato nel frattempo partito nazionale,  deve porsi il problema di "governare il Paese"non può più limitarsi a "demolire" senza offrire una prospettiva concreta e praticabile di cambiamento.  Dunque è lecito aspettarsi proposte che rispondano ai bisogni concreti e ai problemi più urgenti. Ed è doveroso fornire risposte a queste domande.  E nel programma di M5S non ci sono risposte di "governo" ma solo "slogan" trasformati in fretta e furia in una accozzaglia "proposte" assolutamente slegate ed incoerenti rispetto ad una vera azione di governo anche "alternativa" a quelle conosciute fino ad ora nel nostro Paese. Dopo aver "studiato" ed essermi "informato" a me pare che la siatuazione di M5S sia proprio questa. Lasciamo perdere gli affari di Casaleggio e del comico Grillo; i "bravi e volenterosi"  ragazzi di M5S  secondo me rappresentano una fonte importante di energia e ricambio per la classe politica del Paese. Però devono scendere rapidamente dal pero.   
    440 - Gen 2, 2013 - 16:20 Vai al commento »
    Io invece HO STUDIATO e letto i programmi della Ditta Casaleggio-Grillo ma ammetto di non aver capito bene ALCUNE cose (colpa mia eh, anche a scuola non ero particolarmente "secchione") e chiedo gentilmente che vengano " spiegate" e "divulgate"  a quelli che pur duri di "comprendonio" come me,  potrebbero comunque essere interessati all'argomento: Oltre alla palla senza detersivo da mettere in lavatrice per fare il bucato, alle centrali a biogas da non fare, agli inceneritori da chiudere e al dimezzamento del numro dei politici e delle loro prebende ( sacrosanto eh...) ecc. ecc.,  è prevista una redistribuzione della ricchezza attraverso la "leva fiscale" e se sì quale riforma fiscale si pensa di mettere in atto fin da subito? Il concetto di "progressività" delle aliquote IRPEF e non solo va consolidato oppure va eliminato/attenuato? In ogni caso, almeno nell'immediato, è prevista una riduzione dell'IRPEF e in tal caso di quale entità? Eventualmente, a quali tempi si fa riferimento per apprezzarne gli effetti da parte di quelli che oggi pagano troppe tasse, ?  E' prevista una tassazione strutturale e progressiva sui patrimoni e le ricchezze mobili e immobili anche societarie e non solo personali? E' prevista una rimodulazione dell'IVA sui consumi più popolari?  Se si, in quale entità, con quali risorse sostitutive ed entro quali tempi verrà realizzata. l'IMU sulla prima casa verrà abolita o "modulata"? E l'IMU sulla seconda casa ( ad esempio quella per i figli "quando si sposeranno" per intenderci) ?  Se si, con quali risorse verrà finanziata la sua abolizione ( ovviamente non con provvedimenti "una tantum" ma con forme strutturali e garantite nel tempo) ?   Quali provvedimenti immediati sono previsti per la lotta all'evasione fiscale e contributiva e per garantire una vera trasparenza fiscale in Italia? Come si intende intervenire per mettere fine alla esportazione e riciclaggio di capitali nei cosiddetti "paradisi fiscali"? Quali provvedimenti saranno messi in campo per far "emergere" i 250 miliardi di € di "ricchezza prodotta in nero" ogni anno in Italia?  Oltre ai politici che dovrebbero pubblicare i loro redditi, M5S prevede ad esempio di mettere on-line anche le dichiarazione dei redditi d tutti o quanto meno di tutti quelli che che "producono redditi" da attività non dipendenti e dunque non ampiamente verificabili ? Prevede una riduzione della circolazione del "denaro contante" per i consumi ? In tal caso, con quali provvedimenti?  Oltre alla abolizione del finanziamento alla carta stampata e quindi alla sua "liberalizzazione", cosa è previsto nel dettaglio per le liberalizzazioni delle professioni, dei servizi pubblici locali e dell'economia in generale ? Entro quali tempi le eventuali riforme saranno emanate? Accantonando per ora i complotti mondiali del gruppo Bilderberg, quali sono i provvedimenti concreti di politica economica da assumere immediatamente per invertire il processo recessivo ed aumentare l'occupazione in particolare giovanile e delle donne? Quali tempi sono previsti per un primo riscontro dell'inversione di tendenza ? Sono previsti programmi immediati per l'accesso al credito sia per le imprese che per l'acquisto della prima casa?  Se si, quali garanzie verranno fornite dallo Stato ? Lo Stato dovrebbe prevedere un intervento diretto nella politica economica ed industriale? Se si in quali casi e per quali motivi? Il sistema delle comunicazioni deve essere  totalmente ed autenticamente liberalizzato/privato oppure no? E l'energia e le politiche energetiche? Quali sono e come saranno finanziati i programmi per l'assistenza sociale ai non autosufficienti, ai portatori di handicap, per il  sostegno ai senza reddito, ai disoccupati e alle famiglie cadute nella povertà ?  Cosa intende fare M5S per la Sanità? Saranno ulteriormente ridotti i finanziamenti? Se no, come intende finanziarla? I ticket verranno aboliti? In tal caso, come si intende sostituire le entrate? Quale ruolo dovrà avere il sistema sanitario pubblico e quale quello privato-convenzionato?  Quali sono i provvedimenti per investire in ricerca e dove prelevare le risorse necessarie ? Cosa si intende fare per la scuola e l'Università? Sono troppe le Università? Si intende ridurle?  Come migliorare la loro qualità?  Come garantire  a tutti le medesime opportunità di accesso allo studio? Devono essere statali e finanziate interamente oppure private e sostenute anche dallo stato?  Cosa è previsto per le scuole "parificate" private cattoliche e non ?    Cosa prevede il programma di M5S rispetto alla attuale legge sulle pensioni e al trattamento pensionistico o assistenziale degli oltre 400.000 "esodati" privi di qualsiasi copertura?  Che programma ha M5S sui temi cosiddetti "etici" tipo nozze gay, adozioni per le coppie di fatto ( a prescindere dalla composizione di genere), testamento di fine vita,  staminali per la ricerca, inseminazione artificiale  ecc. ecc. ? Infine: entrando in Parlamento con 100-150 o anche 200 deputati ( cosa che vi auguro) M5S come intendete procedere per fare in modo che le sue proposte possano trovare concreta attuazione ed efficacia e portare un autentico ed immediato beneficio al "popolo" italiano ?  Ce ne sarebbero altri di "chiarimenti" ma per ora mi accontenterei di averne di credibili per questi argomenti.     
  • Le primarie si tingono di rosa
    Vincono Irene Manzi e Paola Medori

    441 - Gen 2, 2013 - 18:54 Vai al commento »
    @cerasi Sempre disponibile ad occasioni che offrano la possibilità di conoscersi e confrontarsi "de visu".  
    442 - Gen 2, 2013 - 18:50 Vai al commento »
    Dimenticavo @cerasi nel 2006 il famoso "porcellum" ( appositamente approvato a maggioranza da FI-AN-Lega e UDC nel 2005, pochi mesi prima le elezioni ) aveva puntualmente "dispiegato" gli effetti voluti da chi l'aveva voluto: ricorderà che mentre alla Camera la "sinistra al governo"  aveva oltre 60 deputati di vantaggio, al Senato invece poteva contare su un solo Senatore di vataggio ( subito "acquistato" da Berlusconi).  Onestamente, le sembra possibile che quel Governo potesse fare la riforma elettorale  senza il permesso di Calderoli ?  Non fu un caso che il Governo Prodi e le 14 formazioni politiche che lo sostenevano (ammetto che allora avevo creduto all'Ulivo...anche con Mastella ) andarono a casa dopo 18 mesi. Proprio uno ( non il solo) di quei casi in cui... "succede sempre qualcosa"... a cui facevo riferimento sopra. 
    443 - Gen 2, 2013 - 18:27 Vai al commento »
    @ cerasi Non voglio polemizzare con lei perchè tra l'altro ho stima per diverse cose che scrive. Non voglio e non potrei abusare ( già ho fatto troppo) di questo spazio per dissertare ulteriormente sulla storia del nostro cattolicissimo Paese né tanto meno della sinistra "storica". Avrei molte considerazioni da fare ma posso solo dire che molte sue affermazioni trovano risposta ( ovviamente la MIA personale risposta) nel mio precedente post e ciò mi evita di replicare ulteriormente.  Certo, mi rendo conto che nel mio post le analisi storiche sono quanto meno fatte con l'accetta; ma  è quanto possibile fare in uno spazio pubblico come questo. E tra l'altro mi  scuso con i lettori e la redazione di CM per l'"abuso" di spazio che ho già "commesso".  Aggiungo per sua informazione: non vengo dal PCI ( anche se ho sempre avuto massimo rispetto per molti valori e ceti sociali che quella forza politica rappresentava) e in passato ho fatto parte della "risicata" schiera di "sinistri" che criticavano i "ritardi" del PCI proprio da un punto di vista  "moderato" ( a quei tempi passavo per "moderato" o "destro";  mentre ora senza essermi "mosso" troppo mi ritrovo spessissimo "scavalcato" a destra anche dai "sinistri più sinistri").   Per dirla tutta: politicamente e idealmente sono un "fervente" sostenitore delle "socialdemocrazie" del Nord-Europa e dello Stato laico e Repubblicano, nonchè antifascista e "ammiratore" della nostra Costituzione . Da sempre ( o quasi sempre, a parte un periodo ideal-rivoluzionario della mia lontana gioventù).  Oggi sono un elettore e militante del PD perchè credo che, a parte le qualità degli uomini ( che rappresentano comunque lo spaccato sociale  e culturale del Paese ),  la POLITICA e la partecipazione siano indispensabili al Paese.  E per cambiare le cose e praticarla nel migliore dei modi secondo me non basta osservare un po' schifati e criticare tutto e tutti,  ma è necessario "sporcarsi le mani" come si usa dire.  Ho sbagliato partito?  Può darsi, ma francamente per il mio modo di vedere le cose l'offerta degli altri è molto, molto  più deprimente.       
    444 - Gen 2, 2013 - 14:34 Vai al commento »
    @cerasi  veramente fantastico il suo "burocratipolitichese"; per caso  si è ispirato al famosissimo "PD-ELLE" o -L  che oggi fa molto "tendenza" nei commentatori politci della "rete"? Io sarei il politico-burocrate ?  Cioé: tutti quelli che si dichiarano elettori del PD ( pochi forse, ma comunque milioni)  sono politici-burocrati?  Cioè io non potrei offrire ARGOMENTAZIONI politiche degne di essere considerate per confutare quello che afferma perchè sarei un "burocratopolitico"? Invece le sue argomentazioni e le sue definizioni degli argomenti con i quali interloquisce quali sarebbero? Quelle fatte con lo stampino  dalla Ditta Casaleggio-Grillo ( si leggono fac-simili anche se dissimulati grossolanamente in tutti i blog della rete a partire ovviamente da quello grillesco) ? Vede @cerasi a me, pur non nasconedendo la mia militanza politica, piace interloquire senza etichette "pre-appiccicate"  cercando di portare argomentazioni che naturalmente possono essere del tutto confutabili. Con altri argomenti però. Che  il Parlamento è "controllato" saldamente da una maggioranza di parlamentari PdL- Lega e dalla  potentissima lobby del Vaticano è un dato di fatto inoppugnabile con il quale ci si deve fare i conti almeno fino a quando questa maggioranza e questa lobby non vengono sovvertite dal voto degli italiani "votanti".   E che per tale banalissimo quanto lapalissiano motivo il PD da solo non avrebbe potuto trasformare con la bacchetta magica i suoi "disegni di legge " in Legge mi pare altrettanto inoppugnabile come argomento.  Stando le cose in questo modo, cosa avrebbe dovuto fare il PD, ritirarsi sdegnato da cotanta "bassezza" parlamentare sull'Aventino, oppure tentare in qualche modo, anche "compromettendo" le sue posizioni iniziali, a migliorare quella porcatissima legge lettorale rifilataci dagli statisti della Lega e del PdL?  Ecco, lei forse pensa che avrebbe dovuto rinunciare al tentativo, mantenendo una assoluta quanto inutile "purezza", mentre io penso che abbia fatto bene a "sporcarsi le mani" e provarci ( anche se poi, numeri dei parlamentari alla mano, non ci è riuscito e ci teniamo il "porcellum").  Inoltre:   che in Italia la maggioranza della popolazione votante è inesorabilmente di centro-destra o al massimo anarcoide ma sempre bisognosa di un "piccolo padre" che  "ghe pensi mi"   oltre ad essere  più interessata alle sorti dello Stato del Vaticano che a quelle dello Stato Italiano, è un'altro dato di fatto  con il quale bisogna fare i conti . Che ogni qualvolta ad una qualsiasi forma di "sinistra" anche quella più "annacquata", si prospetti la possibilità di "andare al potere" in Italia "succede sempre "qualcosa" che lo impedisce o che la costringe a "scendere a compromessi" con quel "qualcosa", è un'altro dato di fatto.  Basti pensare che in Italia ha sempre funzionato e funziona ancora oggi la "minaccia" dei "comunisti al potere" ed il conseguente abbeveraggio mattutino dei cavalli dei cosacchi alle fontane del Vaticano.    Che con gli anni l'incancrenirsi di questa situazione invece di "aprire gli occhi" ai "duri e puri"  abbia prodotto il miglior "tafazzismo" del mondo e abbia sviluppato anche lo sport oggi preferito ovvero, il tiro al piccione PD è un'altro dato di fatto abbastanza incontrovertibile. Che in questo tiro al piccione convergano di volta in volta i famosi "duri e puri" della sinistra a cui oggi si unisce la new entry  dell' "antipolitica" e "combina" guarda caso alle sempiterne "interessate" opinioni di tutt'altre consolidatissime "aree politiche"( senza ipotizzare complotti ma constatando semplicemente la "stupidità politica"da parte di taluni "strateghi")  con il risultato di "garantire" anche per i prossimi 80 anni il blocco politico e clericale che controlla il Paese almeno dal 1922 , è un'altro dato di fatto piuttosto evidente.   Piaccia o non piaccia questa è l'italia "sociale e politica" dal 1922 in poi.  E ignorarlo o fare a finta di non saperlo da parte dei "duri e puri" e oggi anche della cosiddetta "antipolitica" è l'altra faccia della stessa medaglia del caso italiano studiato dai "politologi" di tutto il mondo. 
    445 - Gen 1, 2013 - 17:44 Vai al commento »
    @ cerasi sulla scelta della data per le primarie mi pare che ci sia poco da aggiungere rispetto alla oggettività della situazione. La fine anticipata della legislatura spiega tutto: basta "osservare" i tempi di presentazione delle liste e le procedure per la composizione delle liste su collegio regionale previsti dal famigerato "porcellum" e comparare il tutto con la data delle elezioni per capire le ragioni che hanno imposto la data del 30 dicembre ( poteva essere quella del 2 gennaio ma non sarebbe cambiato assolutamente nulla.  Quindi non mi ripeto e non mi pare possa continuare ad essere questo un "argomento".  Come amano ripetere gli amici grillini bisogna informarsi e studiare: fin dai mesi scorsi il PD ha presentato quattro disegni di legge per la riforma del "porcellum" di cui due finiti in commissione. Quest'ultimi prevedono il doppio turno di collegio ed il voto al candidato che a sua volta dovrebbe scaturire da elezioni primarie di collegio ( per legge). Piaccia o non piaccia questa è la posizione del PD in tema di legge elettorale. Gli altri partiti (tutti) invece hanno presentato disegni di legge che di fatto prevedono piccoli "aggiustamenti" al porcellum ( preferenze e modifica premio di maggioranza al senato).  Dati i numeri in Parlamento e la feroce opposizione del PdL ( non solo) a qualsiasi modifica che sottraesse la composizione delle liste al "capo" mi pare evidente che il PD non potesse modificare da solo l'attuale legge elettorale. Quindi "associare" il Pd al " mantenimento del porcellum" sta diventando un esercizio un po' stantìo e puramente di comodo per chi non ha molta altra fantasia polemica.  Sul rinnovamento, si possono ipotizzare un migliaio di ipotesi e "regolamenti di conti interni" tra "capi bastone" che si vogliono. Sta di fatto che il rinnovamento c'è stato ed è scaturito guarda caso proprio dalle scarsamente partecipate "primarie". Poi, è anche vero che qualsiasi "rinnovamento" a "furor di popolo" comporta rischi sulla qualità del "nuovo" che avanza. Il mio auspicio  è che i nuovi ( e parlo di tutti i nuovi) imparino alla svelta ad essere una nuova e migliore classe politica del Paese. C'è un gran bisogno di questo. 
    446 - Dic 31, 2012 - 17:00 Vai al commento »
     @Marco Romagnoli evito di copiare-incollare la mia ulteriore risposta su facebook. Siccome dovevo rispondere a te, mi basta che tu l'abbia letta. @gigioxxmc Avrei invece qualche considerazione da fare sulla partecipazione ( ridotta) alle primarie vista da chi le primarie ha contribuito insieme a tanti altri ad organizzarle. Si riconoscerà che c'è una bella differenza tra i tempi a disposizione per le primarie del 25 novembre, la cui "discussione pubblica " è partita a settembre ( con ampia e prolungata informazione per l'opinione pubblica e gli elettori del centro-sinistra), e quelle che si sono tenute Domenica scorsa ( di cui la TV oltre tutto non ha mai parlato). E' noto pure che i tempi ridotti non li ha stabiliti il PD ( che invece le aveva previste per il mese di marzo in vista delle elezioni di aprile) ma la fine anticipata di 3 mesi della legislatura. Fine decisa, è bene ricordarlo, dal famoso Tycoon di Arcore che sulla base dei suoi quotidiani "sondaggi di opinione" e degli andamenti borsistici dell'azienda di famiglia Mediaset, decide ancora le sorti del Paese, data delle elezioni comprese.  A quel punto si poteva decidere su due opzioni: lasciare che il "porcellum" facesse  il suo corso e dunque delegare ai partiti nazionali l'intera composizione delle liste ( cosa che faranno tutti gli altri partiti ),  oppure organizzare le primarie in fretta e furia ( in circa 10 giorni tenendo conto che nei primi giorni di gennaio vanno presentate le liste nazionali) mantenendo fede verso l'impegno preso dal PD con gli elettori: ovvero, se la legge elettorale ( il  "porcellum"  dello statista Calderoli ) non fosse stata modificata, il PD avrebbe tenuto le primarie per scegliere gran parte dei parlamentari da candidare. E' stata scelta questa seconda strada con tutte le complicazioni del caso ( tempi strettissimi) ed io penso che il PD abbia fatto bene. Quindi nessun  errore di conteggio anzi, mi pare che alla luce della situazione il risultato di partecipazione di Domenica sia più apprezzabile di quello del 25 novembre scorso.  @ Bommarito  non penso di avere molto titolo per dare spiegazioni su cosa "sia avvenuto" ma posso, anche in questo caso dire la mia personale ( ed opinabile) opinione. una premessa: a me pare che eventuali "grandi manovre" questa volta non abbiano "attecchito".  E' avvenuto che agli elettori del PD checché se ne dica è stata data la possibilità di dire la loro su alcune proposte di candidatura.   E puntualmente hanno detto la loro con i risultati che abbiamo  visto tutti.  Per dirla tutta penso pure  che se agli elettori degli altri partiti venisse data la medesima possibilità si comporterebbero all'incirca come quelli del PD.  Solo che per questo giro non c'è stata "trippa per gatti".  Pazienza, sarà per il prossimo.  
    447 - Dic 31, 2012 - 12:47 Vai al commento »
    @ cerasi quello che è proprio inaccettabile è l'idea che  5400 persone il giorno prima del capodanno si sarebbero disturbate a recarsi nei seggi, pagare l'obolo di 2 € e votare per le "indicazioni" dei capi bastone come tu li chiami.  Ma veramente credi che ancora oggi le persone "ubbidiscano" ai capi bastone? A parte una certa mancanza di rispetto verso quelle persone, se lo credi sei proprio fuori dal mondo.   I due "outsider" benché giovani, non sono proprio dei pivellini sconosciuti a tutti: una è vice sindaco di macerata e l'altro è assessore al comune di recanati.   Piuttosto, come mai nessun commento sul risultato ottenuto dai vari Cavallaro, Morgoni, Broccolo ecc. ecc. ?  Intanto  aspetto sempre con grande impazienza di poter "commentare" le primarie degli altri partiti, movimenti, liste civiche, liste del "popolo"  ecc. ecc.   
    448 - Dic 31, 2012 - 1:22 Vai al commento »
    @cerasi perchè gli iscritti e gli elettori al PD non sono liberi cittadini? @gabri ha ragione il PD dovrà riflettere sul dato di partecipazione. Le primarie possono essere utili ance per questo.  Intanto aspetto di poter commentare le "riflessioni" sul dato di partecipazione delle primarie degli altri partiti, movimenti, liste civiche ecc.  
    449 - Dic 31, 2012 - 0:52 Vai al commento »
    Caro Marco Romagnoli, quel "dirò di più" invece te lo potevi risparmiare. A differenza di te che ti sei "intrattenuto" per 5 minuti,  io sono uno dei "poveri malcapitati" volontari che hanno tenuto aperto il seggio da questa mattina alle 8 ( anche il 25 novembre e il 2 dicembre scorsi sono stato "povero malcapitato") fino a questa sera alle 21 per poi proseguire fino alle 23 allo scopo di effettuare lo spoglio delle schede elettorali e compilare i verbali ( per non parlare di chi "dopo" è andato a Macerata a consegnare il tutto). Come vedi ci ho passato un bel po di tempo ( insieme ad altri che si sono alternati con me ); direi con certezza molto  più di te.   E posso assicurarti che i famosi bigliettini con le indicazioni di voto o le indicazioni di voto "verbali" ( cioé senza bilgiettini) venivano date esclusivamente a chi ne faceva esplicita richiesta.  A me personalmente, molti elettori soprattutto anziani,  hanno chiesto di "presentare" i candidati più giovani e sconosciuti  e in taluni casi hanno chiesto ( forse perchè qualcuno si fida delle mie opinioni) per quali candidati avessi espresso la preferenza: a richiesta ho risposto oppure, sempre su richiesta, perfino anche io ho  scritto uno o due nomi su un bigliettino/promemoria . Orrore. Dunque caro Marco  nessuna indicazione di voto della "maggioranza del PD" come tu affermi. In ogni caso, se fossi stato presente, avresti potuto "controbilanciare" fornendo "bigliettini" o 2suggerimenti" della minoranza del PD ( ma tu dove sei? in maggioranza o in minoranza? mica l'ho capito) D'altro canto non si può non rimanere meravigliati che siffatta polemica provenga da un giovane/vecchio "animale politico" che dopo 5-6 legislature in consiglio comunale e diversi anni da dirigente del PD ne avrà avute di occasioni per fare "bigliettini" da "passare" ai conoscenti. Infatti, oggi nelle  mie 12 ore di "servizio volontario" da "povero malcapitato" non ho mancato di notare alcuni elettori che al momento del voto "tiravano fuori dalla tasca" altrettanti "bigliettini" evidentemente con indicazioni di voto ben diverse da quelle che tu hai notato con i 5 minuti di presenza al seggio elettorale.  Invece di questa polemica del tutto inutile sui "bigliettini" mi sarei aspettato da te, uomo politico di lunghissimo corso un commento sull'esito delle primarie che dai primi dati sembra proprio che abbiano ottenuto l'obiettivo di dare una bella "svecchiata".  Io sono soddisfatto: sotto questo aspetto siamo ancora agli inizi e c'è molto da fare. Però la strada è quella giusta e penso che bisogna insistere con tenacia e fermezza.  Tu che ne pensi? Lascia che ti dica un'ultima cosa: non so come tu sei abituato ma io posso assicurarti che non ho nessun "capo" che possa "irreggimentarmi". Sotto questo punto di vista ( e non solo) sono proprio una testa matta assolutamente inaffidabile. Buon Anno Marco
  • Contromano in superstrada
    Fermata dopo 8 chilometri

    450 - Dic 28, 2012 - 21:09 Vai al commento »
    Ma allora è vero! Non volevo credere a mia moglie appena rientrata a casa preveniente da Civitanova
  • Spacca: “Nel 2012 tenuta occupazione e Pil”

    451 - Dic 30, 2012 - 9:05 Vai al commento »
    Sicuramente Spacca prende uno stipendio esagerato come Presidente della Regione. Però i dati ISTAT sono quelli. Rispetto alla crisi recessiva che sta vivendo l'Italia e soprattutto alcune "virtuosissime" regioni "Padane", le Marche hanno "tenuto" discretamente. Che non sia merito del solo Governo regionale è un fatto. E Spacca avrebbe dovuto dare merito soprattutto alla tenacia e alla laboriosità del popolo marchigiano.  
  • Meno due giorni alle primarie
    Cavallaro: “Una gara per le eliminatorie”

    452 - Dic 30, 2012 - 17:26 Vai al commento »
    A parte il fatto che Cavallaro mi risulta abbia fatto 10 anni il parlamentare (due legislature) e non 15 ( tre legislature) come qualcuno ha affermato ( ma posso anche sbagliare);  capisco che sparare addosso al politico "a prescindere" è il minimo sindacale che si richiede per poter commentare nel web e ottenere un sicuro riscontro positivo ( e probabilmente gratificante come  nel caso di CM dove tante manine verdi a molte persone fanno evidentemente dormire sonni sereni ),  tuttavia non capisco tutto questo insensato livore nei suoi confronti.  Forse perchè non è alto biondo e bello; non racconta barzellete volgari e non canta alle "feste" e dunque non è un "simpatico amicone" ; non è "abbronzato" come Obama o "asfaltato" come Berlusconi e neppure  ggggggiovane come quelli che prossimamente entreranno in Parlamento e ci metteranno almeno 2 o 3 anni solo a capire dove si trovano e che cavolo ci stanno a fare ?  Sulle primarie: alcuni commenti sono fatti con lo stampino e ne viene fuori la solita stanca tiritera oramai un po' stantìa sul PD. Allora è bene ricordare che la "solita stanca tiritera" sulle primarie la si può fare riferendosi esclusivamente alle primarie del PD; eh si perchè quando inizieremo a discutere delle primarie delle altre formazioni politiche, liste civiche, partiti del "popolo" ecc.  non sarà mai troppo tardi.   Nel frattempo, per quelli "interessati" ricordo che seggi sono aperti al pubblico e  si può andare a vedere quello che succede ( compresi gli spogli delle schede ed i risultati) .  Dunque, aspetto con impazienza, possibilmente prima delle prossime elezioni, per dire la mia anche sulle "altre primarie".  E mi auguro di poterlo fare con i tanti i lettori/commentatori di CM che si sono mostrati così ""interessati" alla primarie del PD magari pur non essendo direttamente coinvolti.  Dal momento che molti, cecché dicano il contrario (tanto per stare "nella corrente") andranno a votare  per i loro partiti di sempre,  non mancherò di farmi illuminare in merito a  quali candidati "scelti da loro" hanno votato ( mantenendo rigorosamente il nik per il rispetto della privacy).   
  • Giuliodori: “Culle vuote a causa dell’individualismo dettato dagli anni ’70”

    453 - Dic 28, 2012 - 11:30 Vai al commento »
    Esattamente @cerasi Avendo vissuto e "visto" quel periodo ( ho una certa età....sigh) ricordo perfettamente che quel 2 a 0  (non dimentichiamo che rappresentò un tratto fondamentale soprattutto nel percorso di "liberazione" della donna)  fu un risultato talmente clamoroso che ad oggi sono certo debba  essere ancora "digerito". Tant'è che i "rigurgiti" provenienti  della Chiesa e i suoi "dintorni", sono puntuali come il sorgere del sole ( l'ultimo: il prete che ha affermato - e scritto- che le donne in fondo "se la cercano" la violenza e poi "anche" la morte dato che in un atto di violenza ci può "pure scappare"). La mia opinione è che le "pappine" siano tutt'ora parte fondante della colta querelle papale ( Benedetto XVI) sul "relativismo",  vista la storia personale del Reverendo Ratzinger ( per anni fu Prefetto della Dottrina della Fede).   E siccome il Vescovo Giuliodori è prima di tutto uno scaltrissimo uomo in carriera ( la famosa "targa" in fronte alla chiesa di S. Filippo non è una banale "caduta di stile") ...non vedo cosa ci sia da scaldarsi rispetto alle sue esternazioni "teologiche" che come tali, sono quanto di più lontano possa esistere dalla umana realtà quotidiana. 
    454 - Dic 27, 2012 - 18:31 Vai al commento »
    @cerasi, ho qualche dubbio che Don Giuliodori si sia sbagliato a richiamare gli anni '70. Anzi, penso proprio dal suo punto di vista abbia "centrato" il "decennio" giusto.
  • Popsophia saluta Civitanova
    Ercoli: “Non resteremo
    in provincia di Macerata”

    455 - Dic 27, 2012 - 15:14 Vai al commento »
    Tranquilli, Don Masino non verrà a Tolentino con la sua "Popsophia".  Essendo "roba sua" e non della precedente Amministrazione di Civitanova, Don Masino porterà il "pacchetto"  in un luogo che  riterrà "politicamente" ed economicamente adeguato al suo pensiero politico/economico. Tutto quì. A Tolentino il "maestoso" Don Masino ( parole di un estasiato sindaco Pezzanesi in fase di conferenza stampa di presentazione) "presterà" il suo prezioso contributo intellettuale alla "corte asburgica" nel modesto ruolo di Direttore della Biennale dell'Umorismo (dalle prime indiscrezioni ne verrà fuori probabilmente una sorta di "humorsophia" ) e rinverdire così i fasti dell'Impero. 
  • Il Pd presenta i candidati
    Scintille tra renziani e bersaniani

    456 - Dic 25, 2012 - 19:10 Vai al commento »
    Ecco, seguiamo tutti le "perle" di sapere e di saggezza consegnateci da questo signore del PdL ( non lo dice esplicitamente chissà, forse perché si vergogna un po') così appassionato di cose del PD.
    457 - Dic 25, 2012 - 12:05 Vai al commento »
    Per Mario Morgoni Caro Mario tu sai che ho stima per te e non ho alcuna voglia di polemizzare tuttavia non mi sta bene una cosa: ovvero la distinzione forzosa e molto strumentale tra "buoni" e "cattivi" e soprattutto che il giudizio  venga dato da uno dei protagonisti della battaglia tra "buoni e cattivi". Non puoi essere tu e nessun altro dei protagonisti a decidere chi è "buono" e chi è "cattivo" . Semmai gli iscritti che parteciperanno alle primarie. Posso anche essere d'accordo sul fatto che per la ricerca di "proposte di candidatura" alle primarie ( perché non dimentichiamoci che di questo si tratta: candidatita alle primarie) i "gruppi" abbiano discusso su "chi" candidare. Ma a prescindere dal numero dei partecipanti all' assemblea a cui ti riferisci, non è forse un gruppo ( il tuo gruppo che si effigia dell' etichetta di "renziano" ) che si è riunito per "decidere" chi proporre all'assemblea? Vuoi forse dirmi che i nomi sono "scaturiti naturalmente" dall'assemblea ?  Dai Mario, non raccontiamoci  favole, perché tutti quelli che sono impegnati in politica anche senza mirare a poltrone, sanno come funzionano queste cose. Nei  fatti, anche tu sei un  "capo cordata"  e per ricavare il tuo spazio di candidatura ( più che legittima, sia chiaro) hai dovuto "organizzare" il "gruppo" e sei anche partito anticipando tutti, mostrando una notevole scaltrezza "politica" ( e non lo dico in senso spregiativo, ma come merito da riconoscrti anche  per la lunga militanza politica ed amministrativa). Anche la dura polemica che stai facendo nel PD  è parte del gioco e serve a fare "propaganda elettorale". Ne più e ne meno.  Solo che in questa fase  da un dirigente di lunga esperienza come te mi sarei aspettato una maggiore attenzione a non fare di ogni erba un fascio: ci sono govani nel "tuo gruppo" e giovani anche nell' altro "gruppo". Mi pare che insieme a vecchie riproposizioni qualche segnale concreto di rinnovamento sia innegabile. Ecco io farei uno sforzo per valorizzarlo tutto e non soltanto il "mio" o il "tuo".   Per me va tutto bene Mario e quando dico che sono contento per te sono sincero. Ma non facciamo le verginelle. Di nuovo in bocca al lupo e Buon Natale.      
    458 - Dic 24, 2012 - 18:57 Vai al commento »
    E chi dovrebbe garantire che il percorso dei "renziani" è stato "partecipato e trasparente" ? Morgoni Stesso ?  Secondo me non basta fare una assemblea di 80- 100 amici  per poter dire "ho fatto una assemblea di 100 persone che mi hanno scelto" Su Mario, non scherziamo. Sono contento per te che ti candidi e punti a fare il deputato. Però ci sono le primarie e devi prendere i voti degli iscritti e non soltanto degli "amici" che hanno partecipato all'assemblea che hai organizzato. In bocca al lupo e Buon Natale  
  • La plebe dei commentatori
    e la élite dei commendatori

    459 - Dic 25, 2012 - 19:24 Vai al commento »
    Caro @bommarito, la "predica" se così si può chiamare non è indirizzata a quelli  che  pur legittimamente schierati dimostrano di saper scrivere, evidentemente leggere e commentare "senza pregiudizi" ma a quelli ( articolisti, lettori e commentatori) che pur provandoci proprio non ci riescono, anche se fanno del tutto nel mostrarsi "neutrali" nei loro scritti.    
    460 - Dic 25, 2012 - 12:56 Vai al commento »
    Un buon professionista dell'informazione si distingue anche quando, a prescinedere dalle sue idee politiche, non perde lo spirito critico e indipendente del cronista ( anche cronista politico). E' ovvio che non c'è niente da nascondere, ma non vedo l'importanza e/o la necessità di sottolineare il fatto che Liuti sia "iscritto" al PD.  La cosa mi lascia perplesso: si può fare per "rendere" omaggio in modo alla obiettività del giornalista; oppure si può fare in modo "peloso" per "adombrare" i suoi futuri commenti. Ecco, io che sono un lettore e spesso anche "commentatore" di CM e pure "schierato" politicamente, non sento alcun bisogno che mi venga rimarcata l' appartenenza ad una forza politica  dei giornalisti o dei commentatori ( pur conoscendoli quasi tutti) di CM,per apprezzare o non approvare i loro scritti.   
  • Primarie Pd
    Si presentano in sette

    461 - Dic 23, 2012 - 11:00 Vai al commento »
    Ma non erano Silenzi, Giannini, Comi, Salvi e compagnia bella ?????
  • Auguri “antipolitici” di Germano Ercoli
    “Noi imprenditori dobbiamo ribellarci”

    462 - Dic 24, 2012 - 14:52 Vai al commento »
    Siamo arrivati al punto di auticelebrarsi perché si fa il proprio mestiere. Invece di fare moralismi alla politica Ercoli è meglio che continui a fare il suo mestiere  Mi pare troppo facile sputazzare sulla politica dopo che per anni si è stati organici ad uno schieramento politico ben preciso.  Questa storiella che anche i potenti se la prendono con la politica comincia a diventare un po' stucchevole: mi pare stia diventando il comodo rifugio per tutti coloro che non fanno o non vogliono fare i conti con le proprie responsabilità passate e presenti ( soprattutto quelli che hanno comunque un ruolo rilevante nella società). Ercoli è uno di questi:  per anni ha sostenuto una precisa parte politica ed un preciso leader. Guarda caso propio quella parte politica che ha affondato l'Italia. Ora è troppo comodo fare di ogni erba un fascio confidando nella notissima memoria corta anzi cortissima degli italiani. Buon Natale   
  • Primarie Pd: continua il gioco delle coppie
    Giulio Silenzi con Sara Giannini
    Irene Manzi affianca Francesco Comi?

    463 - Dic 20, 2012 - 20:28 Vai al commento »
    Forse qualche commento sui candidati del PD è un po' troppo affrettato....come se non si aspettasse  altro per poter "dare sfogo" le solite e un po' logore contumelie sulla "casta" del PD ( solo del PD eh...le altre invece....).   Chissà che invece debba rimangiarselo.  @ bommarito effettivamente un simil "porcellum" fu introdotto con la legge del 2004 in Toscana; tuttavia, appena si sono accorti di aver fatto una stupidaggine madornale hanno ammesso pubblica cambiato la legge prima delle ultime elezioni regionali. In proposito c'è da dire che in Toscana la maggioaranza è del PD e se certamente ha avuto la responasiblità di fare una pessima legge elettorale, riconoscerai @bommarito che la stessa maggioranza ha avuto pure il merito di cambiarla tempestivamente appena verificato che era una schifezza. La stessa cosa non si può dire della "maggioranza" del Parlamento nazionale che come è noto, Monti o non Monti è sempre saldamente in mano al PDL e LEGA, la quale dopo aver fatto la "porcata" nel 2005 si è ben guardata  dal "cambiarla" nel corso di questi ultimi 4 anni di Governo.  Possiamo tirare dentro il PD quanto vogliamo ma il dato di fatto è che i numeri in parlamento sono numeri e a forza di non "ricordarlo" si finisce per dire che le responsabilità sono "tutte uguali". Invece le cose non stanno esattamente in questo modo ed è bene ricordarlo. Infatti, nella critica alle "malefatte" dell'Amministrazione di Macerata o della Provincia o della Regione , le responsabilità vengono sempre ben distinte tra chi Governa e soprattutto ha i numeri per decidere cosa fare o cosa non fare, e chi invece non ha i numeri per "incidere" nelle decisioni.
  • In attesa dei fiori d’arancio
    Pezzanesi fa il bilancio dei primi sette mesi

    464 - Dic 21, 2012 - 19:57 Vai al commento »
    Felicitazioni al Sindaco per il matrimonio. Capisco che posso essere fastidiosamente non in linea con i peana e il festoso clima "natalizio-matrimoniale" che circonda il nostro Sindaco, ma nell'elencare "le opere"compiute fino ad ora, Pezzanesi se ne è dimenticata qualcuna: nel primo bilancio votato dalla sua maggioranza ha previsto "maggiori entrate" dall' l'IMU per oltre 2.000.000 di €  e  "maggiori entrate" dall' l'RPEF  per oltre 500.000 € . In sostanza "ha chiesto" ai cittadini di Tolentino "soltanto" 2,5 milioni di € di maggiori tasse ( nell'ultima intervista natalizia, insieme agli auguri ai cittadini, dice che ha rispettato la promessa di "tenerle al minimo" e non di NON AUMENTARLE). Poi ha "stanziato" generosamente una parte di queste entrate (100.000 € ) per "partecipare" alle spese di costruzione del nuovo plesso scolastico intercomunale di Belforte, Caldarola, Serrapetrona ed altri comuni che ora non ricordo.  Naturalmente guardandosi bene dal dare qualche spiegazione plausibile ai consiglieri comunali che glielo hanno chiesto.  Per il resto...dice bene Pezzanesi:   "abbiamo portato a termine...abbiamo consegnato"...ecc. ecc. Cioè, tutte robe già ampiamente decise ed avviate nelle loro naturali procedure dalla precedente amministrazione ( piscina, bonifica S. Lucia, casa di riposo ecc.) . In sostanza parte di di quelle opere ( le ultime, perchè le altre sono state tutte completate prima) che formano il "mostruoso" quanto famosissimo debito del comune di Tolentino.   Ma invece di "portarle a termine" e "consegnarle" rivendicandone il merito con malcelato orgoglio, non sarebbe stato meglio "risparmiare" visto che erano frutto di "sprechi e sperperi" di spesa pubblica? O quanto meno precisare al momento della "consegna" alla città che erano "frutto" indesiderato ma "obbligato" della precedente sciagurata amministrazione?  Dopo l'efficace smantellamento di un'opera pubblica quasi ultimata come la pista ciclabile al modico prezzo di 25.000€ di maggiori spese, l'idea geniale in tema di viabilità  è stata quella di "invertire" il senso di marcia di viale Benadduci  ( con relativo ulteriore rotonda): in questo modo ci saranno ben tre vie tra le più trafficate ( benadduci, battisti, matteotti), di cui due a senso unico che confluiranno verso la "rotonda" di Piazzale Europa che a sua volta é più che sufficiente ad "accogliere e smistare" il traffico nell'agevolissimo centro storico della città.  Ma la vera "chicca" riservata alla città di Tolentino è stata quella di aprire al traffico e alla sosta breve la monumentale "Piazza San Nicola".  Però è solo "sperimentale" eh...    Una autentica meraviglia!!    
  • Scomparso a Natale di nove anni fa
    il border collie Rocco ritrova
    e riconosce la sua famiglia

    465 - Dic 19, 2012 - 20:25 Vai al commento »
    Ammetto: groppo in gola e occhi lucidi.  Che bella storia. 
  • I renziani sfidano l’apparato:
    “Basta con i candidati per tutte le stagioni”

    466 - Dic 19, 2012 - 20:50 Vai al commento »
    Ovviamente si parla di candidature alle primarie. Trovo però discutibile che si critichi  l' "apparato", quando quello stesso apparato sta organizzando comunque le primarie. "Comunque" perché  l'anticipazione della data delle elezioni ( previste ad aprile nella loro scadenza naturale), rende oggettivamente difficile organizzare  bene le primarie.  Tuttavia, nei tempi strettissimi che rimangono disponibili ( le liste dei candidati al Parlamento vanno presentate entro i primi giorni di gennaio 2013) bisogna riconoscere che i "renziani" hanno saputo scegliere in fretta. Un'ultima cosa: ogni tanto, quando si parla di programma di governo, mi piacerebbe sapere cosa si farà in concreto per il lavoro,  lo sviluppo  e la lotta all'evasione fiscale, dopo che "primi 100 giorni" saranno serviti a dimezzare gli "stipendi ai parlamentari" e ad "abbattere i costi della politica".
  • Sconto sull’Imu per i commercianti
    Il Comune prende tempo

    467 - Dic 18, 2012 - 13:39 Vai al commento »
    Mi permetto di suggerire alla lega di Porto  Recanati di "consultarsi" con la Lega di Tolentino che come noto è al governo della città insieme al PdL. Per tagliare la testa al toro hanno deciso che l'IMU deve essere al massimo per tutte le attività produttive e commerciali. Così non si fa torto a nessuno.
  • Magdi Allam a Macerata
    “Si riparta da valori e contenuti”

    468 - Dic 15, 2012 - 12:59 Vai al commento »
    Sono francamente sconcertanti le "tesi" di Allam. Ma è il mio punto di vista e vale per tale. Quello che invece va sottolineato è la splendida coerenza politica di taluni personaggi che "contano":  una parte si lavora per un "nuovo raggruppamento di centrodestra che, "scaricato" in fretta e furia Berlusconi ( quando si dice "intuito" politico...), acclama l'europeismo e l' "agenda Monti" come nuovi simulacri della politica nazionale; dall'altra si "mostra interesse" per la costituenda forza politica di Allam che propugna  valori tutt'altro che attenti allo spread (di "montiano" interesse).  
  • “Tolentino, una città per le auto”

    469 - Dic 16, 2012 - 13:36 Vai al commento »
    A me pare che l'intervento di @71 sia sostanzialmente condivisibile:è inaccettabile ( anche a titolo sperimentale) l'apertura al traffico e alla sosta breve in Piazza San Nicola; mentre le rotonde quando agevolano il traffico e garantiscono maggior sicurezza sono sempre benvenute, quindi, insieme alle altre fatte nel passato pure quella recente fatta in Viale Benadduci; anche  le variazioni della viabilità quando servono a SPERIMENTARE E VERIFICARE miglioramenti vanno accettate. Quindi mi pare corretto dare credito all'assessore Grabrielli che ha parlato di SPERIMENTAZIONE: vedremo i risultati e le scelte che saranno compiute in futuro.  Tornando all' intervento di @71, mi pare giusto anche il richiamo a fare opposizione su cose che nell'immediato hanno una vera incidenza sulla vita dei cittadini ( specie in tempi di crisi come questo).  Posto che effettivamente le piste ciclabili sono state uno dei motivi (non il solo) che hanno determinato la sconfitta del centro sinistra a Tolentino,  Voce della Città, avrebbe  dovuto (e dovrebbe) far sentire la sua "voce" sull'aumento delle tasse ad esempio, con particolare riferimento all'IRPEF comunale ( 527.000 € di maggiore esborso dei cittadini), lasciando da parte la discutibile modulazione dell'IMU  per le attività produttive ad esempio ( portata al massimo possibile); oppure quale motivazione possa aver indotto l'Amministrazione a stanziare 100.00 € per la relizzazione del nuovo plesso scolastico intercomunale di Belforte, Caldarola, Serrapetrona e qualche altro comune che ora non ricordo; oppure ancora, quale "strategia" per le politiche sociali ci sia dietro la scelta di chiudere il servizio educativo all'Asilo "il Cucciolo" ed accorparlo tutto al "Green".   Ecco, ha ragione @71, sono questi ( e volendo molti altri simili) i temi sui quali effettivamente chiedere  conto all'Amministrazione.    
  • “Province? O tutte o nessuna ”
    Così Macerata si è salvata

    470 - Dic 12, 2012 - 10:10 Vai al commento »
    Sembra incredibile ma  c'è gente che fa politica da anni e ancora non ha capito che la situazione è completamente cambiata dimostrando di non sapere neanche "fiutare l'aria che tira" nei confronti di loro stessi ( a torto o a ragione). Sarebbe stato meglio per loro un dignitoso silenzio o al massimo esprimere rammarico per la mancata aboolizione delle province prendendosela con la fine anticipata della legislatura ( che in effetti è il motivo principale del "salvataggio" delle Province).    Invece:  Pettinari non riesce a trattenere la risata sotto i baffi pensando evidentemente ad una sua ricandidatura;  non importa da quale parte politica, purché sia un'altra candidatura.   Capponi  rivendica orgogliosamente i meriti del PdL e ci ricorda con precisione i nomi dei Parlamentari che hanno difeso la Provincia di Macerata: Piscitelli, Baldassarri, Saltamartini, indicando al pubblico ludibrio tutti gli altri che "non hanno presentato emendamenti". Sono veramente fantastici.
  • Province, salta il riordino
    Macerata si salva

    471 - Dic 11, 2012 - 12:21 Vai al commento »
    Le Province hanno deleghe importanti che però possono essere "delegate" a loro volta alle Regioni, le quali possono organizzare i servizi per Area Vasta (corrispondenti alle eventuali ex Province). Dunque le province possono e debbono ESSERE TUTTE ABOLITE:  basta volerlo politicamente.   Probabilmente anzi, certamente ai partiti (tutti) questa riforma non piace e sotto sotto se la stanno godendo alla grande. Ma c'è un partito che più di altri se la gode alla grande e neanche "sotto sotto" : la Lega, da sempre ferocemente contraria al superamento delle Province, specialmente quelle del Nord  considerate veri e propri feudi personali dei vari vassalli leghisti (gli statisti:  Calderoli, Borghezio, Castelli e compagnia cantando - Bossi oramai sembra definitivamente pensionato)  Guarda caso, dopo la "ridiscesa" in campo del Signore di Arcore e la conseguente fine anticipata della legislatura (di pochi mesi ma di quel tanto che basta per far "decadere"  il decreto sugli "accorpamenti" delle Province, e chisene frega dello "spread" e altre amenità simili), la Lega esulta, e dopo aver incassato l' "assegno Lombardia"( il povero Albertini "mollato" per Maroni prima ancora di iniziare non ci sta capendo nulla) si prepara ora a pagare la "cambiale" a Berlusconi.  Altro che responsabilità del Sen. Saltamartini.   Arieccoli!!!     
  • Regalo di Natale ai commercianti
    Ztl ridotta di un’ora

    472 - Dic 12, 2012 - 17:30 Vai al commento »
    Finalmente potrò precipitarmi in centro e parcheggiare il mio amatissimo suv "ultimo sgagghio" davanti al negozio per fare acquisti!!!!!
  • Tolentino in lutto
    per la scomparsa di Roberto Massi

    473 - Dic 9, 2012 - 12:42 Vai al commento »
    Pur trovandomi politicamente agli antipodi ho sempre riconoscciuto in Roberto Massi uno dei politici di maggior rilievo e più stimabili del nostro territorio.   E' uno di quei pochi uomini che l'essere stati politici della cosiddetta I° Repubblica non ha costituito una nota di demerito ma alcontrario di distinzione positiva, i cui caratteri ( stile, umanità e senso civico nell'impegno politico ) avrebbero dovuto  "influenzare"  molto di più anche tanti politici della disgraziatissima e volgarissima II° Repubblica.  Alla città di Tolentino mancheranno questi uomini politici. Le mie più sentite condoglianze al figlio Francesco  e al nipote Alessandro. 
  • A proposito dei commenti

    474 - Dic 11, 2012 - 14:46 Vai al commento »
    Ho aderito alla "richiesta" della redazione di mettere il nome in chiaro nei miei interventi anche se ho espresso alcune perplessità direttamente al Webmaster; praticamente le stesse sottolineate da @Bommarito. In merito alle manine invece continuo a pensare che non rappresentino un effettivo ed utile arrichimento del confronto sui vari temi. A parte la possibilità di manipolazione ( ammessa dallo stesso webmaster) e dunque una scarsa "credibilità" degli effetti  "consensi/non consensi", a me pare che possano  rischiare di deviare le discussioni verso derive più inclini alle simpatie/ antipatie  ( politiche ma non solo) cha aiutare lo sviluppo delle discussioni in modo attento ai contenui dell'argomento. In ogni caso, su questo aspetto, qualche accorgimento in più come propone @Cerasi non sarebbe male anche se Paolo Burzacca ci spiega che quella di CM è una scelta consapevole.  Semmai sarebbe più interessante introdurre la possibilità di "quotare" il singolo commento ( anche se esiste il rischio di "allungare" le pagine all'infinito).           
  • Allerta meteo della Protezione Civile
    Si mobilita il Comitato Operativo della Viabilità

    475 - Dic 8, 2012 - 14:49 Vai al commento »
    Mi riferisco alla Nota della Redazione circa la "nota del comune di Tolentino". Tutti i comuni hanno un "piano neve" che si integra con la rete della protezione civile ( comunale e provinciale). Di conseguenza tutti i comuni devono "prevedere uno stanziamento di spesa in bilancio" che di solitito, al di là di roboanti  " studi comparativi dei prezzi del mercato" (chissà quanti ricercatori impegnati) si basano sulla valutazione della spesa "storica" a consuntivo, magari depurandola delle cose poi risultate inutilizzate o eccessive negli anni precedenti.  Quindi una nota del comune di Tolentino che "comunica" quanto di più ovvio ci possa essere ( se un comune non provvede almeno ai suoi compiti istituzionali più elementari come ad esempio la viabilità comunale, che ci sta a fare?).  Solo che a Peppe Pezzanesi piacciono questi annunci che dovrebbero dimostrare "trasparenza" degli atti e delle spese.  Un  po' narciso è sempre stato ma adesso che fa anche il Sindaco "non ce se commatte più";).    Comunque a Tolentino molti cittadini curiosi aspettano ancora una " comunicazione trasparente" sulla recentissima decisione di "donare" 100.000 eurozzi del bilancio comunale  ai comuni di Belforte, Caldarola e, mi pare Serrapetrona  per  realizzare il "loro nuovo plesso scolastico intercomunale".    Bel gesto di solidarietà con i soldi pubblici.   Visto che nessuno ha potuto "discutere" le motivazioni ( neanche in Consiglio comunale), ci si domanda cosa mai abbia spinto il Sindaco ad assumere questa decisione. Avrà in mente la relizzazione di una moderna "SIGNORIA" del territorio circostante Tolentino a capo della quale si immagina lui stesso? Una sorta di nuovo  "rinascimento" dopo l'oscurantismi medioevale del passato da annotare sui libri di storia; e magari Lui si immagina un novello "Lorenzo il Magnifico" de noantri ( Peppe dei Pezzanesi il magnifico); intanto ha ingaggiato a corte il "maestoso" ( sua definizione) Prof. Ercoli che dovrà occuparsi dello sviluppo delle "arti" e degli artisti.    Ma non c'era il famosissimo  "buco di bilancio" causato dai biechi spreconi che c'erano prima e che tra l'altro è servito proprio a "motivare" l'aumento della tassazione IRPEF fino al massimo consentito dalla legge ( oltre all'IMU ovviamente)?  Delle due cose l'una: o Pezzanesi è un emerito bugiardo oppure è un amministratore quanto meno avventato. Io penso la prima ( vista anche la promessa non mantenuta di NON AUMENTARE le tasse ) anche se la seconda tutto sommato dovrebbe iniziare a fare riflettere.
  • Cm Creazioni: salta l’accordo
    I lavoratori presentano istanza di fallimento

    476 - Dic 6, 2012 - 13:20 Vai al commento »
    Evidentemente l'ultimo paragrafo del mio commento è un "pezzo scomposto" di copia-incolla da Word  (quando posso scrivo i commenti sul Word perchè la connessione spesso "mi lascia" -sigh) .  Me ne scuso con chi legge.  
    477 - Dic 6, 2012 - 13:01 Vai al commento »
    Prima di commentare con una certa superficialità e/o mancanza di obiettività sarebbe meglio informarsi almeno un po'.  Quì non si sta parlando di una azienda "fatta fallire" dai cattivissimi sindacati e dai altrettanto cattivissimi dipendenti.  Un anno fa ( non oggi e l'articolo di CM è chiaro in proposito) l'azienda ha cessato l'attività  senza dichiarare fallimento e dunque, si suppone per delibrata scelta imprenditoriale, lasciando diciamo così,  in "sospeso" i pagamenti di alcune retribuzioni e del TFR dei suoi 21 dipendenti ( per un totale di migliaia di Eurozzi non suoi evidentemente). Ma tanto gli operai mica ci mangiano con lo stipendio anzi, si divertono a far fallire le imprese.    Fino a quel momento infatti,  quegli sciagurati  e irresponsabili dei dipendenti avevano lavorato per alcuni mesi a gratis ( mentre l'azienda continuava a vendere i suoi prodotti evidentemente) senza fare nulla, nella "speranza" che l'azienda iniziasse piano piano a pagare gli arretrati  ( e intanto continuava a produrre) . A sentire alcuni dipendenti  prima ancora che arrivassero  i famigerati  sindacati dei "comunisti" ( chiamati "poi" dai dipendenti stessi), l'azienda in cambio della disponibilità dei dipendenti a continuare a lavorare anche senza retribuzione, prometteva  solennemente ogni mese che avrebbe iniziato a pagare gli arretrati, e invece? Sorpresina!!!   Ragazzi si chiude e tutti a casa!  Mi si spiega  cosa c'è da salvare o "risparmiare" se l'azienda ha chiuso un anno fa mettendo a spasso i suoi dipendenti senza neanche  onorare l'impegno sottoscritto proprio con i sindacati al momento della cessazione dell'attività  di pagare ( a rate, per carità) gli sitpendi arretrati ed il TFR,  cosa che è stata puntualmente disattesa???  E mi si spiega quale "altra" soluzione sarebbe possibile per "recuperare" almeno parte delle spettanze? Oppure non è loro diritto "recuperare" almeno una parte delle spettanze? Quando uno cessa l'attività senza portare i libri in tribunale, invece di "mettere da parte il malloppo" che non gli appartiene del tutto, sarebbe il caso  prima di tutto che paghi i debiti quanto meno a partire da quelli maturati nei confronti di chi nel frattempo ha lavorato per te . E così disdicevole? Certo, mi rendo conto che oggi solo i "fessi" pagano mentre i più furbi (di solito anche i più forti economicamente) sono spesso sono "ammirati" per come riescono a "fregare" la collettività oppure il prossimo, (possibilmente più debole però) e dunque ampiamente giustificati.   Ma questa, dopo 20 anni di "lezioni" ed esempi edificanti tollerati dal popolo,  è la "scuola di pensiero " vigente nel nostro Paese. E molti italiani hanno imparato in fretta e bene.  Alla luce di tutto ciò la scelta scellerata l'avrebbero fatta i lavoratori ed il Sindacato perchè avanzerebbero l'istanza di fallimento per "recuperare" almeno in parte quanto loro spettante invece di lasciarlo nelle "tasche" dell'imprenditore? Ma per favore, cerchiamo di essere seri!!  Sarebbe bene commentare cercando per quanto possibile ( mi rendo conto che per i più "incalliti" è troppo difficle)  accantonando  livori politici e pregiudizi ideologici del tutto fuori luogo.       fatta l'azienda che ha chiuso un anno fa e non ha pagato diverse mensilità, nonché il TFR ai dipendenti ( che non campano d'aria).   
  • Da Civitanova a Tolentino
    in corsa per le “Parlamentarie”

    478 - Dic 6, 2012 - 21:07 Vai al commento »
    @ cerasi mi pare ovvio e dico pure giusto, dato che in assenza di una legge ( auspicabile) che le renda "pubbliche",   primarie o parlamentarie "appartengono" in fin dei conti a chi decide deliberatamente di organizzarle per selezionare i propri candidati ( peggio per chi non le fa). Però mi domando e domando: perchè tante polemiche per l'"iscrizione" alle primarie del PD e del centro-sinistra, anche da parte di sedicenti "cittadini" difensori della democrazia e della libera partecipazione e silenzio assoluto sulle modalità di iscrizione/partecipazione alle "parlmentarie"? Aggiungo: per le parlamentarie vale l'iscrizione al partito ( o movimento non fa diffrenza secondo me) al 30 settembre e si può votare solo sulla piattaforma telematica predisposta dal "movimento" e dunque escludendo una larghissima parte di cittadini non "telematizzati" ( sono di serie B?); per le primarie valeva l'iscrizione ( anche on-line tra l'altro), neanche ad un partito ma ad un "vaghissimo" albo degli elettori  del centro sinistra al 24 novembre (per il I° turno) e al 25 ( giorno del I° turno) per partecipare al ballottaggio. Si ricorda @cerasi, anche su queste pagine quanti "peli sull'uovo" sono stati fatti alla "democraticità" delle primarie del centro-sinistra?   Non sarà che ci sono "professionisti" della polemica a tutti i costi  basta che sia "contro" il PD ?  Per carità, tutto legittimo eh. Basta poi non si pretenda che certi interventi vengano " accolti " da tutti come veri e propri "saggi politici".  
    479 - Dic 6, 2012 - 17:54 Vai al commento »
    Perché fate votare solo gli iscritti partito e non allargate a tutti gli elettori ? 
  • Santa Barbara: Vigili del Fuoco in festa
    Ben 5.800 interventi nel 2012

    480 - Dic 5, 2012 - 11:56 Vai al commento »
    Meritano un grande ringraziamento non solo per le cose che ha ricordato @Tamara Moroni e che condivido in toto, ma anche per il fatto che garantiscono sempre e comunque il servizio, nonostante lo Stato per risparmiare non copra adeguatamente il Turn-over di chi va in pensione, "tenga" ben fermi i loro stipendi a livelli piuttosto bassi e si gurda bene dal rinnovare e rafforzare il parco delle attrezzature. Noi cittadini vediamo solo la splendida "facciata" del loro lavoro  ma purtroppo ci disinteressiamo troppe volte delle loro battaglie professionali ed economiche volte ottenere il giusto riconoscimento e li lasciamo soli a manifestare sotto il Ministero dell'Interno o Palazzo Chigi ( solo sparute rappresentanze però, perché gli altri nel frattempo  rimangono a garantire sempre  "il servizio"). Ecco, credo che apprezzeranno molto se nelle prossime occasioni mostrassimo sostegno e solidarietà alle loro sacrosante richieste ( di solito non riconosciute ).  
  • Concessioni demaniali: proroga fino al 2020

    481 - Dic 5, 2012 - 10:20 Vai al commento »
    Finalmente una comunicazione istituzionale degna di questo nome e relmente utile al Paese. In una situazione così drammatica ogni tanto avere queste notizie non può che aiutare ad andare avanti.  Il metodo: questa è la trasparenza che vogliamo:essere informati costi quel che costi;  conoscere per filo e per segno cosa accade in Parlamento e le battaglie popolari che sostengono i nostri parlamentari affinchè si affermi il bene comune.  Un passo avanti importantissimo nel superamento delle  tradizionali quanto obsolete "cene" e/o  riunioni "conviviali" con le associazioni corporative...oops...mi sono sbagliato...  "associazioni di categoria"  interessate, da sempre impiegate ai fini della "condiviosione" dei risultati ottenuti. Nel merito: dovremmo essere grati al Senatore per l'impegno profuso alla conquista di questo importante obiettivo. Grazie a questo impegno è stato possibile "scongiurare" il pericolo che le concessioni demaniali venissero portate a 5 anni dai 30 ( trenta)  attuali e quanto meno "garantire" ancora 7-8 anni di tranquillità ai titolari delle concessioni balneari. E' poco, come lamenta rammaricato il Senatore? Io penso di no anzi, si tranquillizzi il Senatore ed i suoi colleghi della Commissione al Senato: di questi tempi gli italiani, molto bene allenati, sono pronti al sacrificio e quindi anche "il poco" verrà sicuramente apprezzato.      Infatti, non vedo come potrà sfuggire al popolo che grazie al Senatore e ad i suoi compagni di battaglie ( chiunque essi siano) l'Italia non ha ceduto alle bieche e vergognose richieste del Commissario europeo di portare a 5 anni le concessioni demaniali;  chi sarà mai costui che, straniero in terra straniera ha osato tanto? Si pubblichino le foto segnaletiche!!    La prossima estate i tangibili benefici che deriveranno dall' ardua impresa internazione si tramuteranno in un consistente miglioramento del benessere della collettività: saranno destinate striscie importanti di arenile  a tariffe agevolate ai cassa integrati, nonché  "aree" gratutite  riservate  ai  disoccupati, dove a turno di due ore ciascuno sarà data loro la opportunità di prendere il sole e bagnarsi anche i piedi (ovviamente potranno beneficiarne anche ai familiari entro il II° grado, purché anch'essi disoccupati o invalidi almeno all'80%).                                                                                                                                                Per i comuni dell'entroterra marchigiano  )come di tutte le altre regioni balneari) sono previsti specifici contributi dello Stato con l'integrazione delle Regioni ove non sufficiente, per organizzare pullman gratuiti per il trasporto dei  cittadini che vorranno benficiare di tale grandiosa opportunità      L'affollamento delle spiagge per l'estate 2013 è garantito.    
  • I risultati del ballottaggio entusiasmano il Pd
    dopo il passaggio del ciclone Renzi

    482 - Dic 4, 2012 - 18:50 Vai al commento »
    @ alessandro S Dimenticavo ( ma non è particolarmente importante ai fini della discussione) solo per precisione: non ho ancora cambiato sesso. Però ammetto che non si può mai dire. In tal caso lo farò sapere in giro.   Saluti. 
    483 - Dic 4, 2012 - 18:46 Vai al commento »
    @ alessandro S Ho "studiato" i suoi preziosissimi link.  Allora beh... effettivamente mi ha fatto cambiare idea: ammetto che la "liretta" avrebbe retto molto meglio l'attacco speculativo che ha subito l'Euro. Anzi, ne saremmo usciti rinforzati tanto che sarebbe diventata la moneta forte "alternativa" all'Euro. E' si...mi ha propio convinto con i suoi link.
    484 - Dic 4, 2012 - 18:40 Vai al commento »
    @nico E' del tutto evidente che non c'entri niente con  Renzi che è  comunque del PD. Politicamente sei di tutt'altra parte e si capisce lontano un miglio. Quindi, aspettiamo tutti con ansia la "spettacolare" nuova amministrazione.   Per ora ha aumentato le tasse, ha smantellato la pista ciclabile ( finanziata con un contributo dello Stato) ed ha inaugurato un paio di robe già fatte e concluse dalla precedente amministrazione.  Se il buongiorno si vede dal mattino... Intanto risparmiati lo sforzo di "mascheararti" tra gli "innovatori" renziani e "goditi" tranquillamente il tuo Peppe Pezzanesi  per i prossimi anni.
    485 - Dic 4, 2012 - 12:03 Vai al commento »
    @ Areazione affermi che la vera sinistra è il partito della Rfondazione Comunista... poi, con tutte quelle "perle" che infili tipo " femministe folli e fanatiche" o  "gente con la sessualità distorta" dimostri di essere  un po' di confuso nel tracciare le linee di demarcazione tra "sinistra" e "destra".    Immagino pure che se leggesse il tuo commento il buon Ferrero ( capo di Rifondazione) gli si drizzerebbero quei pochi capelli che ha in testa.
    486 - Dic 4, 2012 - 11:54 Vai al commento »
    @pierre è bene ricordare che questa competizione elettorale, è un metodo scelto deliberatamente da un partito politico per "scegliere" la propria leadership. Non sono elezioni "istituzionali" e dunque è fuori dubbio che in primo luogo, vista la riuscita della manifestazione", ha vinto "tutto" il PD.  Ed è anche giusto che "tutti" i dirigenti, iscritti, semplici simpatizzanti e "volontari" che hanno lavorato in questi giorni si "godano" innanzi tutto la " vittoria" politica del PD che, non bisogna dimenticarlo, è stato il primo partito ad introdurre le primarie in Italia ( ora tutti parlano di fare le primarie per scegliere i rappresentanti da candidare-perfino Grillo ).  A prescindere da come la si pensa politicamente,  di questo bisogna dare atto al PD e mi pare il minimo che tutti gli appartenenti al partito ne siano orgogliosi. Poi, fermo restando che i due contendenti ed il loro "portato" politico appartengono comunque al PD e da oggi inizieranno a "lavorare" insieme per il "bene comune", nel merito dell'esito del voto non possono esservi dubbi tra chi "ha vinto" e chi "ha perso". I numeri sono numeri e c'è poco da "interpretare".  Ora sta al PD e soprattutto a chi ha vinto mettere insieme e rendere complementari l'una a l'altra queste due risorse fondamentali.     
    487 - Dic 4, 2012 - 11:32 Vai al commento »
    L'Italia nell'Euro ha "subìto" l'attacco speculativo e per salvarsi nel 2013 dovrebbe uscirne fuori?  Ne ho sentite e lette di tutti i colori,ma francamente questa proprio non se po' sentì. Certo, con la nostra potentissima "liretta" e le altrettante potentissime "riserve" di Fort Knocks  in questi anni ci saremmo comprati anche la Cina, altro che permettergli di acquistare il 30% del debito pubblico americano.   Siamo seri per favore e mettiamo da parte queste ridicole nostalgie "autarchiche" da ventennio. 
  • In provincia di Macerata vince Bersani
    Renzi si ferma al 47,35%

    488 - Dic 3, 2012 - 12:27 Vai al commento »
    Travagio de noantri: pur avendo compreso il livore anti PD di cui ti nutri fin quasi a sfiorare il ridiclo (non so perchè e neanche me ne frga più di tanto) potresti utulizzare un linguaggio un po' più rispettoso nei confronti di migliaia di persone che non conosci? Non è una questione politica ma di educazione ( ma che te lo dico a fare).
  • Cristiana Di Stefano: “Bello scoprire
    che la gente è solidale, non solo a parole”

    489 - Dic 5, 2012 - 12:01 Vai al commento »
    Non per polemica però mi domando: ma che solidarietà è se si fa con i soldi dello Stato quand'anche siano destinati alle "tasche personalissime" dei consiglieri  (mi  riferisco ai gettoni di presenza dei consiglieri comunali di Pioraco) ?
  • Primarie, accolte 42 richieste
    su oltre 700 domande per il voto bis

    490 - Dic 1, 2012 - 18:09 Vai al commento »
    Mi scuso...invio "non voluto"...ecco lo stralcio: "Sono ammessi al voto gli elettori in possesso del Certificato di elettore del Centro sinistra rilasciato per il primo turno, completo del cedolino relativo alla giornata del 2 dicembre, in mancanza del quale non è possibile essere ammessi al voto. Per gli iscritti on-line che non abbiano completato la registrazione entro la data del 25 novembre alle ore 20.00, è possibile recarsi presso gli addetti a questa operazione del proprio seggio, versare il contributo di almeno due euro e ritirare il Certificato di elettore del centro sinistra, quindi votare. Possono altresì richiedere la registrazione coloro che, nei giorni 29 e 30 novembre presso il Coordinamento provinciale, dichiarino di essersi trovati, per cause indipendenti dalla propria volontà, nell’impossibilità di registrarsi all’ Albo degli elettori entro il 25 novembre. Spetta al Coordinamento provinciale valutare la consistenza o meno delle cause, indipendenti dalla volontà dell’elettore, che ne hanno impedito l’ iscrizione all’Albo degli elettori entro il 25 novembre, ovvero la preiscrizione on-line. Il Coordinamento provinciale, con voto unanime, decide se ammettere o meno la registrazione all’Albo degli elettori ". Lo ripeto, le regole di cui si è dotato il PD possono essere criticabilissime. Semmai bisognava fare del tutto per cambiarle "prima" che venissero deliberate. Non è stato fatto e fin quando sono vigenti, esse vanno rispettate così come sono.  Senza polemica, ma almeno si rispetti i 3 milioni e passa di elettori che hanno votato "secondo queste regole".
    491 - Dic 1, 2012 - 18:02 Vai al commento »
    Spero di fare cosa utile riportando ( copia-incolla) stralcio della delibera n.25 emessa da Comitato nazionale dei garanti, che "regola" il voto al ballottaggio; delibera a sua volta derivante dal regolamento approvato nel mese di ottobre "prima dell'inizio della campagna elettorale   
  • ”O scappi o combatti (oppure ridi)”
    Ercoli presenta la sua Biennale

    492 - Dic 1, 2012 - 12:44 Vai al commento »
    @claudiob proprio niente male la sua esternazione. in linea di massima mi ci ritrovo. Però voglio prima vedere cosa ne verrà fuori, e lo farò senza pregiudizi nonostante mi trovi dall'altra parte della barricata del "maestoso" paesano Peppe Pezzanesi.
  • Primarie Pd, al via le nuove registrazioni tra polemiche e veleni

    493 - Dic 1, 2012 - 11:33 Vai al commento »
    @markus io non so esattamente cosa dovrebbe fare un partito come il PD per "catturare" il suo voto  e quello di chi si ritrova nelle medesime  "valutazioni politiche" ( mi rendo conto che sono tanti e a ragione probabilmente). Sono semplicemente un "militante" attivista e pure "volontario" ( ovvero, offro la mia attività senza "chiedere" niente anzi, rimettendoci di tasca mia)  non un "militare di apparato" ;).   Le dico semplicemente che dopo una abbuffata ventennale di boiate politiche e di promesse mirabolanti, di "ghe pensi mi" e di leggi ad personam ed altre amenità simili ( per non parlare dei comportamenti personali di chi divrebbe dare l'esempio per primo ), oggi il PD si "espone" comunque ad  un tentativo di rendere la democrazia un po' più "democrazia e restituire alla politica la dignità perduta. E' sbagliato quello che fa? Si potrebbe fare meglio ? Certamente si. Anche io trovo ad esempio alcune regole troppo ferraginose. Tuttavia, secondo me bisogna avere rispetto per una forza politica che pur dotandosi  di una serie di regole anche discutibili, offre la opportunità a milioni di persone non apparteneneti a quella stessa forza politica di "scegliere" il suo candidato alle prossime elezioni. Mi dica quali altri movimenti politici fino ad oggi hanno fatto altrettanto.  Dunque mi pare del tutto plausibile, anche  per quelli come lei che non "appartengono" a nessuno schieramento politico  accettare l'idea che vi siano alcune  regole da rispettare per avvalersi di questa opportunità.   Sig. @markus, sono certo che se ci riflette bene mi darà ragione. In merito alla sua richiesta inviata via fax: naturalmente non sono in grado di dirle se verrà accettata o meno. Ieri però, in questa stessa discussione ho cercato di "raccontare" cosa stava accadendo ( ho fatto qualche telefonata in federazione PD per accertarmene) in merito alle "richieste" di iscrizione pervenute via fax o via e-mail: in poche ore un totale intasamento di tutti gli strumenti di comunicazione telematici e telefonici.   Poi ho saputo che tale situazione si è verificata in tutte le sedi provinciali " autorizzate"  alla raccolta di nuove iscrizioni. Mi si racconta anche di "strani" fenomeni, in alcune città,  di "pacchi interi" di richieste di iscrizioni pervenute via e-mail e risultanti inviate dallo stesso IP ( non sono un esperto ma immagino voglia dire inviate dallo stesso indirizzo di posta elettronica). Segno evidente che "qualcuno"  ha tentato di "strumentalizzare" questa " riapertura delle iscrizioni" pensata esclusivamente per quelli che effettivamente non avevano potuto iscriversi prima, per cercare di "inquinare" il voto con "iscrizioni di massa organizzate".  Questo è assolutamente inaccettabile e non deve accadere a prescindere  quale candidato possa esserne avvantaggiato.  Data la situazione che si è venuta a creare, ammetto (ma è una mia supposizione che spero possa essere smentita) che la sua richiesta di iscrizione ( assolutamente fuori da questa logica, ne sono certo) a causa dei soliti furbissimi che "la sanno lunga" potrebbe effettivamente essere "invalidata" .   Ecco, tutto questo mi fa pensare,  che le regole ci devono essere in tutti i campi della vita sociale e dunque anche nella politica,  e soprattutto, dopo anni di calpestamenti ed offese al buon vivere civile,  bisogna "reimparare" a rispettarle e anon volerle "cambiare quando il gioco è già iniziato".  Ovviamente se necessario bisogna battersi per migliorarle o sotituirle con altre, ma finchè ci sono quelle in essere, quelle vanno rispettate.  Il mio augurio è che qualora non dovesse essere "ammesso" a votare al ballottaggio del centro sinistra,  "comprenda" le ragioni che ho cercato di esporle.      
    494 - Dic 1, 2012 - 0:11 Vai al commento »
    Direi che effettivamente è maligna. Per quanto si possa immaginare ( visto da fuori) che ad organizzare le primarie manu militari, vi sia un  vero  e proprio  "apparato di guerra"  al soldo dei " vecchi generali" del PCUS ancora in vita,  mi pare un po' difficile ipotizzare la conoscnza diretta di quasi 17.000 persone quand'anche "elettorato abituale" del centro sinistra ( nel suo massimo splendore, un paio di anni fa,  il PD mi pare avesse superato di poco i tremila iscritti in tutta la provincia). Personalmente, da appartenente all'"esercito" in quel di Tolentino dove hanno votato quasi 1100 elettori, posso dire di aver riconosciuto tra gli elettori  al massimo una sessantina di iscritti . E in ogni caso, per dirla tutta, non so neanche "cosa" ha votato la mia consorte anche se so che appartiene certamente all'elettorato di centro sinistra ed in particolare del PDS-DS-PD ( confesso che non ho osato neanche chiederglielo tanto sta incazzata nera con il PD ).  Infine, sul fatto che il Segretario non corra rischi non ci giurerei. Oramai l'elettorato "controllabile" non esiste quasi più ( è meglio così ovviamente ) e ogni elezione  può riservare sorprese sorprendenti.  Infatti, anche a Tolentino si era "sicuri" di vincere ;).     
    495 - Nov 30, 2012 - 23:02 Vai al commento »
    @tamara moroni è così e mi pare di averlo pure detto in precedenza (effettivamente forse non sono stato chiaro).  Il regolamento ( bruttino anche per me per la verità) è stato approvato all'unanimità dall'assemblea nazionale ( con i partecipanti di "tutte le parti" in campo del PD) che si è tenuta mi sembra a fine ottobre. Quel regolamento prvedeva esplicitamente che chi non si sarebbe iscritto tra il 5 e il 25 novembre, non avrebbe potuto partecipare al voto di eventuali ballottaggi.  dopo il 25 novembre, il Comitato nazionale per le primarie si è trovato a decidere su una richiesta di deroga al regolamento presentata dai rappresentanti del "comitato Renzi, con la possibilità di riaprire le iscrizioni per var votare nuove iscritti anche al ballottaggio. Il comitato nazionale ha inizialmente respinto la richiesta ( a mio avviso giustamente) ma, a seguito di insistenti  richieste e "amplificazioni mediatiche" di lamentele che denunciavano la "limitazione" della libera espressione di voto dei cittadini, il Comitato nazionale ha deciso di riaprire per due giorni ( ieri e oggi ) le iscrizioni a patto che quelli che avessero voluto iscriversi avrebbero dovuto presentare una richiesta non più agli "uffici elettorali" comunali ma a quello provinciale, motivando le ragioni e/o gli impedimenti che non hanno permesso l'iscrizione nei 20 giorni previsti dal regolmento originario e il giorno stesso delle votazioni ( quindi 21 giorni). Mi pare evidente che tale disposizione, del tutto eccezionale, dovesse preservare il voto delle primarie da possibili mobilitazioni di "eserciti" di votanti incontrollati ( se le iscrizioni fossero rimaste nella disponibilità delle migliaia di Uffici elettorali comunali ciò sarebbe stato obiettivamente più facile) che avrebbero potuto "inquinare in modo sostanziale il voto ( a prescindere a favore di chi). Chi non ricorda le polemiche e le critiche feroci verso le primarie del Comune di Napoli e poi della Sicilia per non andare troppo lontano nel tempo?      
    496 - Nov 30, 2012 - 18:59 Vai al commento »
    @tamara moroni Prendo atto ma neanche io condivido. E' vero che bisogna evitare che le regole prendano il sopravvento sulla sostanza.  Su questo tema però si potrebbe scrivere non una serie di commenti sui blog (oltretutto  temo che risulterebbero noiosi ai più) ma una intera enciclopedia.  E concordo pure  sul fatto che le regole che ci diamo ( dalla piccola pro-loco di paese a quelle che "reggono" il funzionamnto di una intera nazione) possano essere tutte contestate e migliorate ( dando comunque per scontato che regole debbone esserci per far funzionare e far convivere civilmente una collettività qualsiasi essa sia). Però mi consentirai ( ti do del tu senza permesso e puoi "stigmatizzare" l'essrmi preso questa libertà) di osservare che mi pare quanto meno opportunistico ( oltre che profondamente ingiusto nei confronti di chi le ha rispettate)  chiedere di cambiarle mentre il gioco è iniziato anzi, sta per finire. E non è un caso secondo me che questa polemica mediatica a risonanza nazionale sia venuta fuori dopo il 25 novembre scorso.  Tutto quì.  Dal momento che in questa sede invece si tratta di un civilissimo confronto (con ben altre motivazioni a mio avviso), nel precisare a scanso di equivoci  che non mi riferisco a te, approfitto per "rivolgermi" a nuora perchè suocera intenda ( si dice così?) in particolare a quanti in queste ore stanno "organizzando" l'invio" di un "pacchetto" di oltre 120.000 richieste di nuove iscrizioni ai siti dei vari PD provinciali-Macerata compresa- intasando ovviamente tutto il sistema informatico   ed impedendo di fatto ai "superiori" ( che sono i componenti dei vari comitati provinciali designati dai rappresentanti di tutti quelli che si sono candidati) di svolgere proficuamente un minimo di verifica e non dico di esaminare le "giustificazioni". A che servono queste forzature? Magari poi si potrà interpretare il sempre ambitissimo ruolo di "vittima del sistema" ( tanto caro ai narcisi) sordo e cieco per gridare  che "si è perso perchè a molti cittadini è stato impedito  di votare per me o viceversa,  che si è vinto anzi, "stravinto" "nonostante" il "tentativo" di impedire la libertà di voto da parte della SPECTRE. Troppo facile 'sto giochino a cui moltissimi  italiani (non tutti per  carità ) sono abituati a dar credito, magari seduti davanti alla televisione a vedere  il TG1 o "Porta a Porta". Per questo continuo a credere che le regole ( se assurde o  considerate sbagliate si fa  la battaglia  "prima" per cambiarle)  se ci sono vanno rispettate ed esse stesse sono "sostanza" della convivenza civile. Altrimenti dovrei pensare che tutto sommato la Fornero ha fatto bene a cambiare addirittura "dopo" le "regole" per gli esodati che prevedevano un periodo di cassa integrazione fino al pensionamento e che essi stessi avevano sottoscritto un accordo in tal senso proprio secondo le "regole" che al momento lo permettevano. Invece oggi si ritrovano senza lavoro, senza cassa integrazione ( fra qualche mese) e senza pensione ( che avranno fra 5 o 6 anni se va bene).  O, peggio ancora, mi viene da pensare che a suo tempo, quando Berlusconi decise di "cambiare" le regole della prescrizione ( ritenute obsolete) guarda caso con il "gioco" della celebrazione dei processi a suo carico  in corsa (da cui uscì effettivamente prescritto proprio grazie alle regole "cambiate in corsa"), ebbe ragione a farlo.        
    497 - Nov 30, 2012 - 17:08 Vai al commento »
    @markus per quello che può valere, è mia opinione che Lei il voto a marzo non lo avrebbe dato comunque al centro sinistra, anche se avesso potuto iscriversi e votare alle primarie. In ogni caso ancora fa in tempo a farlo; la risposta è SI. Ripeto per l'ennesima volta: anche se il regolamento vigente alla data del 25 novembre ed approvato all'unanimità 2 mesi prima delle primarie non prevedeva il voto al ballottaggio per chi NON SI ERA ISCITTO a quella data ( 24.11.2012), in questi giorni, è stata fatta una "ulteriore" deroga rispondendo alle pressanti sollecitazioni del "comitato Renzi". Questa "deroga"  prevede di fatto la possibilità di partecipare alla perimarie attraverso una nuova forma di iscrizione che può effettuare rivolgendosi direttamente alla sede provinciale del "comitato delle primarie" ( presso la sede del PD di Piediripa) personalmente, via fax o via e-mail ( pdprovincialemc@libero.it).  Alla chiusura di questa "finestra" (stasera)  il comitato ( comprendente tutti i rappresentanti dei candidati) prenderà in esame tutte le richieste pervenute e deciderà, sulla base delle motivazioni che hanno impedito al richiedente di iscriversi anche on-line  tra il 5 e il 24 novembre scorsi,  quali richeste accogliere. In tal caso, sarà cura del Comitato stesso comunicare l'avvenuta iscrizione.   Spero di esserele stato utile.     
    498 - Nov 30, 2012 - 16:52 Vai al commento »
    @ Tamara moroni mi scuso: non ha scritto "seguire pedissequamente le regole " come riportato nel mio commento. Ha scritto "spegare pedissequamente le regole". Solo per dire che per quanto mi riguarda le considerazioni che ho espresso rimangono le medesime.   
    499 - Nov 30, 2012 - 16:43 Vai al commento »
    @tamara moroni nessuna polemica, mancherebbe altro. Quel "lei non sa..." non va bene però. Chissà che anchio non sia un "lavoratore" che lavora con il PC?  Mi scusi se riporto virgolettata una sua espressione "...tutti coloro che in questa seconda fase di voto gradirebbero dire la loro su quello che sarà il futuro Presidente del Consiglio di centro- sinistra". A parte il solito discorso della "decontestualizzazione dal ragionamento" che mi potrà far rilevare, a me pare che il significato di quello che voleva dire  stia  in quello che ha scritto. Tuttavia, se ha la pazienza di rileggere il mio post vedrà che ( e se non lo vedrà è colpa mia che non lo ho fatto capire con chiarezza)  è stato  lo spunto da cui partire per ribadire che le primarie sono di fatto una iniziativa politica di uno schieramento di partiti ed hanno una rilevanza importante non lo nego, ma che in definitiva sarà poi il voto alle politiche a decidere se la scelta di questa coalizione è giusta o sbagliata.   Un'ultima annotazione, anche quì senza volontà polemica. Seguo spessissimo e con molto interesse i suoi commenti e ho trovato francamente sorprendente la sua considerazione in merito al nostro "seguire pedissequamente le regole". Ma le regole, tutte contestabili e modificabili ovviamente, ma da seguire "pedissequamente" quando si sono date, non sono il sale per un buon funzionamento della democrazia oltre che per una buona convivenza civile?  
    500 - Nov 30, 2012 - 15:42 Vai al commento »
    Si può dire tutto ed il contrario di tutto (antico vizio italico insieme al famoso "benaltrismo") senza preoccuparsi troppo di onorare al meno un po' il principio della coerenza, ma non si può negare che le primarie sono l'atto volontario di una coalizione composta da talune forze politiche ( non tutte) di un dato schieramento, finalizzato a "scegliere" il candidato che sarà a capo di questa coalizione di partiti alle prossime elezioni politiche. Non si tratta dunque di "scegliere" il prossimo Presdente del consiglio. Questo lo faranno gli elettori alle prossime elezioni "istituzionali"; tra l'altro, come è noto, nel nostro sistema costituzionale, è previsto che sarà il Presidente della Repubblica a conferire l'incarico per la formazione di un Governo che a sua volta dovrà verificare l'esistenza di una maggioranza che lo sostiene in Parlamento. Ora, dal momento che si parla di un "atto politico volontario" ( quello delle primarie )  assunto liberamente da alcune forze politiche, si prenda atto che per giungere  in modo concreto all'organizzazione vera e propia della manifestazione elettorale, le suddette forze politiche hanno concordato un preciso percorso organizzativo e si sono altrettanto liberamente (e democraticamente attraverso i propri organi statutari di partito, aggiungo io) dotate di una apposita regolamentazione approvata all'unanimità dai medesimi rispettivi organi di partito. Regolamentazione che nei limiti del possibile ( certo, il centro sinistra non gode del possesso di proprie catene televisive alle quali impartire ordini di scuderia)  è stata ampiamente messa a disposizione del pubblico ( sul sito PD era on line il giorno dopo il suo varo -mese di ottobre 2012). Posto che le regole stabilite sono da tutti criticabilissime ( anche io avrei molto da dire nel merito), è un dato di fatto che a tali regole se si vuol partecipare al gioco, bisogna attenersi ( neanche a me piaceva il "porcellum" ma quando "ho deciso" di andare a votare l'ho fatto con una regola che disprezzavo). Sia che si appartenga in modo "militare" a quelle forze politiche che se le sono date, sia che si appartenga ad una vasta quanto "suscettibile" area di "opinione" che  per l'appunto, può cambiare opinione, giustamente, come e quando vuole.  Chi si è dato delle regole per far funzionare una specifica quanto complicata macchina organizzativa, ha pure pensato ( facendo bene dico io) a questa "vasta area di opinione" non "militarizzata" o non appartenente al famigerato "apparato" se si preferisce. Infatti, le iscrizioni, quale presupposto per riservarsi la opportunità ( e non l'obbligo) di partecipare alle primarie  sia al primo che all'eventuale secondo turno o non partecipare affatto, sono state aperte dal 5 novembre al 24 novembre. Prevedendo, per quelli eventualmente "schifati" dal doversi prsentare in una qualsiasi sede PD ( dove intere falangi di "volontari militari dell' apparato" raccoglievano le iscrizioni fino alle 20, 20,30 di ogni sera, più i Sabati e le Domeniche) anche la possibilità di iscriversi on-line.  Ho detto  e ripeto: "riservarsi" la opportunità di votare o non votare, semplicemente iscrivendosi on-line ad esempio. A me francamente pare un po' strano che in 20 giorni persone attente alla politica, anche molto acculturate probabilmente e  magari anche profondamente critiche verso la "coalizione", non abbiano avuto 5 minuti di tempo da spendere per iscriversi on-line perché "lavoravano fino a tardi" e i "partiti non conoscono la realtà e i problemi di chi lavora".  Alla luce di  quanto sopra, secondo la mia personalissima opinione,  non è affatto strano che chi intende iscriversi solo oggi per votare al ballottaggio, non dico "giustifichi" - una parola che non piace neanche a me - ma almeno "racconti" a chi ha organizzato le primarie, come mai non abbia trovato 5 minuti di tempo dal 5 al 20 novembre per inserire il suo nome on-line.   Non solo, ma sempre per le stesse ragioni che ho sopra esposto, penso pure che il "comitato provinciale" che raccoglie le nuove richieste di iscrizione, faccia bene a bocciarle se non sufficientemente credibili.  Anche per rispetto degli altri quasi 17.000 cittadini (la stragrande maggioranza non appartenenti alla "falangi dell'apparato") che si sono "scomodati" provvedendo ad iscriversi entro il 24 novembre o si sono "scomodati"  a fare la fila prima di votare ( altra fila, poi) lo stesso giorno delle votazioni del 25 novembre.  
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy