L’azienda anticipa la Cassa integrazione:
«Il nostro segnale di fiducia»

CIVITANOVA - La decisione della SearchNdesign, gestita dalla famiglia Malvestiti, che in questa settimana ha ripreso l'attività
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

searchndesign

 

La SearchNdesign di Civitanova decide di anticipare la cassa integrazione ai dipendenti nella busta paga di marzo e aprile. Il ritorno alla normalità non è stato facile, le previsioni per il mercato delle calzature mondiale sono proiettate verso uno crollo del 25% della domanda, e le notizie di chiusure di departement store oltre oceano non sono certo un segnale di buon auspicio. Questo però non ferma le politiche aziendali della famiglia Malvestiti, che ha scelto di non aspettare l’iter normativo per erogare la cassa integrazione dei suoi dipendenti anticipando già nella busta paga di marzo ed aprile, che è dell’80% dello stipendio ma ha anche pagato la rimanente parte dello stipendio come fosse una mensilità normale. «Un segnale forte per dare fiducia e sostenere chi contribuisce al nostro successo quotidianamente» dichiara Diego Malvestiti Ad di SearchNdesign che, nonostante i segnali negativi continua ad investire nello sviluppo della propria azienda sia verso i mercati internazionali che quello interno confidando in una ripresa appena terminata la pandemia. Per la SearchNdesign si è appena conclusa la prima settimana di lavoro dopo la fine della fase 1 del ritorno alle attività produttive. L’azienda guidata dalla famiglia Malvestiti ha messo in opera tutte le accortezze sanitarie necessari per il regolare svolgimento delle attività dei dipendenti diretti e dei collaboratori esterni, che vengono quotidianamente monitorati con il rilevamento della temperatura corporea e la registrazione dei movimenti per tutte le persone collegate all’azienda.

Articoli correlati

C



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X