Trodica, Matelica e Monturano favorite:
se la Civitanovese non si rinforza
può lottare solo per i playoff

MATITA ROSSOBLU - Serve un finale di mercato in cui vengano colmate le lacune nella rosa (under e centravanti su tutte), per tutelarsi da un altro “ritardo” nella risalita di categoria alla quinta stagione della gestione Profili
- caricamento letture

 

Triangolare-del-centenario

Un momento del triangolare del centenario

di Aldo Caporaletti

“Meglio tardi che mai”. Così la Civitanovese, con un triennio di ritardo, ricorda il Centenario della fondazione con un evento (triangolare con società gemellate tra le tifoserie) degno della ricorrenza (leggi l’articolo). Come si rammenterà i propositi erano altri: doveva essere la cantante statunitense Anastacia ad aprire le celebrazioni, nel giugno 2019, ma non se ne fece nulla. Tutto si risolse con la presentazione della squadra rossoblu, in un dopo partita, all’Eurosuole Forum. Trascorsi tre anni, si è varata un’idea semplice: un mini torneo amichevole con Rimini (Serie C) e Sambenedettese (Serie D), con tifoserie molto legate disposte in settori diversi del Polisportivo (decisione non gradita dai supporter locali). Ha prevalso la Samb con due vittorie (sul Rimini ai rigori), ultimo posto alla Civitanovese battuta da entrambe le avversarie. Ma il test è servito al tecnico Nocera per presentare la sua idea di formazione (modulo 4-3-3) per il torneo di Promozione.

civitanovese-atletico-centobuchi-visciano-FDM-1-325x216

Ivan Visciano, capitano della Civitanovese (foto De Marco)

Dopo le infelici esperienze di Macerata (Giustozzi docet), tra i pali portiere over (l’argentino Taborda), con davanti i centrali Visciano (assenti entrambi gli argentini Nasif e Greco) e Ballanti (arrivato, dopo una lunga trattativa, dal Porto Sant’Elpidio), esterno sinistro l’ex cremisi, Ruggeri. Centrocampo con Rapagnani centrale e il giovane Ruggeri interno sinistro. Attacco con Guido Galli centravanti, l’under Mandolesi esterno destro e l’argentino Martin Garcia sul versante sinistro. La difesa, con il recupero degli assenti, dovrebbe schierare centrali titolari Nasif e Ballanti (stessa età di Greco ma maggiore esperienza, nei campionati abruzzesi), i problemi, però, sorgono in avanti. A metà campo rientrerà centrale Visciano: prevedere al suo fianco Rapagnani e un under configurerebbe un reparto “leggero”. Meglio avanzare l’ex Valdichienti sulla trequarti (con rientro nella fase difensiva) e valutare una mezzala al posto di Balloni (che ha lasciato dopo la conferma). Discorso a sè per l’attacco dove tre elementi, con tutto sommato caratteristiche simili (tutti esterni e seconde punte), sono troppi. Si dovrebbe confermare l’esperto Guido Galli centravanti, valutando l’inserimento in rosa di una prima punta di ruolo (l’esperienza della scorsa stagione dovrebbe insegnare qualcosa).

IMG_20180512_185558-e1592899067858-325x206

Mister Francesco Nocera

Esterno l’under Mandolesi, che abbiamo visto in uno scampolo di gara con il Rimini. Bene le punte, ma per segnare devono essere poste nelle condizioni per farlo. Infine – ma non per importanza – il capitolo under, su cui la Civitanovese deve iniziare a riflettere. Ne sono previsti tre e possono essere (dato il numero) determinanti. Nel triangolare sono stati presentati (oltre alla punta Mandolesi) due giovanissini: il terzino Marconi e il centrocampista Giordani. Entrambi impiegati da mister Vagnoni nella gara persa (con playoff già acquisiti) a Porto Recanati. Contro la Samb, in campo il centrocampista Mangiacapre (2006) provinato dal Monza. Sul versante mercato, vi dicevamo dell’arrivo del centrale difensivo Ballanti, a cui va aggiunto il secondo portiere Cannella (dal retrocesso Castignano). Tra i partenti il difensore under Smerilli alla Palmense (mentre Samuele Renzi ha raggiunto mister Diamanti al Montecosaro).

profili-crocetti-civitanovese

Giorgio Crocetti con Mauro Profili

Ha colpito i tifosi l’addio (poco dopo la conferma) di Balloni, tra i più positivi della scorsa stagione. Quando sapremo la destinazione (Azzurra Colli?) valuteremo la bontà dei motivi della partenza. Intanto il Comitato regionale Figc ha diramato la composizione dei gironi di Promozione, ripescato il Casette Verdini. L’incongruità che salta agli occhi è la separazione delle due squadre osimane: Osimo Stazione (girone A) e Passatempese (girone B). Mentre la Vigor Castelfidardo, geograficamente più a sud, figura nel girone A. Buon per la Civitanovese che ha una rivale al vertice in meno, poiché i fidardensi hanno disputato la finale playoff contro i Portuali Ancona. Un torneo quello del girone B di Promozione che organici alla mano – per quanto finora dichiarato dal mercato – ha tre favorite per la vittoria finale: Trodica, Matelica e Monturano. La Civitanovese, con l’Aurora Treia e una “sorpresa” (la scorsa annata è stata la Monterubbianese), dovrebbe competere per i playoff. A meno di un finale di mercato in cui colmi le lacune, per tutelarsi da un altro “ritardo” nella risalita di categoria, alla quinta stagione della gestione Profili.

Alla Sambenedettese il “Triangolare del centenario” con Civitanovese e Rimini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X