Dirigenza e tifoseria attorno ad un tavolo,
dirimere i contrasti
per il bene della Civitanovese

MATITA ROSSOBLU - Con la squadra in vetta e in fuga (+ 5 sull'Aurora Treia e +6 sul Monturano, prossimo avversario al Polisportivo) non sono comunque mancati neanche a Passatempo di Osimo i cori degli ultras contro il presidente Profili

- caricamento letture
Passatempese-Civitanovese-37-650x432

L’esultanza dei giocatori di fronte ai tifosi rossoblu

di Aldo Caporaletti

La classifica del girone B di Promozione, dopo otto giornate, vede la Civitanovese capolista con cinque punti di vantaggio sulla più immediata inseguitrice, Aurora Treia (14 reti all’attivo) e sei lunghezze su: Monturano, prossimo avversario al Polisportivo, Trodica e sulla risalita Monterubbianese (terzetto con una gara in meno). Sembrerebbe una fuga verso la vittoria, se non che la meta dista 26 giornate e i problemi da risolvere restano.

Passatempese-Civitanovese-35-325x216

Una fase di gioco fra Passatempese e Civitanovese

Nel match esterno con la Passatempese, sviluppi quasi in fotocopia della trasferta con il Castel di Lama: stesso risultato (1-0), stesso marcatore Martin Garcia (stavolta addirittura di testa). Con la formazione locale che domina per larghi tratti dell’incontro e la Civitanovese che porta via l’intera posta. Gli osimani mancano due clamorose occasioni nel primo tempo (Zannini, Mandolini) e altrettante nel forcing finale (Maraschio, Ferreyra) a cui si è opposto il bravo portiere Taborda.

La squadra di Menghini (arrivato dal Montefano) è grosso modo la stessa che ha concluso il girone A di Promozione a centro classifica. Si sono aggiunti i centrocampisti Zannini (portato dal Montefano) e Camilletti (ex Portorecanati) assente con la Civitanovese (come il terzino Esposito). E’ arrivato, inoltre, il difensore Stacchiotti dalla Vigor Castelfidardo che, con l’esterno d’attacco Ferreyra (9 gol la scorsa stagione), ha messo in crisi il terzino Marconi (cambiato di posizione).

Passatempese-Civitanovese-4-266x400

Michele Paolucci in azione

La Civitanovese, oltre al gol dell’ala Garcia alla mezz’ora della ripresa, ha prodotto un’azione pericolosa nel primo tempo con un tiro da fuori area del centrocampista Ruggeri Jr. Tra i rossoblu assente il centrale difensivo Ballanti, rimpiazzato da Nasif. L’argentino è stato poi spostato terzino, con l’arretramento in difesa del mediano Visciano. Il centrocampo, in tal modo, è stato per larghi tratti in mano ai tre under previsti: Marconi (poi Mangiacapre), Giordani (poi Marini) e Strupsceki. In attacco Paolucci, dopo i gol segnati in Coppa e con il Matelica, non ha dato continuità alle prestazioni. E’ stato annullato da capitan Mandolini e mister Nocera l’ha sostituito.

Non è bello per un capitano lasciare il campo dopo una prova incolore, riconsegnando la fascia a chi l’aveva ceduta (Visciano). C’è da chiedersi se dopo l’entusiasmo iniziale (giocare nella squadra della sua città), Paolucci, che ha militato nelle categorie maggiori, trovi motivazioni in un torneo interprovinciale. In sostituzione di Paolucci, mister Nocera ha inserito Galli, infortunatosi nella gara interna col Grottammare. Affrettati, incautamente, i tempi di recupero e la punta ascolana è dovuta uscire per un risentimento. Spazio all’under Mandolesi, che poteva essere impiegato prima. In panchina il trequartista Becker (elemento utile all’economia di gioco rossoblu) sulle cui condizioni fisiche non si hanno notizie. Nel finale, per mantenere il risultato, in campo Rapagnani per l’attaccante Garcia.

Passatempese-Civitanovese-33-325x183Non sono mancati neanche a Passatempo di Osimo i cori degli ultras contro il presidente Profili. Così vanno in scena periodicamente negli stadi di Promozione episodi che non giovano all’immagine della Civitanovese. Sarebbe il caso, con un gesto di umiltà da parte di tutti, di mettere attorno ad un tavolo dirigenza e tifoseria per dirimere i contrasti.

In tale situazione, la Civitanovese è attesa dal primo scontro al vertice: ospite il Monturano, ritenuto il team più forte del girone B (3 gol subiti). I tifosi ricordano la doppia sconfitta, in tempi ravvicinati, subita la scorsa stagione: campionato (1-2) e playoff (1-4). Nell’ultimo turno (leggi il punto sulla Promozione qui) fermani bloccati in casa dall’Aurora Treia. La squadra di Passarini, priva del bomber Voinea e del regista Badiali (entrato nel finale), passata in vantaggio e rimontata, ha tenuto testa fino al termine (1-1).

Garcia ancora decisivo in trasferta: Civitanovese batte la Passatempese, prima fuga stagionale

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X