L’Oratorio Salesiano compie 170 anni con lo sguardo all’Africa

MACERATA
- caricamento letture

Volantino_progetti_Tanzania_copiaNel giorno dell’Immacolata si è svolta  una grande festa ai Salesiani di Macerata insieme al vescovo di Macerata Monsignor Claudio Giuliodori  in occasione della fondazione dell’Oratorio Salesiano che proprio oggi celebra 170 anni. I festeggiamenti sono iniziati con la Messa, celebrata in una Chiesa gremita di bambini, ragazzi e famiglie di tutti i gruppi oratoriani: Scout, Savio club, Ser.mi.g.o, PGS Robur, Mamma Margherita e Masci. Una festa che è stata accompagnata dalla Testimonianza degli Scout di Macerata, impegnati, in collaborazione con il Ser.mi.g.o, in un progetto teso ad aiutare una missione di suore a Dar Es Salaam, capitale della Tanzania. “Tutto nacque nel 2006”, ci racconta un Capo Scout, “quando arrivò una email di Don Felice, prete missionario che avevamo avuto modo di conoscere in Kenya. Don Felice ci chiedeva aiuto, non per sé, ma per tre suore che erano state mandate in un centro missionario nello slum di Dar Er Salaam, in una situazione di povertà estrema e solitudine. Non avevano neanche l’acqua da bere, perché troppo salata. Così, insieme al Ser.mi.g.o abbiamo deciso di rispondere a questa chiamata tirandoci su le maniche delle nostre camicie ed organizzando un torneo di calcetto per finanziare un desalinizzatore. Quello fu solo l’inizio di un qualcosa che si è rilevato essere molto più di una semplice attività di autofinanziamento, ma fu l’opportunità per noi di creare un ponte di missionarietà tra Macerata e Dar Es Salaam, offrendoci la possibilità di vivere quell’amore cristiano che ci contraddistingue.” Questa mattina infatti è stato proiettato un filmato con la descrizione delle opere concrete realizzate a Dar Es Salaam e della vita di servizio internazionale che svolgono questi volontari. Inoltre sono stati presentati i nuovi progetti di sviluppo necessari per la missione perché “molto è stato fatto, ma c’è molto altro da fare e chiunque voglia aiutarci, in qualsiasi modo, dal più giovane al più grande, può contattarci per contribuire a realizzare quel sogno che abbiamo: lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato”. Il Vescovo ha sottolineato il valore dell’Oratorio, sempre più prezioso nel momento attuale di emergenza educativa ed ha ringraziato tutti quanti si prodigano a far sì che persista quest’eredità donata da San Giovanni Bosco. Al termine della Messa tutti in cortile per ricordare quell’8 dicembre 1841: Don Bosco si stava preparando per celebrare la Santa Messa quando capitò in sacrestia un ragazzotto. Il sacrestano, credendolo un monello venuto a disturbare, lo cacciò via a bastonate. festa-oratorio-salesiani-6-300x190Ma Don Bosco intervenne e lo difese, presentandolo come suo amico. Rimasto solo col ragazzo, don Bosco scoprì che era un orfano di sedici anni, non sapeva leggere, né scrivere, né cantare, ma sapeva fischiare. E subito Don Bosco propose: “Se facessi un catechismo a parte, verresti?” e il ragazzo “molto volentieri”. Don Bosco rilanciò “Anche subito?”…”si, subito”. Don Bosco s’inginocchiò e recitò un’Ave Maria. In quel momento sorgeva l’Oratorio e iniziava il grande apostolato di don Bosco tra i giovani. festa-oratorio-salesiani-10-300x248Come 170 anni fa, Monsignor Giuliodori, insieme al nuovo Direttore dei Salesiani di Macerata Don Luigi Barraccu, al responsabile dell’oratorio Don Juan Carlos Caceres e a tutti i giovani e le famiglie presenti, ha recitato un’Ave Maria e brindato al compleanno festa-oratorio-salesiani-13-300x200   festa-oratorio-salesiani-12-300x200   festa-oratorio-salesiani-11-300x200   festa-oratorio-salesiani-9-300x200   festa-oratorio-salesiani-8-300x200   festa-oratorio-salesiani-7-300x200   festa-oratorio-salesiani-5-300x188   festa-oratorio-salesiani-4-300x278   festa-oratorio-salesiani-3-300x221   festa-oratorio-salesiani-2-300x256   festa-oratorio-salesiani-1-300x200   dell’Oratorio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X