Azione e Iv presentano Calamita e Platinetti
«Il voto utile tra i due populismi è il nostro»

ELEZIONI - Presentazione oggi alla Rotonda dei Giardini Diaz dei candidati maceratesi alle prossime politiche alla presenza dei coordinatori regionali Fagioli e Urbinati. Il sindaco di Appignano correrà all'uninominale della Camera: «Sì ai termovalorizzatori». La candidata di Morrovalle andrà per il Senato nel collegio Marche sud: «Sostegno alle famiglie e iniziative per la natalità»
- caricamento letture
ListaCalenda_FF-2-650x434

La presentazione dei candidati del terzo polo a Macerata

di Luca Patrassi (foto Fabio Falcioni)

Azione e Italia Viva hanno presentato programmi e candidati, l’iniziativa questa mattina alla Rotonda dei Giardini Diaz alla presenza dei segretari regionali  Tommaso Fagioli (Azione) e Fabio Urbinati (Italia Viva), del coordinatore provinciale maceratese dei calendiani Massimiliano Fraticelli, del consigliere comunale Ulderico Orazi, del sindaco di Treia Franco Capponi, dell’ex sindaco di Pollenza Sabrina Ricciardi e dei candidati maceratesi alle prossime elezioni politiche. Ha aperto i lavori Massimiliano Fraticelli che ha ringraziato i presenti ed ha sottolineato come sia «particolarmente contento per queste candidature che sono espressione del territorio, lo abbiamo chiesto ed abbiamo centrato questo obiettivo, un punto di partenza fondamentale che siamo riusciti ad ottenere».

TommasoFagioli_ListaCalenda_FF-6-325x217

Tommaso Fagioli

Il concetto della territorialità è stato ribadito anche da Fagioli: «Non abbiamo, come gli altri partiti, basta guardare ai capilista, candidati catapultati. Noi siamo il vero terzo polo, non un semplice cartello elettorale, abbiamo messo in campo persone capaci, votare marchigiano è la base». Massimi sistemi nell’approccio di Fabio Urbinati che ha reso edotti i presenti del fatto che «gran parte del confronto si gioca sul dibattito televisivo» e che ha quasi suscitato una domanda tra i giornalisti presenti, nessuno televisivo.

RosinaPlatinetti_ListaCalenda_FF-5-325x217

Rosita Platinetti

«Il vero voto utile tra i due populismi di destra e di sinistra – ha detto Urbinati – è il nostro, quello del terzo polo . Viviamo nel Paese una situazione drammatica per l’energia che va affrontata subito e in questa emergenza si assiste a una migrazione della giunta regionale verso Roma, non fanno il bene dei marchigiani». Rosita Platinetti, di Morrovalle, è la candidata del polo Calenda-Renzi al Senato Marche Sud: «Ho detto sì a questa candidatura perché condivido i programmi, ho a cuore alcuni temi e tra questi il sostegno alle famiglie, iniziative per la natalità, politiche per l’imprenditorialità giovanile partendo dai fondi del Pnrr. Ho deciso di candidarmi per affrontare questi temi, la democrazia è partecipazione».

Calamita_ListaCalenda_FF-3-325x217

Mariano Calamita

Il sindaco di Appignano Mariano Calamita è il candidato nel collegio uninominale di Macerata della Camera: «Perché sono qui? Ho fatto una scelta, la stessa che ha caratterizzato la formazione delle liste nazionali da parte dei vertici: mettere a disposizione competenze e professionalità. Io mi riconosco nei modi di fare e nel patrimonio valoriale di questo gruppo, in una parola nell’agenda Draghi, in una cornice europea. L’Italia è un grande Paese, dobbiamo incidere nelle scelte europee e lo faremo con un programma condiviso, con il contributo del territorio». Calamita ha toccato alcuni temi. Energia: «Penso ai rigassificatori per tamponare l’emergenza e alle fonti rinnovabili nel medio periodo. Incredibilmente dal 2001 l’Italia ha visto scendere la quota di energia prodotta in casa e questo ci ha reso dipendenti dall’estero, dico sì al nucleare».

Fraticelli_ListaCalenda_FF-7-325x217

Massimiliano Fraticelli

Rifiuti: «Sì ai termovalorizzatori, non è possibile che ogni 7/8 anni si blocchi tutti in attesa dell’individuazione di una discarica di appoggio». Ancora Calamita: «Sostegno agli Enti locali per attivare le politiche di aiuto alle famiglie, potenziamento dei Centri antiviolenza, non si può sentire che una donna è morta, uccisa un mese dopo aver presentato una denuncia di stalking, il tema del contrasto alla violenza deve essere centrale. Quanto all’immigrazione ci vogliono azioni concrete ad iniziare dalla programmazione dei flussi, non ci possiamo far gestire dalle emergenze». Infine spazio al sindaco di Treia Franco Capponi che ha fatto il punto sulla ricostruzione postsisma.

 

 

 

Urbinati_ListaCalenda_FF-4-650x434

Fabio Urbinati

 

ListaCalenda_FF-1-650x434

ListaCalenda_FF-8-650x434

ListaCalenda_FF-9-650x434

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X