Mic chiude con un utile di quasi 50mila euro
Ciarapica: «Grande risultato, le sinistre
volevano affossare il Mercato della pesca»

CIVITANOVA - Questa mattina l'assemblea dei soci ha approvato il bilancio. Il sindaco uscente: «Risanata una perdita di 342.033 euro (iniziata sotto l'amministrazione di Corvatta e Silenzi) grazie alla ricapitalizzazione osteggiata nel 2020 dall'opposizione». L'assessore Belletti: «Premiata la scelta di non far fallire l'azienda»
- caricamento letture

 

Foto-CdA-MIC_07_05_22-650x488

Il Cda del Mercato Ittico civitanovese

In mattinata si è svolta l’Assemblea dei soci del Mic (Mercato Ittico civitanovese) che ha approvato il bilancio relativo all’anno 2021 con un utile di euro 49.306,00. «Un importante traguardo viste le condizioni in cui versava la società che ha rischiato la chiusura se non ci fosse stato un intervento convinto della nostra Amministrazione». ha dichiarato il sindaco, Fabrizio Ciarapica.

«Nel 2019 – si legge nel comunicato inviato dal Comune di Civitanova – il bilancio presentava una perdita di 342.033 euro, perdite iniziate sotto la precedente giunta Corvatta, di cui il consigliere Giulio Silenzi era assessore al Bilancio oltre che vice sindaco. L’attuale amministrazione, convinta dell’importanza del Mercato Ittico come strumento strategico per l’economia della pesca, settore fondamentale per una città come Civitanova, a dicembre del 2020, per risolvere un problema grave e annoso che ha fatto rischiare di fallire l’intero settore, ha deciso di portare in Consiglio comunale una proposta di ricapitalizzazione prevedendo un nuovo contratto fra il Mic e gli operatori, al fine di garantire la continuità al Mercato Ittico e ripianare l’ingente perdita».

«Oggi possiamo dire – prosegue Ciarapica nella nota – che il lavoro della nostra Amministrazione e di tutto il centrodestra unito, ha vinto nell’impresa, per nulla semplice, di aver risanato un’azienda importante come quella del Mercato della Pesca Civitanovese facendo registrare un utile in attivo e di aver anche contribuito a non distruggere un settore che per la nostra Città rappresenta moltissimo, anche in termini di tradizione e non solo di economia e di rilevare come le sinistre abbiano fatto di tutto per affossarlo. La maggioranza compatta, infatti, in quel Consiglio comunale del dicembre 2020 aveva incassato 12 sì a favore del risanamento dovendo registrare, invece, un’assurda e scellerata contrarietà dell’opposizione che al momento del voto ha fatto contare alcuni non pervenuti, due no, uno proprio dell’ex sindaco Corvatta e uno del consigliere grillino Mei, con l’emblematica astensione del consigliere Giulio Silenzi, insieme a quella della consigliera Mirella Franco, tutte le sinistre pronte ad affossare un settore così importante come il Mercato della Pesca».

«Dopo l’approvazione del bilancio consuntivo dell’Ente certificato ieri e quello di oggi del Mic – dichiara l’assessore al Bilancio e alle Società Partecipate, Roberta Belletti – possiamo dire di aver compiuto ancora con responsabilità azioni importanti per il bene dell’intera comunità lasciando i conti non solo in ordine ma anche con il segno ‘positivo’ davanti. La nostra proposta di un anno fa ci metteva di fronte alla scelta di far fallire o di ricapitalizzare il Mercato, la scelta coscienziosa e ferma di scegliere la seconda via condotta ‘in primis’ dal sindaco Ciarapica non si è fatta attendere per il bene del settore della pesca che ha ricadute economiche importanti sull’economia generale della nostra Città. Ricordo, inoltre, che già il 2020 il Mercato aveva mostrato dei piccoli segnali positivi ed oggi non possiamo che ritenerci soddisfatti per quella scelta».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =