Ubi banca, nelle Marche
concesse 15mila moratorie:
il valore supera il miliardo di euro

ECONOMIA - L'istituto nei primi tre mesi dell'anno ha anche erogato 288 milioni di euro di finanziamenti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Jesi-DSC_6726-Via_Ghislieri-UBI_Banca-650x432

 

Nei primi tre mesi del 2020 erogati da Ubi Banca nelle Marche finanziamenti per 288 milioni di euro. Per l’effetto pandemia forte crescita delle erogazioni alle Pmi. mentre per l’emergenza Covid-19 sono state concesse 15mila moratorie per un valore di oltre un miliardo di euro ed erogati oltre 50 milioni di euro di finanziamenti con garanzia statale. «I dati del primo trimestre riflettono già in parte i cambiamenti sul nostro sistema economico causati dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo – commenta Roberto Gabrielli, responsabile della Macro area Marche Abruzzo di Ubi Banca – A inizio marzo c’è stato il cosiddetto lockdown che ha costretto le famiglie a chiudersi in casa e a ridurre in maniera drastica i consumi, riducendo così la loro richiesta di prestiti alle banche. Le aziende, invece, proprio a causa della pandemia, sono ricorse in maniera massiccia al sistema creditizio per gestire la liquidità nella fase di chiusura o forte rallentamento dell’attività produttiva. Considerando anche la prima parte del secondo trimestre – continua Gabrielli – abbiamo ricevuto da parte delle aziende marchigiane 6.500 richieste di finanziamento fino a 25mila euro con garanzia statale per un valore di 130 milioni di euro, di cui 50 milioni già erogati, e abbiamo accordato 15mila moratorie per un valore di un miliardo e 80 milioni di euro». Secondo l’istituto sono molto positivi i dati relativi al segmento aziende, con 202 milioni di finanziamenti erogati verso le Pmi, mentre registrano una leggera flessione il comparto mutui prima casa (50 milioni) ed i prestiti personali (36 milioni) a causa della gelata dei consumi derivante dagli effetti della pandemia Covid-19. Nel primo trimestre 2020 Ubi ha erogato 23,5 milioni di euro di finanziamenti destinati alla ricostruzione post-terremoto, portando a un totale di 101 milioni in tutta la fase. Lo stock totale dei finanziamenti concessi da Ubi Banca nella regione ammonta a 5,8 miliardi di euro. Molto positivi anche i dati sulla raccolta, cioè i risparmi che i marchigiani depositano in Ubi: 14,3 miliardi di euro, di cui 1,8 miliardi riferiti al segmento Private. Nel mese di marzo Ubi Banca ha donato alla Regione 400mila euro per il sostegno all’emergenza Covid-19. Ubi Banca, che ha reso noti oggi i risultati consolidati al 31 marzo 2020, è il principale istituto di credito delle Marche, con 200 filiali sparse su tutto il territorio regionale e oltre 500mila clienti, di cui 450mila privati: un marchigiano su tre è cliente della banca. Ubi Banca è anche il principale datore di lavoro privato nella regione, con oltre 2.500 dipendenti.

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X