«Caccia, Tar dà ragione agli ambientalisti:
bocciato il tentativo della Giunta
di forzare i pareri scientifici»

LE SEGRETERIE provinciali di Sinistra Italiana e Europa Verde dopo che è stata sospesa in via precauzionale la caccia a Germano reale, Alzavola, Marzaiola e Quaglia. «Inseguono i voti di un gruppo sempre più esiguo di cacciatori, rinunciando al rispetto della fauna boschiva e dei suoi cicli di vita»
- caricamento letture

 

a-caccia-coi-cacciatori_1.jpg_650-450x337«Guardiamo con molta preoccupazione ai continui tentativi della Giunta Regionale delle Marche di forzare i pareri scientifici per la redazione del calendario venatorio, tentativi puntualmente bocciati dal Tar Marche a seguito dei ricorsi delle associazioni Lac, Lav, Lipu e Wwf Marche». Ad affermarlo in una nota le segreterie provinciali di Sinistra Italiana e Europa Verde dopo che il Tar ha dato ragione agli ambientalisti, accogliendo con Decreto monocratico del Presidente una parte del loro ricorso, redatto dallo Studio legale Rossi – Copparoni e P. del Foro di
Ancona e sospendendo in via precauzionale la caccia a Germano reale, Alzavola, Marzaiola e Quaglia.

«È ora che queste destre la smettano di trattare con leggerezza un argomento della massima importanza; sappiamo bene come la deforestazione nei più grandi polmoni verdi del mondo stia creando un’emergenza climatica importante, oltre alla migrazione forzosa di centinaia di specie viventi che, private dei loro habitat naturali, vengono spinte in territori non propri – si legge nel comunicato -. Il mancato rispetto delle altre forme di vita vegetali e animali che condividono il pianeta insieme all’essere umano, ingiusto e violento di per sé, porta inevitabilmente ad una perdita di biodiversità con possibili gravissime conseguenze di cui non conosciamo esattamente bene ancora la portata. Siamo fermamente determinati a portare avanti l’istanza di abolizione della caccia, a lavorare per preservare il più possibile le zone boschive e la fauna, lavoreremo affinché vengano estese le riserve naturali protette e i sistemi di monitoraggio e tutela della biodiversità anche nell’ottica di un turismo eco-sostenibile».

L’alleanza Sinistra Italiana/Europa Verde precisa: «Nel programma con il quale ci presentiamo alle elezioni del 25 settembre abbiamo un intero capitolo sul rapporto con le specie animali che chiediamo di dichiarare, a un livello legislativo sempre più stringente, esseri senzienti. Siamo in posizioni diametralmente opposte rispetto a una Giunta regionale, che inseguendo i voti di un gruppo sempre più esiguo di cacciatori, rinuncia al rispetto della fauna boschiva e dei suoi cicli di vita come desiderano, siamo convinti, la maggioranza dei marchigiani. E’ ora di dire basta a questa superficialità politica delle destre, auspichiamo che il 25 settembre i marchigiani e le marchigiane se lo ricordino».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X