Salesiani, la rabbia
di genitori e studenti

MACERATA - Tante accuse e domande senza risposta nell'assemblea, tenutasi questo pomeriggio, in seguito alla comunicazione della chiusura della Scuola. Da domani manifestazioni di protesta
- caricamento letture

chiusura_salesiani- 0

chiusura_salesiani (1)

Preside don Luigi Barraccu, Superiore don Leonardo Mancini e l’Economo Ispettorale Mario Lela

 

 

di Carmen Russo

“Vergognatevi, non siete degni di portare il nome di Salesiani”.  

Questa, l’accusa più forte nell’assemblea che si è svolta all’Istituto Salesiano, nel pomeriggio. 

Due giorni fa, era stata inviata la convocazione ai genitori per “riflettere e discutere insieme sulla situazione incresciosa in cui versa la scuola e sulle possibili soluzioni”, come spiegano loro stessi.
L’incontro, a cui hanno partecipato numerosi genitori e studenti ha assunto il carattere di comunicazione di una decisione già presa, anziché -come comunicato appunto in precedenza- di dibattito. Ed è stato proprio questo a scatenare una veemente reazione tra quanti, confermando i timori, hanno ascoltato il Superiore don Leonardo Mancini- affiancato dall’attuale Preside don Luigi Barraccu e l’Economo Ispettorale Mario Lela- dire in modo diretto: “A partire dal prossimo anno scolastico, la scuola chiude”.
chiusura_salesiani (23)Rabbia, ma anche tristezza tra i genitori colpiti da tale doccia fredda, seppur preceduta da sporadiche voci che vedevano l’istituto navigare economicamente in cattive acque: “Alle diverse domande sul futuro della scuola, avete sempre risposto rassicurandoci e assicurando la continuazione dell’istruzione”, dice la mamma di un’ alunna frequentante il secondo anno della scuola media. In effetti, circolavano spesso dicerie a tal proposito, ma a suggellare l’illusione di una stabilità, era stata la promozione di un nuovo indirizzo di scuola secondaria superiore, il Liceo Scientifico Sportivo che, però, non è riuscito ad attrarre abbastanza iscritti per il rilancio della scuola. “Allo stesso modo anche gli altri indirizzi hanno subito, in base alle iscrizioni dello scorso febbraio, un calo che non ci permette di continuare a tenere in piedi questo istituto”, sostiene don Leonardo Mancini. Anche a questa affermazione la platea si ribella, accusando la scuola di non aver fatto abbastanza pubblicità, di non aver saputo attrarre nel modo giusto altri iscritti e di non essere stati sinceri nella gestione della situazione.
chiusura_salesiani (14)La riunione, assume un carattere ancor più aspro, in seguito all’intervento di Mario Lela, Economo Ispettorale ribattezzato ironicamente “Ispettore Simpatia” viste le sue risposte provocatorie alle domande dei genitori che, a suo parere, “non avevano l’autorità di richiedere certe cose.” Vola anche qualche insulto dopo una risata malcelata, la quale trascina l’opinione generale in balia della delusione che colpisce anche gli studenti, alcuni dei quali si sfogano piangendo.
“Ho portato in questo istituto mio figlio a gennaio di quest’anno, a causa dei problemi con la scuola pubblica. – obietta una signora – Al momento dell’iscrizione non mi era stato neanche lontanamente detto che c’era la possibilità di una chiusura imminente. Adesso dove vado?”. La stessa, successivamente rivela di pagare oltre mille euro al mese di retta, compreso il sostegno, all’Istituto Salesiani e dichiara: “Non mi arrenderò, farò una guerra feroce perché la scuola porti a termine l’inter delle classi già iniziate, a costo di autogestirla”.
Il caso, di suo figlio, infatti non si annovera tra le uniche classi che continueranno a vivere anche il prossimo anno, le attuali quarte liceo e le seconde medie, mentre particolare è il caso del terzo anno del liceo linguistico, il quale a causa dell’inesistenza dello stesso nelle zone limitrofe, potrebbe terminare il suo corso, fino alla fine.
chiusura_salesiani (19)“Mia figlia dovrebbe fare la terza media, ma a questo punto non so se continuerà qui, dato che non possiamo essere sicuri della qualità”, dice un padre. Chi saranno i professori, quanto costerà mantenere in piedi una scuola per poche classi e perché, se è possibile continuare per il liceo linguistico, non lo è per gli altri indirizzi, tutti gli interrogativi senza una risposta.
I genitori, ancora completamente spiazzati dalla notizia, stanno pensando a iniziative di protesta. E anche gli studenti stanno preparando cartelloni e striscioni per una manifestazione che terranno domani (sabato) mattina prima dell’inizio delle lezioni quando si sdraieranno a terra nei corridoi in segno di protesta.

(Foto-servizio di Lucrezia Benfatto)

 

 

 

chiusura_salesiani (2)

chiusura_salesiani (3)

chiusura_salesiani (4)

chiusura_salesiani (5)

chiusura_salesiani (6)

 

chiusura_salesiani (8)

chiusura_salesiani (9)

chiusura_salesiani (10)

chiusura_salesiani (11)

chiusura_salesiani (12)

chiusura_salesiani (13)

 

chiusura_salesiani (15)

chiusura_salesiani (16)

chiusura_salesiani (17)

chiusura_salesiani (18)

 

chiusura_salesiani (20)

chiusura_salesiani (21)

chiusura_salesiani (22)

 

chiusura_salesiani (24)

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X